Home > Previsione Ciclo 24 > Ecco le previsioni del Noaa di aprile 2009

Ecco le previsioni del Noaa di aprile 2009

8 maggio 2009

sunspotFonte: http://www.swpc.noaa.gov/SolarCycle/sunspot.gif

Allora che c’era qualcosa che bolliva in pentola ormai ce lo eravamo immaginati un pò tutti…

Ed infatti vi sono grandi differenze con le ultime previsioni SPWC/NOAA…

Il massimo solare sarà di 90 SSN previsto per maggio 2013, si è spostato ulteriormente in avanti la data del massimo quindi.

Non c’è più la forbice, daltronde un massimo di 90 vuol dire un minimo di 40-50, nn potevamo metterla, penso…(:

Per la prima volta ammettono un minimo importante!

Inoltre anche se nn vi è ancora l’ufficialità della notizia, al momento hanno spostato il minimo solare 24 da settembre a dicembre 2008.

Questo è il commento apparso nel sito Noaa:

Solar Cycle 24 Prediction Aggiornamento
May 8, 2009 — The Solar Cycle 24 Prediction Panel has reached a consensus decision on the prediction of the next solar cycle (Cycle 24). 8 maggio 2009 – Il ciclo solare 24 Prediction Pannello ha raggiunto un consenso sulla decisione di previsione del prossimo ciclo solare (ciclo di 24). First, the panel has agreed that solar minimum occurred in December, 2008. In primo luogo, il gruppo ha convenuto che minimo solare avvenuta nel dicembre 2008. This still qualifies as a prediction since the smoothed sunspot number is only valid through September, 2008. Questo ancora si qualifica come una previsione in quanto il numero lisciò Sunspot è valida solo a settembre, 2008. The panel has decided that the next solar cycle will be below average in intensity, with a maximum sunspot number of 90. La giuria ha deciso che il prossimo ciclo solare sarà al di sotto della media intensità, con un numero massimo di 90 Sunspot. Given the predicted date of solar minimum and the predicted maximum intensity, solar maximum is now expected to occur in May, 2013. Considerata la prevista data di minimo solare e l’intensità massima prevista, solare massima è ora previsto a verificarsi nel mese di maggio, 2013. Note, this is a consensus opinion, not a unanimous decision. Nota bene, questo è un consenso parere, non una decisione unanime. A supermajority of the panel did agree to this prediction.” Un supermajority del gruppo ha approvato a questa previsione “.

Fonte: http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/weekly/README3

Ho lasciato il brano con la doppia lingua inglese ed italiano tradotta da google translate.

Simon

Annunci
  1. Luigi Lucato
    8 maggio 2009 alle 19:24

    Cominciano ad ammettere … che il SOLE non scherza
    minimo notevole ma quanto ancora non lo dicono
    i dati di oggi sono già vecchi…..
    manca il coraggio di ammettere un cambiamento epocale

    si va al minimo di Simon

  2. adriano cutrufo
    8 maggio 2009 alle 19:32

    se non si conoscono i meccanismi regolatori, le equazioni fisico-chimiche-meccaniche che regolano il nucleo solare,solo un cretino e menteccatto può fare previsioni.

  3. ice2020
    8 maggio 2009 alle 19:32

    Vaglielo a dire a quelli del noaa e nasa…

  4. Fabio 2
    8 maggio 2009 alle 19:36

    Per Luigi: concordo, basta leggere la “prediction” del NOAA, parte dall’inizio del 2009 e le condizioni iniziali sono già diverse dalla realtà (numeri superiori rispetto alla realtà). Se il resto è calcolato a partire da quelli, i dati sono vecchi e sovrastimati.

  5. adriano cutrufo
    8 maggio 2009 alle 19:40

    c’è un’altra notiziA SCONVOLGENTE LE 2 SONDE GEMELLE denominate STEREO, non serviranno più, poichè:
    risulterà entro breve tempo impossibile per l’occhio umano riuscire a fondere le immagini stereoscopiche, il che è un paradosso della missione. Al termine del mese di marzo 2007 la parallasse stereoscopica era di 1/50, ma già a giugno dello stesso anno era scesa a 1/25. La parallasse stereoscopica “ideale” equivale a 1/30, mentre già al di sotto di 1/10 la fusione delle immagini risulta difficoltosa anche per gli esperti. Poiché le immagini provenienti dalla sonda A sono più grandi rispetto a quelle ottenute dalla sonda B (che si trova più lontana dal Sole rispetto alla gemella), è necessario correggere tale ingrandimento prima di poter fondere stereoscopicamente le immagini ottenute dalle due sonde. Anche se la visione tridimensionale della stella è divenuta sempre più.
    Ma per FAVORE!!!!!!!! andate a :::::::::::::::

  6. ice2020
    8 maggio 2009 alle 19:43

    Adriano contro tutti!!

    MITICO!!!

  7. Luigi Lucato
    8 maggio 2009 alle 19:48

    Fabio 2
    penso che non abbbiano il coraggio di usare le serie storiche
    per prevedere il prossimo grosso minimo
    se riprendiamo questo

    e sostituisci a NEW DALTON
    un NEW WOLF ottieni quello a cui penso
    è finito un massimo notevole …
    se vedi i forti minimi vanno in coppia
    come i forti massimi
    vedremo cosa ci riserva il futuro
    ma le vacche grasse sono finite
    arrivano le magre.

    oltre alla formula di vukcevic altri
    cicli mi fanno trarre queste conclusioni
    ma divento troppo lungo.

  8. ALE
    8 maggio 2009 alle 20:59

    Il problema di usare un metodo deterministico per la previsione del ciclo solare soffre di una debolezza:
    Si hanno dati certi sul Global Magnetic Field della stella solo dal ciclo 21, sarebbe come usare il blasonato ECMWF per previsioni meteo disponendo di solo 2 mesi di dati, correggetemi se mi sbaglio visto che con il meteo siete MOOLTO più ferrati di me!!!
    La questione è che siamo in un minimo con la M maiuscola, per ora paragonabile al Dalton’s minimum anche se nulla vieta al Sole di dormire anche sonni più profondi!!!!
    Ora più che mai sono di importanza basilare i prossimi mesi!
    ALE

  9. 9 maggio 2009 alle 16:37

    Certo che inizia a diventare molto interessante la situazione.
    Adriano ormai, anche gli amici Noaa e Nasa ti hanno lasciato, mi spiace per le onde radio ma purtroppo la situazione è nera!!

  1. 8 maggio 2009 alle 18:47
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: