Home > Minimo di Eddy, Nowcasting Solare > 4° giorno spotless consecutivo!

4° giorno spotless consecutivo!

26 novembre 2009

E guardate inoltre quante faculae con polarità invertita presenti nel nostro sole:

Ok, impercettibili direte voi (infatti parlimao di faculae e non di regioni attive), ma rispecchiano a mio modestissimo parere una configurazione magnetica “bizzarra” che la nostra stella è ormai parecchio tempo che sta assumendo…

diamo uno sguardo anche allo Stereo Behind:

Assolutamente pulito!

Insomma, che sta riaccadendo alla nostra amata stella?

Erano solo sussulti quelli di settembre-ottobre e buona parte di novembre, o questa nuova fase di quiete solare è destinata a terminare presto?

Simon

Annunci
  1. Fabio2
    26 novembre 2009 alle 18:02

    In effetti è una situazione un po’ particolare:
    niente macchie, il solar flux a 74 (nominale) in calo ma comunque non più sotto i 70, raggi x bassissimi, la TSI ha avuto una impennata oltre i 1360w/m2, ora pare stia calando.

    Che succede? Una pausa nel cammino in salita che porta al massimo, o qualcosa di più?

  2. giorgio
    26 novembre 2009 alle 18:08

    Da profano scrissi 5 giorni fa Simon:Tra 6 7 giorni sara calma piatta.Una volta che la 1033 gira l”angolo c”e il vuoto.Mi pare che andremo verso un periodo di pausa,anche se le pause sono sempre piu brevi.Vedremo stavolta quanti giorni durera.Oltre i 15 giorni sarebbe un ottimo risultato,visto che ci stiamo avvicinando sempre piu al massimo del ciclo 24,ma un piccolo dubbio su una pausa molto piu lunga ce l”ho.In questo caso ci sarebbe da ridere.Aspettiamo e vediamo

  3. apuano70
    26 novembre 2009 alle 18:25

    Scusate il paragone poco elegante ma a me pare che il sole stia soffrendo di stitichezza: tronfia, spinge diventa di tutti i colori e riesce a malapena a far salire il flux intorno ai 75 in presenza di AR discrete ma alla fine ti sforna solo delle “caccoline”………!!! 😀
    In compenso, se la teoria degli allineamenti dei giganti gassosi ha un qualche fondamento credo che di periodi come questo, contraddistinti da calma piatta, ne vedremo ancora diversi in barba al fatto che il sole, teoricamente, dovrebbe essere prossimo ad approcciare il max di questo pseudo-ciclo24.
    Se poi L.&P. ci avessero visto giusto non oso pensare a cosa potremmo assistere nel prossimo futuro!
    Non ci resta che attendere e goderci, comunque e qualunque esso sia, lo spettacolo che ci verrà gentilmente offerto! 😉
    Bruno

  4. ice2020
    26 novembre 2009 alle 19:06

    😆

  5. Simone
    26 novembre 2009 alle 19:17

    Ciao Simon
    Avevi ragione a dire che Apuano ci portava fortuna.

    Non credevo di raggiungere i 4 giorni spotless dopo ciò che è successo in queste tre setimane di Novembre.

    Situazione veramente ingarbugliata e da seguire giorno per giorno.

    Bravo Giorgio!!!
    Mi spieghi, oer riuscire a imparare di sempre di più, quali segnali ti hanno fatto pensare a questa nuova calma piatta???

    Grazie
    Ciao
    Simone

  6. giorgio
    26 novembre 2009 alle 19:26

    L&P sono Linvington e Penn due scienziati che hanno ipotizzato la scomparsa totale delle macchie entro il 2013,scusa tanto perche chi legge questo blog capisca qualcosa.Per essere seguiti bisognerebbe a mio avviso essere molto chiari e dare la possibilita a chi si affaccia a NIA per le prime volte di capirci qualcosa,altrimenti se si vuole far qualcosa solo per pochi privilegiati e tutto un”altro discorso.Io non sono nessuno per parlare ma al tuo posto Simon invece dia NIA lo chiamerei NEG(nuova era glaciale) forse avresti piu lettori,anche perche sul motore di ricerca molta gente che va in cerca di notizie della pellicola imbatterebbe involontariamente nel tuo blog.Ciao.

  7. andrew
    26 novembre 2009 alle 19:37

    Volevo far balzare ai vostri occhi che le forti anomalie termiche presenti in Siberia Cina e Mongolia potreberro abbassare e non di poco le medie termiche del mese corrente scusate l’ot ma ne valeva la pena

    Per il discorso Sole se la mia teoria è giusta siamo in fase calante del ciclo 24 dopo il picco delle settimane scorse e stiamo per vivere una nuova fase di minimo molto profondo

  8. giorgio
    26 novembre 2009 alle 19:38

    X Simone: lo intuisco osservando attentamente SOHO,anche se un piccolo indizio me lo danno le tante facule di ciclo opposto al 24,da profano ma ho sempre preferito tenermelo per me ho l”impressione che questo 24 e” gia alla frutta

  9. Simone
    26 novembre 2009 alle 19:43

    Grazie Giorgio

    Ho capito!! Proverò nch’io a seguire gli aggiornamenti della sonda SOHO nel sito uffucuale.

    Ciao
    Simone

  10. 26 novembre 2009 alle 20:00

    Come ben detto da Giorgio secondo la teoria di Livingston & Penn, che hanno attentamente osservato le macchie apparse dal 1990 al 2005, ed hanno notato che l´intensitá del campo magnetico delle macchie é diminuito prograssivamente nel corso del tempo. In pratica stanno diventando piú calde e quindi tendono ad essere invisibili. La previsione é che nel 2015 non vedremo piú macchie solari. Lo stesso avvenne durante il minimo di Maunder in cui le macchie diventarono “invisibili” dal 1645 al 1715. In quel periodo si ebbe una caduta delle temperatura mondiali (1,5-2°C.) che portó alla “piccola era glaciale”. Il tutto é corraborato dal fatto o indizio, che le temperature mondiali sono bloccate e non salgono piú dal 1998.
    https://daltonsminima.wordpress.com/tag/livingston-e-penn/

  11. giorgio
    26 novembre 2009 alle 20:08

    X Andrew, le forti anomalie negative della Siberia Cina e Mongolia sono dovute in gran parte alla situzione attuale del nino che e abbastanza forte.Questo fa si che con la forte evaporazione atlantica aiutata dagli alisei continui flussi perturbati imperversano nell”europa centro settentrinale occidentale,impedendo all”aria fredda siberiana di espandersi verso occidente.

  12. Fabio2
    26 novembre 2009 alle 20:11

    Diciamo pure che si tratta di forti anomalie negative 🙂
    Sono quelle che, in Siberia, hanno fatto nascere l’Anticiclone Siberiano, detto l’ “Orso”. Per ora influenzano il tempo in Estremo Oriente. Ma a dicembre, a gennaio, chissà…… 🙂

  13. Fabio2
    26 novembre 2009 alle 20:18

    Bisogna però dire che il Minimo di Maunder fu preceduto da altri due periodi di scarsa attività solare: il minimo di Wolf (1280-1340) ed il minimo di Spoerer (1450-1550).
    Insomma, pare, Maunder fu il culmine di un lungo periodo di oscillazioni della temperatura, mediamente verso il basso, iniziato dopo il 1300 e proseguito fino a poco dopo il 1700.

    Naturalmente, ciò non consente di affermare che il prossimo (possibile) imminente minimo provochi effetti della stessa entità e negli stessi tempi: potrebbe essere persino più rilevante, chi può dirlo?, considerando che fino a pochi anni fa il Sole era al suo massimo (pare) da 8000 anni.

  14. andrew
    26 novembre 2009 alle 21:39

    Quindi in poche parole mi confermersesti che quest’anno l’inverno da noi sarà estrememente mite e senza ondate di gelo ciao e grazie 🙂

  15. furio
    26 novembre 2009 alle 23:43

    ..non ci contare..la siberia è una regione immensa e sguarnitissima di stazioni terrestri…le rilevazioni GISS con le poche rilevazioni concentrate nei centri urbani minerari sarebbero capaci di vedere una forte anomalia positiva anche in questo novembre…

    se invece parliamo di rilevazioni serie, satellitari, allora è un altro discorso 🙂

  16. Andreabont
    27 novembre 2009 alle 08:44

    Non voglio lnciare nè allarmismi nè previsioni strampalate che nessuno può fare, figuriamoci io. Lancio solo una preoccupazione.

    Un massimo in porossimità del 2010 non si può escudere. Siamo in zona “calda”, e quelle macchie a polarità invertita potrebbero essere il 25.

    Ripeto: è solo una mia paura, come sempre bisogna stare a vedere. Ma se fosse così allora è corretta una delle mie due ipotesi, e ci troveremmo difronte ad un ciclo talmente basso da non essere nemmeno rileato, ergo il campo magnetico solare sarebbe davvero alla frutta.

    In uno scenario del genere ci sarebbe ben poco da festeggiare, perchè un minimo stile Maunder o peggio sarebbe quasi certo.

    Ma lasciamo stare le mie preoccupazioni e stiamo a vedere, come dico sempre possiamo dice con quasi certezza qualcosa solo al raggiungimento del massimo del 24 (se non è già stato raggiunto…)

  17. 27 novembre 2009 alle 09:38

    Ragazzi per voi il massimo del ciclo 24 quando sarà?

  18. apuano70
    27 novembre 2009 alle 09:51

    Hai ragione Giorgio, chiedo venia!
    Purtroppo il tempo a mia disposizione in questo periodo è molto limitato e quindi vado di fretta nello scrivere, magari non pensando a quelli che per la prima volta si avvicinano a questo genere di argomenti!
    Ad ogni modo è presente l’ottima sezione didattica di NIA:
    https://daltonsminima.wordpress.com/category/conoscenze-base-sole/
    dove si possono approfondire le proprie conoscenze sul tema.
    Un suggerimento utile potrebbe essere quello di stilare anche un glossario dei principali termini usati, da affiancare magari nella home ai vari articoli in modo da poter chiarire un eventuale dubbio in tempo reale!
    Ciao.
    Bruno

  19. 27 novembre 2009 alle 10:10

    Giovanni, fai la domanda di riserva per favore! 🙂

  20. ice2020
    27 novembre 2009 alle 11:07

    Seondo me nn nel 2012-2013 come dicono le previsioni uffciali… 🙂

  21. conan
    27 novembre 2009 alle 11:14

    io credo che andreabond abbia ragione… spero non sia cosi perche’ sarebbe allarmante…. e il tutto avverrebbe in fretta perche’ il passaggio da un ciclo intenso come il 23 ad uno quasi nullo come il 24 e’ stato di una velocita’ imbarazzante… di solito i cicli calano un po’ alla volta.

  22. Layla
    27 novembre 2009 alle 11:18

    Allora caminetto acceso e vin brulè…

  23. 27 novembre 2009 alle 13:00

    🙂 Bene…per te allora cosa accadrebbe se il ciclo solare 24 avrà il massimo tra circa -6-8 mesi invece dell’ipotetica data del 2012-2013?
    Esprimiti…tutti speriamo in un calo termico Globale e magari alla cessazione di questi aumenti termici negli ultmi anni (che si spera siano di origine naturale)

  24. 27 novembre 2009 alle 13:58

    Giovanni, sinceramente non vorrei che accadesse perché significherebbe un minimo profondo e prolungato come il minimo di Maunder se non ancora piú forte. Se accadesse le temperature globali scenderebbero di non meno di 1,5 – 2 gradi con ripercussioni molto gravi sulla economia, sulla salute, con esodi di massa, con carestie con movimenti nazionalistici che imporrebbero la loro legge… per me sarebbe l´inizio del caos.
    Preferisco pensare ad un minimo prolungato con un calo della temperatura terrestre piú contenuto di 0,5 – 1° C. ed in questo caso le ripercussioni sarebbero controllabili.
    Non dimentichiamo che é molto meglio per la salvezza dell´umanitá un riscaldamento globale che un raffreddamento globale.
    A questo ti invito a leggere un rapporto americano delle ripercussioni che si avrebbero da un forte mutamento climatico:
    http://www.cna.org/nationalsecurity/climate/
    facendo il download dei report.

  25. giorgio
    27 novembre 2009 alle 17:15

    Per me sara cosi:qualche piccola ondata di freddo sporadica e basta.Forse il freddo arrivera successivamente, in primavera,ma quest”inverno sembra spacciato.

  26. 28 novembre 2009 alle 09:24

    Pazzesco…aspettiamo il massimo del ciclo 24 e poi iniziamo a entrare nell’ottica del minimone sempre se avverrà cosi come ipotizzato

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: