Home > Uncategorized > Corrente del Golfo situazione attuale

Corrente del Golfo situazione attuale

12 ottobre 2009

La corrente del Golfo fa parte della Circolazione termoalina che trasporta l’acqua equatoriale degli oceani (calda) verso l’artico. Il principio di funzionamento dipende dalla variazione di densità delle masse d’acqua.

Thermohaline_circulation

(fig.1 Tratta da wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Circolazione_termoalina)

Blu la circolazione delle correnti profonde fredde e dense. Rosso la circolazione delle acque calde superficiali

Tenete conto che l’immagine è una semplificazione delle correnti. Queste (sopratutto quelle superficiali in rosso) sono una moltitudine di autostrade d’acqua con una miriade di svincoli che possono cambiare a seguito di venti, precipitazioni ecc..

Lo sprofondamento delle acque (deep-water formation) avviene in determinati luoghi sul globo (zone dei poli) per un aumento di densità dell’acqua. La densità dell’acqua dipende dalla temperatura (termo-) e dalla salinità (-alina).

Le basse temperature aumentano la densità in quanto l’acqua salata non ha un massimo di densità (l’acqua dolce max densita 4°C). L’acqua di mare aumenta la sua densità al diminuire della temperatura fino al suo punto di congelamento a -1.8 °C circa (considerando il valore di salinità media dell’oceano di 35 psu).

L’elevata salinità è causata dalla formazione della banchisa Artica. L’acqua passando da uno stato liquido ad uno solido-ghiaccio fa aumentare la concentrazione dei sali sciolti in soluzione che tende ad essere espulsa dal ghiaccio formatosi(Brine Exclusion). Altro fenomeno di aumento di concentrazione di salinità è il Evaporative Cooling dovuto al vento.

Il moto della circolazione termoalina è dovuto allo sprofondamento di masse che scorrono fino a raggiungere il fondale oceanico atlantico. L’effetto combinato del raffreddamento (sprofondamento) nella zona polare e del riscaldamento in quella equatoriale provoca un flusso di acqua profonda diretto verso Sud ed uno di acqua calda e superficiale da Sud verso Nord.

Questo è più o meno una sintesi del moto nella circolazione termoalina nel Nord Atlantico.

Situazione della circolazione delle acque profonde

Il movimento della circolazione delle acque profonde è stato recentemente messo in dubbio da una serie di studi con boe (RAFOS) alla deriva fra i 700 – 1500 m di profondità. Circa l’80 % della flotta di boe (RAFOS) è sfuggito alla Deep Western Boundary Current (DWBC) (linea blu che scende dal Nord Atlantico fig 1.), alla deriva in mare aperto. Ciò confermerebbe alcune ipotesi degl’anni 90, e probabilmente distruggerebbe molti dei modelli globali di cambiamento climatico redatti negli ultimi anni.

Se la corrente subisse un rallentamento o una riduzione si suppone che andremmo incontro ad inverni più rigidi in Europa.

I risultati della Dott.sa Amy Bower del Woods Hole Oceanographic e Susan Lozier della Duke University et al. sono state pubblicate nel numero 459 di Nature. (http://www.nature.com/nature/journal/v459/n7244/full/nature07979.html)

http://wattsupwiththat.com/2009/05/15/uh-oh-50-year-old-ocean-thermohaline-model-sinking-fast-climate-models-may-be-disrupted/#more-7875

Situazione della circolazione delle acque superficiali

Nella norma la circolazione della corrente del golfo è illustrata nella seguente immagine.

Nord atlantico_current_2002

Fig 2 ingrandita da http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Ocean_current_2004.jpg (rappresenta la corrente oceanica nel 2002)

La situazione nella zona caraibica (secondo l’immagine postata sopra) prevede che la corrente sud equatoriale entrata nei Caraibi dovrebbe e fuoriuscire come corrente della Florida – Corrente del Golfo.
Ora postiamo un ingrandimento della situazione attuale della zona caraibica al 18/09/2009 dati NOAA
aofs_cur_f144_hurr-01
Si può notare una difficoltà della corrente sud equatoriale a penetrare attraverso i Caraibi nel Golfo del Messico.
Infine osserviamo dove la corrente sud equatoriale si sta dirigendo
aofs_cur_f120_natl_01
Come si può notare la circolazione del Nord Atlantico ha un comportamento anomalo dalla condizione riportata dalla mappa postata (Fig 2). Ingrandendo si può meglio osservare come le correnti dovrebbero entrare nei Caraibi. La corrente Nord equatoriale è ridotta se non bloccata.
Nord atlantico_current_2002_b
Precedentemente ho paragonato la circolazione superficiale degli oceani ad una autostrada; credo che la corrente Sud equatoriale abbia cambiato svincolo dirigendosi verso Nord molto più a sud della Corrente del Golfo.

Normalmente la corrente Sud equatoriale non dovrebbe spingersi così a Nord ma avrebbe dovuto ritornare indietro verso l’Africa come Corrente di Guinea.
Update: Situazione attuale autoaggirnante
Piccola nota doverosa dal 18 settembre NOAA sta inizializzando il sistema(le correnti appaiono distorte) per cui l’immagine potrebbe non essere veritiera al 100%.
Andrea B
Annunci
Categorie:Uncategorized
  1. Sand-rio
    12 ottobre 2009 alle 11:07

    Esiste ancora la corrente del golfo? Guardate le immagini di ieri…..

  2. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 11:09

    Mamma mia Sand-rio!

  3. Toscanaccio
    12 ottobre 2009 alle 11:37

    Quante novità!
    Ma che diamine… la corrente del golfo è momentaneamente sparita?

  4. Andrea
    12 ottobre 2009 alle 11:38

    Si ma sto dicendo una castroneria o la corrente nord atlantica si può definire estinta? se così fosse prepariamo maglioni e racchette da neve nonchè cappottoni pesanti la Peg è in arrivo? forse anche grazie al minimo solare? da quando s’è verificato questo tracollo della corrente nord atlantica? perchè se fosse calata così negli ultimi anni potrebbe anche essere da mettere in correlazione col rallentamento dei flussi di plasma solare chiedo un vostro parere

  5. battista77a
    12 ottobre 2009 alle 11:47

    Grazie sand-rio inserirò il link nel’articolo

  6. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 11:55

    Leggi l’ultima parte dell’articolo di andrea…

    i dati potrebbero nn essere veritieri…

    Simon

  7. Nitopi
    12 ottobre 2009 alle 11:57

    Oh Oh…
    Arriva fino a Terranova e poi .. Pu’…

    Andrea… Ricordo di aver letto quattro anni fa di una “profilatura” della corrente del golfo fatta con metodi “antichi” (nave oceanografica che si e’ fatta tutte le scansioni lungo una fetta di oceano..) che dava il 35% in meno di flusso…

    Ciao
    Luca

  8. Andrea
    12 ottobre 2009 alle 12:05

    Si l’ho letto anch’io quell’articolo mentre per quanto riguarda i dati anche se non fosse veritiera al 100 % ma solo al 70 % sarebbe comunque una dimunuzione molto significativa tanto da comportare un cambio climatico imminente nel nostro emisfero

  9. battista77a
    12 ottobre 2009 alle 12:08

    Ho trovato una ricerca facendo l’articolo, penso sia del 2006, mi pare sempre su boe in profondità che più che una riduzione parlava di una distribuzione della corrente molto differente da quella prevista . Si diramava nel Nord Atlantico in differenti rami difficili da seguire

    http://www.xray-mag.com/content/ocean-conveyor-belt-thermohaline-circulation

    parlando di correnti profonde fredde.

  10. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 12:15

    Lo dico a tutti: io nn corerrei tanto con la fantasia…

    quello che sappiamo è, come ha scritto anche bene Andrea nel suo articolo, c’è una difficoltà della corrente equatoriale a raggiungere la Floida (dove poi origina la corrente nord-atlantica) e ciò lo abbiamo potuto vedere a causa di quello che è accaduto all’eas coast amercana la scorsa estate, ne abbiamo parlato qui su Nia una poco tempo fa, e tutto ciò a causa, a detta del Noaa, della diminuzione della c.d.g stessa…

    E’ forse come ci potrà dire meglio Sand-rio, il rigido inverno che han passato in sud America (brasile su tutti) è proprio da riferire a questo rallentamento della corrente calda equatoriale che poi nn riesce a sfondare verso nord portando calore (e ciò spiegherebbe appunto quello che è accduto nella east coast amricana, di fatto nn hanno avuto estate)

  11. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 12:16

    E tutto questo perchè???

    magari che a causa di questo minimo, che scalda meno oggi, scalda meno domani…

    ma qui la finisco…

    simon

  12. 12 ottobre 2009 alle 12:39

    Chiamate gli eschimesi che ci insegnino a costruire igloo?
    Forse è una mia impressione,o è da poco dopo che ho cominciato ad aggiornare sul mio sito le variazioni della corrente del golfo che anche qui hanno cominciato a farlo?

  13. 12 ottobre 2009 alle 12:41

    Tuttavia è provato che non basta che la corrente del Golfo rallenti per far iniziare subito un periodo freddo?.
    Se però ci aggiungiamo il sole senza macchie e l’indebolimento della sua radiazione a causa del minimo,allora si che ci viene un qualche grattacapo.

  14. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 12:43

    dimmi qual’è il tuo sito, nn lo conosco…

    qui su NIA si parla di tutto ciò che riguarda il clima cn particolare riferimento ai probabili effetti che il sole ha su questo.

    Anche in passato abbiamo già affrontato il tema della c.d.g—

    cmq posta pure il link del tuo sito che ci diamo un’occhiata

    ciao 😉

    Simon

  15. Gianfranco
    12 ottobre 2009 alle 13:01

    L’immagine del 11 è sbalorditiva!! O_O

  16. Sand-rio
    12 ottobre 2009 alle 13:13

    Abbiamo parlato pochi giorni fa della PEG che colpí il nostro pianeta
    11.000 anni fa, la fusione di estesi ghiacciai posti sul Labrador causò il rallentamento della Corrente del Golfo. Una delle conseguenze dell’evento fu il raffreddamento del clima europeo per un periodo approssimativo di 1.000 anni.

    L’aggravarsi o l’inizio di nuova era glaciale non è comunque prevedibile con i modelli climatici attuali. Va comunque rimarcato che, in base alle ipotesi più pessimistiche, il clima potrebbe mutare in modo drastico e imprevedibile in pochi decenni.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Corrente_del_Golfo

    Non parliamo di catastrofismo ma di “autoregolazione” climatica.
    Succederá di nuovo? Quando? Perché?
    Come dico sempre, non sono le risposte che cambiano il mondo, sono le domande che ci poniamo che hanno il potere di cambiare la nostra visione del passato del presente e del futuro.

  17. Andrea B
    12 ottobre 2009 alle 13:13

    tieni presente NOAA sta aggiornando il modello e molte delle correnti potrebbero essere distorte(raffigurate più lente) rispetto alle immagini dei primi di Settembre

    comunque è vero è sorprendente il cambiamento della corrente

  18. Michele
    12 ottobre 2009 alle 13:22

    Younger Dryas

    Che salto!!!

    In 20 anni!!

  19. SID
    12 ottobre 2009 alle 13:23

    E’ quello che dicevo l’altro giorno , si poteva osservare dalla mappa di Agosto che la zona tra Groelandia e le isole Svaalgard presentava una concentrazione di ghiaccio superiore alla media,puo’ essere che se confermata questa diminuzione della coorrente abbia influito su quella zona.

  20. Nitopi
    12 ottobre 2009 alle 13:33

    Devo fare scorta di pellets per la stufa “ausiliaria” della cucina ???? 8)
    Con il tepore di questo autunno le quotazioni devono essere crollate, ma quando saremo in pieno inverno con Putin che chiudera’ i rubinetti del metano 8) 😉

    Ciaoo
    Luca

  21. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 13:44

    Cmq e mi riferisco soprattutto ad Andrea, fino a che me lo dicevi una ventina di giorni fa di sta roba qua della corrente del golfo, nn ci avevo dato peso come ricorderai, dicendoti che erano sicuramente degli errori…

    ora questi presunti errori stanno continuando e senza nemmeno che vi sia una spiegazione da parte del noaa come mi sembra mi avevi detto…

    nn mi ricordo ora se avevi mandato una e-mail di spegazione e se ti avevano risposto…

    se le cose stessero così, e nn fossero viziati da errori del sistema, allora vorebbe dire che la c.d.g ha preso una bella frenata!

  22. Nitopi
    12 ottobre 2009 alle 13:48

    Tornando serio.
    E’ un po’ che medito sulla stabilita’ dei sistemi e sul loro comportamento quando vengono spostati dall’equilibrio…
    E’ chiaro che un sistema (che puo’ essere meccanico, ma anche di tipo diverso… sara’ descritto da differenti equazioni, che pero’ in prossimita’ dell’equilibrio diventano simili), se viene allontanato dall’equilibrio, comincia ad oscillare .
    In prima approssimazione, se la “buca di potenziale” in cui oscilla e’ simmetrica e con “bordi che vanno all’infinito”, l’osillazione verra’ smorzata ed il sistema si riportera’ al “minimo locale” di energia. (ad es. visualizzate un carrellino delle montagne russe che viene lasciato andare da meta’ della discesa… non riesce a risalire dall’altra parte…e per un po’ andra’ avanti ed indietro…). Quindi uno sbilanciamento da una parte (diciamo Caldo) potrebbe portare ad oscillazioni del sistema verso l’altro estremo (diciamo Freddo), con uno smorzamento che dipende da come e’ fatto il sistema.

    Se invece la “buca di potenziale” NON e’ simmetrica o, addirittura, presenta piu’ posizioni di equilibrio ( visualizzate una discesa delle montagne russe con una cunetta, una gobba , una seconda discesa e poi una salitona) lo spostamento dal primo punto di equilibrio (la cunetta piu’ in alto, dicamo, temperatura attuale) potrebbe far si che nelle oscillazioni si superi la “gobba” e si precipiti verso il fondo delle montagne russe (temperatura futura, piu’ fredda) … lo smorzamento farebbe si che la “risalita” non sia piu’ possibile…

    Ovviamente il sistema puo’ funzionare anche all’opposto… spintone verso il freddo ed oooop si sale la cunetta e si torna al clima caldo….

    Bello ne’…

    Ciao
    Luca

    Ho dei forti dubbi che il sistema clima oscilli in una “buca” simmetrica


  23. Andrea B
    12 ottobre 2009 alle 13:51

    la mail che ho ricevuto ha seguito di una mia segnalazione è stata la seguente

    Hi Andrea,

    We were forced to change the initialization of the production model Friday 18 September due to severe instabilities in the existing initialization. A notice went out on the RTOFS Users List:

    Message: 1
    Date: Fri, 18 Sep 2009 17:09:36 -0400
    From: Avichal Mehra
    Subject: [rtofs-users] RTOFS- Atlantic operational upgrade
    To: ncep.list.rtofs-users@noaa.gov
    Cc: Dwight Gledhill , “Allen, Arthur”

    Message-ID:
    Content-Type: text/plain; charset=ISO-8859-1; format=flowed

    A new initialization was implemented today for the RTOFS-
    Atlantic operations. This was needed to fix numerical problems near the
    southern open boundary of the model domain. A significant
    change with improvements in the overall ocean state is expected.

    The product line remains the same as before.

    Please note that this change today is independent of the already
    planned upgrade of RTOFS-Atlantic production next month.

  24. Andrea B
    12 ottobre 2009 alle 13:59

    concordo con te nella visione del sistema clima.
    E sulla possibilità che il sistema risulti non simmetrico con cunette, gobbe ecc.

  25. marcello
    12 ottobre 2009 alle 13:59

    Rallentamento della corrente del golfo dovrebbe sortire i primi effetti sulle temperature del nord est atlantico.
    Come sono in questo periodo?

  26. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 14:01

    Quindi hanno dei problemi di inizializzazione dal 18 che però ora nn hanno ancora risoto a quanto pare, oppure sn risolti?

    Andra quando puoi spiegaci meglio il senso di quel messaggio in inglese

    Grazie

    Simon

  27. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 14:10

    Spero ti/ci risponda il nostro Sand-rio… 😉

  28. adri 63
    12 ottobre 2009 alle 14:16

    tutto entusiasmante . signori la fisica è una se la stufa non scalda l’ambiente si raffredda è solo una questione di tempo . comunque i corpi solidi ci mettono meno tempo a raffreddarsi che riscaldarsi pchè nel riscaldamente parte del calore va persa . voi dite quello che volete ma gli effetti si faranno sentire molto presto e gli americani lo sanno . chi ha dei grafici aggiornati sui ghiacci artici?
    grazie

  29. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 14:20

    Il sito web della iarc oggi è off line…

    http://www.ijis.iarc.uaf.edu/en/home/seaice_extent.htm

    cmq da 2 giorni i ghiacci artici hanno ripreso a crescere molto ma molto bene-

    ciao

  30. Andrea B
    12 ottobre 2009 alle 14:23

    traducendo da GOOGLE la mail

    sembra che i problemi siano ad oggi risolti

    L’instabilità grave erano i dati della corrente sud equatoriale?

    “This was needed to fix numerical problems near the southern open boundary of the model domain”

    “Questo era necessario per risolvere i problemi numerici nei pressi della meridionale di confine aperto del dominio del modello.”

    Quindi l’ultima immagine postata dovrebbe essere corretta.

    “A significant change with improvements in the overall ocean state is expected.
    Un cambiamento significativo con il miglioramento della situazione generale oceano è previsto.”

    Io questo miglioramneto ad oggi non lo vedo

  31. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 14:26

    Appunto, era quello che avevo intuito io,,,

    quindi se i dati sn giusti, la c.d.g ha dato una bella frenata(e ripeto di nn dimenticarci le innondazioni che sn avvenute la scorsa estate nella east coast americana a causa appunto de rallentamento della c.d.g ammessa dal noaa)

    Il mistero si infittisce, strano che nessuno ne stia parlando…

    Simon

  32. nitopi
    12 ottobre 2009 alle 15:39

    Per spiegarmi meglio… allego disegnino (Andrea B ha capito, ma non so se sono stato chiaro per gli altri…..

    Ciao
    Luca

  33. Andrea
    12 ottobre 2009 alle 16:04

    mettiamola cosi l’optimum climatico è stato l’apice poi è arrivata la peg come picco minimo e ora il caldo che stiamo vivendo il prossimo ostacolo potrebbe portarci verso un’era glaciale ??????????

  34. Sand-rio
    12 ottobre 2009 alle 16:49

    I satelliti che circondano il pianeta due volte al giorno, mostrano che la terra non si sta riscaldando dal 2001.
    Quanti anni saranno necessari senza riscaldamento globale affinché ci si renda conto che NON È il CO2, che é sempre in aumento, che ha causato il riscaldamento della Terra?
    Quando ci si renderá conto che é qualche altra cosa che ha causato il riscaldamento e da due anni un inizio di raffreddamento?
    I modelli dei computer non sanno cosa sta producendo questo cambiamento…
    noi di NIA abbiamo peró una certa idea….

  35. Gianfranco
    12 ottobre 2009 alle 17:17

    Sand, è certo che il gw è durato fino al 2001? e che da 2 anni la terra si sta raffreddando?
    Mi posti dei link?
    Grazie

  36. Sand-rio
    12 ottobre 2009 alle 17:21
  37. Sand-rio
    12 ottobre 2009 alle 17:28
  38. Sand-rio
  39. Sand-rio
    12 ottobre 2009 alle 17:35

    O infine il sito di Steve McIntyre che é quello che ha scoperto che i dati della famosa “mazza di Hokey” era tutta falsa…

    http://www.climateaudit.org/

  40. apuano70
    12 ottobre 2009 alle 17:55

    Ciao Luca, se ti può interessare la quotazione del pellet non è affatto crollata, anzi è in una fase di costante sensibile aumento: ciò è in gran parte dovuto al periodo di recessione, specie nel settore edile; meno case da costruire, meno legname da cantiere, meno mobilio ecc. …..
    Come ben saprai il pellet è prodotto con scarti di lavorazione di legno vergine, di conseguenza c’è un pochino di carenza di materia prima che tende a far lievitare il costo base.
    Ciao 😉
    Bruno

  41. gianni
    12 ottobre 2009 alle 20:54

    non si può certo dire che sei un tipo senza prove 😀 😀 GRANDEEEEE

  42. giorgio
    12 ottobre 2009 alle 20:57

    Simon quello che ci hai mostrato sono immagini che se veramente corrispondono al reale sono veramente a dir poco preoccupanti!!!!Io spero realmente a un qualcosa di piu lento e graduale ma le immagini della cdg mi fanno quasi paura.DOVE E FINITA LA CORRENTE DEL GOLFO?Non esiste piu il ramo nord atlantico?Di la tua perche sono un po” scioccato!ciao sono senza parole.

  43. ice2020
    12 ottobre 2009 alle 21:07

    l’unca cosa che posso dire è che nessuno ne sta parlando e quindi presuppongo come già scritto sopra, che al noaa abbiano dei problemi di inizializzazione dei dati…

    nessun allarmismo-

  44. giorgio
    12 ottobre 2009 alle 21:17

    Nessun allarmismo lo impareremo quest”inverno quando megio si noteranno gli effetti maggiori della CDG non so puo essere come dici tu ma puo essere che si taccia volutamente per non allarmare l”opinione pubblica.Resto del parere che qui si vuol nascondere qualcosa spero di sbagliarmi

  45. Sand-rio
    12 ottobre 2009 alle 21:24

    Intanto i ghiacci antartici confermano la loro forza e anche i ghiacci artici sono in un buon recupero!!
    http://www.meteogiornale.it/news/read.php?id=21023
    http://www.ijis.iarc.uaf.edu/en/home/seaice_extent.htm

  46. giorgio
    12 ottobre 2009 alle 21:24

    hai qualche anticipazione su l”ITCZ 1 decade ottobre?

  47. Karlo
    12 ottobre 2009 alle 22:05

    Già… maledizione. Io lavoro il legno.

  48. Andrea..n
    13 ottobre 2009 alle 09:24

    X sand-rio
    Il minimo solare non c’entra nulla con la glaciazione di 11000 anni fa.
    Le grandi glaciazioni sono dovute a inclinazione dell’asse terrestre e a variazioni nelle distanze sole-terra.
    Caso diverso per PEG.
    Ciao.

  49. gianni
    13 ottobre 2009 alle 09:33

    accidenti è spaventoso vedere la cdg in questo stato, daltronde tutti ci stiamo accorgendo dei cambiamenti climatici, cmq si possono fare solo ipotesi sul clima futuro

  50. Andrea..n
    13 ottobre 2009 alle 09:38

    Mi ricordo che venne postato il link dove vedere l’animazione della corrente del golfo, lo postò una donna.

  51. Michele
    13 ottobre 2009 alle 10:06

    Andrea..N
    Prova con questo link
    http://rads.tudelft.nl/gulfstream/anim.shtml

  52. Michele
  53. Andrea..n
    13 ottobre 2009 alle 10:19

    GRAZIE….

  54. GeloPerenne
    13 ottobre 2009 alle 11:02

    Scusate ma non capisco perchè continuate a raccontare che la Cdg si è bloccata. La e@mail di risposta ricevuta da Andrea B dice chiaramente che quella carta è farlocca perché hanno ci sono stati problemi ” di inizializzazione ” dunque (anche se qualcuno di voi racconta che questi problemi sarebbero stati già risolti da qualche giorno) non vedo e non capisco di che cosa stiamo discutendo.

    Quella carta è evidentemente un errore. !

    Anche senza email sarebbe bastata per capire che è completamente sballata. La Cdg non può (come parrebbe nel disegno) fermarsi di colpo e totalmente.
    Ma davvero qualcuno di voi crede ad un’ assurdità del genere ? Capisco il desiderio che tutti noi abbiamo per il gelo ma è inutile far passare abbagli per realtà. Se fosse capitato davvero ne avrebbero parlato tutti e le conseguenze (non solo climatiche) sarebbero state chiare e palesi.
    Quella carta è sballata. STOP !

  55. ice2020
    13 ottobre 2009 alle 11:34

    l’email è stata mandata a settembre, ed hanno risposto che avevano probl di dati…ok…

    evidentemente come ho scritto anche su, tali problemi nn li hanno ancora risolti…

    quindi anche per me niente di anomalo come già scritto su…

    e vorrei che questo sia chiaro, in quanto sn l’amministratore del Blog, poi ognugno come sempre, è libero di dire la sua.

    Ciao

    Simon

  56. GeloPerenne
    13 ottobre 2009 alle 11:43

    Però purtroppo questa storia ha fatto il giro dei forum di tutto il paese e ora in molti (molti ingenui) credono che la Cdg si sia davvero inceppata.

  57. ice2020
    13 ottobre 2009 alle 11:58

    in fondo all’articolo c’è una nota chiara di chi l’ha scritto.

    Io che sn l’amministratore ho ripetuto più volte che nn vi è nulla di anomalo (anche se ti ricordo che nn possiamo saperlo al 100%)…

    se poi alcuni utenti qui, ed altri nei forum nazionali e vorrei tanto sapere quali, infatti ad es all’mtg questo nn è successo, hanno preso lucciole per lanterne, io nn posso farci nulla…

    e se stai cercando di dire he NIA ha fatto disinformazione, sei fuori strada 2 volte…

    ciao

  58. GeloPerenne
    13 ottobre 2009 alle 12:02

    La disinformazione nasce da vari elementi e non da un unico colpevole.
    I forum di cui si parla di questa cosa sono numerosi ma per rispetto non ne parlo.
    Basta girare.

  59. ice2020
    13 ottobre 2009 alle 12:06

    Ti ripeto che non ci sentiamo responsabil dell’articolo di ieri.

    Nia per principio nn vende fumo per arrosto, la stima che abbiamo ottenuto l’abbiamo ottenuta sul campo, senza mai aver illuso nessuno…

    poi si sa, in giro c’è sempre qualche ingenuo…

    creo che nei prossimi giorni riaffronteremo il tema cmq…

    intanto però beccati questa:

    Simon

  60. Andrea
    13 ottobre 2009 alle 12:18

    Scusa Simon, l’e-mail del noaa l’ho letta anch’io e in effetti dicono di aver avuto problemi con l’inizializzazione dei dati il 18 settembre. Però oggi è il 13 ottobre e non sappiamo ancora niente. Come fai a essere così sicuro che la carta sia farlocca? La vera cosa strana è che non se ne parla in nessun forum mondiale e la cosa è strana perchè se se ne parla in italia (carta farlocca o meno) non vedo perchè non se ne dovrebbe parlare anche altrove… Cos’abbiamo noi di speciale da essere gli unici a discutere sulla stranezza di questa carta???

  61. ice2020
    13 ottobre 2009 alle 12:25

    Nessuno vieta a nessuno di parlarne…

    ho anche scritto sopra che in effetti a breve sarà opportuno ritornarci su…

    io stavo solo rispondendo a geloperenne che sembrava quasi volesse farci passare per quelli che hanno illuso un sacco di gente nei forum italiani…

    come al solito abbiamo riportato un fatto,vero o sbagliato che sia…

    ed anch’io mi sn chiesto perchè nn ne parla nessuno….

    al momento l’ipotesi della falla dei dati è l’unica che posso dare, anche perchè nn credo che un sito come quello di A.Watts si lasci sfuggire una notizia bomba simile se fosse vera.
    Cercheremo di fare chiarezza più avanti, magari provo a mandare un-email allo stesso A.Watts…

    Simon

  62. gianni
    13 ottobre 2009 alle 12:26

    scusate ma avrà mica a ke fare con questo la tempesta extra tropicale ( grace) formatasi a largo della spagna la sett scorsa?

  63. Andrea
    13 ottobre 2009 alle 12:41

    d’accordo… comunque quel sito della noa ha problemi nell’inizializzare il modello numerico per fare la previsione sull’evoluzione della corrente del golfo nel tempo! Ma la situazione ATTUALE della corrente nel golfo, che non è una previsione numerica ma solo una MISURAZIONE dello stato delle cose, non dovrebbe produrre nessun problema? O sbaglio? Cioè si misura, si pubblica! E la mappa relativa ai giorni scorsi dovrebbe quindi essere veritiera in quanto frutto di misurazioni e non di elaborazioni numeriche!!

  64. ice2020
    13 ottobre 2009 alle 12:44

    Ripeto, cercheremo di fare chiarezza il più possibile…

  65. Andrea b
    13 ottobre 2009 alle 14:39

    Che ci sia stato un comportamento anomalo della corrente del golfo l’ha ammesso nelle settimane scorse lo stesso NOAA

    pubblicato domenica 6 ottobre (sei giorni prima del mio articolo!!!!)

    http://www.meteoscienze.it/a-lezione-di-cambiamenti-climatici/212-rallentamento-della-corrente-del-golfo-e-nuova-era-glaciale

    Facciamo il punto e diciamo che un confronto fra l’ultimo post autoaggiornante e quelli precedenti non può essere fatto perchè i modelli di base sono diversi.

  66. GeloPerenne
    13 ottobre 2009 alle 16:01

    Scusami Andrea non me ne volere ma questa storia del rallentamento della CdG ripresa nel link che hai postato è riferita ad una vicenda ormai un pò vecchiotta che ha fatto scalpore qualche anno fa. Negli ultimi anni, infatti, non si è registrato nessun rallentamento della Cdg e anzi ricordo alcuni articoli di meteogiornale dove si faceva notare che negli ultimi 2 anni, al contrario di quanto sostenevano alcuni scienziati, la Cdg ha ripreso vigore.

  67. Luigi Lucato
    13 ottobre 2009 alle 16:38

    un modello si aggiorna
    quando non rispecchia più la realtà
    pe farlo coincidere con i dati misurati
    penso che le proiezioni giuste siano le ultime
    forse prima le correnti erano sovrastimate.

  68. ice2020
    13 ottobre 2009 alle 17:12

    Il problema è asto punto capire se le carte che stanno girando ultimamente sono giuste o farlocche.

    mi sa che toccherà mandare un’altra e-mail al noaa—

  69. Andrea
    13 ottobre 2009 alle 20:12

    Le carte sono farlocche… E’ sicuro. Guardate la carta del 18/09 si vede che la cdg pompa come una dannata e poi all’improvviso tutto si ferma istantaneamente. Impossibile che ciò corrisponda ad un arresto reale della cdg. E’ chiaro che al noaa stanno facendo del casino. Il succo è che la cdg è in formissima. Peccato, ci avevo creduto.

  70. ice2020
    13 ottobre 2009 alle 20:34

    Ma il cambiamento del 18/9 l’avevamo già notato tutti, nn scopri l’acqua calda 😉

    il problema è che anche se guardi l’ultimo aggiornamento di oggi 13 ottobre:

    le cose nn sn cambiate!

    quindi 2 sn le questioni:

    1) nn hanno ancora risolto i loro problemi (ed anche la mia opinione)

    2) c’è realmente qualcosa che nn va alla c.d.g.

    Cmq stiamo provvedendo a mandare un altra e-mail per chiedere ulteiori spiegazioni.

    ciao

  71. Andrea
    13 ottobre 2009 alle 20:56

    Sicuramente hanno ancora problemi. Non è assolutamente possibile che la cdg si blocchi istantaneamente.

  72. 13 ottobre 2009 alle 23:17

    veramente sono 20.000 anni… guardare bene le scale!!!

  73. sky
    14 ottobre 2009 alle 08:19

    scusate.. voi continuate a prendere come riferimento e a fare confronti su immagini che si basano su rielaborazioni numeriche sbgliate.. è chiaro che c’è una differenza tra le carte di prima e quelle di adesso! non potrebbe essere altrimenti.

  74. Spider
    14 ottobre 2009 alle 11:52

    Vista l’importanza della cosa un aggiornamento con un altro articolo visto che sono passati 3 gg no, eh?????????????????

  75. ice2020
    14 ottobre 2009 alle 12:42

    Innanzitutto i giorni sn 2 e nn 3…

    ho lasciato l’incarico ad andrea Battista di provvedere a mandare un e-mail al noaa…sai poi bisogna anche vedere se e in quanto tempo ti rispondono…

    appena ne sappiamo di più faremo un altro articolo. Nel frattempo vi ripeto di nn “illudervi” tanto che quelle carte siano veritiere al 100%.

    Ciao
    Simon

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: