Home > Uncategorized > Risultato definitivo del sondaggio

Risultato definitivo del sondaggio

14 luglio 2009

La maggioranza degli utenti è con Nia, a dimostrazione del fatto che a fare disinformazione semmai è qualcun altro, non di certo noi.

Ma la cosa ancora più incredibile, è che tranne l’amico ice85,  il quale ha spiegato le sue motivazioni per il fatto che ha votato SI, tutti gli altri 30 non hanno avuto il coraggio di rilasciare un commento.

Un’altra prova, schicciante, che chi sparla di questo blog in giro per la rete, non lo fa per giusta causa ma per semplice presa di posizione, le cui spiegazioni possono essere molteplici, ma forse non tanto oscure.

Nel ringraziare tutti, Avanti così!

Addirittura pure dalla Russia ci seguono, indicandoci come un blog interessante sul sole e sulla possible era glaciale:

Прикольный блог о новом ледниковом периоде (типа ща наступает): https://daltonsminima.wordpress.com/ Smiley

Simon

Intanto flusso alle ore 17 a 65.7!

Annunci
Categorie:Uncategorized
  1. LucaIce
    14 luglio 2009 alle 17:23

    Per me non fa disinformazione..anzi!!!!

    spostate un voto visto che nel clikkare ho premuto per sbaglio si anzi che NO!! 😛

  2. 14 luglio 2009 alle 18:25

    lasciamo stare le polemiche..invece leggete questa notizia interessante..

    “Il 29 maggio si è riunita una commissione di esperti del NOAA (il National Oceanic and Athmospheric Administration), sotto l’egida della NASA, ed ha rilasciato una nuova previsione riguardante il prossimo ciclo solare: in breve si afferma che il famoso ciclo 24 avrà un picco a maggio del 2013, ma con un numero di macchie solari decisamente inferiore alla media.

    Il presidente della commissione, Biesecker, afferma: “Se la nostra previsione è corretta, il ciclo solare 24 avrà un valore di picco del numero di macchie solari pari a 90, il più basso di qualunque ciclo dopo quello del 1928, durante il quale il ciclo 16 registrò un valore massimo pari a 78.”
    http://lamorchemoveilsoleelaltrestelle.blogspot.com/

  3. ice2020
    14 luglio 2009 alle 18:40

    Se ne è già parlato di quella cosa lì bora, ed è proprio da quella conferenza che sn iniziati i strani conteggi del noaa…

    cmq, alle ore 17, solar fluz a 65.7!!!

  4. Fabio2
    14 luglio 2009 alle 19:28

    Vi segnalo, come curiosità, che stasera presso il Planetario di Milano è in corso una conferenza pubblica dal titolo “Il Sole si sta spegnendo? Ce lo dirà la grande eclisse del 22 luglio in Cina”. Il titolo è decisamente “ad effetto”, ma sarebbe interessante conoscerne i contenuti.

    Il sito del Planetario peraltro mette a disposizione di tutti gli audio delle conferenze, magari tra qualche giorno vado a dare un’occhiata.
    Se siete interessati, il sito è http://www.comune.milano.it/planetario/.

  5. roby
    14 luglio 2009 alle 19:29

    Se non vado errato l’ultima volta che ha toccato questo valore è stato a ottobre scorso….però!!!!

  6. 14 luglio 2009 alle 21:24

    fLusso basso ed attività geomagnetica altina..segnali ancora contrastanti..

  7. Michele Rn
    14 luglio 2009 alle 21:29

    Oggi siamo al 945° giorno di fila che il solar flux non è maggiore di 99.9!!!!!

  8. Luigi L.
    14 luglio 2009 alle 21:55

    Salve ragazzi, vi seguo da un bel pò di tempo. Anche io ho votato No proprio perchè credo che questa si informazione, e ripeto informazione, allo stato puro!
    Continuate cosi. Sto apprendendo moltissimi argomenti sulla nostra stella solo grazie ai vostri articoli, per di più molto esplicativi e semplici da leggere!
    Complimenti davvero ai creatori di NIA!
    A presto!

  9. furio
    14 luglio 2009 alle 22:00

    …valori di flusso molto interessanti, ma teniamo conto che l’afelio, il punto di massima distanza dal sole, viene toccato il 4 luglio, ovvero circa 10 giorni fa 🙂 il flusso è basso anche perchè siamo molto lontani dal nostro astro, in questo periodo sarebbe più utile considerare il valore aggiustato per meglio valutare l’attività del sole…

  10. Nintendo
    14 luglio 2009 alle 22:28

    dove l’hai trovata sta cosa del sito russo???

  11. Sand-rio
    14 luglio 2009 alle 23:44

    Nintendo mi sono incuriosito anche io ed ho trovato in effetti il blog russo di astronomia dove si parla del sole (negli stessi termini con cui se na parla qui… cioé criticando i dati “ufficilai”)
    Questo é il sito (usa il traduttore se non sai il russo….ehehe anche se traduce sole con domenica)
    Credo che citeró prestissimo il nome del sito NIA anche nei siti in Brasile e nei siti di climatologia argentini. Meritate un riconoscimento internazionale perché molto parziali.

    http://www.astronomy.ru/forum/index.php?PHPSESSID=lf837bvp99dadac14ej3kqjik1&topic=45150.100

  12. Sand-rio
    14 luglio 2009 alle 23:50

    Il molto parziali era in tono ironico nei confronti dei detrattori di NIA.

  13. ruggero
    15 luglio 2009 alle 06:23

    ciao a tutti.
    Mi rifaccio vivo insistendo sulla mia malsana convinzione che la luminosità solare percettibile continui a essere bassa rispetto a qualche anno fa. La novità è che però ho trovato un articolo su La Repubblica (recente) in cui si affermava che negli ultimi anni la potenza solare in arrivo sulla superficie terrestre, misurata con un bolometro, sarebbe diminuita minimo del 10% in Europa e addirittura del 37% a Tokyo (mi sembra). Tutta la faccenda sarebbe da legare allo smog…ma i redattori dell’articolo non escludono che possa trattarsi del sole poichè un bolometro posizionato al polo nord (quasi privo di inquinamento) avrebbe dato risultati simili a quelli riferiti sopra.
    Ringrazio vivamente chi avesse la cortesia di rispondermi e non perdo la speranza di trovare qualcuno che condivida con me l’impressione che la luce solare sia un po’ più debole e giallina del solito.

    Ciao Ruggero.

  14. ruggero
    15 luglio 2009 alle 07:04

    Mi complimento nuovamente con Simon per averci decisamente preso rispetto a quanto aveva affermato sul probabile clima di quest’estate per il nord Italia.
    Cambiamenti repentini, brevi ondate di caldo e notti per lo più fresche: tutto come previsto… Speriamo che continui così…

    Ciao, Ruggero.

  15. Rocco
    15 luglio 2009 alle 08:17

    Ruggero, concordo pienamente quello che scrivi, abito in montagna dove lo smog
    non c’è ed anche io ,da quanto le giornate si sono fatte meno nuvolose e serene,
    mi sono accorto di una strana illuminazione da pare del sole .
    Pensavo di essere condizionato dal minimo attuale e che fosse solo un impressione
    ma per me quella luce bianca intensa solita del sole al momento non c’è.

    Saluti..

  16. Michele
    15 luglio 2009 alle 08:21

    Ciao Ruggero..
    Potresti riportare la fonte dell’articolo di Repubblica….

    E delle Nuvole Nottilucenti…cosa ne pensate?
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2007/04_Aprile/29/nuvole_nottilucenti.shtml

    «Negli ultimi 25 anni queste nuvole sono diventate sempre più lucenti e ciò preoccupa» afferma Dave Rusch, scienziato dell’Università del Colorado. La missione costerà circa 140 milioni di dollari e la Nasa intende fotografare dettagliatamente queste nuvole misurando la loro grandezza, la pressione dell’aria, la temperatura e l’umidità.

    P.S. Sto aspettando sempre…da Nintendo / Angelo i collegamenti
    per monitorare le temperature nella Startosfera (x Simon)

    Ciao

  17. ruggero
    15 luglio 2009 alle 10:16

    cari Michele e Rocco vi stupirete se il sottoscritto si è interessato all’attività solare proprio avendo constatato questa presunta riduzione all’inizio di questa primavera. Secondo Simon anche qualcun’altro (iscrittosi poi ad altri siti europei) ha notato ciò.
    Certo che se davvero l’intensità luminosa fosse diminuita in modo percettibile a causa del sole i dati sul solar flux rilevati dai satelliti dovrebbero necessariamente essere falsi.
    Non posso però nascondere che potrei essere stato influenzato dalla lettura del discorso sugli ultimi tempi di Marco 13 (nel Vangelo, ovviamente) in cui si parla di un oscuramento del sole e della luna proprio come evento immediatamente precedente il ritorno di Gesù sulla terra. E visto come va il resto…
    Per quanto riguarda l’articolo di Repubblica si trova facilmente su Tiscali cercando “diminuzione della luminosità solare”.

    Ciao e grazie per la risposta.

    PS: ora mi sento meno solo…

  18. Ice Dragon
    15 luglio 2009 alle 10:22

    ieri ci sono state delle nuvole nottilucenti a Parigi, fonte SOHO http://www.spaceweather.com/

  19. ruggero
    15 luglio 2009 alle 10:36

    per quel che riguarda la luminosita talvolta verdastra di alcune nubi nel cielo notturno penso si essere d’accordo, ma è abbastanza infrequente. Se ho capito bene alcuni la attribuirebbero alle fantomatiche scie chimiche, cosa a cui credo ben poco e se anche fosse, l’argomento non mi interessa molto. Al contrario è stato molto curioso notare come le numerosissime aurore boreali del 2003, non siano per nulla state propagandate dai media pur essendo veramente spettacolari. Probabilmente sono state dovute al notevole massimo solare di quell’anno.
    A proposito la luce solare in quegli anni era insopportabile. Spesso rientrando a casa ci voleva qualche minuto per adattarsi al cambiamento di luminosità.
    Per completezza bisognerebbe ricordare che prima di questa super attività solare (per esempio nei primi anni ’80) il sole brillava più di adesso ma meno del perido attorno o poco dopo il 2000. Almeno a me pare.
    Sinceramente credo più a quello che vedo che a quello che leggo.
    Consiglio prudenza nell’andare troppo fuori tema.
    Qualcuno è subito pronto a catalogarti come nazista se per esempio non parli abbastanza male della Chiesa o non troppo bene di altri argomenti tabù.

    senza malizia, ciao Ruggero.

  20. ice2020
    15 luglio 2009 alle 10:44

    Mi spiace michele…adesso quando sento nintendo gli tiro le orecchie…

    cmq è possibile che qualcuno nn abbia il link della stratosfera?

    e dategli al povero michele!

    ciao ruggero, ben tornato!

  21. Nintendo
    15 luglio 2009 alle 11:10

    scusatemi davvero, ma è probabile che tale richiesta non l’abbia letta, mi dispiace davvero.
    adesso cerco qualcosa, però magari dammi la tua email, così te la mando li.

  22. Michele
    15 luglio 2009 alle 11:21

    michelecasati1974@alice.it

    Non importa…quel che importa è una comune “Allenza”
    per cercar di capire come si comporterà
    a breve …madre Terra….
    E non è detto di far centro…
    Ciao

  23. ruggero
    15 luglio 2009 alle 11:31

    Ciao Simon.
    Tutto bene col lavoro?
    Io non vedo l’ora di andare in vacanza (ad agosto)…
    perdonami l’uscita di prima, ma è inevitabile che ogni tanto parlando di “grandi cose” scientifiche si sconfini in “grandi cose” meno scientifiche su cui, a mio giudizio, tutti dovrebbero esprimersi piuttosto liberamente. E quando ciò non accade muore un altro pezzo di libertà e vecchi tabù sono sostituiti da nuovi ben più mostruosi perchè ben camuffati…
    Rinnovo i complimenti per il tuo impegno che mi sembra abbia prodotto un livello qualitativo ancora superiore.

    Ciao, Ruggero.

  24. 15 luglio 2009 alle 12:33

    tirate avanti senza farmi distrarre da chi vuole fare polemica…non esiste in giro un sito così completo sull’argomento e così ben spiegato.

  25. ruggero
    15 luglio 2009 alle 14:12

    Qualche anno fa sulle reti nazionali hanno trasmesso un documentario in cui si voleva dimostrare come le più importanti glaciazioni fossero state precedute da un periodo breve (circa 20 anni) di notevole aumento della temperatura globale. Ciò emergeva da alcuni carotaggi effettuati su di una torbiera o su del permafrost (non ricordo bene). L’aumento della vegetazione (muschi e licheni) indicava il breve periodo caldo e il resto della carota, decisamente più lungo, era contraddistinto da una crescita lenta coincidente con una glaciazione.
    Ciò che allarmava i geologi era il passaggio brusco dalla fase calda a quella fredda che se ben ricordo era avvenuta in poco più di 3 anni.
    Purtroppo non posso dimostrare per gli increduli la veridicità di quanto detto, ma se qualcuno ne ha sentito parlare mi farebbe cosa grata se me ne facesse sapere di più. Altrimenti prendetelo per buono…
    Del resto ai tempi di quel documentario la questione clima era ancora relativamente poco importante e non mi stupirebbe se proprio allora qualcuno avesse scucito qualcosa di più interessante di quel che ci propinano oggi.

    Ciao, Ruggero.

  26. 15 luglio 2009 alle 15:54

    Il clima del Mediterraneo è in continuo aumento e abbiamo solo dieci soli anni per fermare il salire della febbre del pianeta. Questo quanto dicono i 200 scienziati riuniti a Venezia. Fissato dal G8 dell’Aquila l’obiettivo di mantenere la temperatura globale entro i 2 gradi non si raggiungerà ma e’ importante che la politica abbia segnato in maniera chiara un limite. Pero’ dieci anni per fermare a 2 gradi la soglia di aumento della temperatura ‘è limitata, mentre è ipotizzabile invece un aumento di 2,2-2,3 gradi.
    3bmeteo

    la temperatura del mediterraneo e’ in continuo aumento per colpa di certe configurazioni che si ripetono frequentemente negli ultimi anni..
    L’alta delle Azzorre e’ sparita..ed e’ stata sostituita dall’alta Africana..purtroppo..

  27. Nintendo
    15 luglio 2009 alle 18:29

    ma io su MTG ho letto che il mediterraneo dal 2001 invece ha un trend di discesa.

  28. luca64
    16 luglio 2009 alle 16:48

    sono daccordo anche io con i lettori che affermano che l’intensita’ della luce solare sia un po debolina mi ricorda un po la luce della mia adolescenza anni 70. pochi anni anni fa quando dicevo che la luce solare mi sembrava piu intensa che un tempo mi sentivo rispondere che era una mia impressione invece era proprio cosi forse dovuta ai massimi di fine secolo???ciao a tutti siete grandi ciao simon buone vacanze….

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: