Home > Nowcasting Solare > Torna la 1029 e spunta la 1031?

Torna la 1029 e spunta la 1031?

14 novembre 2009

Novembre penso sia il primo mese che possa essere definito non più da minimo profondo.

ecco la situazione alle 12:34 di oggi, la macchia è del ciclo 24 e si trova nell’emisfero nord con una latitudine, direi finalmente, da inizio minimo:

 

nel Magnetogramma si vede meglio:

la questione è: il NOAA conterà questa macchia? e gli altri centri? quasi tutti hanno già rilasciato gli SSN, il SIDC potrebbe modificarli però!

FABIO

Advertisements
  1. Nintendo
    14 novembre 2009 alle 14:31

    spero di non aver fatto errori nella valutazione della macchia, da quello che ho capito dovrebbe essere del ciclo 24, ma correggetemi se sto sbagliando.

  2. 14 novembre 2009 alle 15:05

    🙂 sei nel giusto! La 1029 per ora sembra non avere macchie all´interno e pare essersi trasfomata in una plage. Vedremo nelle prossime ore come si sviluppa.
    Naturalmente avremo un buon aumento del solar flux e di tutti gli altri indici.
    La macchiolina al nord se venisse contata dal NOAA prenderebbe il numero 1031 dato che ieri si sino rifiutati di contare l´area con magnetismo di ciclo dispari e che tutti i centri astronomici mondiali hanno regolarmente contato.
    Ma gli astronomi poco si importano se la macchia é del ciclo 23, 24 o 25, loro la vedono e la segnalano, il NOAA é una emanazione politica/scientifica e deve sottostare evidentemente ad interessi superiori che non vogliono che una macchia imbarazzante per la sua polaritá venga contata.
    Segnalo che la macchia a ciclo “trans” di ieri, anche oggi é contata da tutti i centri astronomici che ancora una volta dimostrano la loro indipendenza dagli americani del NOAA/NASA.

  3. ALE
    14 novembre 2009 alle 16:06

    La 1029 sembra non avere “buchi” nella fotosfera ma resta magneticamente attiva! Ora che vedo i primi magnetogrammi posso affermare che questo tipo di AR presenta tutte le caratteristiche delle regioni da “Solar-MAX”! E’ inutile che ci giro intorno, questi sono i fatti, nel SC23 solo pochissime AR hanno completato il “giro di stella” e tutte queste sono state prodotte nel biennio 1999-2001!!!
    Poi si possono fare tutte le discussioni del caso intorno a ciò ma questi sono i dati!
    La regione appena formata invece sarà quasi sicuramente contata dal NOAA e ciò deporrebbe a favore della Genuinità magnetica SC25 per la AR di IERI!!!!
    Stiamo a vedere e ringraziamo il Sole per questo favoloso spettacolo!!!
    ALE

  4. ice2020
    14 novembre 2009 alle 17:09

    Eccomi di ritorno…

    mi accorgo subito che il Noaa ancora nn si è pronunciata riguardo la macchia di oggi del ciclo 24, che è più flebile di quella di ieri che nn è stata conteggiata a sto punto per polarità scomoda…

    sempre nel nord emisfero vicino alla regione sopra menzionata, ce ne è un’altra sempre appartenente al ciclo 24…

    la 1029 per ora sembra solo una plage, ma bisogna aspettare domani…

    http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

  5. Andrea b
    14 novembre 2009 alle 17:12

    per ora noaa mette 0 staremo a vedere se lo cambia

  6. ice2020
    14 novembre 2009 alle 17:24

    io ora nn vorrei darmi troppa importanza…ma secondo me l’articlo che ho lanciato ieri su solar cycle24 qualche effetto lo deve aver prodotto se oggi confermassero lo 0…

    bisogna farsi sentire a volte, e fargli capire che “qà nessuno è fesso” (mi perdonimo i napoletani per come l’ho scritto)

    Simon

  7. furio
    14 novembre 2009 alle 17:35

    ..invece una macchia all’interno della 1029 si vede già:

    la posizione è ancora troppo defilata per capire quanto è grande o se ce ne sono altre, ma intanto questo è 🙂

  8. ice2020
    14 novembre 2009 alle 17:49

    io una machietta (pur flebilissima) adesso la vedo nell’altra regione del ciclo 24 di cui parlavo sopra,mentre la prima apparsa stamane nn c’è più… per la 1029 (che molto probabilmente avrà ancora macchie al suo interno) bisogna aspettare domani.

  9. 14 novembre 2009 alle 18:20

    Simon, non vorrei avere le traveggole, ma se la vista non mi inganna nel magnetogramma gong si vede nel lato sud del sole vicino all´equatore una zona con polaritá trans o 23 data la latitudine, e guardando anche i continuum sia soho che gong sembrerebbe che ci sia anche un pore o un minispot.

  10. ice2020
    14 novembre 2009 alle 18:25

    Ho capito a cosa ti riferisci, la sto tenendo d’occhio, ma al momento nn sembra niente di interessante, tranne il fatto che appunto è con plarità del ciclo 23..

    io al Gong continum però nn vedo nulla…

    che occhi hai?

    Sei dventato meglio di catania??? 😆

  11. 14 novembre 2009 alle 18:29

    Essendo nato e vissuto per anni a Catania e avendo abitato per oltre 10 anni di fronte la cittadella universitaria dove dal mio balcone vedevo l´osservatorio astronomico… penso che ho nel DNA la traccia genetica dell´osservatore che tutto vede. 🙂
    Cmq ingrandendo il gong e il soho una ombra la vedo, anche dopo aver pulito lo schermo del mio monitor…. 😆

  12. ice2020
    14 novembre 2009 alle 18:34

    Ambè, allora si spiega tutto…tu hai dentro di te quel DNA lì…

    😆 😆 😆

  13. andrew
    14 novembre 2009 alle 18:37

    Sono contento di rivederti qui con noi e che tu non abbia deciso di abbandonare davvero sarebbe stata una grande perdita 🙂

  14. ice2020
    14 novembre 2009 alle 18:43

    l’impulsività è parte del mio DNA…

    ciao

  15. ALE
    14 novembre 2009 alle 19:23

    Ragazzi ricordiamo che il solito spicchio di sole che oramai chiamo “Recinto di Carrington dei Micetti ’24” è in arrivo! E infatti si conferma subito la mia teoria, a parte la flebile coppia Cycle23 vicino all’equatore sono tutte coppie SC24!!!
    Ora devo ancora capire se questo spicchio si riduce o aumenta, lo sto monitorando da quando la 1026 si è palesata insieme alla 1027, occorrono ancora un paio di mesi per capire!!!
    Questo è veramente un grande periodo per i VERI appassionati di attività solare, come disse la Prof.ssa Elena Benevoleskaya (Univ. di Stanford) non abbiamo riscontri scientifici di cicli “Monitorati” in cui il Sole non abbia assunto configurazione TOROIDALE, ora è più che mai chiaro che il GMF stellare non ce la farà ad assumerlo, probabile violazione della legge di HALE per entrambe gli emisferi e “deep solar minimum approach” come il Prof. Makarov dice dal 2007 oramai!!!
    Quello che è, nei fatti, è :”Il mese di novembre, ad oggi, ha avuto SSN solo grazie a AR Cycle25″, se passiamo spotless altri 15 giorni secondo me dovranno fare un annuncio….
    ALE

  16. ALE
    14 novembre 2009 alle 23:00

    ATTENZIONE!
    AR in formazione proprio a cavallo dell’equatore solare!
    Essendo perfettamente a cavallo della linea dell’equatore e’ DIFFICILE attribuire la medesima ad un ciclo piuttosto che ad un’altro!
    Se fosse del 23 sono CAVOLI AMARI, perchè sta crescendo come e più dell’altra nell’emisfero Nord;
    se fosse del 24° ciclo sono ANCORA PIù amari xchè è proprio in una posizione da MASSIMO PIENO!!!!
    ALE

  17. andrew
    15 novembre 2009 alle 01:02

    Ma ora come ora ti chiedo una cosa ma se dovesse essere del ciclo 25 anche quella sull’equatore o è un’opzione da scartare?

  18. 15 novembre 2009 alle 09:48

    Oltre al ciclo 24 abortito (?) adesso abbiamo anche il vertice di Copenaghen abortito!!!
    http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/esteri/obama-presidenza-12/bocciato-copenaghen/bocciato-copenaghen.html

  19. 15 novembre 2009 alle 09:50

    Impossibile la legge di Hale é chiara e incontrovertibile. Le macchie di un nuovo ciclo nascono ad alte latitudini e nel decorrere degli anni si approssimano all´equatore.

  20. 15 novembre 2009 alle 11:09

    Un articolo su solarcycle 25.
    Prepariamoci a un grande minimo!
    http://solarcycle25.com/?id=122

  21. roberto
    15 novembre 2009 alle 11:50

    leggo tutti i giorni i vostri commenti e mi piacciono molto gli argomenti trattati(non capisco granchè ma seguendovi alcune cose mi sono diventate più familiari, anche se la mia specialità è più la meteorologia). Vorrei porre una domanda. E’ possibile che un minimo profondo sia il responsabile dell’inizio di un’era glaciale?
    Sono trascorsi circa 100000 anni dall’ultima glaciazione e se non ricordo male 100000 anni è la sua periodicità. è possibile che il minimo attuale si riveli profondissimo ed inneschi una serie di reazioni a catena che portino ad una vera e propria era glaciale??? Grazie in anticipo per un’eventuale risposta.
    Potreste anche consigliarmi un sito per neofiti da cui cominciare uno studio delle dinamiche dell’attività solare?

  22. 15 novembre 2009 alle 12:13

    Roberto, dimentica le grandi glaciazioni che probabilmente furono causate dalla polvere sollevata da impatti di meteoriti o dalla contemporanea emissione da parte di numerosi vulcani, di grandi masse di cenere nell´atmosfera.
    Un minimo solare profondo che duri almeno alcuni decenni puó solo portare ad una piccola era di gelo, con l´abbassamento della temperatura globale di pochi decimi di grado ad un massimo di 2° C.
    Le evidenze sulla climatologia e meteorologia di ció si manifesterebbero solo dopo diversi anni dall´inizio di un grande minimo solare.
    Per avere delle nozioni basilari sul sole puoi vedere questo sito:
    http://www.pd.astro.it/mostra/NEW/A2003SUN.HTM

    oltre naturalmente al nostro: conoscenze base del sole.

  23. ice2020
    15 novembre 2009 alle 12:17

    per saperne un pò di più sul sole abbiamo fatto una sezione apposita, la trovi in alto, cmq questa è il link:

    https://daltonsminima.wordpress.com/conoscenze-base-sole/

    Qui stiamo ancora cercando di capire tante cose nn solo sulla nostra stella ma sulle eventuali relazioni che essa può avere sul nostro ambiente…

    Di certo un lunghissinmo periodo di bassa attività solare potrebbe anche scatenare una seri di reazioni a catena capaci di generare un raffreddamento del pianeta, durante il minimo di maunder si parlò di peg infatti…ma di vera e propria era glaciale, quella la lascio ai film di fantascienza…o ai cartoni animati della widsney…

    Ciao e ben venuto

  24. battista77a
    15 novembre 2009 alle 12:47

    a differenza di sandrio ha priori non lo escluderei è molto difficile ma è possibile.
    Se invece di limitarsi ad alcuni cicli il fenomeno continnuasse imperterrito per alcune decine di cicli solari l’effetto a catena potrebbe essere una grande era glaciale.
    Ma rimane più plausibile il meteorite o l’attività vulcanica

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: