Home > Previsione Ciclo 24 > Uscite le previsioni di Hathaway di febbraio…

Uscite le previsioni di Hathaway di febbraio…

19 febbraio 2009

ssn_predict_lConfermano sostanzialmente quelle di gennaio (https://daltonsminima.wordpress.com/2009/01/06/hathaway-sposta-le-sue-previsioni-di-altri-6-mesi/) , quindi masimo del ciclo 24 più debole del ciclo 23 (intorno ai 105 SSN) previsto circa per fine 2012 per poi terminare intorno al 2020. Hathaway quindi continua a pensare che il ciclo venturo alla fine sia un ciclo medio, prosegue per la sua strada ritenendo che non vi sia ancora niente di anomalo!

Certo che più passa il tempo e più ci stiamo domandando se veramente sia tutto normale…l’ultima macchia del nuovo ciclo ormai latita da metà gennaio da allora ricordiamolo solo attività del ciclo 23! Con oggi siamo a 6 giorni spotless di fila, a 41 totali da inizio 2009, con flusso e vento solare incredibilmente sotto tono. Per la cronaca riguardo l’ultima  regione attiva 1012, il Sidc conta un giorno spotless in più rispetto al Noaa, quindi per il centro internazionale belga saremmo a 42 giorni senza macchie invece che a 41 appunto.

Stay tuned, Simon

Advertisements
  1. 19 febbraio 2009 alle 21:21

    c’e’ massima incertezza sul ciclo 24..c’e’ anche chi prevede un ciclo massimo devastante..
    Il Dr. Michio Kaku avvisa delle possibili problematiche per forti tempeste solari nel 2012..

    ll Dr.Michio Kaku avvisa che le previsioni sul prossimo massimo solare sono state imprecise (“per un fattore di 20”) e può rivelarsi più potente di quanto si pensasse e molto pericoloso anche per i satelliti e quindi le comunicazioni, consiglia perciò di non sottovalutare la questione e unire gli sforzi per prendere precauzioni.

    “I flare solari sono classificati come A, B, C, M o X a seconda della loro luminosità nei raggi X vicino alla Terra, misurata in Watt/m². Ogni classe è dieci volte più potente di quella precedente, con X (la più grande) pari a 1012 W/m². Ogni classe è divisa linearmente da 1 a 9, quindi un flare X2 è quattro volte più potente di un flare M5. L’attività solare si trova normalmente compresa tra le classi A e C. I flare C hanno pochi effetti sulla Terra, mentre i più potenti M e X possono causare danni. A volte i flare superano il valore massimo (X9): il 16 agosto 1999 e il 2 aprile 2001 vennero misurati dei flare X20, ma essi furono superati dal flare del 4 novembre 2003, che fu stimato a X45 ed è il più potente flare mai registrato. La regione di macchie solari 486 era la più turbolenta mai osservata.
    11 febbraio 2009 fonte: http://www.space.com/

    solo fra qualche anno sapremo chi aveva ragione

  1. 19 febbraio 2009 alle 13:56
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: