Home > Minimo Solare > Ci eravamo parzialmente sbagliati ieri sera…ecco qui che riscappa il giallo!

Ci eravamo parzialmente sbagliati ieri sera…ecco qui che riscappa il giallo!

14 maggio 2009

1111Sicuramente meno evidente della macchia che poi verrà contata il giorno dopo, ma questa immagine soho del giorno prima, ovvero del 11/10/2004, non ha niente a che invidiare a ciò che hanno contato ieri e probabilmente conteranno oggi. (mentre all’epoca sia Sidc che Noaa misero zero)

Sono convinto che se mi mettessi acercare altre immagini soho continum passate ne troverei anche di più clamorose in sostanza quello che dichiaravo con l’articolo poi cancellato rimane immutato, questo Minimo dall’anno scorso è molto surclassato dai conteggi attuali, paragoni con l’anno 1913 sono completamente improponibili.

Meglio concentrarsi sull’attività solare in toto, tralsciando d’ora in poi ogni ben che minimo paragone col passato!

Tra l’altro la dice lunga sul Minimo in corso che due regioni così grandi ed appartenenti al nuovo ciclo, riescano a produrre solo dei moscerini così insignificanti che non solo non sarebbeo mai stati conteggiati 100 anni fa, ma nemmeno 5…chissà perchè da quando è iniziato sto Minimo contato tutto…

Simon

latest

Advertisements
  1. Gianfranco
    14 maggio 2009 alle 16:34

    Condivido tutto.

  2. Nintendo
    14 maggio 2009 alle 16:35

    la sostanza non cambia, ormai contano tutto.

  3. Rick
    14 maggio 2009 alle 17:06

    Ok, stavolta con i confronti iniziamo a “ragionare”… 🙂
    Però proprio quel giorno, nel bollettino provvisorio il SIDC conteggiava la macchia (http://www.sidc.be/html/SWAPP/dailyreport/2004/meu286, bollettino del 12 ottobre valido per l’11).
    Tale conteggio – che anche all’epoca ti avrebbe scandalizzato – permaneva nel bollettino conclusivo di Ottobre 2004. (http://www.sidc.be/html/SWAPP/monthlybulletin/monthlybull1004.PDF)…
    Solo che i conti al SIDC li fanno alla fine, con molto ritardo rispetto all’istantaneo, e infatti MESI dopo nel bollettino ufficiale trimestrale conclusivo (http://www.sidc.be/html/SWAPP/monthlybulletin/SIDC-NewsOct-Dec2004.PDF) quella macchia non è poi stata conteggiata.

    Il SIDC sbagliò allora a conteggiare, o a rivedere i dati con maggiore calma nel bollettino trimestrale?
    O magari persevera – lo stesso SIDC – quando “segue” Catania e conta, per poi magari tra qualche mese rivedere i dati e a riconsiderare spotless ciò che effettivamente era?
    Solo che noi siamo ansiosi, e vogliamo i dati ufficiali ora adesso e subito. E ci lamentiamo se non ci soddisfano. 😉

    Osserviamo, teniamo conto di tutto e lamentiamoci a tempo dovuto. Intanto SIDC ha sulla coscienza almeno 3-4 macchie conteggiate in più da marzo ad oggi. Vedremo se ci ripensa.
    Anche il NOAA ogni tanto prende cantonate, e più tardi ti posterò tutti i giorni in cui SIDC disse spotless e NOAA disse “macchia”.

    Stay be tuned… 😛

  4. ice2020
    14 maggio 2009 alle 17:33

    No Rick, stai facendo lo stesso errore chefeci io ieri…anch’io infatti guardavo i bollettini giornalieri sidc e nel 13 che era appunto valido per il 12 mettevano 0!

    quello che conta è il dato conclusivo, ed è 0!!!

    quando esce il bollettino provvisorio, al 99.9% periodico è anche quello definitivo, lo si sa quindi sempre i primi del mese dopo….

    quella macchia nn fu conteggiata, punto e basta, ora invece la stessa macchia la contano…

    chiuso il discorso sui conteggi per quanto m riguarda…

    ciao

  5. apuano70
    14 maggio 2009 alle 17:53

    Secondo me, contare o non contare macchie di questo livello può soltanto variare il risultato da un punto di vista della statistica: come ho già detto, se le macchie sono queste e finchè continueranno a comparire quelle del ciclo 23 credo che si possa tranquillamente affermare che siamo in pieno minimo anche se va detto altresì che il solar flux è già da qualche giorno che sembra dare cenni di risveglio.
    Non ci resta che aspettare e prendere quel che viene con serenità!
    Bruno.

  6. ALE
    14 maggio 2009 alle 18:51

    Hai ragione Apuano!!!
    Comunque se vai a vedere il precedente transito ciclo 22-23 a questo link = http://www.solen.info/solar/history/hist1996.html
    Vedi come una vera uscita da un minimo significa flux che passa da 70 a 105 in una sola settimana, il ciclo 24 ha già fatto balzi del genere, li trovi nella homepage di http://www.solarcycle24.com Record Flux 89 il 25-03-2008 e poi sappiamo tutti come è andata a finire.
    Questi sono dati, solo dati, interpretiamoli in modo distaccato, ricordandoci che in passato con un Magnetogramma così sarebbero venute fuori delle signore SunSpot!!!!
    ALE

  7. ice2020
    14 maggio 2009 alle 20:40

    Intanto per completare la frittata, oggi il Noaa da quella caghetta che vedete nel post riesce a ricavare un numero di wolf di 18!

    E ti credo, devono far quadare i conti delle loro previsioni…

  8. Rick
    14 maggio 2009 alle 22:07

    Ciao Simo, non credo di sbagliarmi – i miei dati li ho controllati e ricontrollati più volte (anche “rompendo” il dott. Janssens). 😉
    La lista che segue è ricavata prendendo i dati dai bollettini TRIMESTRALI del SIDC, che “aggiustano” gli eventuali errori di interpretazione, con l’elenco giornaliero anno per anno presente sul sito SWPC (http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/warehouse/200x/200x_DSD.txt), dove ad “x” corrisponde via via l’anno considerato.

    Indicherò per brevità i giorni che SIDC considerò spotless, ma che per NOAA furono macchiati. Non sono pochi, vedrete, e penso che ciò dimostri ai sostenitori dell’infallibilità del NOAA, che di errori gli americani ne fanno e non pochi, per ciò io mi fiderei di chi ha almeno una procedura di revisione periodica dei dati raccolti, meno di chi sentenzia in poche ore ciò che potrebbe essere diversamente valutato.

    2005:
    1 marzo
    13 ottobre
    2006:
    7, 8, 9 e 10 marzo
    14 maggio
    13 e 21 luglio
    21 novembre
    2007
    16 febbraio
    7 e 25 marzo
    2, 3 e 14 e 18 aprile
    31 luglio
    14 agosto
    6 settembre
    1 ottobre
    2008
    28 febbraio
    23 marzo
    15 e 20 aprile
    26 maggio
    30 ottobre *
    10 novembre *
    2009:
    26 febbraio *
    (con l’asterisco i giorni ancora da validare con i bollettini ufficiali trimestrali).

    E’ accaduto 29 volte, non sono poche…
    Il caso contrario è avvenuto in 37 volte, il che appunto porta ad avere il “vantaggio” di 8 giorni del NOAA sul SIDC: fino al 7 settembre 2007 contava più spotless il NOAA, poi ci fu una sostanziale concordanza fino a metà 2008, quando il SIDC ha preso a conteggiare più giorni degli altri, fino al vantaggio attuale.
    Dunque avremmo – teoria complottistica – la NASA che vorrebbe nascondere i dati sul minimo solare e si rivela più di manica larga degli stessi belgi, che contano il minimo bruscolino?
    Dai, non scherziamo… Fermiamoci a considerare che oggi ci sono strumenti migliori, di migliore risoluzione del passato e dunque ciò che appariva sfocato è più nitido e ha maggiore probabilità di essere conteggiato. Magari anche per il 1912-1913, se riferito al Maunder, capitò qualcosa del genere.
    Oggi abbiamo più parametri da considerare, giochiamocela anche con quelli, ben consapevoli che se – nonostante tutto – il 2009 dovesse avvicinare il 1913 sarà il vero vincitore “morale”.

  9. Davide M.
    14 maggio 2009 alle 22:56

    Stavolta non concordo Simon. Quella macchietta che tu dici hanno dato numero di wolf 18 non è una macchietta ma sono un gruppo di macchie ora. Guarda bene il continuum.

  10. marco
    15 maggio 2009 alle 07:01

    sei fazioso Simon

    una domanda: ma quando inoltri la richiesta per essere assunto al NOAA?
    sai, non fai altro che criticare e giudicare dall’alto ogni loro decisione……

    umiltà dottore, umiltà…………

  11. 15 maggio 2009 alle 07:39

    Su dai…le macchiette ci sono..e si vedono..

  12. ice2020
    15 maggio 2009 alle 10:05

    Ma lasciate perdere va là che è meglio…

    appena dimostrato che solo 5 anni fa sti moscerini nn li avrebbero mai contati e voi continuate a dire che le macchiette ce sn…

    Girando per il web di tutto il mondo, tutti a criticare noaa e sidc che contano pure le cacchette di piccione e pixel buciati, e voi me venite a dì che le macchiette ce sono, come se fossero chissà quali robe!

    stanno distruggendo la possibilità di afre ogni ipo di paragone coi superminimi del passato, altrochè…

    saluti

  13. apuano70
    15 maggio 2009 alle 10:24

    Ciao Simon, le macchiette questa volta ci sono e sono più evidenti di quella (?) del 6 aprile scorso, che poi nel 1913 queste di adesso non le avrebbero manco viste concordo pienamente e che quindi, statisticamente parlando, non si può creare una qualsivoglia sotra di paragone tra i cicli passati e quelli attuali.
    Bisognerebbe creare un sistema di conta che tenga in considerazione che le strumentazioni usate uno o due secoli fa non sono certo come le attuali, magari con una sorta di coefficiente di correzione da applicare a seconda del periodo delle osservazioni.
    Bruno

  14. ice2020
    15 maggio 2009 alle 10:34

    Appunto Bruno +è quello che vado dicendo, ma qui secondo qualcuno sembra che ce stanno delle macchie megagalattiche…

    nn capisco se gente tipo bora sn infinitamente precisini e ultra fiscali, o hanno solo voglia de fà il bastian contrario…

    perchè finchè è Cip che pur di criticare vedrebbe le macchie anche nella sua testa, così solo per il fusto di venirti contro, va bene, ma bora o quell’altro se si attaccano a ste robe qui vuol dire che le macchie solari quelle vere, le uniche che conteranno anhe quando sto sole sarà ripartito, sn un’altra cosa rispetto alle caghette che stanno contando in st giorni!

    Saluti

  15. 15 maggio 2009 alle 10:55

    Simon…secondo me e’ giusto contarle,con gli strumenti moderni che ci sono adesso..dobbiamo abituarci e farcene una ragione..
    Non possiamo fare confronti con il passato..su questo sono d’accordo..
    ciao e non arrabbiarti..

  16. Rick
    15 maggio 2009 alle 10:56

    Ci dovrebbe essere un sistema che conti non solo il numero di wolf, ma anche l’area di macchia e penombra.
    Perché un Ri di 12 con area fosse anche di 28 ppm è una cosa, quello del 6 aprile con area di 0.25 tutt’altra.
    Macchie sono macchie, ma senza altri parametri è come confrontare le prime piantine di insalata in un campo appena seminato con i baobab nella savana…

  17. ice2020
    15 maggio 2009 alle 11:01

    Secondo il mio modestissimo parere che è anche quello che più volte ho visto scrivere a tanti altri e allo stesso Dr.Svalgaard, queste nn sn macchie ma sunspeks…

    nn mi arrabbio bora, ma considerare queste macchie è molto esagerato…che poi loro le contino cm macchie amen…

    il ragionamento di Rick invece nn fa una piega

    Sauti

  18. ice2020
    15 maggio 2009 alle 11:03

    Ed aggiungo che poi ognuno è libero di pensarla cm vuole..nel 2004, stesso satellite Soho di oggi, quindi stessi emzzi di conta, queste cose nn venivano considerate, è dmostrato nell’articolo…

    poi ognuno è libero di continuare a pensarla come vuole, ma molte volte ho la sensazione che qui o qualcuno lo fa apposta oppure nn sa leggere…

    nn lo so, senza offesa, ma leggeteli gli articoli prima di parlare

  19. Rick
    15 maggio 2009 alle 11:20

    Ultima considerazione, da amico.
    Simon e soci stanno facendo un ottimo lavoro di analisi e sintesi: grazie comunque per quello che fate.

    Da parte mia, io sono affezionato al SIDC perché credo – spero – che abbiano i metodi per correggere i loro errori di valutazione. Poi è ovvio che con strumenti migliori si vede meglio, ma i casi sono due: o usiamo il telescopio di Galileo, o usiamo tutta la tecnologia a nostra disposizione.
    Si sfalsa la statistica? Un po’, forse tanto.

    Ma del resto, anche per restare terra terra, anche nel calcio si è sfalsata la statistica, cambiando le regole.
    Prendi gli attaccanti: una volta, la minima deviazione di un difensore veniva considerata autorete, adesso è gol di chi ha tirato verso la porta, fosse anche un tiro palesemente sbagliato.
    Per non parlare della regola del fuorigioco: solo dieci anni fa’ bastava che ci fosse un giocatore della squadra oltre la linea della palla, ed era offside, adesso si valuta tra attivo e passivo, tutto è più veloce e sul filo dello stesso: adesso capocannonieri over 20 reti sono frequenti, una volta 14-16 gol a stagione era eccezionale. Attaccanti che con le regole di adesso magari ne realizzerebbero molti di più, ma che dovevano sottostare alle regole di allora.

    Eppure si fanno confronti sui gol assoluti, e uno viene valutato per i gol che ha fatto, non per le condizioni in cui poteva realizzarne di più, o di meno…

    Vabbé, non c’entra nulla, ma spero che abbiate capito quello che volevo dire… 🙂

  20. ice2020
    15 maggio 2009 alle 11:20

    Guardate cosa scrive Leif Svalgaard, uno degli scienziati solari di punta del noaa:

    “But since we seeing a negative one now, that argues against a bias, unless the situation is even worse [as you say]. If we didn’t count the specks we would see even fewer spts. This is all very exciting and we’ll just have to see. Bill Linvingston in an email to me today “Sunspots today are behaving like a Cheshire Cat: the smile is there (magnetic fields) but the body is missing (no dark markings).” I had actually thought about using that in the title of the article, but I didn’t want to steal his ‘thunder’.”

    ….se nn contassimo anche le sunspeks, avremmo avuto anche un SSN molto più basso…

    Ed ancora dice di aver ricevuto un e-mail da Livingston in persona che afferma: “le macchie oggi giorno sembrano come il gatto Cesiro (quello di alice nel paese delle meraviglie), è come se il sorriso è lì (campo magnetico), ma il corpo nn c’è! (macchie soalri)…

    Poi voi continuate a pensarla cm volete, per m eil discorso è chiuso!

    Simon

  21. ice2020
    15 maggio 2009 alle 11:25

    Per Rick: allora smettiamo di fare paragoni col passato..

    qui si rischia che a causa di simili conteggi, saremmo già magari all’inizio di un minimo di Dalton, ma nn lo sappiamo, e forse nn lo sapremo mai…

    la scienza nn la puoi paragonare ad una partita di calcio…

  22. Rick
    15 maggio 2009 alle 12:16

    Dai Simon, lo so ma era per fare un paragone con strumenti diversi, più efficienti, e regole diverse, più facilitanti.

    Sono d’accordo con te che siamo contando il nulla, ma per quanto riguarda le sunspot non c’è che arrendersi. Se lo scopo è CONTARE ciò che si vede, un telescopio “giocattolo” (quelli che trovi a 200 Euro al supermercato) è oggi probabilmente efficiente quanto un “signor” telescopio di inizio Ottocento (per non parlare di quello che aveva Galileo).
    Se si vuole mantenere la stessa uniformità occorre o usare gli stessi strumenti, o usare una “soglia” minima di conta, sotto la quale non si conta.
    Del tipo: fino a 5 ppm (che è una superficie di circa 10 volte tanto la macchia di questi giorni) si considera spotless.

  23. apuano70
    15 maggio 2009 alle 13:12

    Ciao Rick, la tua proposta di una soglia minima in relazione all’estensione della macchia, mi sembra che sia una buona soluzione per cercare di uniformare i dati del passato con il presente: quelle troppo piccole che non si sarebbero viste cento anni or sono rimarrebbero escluse dalla conta; però quale soggetto potrebbe farsi carico dell’onere/onore di effettuare tale censimento?
    Un nuovo Ente indipendente?
    Bruno.

  24. 15 maggio 2009 alle 13:16

    sono d’accordo con Rick..
    altrimenti a cosa servono gli strumenti moderni??
    ma i paragoni con il passato chi e’ che li fa??
    io no..ho capito che sono improponibili..
    ciao..

  25. 15 maggio 2009 alle 20:37

    cmq da un altro sito..leggo che il conteggio e’ avvenuto anche il 12-10-2004..

    DAILY SUNSPOT NUMBERS 2004
    ===============================================================================
    Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec Yr Day
    ——————————————————————————-
    32 43 44 55 44 35 17 23 8 18 76 32 2004 01
    40 64 31 51 28 36 20 28 8 16 74 29 2004 02
    45 63 26 47 32 37 20 30 18 28 67 30 2004 03
    46 60 23 55 33 36 19 33 20 27 58 26 2004 04
    44 62 35 57 29 36 16 21 37 21 55 29 2004 05
    39 51 39 40 20 29 17 33 32 17 62 24 2004 06
    50 40 40 39 16 37 9 44 38 22 63 9 2004 07
    53 45 35 27 17 33 11 39 47 23 57 15 2004 08
    38 48 38 15 24 34 27 50 51 10 52 13 2004 09
    36 48 38 13 29 31 38 58 44 0 32 15 2004 10
    32 44 38 13 25 24 47 63 42 0 38 13 2004 11

    29 48 48 25 40 18 54 68 43 12 38 22 2004 12
    35 48 40 35 37 28 88 76 39 20 42 16 2004 13

    34 38 38 42 54 35 90 68 32 20 48 14 2004 14
    43 50 32 34 58 44 82 61 39 16 44 8 2004 15
    50 41 37 31 73 64 65 54 38 18 41 10 2004 16
    49 18 48 50 69 62 79 44 36 44 41 24 2004 17
    43 22 54 58 60 67 93 41 33 54 38 21 2004 18
    54 18 58 63 58 69 100 36 34 60 35 12 2004 19
    61 26 50 59 59 86 91 50 27 66 33 11 2004 20
    61 30 48 59 52 87 88 57 24 76 26 15 2004 21
    49 30 57 57 47 76 84 66 17 80 29 26 2004 22
    42 55 61 43 59 61 74 56 10 93 28 18 2004 23
    34 47 57 38 62 52 69 38 10 99 34 22 2004 24
    16 53 83 31 55 37 57 31 10 90 34 12 2004 25
    13 53 84 34 43 34 64 24 15 91 34 10 2004 26
    0 67 88 26 32 31 55 21 15 94 37 10 2004 27
    8 66 76 23 30 30 39 20 8 96 29 17 2004 28
    16 50 66 24 31 26 24 16 25 89 28 12 2004 29
    27 54 34 35 22 24 10 31 96 32 20 2004 30
    38 // 56 // 34 // 23 9 // 91 // 22 2004 31
    ——————————————————————————-
    37.3 45.8 49.1 39.3 41.5 43.2 51.1 40.9 27.7 48.0 43.5 17.9

  26. Davide M.
    15 maggio 2009 alle 23:21

    Dai Simon, non prendertela così. Ne abbiamo già parlato e riparlato di questo discorso. Sul continuum qualcosa c’è e si vede, che poi siano sunspeck e non sunspot sono anche d’accordo con te. Ma se le stanno sempre contando come macchie e la parola sunspeck sembra estinta nel loro vocabolario noi non possiamo fare altro che rassegnarci e adeguarci. Rassegnati anche tu e chiamiamoli macchie a questi moscerini. Al diavolo la statistica!!! Anche se è molto importante, è vero. Ma ormai questa statistica inconfrontabile col passato non ha più senso seguirla nè tanto meno darle importanza.
    concentriamoci su altre cose, per esempio sulla durata del minimo e sugli altri indici, almeno quelli non li possono nè truccare nè sottostimare.
    che ne pensi?

  27. ice2020
    15 maggio 2009 alle 23:52

    Hai ragione, ho già detto che sarà anche quello che farò io…

    prima volevo solo dimostrare che ogni paragone col passato, anzi con soli 5 anni fa è improponibile—

    per bora: nn so dove hai trovato quei dati, manco cèè la fonte, nn capisco nemmeno cosa siano…

    cmq questi sn gli archivi ufficiali noaa e sidc:poi il giorno era l’11 nn più il 12

    Noaa: http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/indices/old_indices/2004_DSD.txt

    Sidc: ftp://ftp.ngdc.noaa.gov/STP/SOLAR_DATA/SUNSPOT_NUMBERS/2004

    Saluti

  28. ice2020
    15 maggio 2009 alle 23:58

    Riguardando bene i dati di bora, anche lì l’11 era spotless…nn parliamo più del 12 caro bora…mi sn corretto ieri chiedendo anche scusa…

    perchè devi tirar fuori ancora ste cose adesso?

    SIPARLA DEL’11, MA GLI ARTICOLI LI LEGGETE, O PARLATE GIUSTO PERPARLARE???

    SCUSATE, MA QUANDO CE VUOLE CE VUOLE…SEMBRA CHE FATE A GARA TUTTI PER CERCARE L’AGO NEL PAGLIAIO!

    SIETE DIVENTATI COME I CENTRI DI CONTEGGIO DELLE MACCHIE! (:

  29. 16 maggio 2009 alle 17:23

    x ice 2020
    la macchia può essere stata contata in ritardo per qualsiasi motivo (in primis, l’orario in cui è effettivamente comparsa).
    mi senbri un po’ nervosetto..ultimamente..forse perche’ il ciclo 24 sta ripartendo??
    e’ normale…prima o poi ripartira’..vediamo ora se sara’ debole,medio o forte..
    ciao!

  30. ice2020
    16 maggio 2009 alle 17:55

    ma io sto parlando del giorno 11, nn del 12!

    SVEGLIA!

  31. ice2020
    16 maggio 2009 alle 18:04

    Bora, poi chiatriamo una cosa: io nn vedo l’ora invece che il ciclo riparta, perchè sarà lì invece il vero esame!

    saluti

  32. 16 maggio 2009 alle 18:05

    HO CAPITO!!!!
    ripeto..la macchia puo’ essere stata contata in ritardo…..
    PS,,chiarisco..per evitare casini..che non ho detto che il ciclo 24 e’ ripartito..ma cmq ci sono dei segnali..da monitorare..nei prossimi mesi potrebbe ripartire..prima o poi…eheheh
    ciao Simon..e stai tranquillo…

  33. 16 maggio 2009 alle 18:07

    sono d’accordo…sono i massimi che fanno la differenza..

  34. ice2020
    16 maggio 2009 alle 18:08

    Bora, l’11 di ottobre 2004 è SPOTLESS!

    NESSUNA MACCHIA CONTATA IN RITARDO

    SOPRA CI SN I LINK!

    BASTA LEGGERE

    CIAO

  35. 16 maggio 2009 alle 21:42

    ok..simon..vedo che non mi capisci..mi arrendo…
    ciao

  1. 14 maggio 2009 alle 16:10
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: