Home > Nowcasting Solare > Continuiamo col Nowcasting Solare: altra regione sospetta a livello equatoriale!

Continuiamo col Nowcasting Solare: altra regione sospetta a livello equatoriale!

28 agosto 2009

1Attenzione: questa plage con polarità del ciclo 23 è cresciuta molto in fretta, e sta ancora assumendo spessore!

Inoltre terrei sott’occhio anche l’altra regione con polarità del nuovo ciclo sull’estremo lato orientale del sole.

Certo che ce lo sta facendo sudare questo mese di agosto tutto spotless la nostra stella da qualche giorno a questa parte!

Qui sotto l’immagine Gong autoaggionante in modo che sia anche possibile confrontare l’evoluzione delle suddette regioni…

Da seguire fino all’ultimo!

Simon

UPDATE: Spotless anche oggi ragazzi, alla fine come già scritto anche nei messaggi, le regioni segnalate appaiono già in forte fase di decadenza…e siamo a 49!

Advertisements
  1. 28 agosto 2009 alle 13:00

    sembra una regione insignificante per ora!

  2. 28 agosto 2009 alle 13:01

    cmq da notare che negli ultimi giorni il vento solare sta scendendo ora siamo a 346km/s

  3. ice2020
    28 agosto 2009 alle 13:05

    Lo so, infatti se ti devo dire la mia ho più paura per quella sul lato orientale del sole con polarità del nuovo cico!

    E cmq arrivati al 28 di agosto, con soli altri 3 giorni davanti perchè il mese finisca a 0, bisogna anche tener sott’occhio i moscerini…perchè nn si sa mai!

  4. Ivan
    28 agosto 2009 alle 13:07

    LOL Simon!!

    …sudare davvero…
    come sono davvero microscopiche e poco attive..almeno sembrano

  5. ice2020
    28 agosto 2009 alle 13:11

    Ecco, ora il Gong ha aggiornato ed effettivamente le 2 regioni sembrano già sfaldarsi rispetto all’aggiornamento delle 10.54 fissato in home page…

    meglio così ragazzi, anche se ripeto che dato che manca pochissimo, in questi 3 giorni seguirò e rimrcherò anche i moscerini per andare più sul sicuro, proprio perchè il tragurado che abbiamo davati è STORICO!

    Simon

  6. Paolo
    28 agosto 2009 alle 13:17

    e intanto pare (e dico PARE) che la fusione della banchisa artica si stia stabilizzando…

    Vi posto il link di meteoscienze.

    http://www.meteoscienze.it/index.php?option=com_content&view=article&id=201:ghiacci-artici-monitoraggio-costante-26-27-agosto&catid=36:previsioni-del-tempo&Itemid=2

  7. Fabio2
    28 agosto 2009 alle 14:56

    ……e se negli ultimi tre giorni il solar flux non supererà di brutto gli 80 (possibile ma improbabile, direi), anche ad agosto il solar flux medio risulterà in calo rispetto al mese precedente, per il terzo mese consecutivo dopo maggio. Notevole davvero…… 😮

  8. Fabio2
    28 agosto 2009 alle 14:58

    …pardon, ho fatto male i conti, 80 valeva per gli ultimi 4 giorni.
    Per gli ultimi 3 dovrebbe superare i 100 e nettamente! Poco probabile, direi…..

  9. Sand-rio
    28 agosto 2009 alle 16:38

    Arrivati a 50 cominceremo a tifare per il 60….. senza vergogna siamo diventati hooligans dello spotless! 🙂

  10. apuano70
    28 agosto 2009 alle 17:00

    Certo che le cose cambiano in fretta ragazzi……
    poco più di un mese fa davamo ormai per scontata la ripartenza del nuovo ciclo e la prossima conclusione del minimo…. anche se in fondo in fondo ci speravamo ancora che sarebbe durato per un bel pezzo!

    24 07 2009
    apuano70 (18:00:34) :

    Che ne pensi Simon, può essere che il sole si “scarichi” con qualche macchietta e poi ritorni ad infilare serie spotless da 20 giorni e/o piu?
    Mi sembra che sia già successo in quest’ultimo anno, anche più di una volta o sbaglio?
    Bruno.

    24 07 2009
    ice2020 (18:06:11) :

    Si apuano è successo soprattutto dopo ottobre e novembre…ma aspettiamo, 14 giorni spotless per come ci aveva abituato il sole sn ancora troppo pochi…e cmq se proprio ti devo dire cosa penso, rputo improbabile ormai rifilar strisce di giorni spotless da record come anche i mesi scorsi…

    Cmq vediamo

    Ora siamo ad un passo dallo stabilire un nuovo record (nonostante i conteggi moderni!), ma quel che più conta è che il prolungarsi di questo minimo ci permetterà di capire qualcosa in più sulla relazione che lega sole e clima!
    Vediamo come anrdà a finire! 😀
    Bruno

  11. ice2020
    28 agosto 2009 alle 17:09

    Hiiiiiiiiii Bruno…sei stato cattivello…

    devi sapere cmq che io sn molto scaramantico…

    cmq continuiamo pure in futuro questi cambi di veduta tra noi 2 quando il sole risfornerà qualche macchia, che poi col senno di poi, portano bene…

    😉

  12. apuano70
    28 agosto 2009 alle 17:17

    Non volermene Simon, anche io avevo molti dubbi riguardo all’eventualità di poter rivedere dei filotti di spotless da 40 e passa giorni….. solo che in quell’occasione l’idea che mi era balenata era quella: una sorta di “starnuto” solare per liberare l’energia che si era accumulata e poi di nuovo quiete assoluta….
    Lo capisco che il paragone è ridicolo però rende bene l’idea, non credi?
    Bruno.

  13. ice2020
    28 agosto 2009 alle 17:19

    Finora ci stai prendendo…continua così!

    🙂

  14. apuano70
    28 agosto 2009 alle 17:23

    Io ci provo allora…… dai un’occhiata a quanto ho scritto nel commento all’articolo sul rientro di ALE!
    Sia mai che ci azzecco ancora??? 😉
    Bruno

  15. ice2020
    28 agosto 2009 alle 17:33

    Adess an t’haa allarghè che a Pesaro significa, ora nn ti allargare troppo…

    anche perchè se becchi la PEG, nn solo qui, ma in tutti i siti meteo del pianeta, te fanno na statua gigante modello Coloso di Rodi del 3° milennio…

    😉

  16. apuano70
    28 agosto 2009 alle 17:40

    Lo sapevo che era troppo provocatorio il mio riferimento alla PEG, però…..
    non si può mai dire….. aspettiamo e vediamo!
    Però da quel che mi dici deduco che non ho scritto cazzate e questo per me è già molto, considerando che prima di approdare su NIA le mie conoscenze sul sole erano pari a quelle riportate sui libri di scienze delle Superiori…..
    Di nuovo grazie Simon!
    Bruno.

  17. Nintendo
    28 agosto 2009 alle 19:59

    torno dalla montagna e mi ritrovo ancora spotless, incredibile davvero.

  18. ice2020
    28 agosto 2009 alle 20:35

    Ciao Fabio, ben tornato…

    dato che ci sei, e sei te l’esperto di anomalie globali, perchè nn rispondi a Galdo?

    😉

  19. piridinio
    28 agosto 2009 alle 21:09

    X Galdo: il sole non agisce a livello climatico nei singoli mesi dell’anno, ma lo fa sul lungo termine, quindi se il ciclo 24 dovesse partire ( indipendentemente quando ) molto forte, il minimo non sarebbe servito a nulla, ci vogliono almeno una decina di anni di attività bassa per avere effetti tangibili.
    ai livelli in cui siamo adesso gli effetti possono essere visti negli indici oceanici o nella forza del Vp o nello stato dei ghiacci, ma non più in la.
    nel breve termine il Nino incide, poi rispetto al 2007 siamo ancora a livelli più bassi ( io ormai evito il NOAA e la NASA ).

    cmq per ora i dati satellitari mostrano per agosto una anomalia più bassa rispetto a Luglio.

  20. Sand-rio
    28 agosto 2009 alle 23:40

    Non si trovano macchie neanche a cercarle disperatamente. Il far side é pulito e stereo behind non mostra nulla. Sappiamo che questo non significa certezza al 100% ma penso che dovremo superare tranquillamente il record di spotless del ciclo 24 e si accettano scommesse per il traguardo dei 60 gg spotless 🙂

    http://stereo-ssc.nascom.nasa.gov/beacon/beacon_secchi.shtml

  21. ida
    29 agosto 2009 alle 03:05

    a cinquanta però festa!!!!!!!!!
    leggo Svalgaard su solarcycle: non è così semplice attribuire polarità del ciclo 23 o 24 ad aree attive così piccole (si devono vlutare altri valori?), perché tendono a ruotare, a skippare, mentre quelle grandi sono più stabili.
    E’ vera questa cosa?

  22. apuano70
    29 agosto 2009 alle 07:55

    X Galdo607: mi sono permesso io di commentare l’articolo direttamente alla fonte:

    5. apuano70, Oggi, ore 09:51
    Buongiorno Marco, mi permetto di scrivere queste poche righe a commento del tuo articolo, tra l’altro molto ben fatto, in quanto, da profano, non riesco ad avere tutte quelle certezze che tu dimostri di avere.

    Mi riferisco principalmente al fatto che tu dai per assolutamente sicuro ed inoppugnabile il fatto che le temperature sulla terra siano in costante aumento e che tutto ciò dipenda esclusivamente dall’operato dell’Uomo.

    Al momento attuale, per quanto ne sappia io, l’IPCC non ha fornito nessuna PROVA SCIENTIFICA che il Global Warming sia di origine antropica, ti prego di volermi informare al riguardo se vi fossero evidenze di cui non conosco l’esistenza.

    Inoltre, come giustamente hai scritto nell’articolo, se nel passato l’alternanza di periodi di caldo e freddo era scandita SOLO dall’attività solare, non vedo perchè adesso tale forzante debba essere negata nei suoi effetti, prova ne sia il fatto che, anche come risulta dal grafico dell’isotopo Berillio 10, gli ultimi 70/80 anni sono stati quelli che hanno fatto registrare il più alto livello di attività solare dell’ultimo millennio.

    Altre cose andrebbero dette, come il fatto che il rilevamento delle temperature superficiali è spesso e volentieri viziato da errori, malfunzionamenti e cattivi posizionamenti delle centraline di rilevamento (dai un occhiata sul blog di Anthony Watts, vi sono innumerevoli riferimenti al riguardo) e molto altro ancora ma mi dilungherei troppo e non è mia intenzione farlo adesso.

    Certo che non me ne vorrai se il mio pensiero è diverso dal tuo, cordialmente ti saluto.

    Bruno.

    Che ne dite, ho fatto male?
    Bruno

  23. ice2020
    29 agosto 2009 alle 09:10

    La media quinquiennale di qul grafico è ferma al 2007…

    la temp di fatto nn sta più aumentando, iamo fermi, mentre la Co2 continua ad aumentare…

    il 2009 finosra è ancora dietro al 2007 e a tutti gli altri anni 2000 tranne al2008 (anno di Nina)…

    insomma, i grafici bisogna anche saperli leggere…

    nn volevo intervenire, ma visto che stamane se ne parla ancora, ho detto la mia…

    inoltre come icordato da Fabio, diamo tempo al tempo, nn è che un minimo solare che è diventato così forte da 1 anno e mezzo, possa fare tanto contro l’inerzia termica degli oceani…

    Simon

  24. ice2020
    29 agosto 2009 alle 09:46

    Si Ida sta cosa qui è vera in linea di massima…poi se lo dice Svalgaard ce da fidarsi…

    anche se ultimamente a solar cycle 24 sta iniziando a subire quotidianamente delle gran critiche da aprte di chi gli rimprovera di inserire nel suo grafico machiette e specks viste da osservatori occasionali…

    Insomma il fatto che anche il nostro Svalgaard stia pompando a modo suo l’ssn per vedere le sue previsioni giuste la dice lunga…

  1. 28 agosto 2009 alle 12:53
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: