Home > Cose "ridicole", Nowcasting Solare > Catania non si ferma più e va al raddoppio! Il Noaa non ci sta, e segna il goal del 1 a 2!

Catania non si ferma più e va al raddoppio! Il Noaa non ci sta, e segna il goal del 1 a 2!

20 ottobre 2009

Proprio dalla regione nel nord emisfero che vi facevo notare ieri, i “falchi catanesi” riescono ad individuare quella che secondo loro è una macchia solare:

1Praticamente dopo pochissimi giorni (era il 17 ottobre l’ultima volta), Catania numera l’ennesima “impossibile solar region”.

Col sistema di Luca nitopi (che da ora in poi chiamerò NIANS), l’area prende un pixel (per essere ritenuta una spot dovrebbe prenderne 23) eh ha un ‘area stimata di circa 1 p.p.m.

Diciamo che dato che quella del 17 aveva un area di 0, ne abbiamo fatti di passi avanti…  😉

Dunque questo mese si fa sempre più interessante amici di NIA, ora abbiamo 3 casi che scottano, il primo rettificato subito il giorno dopo dal sidc (ma Catania non aveva segnalato) e gli ultimi 2 dove il centro siciliano è l’attore principale!

Locarno per oggi non aggiorna, mentre l’osservatorio belga del sidc mette o per oggi:

http://sidc.oma.be/images/last_ORBdrawing.jpg

Ora paticamente solita storia dell’ultima volta, aspettiamo il bollettino del sidc di domani per capire se già da subito qualche altro osservatorio ha visto qualcosa, e poi gli occhi puntati saranno tutti al 1° novembre quando uscirà il bollettino mensile, che ricordo sarà quello definitivo al 99%. (infatti rarissimamente ho visto cambiare qualcosa nell’ultima rettifica trimestrale).

Intanto nel bollettino odirno 7 stazioni di rilevamento non vedono niente:

http://sidc.oma.be/html/SWAPP/dailyreport/2009/meu293

Lo ripeto anche stavolta, tutti questi ragionamenti valgono solo per la segnalazione di stamane alle ore 7.50 utc, l’ora in cui Catania compie la sua osservazione, poi è chiaro che nel corso della giorata la macchia può anche crescere. Se rimanesse tale, di sicuro il Noaa non la conterebbe come già accaduto anche lo scorso 17 ottobre.

Stay tuned, Simon

UPDATE: Noaa/SWPC non conta il pore catnese:

http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

Update2: Colpo di secna, il Noaa conta e mette 11!

Non abbiamo il continum soho, ma da quello di Big Bear non vi è nulla:

Guardate in alto a sinistra e troverete solo una plage, niente macchie!

La cosa si fa sporca a sto punto, molto sporca!

Questi non sono conteggi leali…appena aggiorna il continm Soho, faccio la prova col sistemino NIANS…

Ci risiamo ragazzi, il Noaa rifà quello che ha fatto a giugno (forse anche peggio stavota?), io sono sempre più convinto che dietro ci sia qualcuno che prema affinchè l’SSN salga!

UPDATE3: Aggiorna anche in continum Soho:

Zero macchie signori, zero macchie!

COME FARANNO A DARE UN NUMERO AD UNA REGIONE CHE NON ESISTE?

LA 1028! LA REGIONE FANTASMA!

QUESTA LE HA BATTUTE TUTTE, GIURO CHE ANCHE LA 1020 NON ARRIVò A TANTO!

MA CI RENDIAMO CONTO QUELLO CHE è ACCADUTO OGGI???

SCANDALOSI

 

Advertisements
  1. Nintendo
    20 ottobre 2009 alle 15:14

    se continua così nel giro di qualche mese catania sarà il centro astronomico più famoso del pianeta, già è il più privilegiato dal SIDC e fa parte del circuiti degli osservatori anche per il NOAA, ci manca solo la fama mondiale. 😀

  2. ALE
    20 ottobre 2009 alle 16:37

    Purtroppo NOAA conta e mette un’area di 20!!!!
    Ora di conteggi allegri ne abbiamo visti ultimamente, resta il fatto che ‘ste robine qui nn sono macchie, il fondo X-Ray resta piatto sintomo che non si è aperto ancora un vero varco nel plasma solare (Come invece avvenne per le 1026-1027), siamo di fronte ancora una volta ad un “coniglietto bagnato” non a una SunSpot-Tiger-like!!!!!
    Bene, se queste sono le macchie che la nostra stella riesce a produrre significa che qualche cosa è veramente cambiato!
    Ripropongo un’immagine di Spaceweather:

    http://www.spaceweather.com/images2008/16oct08/hotspots_strip2.gif?PHPSESSID=04bh51q7lovdgilphqpcot7da5

    E’ del 16 ottobre 2008!!!! Si urlava a gran voce :”Il Sole è in procinto di ripartire” Poi sappiamo tutti come è andata!!!!!
    Stiamo a vedere, secondo me sono cruciali i prossimi 2 mesi, se saranno una fotocopia dei 2 mesi finali del 2008 con un SSN mensile sotto i 5 allora ragazzi dovranno dirci quello che sanno veramente!!!
    Lo stesso Prof. Svalgaard continua a nominare il Maunder’s minimum, se lo avete notato, nei suoi ultimi interventi!!!
    ALE

  3. apuano70
    20 ottobre 2009 alle 17:03

    Area di 20???????? mi pare più 0,02!!!
    Forse si stà espandendo e noi non lo possiamo sapere in quanto le immagini che abbiamo a disposizione sono molto limitate, ma più che altro credo che ci sia l’implicita voglia di evitare nuove serie “spotless” di 20 o più giorni consecutivi………
    Alla faccia della statistica e della continuità!
    Spero che il SIDC almeno in queste occasioni riesca a ragionare nell’ottica di dover essere il Centro che “assicura” la continuità col passato…..
    Bruno

  4. ice2020
    20 ottobre 2009 alle 17:54

    Buonanotte,..

  5. ALE
    20 ottobre 2009 alle 18:05

    A giudicare dalle immagini EIT-195 della Stereo-B sembrerebbe costante!!!!
    Poi xò occorre vedere il Continuum, su quello si conta!!!!
    ALE

  6. ice2020
    20 ottobre 2009 alle 18:09

    Aspettiamo il continum , ma c’è anche quello di big bear che io ho postato, e il mio occhi allenato nn vede nulla…

    nemmeno una macchiolina flebile.

    quindi quand’è così di solito al continum soho quando aggiornerà si vede quello che si vedeva stamattina, un pore senza penobra, alias, nn una vera macchia!

    A breve partiranno dei conteggi propri di NIA, indipendenti, senza alcuna pretesa, solo per cercare di dare un pò di dignità alla scienza statistica del conteggio delle macchie.

    Il sidc in teoria questo mese potrebbe guadagnare 100.000 punti se solo il primo di novembre nn confermase nessuna di queste cose ridicole segnalate da Catania e dal noaa oggi!

    ma è più un’utopi che realtà!

    Simon

  7. ice2020
    20 ottobre 2009 alle 18:13

    A dmostrazione che nn vi è nulla, il solar flux alle ore 17 segna 71, praticamente lo stesso valore che aveva negli ultimi 3 giorni, quindi nessun sussulto come di solito accadrebbe se vi sn macchie!

    Scandaloso!

    nn aggiungo altro-

  8. ALE
    20 ottobre 2009 alle 18:19

    E aggiungo io gli X-ray sono A0, nemmeno un piccolo sussulto!!!!!
    UNA SKIFEZZA COMPLETA!!!!
    ALE

  9. D@ve
    20 ottobre 2009 alle 18:28

    Conoscete blog che studiano con lo stesso vostro modus mentis (privo di pregiudizi imposti da sedicenti studiosi, pseduoscienziati, etc…) l’attività sismica?

  10. Sand-rio
    20 ottobre 2009 alle 18:52

    Quante cose strane succedono… SOHO non aggiorna, Monte Wilson mette zero,
    http://www.astro.ucla.edu/~obs/cur_drw.html
    Catania vede l´impossibile anzi addirittura 2 spot con area 10!!
    Observatory: CATANIA
    Obs. Time: 7.8 UT Seeing: Good RSN: 12
    No. Location Type Area Number of Spot
    21 N27E58 Ax/(/) 10 2
    http://hirweb.nict.go.jp/dimages/solinfo/20091020.html
    il SIDC domani ci scommetto segnerá anche lei, Locarno non trova nulla perché non ha condizione….

    Ubi maior minor cessat…. servono sunspot per far quadrare le previsioni e dire che il sole non é entrato in un minimo, cosa che potrebbe far saltare i conti (finanziari) dei sostenitori del GW facendo vedere che é il sole che comanda il clima terrestre e non i modelli basati sul CO2 o sul Ca z2 o (che é la stessa cosa)

  11. adri 63
    20 ottobre 2009 alle 18:55

    ragazzi continuate così e soprattutto create un qualcosa dove contate le macchie voi con il vs sistema questo è importante poi il tempo farà la sua parte
    ci vogliono sistemi non condizionati da fattori esterni questa è la vera scienza

  12. Michele
    20 ottobre 2009 alle 19:01

    In questa nuova era ….
    Là nuova Babilonia Elettronic-Digitale ….
    Nel quale tutto sta diventando virtuale robotico e
    freddo ….
    Non mi meraviglierei se a breve realizzassero delle proiezioni
    Olografiche per camuffare …. nascondere …. oscurare ….
    la vera realtà delle dinamiche del creato!
    Per loro…..
    Tutto deve rimanere costante e ripetivo….
    Solo loro dettano il nostro futuro …
    Le grandi dinamiche evolutive del cosmo devono esser celate….
    Come un tempo fecero i grandi sacerdoti Egizi o di Babilonia o Maya!
    Là vera conoscenza deve rimanere per pochi!

  13. Nintendo
    20 ottobre 2009 alle 19:11

    evvai, stavolta ci si mette per il NOAA, in un mese destinato a finire a zero come agosto rischiamo di avere un ISN superiore a 2.

  14. ALE
    20 ottobre 2009 alle 19:22

    Il NOAA ridimensiona l’area, vedrete che alla fine metteranno una nuova Spotted region con area 0!!!!
    Lo hanno già fatto in passato nel SC-23, ma allora veniva dato zero a spot con area di almeno 15 Pixel!!!
    Sono ansioso di vedere il SOHO continuum!!!
    ALE

  15. akyte
    20 ottobre 2009 alle 19:28

    http://www.livestream.com/terremoti
    solitamente diretta radio ogni sera più edizioni straordinarie in caso di eventi rilevanti
    P.s. complimenti per quello che fate

  16. adri 63
    20 ottobre 2009 alle 19:42

    questo è quello che io chiamo il”sistema”
    il “sitema deve controllare tutto”

  17. ice2020
    20 ottobre 2009 alle 19:42

    Aspetta espera ale…

    nn ho mai visto rettificare da macchia a 0, semmai il contrario…

    io dico, ma come cavolo fanno a dare un numero a tali regioni???

    almeno da quello che si vede oggi, poi magari domani esplode e bona…

    ma oggi come hanno fatto a numerrare una tale regione?

    Sono semplicemente ridicoli

  18. Andrea
    20 ottobre 2009 alle 19:59

    http://www.wpsmeteo.it/index.php?ind=news&op=news_show_single&ide=994

    questo a mio modesto parere è un motivo per cui camuffano la realtà segnalando macchie che non esistono e qualunque altra notizia troverò la riporterò qui e chido anche il vostro aiuto la verità deve uscire

  19. ice2020
    20 ottobre 2009 alle 20:48

    Cmq è incredibile che nn abbiano nemmeno fatto aggiornare il continum soho…

    cos’hanno paura di essere smascherati?

    Per quanto mi riguarda le figure di merda che stanno facendo in tutto il mondo sn ormai plateali…

    il continum big bear parla chiaro: nessuna macchia!

  20. Andrea
    20 ottobre 2009 alle 20:55

    Ma sai ormai è chiaro che qualunque cosa appaia venga contata ormai è inutile affidarsi ai dati dei grandi enti per un possibile raffronto con i cicli del passato prima si fa un sistema di conteggio nostro meglio è 🙂

    Ciao Simon

  21. Andreabont
    20 ottobre 2009 alle 20:58

    Tanto, come sappiamo, il sole se ne frega di quello che dicono i bollettini ufficiali…

    Possono anche rifilarci qualche mini macchia che solo loro vedono per non avere “sulla carta” serie spotless troppo lunghe…. ma la carta è la carta… il sole è il sole…

    Dubito fortemente che il sole “si adatti” a quello che i centri di ricerca (per quanto illustri) scrivono…

  22. Andrea
    20 ottobre 2009 alle 21:01

    Comunque penso che alla fine il NOAA tornerà sui suoi passi perchè ne spaceweather ne solar cycle segnalano nulla

  23. ALE
    20 ottobre 2009 alle 21:27

    Avevo pensato la stessa cosa Simon!
    Per la rettifica nn intendevo l’SSN ma l’area:
    Ad esempio quando le macchie c’erano:

    La AR 8135 Viene attribuita area 0!!!!
    Questo è quello che possono fare salvando capra e cavoli!!!!
    ALE

  24. Antonio Marino
    20 ottobre 2009 alle 21:42

    Venghino, signori venghino, la giostra “solare” non si ferma più e tutti coloro che vi salgono si sentiranno poi pronti a dire la propria in merito a ciò che il sole ci propinerà negli hanni a venire.
    Ovviamente la sarcastica introduzione non è intesa come “rimprovero” al presente blog, ma piuttosto è diretta a tutti coloro che ormai,quasi quotidianamente,”decidono” di proporre previsioni sulla futura attività solare.
    Se ne possono leggere di qualsiasi tipo e su ogni sito, meteo e non, dai più noti alle realtà più che locali.
    Forse la lezione che il sole sta impartendo a tutti in questi anni a qualcuno è sfuggita, possibile che in così tanti non riescono a ricordare le parole del Dr. Hathaway, che molto “candidamente”, circa 13/14 mesi fa dichiarò al termine di una lunga intervista che credevano, il plurale è in riferimento al team di astrofici del NCAR, di conoscere e poter prevedere le dinamiche solari, ma si sono dovuti ricredere, senza appello, in seguito alle “impreviste” mosse solari degli ultimi anni, ricordando ancora che tali parole furono pronunciate circa 13/14 mesi fà.
    E in questo ultimo lasso di tempo, più volte rimarcato, che è poi accaduto? Dunque vediamo un pò…ah, ecco, dopo una pausa di “grande concentrazione riflessiva”, mi torna in mente che il sole ha continuato a…”farsi i fatti suoi”…
    Nonostante ciò ancora molti si cimentano nell’ IMPOSSIBILE impresa di prevedere la prossima attività solare e molti affermati editorailisti sono andati ben oltre nell’asserire che il sole è in fase di ripartenza, proponendola più come una cosa fin troppo evidente, piuttosto che come una possibile previsione.
    Peggio di tutti, soprattutto in questo ultimo mese stanno facendo i centri di monitoraggio della attività solare planetari, che in base a chi sa quali oniriche visioni, continuano a contare il…NULLA!!!
    Di questo passo si sta perdendo il controllo di tutto, orami sono improponibili le comparazioni con i dati del passato, non c’è in alcun modo omogeneità nelle serie storiche di dati fra ciò che ha proposto il sole e ciò che sta proponendo.
    Tutti questi previsori o presunti tali, a coloro che si avvicinano alla materia, non fanno altro che proporre informazioni errate, contribuendo a lasciare la gente comune arenata nelle paludi dell’ignoranza.
    NIA, i suoi amministratori, collaboratori e quanti altri contribuiscono alle attività del blog, stanno combattendo una guerra e non una battaglia persa in partenza, contro coloro che continuano a proporre manco i micetti, ma dei veri e propri “microbi solari”.
    Si continua a scrivere delle falsità che vengono riportate, orami senza soluzione di continuità,vale la pena di inviare mail di protesta a chi ha deciso di proporsi in modo così poco serio, poratndoli alla auto ridicolizzazione?
    Forse vi starete chiedendo quale possa essere la morale di tanto scrivere, è semplicissima, che facciano come gli pare, a tutti riferito, pseuso previsori, previsori e centri di monitoraggio internazionali, il loro modo di agire e di proporre informazione, sicuramente non farà cambiare idea al sole sulla strada che ha deciso di intraprendere.
    Noi possiamo solo OSSERVARE,contando i giorni, le settimane, i mesi e gli anni a venire, il sole ci indicherà la strada che ha deciso di percorrere…lui e nessun altro!!!
    Antonio Marino

  25. ice2020
    20 ottobre 2009 alle 21:45

    Ale ha aggiornato il soho…

    è uno scandalo…

    da domani NIA parte con conteggi autonomi!

    Sn letteralmente disgustato da quanto accaduto oggi.

  26. ice2020
    20 ottobre 2009 alle 21:50

    Grande intervento Antonio…

    ma NIA è schierata da tempo contro i conteggi farlocchi e l’impossibilità come dici anche tu di fare paragoni storici…

    il soel farà come gli pare, ma nn tollero il comportamento dei centri internazionali, è antiscientifico e va denunciato.

    Per quanto mi concerne, farò il possibile per cercar di rendere giustizia alla scienza del conteggio delle macchie solari, iniziata con Galileo…e non può essere “sputtanata” in simil modo da codesti signori, assicurazioni varie e chi più ne ha più ne metta!

    Ciao e un caro abbraccio 😉

    Simon

  27. ALE
    20 ottobre 2009 alle 22:00

    E’ una cosa DISGUSTOSA, se il sole avesse un’Anima e fosse senziente si farebbe delle grasse risate! Ma non è che magari hanno puntato i loro strumenti su Epsilon Eridani (Una Stella molto simile al Sole)!!!
    ALE

  28. 20 ottobre 2009 alle 22:16

    Just another reason for the world to adopt the “Layman’s Sunspot Count” 🙂

  29. 20 ottobre 2009 alle 22:30

    Una sola parola “VERGOGNA”.
    una vergogna che inizia a Catania, prosegue fino al Belgio attrversa l´Atlantico e copre di vergogna nauseante il NOAA e la NASA.
    Questo é barare facendo un solitario.
    Geoff Sharp propone il suo conteggio, noi vedremo se il “NOSTRO” conteggio in collaborazione con Geoff potrá fare giustizia di questa immonda pseudoscienza che si vende ai soldi della assicurazioni e ai finanziamenti.

  30. Davide M.
    21 ottobre 2009 alle 01:04

    Sono senza parole…..questa le batte davvero tutte!!!
    E in piena barba alle ca22ate di noaa e sidc, il sf aggiustato delle 23:00 scende di nuovo sotto i 69…..a 68.9. Direi proprio che il sole è ripartito…..ma perfavore!
    E aggiungo….non ho mai visto come in queste ore il solar wind così basso (molto al di sotto dei 300Km/s)…….guardate anche l’aurora….praticamente una macchia bianca…..totalmente assente.

  31. Anonimo
    21 ottobre 2009 alle 08:52

    A questo punto inviamo qualche decina o centinai di mail di chiarimenti e proteste al noaa… forse a qualcuno risponderanno? Quel che conta al di là dei numeri è però la realtà dei fatti.. e quella non la possono modificare..

  32. 21 ottobre 2009 alle 10:53

    La cosa che mi fa LETTERALMENTE incazzare sono queste “uscite” della NASA/NOAA:

    dalla home di SpaceWeather.com — News and information about meteor showers, solar flares, auroras, and near-Earth asteroids :

    New-cycle sunspot 1028 is so small, it is practically invisible in today’s SOHO white light image of the sun. The spot is more obvious in this magnetic map. Photo credit: SOHO/MDI

    Traduzione: la nuova macchia 1028 è così piccola che è praticamente invisibile nell’immagine SOHO di oggi.

    (Ed ora arriva la cosa che mi fa incazzare)

    La macchia è ben OVVIAMENTE più visibile nel magnetogramma.

    Vallo a raccontare a un astronomo di 50-60 anni fa questo OVVIAMENTE. La macchia non era da conteggiare.

    Togliamo i pro-macchiosi e i contro-macchiosi, qui si stanno comunque inquinando i dati storici delle osservazioni o quanto meno non possiamo più parlare di omogeneità di essi. bah… P.S. SIDC non l’ha contata.

    La cosa mi fa incazzare perchè a me piacciono i dati diciamo scientifici dimostrabili… e questo spiega anche in parte il perchè non vado molto dietro agli estimatori del riscaldamento globale specie antropico…

    Se io ho una serie di dati (omogenei per quanto si possa sperare), ad un certo punto continuo ad avere la stessa serie di dati però conscio che gli ultimi inseriti sono frutto di una chiara e diversa acquisizione, non è lecito quantomeno storcere il naso? Avrei preferito avere ufficializzate serie storiche quanto più omogenee possibili altrimenti facciamo come il GW dove tutt’ora ci sono serristi e negazionisti che si prendono a colpi di grafici tutti diversi sbandierati ognuno con le proprie ragioni e convinzioni… e questo succede proprio perchè le anomalie globali di temperatura sono frutto di osservazioni e acquisizioni tra le più disomogenee della storia scientifica.

    Che roba ragazzi 😦

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: