Home > ghiacciai artici > Sfatate le previsioni, Catastrofisti al tappeto

Sfatate le previsioni, Catastrofisti al tappeto

27 settembre 2009

Qualche giorno fa abbiamo parlato del minimo stagionale dei ghiacci artici, che quest’anno oltre ad essere arrivato in anticipo è risultato meno anomalo di quello del 2007 e del 2008, mentre siamo stati molto vicini al 2005, anno durante il quale il minimo è stato toccato successivamente come data ( ora infatti l’artico ha già un estensione superiore al 2005 ).

Qualcuno, giustamente, ci ha fatto notare che non era una notizia sui cui valeva la pena compiacersi tanto, visto che risultava nonostante tutto il 3° minimo stagionale per minore estensione, però quello che fa veramente sorridere è il fatto che nessuno si aspettasse una prestazione del genere per l’artico, che qualcuno dava già per morto nel 2007.

Questo il grafico che mostra l’andamento del 2009 e degli ultimi anni:

nel grafico si vede bene quello che prima è stato accennato.

Ora voi direte dov’è la cosa positiva, oltre al fatto che per fortuna non si sono replicate le disastrose situazione degli ultimi 2 anni?

La cosa positiva è, come già detto, che nessuno se lo aspettava, neanche gli studiosi dell’artico.

Lasciando stare quindi tutte le catastrofiche previsioni che si leggono sui giornali che sono ovviamente fatte solo per ricevere visibilità e solo per fare sensazionalismo, andiamo quindi a vedere un grafico molto interessante, pubblicato di recente su Watts Up With That, celebre blog di Anthony Watts.

Ed eccolo qui:

il grafico come si può vedere è stato postato il 7 settembre, i dati non erano ancora quelli del vero minimo stagionale, che si è concluso circa a 5’250’000kmq.

Come si può vedere neanche la previsione più positiva ci si è avvicinata, e la cosa che veramente lascia di stucco è il fatto che queste previsioni si basano sui dati di Luglio, quindi a stagione già inoltrata, e se la previsione più vicina può sempre scusarsi con un ci ho quasi preso quelli che invece avevano previsto un minimo stagionale inferiore al 2008 e addirittura al 2007 non ha proprio scusanti.

Fa pensare questa cosa, neanche i maggiori esperti sono riusciti a prevedere un fenomeno che invece nei media viene dato come già assodato, cioè, l’artico è destinato a sciogliersi sempre di più.

Probabilmente questa se la gioca alla pari con quella che la CO2 provoca più uragani.

Come avevo già scritto nell’articolo sul Global Cooling, nessuno possiede la verità, ed essa non sta ne da un parte ne dall’altra, ma sempre ( meglio dire anche quasi ) nel mezzo.

Aggiungo però: forse nessuno crede di avere la verità, ma tutti pensano di esserci molto vicini, anche noi nel nostro piccolo e nella nostra presunzione pensiamo questo, e quando dico noi, mi riferisco a tutti, parlando in generale.

Aspettatevi in ogni caso un “Ve l’avevo detto”

FABIO

Advertisements
  1. Andreabont
    27 settembre 2009 alle 09:51

    Ancora una volta la natura ci ricorda chi comanda su questo pianeta 😄

  2. enzo
    27 settembre 2009 alle 10:30

    Ciao Ragazzi/e stando a tutto cio

    e possibile una piccola era glaciale?

    Grazie

  3. conan
    27 settembre 2009 alle 10:40

    bravo Fabio , dico quello che ho ripetuto in altri forum :
    purtroppo molti enti sono politicizzati…. , cioe’ vivono e sopravvivono di sovvenzioni che arrivano o dallo stato o da finanziatori che hanno tutto l’interesse a far credere certe cose alla gente….. le maggiori scoperte avvenute nel passato sono state fatte da persone che sono state derise , accusate di eresie ecc…. eppure poi hanno avuto ragione loro…. percio’ dico che il lavoro che state facendo in questo forum e’ molto buono nonostante non abbiate i mezzi che hanno il noaa, la nasa ecc…. con questo voglio dire che non e’ detto che sia vero e giusto solo quello che dicono certi esperti o il noaa o la nasa…. ci sono molti scienziati che vanno in controtendenza , e chi mi dice che non abbiano ragione loro… per fare scoperte non servono per forza soldi e mezzi , a volte basta semplicemente il cervello…
    avanti cosi ragazzi che state facendo un bel lavoro.

  4. Andreabont
    27 settembre 2009 alle 10:42

    Bella domanda, è quello che tutti si chiedono…

    In linea teoria dipende tutto dal sole… una piccola era glaciale si è verificata durante il minimo di maunder…. e questo minimo non sembra (ad oggi) essere drastico come lo è stato in quel periodo… ma chi può dire…

    Se è possibile, si, è già accaduto, che sia possibile adesso nessuno lo sa….

  5. Nintendo
    27 settembre 2009 alle 11:02

    assolutamente no

  6. Sand-rio
    27 settembre 2009 alle 11:08

    Come diceva Einstein: posso avere centinaia di scienziati che appoggiano le mie teorie, ma ne basta uno per dimostrare che ho torto.

  7. ice2020
    27 settembre 2009 alle 12:05

    L’artico pe la giornta di ieri fa registrare un altro passetto in avanti, ora sn curioso di vedere come procederà nei prossimi giiorni e se riuscirà a staccare il 2005 nella sua crescita…

    per quanto mi concerne e come già dissi altre volte, il risultato è otevole, considerando il fatto che dopo la nefasta stagione del 2007, si sciolsero anche molti dei ghiacc più vecchi e spessi che ci vuole poi perchè si riformino…diciamo sn la base dei recuperi!

    Nella stagione 2008 e in questa siamo cresciuti, il minimo sembra alle spalle…sn solo 2 anni di fila di crescita, aspettiamo quindi la prossima fine estate, se il trend sarà ancora in fase di crescita, potremmo assegnare al minimo solare uno dei suoi primi effetti…

    IO VI HO SEMPRE DETTO DI GUARDARE PRIMA DI TUTTO LASSU’!

    simon

  8. Sand-rio
    27 settembre 2009 alle 12:18

    Le Nazioni Unite stanno tirando fuori i fucili “big”, nel tentativo di creare un clima di urgenza per i cambiamenti climatici in modo che la riunione di più di un centinaio di leader a livello mondiale a Copenhagen tra circa 75 giorni da oggi siano in grado di produrre un accordo per sostituire l´ accordo di Kyoto

    La natura, tuttavia, non coopera.
    La temperatura media globale è in aumento a 1.40 C per secolo, non il 3.90C indicato dai modelli IPPC. Siamo nel settimo anno di raffreddamento globale. Il livello del mare, nonostante i messaggi al contrario, stanno crescendo a tassi normali – otto pollici per secolo – molto meno rispetto a quello suggerito dai modelli IPPC. Non c’è stato alcun aumento significativo del livello del mare nel corso degli ultimi quattro anni.
    Il ghiaccio marino artico, attualmente è più ampio nel 2009 di quanto lo fosse nel 2007 e 2008. I ghiacci marini antartici sono a livello record. Il ghiaccio marino globale mostra una relativa stabilità nel corso degli ultimi trent’anni. Mentre i livelli di CO2 sono in aumento, il tasso di crescita ha rallentato notevolmente – l´ IPPC ha suggerito che i livelli di CO2 sarebbero cresciuti di circa 468 parti per milione (ppm) per secolo, quando in realtà la crescita osservata nel CO2 è stata di 204 ppm per secolo – a meno della metá di quanto suggerito dal modello IPPC.
    http://climaterealists.com/index.php?id=4084&linkbox=true

  9. giorgio
    27 settembre 2009 alle 13:17

    finalmente parliamo di ghiacci marini Simon.Intanto dobbiamo parlare non solo del minimo estivo bensi della estensione media annua che secondo me e sicuramente superiore al 2005.Anche perche facendo un esempio se abbiamo un inverno mite con una punta minima di -15 per due giorni non possiamo parlare di un inverno freddo.Stessa cosa per i ghiacci marini.Ora dico questo:per me in tempi di gw …..cosi come ci vogliono far capire i media anche solo una stabilizzazione sui minimi del 2007 sarebbe comunque stato un buon risultato no?questo aumento inaspettato e”un risultato ottimissimo Simon!!!!!E per me qualcosa di grandioso che da solo dovrebbe far tacere una volta per tutti i serristi.Al contrario di cosa si parlato quest”anno?Solo di questa estate che e” la seconda piu calda degli ultimi 200 anni delle temperature record in medio oriente ecc ecc ecc.Tutti e dico tutti parlano ancora di gw negando anche le evidenze.Ma quando finira questo inganno?

  10. Nintendo
    27 settembre 2009 alle 13:29

    intanto l’antartide sta per toccare la 3° massima area di sempre, dietro al 1° posto detenuto dal 2007 e dal 2° detenuto dal 2000.
    questi gli anni in cui l’area ha superato la soglia dei 15milioni e mezzo di kmq ( dal più esteso al meno esteso )
    2007
    2000
    2006
    2009
    2005
    1994
    1998
    1980

    dopo la scarsa prestazione dello scorso anno dove la massima area è stata toccata con una leggera anomalia negativa.

    per chi non lo sapesse l’area è calcolata moltiplicando l’estensione per la % di densità del ghiaccio.

  11. ice2020
    27 settembre 2009 alle 15:33

    Oggi (che sarebbe la giornata del 26) rispetto al 2005 siamo in vantaggio di 20.000 km2.

    nel giorno 27 il 2005 è cresciuto di circa 64.000 km2.

    nei giorni dal 27 al 30 settembre sempre del 2005 l’artico è cresciuto con una media di 73.000 km2 al giorno.

    vediamo come si comporterà dunque quest’anno, se avrà nei prossimi giornidi settembre una media inferiore, uguale o addirittura superiore.

    Simon

  12. 27 settembre 2009 alle 16:26

    In coincidenza del G20 avevo notato un repentino scioglimento dei ghiacci Artici … eventi politici che influiscono direttamente sul clima … che strane vero? … 😕
    Che poi postato sul forum
    Stamattina 25/09 su http://www.ijis.iarc.uaf.edu/en/home/seaice_extent.htm é presente il valore in riduzione di 5,390,000 kmq precisi. Tanta precisione é sconvolgente! A me e viene il dubbio che tale valore sia stato inserito dopo una valutazione ad “occhio” di qualche ricercatore …
    Come al solito ci sono satelliti centri di calcolo e poi c’ é un essere umano che scrive un numero… Piuttosto che scrivere un numero tirato a caso … secondo me sarebbe stato meglio non pubblicarlo e scrivere -9999 come appare nel file plot.csv.
    Questo perché noi di NIA possiamo pensere subito ad un complotto …
    … di sicuro vedere la curva del 2009 che passa sopra a quella del 2005 dà fastido alla banda di “Kyoto” … non é per caso che qualcuno per far piacere a qualcunaltro …
    …. la smetto subito 🙂

  13. nitopi
    27 settembre 2009 alle 16:35

    “Mentre i livelli di CO2 sono in aumento, il tasso di crescita ha rallentato notevolmente – l´ IPPC ha suggerito che i livelli di CO2 sarebbero cresciuti di circa 468 parti per milione (ppm) per secolo, quando in realtà la crescita osservata nel CO2 è stata di 204 ppm per secolo – a meno della metá di quanto suggerito dal modello IPPC.”

    Due commentucci…
    Uno : noi buttiamo Co2 nell’atmosfera, ma ricordiamo che qualcun’altro ne e’ ghiotto. Non parlo delle foreste (che diminuiscono, ahime, ma delle alghe marine che (dove l’avevo letto???) contribuiscono per piu’ del 70% al “ricircolo” dell’ossigeno … ci deve essere un qualche feedback… piu’ CO2, piu’ alghe … piu’ CO2 segregata… (tra l’altro le diatomee la usano anche per costruire il guscetto in cui vivono … (vedi Dolomiti ed Himalaia…)

    Due : il picco di estrazione e’ stato raggiunto e non ce lo hanno detto???

    Ciao
    Luca

  14. Verità
    27 settembre 2009 alle 17:30

    siete bravi, avete ragione su tante cose , pero siete un po troppo esagerati, se considerate tutti serristi , voi siete un po estremisti al contrario. Ancora nn cè niente di niente, nn cè nessun segnale Inequivocabile che vi è un cambiamento di rotta, per fare un esempio la temperatura degli oceni negli ultimi anni continua ad aumentare,e visto che vi piace guardare i dati di pochissimo tempo che nn vogliono dire niente perche nn guardate che in italia sono 6 mesi consecutivi che le temperature sono di parecchi gradi sopra la media stagionale, senza un’accenno di tregua. cosa cè di buono? che il minimo d’estensione dell’artico nn é al primo posto ma solo al terzo ? nn mi sembra una grande consolazione, anzi, nn vuol dire assolutamente niente. nn si guarda il singolo anno ma l’andamento in piu anni , e quel che certo che negli ultimi 3 anni i minimi di estensione dell’artico sono tutti ai primi posti ! questo è un dato signori ! nn cambiera niente questo minimo prolungato , se nn si instaurerà un qualcosa che porterà a diversi cicli solari deboli. nn so come ragionate voi , ma la CO2, e nn so come fate a negarlo ,contribuisce eccome sul GW. IL sole a lungo andare sicuramente ha i sui effetti sul clima mondiale , ma sicuramente mettiamo caso che continua questa bassa attività solare per molti decenni (cosa che spero), e si ci avvii in una sorta di minimo di dalton, gli effetti si faranno sentire sul clima terrestre, ma sola appunto tra decenni e ne tra 1 anno o tra 5. e in ogni caso probabilmente nn sara sufficente a instaurare una serie di processi che portano ad un’era glaciale, perchè la co2 che vi piaccia o no continuerà ad aumentare. consideratemi uno di voi, con la differenza che nn ho paraocchi ma vedo le cose obbiettivamente.

  15. ice2020
    27 settembre 2009 alle 17:59

    La linea el Blog che io rappresento dissente pienamente di quello che hai scritto nella prima parte del tuo intervento, tra l’altro pacato ed intelligente.

    io per primo ho parlato semmai di segnali, di piccoli segnali che pian piano diventeranno sempre più grandi se questo minimo è destinato ad aumentare.

    I segnali sia essi siano di caldo o di freddo, per me nn hanno alcun significato inn questo momento.mi limito a registrarli, e se permetti sottolineo più i segnali di cambiamento di rotta, l’avanzamento dell’artico, PER ESEMPIO, dato per sciolto entro 5 anni da al Gore nn vi è stato, e NN VI SARA’!!!

    MI LIMITO AD OSSERVARE…BEN CONSCIO CHE CONTINUERANNO AD ESSERVI RECORD DI CALDO OVUNQUE…PURE QUI IN ITALIA…PRIMA CHE L’INERZIA TERMICA SI SPOSTI, HAI VOGLIA, ED ANCHE QUESTO L’HO SEMPRE DETTO!

    cHI VUOLE TUTTO E SUBITO, NN DEVE LEGGERE NIA!

    Ma come ogni blog, qui è ognuno è libero di dire quello che vuole…

    io nn rispondo se tizio dice che il gw nn esiste e se stiamo andando verso una peg…

    questo è un blog schierato, nel senso che nn crediamo che sia colpa dell’uomo se c’è questo riscaldamento globale, i cui dati, dammi retta, io nn li considero reali al 100%.

    Quindi per concludere qu sn liberi di scrivere tutti ed esporre le proprie idee, pure sei libero se vorrai ancora farlo.

    MA PER FAVORE NN FACCIAMO PASSARE NIA PER UN BLOG DI INTEGRALISTI ANTI SERRISTI, nn è il motivo per cui l’ho fondato!

    E SOPRATTUTTO NN è LA MIA IDEA!

    SCHIERATI SI, MA INTEGRALISTI NO…

    IO PERSONALMENTE CI VADO COI PIEDI DI PIOMBO…

    Simon

  16. ice2020
    27 settembre 2009 alle 18:05

    TRA LA’LTRO GIà UNO CHE SI CHIAMA “VERITA'”, A BEH…

    Io a differenza tua tutte queste verità nn le ho…

    sn alla finstra ed aspetto, ben conscio che di tempo ne dovrà passare anora…

    ma qualcosa inizia a muoversi…pian piano, ma si sta iniziando a muovere

    ciao

  17. Sand-rio
    27 settembre 2009 alle 18:30

    In veritá ti dico: :): lasciamo perdere questo… volevo solo farti un piccolo esempio di quello che é la disinformazione. Ricordiamo tutti l´ uragano Katrina e i danni che ha provocato, immediatamente articoli catastrofistici da parte dei talebani del GW dicendo che tali fenomeni sarebbero stati molto piú frequenti e forti negli anni successivi e che la colpa era tutta del riscaldamento globale delle emissioni di CO2 etc etc… bene sembra che adesso hanno dovuto fare marcia indietro dicendo… bhe il GW non c´entra nulla con la formazione degli uragani. Ma il messaggio catastrofistico di allora é rimasto!!
    Certo tutti vogliamo meno inquinamento, meno emissioni di gas nell´atmosfera, ma dire che il GW é solo colpa dell´uomo… questo no, questa é una menzogna bella e buona.
    La natura ha sempre modificato da solo il clima sulla Terra e certamente noi stiamo contribuendo a peggiorare la situazione, ma non sono un catastrofista e penso che la Terra abbia dei meccanismi di sopravvivenza che il climatologi, che a proposito sono in guera con i meteorologi, non VOGLIONO o non possono immaginare. Dire che l´irradiazione solare é una costante del clima significa andare contro la storia del clima terrestre. Quando cominceranno a mettere nei loro modelli statistici che il sole é una variabile indipendente andremo molto meglio per cominciare a capire il clima terrestre.

  18. Verità
    27 settembre 2009 alle 19:10

    nn ho preso il blog per una linea anti serristi… ma conosco questo sito da pochissimo tempo , e mi sono basato sulla discussione di questo articolo e ho tratto forse troppo frettolosamente la mia conclusione. ma pian piano sto leggendo gli articoli passati , e l’unica cosa che sinceramente penso, che NIA è davvero bello. Quindi complimenti davvero , anche perche approfondento diu piu ,ho visto che mi trovo perfettamente daccordo col tuo pensiero. Mi limito pero a far leva su un mio modesto parere , nn credo che sia tutta colpa dell’uomo , e no, che nn sia colpa dell’uomo affatto come hai appena affermato. ma cmq concludo che continuerò ad esporre le miè idee su NIA senza la presunzione di essere la ” verità ” , ma con la consapevolezza di nn essere banale esponendo delle idee figlie di una veduta a 360 gradi . complimeti ancora SIMON INTERESSANTE DAVVERO NIA

  19. ice2020
    27 settembre 2009 alle 20:40

    Ti ringrazio! 🙂

  20. 27 settembre 2009 alle 20:57

    Per fare previsioni climatiche a lungo termine e pensare di indovinarci prendendo come riferimento e il solo indice CO2 mi sembra una cosa veramente da presuntuosi. Secondo me sarebbe bene invece che si standardizzasse una precedura di misurazione dei vari parametri in modo da avere un omogeneità nelle misurazioni anche a distanza di anni se non di secoli .
    Tanto per fare un esempio …stiamo vedendo i problemi che stanno causando metodi di conteggio attuali delle macchie solari.
    Ci sono poi i satelliti e sappiamo benissimo che i satelliti non possono stare in orbita per molti anni, o comunque sono destinati ad essere soppiantati … Quale garanzia abbiamo che i rilevi che saranno fatti tra qualche anno con un satellite ultramoderno saranno direttamente confrontabili con quelli dei satelliti attuali?

    Per il discorso sugli integralismi … non prendetevala con me se ho visto un qualcosa che non mi convinceva e che ho riportato, peccato che il dato era quello della mattina e non é rimasto scritto nel file plot.csv,
    Io tifo per la glaciazione … ma solo perché c’ é qualcuno che sta facendo qualcosa di poco chiaro … perché sembra davvero che sia qualcuno che stia tentando di aggiustarsi qualche dato.

  21. ice2020
    27 settembre 2009 alle 21:30

    nn ti preoccupare lucio…

    ognuno può scrivere quello che gli pare qui, basta documentarlo con fonti come sempre anche te hai fatto…e poi è giusto che ognuno abbia le proprie idee…io quando dico che magari qui c’è qualcuno che può sembare integralista quando scrive. è solo perchè io da capo e fondatore del blog, nn voglio che sia passato il concetto che sia io che vi stia convincendo di questo, tutto qui…

    Verrà una Peg?

    puodarsi, ma nn sn di certo io che l’ho prevista o ve l’ho promsessa, a soldoni è questo il discorso…

    solo questo ci tengo a ripetere per la millesima volta..

    ciao 🙂

  22. Davide M.
    28 settembre 2009 alle 00:26

    bravo simon!!!

  23. 28 settembre 2009 alle 14:54

    meglio così,la Natura non guarda in faccia agli uomini

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: