Home > Ciclo 24, Minimo Solare, Nowcasting Solare > 18° giorno spotless consecutivo, ma dal behind non arrivano belle notizie!

18° giorno spotless consecutivo, ma dal behind non arrivano belle notizie!

19 ottobre 2009

Finalmente dopo qualche giorno di black-out, oggi riprende a funzionare lo stereo Behind, ma non sono confortanti le sue immagini per chi sperava di continuare la serie spotless:

1Da una parte possiamo notare il collasso completo della 1026, ma nel nord emisfero si distinguono chiaramente 2 regioni, la numero 1 magari potrebbe anche non essere niente di serio, ma la numero 2 ha al momento altissime possibilità di avere macchie al suo interno. (mio personalissimo parere).

Anche se ancora il Gong-far side non vede nulla:

http://vso.tuc.noao.edu/GONG/farside/

Notate comunque anche la latitudine di questa seconda regione, più vicina all’equatore che alle alte latitudini come si converrebbe ad un ciclo che sta per ripartire.

Le 2 regioni raggiungeranno il lato visibile del sole entro 3-5 giorni, avremo modo di seguine l’evoluzione.

Per il resto anche oggi l’attività solare si mantiene a livelli molto bassi.

Simon

UPDATE: dato che ci siamo, un occhio anche ad una piccola regione che si sta formando sempre nel nord emisfero con polarità del ciclo 24, la vedete alla sinistra della regione 1027:

Annunci
  1. David
    19 ottobre 2009 alle 17:58

    Se anche ci fossero sunspots, l’importante è arrivare a fine mese senza due o più regioni attive contemporanee con macchie (come successo invece a fine settembre), per evitare impennate del SSN… cmq salvo sorprese, dovrebbero esserci buone possibilità di chiudere il mese con un valore SSN inferiore a settembre (obiettivo minimo!)… di quanto non so, personalmente spero non si superi il 2.0 !

  2. 19 ottobre 2009 alle 18:16

    Intanto siamo vicini a portare a casa un’altra serie di 20 e chi l’avrebbe detto

  3. 19 ottobre 2009 alle 18:17

    sembra che questa ripartenza vada a scatti, il sole ha il motore ingolfato

  4. 19 ottobre 2009 alle 18:30

    speriamo di arrivare almeno a 20 giorni spotless….ma intanto purtroppo lasciando da parte un pò il Sole devo comunicarvi che è di stato di allerta massima la situazione per la configurazione che potrebbe portarmi altri violentissimi nubifragi qui.La stiamo seguendo e le carte non sono buone.
    Poi gli indici AO e NAO in calo con il primo a fondo scala quasi diciamo un bel -3 e qualcosa.Possibile interferenza artica a lungo termine a Novembre nella prima decade ma ancora non si sa se dritta nel Mediterraneo oppure no.
    Minimo solare che influisce in tutto?Chi lo sa…ma intanto i valori medi della NAO e AO sono molto piu’ bassi rispetto certe annate…vedremo!

  5. 19 ottobre 2009 alle 18:46

    Ragazzi, lo so che è bello sperare in un mese spotless, ma ricordatevi che ogni giorno spotless è regalato! 🙂

    L’attività solare ormai doveva essere ripartita, quindi avere ancora serie spotless così lunghe è già di suo anomalo, arrivare ad avere un mese spotless è oltre l’anomalo 🙂

    Ma ormai il sole continua a farci sorprese, chi può dirlo 🙂

  6. Andrea
    19 ottobre 2009 alle 19:44

    Se siamo alle soglie di un nuovo minimo Maunder non è anomalo e se Niroma aveva ragione questo ciclo non dovrebbe ripartire prima di un’altro annetto arrivando così a 13 anni e mezzo di durata ma potrebbe durare anche di più quindi non ci vedo niente di anomalo

  7. Andrea
    19 ottobre 2009 alle 19:48

    inoltre le serie del minimo Dalton sono arrivate a 2000 e rotti spotless quindi è ancora tutto da seguire

  8. ice2020
    19 ottobre 2009 alle 19:50

    cmq dagli ultimi aggiornamenti del behind la regione numero 1 si è già sfaldata, e la numero 2 sembra già meno attiva…

  9. Nintendo
    19 ottobre 2009 alle 20:34

    vediamo poi quando arriveranno sul lato visibile se sono regioni serie oppure le solite farlocche.

  10. Andreabont
    19 ottobre 2009 alle 20:43

    Ti invito a non dimenticarti che fino a poco tempo fa tutti erano stra-convinti che saremmo morti di caldo o sommersi dal mare che si sarebbe alzato a causa dello scioglimento di tutto il giaccio presente sul pianeta….

    Ora per favore non mettiamoci dalla parte estremista opposta a gridare al minimo di Maunder senza avere un minimo di osservazione alla spalle, e per “minimo” intendo osservazioni di almeno un ciclo solare (11 anni).

    Per ora siamo in ANOMALIA, non dare già per NORMALE quello che sta succedendo…

    Criticate gli scienziati che fino a poco tempo fa sbagliavano per mancanza di dati completi e adesso mi volete cadere nello stesso errore?

    Anche io sono “eccitato” da quello che sta accadendo, è normale, è una cosa nuova, mai vista (da noi). Ma questo non vuol dire che devo buttare via al razionalità e il metodo scientifico dalla finestra….

    Altrimenti trasformiamo NIA nell’ennesimo blog metafisico / catastrofista…. e ce ne sono fin troppi per i miei gusti….

    Quindi ricordati che per ora nessun minimo è stato ufficializzato. Con buona probabilità lo sarà, ma non me la sento di fare previsioni: ne sono state fatte troppe, e troppe si sono rivelate completamente sbagliate….

  11. Andrea
    19 ottobre 2009 alle 21:21

    IO non sono ne allarmista ne catastrofista dico solo che anche dal punto di vista della nasa del noaa e compagnia bella il sole si comporta in maniera normale sia che il sole riparta domani che il sole sprofondi in un minimo di maunder e ti invito a rileggere quello che ho scritto io sono uno scettico convinto del riscaldamento globale di origine antropica io sono fermanente convinto che siano normali oscillazioni su scala multidecadale e secolare degli indici climatici e delle oscillazioni solari nulla di più nulla di meno e per quello che riguarda il sole è evidente che ci sia un cambio di fase della sua attività che porterà sicuramente a un minimo importante guardati i dati gli indici e i grafici dell’attività solare non è mai stato così attivo come nell’ultimo secolo e oltretutto da questi grafici si vede chiaramente come la vera anomalia sia stata quella dell’ultimo secolo con una serie di super cicli 🙂

  12. Andrea
  13. SID
    19 ottobre 2009 alle 21:56

    Solo nelle nostre più rosee speranze venti giorni fa potevamo sperare
    di avere subito una nuova serie spotless così lunga.
    Bisogna veramente riflettere sul fatto che il sole
    produce macchie solo dopo profondi periodi di quiete.
    E’ mai avvenuto che un minimo invece di avere una ripartenza improvvisa e decisa,abbia seguito un trend costante di leggera crescita.IL solar flux nell’ultimo anno solare è passato da 67 a 70 e sembra piu’ seguire questa linea che dare l’idea
    di essere pronto a ripartire con sbalzi improvvisi.
    Anche la comparsa simultanea di due regioni come la 1026 e la 1027 non
    hanno fatto alzare più di tanto questo dato.

  14. ALE
    20 ottobre 2009 alle 06:22

    Guardate questo:
    http://www.spaceweather.com/images2008/16oct08/hotspots_strip2.gif?PHPSESSID=04bh51q7lovdgilphqpcot7da5

    E’ esattamente di un anno fa, si ripropone quasi esattamente, fatto salvo le AR nell’emisfero Sud.
    Avevo scritto in uno dei miei POST Passati che è stata comprovata l’esistenza di fluttuazioni nei flussi di plasma con cicli di 12-14 mesi….
    Ora sembra che la nostra stella sia diventata un orologio! Più che mai è importante stare a vedere quello che succederà nei prossimi 2 o 3 mesi per avere più elementi utili alla formulazione di un giudizio!
    ALE

  15. Sand-rio
    20 ottobre 2009 alle 09:50

    Catania oggi conta!!

  16. Mars4ever
    20 ottobre 2009 alle 12:38

    Mi spiegate per qual motivo sperate che non ci siano macchie?

  17. 20 ottobre 2009 alle 14:53

    Per dirla molto breve anzi brevissivamente….che tutti ci siamo stufati del GW e vorremmo un calo termico nel Globo e speriamo che il Sole sia a tutti gli effetti il motore del clima con i suoi minimi solari…Questo per dirlo breve e riassumendo in mdo molto sintetico il perchè tifiamo per l’assenza di macchie eheheheh 🙂

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: