Home > Uncategorized > Giuro, ce la voglio mettere proprio tutta: contiamo tutti insieme le macchiette della 1029! 3-3 del NOAA che pareggia! (Gol Annullato)

Giuro, ce la voglio mettere proprio tutta: contiamo tutti insieme le macchiette della 1029! 3-3 del NOAA che pareggia! (Gol Annullato)

25 ottobre 2009

1Mi sono sforzato al limite delle mie capacità visive ed anche immaginarie, cercando di contare anche cose che non esistono, giusto per avvicinarmi il più possibile alle 29 macchiette viste stamane dal Noaa!

Pur avendocela messa tutta, io ne ho viste al massimo 18…

provate anche voi, magari siete più bravi di me…questo è il link dove c’è l’ultimo Soho Continum:

http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_igr/1024/latest.jpg

Sono sempre più disgustato da simili conteggi.

Stanno gonfiando all’inverosimile affinchè le loro previsioni siano corrette…beh, così sanno fare tutti…

Ciononostante, bisogna ammettere che negli ultimi 2 mesi la nostra stella ha iniziato un lento cammino di risveglio, e stavolta non sembra più il solito fuoco paglia.

Simon

Intanto il NOAA segna 39, poi ci ripensa e segna 31, poteva pareggiare.

Annunci
  1. Fabio2
    25 ottobre 2009 alle 12:16

    In effetti il Sole sta dando qualche segnale di risveglio. Si tratta di vedere quanto tempo ci mette per ripartire per davvero e, tra un po, fino a dove arriverà. Il “quanto” ed il “fino a dove” sono decisivi per capire se il ciclo 24 sarà solo un ciclo un po più debole dei precedenti, o qualcosa di simile ad un minimo di Dalton o, addirittura, un ciclo sostanzialmente abortito.
    Direi che tutte le ipotesi sono ancora in campo e non saprei ancora quale preferire.

  2. Nintendo
    25 ottobre 2009 alle 12:18

    io sono arrivato a 18, di più no, ma 29 non so proprio dove le hanno viste

  3. Sand-rio
    25 ottobre 2009 alle 12:24

    Anche Locarno, che é un poco meglio di noi a contare 🙂 segnala 18!
    http://www.specola.ch/e/drawings.html

  4. Liber
    25 ottobre 2009 alle 13:54

    Io a 29 ci sono arrivato, ma come per le 20 che avevo contato ieri ho considerato anche quelle piccolissime, che probabilmente nemmeno dovrebbero essere considerate macchie. Cmq poco tempo fa (purtroppo non conservo il link) su un sito di fotografia digitale c’era una foto ad altissima risoluzione del sole ed erano ben visibili tutte queste micromacchiette del cui conteggio ci si ‘scandalizzava’. Di certo con i mezzi odierni avere continuità col passato è un’utopia, e secondo me l’unica cosa veramente indicativa è il Solar Flux.

  5. Toscanaccio
    25 ottobre 2009 alle 14:06

    Il vostro conteggio che numero di wolf assegnerebbe a questa regione?

  6. ice2020
    25 ottobre 2009 alle 14:08

    Bravo, siamo sempre alle solite…

    meglio guardare solar flux ed il campo magnetico solare (Kp-index ed x-ray)…

    tanto anche se entreremo in un minimo di maunder, almeno statisticamente nn ce ne accorgeremmo ormai…

    cma ce ne potremmo accorgere direttamente tramite i cambiamenti climatici verso il freddo…

    dopo gli voglio vedere a piangere gli scienziti solari e quelli dell’IPCC che stanno facendo di tutto statisticamente per normalizzare questo minimo!

    Simon

  7. ice2020
    25 ottobre 2009 alle 14:09

    forse 12

  8. Toscanaccio
    25 ottobre 2009 alle 14:17

    Oddio non esagerare 😀
    Magari 22 vuoi dire…
    Stavolta la regione è riuscita a produrre un bel gruppotto di macchie!
    Penso che sarebbe utile, magari, individuare, tra gli altri, i giorni nei quali, lungo gli anni passati, il NOAA contò circa 40 macchie e paragonare il continuum di quei giorni con quello attuale…

  9. Toscanaccio
    25 ottobre 2009 alle 14:17

    * Circa un 40 di Wolf, con 30 macchie all’interno di una regione

  10. Fabio2
    25 ottobre 2009 alle 14:43

    Dici che non ce ne accorgeremmo ? Nemmeno se tra un anno il solar flux fosse ancora tra 70 e 80 e il numero di giorni spotless superiore a 1000 e ancora in crescita ? Dai, non credo……anche senza volerlo chiamare Minimo di Maunder, ci accorgeremmo che sarebbe un minimo assai strano…..

  11. Fabio2
    25 ottobre 2009 alle 14:47

    Chiaramente, la cosa più probabile che mi aspetto accada è che, tra un anno il Sole non si trovi ancora a questo punto, ma che anzi il solar flux sia decisamente aumentato, le macchie più grandi e più numerose e magneticamente più forti, i raggi x più forti, la TSI in crescita, ecc…..altrimenti saremmo proprio in presenza non di un semplice minimo come quelli ottocenteschi ma di un Dalton o addirittura di un Maunder.

  12. Nintendo
    25 ottobre 2009 alle 15:16

    non confondiamo le macchie dalle zone scure del sole, e ricordiamoci che se due macchie piccolissime sono quasi attaccate in realtà dovrebbe essere considerata come 1 sola macchia, ma è probabile che al NOAA non lo sappiamo.
    il centro di locarno dimostra la sua serietà, come anche Mt Wilson.
    il SIDC piazza un 18 provvisorio per oggi, direi giusto conteggio.
    più passa il tempo più mi rendo conto che il SIDC ha da tempo smesso di gonfiare i conteggi, resta sempre il problema che avendo catania tra le sue fila falsa i giorni spotless e quindi in un modo o nell’altro gli SN mensili salgono.

  13. Fabio2
    25 ottobre 2009 alle 15:31

    Vado (forse) un poco OT e segnalo che sul sito della conferenza SOHO di fine settembre
    http://www.soho23.org
    comincia a comparire qualche commento generale su quello che gli studiosi si sono detti: cito testualmente

    <>

    Interessante, direi, non trovate ?
    che ne pensa Ale ?

  14. Fabio2
    25 ottobre 2009 alle 15:36

    oops, scusate, un errore di copiatura….riprovo:

    “The new millenium solar minimum of 2007-2009 has contained some distinct surprises, including a delayed onset of Solar Cycle 24, the absence of a classical quiescent equatorial streamer belt and anomalously low heliospheric magnetic fileds, densities and temperatures”.

    dunque, che ne pensate ? Sarebbe come dire che non è vero che il Sole sta ripartendo, o sbaglio ? Che ne pensa Ale ?

  15. Sand-rio
    25 ottobre 2009 alle 15:48

    NOAA si pente e adesso segna 31. Riduce l´area a 110!!! Che la 1029 sia giá in fase di decadenza?
    http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

  16. giorgio
    25 ottobre 2009 alle 17:10

    Questa 1029 sembra caduta a pennello per il g20 in Danimarca.Piu fortuna dic cosi i sostenitori del GW nn potevano averla.l”ennesima balla mondiale per sostenere la new economy che oggi si chiama energie rinnovabili prendera vigore e per i prossimi 5-10 anni siamo a posto.Ragazzi ma vi rendete conto se si scoprisse che la co2 non la causa ma solo una conseguenza del GW salterebbero migliaia di migliardi di dollari di investimenti e crollerebbero intere economie e forse anche governi e questo in tempi oltretutto di recessione non se lo puo permettere nessuno.La scienza ancora una volta manipolata a pennello per l”economia.Carbon tax in arrivo per tutti.

  17. bora71
    25 ottobre 2009 alle 17:26

    Verso la fine del minimo? (Sole )

    Dopo una serie spotless lunga 22 giorni, il sole è tornato a produrre macchie grazie alla regione 1029, riconducibile al magnetismo del ciclo 24. Ad ora i sunspots ufficializzati dall’SIDC belga sono 10, ma si stima che nella giornata di ieri (24 ottobre ndr) siano stati più di venti. Le immagini inviate dal satellite SOHO mostrano una regione 1029 decisamente molto attiva, tanto da far schizzare il flusso solare a 77! Un simile valore non si era mai registrato da quando le prime macchie del 24° ciclo sono apparse. Che sia l’inizio della fine del minimo?
    3bmeteo

  18. Rick
    25 ottobre 2009 alle 17:27

    Il problema in ogni caso si può ridurre a un esempio del genere:

    Fumi e ti fai le lampade.
    Non è detto che sia la sigaretta a causarti il cancro alla pelle, ma nel dubbio è meglio smettere….

  19. giorgio
    25 ottobre 2009 alle 17:31

    Simon riusciamo a stare sotto il 5 questo mese.Conteggi NIA.Se passa questa siamo fortunati

  20. Sand-rio
    25 ottobre 2009 alle 18:05

    Pensavate che fosse finita coi numeri del NOAA per ogg?
    Avete sbagliato perché adesso segnano un numero di SSN di 28 con un´area di 130!!!
    http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

  21. Mars4ever
    25 ottobre 2009 alle 18:20

    Ragazzi, ma voi avete mai preso in mano un telescopio anche di soli 80 mm per guardare il Sole?
    Le foto della SOHO sono in BASSA RISOLUZIONE, in altre parole fanno cagare! Come potete contare le macchie da immagini del genere?
    Io oggi il Sole l’ho guardato e ho contato tranquillamente più di 20 macchie.

  22. ice2020
    25 ottobre 2009 alle 18:28

    Visto che ora al Noaa ne vedono 18, direi che per te c’è un posto all’osservatorio di catania come minimo…

  23. giorgio
    25 ottobre 2009 alle 18:48

    piu di 20 forse dovresti usare il microscopio assieme al telescopio.

  24. giorgio
    25 ottobre 2009 alle 18:50

    Nn so Ice 2020 se hai letto la mia domanda.Secondo te ce la facciamo qusto mese a stare sotto quota 5?

  25. gianni
    25 ottobre 2009 alle 18:55

    😀 😀 😀

  26. Andrea b
    25 ottobre 2009 alle 19:22

    per chiudere sopra 5 si dovrebbero contare all’interno del mese di ottobre
    (31 giorni*5 macchie medie giornaliere =155 Macchie Totali )

    https://daltonsminima.wordpress.com/dati-sole-in-diretta/

    RI PROVVISORIO AL 24/10: 0.7

    (0,7*24 giorni=17 circa le macchie contate finora questo mese)

    Abbiamo circa (155-17=138) 138 macchie che dovrebbero essere contate da qui alla fine del mese

    mancano 7 giorni (138:7) dovrebbero contare mediamente 18-19 macchie al giorno per arrivare ad una quota superiore a 5

  27. ice2020
    25 ottobre 2009 alle 19:26

    per il sidc credo di si…

    per il noaa no

  28. Andrea b
    25 ottobre 2009 alle 19:29

    Oggi il sidic mette 18 staremo a vedere se per la fine del mese rimane nel visibile la macchia oppure se non si sgonfia prima.

  29. Andrea b
    25 ottobre 2009 alle 20:02

    scusami mi sono sbagliato nel conto 0,7 x 31= 22 macchie contate questo mese

    quindi 155-22 =133 macchie da contare per superare 5

    133/7 giorni alla fine del mese= circa 19 macchie giornaliere che il sidc dovebbe contare

  30. Rick
    25 ottobre 2009 alle 22:10

    Cari tutti,
    la sostanza non cambia.
    Ragionevolmente dobbiamo ammettere che – di riffa o di raffa – aggiustamenti qui, gonfiamento di dati la’, il minimo – inteso come punto più basso – ce lo siamo lasciati alle spalle.
    Probabilmente, se non avessero compiuto qualche furberia, sarebbe potuto cadere intorno a gennaio-febbraio 2009, ma ormai è andata: Il Sole non è fermo, il Sole è vivo e splendente.
    Solo che per adesso gnaa fa a rendere il ciclo 24 un ciclo “credibile”: è come la parodia di un bullo di periferia: alto un soldo di cacio, balbetta e viaggia su un “Ciao” scassato…

  31. Mars4ever
    25 ottobre 2009 alle 22:35

    Io ho iniziato nel ’99 a guardare le macchie solari, con un rifrattore acromatico da 80 mm, e anche uno strumento così basilare è più che sufficiente per vedere enormemente meglio che in quello schifo di foto della SOHO.
    Se non avete mai guardato il Sole con un telescopio è inutile parlarne. Ecco un esempio di immagini serie ad alta risoluzione dove si vedono tutte le macchie:


    Qui quante ne contate? 😉

  32. ice2020
    25 ottobre 2009 alle 22:48

    Di sicuro 100 anni fa e durante il dalton ed il maunder le vedevano così…

    saluti 😉

  33. Mars4ever
    26 ottobre 2009 alle 10:54

    Ripeto: hai mai guardato il Sole con un telescopio anche modesto?
    E 100 anni fa c’erano già dei telescopi molto più potenti di un acromatico da 80 mm.

  34. ice2020
    26 ottobre 2009 alle 11:29

    100 anni fa avevano i satelliti?

    avevano i magnetogrammi che facevano vedere le zone magneticamente attive?

    Ma SOPRATTUTTO, 100 ANNI FA RIUSCIVANO A VEDERE LA 1028?

    Io direi che è ora che tu te la smetta, capisco che per avere un pò di popolarià bisogna per forza dar contro a NIA in sti periodi, ma quando è troppo è troppo…
    poi mi parli di telescopi da 80 mm e mi posti delle foto con telescopi da 1200!

    direi di finirla qui…almeno io nn ti rispondo più…

    ciao

  35. Mars4ever
    26 ottobre 2009 alle 14:39

    > MA SOPRATTUTTO, 100 ANNI FA RIUSCIVANO A VEDERE LA 1028?

    Non lo so, però sono d’accordo che sia inventata o quasi, e che in passato non hanno contato macchie molto più evidenti di questa (esempi: 03/03/08 e 23/07/09, ti torna?), ma qui non parliamo del fatto se una macchia esiste o no ma di quante macchie ci sono in un gruppo.

    > Io direi che è ora che tu te la smetta, capisco che per avere un pò di popolarià bisogna per forza dar contro a NIA in sti periodi

    Non è che voglio andare contro, voglio solo fare le considerazioni di un astrofilo con 11 anni (e circa 2000 giorni) di osservazione solare alle spalle (contro zero). Quello che voglio dire è che non si può studiare il Sole guardando solo le foto della SOHO.

    > poi mi parli di telescopi da 80 mm e mi posti delle foto con telescopi da 1200!

    Ok, ecco foto della 1029 fatte con l’80, al fuoco diretto (900 mm) con la Canon 350D (data e ora el nome file “aaaammgghhmm”):


    Già queste, nonostante il seeing scarso (specie ieri) sono migliori di quelle della SOHO, e in più all’oculare a 100X si vede di più!

    Per cui se uno vuole vedere tutte le macchie, o fa foto buone oppure prende carta e penna e disegna quello che vede.
    Io ho fatto i disegni e i conteggi del numero di Wolf fino al 2007, poi ho smesso e adesso mi occupo di altro. Queste foto a tutto disco di risoluzione medio-bassa infatti non le uso per contare le macchie ma per un altro lavoro.

  36. Mars4ever
    26 ottobre 2009 alle 15:29

    > poi mi parli di telescopi da 80 mm e mi posti delle foto con telescopi da 1200!

    Guarda che 1200 è la focale, non il diametro! Che ho, il metro e 20 di Asiago? lol
    Il diametro è 110 (un 150 diaframmato).

  37. ice2020
    26 ottobre 2009 alle 15:33

    E invece si parla anche di regioni o macchie che non esistono caro mio, la 1028, la 1020, e poi nn mi ricordo più, ma ce ne sn state, fidati…

    poi chissà perchè qulle del ciclo 23 anche se esigue ma cmq più evidenti della 1028 nn sn state contate…

    Io nn metto in dubbio la tua esperienza da astrofilo, ma qui c’è un evidente manipolazione dei dati di contegio delle macchie, soprattutto da parte del noaa…

    e sai perchè ce l’ho con gli americani?

    Perchè cambiano metodo di conteggio continuamente, ed è lo stesso ente che poi falsifica i dati del GW…

    Speriamo nel sidc il primo novembre… (se nna evsse Catania tra le sue fila sarebbe nn dico perfetto, ma quasi)

  38. ice2020
    26 ottobre 2009 alle 15:36

    Senti, te ti assumi le tue responsabilità quando posti certe foto ad alta risoluzione e poi dici che 100 anni fa le vedevano con uguale risolutezza.

    cari saluti

  39. Mars4ever
    26 ottobre 2009 alle 20:48

    Non so esattamente che strumenti usassero 100 anni fa per guardare il Sole (dovrei sapere com’era anche la qualità dei filtri, di certo non c’era il mylar) ma non è inverosimile che vedessero meglio di come vedo io col piccolo rifrattore.
    Ho solo mostrato un po’ di esempi di immagni per far vedere la differenza tra alta e bassa risoluzione, il confronto col visuale è sempre difficile ed è difficile descriverlo a chi non ha mai messo occhio in un oculare.
    Più o meno il livello di dettaglio delle macchie (meno per la granulazione) che si vede a 100X è circa come quello della foto intermedia:

    > E invece si parla anche di regioni o macchie che non esistono caro mio, la 1028, la 1020, e poi nn mi ricordo più, ma ce ne sn state, fidati…
    > poi chissà perchè qulle del ciclo 23 anche se esigue ma cmq più evidenti della 1028 nn sn state contate…

    Qui sono perfettamente d’accordo, e infatti ho elencato due esempi di macchie certe non contate. E anche negli anni del massimo molti gruppi di tipo A venivano ignorati dal NOAA.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: