Home > Sole e Clima > Così Archibald interviene su un Blog e spiega ancora le sue teorie…

Così Archibald interviene su un Blog e spiega ancora le sue teorie…

15 dicembre 2008

Sul blog www.warwickhughes.com, intervenendo ad una discussione David Archibald così motiva e rispiega le sue teorie sulla stretta relazione tra attività solare e clima: ( tradotto dal sottoscritto, lo si può trovare al seguente link: 37 Commenti »  )

 Come ho ottenuto la diminuzione di 2 gradi? 

L’ho letto dal grafico. Si tratta di un potente strumento predittivo. Il rapporto tra la durata del ciclo solare e la temperatura è stato determinato per la prima volta da Friis-Christensen e Lassen nel 1991. Butler e Johnson lo hanno applicato ad una singola serie di dati ( di temperatura ), quella di Armagh, nel 1996. Che io ho poi ripreso dieci anni più tardi, nel 2006. In quel  momento, ho pensato che tutto questo coincide benissimo, ed è un modo semplice di creare “papers” da pubblicare. Ma invece niente pubblicazioni e ho dovuto portare da solo il resto d’Europa e degli Stati Uniti. ( Hannover, vedi post passati)

La forma della curva dei giorni senza macchia ha un ottimo incontro con un minimo in  luglio 2009. Ho una “paper” che esce nel gennaio 2009, che comprende le seguenti previsioni:

Mese del minimo del ciclo solare 23/24: Luglio, 2009
Anno del massimo del ciclo solare di 24: 2016

Ampiezza del ciclo solare 24: 45 
Declino di  Temperatura del ciclo solare 24: 2.2 ° C
Conta del picco dei neutroni mensili di Oulu: 6900  
Livello di Anidride carbonica atmosferica: relativamente piatto tra 2010 – 2030

Ed ancora:

Butler e Johnson non hanno effettuato alcuna previsione. Sono il primo a dire che la durata del ciclo solare è  in grado di prevedere la temperatura nel corso del prossimo ciclo. Nessuno aveva utilizzato ciò come uno strumento predittivo prima.

Credo che la teoria dell’aumento della nuvolisità guidata dall’aumento dei neutroni ed il conseguente albedo è una grande forza sufficiente a spiegare le variazioni di temperatura. Il conto dei neutroni di Oulu è stata la più alta degli ultimi 50 anni ed è ancora in salita.

Mi sono messo a studiare la scienza climatica 3 anni fa quando era evidente che la religione dell’ AGW stava invadendo di immondizia anche il mio paese. Mi sono meravigliato che ero in grado di effettuare contributi originali in un settore che ha suscitato tanto interesse e così tanti finanziamenti per la ricerca. E mi meraviglio che sono ancora in grado di effettuare contributi originali. Grazie a tutti coloro che hanno detto cose buone sul mio lavoro. Sapevamo la sopravvalutazione degli effetti riscaldanti, ma non per quanto. Ora sappiamo l’intera catena dall’ influenza planetaria sul SOLE attraverso la diffusione di CO2 da parte degli oceani. Il nostro modello integrato ora non ha lacune o carenze.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: