Home > Ghiacci Antartici > Ghiacci Marini Antartici – Situazione Luglio 2009

Ghiacci Marini Antartici – Situazione Luglio 2009

8 agosto 2009

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

Trend Anomalia Estensione:

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 0.2milioni di kmq di estensione in meno e 0.1 in meno di area

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 0.5milioni di kmq di estensione in più e 0.4 in più di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 0.2milioni di kmq in meno di estensione e 0.3 in meno di area

FABIO

 

Advertisements
  1. Nintendo
    8 agosto 2009 alle 11:00

    l’Antartide non tradisce mai e se frega del GW

  2. giovannimicalizzi
    8 agosto 2009 alle 11:53

    Cosa diversa per l’Artico….si rischia di fare peggio del 2007 😦
    Cose che ad oggi metteno in risalto il possibile scioglimento di molti km cubi di banchisa entro i prossimi anni…speriamo che il minimo solare aiuti l’area a non soffrire piu’ nei decenni prossimi….

  3. Michele Rn
    8 agosto 2009 alle 12:04

    x giovannimicalizzi
    Quest’anno siamo messi molto bene in artico, il rate di calo è diminuito decisamente grazie all’AO in aumento. Siamo ora sopra il 2005, sopra il 2007 e sopra il 2008.

  4. Fabio2
    8 agosto 2009 alle 12:14

    Allora dici che Meteogiornale ha pubblicato un articolo troppo catastrofista ?
    http://www.meteogiornale.it/reportages/read.php?id=4334&chapter=1

  5. ice2020
    8 agosto 2009 alle 12:27

    Fabio 2 Michele ha ragione, ed i conti li faremo alla fine(nn manca molto ormai)

    Simon

  6. Fabio2
    8 agosto 2009 alle 12:39

    ok, speriamo abbia ragione Michele.

  7. Nintendo
    8 agosto 2009 alle 12:48

    Per l’Artico i conti si fanno a Settembre quando si tocca il minimo, pronunciarsi adesso è troppo difficile, anche l’anno scorso fino al 25-26 di Luglio sebrava dovesse reggere invece poi è collassato.

  8. Enzo
    8 agosto 2009 alle 12:52

    Scusate, ma come si spiega il trend in discesa per l’artico e invece un trend in salita, seppur molto leggero per l’antartico?

  9. Nintendo
    8 agosto 2009 alle 13:03

    allora, punto primo, come avevo già spiegato il mese scorso quesi grafici vanno interpretati bene.
    perchè li sono immesse le percentuali di anona,ia e non l’anomalia in kmq.
    quindi quando l’estaenzione è poca la percentuale di anomalia aumenta e quando l’estensione è maggiore l’anomalia percentuale diminuisice
    queste per esempio sono le anomalie percentuali di Marzo:
    Artico: http://nsidc.org/cgi-bin/bist/seaice.pl?filename=/projects/DATASETS/NOAA/G02135/Mar/N_03_plot.png&hemis=N&mo=03&img=plot&mon_abbrev=March&year=2009&scale=100&legend=1&annot=1
    Antartico: http://nsidc.org/cgi-bin/bist/seaice.pl?filename=/projects/DATASETS/NOAA/G02135/Mar/S_03_plot.png&hemis=S&mo=03&img=plot&mon_abbrev=March&year=2009&scale=100&legend=1&annot=1

    riguardo al perchè uno sale e l’altro scende, nessuno lo sa.

  10. giovannimicalizzi
    8 agosto 2009 alle 14:36

    Beh allora hanno detto castronerie?
    I grafici che dicono?
    Se il picco si tocca a Settembre e siamo quasi ai livelli del 2007 come mai dite che va bene?

  11. Ivan
    8 agosto 2009 alle 15:31

    Non mi pare siamo nemmeno vicini al 2008 che è stato
    già migliore del 2007! Ora a Settembre manca davvero poco 3 settimane o 4 poco cambia…staremo a vedere, ma credo che faremo meglio degli ultimi due anni. Concordo dunque con ice2020 e Michele Rn

  12. Ivan
    8 agosto 2009 alle 15:33

    Sul fatto che il SH si sia surriscaldato di meno, avevo letto
    che forse potrebbe dipendere dal fatto che ci sono meno terre emerse e più oceani che tendono a riequilibrare maggiormente

    Ciao

  13. Michele Rn
    8 agosto 2009 alle 15:46

    Un altro fattore da considerare nel confronto 2007-2008-2009 è il momento nel quale il calo è terminato ed è avvenuta una stabilizzazione seguita da un aumento: Nel 2007 il cambio di rotta è avvenuto nella 3° decade di settembre, nel 2008 è avvenuto nella 1° decade di settembre. Anche in anni con estensione molto simile a quella del 2008 e del 2009 (ad esempio 2006) si sono toccati minimi nella norma perchè il calo si è interrotto poco dopo la metà di agosto lasciando spazio ad una situazione stabile con un leggero calo (100.000km2 nel periodo 15 agosto-15 settembre 2006 contro i circa 800.000km2 persi nello stesso periodo del 2007)

  14. Sand-rio
    8 agosto 2009 alle 15:51

    Nei vari modelli climatici nessuno parla delle Oscillazioni Decadali del Pacifico (ODP) né tanto meno della variazione climatica causata dal Circolo Oceanico Profondo.
    L´IPCC non riesce a spiegare come mai tra il 1947 – 1976 il clima si é raffreddato e che guarda caso questo periodo coincide con la fase fredda dell ODP in cui il Pacifico presentó anomalie negative di TSM. Mentre il riscaldamento gobale tra 1977 – 1998 coincide con la fase calda dell ODP e con eventi ENOS intensi.

  15. ice2020
    8 agosto 2009 alle 17:00

    Intanto scusate se vado un pò OT, ma con oggi siamo a 29 giorni spotless di fila!

    Simon

  16. Sand-rio
    8 agosto 2009 alle 17:25

    Le teorie sull’attività solare e i cambiamenti climatici sono ancora in un rudimentale stato di sviluppo, sebbene ci siano progressi per quanto riguarda la spiegazione fisica delle speciali relazioni terra-sole (Haigh, 1996; Tinsley and Yu, 2002). A tutt’oggi le dinamiche del sistema solare, la lunghezza dei dati che coprono millenni e le previsioni dell’ attività solare e degli eventi climatici fondati su queste basi non fanno altro che parlare dell’ affidabilità della previsione dell’avvento del minimo di Gleissberg e dei suoi impatti climatici.
    La previsione di un minimo di Gleissberg avrá il suo culmine nel 2030 circa ma giá adesso potrebbe essere iniziato! E se (sottolineo il SE) é giá iniziato adesso il minimo solare sará piú simile al minimo di Maunder che al minimo di Dalton.
    Tratto da: New Little Ice Age di Theodor Landscheidt

  17. Sand-rio
    8 agosto 2009 alle 17:27

    Ormai ho quasi vinto la “mia” scommessa di arrivare a 30 gg spotless.
    Adesso si accettano scommesse che si arriva a 40 gg… 🙂

  18. ice2020
    8 agosto 2009 alle 17:44

    Wow Sandr-io, sei diventato un pozzo di scienza! 😉

    Quello che posso dirti, è che nutro profonda stima e fiducia verso le teorie di L., e spero proprio che anche stavolta ci abbia visto giusto!

    Simon

  19. Michele
    8 agosto 2009 alle 19:24

    http://www.meteogiornale.it/news/read.php?id=20685

    Che anomalia…

    Meteo news dal Mondo: Quasi 30 gradi sul Circolo Polare Artico

    Tra le temperature massime norvegesi segnaliamo i 29.1°C di Saltdal (6 agosto), i 27°C di Trysil e,
    soprattutto, i 26.5°C di Karasjok, nella parte continentale di Capo Nord e che veniva da una minima di soli 4.1°C!
    In Svezia emergono i 29.4°C (7 agosto) di Malexander (Boxholm) nel Sud del Paese,
    mentre in Finlandia spiccano i 26.6°C (7 agosto) di Kevo, in Lapponia.

    E non finisce qui …leggetivi questo articolo…

    http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/ambiente/nuvole-artificiali/nuvole-artificiali/nuvole-artificiali.html

    La domanda è…..quale delle due notizie è la peggiore?

  20. ice2020
    8 agosto 2009 alle 19:53

    Di certo la seconda…perchè l’uomo nn ha ancora capito che contro la natura nn ci può fare proprio assolutamente niente…

  21. Ivan
    9 agosto 2009 alle 00:06

    Mah…..scheramare i raggi solari ora ?!?!

  1. 8 agosto 2009 alle 09:43
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: