Home > Ciclo 24, ciclo solare 25, Nowcasting Solare > UNA NUOVA MACCHIA A POLARITÀ INVERTITA!!

UNA NUOVA MACCHIA A POLARITÀ INVERTITA!!

13 novembre 2009

Catania segnala una nuova area nel sud del sole con polaritá invertita.
combimap450
Qui possiamo vedere il magnetogramma gong in cui possiamo proprio notare come la polaritá é del nuovo ciclo 25!
gong_current_mag

E questo é il continuum gong dove si vede la macchia che é sorta nel sud emisfero del sole a destra. Soho naturalmente per ora non aggiorna.

gong_current_int

Con questa nuova macchia a polaritá invertita chiederemmo al prof. Svalgaard se per lui anche questa nuova macchia é del ciclo 24 “solamente” con polaritá invertita e se non pensa che effettivamente non sia iniziato il nuovo ciclo 25?

Sand-rio

UPDATE: Ora aggiorna pure Soho, chiaramente si tratta di una regione “trans”, vediamo, come scritto sopra, se anche questa come tutte le altre, rientra per il Dr.Svalgaard tra quelle del “ciclo 24 trans” che ricordo hanno una casistica del 3%!

1Ma le sorprese non sono finite, visto che ve ne è anche un’altra con magnetismo invertito sempre nel sud emisfero, la vedete cerchiata anche se non ha dato macchie finora…

questo è il Continum:

2

Altra bella gatta da pelare per quelli delli del Nasa/Noaa che non possono continuare a fare finta di nulla, qui sta accadendo qualcosa di molto strano, se una prova non fa un indizio (1030) due iniziano ad essere quanto meno imbarazzanti per chi ha deciso da troppo tempo la tattica del silenzio… Incredibile ed appasionante al contempo quello che sta accadendo alla nostra stella! Chissà se a Copenaghen qualcuno parlerà di tutto ciò, che potrebbe davvero avere un impatto devastante sul clima mondiale molto di più di quello che si pensi possa fare la CO2!

Simon

Annunci
  1. 13 novembre 2009 alle 10:43

    Simon scusa se ho inserito l´articolo senza consultarti, ma la novitá per me ne valeva la pena.
    Non credo che attualmente la macchia riceverebbe una segnalazione col NIA´s count, ma dal continuum gong (ingrandendolo) la macchia si vede!

  2. furio
    13 novembre 2009 alle 11:11

    ..si vedeva già nel soho continuum delle 2.20, era un poro appena visibile, ma non di rado cose simili sono state contate ufficialmente, come ben sappiamo…

    ad ogni modo, a giudicare dal gong, adesso la macchia “è più macchia” e sicuramente visibile…

    la latitudine non lascia adito a dubbi, non può essere 23, o 25 o 24 invertito…ma queste inversioni cominciano ad essere un pò troppe…

    aspettiamo con ansia il nuovo aggiornamento soho 🙂

    p.s. dato che lo possiamo fare tranquillamente anche noi, proporrei di contare quante sono queste macchie a polarità invertita ad alte latitudini e rapportarle al totale…così avremo percentuali precise da sottoporre a chi di dovere (Svalgaard etc) per chiedere spiegazioni…

  3. 13 novembre 2009 alle 11:13

    Finalmente SOHO aggiorna e sivedono 2 spot.
    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_igr/1024/latest.html

  4. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 11:40

    curioso come la regione attiva in basso a sinistra, ben più grande e a polarità chiaramente invertita rispetto a quella a destra, non produca alcuna macchia.
    Mentre quella piccolina a destra abbia ben due macchioline, piccole ma ben visibili.

    Allora siamo entrati nel ciclo 25 ? Quindi il 24 ha abortito? Se è così,è roba da minimo di Dalton. Anche per allora, fine ‘700, si disse che probabilmente il Sole aveva “saltato” un ciclo. E i due successivi furono molto deboli.

  5. Nintendo
    13 novembre 2009 alle 12:11

    ancora 25?
    se continua così l’SSN sarà si maggiore di 5 ma sarà quasi tutto dovuto a macchie di polarità del ciclo 25.
    oltretutto guardate a che latitudine è, BASSISSIMA.

  6. Nitopi
    13 novembre 2009 alle 12:20

    Si vedeva anche su shoho..
    Ciao
    Luca

  7. GIANFRANCO
    13 novembre 2009 alle 12:21

    RAGAZZI, MA QUINDI TUTTO QUESTO COSA SIGNIFICA?

  8. Nitopi
    13 novembre 2009 alle 12:21

    Pardon… si vedeva il magnetogramma..
    Ciao
    Luca

  9. Nitopi
    13 novembre 2009 alle 12:28

    Non e’ spot, per i nostri criteri

    Pero’ sono proprio belline….

    Avevo visto stamattina la zona e mi sembrava bella compatta, anche se piccolina… ed ecco….

    Ciao
    Luca

  10. nitopi
    13 novembre 2009 alle 12:33

    parafrasando un poeta…
    «Ci sono più cose in cielo e in terra, prof. Svalgaard, di quante ne sogni la tua filosofia.»

  11. ice2020
    13 novembre 2009 alle 12:42

    Hai fatto benissimo, firmati cmq la prox volta a fondo articolo, infatti pensavo fosse stato Fabio…

  12. Andrea b
    13 novembre 2009 alle 12:44

    Incredibile che ha distanza di pochi giorni dalla 1030 (invertita) se ne presenti un’altra di queste invertite (trans).
    La conteranno?
    Se seguono i criteri dei passati mesi (es 1028) dovrebbero contarla.
    Certo che queste macchie invertite stanno iniziando ad essere un po più del 3%.

  13. ice2020
    13 novembre 2009 alle 12:45

    laltitudine alta quella…va beh ti sarai confuso…

    sn quelle vicino all’equatore che invece hanno latitudine bassa…

    Simon

  14. ice2020
    13 novembre 2009 alle 12:46

    nn ho mai pensato fossero macchie invertite dentro di me…certo aspettavo ulteriori conferme, e sembra che nn abbia dovuto apettare tanto tempo…

    Chissà Ale cosa ci dirà—

  15. Nintendo
    13 novembre 2009 alle 12:54

    io la latitudine sud la chiamo bassa.

  16. ice2020
    13 novembre 2009 alle 12:55

    ma in realtà vale la regola dell’emisfero nord…cmq sn cavolatine giusto per dire che avevi sbagliato 😆 lol: lol:

  17. 13 novembre 2009 alle 13:25

    Quando commentammo l´articolo di Hathaway sulle macchie invertite avevamo detto che per avere una conferma che il nuovo ciclo 25 era iniziato occorreva che anche l´emisfero sud del sole si manifestasse con una macchia del nuovo ciclo.
    Non abbiamo dovuto aspettare molto!
    Su solarcycle24 Svalgaard ancora non commenta la polarita di questa nuova macchia che dovrebbe prendere il numero dal NOAA di 1031 perché le spot ci sono e chiaramente, anche se piccoline.
    Se fossero, come sembra, del nuovo ciclo 25 possiamo cominciare a suonare il de profundis al ciclo 24 abortito sul nascere anche se dará ancora per diversi mesi macchie.
    Se cosí fosse una grand minimum ci aspetta!
    A meno che, tutto quello che questi professori fisici solari universitari hanno raccontato per anni ai loro alunni erano frottole, quando spiegavano cosa significa ciclo abortito in termini di arrivo di un grande minimo.

  18. ice2020
    13 novembre 2009 alle 13:28

    Si quoto!

    é molto probabile che all’inizio del minimo di Dalton accadette ciò, nn lodico io ma gli scienziati!

    2 cicli all’interno di un unico ciclo di cui uno ha praticamente abortito, e poi si è passati direttamente al minimo di Dalton…

    ALE, Dove sei???

  19. 13 novembre 2009 alle 13:33

    Non riesco a connettermi dal Brasile con il sito astronomico di CT.
    Comunque la nuova area prende due spot sia da CT che dalla specola belga.
    La latitudine é di 25° sud e quindi compatibilissima con quello che ci si aspetta da una macchia del ciclo 25 la larghezza dell´area é segnalata come 20.

    http://hirweb.nict.go.jp/dimages/solinfo/20091113.html

  20. mcardini
    13 novembre 2009 alle 13:34

    Vedendo la posizione lontana dall’equatore delle nuove macchie, si direbbe proprio che sono del nuovo ciclo 25!
    Penso che siano pochi dubbi, le macchie del ciclo 24 all’equatore, significano che il ciclo e’ al suo massimo.

  21. Nintendo
    13 novembre 2009 alle 13:41

    a questo punto proclamiamo ottobre come massimo del ciclo 24 😀

  22. Nintendo
    13 novembre 2009 alle 13:46

    Locarno non conta però, vediamo se è davvero il centro principale del SIDC

    EDIT: conta anche il SIDC

  23. Alberto Omonimo
    13 novembre 2009 alle 13:50

    Una domanda:
    a proposito del confronto con le osservazioni di 100 anni fa,
    sicuamente le amcchie di oggi le avrebbero viste, ma non avendo
    il magnetogramma non avrebbero pensato che fossero del ciclo 24 ?
    In pratica (domanda per assurdo): e se il ciclo di 11 anni fosse avulso
    dal campo magnetico ?

    Alberto

  24. ice2020
    13 novembre 2009 alle 13:52

    Anche se dovesse partire il ciclo 25, il 24 nn mollerebbe subito, anzi continuerebbe almeno per alcuni mesi-1 anno…

    a questo punto però tutte le previsioni dei maggiori entri mondiali dovrebbero essere rivisti…

    sarebbe un bel casino!

    Uso il condizionale perchè d’obbligo in questi casi…

    certo che 2 regioni a polarità invertita, una nel nord emisfero, l’altra in quello sud, con la giusta latitudine ed in rapida successione, nn possono più rientrare statisticamente in quel range del 3% fissato da svalgaard!

    Non credo bisogni avere alle spalle grossi studi di statistica per capire ciò…tenete poi presente che anche nell’anno passato comaprirono altre regioni a poalrità invertita, e già all’epoca solo NIA osò dire che poteva anche tarttarsi dell’inizio del nuovo ciclo…

    siamo solo un blog amatoriale, ma se ci avessimo preso…. (senza poi conatre le prese per i fondelli che il sottoscritto ha dovuto buttar giù in tutto questo tempo…)

    Avanti così!

  25. andrea b
    13 novembre 2009 alle 14:02

    avulso 1 (agg.) Staccato, isolato, estraneo. ~ separato. pertinente. Sinonimi: isolato, separato, staccato,distaccato
    Non conoscevo il termine avulso 8)

    Non credo si possa ritenere staccato il campo magnetico dal ciclo di circa 11 anni.
    Se no la legge di Hale andrebbe a farsi benedire.

    Certo che per migliori spiegazioni ci vorrebbe Ale.

  26. sbergonz
    13 novembre 2009 alle 14:02

    Sta diventando più interessante la ripartenza del minimo stesso…

  27. Andreabont
    13 novembre 2009 alle 14:05

    Vuol dire che potrebbe esserci una sovrapposizione di due cicli solari il 23/25 (tra i due i dubbi restano ancora) con l’attuale 24.

    Dato che sono a polarità reciproca si “elidono” a vicenda: una possibile spiegazione per questo minimo.

  28. apuano70
    13 novembre 2009 alle 14:12

    Se consideriamo che macchie vere del ciclo 24 se ne sono viste veramente molto poche ed inserite in un contesto dove hanno prevalso quelle del morente ciclo 23, il deciso affacciarsi del ciclo 25 potrebbe essere capace di invalidare l’ipotesi di un ciclo 25 molto debole oppure questa è proprio una conferma che stiamo andando verso una fase di estrema debolezza del nostro astro?
    Grazie a chi mi vorrà rispondere!
    Bruno

  29. andrea b
    13 novembre 2009 alle 14:16

    io sono curioso di vedere gli ssn al massimo

  30. apuano70
    13 novembre 2009 alle 14:22

    Intanto Archibald ci propone nuovi spunti di similitudine con il Maunder!

    http://wattsupwiththat.com/2009/11/12/another-parallel-with-the-maunder-minimum/

    Bruno

  31. 13 novembre 2009 alle 14:30

    L´esistenza del magnetismo solare fu scoperto nel 1908 con osservazioni di tipo spettropolarimetrico eseguite sulle macchie solari.
    Da allora é stato studiato a fondo il campo magnetico sia del sole che delle sue manifestazioni esterne.
    Oggi sappiamo per certo che anche il ciclo solare é dovuto in gran parte al suo campo magnetico.

  32. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 14:31

    Premesso che dovrebbe essere Hathaway in persona a rispondere, per quanto ne so, non ci sono precedenti in materia.

    Esistono sospetti circa un ciclo abortito all’inizio del minimo di Dalton, ma allora il magnetogramma non esisteva 🙂

    Un altro caso indiziato di somiglianze sarebbe costituito dai 6-7 decenni del minimo di Maunder, durante i quali (pare) sia “saltato” completamente il meccanismo undecennale di comparsa e scomparsa delle macchie.

    Ma sono poco più che somiglianze, indizi, mancano le prove, almeno per ora.
    Non resta che aspettare: se comparissero una serie di macchie a polarità invertita, e superassero com numerosità quelle del ciclo 24, diciamo nel giro di un anno, sarebbe una prova di per se’.

    Basta aspettare, tanto ci penserà il Sole a farci capire che cosa intende fare.

  33. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 14:32

    Indizi, solo indizi, per quanto suggestivi.

    Certo che se alla NASA sapessero spiegare il perchè delle macchie a polarità invertita……..spero lo facciano presto…..

  34. 13 novembre 2009 alle 14:41

    Great work Simon, not many will question what is going on right now. This is the first time in human history that we can witness a true grand minimum with the tools needed to make an accurate measure. I am not sure we can say SC25 is already here, sunspots develope off torsional oscillations that flow upwards from the Tachocline, SC25 flows are not happening yet. It is more likely to be a result of a highly unorganized SC24 that is being completely disrupted by outside influences. There is much to learn.

  35. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 14:59

    According to what you said, SC24 is being aborted anyway, by a rising SC25 or by something else. Many of us think something like this.
    I am now waiting for the “smoking gun”, or at least for some more facts, such as more spots with inverted polarity.

  36. 13 novembre 2009 alle 15:02

    Geoff, I do not know if it is more acceptable to end a loop 24 and the birth of the cycle 25 that the disorganization of SC24 as you say

  37. andrew
    13 novembre 2009 alle 15:11

    Ragazzi non so se l’avete notato ma l’a-index il k-index e il vento solare non sono mai stati così bassi neanche durante le fasi più acute del minimo

  38. 13 novembre 2009 alle 15:12

    Finalmente abbiamo una notizia certa su questa macchia a ciclo invertito…. i grandi centri mondiali di ricerca di fisica solare, l´IPCC, l´ONU, la croce rossa, e l´automobile club hanno detto che é colpa del….
    venerdí 13 che porta sfortuna anche al sole!
    🙂 😆

  39. Alberto Omonimo
    13 novembre 2009 alle 15:13

    dove vedi questi dati ?

  40. Nintendo
    13 novembre 2009 alle 15:18

    si come no, io non saprei riconoscere una macchia del 23 da una del 24.

  41. Nintendo
    13 novembre 2009 alle 15:19

    pensavo che fosse colpa del riscaldamento globale 😀

  42. 13 novembre 2009 alle 15:25

    Qui puoi avere tutti i dati del sole:
    http://www.persicetometeo.com/public/sole_monitoring.htm

  43. Alberto Omonimo
    13 novembre 2009 alle 15:32

    Grazie 🙂

  44. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 15:44

    La combinazione diabolica del venerdì 13 e del riscaldamento globale ha prodotto bene due macchie anomale……ma sicuramente la cosa non si ripeterà 😉

  45. ALE
    13 novembre 2009 alle 15:55

    La corona sta imponendo la sua legge a GRAN VOCE!!!!
    Il ciclo 24 genera solo micetti nel “recinto di Carrington” dove sono nate la
    1019
    1024
    1029 &C!!!!

    Avanti così verso un MINIMO PROFONDO!!!
    ALE

  46. ALE
    13 novembre 2009 alle 16:02

    Quelle probabilmente sono FACULAE del SC25, crescono SMODATAMENTE fino a dare SPOT perchè c’è NOTEVOLE SUPPORTO magnetico degli Streamers Plasma-Flow in assetto da Ciclo dispari!!!!
    ALE

  47. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 16:03

    E delle macchie a polarità invertita, che ne pensi?
    Ciclo 25 che soffoca il 24, oppure anomalie dello stesso 24? So che l’effetto potrebbe essere lo stesso, ma giusto per capire……

  48. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 16:03

    Ok 🙂

  49. furio
    13 novembre 2009 alle 16:24

    ..beh, adesso non esagererei col dire che il ciclo 24 è al suo culmine 🙂 ne avrà ancora un bel pò di macchie da dare…

    inoltre lascerei perdere le regioni a polarità invertita posizionate all’equatore (che cmnq quasi mai danno origine a macchie), prendiamo quelle a latitudine alta e cominciamo a contarle rapportandole a quelle del ciclo 24…

  50. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 16:40

    Sono d’accordo, piedi per terra, niente “de profundis” al ciclo 24 senza prove convincenti.

    Per il momento limitiamoci a contare le regioni attive a polarità invertita che si trovano a latitudini medio-alte (almeno 25-30 gradi nord e sud): finora sono due, almeno quelle che hanno prodotto macchie.

    Quante sono le regioni attive riconducibili al ciclo 24 che hanno dato origine a macchie? Sbaglio se dico, seguendo la numerazione, che sono 29 su 31?

    2 su 31 (la 1030 ha polarità invertita, la 1031 pure) sarebbe circa il 6,5%.
    Per ora è un po’ troppo, rispetto al 3% ritenuto “fisiologico” da Svalgaard.
    Aspettiamo e vediamo se questo valore si riequilibra, oppure se cresce ulteriormente.

  51. 13 novembre 2009 alle 16:56

    Quando nel luglio del 2006 spunto una macchia invertita che non ricevette neanche una numerazione, tanto era insignificante, Hathaway dichiaró che quello era il segnale dell´inizio del ciclo 24.
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/11/09/la-macchia-invertita-1030-e-l%C2%B4inizio-del-nuovo-ciclo-25/

    Oggi dopo tante manifestazioni di macchie trans, cosa dobbiamo pensare?
    Come dice Geoff che si tratta sempre del ciclo 24 impazzito? O come diceva Hathaway nel 2006, una macchia invertita vicino ai 30° nord/sud dichiara sempre l´inizio di un nuovo ciclo?

  52. Fabio2
    13 novembre 2009 alle 17:04

    Il problema, a mio modesto avviso, è che nessuno (me per primo, povero profano 😦 ) sta capendo granchè del comportamento attuale del Sole: non ci sono precedenti ben confrontabili, dunque le ipotesi si moltiplicano e gli indizi possono essere fuorvianti, anche se spesso molto suggestivi.

    D’altra parte, se ricordate, qualche settimana fa avevo postato la traduzione di una presentazione di Svalgaard in cui, tra le altre cose, si riassumevano le principali previsioni sul prossimo massimo solare, elaborate negli ultimi anni: si andava da un ciclo debolissimo (30-40) ad un supermassimo (180). Più chiaro di così………

    Per questo credo proprio occorra aspettare un po di mesi, vedere se
    – la novità delle macchie a polarità invertita si ripete o rimane un caso (doppio) isolato
    – il ciclo 24 parte per davvero o resta al palo (più macchie)
    – gli altri parametri si schiodano dai valori bassi che hanno tuttora.

    Resto convinto che entro la prossima estate le cose saranno molto più chiare, in un senso o nell’altro.

  53. ice2020
    13 novembre 2009 alle 17:24

    ma infatti…aspettare ragazzi…aspettare ancora qualche mese…

    gli indizi ci sn tutti, le stranezze di questo ciclo sn ormai evidenti…

    proponiamo pure delle ipotesi…anche le più bizzarre…

    Dice bene Ale e anche Geoff quando affermano che la corona solare sta imprimendo la sua legge…

    Gran bel minimo!

    Simon

  54. ice2020
    13 novembre 2009 alle 17:28

    Intanto da rimarcare come per il noaa sia smpre problematico dover contarecerte macchie…a quest’ora del giorno ancora nn si sn pronunciati, se aesse avuto plarità del ciclo 24 sarebbe già stata conteggiata 3 ore fa!

    http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

  55. ALE
    13 novembre 2009 alle 18:29

    Probabilmente la nostra Stella sta mettendo in campo uno spettacolo già visto nei Grandi Minimi passati! Ora abbiamo la teconlogia per analizzare a fondo il fenomeno e purtroppo a volte questa viene solo usata per gonfiare SSN al fine di assecondare probabili biechi interessi economici (Almeno sembrerebbe!).
    Su http://www.spaceweather.com non ne parlano nemmeno della AR che si sta formando e anche il NOAA sta “ballando nel manico”, quello che potrebbe accadere è un mese di Novembre in cui si sono manifestate solo AR a polarità invertita!!!
    Aspetto con ansia la AR 1029 per vedere:
    a) se ci sono ancora Spots al suo interno;
    b) Lo stato della coppia magnetica che la sostiene.

    Oggi abbiamo visto come la comparsa della nuova AR “Dispari” (Cycle 25) ha inibito magneticamente l’altra AR più a SX presente nell’emisfero meridionale, segno della sua “Genuinità magnetica”.
    Se fosse stata semplicemente una Reversed AR non ci sarebbe stato questo fenomeno, fenomeno per altro già messo in campo dalla 1030 quando la sua comparsa inibì una Proto-AR vicino all’Equatore!!!
    ALE

  56. ALE
    13 novembre 2009 alle 18:35

    Intanto Kevin di SC24.com non commenta più di tanto la nuova nata, se fosse del SC24 ne avrebbe sicuro parlato con più enfasi!
    Mi colpisce il Kp INDEX:
    http://www.solarcycle24.com/planetk.htm
    MAI VISTO COSì per 3gg di fila!!!
    ALE

  57. andrew
    13 novembre 2009 alle 18:45

    IL MAUNDER MINIMUM O SPORER MINIMUM SONO MOLTO VICINI COSì COME LA STORIA AVANTI COSì 🙂

    L’attività del ciclo 24 continua ad essere veramente bassa perchè inibità forse dal nuovo ciclo entrante e cioè il ciclo 25 e il ciclo 25 non decollerà perchè inibito dal ciclo 24 questo vuol dire che il susseguirsi dei cicli si è inceppato e ciò successe solo nei grandissimi minimi del passato io ormai ho ben pochi dubbi anche se questo mese supererà i 10 come valore medio di ssn se vanno avanti a contare qualunque cosa ma in verità me l’aspettavo queste non sono macchie perchè come diceva Ale non hanno nessun’attività magnetica ne emissioni di x ray e via discorrendo è un gran minimo e potrebbe rimanere così per anni e non ci sarà nessun aumento dei sunspot

  58. andrew
    13 novembre 2009 alle 18:48

    esatto Ale l’ho notato anch’io neanche l’anno scorso ad agosto nella fase più profonda del minimo è stato così basso attività magnetica nulla

  59. 13 novembre 2009 alle 18:48

    In attesa che finiscano le telefonate calde tra gli scienziati della NASA, NOAA e SIDC per decidere se dare il numero 1031 a questa nuova area imbarazzante, anche monte Wilson segnala le due sunspot a 27° sud.

  60. ice2020
    13 novembre 2009 alle 18:51

    direi sempre più imbarazzante la situazione del NOAA…

  61. ice2020
    13 novembre 2009 alle 18:54

    per chi volesse seguire anche su solar cycle 24.com, ho appen lasciato un TD:

    http://solarcycle24com.proboards.com/index.cgi?board=general&action=display&thread=920

    Speriamo che ilDR.Svalgaard risponda

  62. Andreabont
    13 novembre 2009 alle 20:17

    Mi tocca fare nuovamente il punto della situazione:

    Rispetto a qualche tempo fa cosa è cambiato? Il sole ha dato prova di avere ancora un minimo di attività, qualcosa di più di quella che non ha fatto vedere durante il mese spotless… ma poca roba, roba equiparabile ancora ad un minimo dei cicli passati.

    Dunque questo minimo è finito o no? NI, NO perché l’attività rimane ancora estremamente bassa, SI perché ne abbiamo registrato un aumento.

    Dunque cosa sta accadendo? Non sappiamo ancora con certezza, ma abbiamo indizi simpatici che mi stanno facendo sorgere molta curiosità: macchie a polarità invertita lasciano intendere una probabile sovrapposizione tra ciclo pari e ciclo dispari… se fosse così sarebbe interessante, inoltre questa ipotesi spiega perché il sole non riparte. I cicli si indeboliscono a vicenda.

    Ma temo che sia ancora troppo presto per gridare al minimo “sicuro”… sia chiaro, ormai lo trovo molto probabile, ma ancora la certezza non l’abbiamo:

    Come dicevo, e ribadisco, la certezza la avremo al “giro di boa”, ovvero quando raggiungeremo il massimo del ciclo 24.

    Questo massimo che dobbiamo aspettare è coperto dal mistero: ci sarà? come sarà? quando sarà?

    Non lo sappiamo, possiamo solo ipotizzare, è per questo che dobbiamo aspettare che si verifichi per saperlo. Non ci resta che goderci lo spettacolo: il massimo del 24 potremmo avercelo sotto gli occhi senza nemmeno rendercene conto XD

  63. enzo
    13 novembre 2009 alle 20:35

    Ciao Ragazzi/e
    puo´alora succedere qualcosa di grave? O non c´e da preoccuparsi?

    Si parlava di un inverno freddo!!

  64. Stefano Riccio
    13 novembre 2009 alle 20:47

    Guarda che per avere effetti sul clima bisogna aspettare una decina di anni o più e sperare che il minimo prosegua così.
    é troppo presto per valutare gli effetti sul clima di quasto minimo.

  65. enzo
    13 novembre 2009 alle 20:48

    Grazie

  66. andrew
  67. Andreabont
    13 novembre 2009 alle 21:20

    L’attività solare avrà effetti (Se li avrà) solo nei prossimi anni, anche se previsioni a breve termine danno effettivamente un inverno rigido e nevoso.

  68. ALE
    13 novembre 2009 alle 22:07

    X AndreaBont:
    Ottima analisi Andrea! I MINIMONI si aprono sempre con cicli che presentano massimi molto deboli e abortiscono magneticamente…
    Mi sembra che NOAA non conti la AR dunque è la prova che si tratta proprio di UNA SC25 Genuina!!!! Altrimenti l’avrebbero contata! Oramai non c’è da fidarsi appena compare qualche cosa che non gli piace e che va contro le loro previsioni NON CONTANO!!!! Ricordiamo la 1025, la 1028 che durarono davvero pochissimo ma furoino prontamente contate, merito a Catania che conta sempre e comunque, almeno sono coerenti!!!
    ALE

  69. 13 novembre 2009 alle 22:12

    INCREDIBILE!!!
    NOAA non conta la macchia!!
    http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

  70. ALE
    13 novembre 2009 alle 22:26

    Comunque anche Kevin di SC24 va dietro alla “mandria” (E da parte sua e’ anche comprensibile e NON condannabile!) chiama questa AR come SunSpeck mentre roba che aveva anche meno della metà di area ma appartenente al sc24 veniva definita SunSpot e prontamente veniva inserita nel catalogo cerchiandola a volte perchè talmente MISERA da vedersi a fatica (Vedi 1025 o 1028)!!!!!
    guardate Voi:
    http://www.solarcycle24.com/sc24.htm
    Va bene! E’ un’altra prova della genuinità della macchia!!!!
    Anche spaceweather.com non ne parla nemmeno!!!!
    Altra prova della Genuinità della macchia!!!
    ALE

  71. 13 novembre 2009 alle 22:43

    Adesso sappiamo quale politica seguono al NOAA, la politica dello STRUZZO!
    Con questo di oggi hanno superato la soglia del ridicolo.

  72. Gi@nni
    13 novembre 2009 alle 23:09

    Da profano, è possibile che il cicli 24e25 si sovrappongono diano assieme macchie creando non pochi casini?

  73. 13 novembre 2009 alle 23:17

    Nelle fasi di transizione di un ciclo con l´altro succede sempre che il ciclo precedente si manifesti dando macchie nella zona equatoriale e il nuovo ciclo cominci a dare macchie ad alte latitudini. La durata del fenomeno dura circa 2 anni fino alla scomparsa definitiva del vecchio ciclo e quello nuovo avanza spostandosi verso il suo massimo.
    Il problema adesso é che il ciclo 24 é iniziato nel 2006 e la comparsa di macchie a polaritá di un nuovo ciclo sta avvenendo troppo presto, come se il ciclo vecchio fosse giá in fase di massimo e in via di decadenza entro un paio di anni. In questa maniera il ciclo 24 sarebbe di appena 5 anni. Cosa peraltro giá successa quando sono iniziati i grandi minimi solari.

  74. ida
    14 novembre 2009 alle 07:47

    vorrei chiedervi una cosa semplice semplice
    Se il Sole è una stella variabile, e se il minimo di Maunder è stato tra il 1650 e il 1715, cioè 349-414 anni fa, e se stiamo entrando in un minimo ciclicamente forse “tipico” della stella, durato circa 65 anni,
    allora tracce di un altro grande minimo dovrebbero esserci 3-400 anni prima del 1650.
    Ci sono?

  75. Fabio2
    14 novembre 2009 alle 08:04

    In effetti ci sono: si stima che il precedente “grande minimo” (Minimo di Wolf) sia avvenuto tra il 1280 ed il 1350, grosso modo. E il precedente tra Cioè circa 365 anni prima del Maunder.
    Curiosamente, prendendo per buone queste date, l’inizio del grande minimo successivo sarebbe prevedibile per il……2010……circa….

    In sostanza, se si dimostrasse che i grandi minimi come il Maunder hanno intervalli di 350 anni o poco più, il tempo di un altro grande minimo sarebbe proprio adesso.
    Ma forse la questione non è così semplice: il minimo precedente a quello di Wolf (Minimo di Oort) pare sia avvenuto tra il 1040 ed il 1080, anche se sono valutazioni approssimate. In questo caso, ci sono 100 anni che ballano.

    E allora ?
    E allora aspettiamo: il Sole dagli anni ’30 del XX secolo fino a qualche anno fa ha avuto forse il periodo di maggiore attività degli ultimi 8000 anni; ora è abbastanza normale che si prenda una pausa.
    Il problema è: quanto sarà lunga e profonda questa pausa ?

  76. Luigi Lucato
    14 novembre 2009 alle 08:14

    relazioni clima attivita umane nella storia

  77. Luigi Lucato
    14 novembre 2009 alle 08:17

    e qui selezionando le date puoi leggere la storia e vedre un po di diagrammi
    http://www.longrangeweather.com/Long-Range-Weather-Trends.htm

    se il primo grafico è giusto
    sembra che le fasi fredde stiano aumentando di intensità

    magari siamo alla fine di una fase interglaciale secolo più o meno.

  78. Fabio2
    14 novembre 2009 alle 08:17

    Ida, solo una precisazione, non prenderla come una pignoleria: il Sole non è una stella variabile, in termini astronomici. Anzi, per quanto ne sappiamo, fin dalla nascita è stata una stella straordinariamente costante, tanto che la vita sulla Terra, da quando è iniziata (oltre 3 miliardi di anni fa), non si è mai estinta, nemmeno per un breve periodo. E’ la prova più chiara, a mio modesto avviso, della sostanziale grande costanza dell’attività solare, pur con le sue piccole cicliche variazioni.

    Le vere stelle variabili sono altre:
    per alcuni concetti di base, ti suggerisco di vedere ad esempio
    it.wikipedia.org/wiki/Stella_variabile
    oppure
    gacb.astrofili.org/variabili.html

  79. 14 novembre 2009 alle 08:18

    Bhe supporre che esista una ciclicitá di circa 360 anni allora implica che la teoria degli allineamenti planetari di Timo Niroma è inesatta o inconsistente… o che gli allineamento influiscano in maniera consistente sulla ciclicità dalla eventuale variabilita del Sole, aumentantode gli effetti .
    Queste ipotesi andrebbero analizzate e confrontate con i dati in nostro possesso.

  80. Fabio2
    14 novembre 2009 alle 08:20

    Ma non dovrebbero passare circa 20.000 anni tra un’era glaciale e quella successiva?

  81. Luigi Lucato
    14 novembre 2009 alle 08:22

    mi sembra sui 12500
    ma devo verificare

  82. Luigi Lucato
    14 novembre 2009 alle 08:24

    penso che siano più cicli che si modulano a vicenda

  83. Fabio2
    14 novembre 2009 alle 08:27

    Se è così, allora ci siamo quasi…..brrr…..

  84. Fabio2
    14 novembre 2009 alle 08:29

    Infatti, troppo semplice, come dicevo, perchè i conti in realtà non tornano. Quindi c’è dell’altro.

  85. Nitopi
    14 novembre 2009 alle 09:19

    E’ perche’ ha deciso di adottare il L&N count 8)
    Luca

  86. Nitopi
    14 novembre 2009 alle 09:22

    Si, piu’ o meno…
    Ciao Luca

  87. Andreabont
    14 novembre 2009 alle 10:34

    Seguendo il metodo scientifico sperimentale, quella teoria la considero una ipotesi bizzarra finché non verrà provata dai fatti o da esperimenti.

    Anche perchè a livello logico mi par strano che la gravità dei pianeti (infinitesimale se rapportata alla massa solare), seppur allineati (sommano a vicenda l’effetto gravitazionale) possano a tal punto influire sulla dinamo solare fino a “bloccarla”.

    Ma mai dire mai: a tutti bisogna dare la possibilità di provare le proprie ipotesi.

  88. XAKAR
    14 novembre 2009 alle 10:38

    Hello,
    Solar cycle 25?
    A solar cycle lost during Dalton minimum…
    http://www.iop.org/EJ/abstract/1538-4357/700/2/L154/
    “The sudden, systematic occurrence of sunspots at high solar latitudes in 1793-1796 unambiguously shows that a new cycle started in 1793”
    Bye

  89. ida
    14 novembre 2009 alle 10:47

    haha, grazie a tutti! oh, ma io ho solo fatto una domanda 🙂 🙂 🙂

  90. ida
    14 novembre 2009 alle 10:56

    Mi spiego: tutto quello che chiedevo era se c’è già una storia di “ciclicità del minimo”, cosa che ci consentirebbe di metterci semplicemente ad aspettare
    invece che supporre, o stupirci, o negare (vedi Noaa).
    Era un semplice ragionamento.
    Sulla (pur minima) variabilità del Sole ho informazioni contrastanti, che riferiscono di variabilità, relativa. Non stiamo parlando certo di Cefeidi.
    ciao e grazie
    i

  91. furio
    14 novembre 2009 alle 11:44

    …a quanto ne so gli scienziati non sono ancora arrivati alla conclusione se l’attività solare è ciclica o stocastica… ma forse è in un certo senso un mix delle due e si può rintracciare un qualche genere di ciclicità…in ogni caso, la nostra conoscenza è lungi dal permetterci di fare previsioni sulla base di presunti cicli 🙂

  92. ice2020
    14 novembre 2009 alle 12:27

    Ottimo ragazzi continuate così, bel dibattito, e a me sembra tutto semppre più strano…oggi pomeriggio sn in trasferta tutto il giorno, ci si risente stasera…

    Simon

  93. ice2020
    14 novembre 2009 alle 12:29

    è comparsa un’altra macchiolina nel nord emisfero stavolta con polarità del ciclo 24…scommettete che questa oggi il noaa la conterà?

  94. Davide M.
    18 novembre 2009 alle 03:24

    comunque il limite del ridicolo lo hanno superato da parecchio, oramai i commenti del noaa ai dati non li leggo neanche più, leggo i dati e mi faccio un’analisi del tutto personale che anche se poco scientifica è almeno coerente con me stesso, coerenza che al noaa hanno completamente perso con le porcate degli ultimi 2 anni che giorno dopo giorni si moltiplicano sempre di più.
    Non vedo l’ora che passi il tempo e il sole gli sbugiardi tutti quanti a questi pagliacci mangiasoldi. Un saluto a tutti, ciao

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: