Home > Uncategorized > Questo minimo ha ancora molto da dare…

Questo minimo ha ancora molto da dare…

19 dicembre 2008

E’ difficile restare distaccati emotivamente di fronte a questa eccezionale situazione!

Cerco di usare più ragione possibile per spiegare ciò che sta accadendo… So che all’inizio del 1900  cicli con minimi anche più intensi di questo sono avvenuti, non portando però a situazioni importanti stile minimo di Dalton e simili… la precauzione non è mai troppa in certi casi! Leggendo qua e là sul web, mi accorgo quanto sia difficile prevedere il proseguo dei cicli solari, tante sono le ipotesi, tante le aspettative. Dove arriveremo? Che conseguenze ci saranno sul nostro clima? Dato che ci siamo, essere o non essere? Il problema, o meglio la fortuna, è che ci siamo! Sta qui la differenza essenziale rispetto a qualche anno fa! Possiamo mettere sul banco degli imputati il sole, possiamo e siamo spettatori di un fatto eccezionale, con i mezzi della scienza moderna, possiamo capire molto del nostro passato e da qui gettare basi per il nostro futuro. Possiamo rivisitare ricostruzioni antecedenti e migliorare la scienza climatologica, siamo in grado se solo lo volessimo di dare spiegazioni a ciò che finora è stato solo un film virtuale. Ci siamo, carissimi, è ora di unire le menti, non di fare le guerre intelettuali, il clima non concede altre chances… E’ ora di ammetere che i modelli compiuterizzati non sono nulla, se la maggiore fonte di energia del nostro clima ha deciso di prendersi una pausa, e che pausa! Dedicato a coloro che pensano di essere sì importanti da controllare la Natura…

Intanto…

(ANSA) – WASHINGTON, 18 DIC – Neve nel deserto, sulla finta piramide e le finte gondole veneziane dei casino’ piu’ celebri al mondo. Las Vegas e’ stata coperta da una rara nevicata ed e’ andata in tilt, con le scuole chiuse per la prima volta in 30 anni, il traffico in difficolta’ e i voli bloccati all’aeroporto internazionale. Un manto di 6-10 centimetri di neve ha dato tra ieri e oggi un volto insolito alla capitale del gioco d’azzardo e del divertimento.

Categorie:Uncategorized
  1. Pietro F
    19 dicembre 2008 alle 13:50

    Premesso che sicuramente il sole ha un’influenza sul clima terrestre, permanendo questo tipo di situazione quiescente dell’astro, quanto tempo pensi che bisognerà attendere per vedere chiaramente un arresto del GW ed un inizio di graduale inversione di tendenza, il Global Cooling?
    Dico questo perchè siamo in una stagione invernale un pò atipica se si considera l’andamento degli ultimi 20 anni. Sembra già che qualcosa stia cambiando ma forse non è così, è un’impressione. Ho letto che c’entra la Nina e l’AO. Ma questi due non sono in qualche modo influenzati dal sole?
    Tengo molto a quest’ultima domanda. Certo che questo minimo non finirà di stupire e di far saltare ogni pretestuosa previsione. Alla prossima, P

  2. simo
    19 dicembre 2008 alle 13:58

    Gli oceani più delle terre emerse sono influenzati dal Sole… Ci arrivi anche da solo quindi… il calo dell’AMO, secondo te perchè?

    Da qui a dire che inverno sarà per le nostre sponde ne passa… il discorso è e deve essere più globale, ed in tal senso, credo, ci siamo!
    saluti

  3. 19 dicembre 2008 alle 20:40

    E del caldo anomalo in Russia che mi dite? e’ stato uno degli autunni piu’ caldi degli ultimi anni..

    Ritengo sbagliato dire che l’ attuale minimo è il responsabile di quanto sta accadendo..
    considerando anche che il raffreddamento globale e’ partito qualche anno fa (2005)..

    Se bastasse un minimo di qualche anno a far cambiare il clima, staremo apposto..
    Il sole ha si un effetto sul Clima..
    ma il clima si comporta come una macchina con memoria, con diversi cicli..
    Quindi esiste una correlazione tra sole e clima,ma su serie temporali nell’ ordine di 60 anni.. questi 60 anni sono frutto della combinazione di diversi cicli solari,
    e non di un singolo minimo..
    Io dico che i cambiamenti maggiori si cominceranno a sentire con il ciclo 25..
    Saluti..ciao!

  4. Luigi Lucato
    22 dicembre 2008 alle 08:17

    i ghiacci non crescono più ?

    a dicembre il grafico spiana
    o tutto il ghiaccio è nel mio cortile?

    ps. Buon Natale e Buon Anno
    Luigi

  5. Marco
    22 dicembre 2008 alle 17:38

    Ciao Simo, so che forse non è giusto che scriva nei commenti, ma ti ho mandato una mail e volevo sapere se ti era arrivata, avrei bisogno appunto di scriverti.

    Complimenti x i tuoi post sempre molto interessanti

    Marco

  6. 22 dicembre 2008 alle 19:41

    Attualmente i ghiacci in Artico sono presi peggio dello scorso anno..questa e’ un altra prova di quello che ho detto sopra..
    buona serate e buone feste a tutti.

  7. ice2020
    22 dicembre 2008 alle 23:46

    marco, mi sn accorto ora, e ti ho pure risposto per e-mail…

    Colgo l’occasione per far gli auguri anche a te e famiglia, nonchè all’ottimo forum di metenetwork!

    A presto

  8. Marco
    23 dicembre 2008 alle 11:12

    Grazie mille per gli auguroni.

    Purtroppo ho controllato ora la mail ma non mi è arrivato nulla, l’indirizzo è quello dello studio…se puoi rimandala che guardo subito.

    Grazie

    Marco

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: