Home > Statistica Solare, Uncategorized > Checché se ne dica siamo ancora sotto al 5

Checché se ne dica siamo ancora sotto al 5

3 novembre 2009

Avranno gonfiato fino all’inverosimile i conteggi, interrompono serie spotless con macchie che neanche esistono, però siamo sempre sotto al 5.

Noi a NIA da sempre abbiamo utilizzato questo valore di SN mensile per definire i mesi da minimo profondo e quelli invece da minimo accennato, quindi finché l’SN non sarà sopra al 5 restiamo in minimo profondo, e se per caso dovessimo andare sopra, non basta certo un mese singolo per fare una ripartenza, vi ricordo che quando il sole ripartiva alla fine di un minimo lo faceva costantemente, mica come adesso.

Nella speciale classifica dei minimi in base al numero totale di mesi sotto al 5 questo minimo come sapete si trova sempre più al 4° posto ormai consolidato, il minimo del 1913 si trova al 3° posto con 34 mesi sotto al 5, mentre noi siamo a 27, 7 sono tanti, ma se questo è il ritmo del sole abbiamo tutto il tempo del mondo.

ma c’è un’altra speciale classifica dove questo minimo sta dando più soddisfazioni, cioè i mesi sotto al 5 consecutivi, ebbene siamo arrivati a 19 precisamente al 2° posto, primo resiste il Minimo di Dalton con 24 mesi, mentre il 1913 è ormai lontano con i suoi 15 mesi di fila, anche qui al 1° posto mancano 5 mesi, si può fare, chi lo sa? magari arriviamo prima al 1° tra i mesi consecutivi che al 3° per i mesi totali.

FABIO

Annunci
  1. Andrea b
    3 novembre 2009 alle 10:35

    le misurazioni dei giorni spotless sono diventate giornaliere solo dal 1849. Quelle del minimo di Dalton sono state ricostruite da Wolf
    sapevo che c’era una discordanza con le ricostruzioni inglesi che davano un ssn del minimo di Dalton più alto rispetto a Wolf che è considerato l’ufficiale
    Sarebbe interessante fare un raffronto per mesi sotto ai 5 con le ricostruzioni inglesi.
    Ho detto una stupidaggine per caso?
    Qualcuno conosce qualche link a riguardo?

  2. Enzo
    3 novembre 2009 alle 10:54

    Interessante!!…Fabio pero’ sarebbe stato piu’ carino mettere anche i due grafici:-)
    Pero’ va bene lo stesso.
    ENZO

  3. gianni
    3 novembre 2009 alle 11:39

    Sarebbe un bello spettacolo se il sole ci regalasse un mese di novembre completamente spotless, le incognite su questo minimo aumenterebbero notevolmente, come se già ce ne fossero poche… l’unica cosa che non possono taroccare sono proprio la comparse di regioni attive, se non ce ne sono non ce ne sono punto e basta…

  4. Nintendo
    3 novembre 2009 alle 11:48

    si 😀
    gli SN mensili ufficiali partono dal 1750 circa e sono quelli definitivi, mentre quelli ufficiosi partono dalla fine del 1600, e le prime rilevazioni dai primi anni del 1600, con Galileo.

    la data del 1849 è significativa perchè sono da quell’anno le osservazioni giornaliere venivano annotate ufficialmente e quindi solo da li è possibile risalire ai giorni spotless.

  5. Nintendo
    3 novembre 2009 alle 11:49

    è una roba un po’ lunga e per farlo dovrei ricostruire tutti i cicli, mi scoccia 😀

  6. Enzo
    3 novembre 2009 alle 13:25

    Ok Fabio o Nintendo…il secondo grafico l’ho aggiornato io da uno precedente che avevo… ma non so come posso caricarlo qui… se vuoi te lo mando e lo inserisci.
    ENZO

  7. tecno
    3 novembre 2009 alle 13:36

    anche oggi Blank…
    e se lo strat-cooling che sta avvenedo al circolo polare artico fosse determinato dalla mancaza di watt per riscaldare gli strati superiori dell’atmosfera?? parlo di oltre 30km di altezza..

  8. Andreabont
    3 novembre 2009 alle 13:56

    scusate se chiedo una cosa, ma questa mi è sfuggita.

    Il fatto che le soho siano fuori uso a cosa è dovuto? Non sarà mica colpa della incompiutezza della Deep Space Network ??

  9. Nintendo
    3 novembre 2009 alle 14:05

    è lo stesso, si può anche fare a meno.

  10. ice2020
    3 novembre 2009 alle 14:32

    Ottimo lavoro Fabio e comlimenti a tutti gli intervenuti in queste ultime discussoni, davvero molta gente preparata qui su NIA!!

    Ebbene, oggi va un pò meglio, ho aggiornato anche i dati del sole in diretta per chi volesse darci uno sguardo…ma questi problemi di stomaco (sarà l’h1-n1, nn lo so, so solo che nn stavo più male così da anni) mi costringono a nn essere presente neppure oggi a pieno organico…

    cmq continuate così e gran minimo ragazzi, il sole sembra tornato dormire, e vete visto alla fine il solar flux dove è tronato?

    Avanti così!

    Simon

  11. ice2020
    3 novembre 2009 alle 14:47

    Certo che a gardare il magnetogramma Gong oggi, il sole sembra proprio in coma un’altra voltra…
    purtroppo il solito periodo di off-line dei sat Soho e Stereo, quindi nn possiamo sapere quello che sta accdendo nella aprte nn visibile del disco solare…

  12. ice2020
    3 novembre 2009 alle 14:59

    Cmq unltima osservazione e poi richiudo per un pò, alla fine il Sidc nn ha contato le 2 segnalazioni di catania ma quella dell’ 11 ottobre, che se vi ricordavate, era quella che poi aveva rettificato il giorno dopo…

    insomma molta strana sta cosa…

    a più tardi (forse…) 😉

  13. Nintendo
    3 novembre 2009 alle 15:35

    si infatti il giorno che aveva rettifica zero direttamente il giorno dopo alla fine è stato contato, mentre ciò che aveva segnalato Catania non è stato contato ( primo caso da Agosto 2008, cioè da quando guardo anche i valori di Catania ), strano.

  14. apuano70
    3 novembre 2009 alle 18:34

    Un po’ di fumo negli occhi forse?
    Dalle mie parti si usa dire che “poggio e bua fan pari”, ovvero l’uno compensa l’altra.
    Bruno

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: