Home > Ghiacci Artici > Ghiacci Marini Artici – Situazione Settembre 2009

Ghiacci Marini Artici – Situazione Settembre 2009

5 ottobre 2009

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

 

Area:

 

Trend Anomalia Estensione:

 

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 0.8milioni di kmq di estensione in meno e 0.8 in meno di area

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 1.6milioni di kmq di estensione in meno e 1.4 in meno di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 1.8milioni di kmq di estensione in meno e 1.1 in meno di area

FABIO

Il punto di Simon:

 Riguardo l’Artico, ormai è noto a tutti che il minimo di quest’anno, toccato lo scorso 13 settembre, rappresenti una controtendenza positiva per il secondo anno di fila.

Il signor Al Gore così si esponeva un anno fa: “The North Polar Ice Cap Will Disappear in 5 Years”

Qui la fonte dal sito di A.Watts tradotto con google translate: http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&sl=en&tl=it&u=http://wattsupwiththat.com/2008/12/14/gore-entire-north-polar-ice-cap-will-be-gone-in-5-years/&rurl=translate.google.com&usg=ALkJrhhqA_rnam3l9kHA-k9KNKJAzQeEHg dove c’è anche un video di you tube dove lo stesso “capo spirituale del GW” esponeva le sue brillanti idee riguardo la scomparsa del polo nord in 5 anni!

Fatemi dire una seconda cosa:

Ci sarà anche chi in sti giorni inizierà a dire: Ah vedete, l’estensione dell’artico sta già riscendendo, presto risarà sotto al 2008.

Allora, il 2008 crebbe così in fretta di sti periodi perchè c’era più acqua libera da ghiaccio e quindi la crescita è stata più esponenziale!

Secondo: Sull’artico in questi giorni si stanno venendo a creare delle condizioni da Strat-warming (anche se visto il periodo non sarebbe proprio il termine esatto) :

che di fatto porteranno ad un primo assaggio di “inverno” nell’europa orientale, o comunque di forte raffreddamento, con anche l’Italia forse inglobata (devo ancora vedere i modelli stamane, ma fino a ieri c’erano tendenzialmente buone possibilità).

Aggiungo anche il forecast AO che meglio rende l’dea: http://www.cpc.noaa.gov/products/precip/CWlink/daily_ao_index/ao.sprd2.gif

Insomma diffidate da chi potrebbe dirvi che l’artico in sti ultimi giorni sta riperdendo area ed etensione.

Lo volete il freddo?

Allora l’artico prima si deve scaldare… (che tradotto significa VPS meno compatto) ed i ghiacci quindi non aumentare od aumentare poco…ma quello che importa veramente è che, scusate se lo ripeto, per il SECONDO ANNO DI FILA, E NEL PERIODO CHE VERAMENTE CONTAVA, L’ARTICO è IN CONTROTENDENZA POSITIVA RISPETTO AL 2007 E AL 2008.

Simon

Advertisements
  1. 5 ottobre 2009 alle 13:33

    “NEL PERIODO CHE VERAMENTE CONTAVA, L’ARTICO è IN CONTROTENDENZA POSITIVA RISPETTO AL 2007 E AL 2008.” …e di questo non possiamo che esserne davvero felici 😉

    ps. Continuate cosi!

  2. Nitopi
    5 ottobre 2009 alle 13:35

    Strato-warming anche quest’anno??
    Si rimescola tutto… evviva…
    Ciao
    Luca

  3. 5 ottobre 2009 alle 13:40

    credo sia ancora presto per parlare di SW come dice Simon

  4. ice2020
    5 ottobre 2009 alle 13:59

    Assolutamente d’accordo cn te, spero si sia capito che nn era proprio quello che intendevo…

    però è anche vero che il VPgrazie alla nuova fase di AO- in cui si verrà a trovare, e grazie alla situazione (finalmente) di EA-, potrebbero essereci delle gradite sorprese immediatamente dopo la prima decade del emse…

    nel frattempo, chi può ed abita al mare ci vada senza (o quasi) problema!

    Simon

  5. Nitopi
    5 ottobre 2009 alle 14:41

    Se ne e’ accorto anche qualcun’altro…

    da 3bmeteo

    “Col mese di settembre si è conclusa ufficialmente la stagione estiva per l’Artico e quella invernale per l’Antartico. Il bilancio mensile, per quanto riguarda la banchisa, può dirsi soddisfacente: il Polo Sud ha chiuso settembre con un surplus di 400.000kmq rispetto alla media storica, mentre il Polo Nord ha guadagnato 20 punti percentuali sul minimo record del 2007. La nota pesantemente stonata resta, come al solito, il deficit del pack artico rispetto alla normale climatica: -1.6 milioni di chilometri quadrati; un valore che se da un lato conferma le difficoltà estive del Polo Nord, dall’altro consolida il tentativo di recupero cominciato lo scorso anno.”

    Che stiano diventando “freddofili” 8)
    Ciao
    Luca

  6. Toscanaccio
    5 ottobre 2009 alle 15:28

    Scusa se te lo chiedo qui NItopi…
    Mi diresti i tuoi dubbi sulla teoria del campo magnetico dei giganti gassosi influente sul sole?
    Grazie… accetto anche spiegazioni piene di formule e di complessità inesprimibile, tenterò di diluirle e rielaborarle a mano per assimilarle 😀

  7. ice2020
    5 ottobre 2009 alle 15:37

    IO CONTINUO A RIPORTARE QUI UN LAVORO ECCEZIONALE DEL SOLITO SITO che ha inventato il laymans count—

    http://www.landscheidt.info/?q=node/5

    Se qualche buon anima ci vuole dare un occhio e fare un riassuntino concettuale per NIA sarebbe il massimo-

    Simon

  8. ice2020
    5 ottobre 2009 alle 15:39

    Ah dimenticavo, l’omonimo sito ringrazia Nitopi ed in generale fa i complimenti a NIA dedicandoci delle parole in fondo al suo articolo sul layman’s count:

    questa è l’email arrivata a nitopi:

    Thanks Luca, I have posted this link on the Laymans page
    http://www.landscheidt.info/software/pixelSpot.zip

    I made reference to yourself, Simon and LIA at
    http://www.landscheidt.info/?q=node/50

    I think its great that Laymen can add significant value to the solar arena.

    Thanks again
    Geoff

  9. marcello
    5 ottobre 2009 alle 16:35

    Scusa Simon, a “quali gradite sorprese” fai riferimento?
    L’inverno scorso l’atlantico era freddo e se non sbaglio questo ha determinato l’inverno eccezionale che abbiamo avuto.
    Quest’inverno l’atlantico com’è e come si prevede sarà?
    Grazie e ciao
    Marcello

  10. ice2020
    5 ottobre 2009 alle 16:41

    é impossibile rispondere a questa domanda.

    Dico solo che le condizioni di EA- a cui sembrerebbe che andremmo in contro, potrebbero far muovere nella giusta direzione determinate figure bariche… (nn sottovalutiamo nemmeno la NAO-)

    dopo la prima decde, inizio della seconda, al momento, mi vien da dire…occhio!

    poi magari nn se ne fa nulla..sn solo ragionamenti…

    ciao 🙂

  11. Luca
    5 ottobre 2009 alle 18:38

    Bon, essenzialemnte mi pare che il CM indotto sul sole sia troppo piccolo per far qualcosa… In superficie il campo e’ enormemente piu’ intenso di quello che si “propaga” , perche’ ci sono una quantita’ di dipoli chiusi su se stessi…
    che rimescolano il campo e lo schermano…
    Ma potrei aver torto…

    Non chiedermi calcoli… magari vent’anni fa… 8)

    Ciao
    Luca

  12. Luca
    5 ottobre 2009 alle 18:40

    … e se vi venissero altre idee ( e se qualcuno volesse provare la versione finale – occhio 60Mega) …

    http://www.mediafire.com/download.php?qhnzbmj2nyu

    Ciao

    Luca

  13. Luca
    5 ottobre 2009 alle 18:41

    posto il sito originale perche’ magari il download è un po’ piu’ rapido che da un sito australiano… ma non e’ detto…

    Ciao
    Luca

  14. Nitopi
    5 ottobre 2009 alle 18:43

    O la peppa… mi sono riloggato con il nome e non con il cognome…
    Pero’ l’avatar rimane lo stesso…
    Ciao

  15. giorgio
    5 ottobre 2009 alle 20:21

    Come tutte le fasi di crescita ci sono momenti che si va su di piu e altri un po meno quindi superando e successivamente scendendo sotto il livello 2008 in modo alternato.Si fa una media annua di estensione e alla fine tiriamo le somme.Quello che conta e” comunque il trend di crescita che resta positivo e su questo concordo con Simon.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: