Home > Minimo Solare, Nowcasting Solare > Oggi seguiamo il ritorno della regione più intensa del ciclo 24…

Oggi seguiamo il ritorno della regione più intensa del ciclo 24…

27 luglio 2009

(…DOMANI PRIMA PARTE DEL SUPER ARTICOLO DI ALE SUL RAPPORTO TRA CORONA SOLARE E PERIODI DI MASSIMO E MINIMO)

La regione 1024 finalmente si è affacciata sul lato orientale del sole, da monitorare per l’intera giornata non solo se al suo interno vi sia qualche residuo di macchia, ma soprattutto quale effetto possa avere ancora sul solar flux.

Al momento si tratta solo di una plage: (a conferma di ciò stamane anche super occhio di falco Catania non conta)

Entrambe le immagini sono autoaggiornanti

Stay tuned, Simon

UPDATE: Mi ha fatto notare Ale che è presente un’altra regione con polarità del ciclo 23 poco più sotto e spostata a sinistra rispetto quella precedente che ormai è in fase di scomparsa totale. Ciò lo potete vedere dal magnetogramma postato sopra.

Dunque, ha aggiornato il magnetogramma Soho che ha molta più risoluzione del Gong postato sopra: si riconferma la esistenza di un’altra regione con polarità del ciclo 23, oltre a quella vecchia di qualche giorno fa e a quella ancora presente nel lato nascosto del sole.

117° giorno di fila spotless ufficiale!

Annunci
  1. Nintendo
    27 luglio 2009 alle 11:27

    vediamo come evolve la situazione.

  2. ice2020
    27 luglio 2009 alle 11:37

    Se sfanghiamo la 1024, arrivare all’ennesima serie da 20 giorni spotless di fila potrebbe nn essere più una cosa impossibile Fabio…

    Anche se di questi tempi di “quasi massimo” basta qualche ora perchè si formi qualcosa…

    Simon

  3. ALE
    27 luglio 2009 alle 12:20

    Intanto altra coppia magnetica ciclo23 un poco più a Sud-Ovest della precedente, il magnetogramma SOHO non aggiorna dunque dobbiamo aspettare per valutarne la vera identità
    ALE

  4. ice2020
    27 luglio 2009 alle 12:52

    E’ vero ale, tutto preso dalla 1024 che nn me ne ero acorto…

    seguiamo anche questa allora…

  5. Sand-rio
    27 luglio 2009 alle 13:28

    In effetti é una coppia ciclo 23 a dx, ma quello che dovremmo attendere, penso sia la macchia che si vede nel behind a sx vicino l´equatore solare e che era stata segnalato anche da I. Svalgaard pochi giorni orsono come ciclo 23. Se continua nella sua esistenza fino al lato Terra, sará un´altra prova (se ce fosse ancora bisogno) che come dice ALE il ciclo 23 é duro a morire e “soffoca” l´evolversi del ciclo 24 mantenendo e prorogando questo minimo.

  6. ice2020
    27 luglio 2009 alle 13:42

    Attenzione sandrio, l’affidabilità di quella macchia nn è elevata, anzi tutt’altro…

    cmq la regione magneticamente persiste!

    ciao

  7. Fabio2
    27 luglio 2009 alle 14:22

    Per Simon:

    sto friggendo per l’articolo di Ale e credo anche altri partecipanti a questo blog. Ci fai soffrire 😉

    Quanto al tema di oggi, mi piacerebbe sapere che cosa pensi il NOAA di questo ciclo 23 che non ne vuol sapere di finire, cioè se per loro sia tutto normale.

  8. ice2020
    27 luglio 2009 alle 14:28

    Secondo loro è tutto normale, ma secondo te dicono la verità?

    🙂

  9. Nintendo
    27 luglio 2009 alle 14:56

    se facciamo una serie da 20 è qualcosa di incredibile.

  10. 27 luglio 2009 alle 15:45

    ciao ragazzi..
    io vi porto le brutte notizie..come al solito..ma secondo me vanno dette..

    balzo a nord della ITCZ , la convergenza equatoriale.

    il SOI è in calo verticale e si è riportato sotto i +10. Molto probabilmente a breve il SOI ritornerà su valori negativi… e se lo farà saranno dolori.
    Ora, se il calo del SOI continuerà c’è da aspettarsi una logica diminuzione degli Alisei e una vera e propria “accelerazione” de El Nino. Perchè questo? in pratica leggendo i dati dell’indice SOI e tralasciando la possibile spiegazione che ho riportato sopra, attualmente la pressione sta leggermente aumentando nel lato ovest dell’oceano e sta diminuendo sul lato centro-orientale, questo vuol dire che con l’abbattimento degli Alisei, che normalmente spingono acqua sul lato occidentale del Pacifico, partirà probabilmente un nuovo impulso da Ovest verso Est (Onda di Kelvin). Questo spingerà tutto il sistema verso un’ulteriore intensificazione della fase calda, quindi occhio al SOI, che se continuerà a diminuire dovremmo accudire il bambinello(il NINO) per molti mesi..M3V

    i ghiacci artici stanno andando male..
    solo il 2007 e’ sotto di noi,quest’anno..

  11. Michele Rn
    27 luglio 2009 alle 16:04

    Incrociamo le dita, mancano solo 4 giorni di spotless!!!!

  12. ruggero
    27 luglio 2009 alle 16:04

    Questa sorta di embricazione tra ciclo 23 che non molla e 24 che viene “disturbato” dal precedente, se ho capito bene, sarebbe il presupposto per un nuovo super-minimo (tipo Dalton). Ma se così fosse, in base a quale principio possiamo confrontare, per ora, questo ciclo con un supe-minimo visto che dell’ultimo non mi risulta ci siano dati tranne forse la durata?
    Scusate se la domanda probabilmente implicherebbe una risposta impegnativa, ma mi accontenterei anche solo di qualche dritta.
    Scusate, ma o sono io che non seguo con attenzione o non capisco o forse viene data per scontata la conoscenza di qualcosa che mi sfugge.

    Ciao, Ruggero.

  13. 27 luglio 2009 alle 16:06

    Tra i più blasonati centri di osservazione astronomica l’unico che era rimasto fedele ad un ciclo 24° forte era l’IPS australiano. Fino a pochi giorni fa le proiezioni prevedevano un’attività molto intensa, con un picco di ben 135 macchie. Il 22 luglio scorso la decisione: il prossimo ciclo solare sarà piuttosto debole, con un massimo di 90.2 sunspots nell’ottobre del 2013. Secondo gli australiani l’attuale minimo dovrebbe protrarsi almeno fino al settembre del 2010 (7 macchie giornaliere), mentre la ripresa non dovrebbe decollare prima del febbraio 2011 (15.1 macchie al giorno). La nuova proiezione risulta solidale con quelle emesse dal NOAA e dalla NASA. Se le previsioni dovessero essere rispettate ci troveremmo di fronte ad uno dei minimi più lunghi degli ultimi 300 anni, con un ciclo 23 che sfonderebbe quota 13 anni. Quella che stiamo vivendo è un’occasione storica per comprendere se vi è una correlazione diretta tra le macchie solari e il clima terrestre. Gli effetti della prolungata assenza di sunspots dovrebbero cominciare a ripercuotersi a partire dall’anno in corso, si ritiene, infatti, che l’atmosfera terrestre reagisca ai minimi solari con 2-3 anni di ritardo a causa delle innumerevoli forze inerziali. Staremo a vedere…
    3 b meteo

  14. Fabio2
    27 luglio 2009 alle 16:24

    Ciao Bora,
    grazie davvero per aver postato l’articolo, contribuisce sicuramente a chiarire il quadro generale delle posizioni dei vari istituti di ricerca.

    Ma tu che cosa pensi dell’articolo che hai postato? In base alle tue conoscenze, lo condividi, almeno in parte? In cosa ? E su che cosa dissenti ?

  15. Fabio2
    27 luglio 2009 alle 16:35

    Per Simon,

    stante anche l’ultimo “voltafaccia” davvero clamoroso degli australiani, come ci informa Bora, direi che la risposta alla tua domanda per me è che non credo più a nessuno degli organi ufficiali, almeno fino a quando non azzeccano almeno una previsione riguardante questo ciclo.

    Ovvero, se la partenza del ciclo 24 avverrà effettivamente quando NOAA e IPS prevedono e/o se il minimo sarà effettivamente di intensità analoga a quanto prevedono, allora ricomincerò a credere ai loro comunicati.
    Lo scrivo senza alcuna polemica ma anzi con il massimo pragmatismo di un profano che non capisce più che cosa questi istituti stiano combinando, di fronte ai fatti che il Sole ci propone ogni giorno da ormai 3 anni.

  16. Marcello
    27 luglio 2009 alle 16:37

    Ho le traveggole oppure le due regioni del ciclo 23 hanno partorito 2 piccole macchie?
    Almeno così mi pare di vedere dal continuum….

  17. ruggero
    27 luglio 2009 alle 17:11

    Per tentare di rispondermi alla mia precedente domanda sulla base dei commenti successivi: superminimo=minimo lungo, superminimo=PEG, PEG=almeno altri 10 anni di osservazione senza sorprese.
    Se tutto va bene già fra pochi mesi dovremmo avvertire un po’ di raffreddamento.
    Almeno osserveremo al fresco…

    Ciao, Ruggero.

  18. ice2020
    27 luglio 2009 alle 17:16

    Per Marcello: sn 2 micro-pixel bruciati

    Per Fabio2: perfettamente d’accordo cn te, anche se rimango dell’idea che loro già sanno, ma nn parlano

    Per Bora: leggiti questo e stai sereno: http://wattsupwiththat.com/2009/07/25/the-30-day-southern-oscillation-index-is-at-12-will-el-nino-fade-again-next-month/

    Per ruggero: il minimo di dalton è stato monitorato perchè c’erano già i telescopi ed il centro di locarno che seguiva i numeri di wolf…

    Questo minimo almeno da come è partito, e considerando i metodi di contegio di oggi, è già superiore al dalton (apatto che duri oviamente)

    Simon

  19. 27 luglio 2009 alle 17:26

    x fabio2..
    beh..sono delle previsioni..non delle certezze..eheheh ..niente da dire cmq, tutti hanno sbagliato la previsione sul ciclo 24!!
    per adesso pero’ non ci sono stati effetti sul clima..come hai visto anche con le notizie “brutte” che ho postato..
    quindi ho molti dubbi che gli effetti della prolungata assenza di sunspots dovrebbero cominciare a ripercuotersi a partire gia’ dall’anno in corso…
    Ricordiamoci anche che le temperature globali hanno avuto una controtendenza prima di questo minimo..
    sono d’accordo che questa sara’ un’occasione storica per comprendere se vi è una correlazione diretta tra le macchie solari e il clima terrestre.
    ciao e buona serata!

  20. ice2020
    27 luglio 2009 alle 17:30

    il fatto che nn vi sn stati effetti sul clima, nn ce lo viene di certo ad insegnare te…

    secondo me invece degli effetti vi sn già stati, e molti ne arriveranno…

    ma ci vuole pazienza, tanta pazienza, ma forse questa è l’unica cosa su cui andiamo d’accordo… 😉

  21. ice2020
    27 luglio 2009 alle 17:34

    come ho anche scritto sul forum mtg, la linea itcz era chiaro (come l’amo) che sarebbe salita col sole di luglio!

    Ma questo minimo l’ha tenuta più giù degli anni scorsi…

    e questo è un dato di fatto!

    e cmq siamo in media, nn è che siamo sopra!

    Questo minimo qualcosa ha già fatto, ma per i miracoli, ce vuole tempo!

    per quanto riguarda i ghiacci artici:

    1) i conti li facciamo a settembre

    2) si sapeva che anche quest’anno avrebbero sofferto

    insomma caro bora, io nn mi scandalizzo di niente…

    diamo tempo al tempo!

    Ciao

  22. ALE
    27 luglio 2009 alle 17:39

    Ottimi POST Bora!!!
    Occorre comunque prendere con le pinze tutte le previsioni sul ciclo24!!!!
    Il Sole ci sta facendo capire che alla fine FA COME Vuole!!!!
    Stiamo a vedere!!!
    ALE

  23. ice2020
    27 luglio 2009 alle 17:44

    Ale sn molto impaziente di vedere il valore del solar flux delle 17 che dovrebbe uscire a momenti!

  24. ruggero
    27 luglio 2009 alle 17:50

    Ringrazio Simon per la cortese risposta.
    Sapevo che aveva in serbo qualcosa di più (in cui sperare o di cui temere) che non il minimo di Dalton da cui l’umanità (anche se un po’ infreddolita e acciaccata) si è ripresa brillantemente. Del resto come si poteva giustificare tutto questo interesse nella speranza che (nella migliore delle ipotesi) si potesse riprodurre una situazione che non si è rivelata poi così di impatto.
    A parte tutto se davvero ci aspettasse qualcosa di notevole speriamo almeno che non sia solo devastante, ma che ci porti qualcosa di buono.

    Ciao, Ruggero.

  25. ice2020
    27 luglio 2009 alle 17:55

    Intanto flusso solare alle 17 a 68.2!

    pensavo pggio, anzi sembra che la 1024 finora nn abbia prodotto quasi nessun effetto anche sul solar flux…

    Aspettiamo stanotte il dato delle 20 che è quello poi usato ufficialmente!

    con la giornata di ieri la media del flusso aggiustato di luglio è ferma a 70.46!

    Solo un miracolo potrebbe far finire luglio sopra giugno, che a sua volta aveva terminato sotto maggio…

    viviamo in tempi interessanti!

    Simon

  26. 27 luglio 2009 alle 18:16

    Simon..io non insegno niente a nessuno..
    e’ solo un mio pensiero..sono libero di esprimerlo??
    SECONDO ME per adesso non ci sono stati effetti sul clima..quindi non sono d’accordo con l’articolo che dice che gia’ quest’anno si dovrebbero vedere gli effetti..insomma la vedo dura..
    non basta un anno con la linea itcz un po’ piu’ bassa rispetto gli altri anni per essere sicuri che e’ tutto merito del minimo..su dai..anche perche’ adesso si sta alzando nuovamente..
    qui dovremo valutare i prossimi anni…se qualcosa e’ cambiato..non basta un anno a cancellare 20 anni e oltre di GW..

  27. 27 luglio 2009 alle 18:19

    dimenticavo..gli anni passati spesso la linea itcz rimaneva bassa anche a luglio ed agosto..non e’ detto che in questi mesi estivi la linea si deve alzare per forza..

  28. ice2020
    27 luglio 2009 alle 18:30

    vedremo ora…step by step…

    nn dimostrerò niente io, ma neanche te puoi dimostrare niente…

    bisogna solo aspettare, LO VUOI CAPIRE O NO???

  29. Ivan
    27 luglio 2009 alle 19:08

    Lol…grandiosi ragazzi!
    ..e grandioso Minimo…c’è solo da aspettare gli effetti logico non saranno immediati, ma lenti e persistenti !

  30. Ivan
    27 luglio 2009 alle 19:12

    I gas serra potrebbero diminuire gli effetti, limitando la mancata radiazione solare…ma avete mai sentito parlare di Global Dimming??

  31. Sand-rio
    27 luglio 2009 alle 19:37

    Questo é il magnetogramma della macchia CICLO 23 del lato behind e del lato ahead, immagine da prendere con tutte le dovute cautele di cui diceva sopra Simon, perché l´immagine é molto imprecisa.
    Per ora SEMBRA essere un poco piú importante delle 2 ciclo 23 che stanno andando via. Tra poco la seguiremo in diretta…. speriamo.

  32. ice2020
    27 luglio 2009 alle 19:49

    beh, io l’ho sempre seguita qui, e devo dire che ha perso molto del suo vigore, anche se va ammesso che una gran cima nn sia mai stata…

    Se nn accade più nulla per altri 3 giorni rifacciamo un’altra serie da 20, cosa che io credevo ormai impossibile!

    ma ripeto, a questo punto del minimo (o quasi massimo che dio si voglia), bastano saolo poche ore perchè si formi una nuova regione attiva con macchia incorporata!

    Simon

  33. ice2020
    27 luglio 2009 alle 19:51

    e tra la’tro aspetterei anche che esca domani il “secondo” pezzo della 1024 prima di dire che tale regione sia spotless del tutto…

    domani potrebbe esser il giorno cruciale…se resistiamo spotless anche domani, è fatta all’80%!

    Simon

  34. 27 luglio 2009 alle 20:38

    e che ho detto io Simon???
    bisogna aspettare anni per capire se e’ proprio il sole il vero responsabile dei cambiamenti climatici..
    non basta un anno…non basterebbe un inverno gelido e nevoso..o un estate fresca..
    ciao e buona serata!!

  35. Fabio2
    27 luglio 2009 alle 20:49

    Bora,

    in realtà non sappiamo quanto dovremmo aspettare nel caso il minimo durasse ancora per anni. Mesi? Anni? Decenni? Chi lo sa……
    Forse non lo sa nessuno, forse…..o forse gli effetti sono già presenti ma non li sappiamo riconoscere, perchè pensiamo a cali di temperatura generalizzati, ma non è affatto detto che un sistema fortemente non lineare reagisca da subito in modo così “lineare”……

  36. 27 luglio 2009 alle 20:49

    RAGAZZI..CHE PENSATE DI QUELLO CHE DICE IL “FAMOSO” MAGRIGALI??

    “il sole è solo il centro motore, quello che fornisce combustibile alla macchina del clima….non quindi un influenza diretta ma indiretta…..Il prof.Mazzarella vede solo il sole come causa effetto cambiamenti climatici ed ecco perchè menziona il 2013 dove è previsto un massimo solare(lui dice che nel 2013 a livello planetario si creeranno nell’atmosfera le stesse condizioni di quella rovente stagione: è quindi forte il rischio che nel 2013 ci attenda un’estate eccezionalmente calda, molto simile proprio a quella del 2003, con una lunga interminabile ondata di caldo intenso da giugno ad agosto.)

    …ma questo è un errore….mi ricordo che nello sfortunato convegno di Allumiere, dove vi fu’ il tentativo “infido” quanto “indegno” di alcuni, di approfittare dell’occasione per infangare la mia tesi sul clima, domandai al prof.Mazzarella con cui ho avuto ottimi dialoghi e confronti, perchè la PEG avesse vauto alternanze di freddo ma come di caldo…infatti la PEG non fu solo freddo ad oltranza, ma anche estati roventi e inverni miti e siccitosi, e questo in pieno minimo di Munder (solare)…….mi fu risposto diplomaticamente, che il report del passato non ha valore..
    .ma come?….il passato del Pianeta ignorato con tutti i documenti storici?…..presumo che questa affermazione sia per far risaltare solo la tesi solare ed ignorare il JS e VP……..e pensare che Mario Pinna noto esperto climatologo, ha affermato che i rilevatori solari montati sui satelliti, non hanno notato nessuna incidenza solare significativa in arrivo, ma costante nel tempo con variazioni insignificanti…..ecco quindi che risalta e rimarca la tesi, che il clima sulla Terra, è legato “SOLO” alla diversa distribuzione dell’energia alle varie latitudini, con la persistenza del JS e invadenza del VP….

    POTREBBE AVER RAGIONE??

  37. ice2020
    27 luglio 2009 alle 20:57

    Questa è la famosa tesi Madrigali…

    finora ne avesse beccata una…

    ma c’è sempre tempo affinchè le sue idee siano quelle giuste…

    ma annullare in questo modo l’effetto della nostra stella, pensando solo al vP e al JS, mi sembra davvero riduttivo…

    ai posteri…

    Ciao

  38. Michele
    27 luglio 2009 alle 21:00

    Ciao ragazzi…
    Due precisazioni fuori discussione….

    Per Ruggero …
    I tuoi post…sono molto interessanti..
    sei uno dei pochi che riesce a coniugare due cose…
    Allora…fornisci interessanti spunti scientifici.. con abbinate interessanti osservazioni
    Visive e/o vecchie tradizioni popolari….
    Su una cosa però ..non ci siamo…. e qui mi casci….
    Io non ti conosco e te non mi conosci….quindi
    perchè affermi “Stai attento, te l’ho già detto…”
    Conosci il mio pensiero?
    Come dice Simon :
    “Ruggero credo che il nostro Michele nn centri proprio un tubo con occultismo e soprattutto satanismo….
    da quel che ho capito loro credono in certe cose, sovrannaturali, e per quanto mi concerne sn liberi di farlo…”
    Da questo deduco che Simon si è fatto un giretto nei nostri forum…

    http://secondsight.forumfree.net/
    http://twilightscience.forumfree.net/

    Da quando esiste una entità “Sovra…”…non ci siamo ancora…però Simon ci sei andato molto vicino!!
    E poi quel termine “Credono”….lascialo da una parte..
    Ma chiudiamola qui questa cosa va!
    Qui si parla di Scienza…
    Per chiarire questa cosa mi sa tanto che ci vorrebbe una bella chiaccherata a quattrocchi..per trasmettervi il nostro pensiero….ma poi tanto non arriveremmo a nulla …quindi FINE!!
    Un ultima cosa….
    Al mio primo messaggio su questo stupendo blog …..non è arrivata ancora una risposta…quindi lo ripropongo….x I Fisici Solari

    In riferimento a queste pagine tratte dal libro :”Le profezie de maya” di cotterell


    C’è un passo nel suo libro ….dove cita ….”la curvatura dello stato neutro” del sole…
    nello specifico dice…..
    Pare che lo strato neutro si sposti di una frazione ogni 187 anni e che pertanto ogni spostamento si ripercuota sull’intera sequenza di 97
    microcicli in un periodo di 97×187, ovvero 18.139 anni.

    In rete non sono riuscito a trovare info solari su questa dinamica…..
    Sapete nello specifico di cosa si tratta?
    Altrimenti…Pace..

    Ciauz

  39. Fabio2
    27 luglio 2009 alle 21:02

    Sono d’accordo sul fatto che un minimo molto prolungato produca stagioni rigide alternate a stagioni miti.
    Ma,come noto, quello che conta è la media, ovvero la frequenza di inverni ed estati più fredde di oggi, rispetto a stagioni più miti.
    Tant’è vero che, in media, i ghiacciai avanzarono notevolmente, gli eventi estremi, soprattutto verso il freddo, aumentarono notevolmente di frequenza (ad esempio i 7-10 anni di periodo di gelate del Tamigi, mai più verificatesi dal 1814)

    La forte non linearità del sistema atmosferico sta anche in questo: in alcuni anni, tra il 1645 ed il 1715, sembrava stesse per giungere una glaciazione, in altri si seccavano le colture per mancanza di pioggia e per le temperature elevate…..ma IN MEDIA……

    A mio modestissimo avviso sta qui l’effetto indiretto della radiazione solare di cui parla l’articolo: se speriamo di vedere un effetto immediato e diretto delle variazioni della radiazione solare (+attività–> + caldo o -attività–>+ freddo), ci illudiamo.

    Sono d’accordo circa la complessità della distribuzione dell’energia alle varie latitudini, ma se questa nel complesso diminuisce (e l’1 per mille, o anche di più, non mi pare pochissimo) si distribuisce una quantità complessivamente ridotta.

    Comunque si vedrà…..

  40. ice2020
    27 luglio 2009 alle 21:09

    appunto ragazzi…si vedrà…

    nessuna certezza…

    sapeste quanto vorrei cambiare il titolo del blog…ma purtroppo è l’unica cosa che nn mi è permessa più cambiare per regolamnto, assieme all’indirizzo web ovviamente)

    chi lo vede per la prima volta pensa subito ad un branco di matti—

    e chissà cosa pensano che promettiamo…

    ma chi pensava che il blog avesse avuto tale risonanza? (nn lo dcio per gasarmi, ma è cmq la verità…pensate che quando l’ho fondato pensavo durasse 3 gioni….)

    ma poi in fondo chi la vuole una nuova era glaciale?

    io mi accontenterei di alcuni inverni anni 70-80—

    Simon

  41. ALE
    27 luglio 2009 alle 21:54

    Bora MAGRIGALI è sicuramente un ottimo Scienziato ma è meglio che si ripassi prima di tutto lo “storico”, il 23° ciclo ebbe il suo picco nel tardo 2000-inizi 2001 dunque non 2003!!!! Semmai nel 2003 ci fu il famoso “evento della Bastiglia, un MEGAFLARE di classe X 17.2 registrato il 14 Luglio!!!!!
    Poi per farci 2 risate:
    La regione dell’altro ieri ciclo23 ha fatto segnare
    20090725 200000 2455038.322 2086.075 0069.1 0071.2
    Oggi la plage AKA-1024
    20090727 200000 2455040.322 2086.149 0068.4 0070.5

    Questo è chiaramente solo uno scherzo, una provocazione…..
    ALE

  42. Antonio Marino
    27 luglio 2009 alle 21:55

    Per Bora71

    Cortesemente mi metti il link dello scritto del “FAMOSO” Madrigali?
    Mi serve, in quanto molto spesso sento il Prof. Adriano Mazzarella e non mi ha mai accennato a questa previsione “infernale” per il LONTANO anno 2013,la cosa merita un giusto approfondimento non credi/ete…?
    Grazie.

    Antonio Marino

  43. ice2020
    27 luglio 2009 alle 22:24

    Perfettamente d’accordo cn te Antonio…

    ma poi io dico: ma come fa a dire che il sole nn centri nulla col sistema terra?

    io sn un medico, e nn un fisico naturale, ma ci vuole tanto a capire che l’energia del VP o dei JS deriva dal sole, primaria fonte di energia sulla Terra?

    Da dove cavolo la prendono energia i fenomeni terrestri?

    Scambi di energia nella terra…ok…ma se nn ci fosse il sole ti accorgi dove vanno a finire gli scambi di energia…

    lasciamo perdere vah…

    Cmq bora per favore, appena ti ricolleghi segnala il link ad antonio

    Simon

  44. ice2020
    27 luglio 2009 alle 22:31

    Michele io nn ne poprio un’idea…

    nn so qualcun altro…ma qui toccherebbe essere davvero astrofisici o quant’altro…

    Simon

  45. Sand-rio
    27 luglio 2009 alle 23:54

    X Michele. Non credo che l´inversione dei poli avvenga da un giorno all´altro mentre é un processo di migliaia di anni. Comunque uno spunto per altre tue ricerche te lo posto qui.

    Relazione fra l’attività solare e la Terra. a cura del dott. Emerico Amari

    Non bisogna dimenticare che
    conosciamo da “soli”400 anni la Nostra Stella e abbiamo appena scoperto che un ciclo di macchie solari presenta anche una periodicità di 187 anni.

    Alcuni studiosi, come l’Ing. Cotterell et al., sostengono l’ipotesi che ad un multiplo
    del ciclo di 187 anni (dell’ordine di 1 milione di giorni) la Terra subisca un cataclisma a causa dell’inversione brusca del campo magnetico solare e quindi interplanetario. Questo evento causerebbe lo spostamento repentino dell’asse terrestre con l’effetto di produrre per inerzia terremoti distribuiti su tutta la superficie del pianeta. Questo scenario apocalittico viene raccontato dallo storico Immanuel Velikowsky nel suo popolarissimo:
    “Cataclisma sulla Terra”.

    http://74.125.45.132/search?q=cache:VF35dM1375sJ:www.codas.it/home2/index2.php%3Foption%3Dcom_docman%26task%3Ddoc_view%26gid%3D59%26Itemid%3D67+variazione+stato+neutro+sole+187&cd=9&hl=it&ct=clnk&gl=it

  46. Enzo
    28 luglio 2009 alle 03:05

    Complimenti per gli argomenti trattati, mi state facendo appassionare e sto inziando a visitare questo blog quasi tutti i giorni!…Sono un ingegnere informatico che lavora in una fabbrica per la produzione di pannelli solari fotovoltaici… facendo la remota ipotesi di andare incontro a dei decenni glaciali (come da titolo del blog) e quindi suppongo a una diminuizione del flusso solare… questo andrebbe a intaccare l’efficienza dei pannelli solari o quello che sto dicendo non c’entra proprio niente?
    Scusate se dico bestialita’:-)

  47. 28 luglio 2009 alle 05:26
  48. Michele Rn
    28 luglio 2009 alle 05:33

    Arriva la regione del ciclo 23:

  49. Giorgio
    28 luglio 2009 alle 06:22

    x Enzo: me lo chiedevo anche io giorni fa. A rigore, se si riduce la TSI (irradianza totale del Sole) in W/mq dovrebbe ridursi l’energia che arriva sui pannelli. Ma la riduzione del TSI è modesta (1 W circa su 1361W/mq)

  50. Michele
    28 luglio 2009 alle 07:23

    Grazie ragazzi per i vostri commenti …
    e spunti di riflessione…
    Simon che dici…Ale può sapere qualcosa in merito…
    alla tanto citata frase di Cotterell …
    “La curvatura dello stato neutro” del sole…”
    Vedo che si tiene fuori dal commentare…booo?!
    Un’ultima cosa ..in merito al Clima…..
    Avete notato quanto Freddo c’è in Sud America e Sud Africa….
    Siamo prossimi a Record….

    Fonte : Meteogiornale

    Dopo le nevicate, venerdì 24 e sabato 25 luglio è stato il freddo notturno il protagonista del tempo in vasti settori del Sudamerica. Venerdì, in Argentina, -10,9°C a Malargue, -8,0°C a Bariloche e Salta (2,9°C la media delle minime di quest’ultima, a quota 1200 ma a 25°S, -9,9°C il record assoluto), -6,6°C a Presidencia Roque Saenz Pena, -5,5°C a Chemical (media 5,7°C), -5,0°C a Santa Rosa (media 1,9°C), -4,8°C a Jujuy, -4,8°C a San Juan, -4,5°C a Mendoza (media 1,7°C), -4,4°C a Neuquen, -4,0°C a La Rioja (media 4,4°C), -3,9°C a Rosario, -3,7°C a Cordoba. L’elenco delle stazioni con minima negativa è lunghissimo, dobbiamo citare i -2,8°C a Las Lomitas, a 24,7°S, che ha una media delle minime di luglio di 10,9°C. Sabato, spiccano ancora i -6,6°C di Salta e i -1,9°C di Las Lomitas.
    In Uruguay, venerdì -3,9°C a Salto, -3,8°C ad Artigas, -2,5°C a Rivera, -1,3°C a Melo. 7,3°, 8,0° e 7,0°C le medie delle minime di luglio a Salto, Artigas e Melo. Sabato, Artigas -3,6°C (il record di freddo è -5,2°C), Melo -2,2°C. In Paraguay, venerdì, -1,0°C a Pilar, -0,6°C a Capitan Meza, 0,0°C ad Encarnacion. 12,0° e 10,2°C le medie delle minime di luglio a Pilar e Encarnacion.
    Molto freddo sugli altopiani del Sudafrica, ma anche su quelli della Namibia e del Botswana. In Sud Africa, sabato 25 luglio, Shaleburn -9,6°C, Vryburg -8,1°C, Barkly East -7,8°C, Bloemfontein -7,3°C, Bethal -7,2°C, Sutherland -6,9°C, Matatiele -6,5°C, Elliot -5,3°C, Queenstown -4,8°C, Fraserburg -4,5°C. -2,4°C la minima di Johannesburg, -1,9°C a Upington, -0,2°C a Pretoria. 4,1°C la media delle minime di luglio a Upington e Johannesburg, 4,8°C quella di Pretoria, -1,9°C quella di Bloemfontein. Freschino anche a Città del Capo, con minima 3,2°C, quasi 4°C sotto media.

    Temperature minime estremamente basse sul Brasile meridionale, -1,1°C a Porto Alegre. Gelate anche in Paraguay ed Uruguay.
    Gelo anche in Paraguay, con i -4,5°C di Encarnacion, valore che è di ben 16°C inferiore alle normali minime di Luglio!
    L’aeroporto di Campo Grande, a 20° di latitudine nord, ha vissuto, il 25 Luglio, una delle giornate più fredde della sua storia, con una minima di +5,4°C ed una massima di +7,9°C, con pioggia dirotta.
    Normalmente, qui, in Luglio, le minime sono di +16°C e le massime di +26°C.

    Una strana coincidenza….

  51. ruggero
    28 luglio 2009 alle 07:54

    Mi scuso con Michele se ho usato un tono troppo confidenziale quando ho concluso un intervento riferendo ” stai attento, te l’ho già detto…”.
    Il fatto è che posto che ogniuno abbia la libertà di credere anche in un totem (e va benissimo), potrebbe insorgere qualche problema se il totem esigesse qualcosa di particolare. In quel caso la libertà non può estendersi all’infinito…
    Torino non è proprio una città tranquilla sotto certi punti di vista.
    Il pericolo di entrare in sette di vario genere non è remoto per chi è troppo curioso ed è solo per quello che mi ero permesso di mettere in guardia chi mi è sembrato più giovane di me (poi magari ha 30 anni più di me…).

    Scusate: un po’ di propaganda (dal Vangelo di Marco cap. 13).

    Dopo quella tribolazione il sole sarà oscurato e la luna non darà la sua luce e allora vedranno il Figlio dell’Uomo sulle nubi con grande potestà.

    Che strano: questo lungo capitolo del Vangelo non viene MAI letto in chiesa…
    Sarà perchè troppo fuori tema?

    Ciao, Ruggero.

  52. Michele
    28 luglio 2009 alle 08:25

    Eccomi…35anni..

    Simon…sicuramente condividerà mettere un pò di pepe in queste
    interessantissimo Blog … non fà mai male….
    Tra un Solar Fux.. è una finta macchia…dai che ci sta bene…
    Senza però eccedere….Ruggero
    Ogni 20/30 messaggi come dici te…
    “un po’ di propaganda” non fa mai male….naturalmente
    per chi ha orecchi per intendere!!

    Della serie…
    Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo
    Evelyn Beatrice Hall, The Friends Of Voltaire

    Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero
    Anonimo

  53. ALE
    28 luglio 2009 alle 09:31

    Intanto Watt spiega xchè El Nino latita e continuerà a latitare:
    http://wattsupwiththat.com/2009/07/25/the-30-day-southern-oscillation-index-is-at-12-will-el-nino-fade-again-next-month/

    Speriamo continui così e che l’AMO torni presto negativo!!!!
    ALE

  54. ruggero
    28 luglio 2009 alle 12:52

    Mi dispiace, Michele, che trovi interessanti i miei interventi solo per accumulare informazioni sufficienti per darmi (indirettamente) del disonesto.
    Non mi sembra molto onesto…

    Ciao, Ruggero.

  55. ice2020
    28 luglio 2009 alle 13:00

    Ragazzi, vediamo di nn degenerare…

    se ne avete voglia continuate pure le vostre divergenze di opinione in sede privata…

    grazie, simon

  56. ruggero
    28 luglio 2009 alle 13:35

    Hai ragione, Simon.
    Però almeno il sottoscritto si è sempre mostrato per quel che è. Poi che la cosa sia poco gradita o furi tema lo posso capire benissimo.
    Sembra invece che il principio di Voltaire non valga per i Cristiani tanto più adesso che gli ultimi templari hanno visto crollore il loro tempio verificando che la causa delle ultime guerre non c’entra un tubo con la religione. Anzi nel ‘900 ci sono stati più morti ammazzati in nome delle ideologie che negli ultimi 2000 anni.
    Prometto un periodo di autocensura, poi si vedrà.

    Cominciamo a porgere l’altra guancia…

    Ciao, Ruggero.

  57. ice2020
    28 luglio 2009 alle 18:51

    Ma no Ruggero, che autocensura!

    scrivi pure quando vuoi e quanto ti pare, il mio era solo un avvertimento al fatto che se vi sn delle discrepanze di evdute magari anche un pò pepate che poi nulla centrano col blog, di vedervela tra di voi via e-mail…

    per il resto sei sempre il ben venuto, come lo è Michele…

    Ciao 😉

    Simon

  1. 27 luglio 2009 alle 11:21
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: