Home > Uncategorized > Media mensile solar flux aggiornato ad oggi, già più basso di quello di giugno!

Media mensile solar flux aggiornato ad oggi, già più basso di quello di giugno!

17 luglio 2009

70.64, contro i 70.66 di giugno!

Il mese è ancora lungo, ma se il sole dovesse continuare con questa quiete o comunque non dare origine a regioni attive tipo la 1024, luglio finirebbe più basso di giugno che a sua volta è finito più basso di maggio!

Questo vorrebbe dire che la salita del flusso solare iniziata a gennaio di quest’anno si verrebbe ad arrestare!

Mancano ancora 15 giorni per finire questo mese, tutto può ancora accadere, ma al momento questa è una cosa da sottolineare, e se luglio chiuderà sotto a giugno sarà un segno importante del fatto che la nostra stella dopo i semi-risvegli di maggio e giugno, sia ritornata a dormire un bel sogno profondo!

Minimo incredibile, da vivere giorno per giorno!

Simon

Advertisements
Categorie:Uncategorized
  1. 17 luglio 2009 alle 21:22

    aspettiamo la fine di luglio e poi tireremo le somme..

    invece,che ne pensate di questo interessante articolo?
    http://www.meteogiornale.it/news/read.php?id=20552

  2. Michele Rn
    17 luglio 2009 alle 21:28

    E oggi è il 5° giorno consecutivo con solar flux aggiustato inferiore a 70!!!!
    Alle ore 20.00 (valore ufficiale del giorno) il flusso aggiustato era di 68.4!!!!!
    Se il flusso aggiustato dovesse scendere sotto i 68.0 si tratterebbe del valore più basso dal 25 marzo!!!!! Vediamo come prosegue…

  3. Sand-rio
    17 luglio 2009 alle 23:55

    Inverno é o mais rigoroso até agora desde 1996
    Traduz: Questo inverno é il piú freddo fino adesso dal 1996.
    Autor: Eugenio Hackbart
    Publicado em 16/07/2009 11:29

    http://www.metsul.com/blog/

    Se il freddo eccezionale che stiamo vivendo adesso noi nell´emisfero australe ci sará nel prossimo inverno anche nell´emisfero boreale cxredo molti modelli del riscaldamento globale dovranno essere rivisti.

  4. Sand-rio
    18 luglio 2009 alle 00:24

    Nel frattempo il flusso alle 23,00 scende ancora a 65,8!!!

    Valeurs de densite de flux en ufs pour 23:00 le 2009:07:17

    Jour julien : 2455030.447

    Nombre de rotation de Carrington : 2085.787

    La densite de flux observee : 0065.8

    La densite de flux corrigee pour 1 U.A. : 0068.0

    Le flux de la serie D de l’URSI : 0061.2

  5. 18 luglio 2009 alle 07:24

    non sono d’accordo con te Sand-rio..non basta un anno o 2 con inverni piu’ freddi per cancellare 20 anni di riscaldamento globale..e poi ce ne sono stati anche con dei massimi solari..
    se andiamo vedere il mese di giugno secondo i dati satellitari c’e’ stato un aumento delle temperature globali..
    ciao!!

  6. carmelo
    18 luglio 2009 alle 08:04

    vorrei fare una domanda agli esperti, che forse farà inorridire qualcuno e scompisciare dalle risate qualcun’altro:
    nessuno ha mai pensato come concausa del GW ai decenni di esperimenti nucleari a partire dalla fine della seconda guerra mondiale? ne sono stati fatti centinaia, se non migliaia, in atmosfera (specie agli inizi: vedi deserto del Nevada), negli oceani, nel sottosuolo. dove è finita tutta questa enorme quantità di energia termica?

  7. frozen
    18 luglio 2009 alle 09:11

    “se andiamo vedere il mese di giugno secondo i dati satellitari c’e’ stato un aumento delle temperature globali..”

    ma cosa dici? nel mese di giugno le temperature satellitari sono scese rispetto al precedente attestandosi a 0.001 dalla media, dati UAH, controlla!

  8. 18 luglio 2009 alle 10:12

    x frozen
    Giugno 2009 a sorpresa il più caldo dal 1998!

    Sono usciti i dati della NASA relativi alle temperature mondiali dello scorso mese di Giugno, che è stato il più caldo dal 1998. Dubbi, però, suscitati dalla grande differenza con le misurazioni satellitari.

    Marco Rossi: 16-07-2009 ore 17:29

    Sono usciti i nuovi dati della NASA riguardanti l’andamento delle temperature globali dello scorso mese di Giugno.

    E non sono mancate le sorprese!

    Il Giugno 2009, con +0,63°C, è risultato infatti essere stato il più caldo, a livello globale, dal lontano 1998, che fu l’anno più caldo di tutti, con uno scarto dalla norma di +0,68°C.

    Il mese di Giugno raramente nell’ultimo decennio ha mostrato dei “picchi” di caldo verso l’alto, risultando così piuttosto contenuto il suo aumento termico su scala decennale.

    Sorprende, in particolar modo, la forte differenza tra le rilevazioni globali del sensore satellitare della bassa Troposfera (dati UAH), che hanno registrato un aumento termico quasi irrilevante rispetto alla norma trentennale (+0,01°C).

    Sappiamo che le due scale di riferimento sono differenti: i dati satellitari si rifanno alla norma del trentennio 1979-2009, che è decisamente più caldo di quello 1951-80 che viene usato come riferimento nel calcolo degli scarti effettuato dalla NASA.

    Tuttavia, appare molto evidente la differenza che si è creata quest’anno tra i due tipi di dati.

    Nel Giugno 1998 si ebbe infatti uno scarto positivo dalla norma di +0,57°C secondo i sensori satellitari, solamente -0,06°C rispetto ai dati termici superficiali calcolati dalla NASA.

    Nello scorso Giugno 2009 la differenza sale a ben -0,67°C, cioè quasi 7 decimi di grado in meno, la stessa differenza che ci separerebbe dal clima attuale a quello dell’ultima PEG!

    Questo rende sospette le rilevazioni di uno dei due centri, con la possibilità che ci sia un errore nel sensore satellitare oppure nei calcoli della NASA, salvo che non siano intervenute modifiche particolari nel calcolo dei dati che hanno introdotto queste pesanti differenze!

    Se osserviamo i primi sei mesi di quest’anno, notiamo differenze via via sempre crescenti:
    dati UAH NASA
    gen 0,3 0,53
    feb 0,35 0,44
    mar 0,21 0,47
    apr 0,09 0,46
    mag 0,05 0,56
    giu 0,01 0,63

    Notiamo come i valori termici della NASA siano sempre più crescenti, mentre quelli dei sensori satellitari in bassa Troposfera siano sempre più decrescenti, così siamo passati da una differenza di solo 0,1°C in Febbraio all’attuale differenza di 0,6°C!

    Comunque, le attuali anomalie termiche assai pronunciate dello scorso mese di Giugno derivano soprattutto da un caldo mese invernale in Antartide, dove si sono registrate temperature tra 2 e 4°C superiori alla norma, con “punte” fino ad 8°C in più.

    Caldo poi registrato anche in Africa, in Siberia, su Europa sud occidentale, mentre ha fatto freddo in Brasile, sul Nord America, su Scandinavia ed Asia centrale.
    Data @ NASA GISS: Datasets and Images
    Marco Rossi
    © Meteo giornale

  9. gianni
    18 luglio 2009 alle 10:42

    hihihih possono scrivere quello che vogliono… ma non crederete mica??? dai pure la mia macchina, che è una 126bis, ripeto bissssssssssss fa 200KM/h… tranquilli è vero… sarà ma io ho un sensore naturale chiamato percezione della temperatura e avendo viaggiato anche al nord europa non mi pare che il mese di giugno sia stato sopra media, al contrario magari… ciao

  10. 18 luglio 2009 alle 11:16

    beh gianni..qui si parla di temperature di tutto il mondo..mica solo di una zona ristretta..il nord europa e’ un puntino nel mondo..
    non capisco perche’ fino all’altro mese che davano le temperature globali in diminuzione o stabili..dovevamo crederci..
    ora che danno temperature in aumento..allora e’ tutto falso..sono degli imbroglioni..
    continuiamo a credere solo a quello che ci conviene??

  11. ice2020
    18 luglio 2009 alle 11:31

    ma te bora ancora continui a credere all stazioni noaa-giss?

    Continua pure, un pò cm la storia delle macchie…

    Saluti

  12. gianni
    18 luglio 2009 alle 12:04

    scusa nord europa, italia, fino ad arrivare alla spagna a ovest e sofia in particolare ad est, nel nord europa sono stato da amsterdam fino a capo nord… questo in maggio giugno… bhe ristretto fino ad un certto punto cmq… posso credere a quello che voglio??? ma poi prima diminuiscano poi aumentano, proprio per questo che io almeno non credo a questi dati, preferisco dato che ho la possibilità di girare nei posti, approfittare per testare personalmente… non mi pare che arrostiremo tra qualche 10ina di anni

  13. Fabio2
    18 luglio 2009 alle 12:41

    …per non parlare dell’estate piuttosto fresca (per non dire fredda) che finora hanno sperimentato Canada e USA……

  14. 18 luglio 2009 alle 15:53

    continuo a chiedervi perche’ quando dicono che le temperature in tale mese sono diminuite allora si guarda e si crede ai dati del NOAA….
    e invece quando ci fanno vedere un aumento allora sono tutti degli imbroglioni..non dobbiamo guardare quei dati..
    su dai ragazzi…
    cosa dobbiamo guardare per capire l’andamento delle temperature globali??
    che grafici dobbiamo vedere??
    come si fa a capire l’andamento delle temperature se tutti sono degli imbroglioni?
    sicuramente non possiamo guardare solo alcune singole nazioni come alcuni fanno..il mondo e’ grande..
    fra poco mi direte che il GW non esiste..e che e’ tutta una finzione…

  15. ice2020
    18 luglio 2009 alle 16:02

    Io ti rispondo per me caro bora…

    personalmente ho sempre ritenuto, e sottolineo, SEMPRE, i dati Giss e soprattutto Noaa dati nn veritieri, e per moltissime ragioni, una su tutte la scarsa copertura terrestre delle reti di rilevamento e la triste situazione in cui versano quelle che ci sono!

    Poi secondo me, visto che a guidare certi centri di calcolo dell temp globali ci sn individui tipo un certo signor Hansen (uno dei più agguerriti serristi esistenti al mondo), è chiaro che le quotazioni di sudetti centri cascano ancora più in basso…

    per il resto, nn nego il GW, ma nn nego nenache che esso sisia arrestato, come nn nego anche che il clima della terra è sempre stato variabile…

    e per finire osservo i fatti, da ora a finchè la passione d il tempo e se vuoi anche la mia intera esistenza me lo consentirà!

    Saluti

  16. carmelo
    18 luglio 2009 alle 16:14

    perchè nessuno mi risponde? era proprio così stupida la mia domanda?

  17. ice2020
    18 luglio 2009 alle 16:19

    Ciao carmelo…

    qui ci vorrebbe un fisico nucleare…

    se capita ale magari qualcosa ti saprà anche dire…

    io nn mi pronuncio, anche se a tatto, nn crwedo sia possibile quello che dici, ma potrei anche dirti delle panzanate…

    ciao

  18. carmelo
    18 luglio 2009 alle 16:40

    grazie Simon, speriamo che Ale ci possa dire qualche cosa in proposito.
    ciao.

  19. 18 luglio 2009 alle 18:28

    ok Simon..molte cose che hai detto le trovo giuste..
    ma se mi dici che il GW in questi anni si e’ arrestato e’ perche’ hai guardato i dati,i grafici del NOAA che fino al mese scorso dicevano questo..
    se non credi ai dati di giugno non puoi credere neppure ai dati dei mesi scorsi..
    e poi ti chiedo,,se devono nascondere l’arresto del GW,perche’ non hanno iniziato a farlo prima??
    anch’io credo che i dati non siano perfetti e precisi al 100%…ma in linea di massima si capisce lo stesso l’andamento delle temperature globali..
    ciao!!

  20. ice2020
    19 luglio 2009 alle 00:01

    Si capisce l’andamento, ma i dati sn tendenziosi evrso l’alto, e questo nn sono olo io a dirlo…

    Vediamo come evolve la situazione, noi siamo qui..

    Ciao

  1. 17 luglio 2009 alle 21:22
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: