Home > Cambiamenti Climatici, Global Warming e IPCC > QUANTO COSTA SALVARE LA TERRA?

QUANTO COSTA SALVARE LA TERRA?

6 dicembre 2009

Vista l´imminenza della riunione di….Nopenaghen contunuiamo un poco a parlare del tema, tanto il sole per ora continua a dormire tranquillo senza dsturbare nessuno…. o forse questa pace sta disturbando proprio gli assertori convinti del sole come costante e non come variabile climatica. Vedfiamo un poco quanto costerebbe ad ognuno di noi se venissero accolte le richieste dei talibani intransigenti e fanaticamente ossessionati del CO2.

Uno studio ordinato dalla organizzazione inglese Friends of The Earth all´Istituto dell´Ambiente di Stoccolma, ha calcolato quanto si spenderebbe per ridurre le emissioni dei gas a effetto stufa del 40% in una proiezione di 10 anni.
http://www.foe.co.uk/

OGNI EUROPEO PAGHERÀ CIRCA 2 EUROS AL GIORNO! Cioé ognuno pagherá circa 700 euro all´anno, una famiglia di 4 persone pagherebbe cosí 2.800,00 euro ogni anno. Una bella stangata!!

Secondo i ricercatori, tutta l´Europa dovrá spendere circa 2 mila miliardi di euros, il corrispondente al 2% del Prodotto Interno Lordo (PIL) accumulato durante la prossima decade.
Il rapporto suggerisce che per arrivare a questo obiettivo, la popolazione dovrá accettare imposte piú alte, oltre che a modificare il proprio stile di vita.
“Non si tratta appena di investimenti, questo si deve vedere amche con cambiamenti nelle abitudini e nello stile di vita” ha affermato l´attivita Sonja Meister della Friends of The Earth.
Ogni cittadino si dovrá compromettere e impegnarsi ad economizzare nei trasporti e nel consumo di carne. Secondo il rapporto, in primo luogo lo spostamento della popolazione utilizzando autoveicoli dovrá rappresentare appena il 43% dei viaggi, anziché il 75% attuali. Poi, circa l´80% dei voli dovranno essere cambiati col trasporto ferroviario nei tratti inferiori ai mille chilometri.
Se questo impegno sará effettuato, il taglio nelle emissioni dei gas ad effetto stufa potrá arrivare al 90% alla fine del 2050, dice lo studio.
Un altro investimento importante sará nelle generazione di energia eolica che potrá avere la sua capacitá allargata dal 3,3% al 22% nel 2020 fino al 55% nel 2050, beneficiando il pianeta Terra.
L´analisi esclude l´uso di energia nucleare o qualunque tecnologia di cattura e immagazinamento di carbonio.

http://www.apolo11.com/mudancas_climaticas.php?posic=dat_20091203-121540.inc

Io non faccio nessun commento, e voi, cosa ne pensate?

Sand-Rio

  1. GIANFRANCO
    6 dicembre 2009 alle 13:03

    GRANDE Sand-Rio!
    Aggiungo i costi che l’Italia (NOI) pagherà per il mancato rispetto dei parametri di Kyoto (imposti!).

  2. EnzoDD
    6 dicembre 2009 alle 13:11

    Pero’ da questo articolo non risulta evidente che si deve ridurre la CO2 per contrastare il GW!…se e’ per ridurre l’inquinamento che comunque fa male in ogni caso potrebbe anche essere accettabile il tutto!…poi e’ chiaro anche che sotto ci sono grandi interessi economici dietro!

  3. 6 dicembre 2009 alle 13:17

    La ricerca parla genericamente di gas a effetto stufa e il principale se non unico gas che il GW attacca é per ora la CO2 e sottolineo il per ora perché domani ne potremo avere un altro, tanto per non fare nomi il metano come ieri erano i gas che producevano il buco nell´ozono e di cui adesso nessuno parla piú, e il buco é sempre lí tranquillo.

  4. Rick
    6 dicembre 2009 alle 14:22

    Il metano non è citato direttamente, ma se lo studio chiede di ridurre il consumo di carne, sotto sotto entra nel discorso, visto che studi davano i bovini di allevamento come i maggiori responsabili per il metano prodotto dal sistema-attività umane…

  5. Nintendo
    6 dicembre 2009 alle 15:30

    sand, il week-end magari pubblichiamo meno roba, tipo solo la situazione solare.
    purtroppo io faccio fatica a scrivere la rubrica, e non riesco ad accedere al sito dei ghiacci marini artici ed antartici, un bel guaio.

  6. Pietro
    6 dicembre 2009 alle 16:00

    Ah sì, le famose scorregge di mucca che alterano l’equilibrio globale…!
    Sembra quasi una presa in giro.

  7. bora71
    6 dicembre 2009 alle 18:09

    Aumento record dei raggi cosmici (NASA)

    Secondo gli ultimi dati del sensore ACE della NASA, i raggi cosmici in arrivo sulla Terra hanno raggiunto, nel 2009, un picco mai visto prima. Rispetto al massimo osservato ad inizio 2008 si è registrato un incremento del 19%. In 50 anni di ‘età spaziale’ un simile picco non si era mai registrato. Alcuni scenziati sostengono che l’attuale concentrazione di raggi cosmici in atmosfera potrebbe raffreddare il clima favorendo la genesi di copertura medio-bassa.
    3bmeteo

  8. 6 dicembre 2009 alle 18:23

    Spettacolo speriamooooo…Comunque ragazzi che dite oggi?
    Il Sole è spotless ancora?

  9. Nitopi
    6 dicembre 2009 alle 19:22

    Bo…
    Piu’ che una strategia contro il GW sembra una strategia per virare verso un’economia sostenibile . Dico, sostenibile per piu’ di cento anni… in modo da avere la speranza che anche i nostri nipoti possano andare in macchina (meno di noi), accendere lampadine -a bassso consumo- nella notte e riscaldarsi d’inverno …..

    Cia
    Luca

  10. Nintendo
    6 dicembre 2009 alle 19:22

    è sicura sta cosa?

  11. Nitopi
    6 dicembre 2009 alle 19:25

    Yes… anche il magnetogramma langue, a parte una minima attivita’ a N, vicino all’equatore , per altro molto spantegata..

    Ciao
    Luca

  12. GIANFRANCO
    6 dicembre 2009 alle 20:00

    Basta vedere il trend crescente degli ultimi 18 mesi http://www.persicetometeo.com/public/popup/cosmic_rays.htm

    Per quanto riguarda i raggi cosmici e gli impatti sul clima ecco lo studio di Svensmark http://www.sciencedaily.com/releases/2009/08/090801095810.htm

    SPETTACOLARE il passaggio “A loss of clouds of 4 or 5 per cent may not sound very much, but it briefly increases the sunlight rea-ching the oceans by about 2 watt per square metre, and that’s equivalent to all the global warming dur-ing the 20th Century”

    tradotto con Google : Una perdita di nubi di 4 o 5 per cento non può sembrare molto, ma aumenta brevemente le ragioni luce del sole gli oceani di circa 2 watt per metro quadrato, e questo è equivalente a tutto ile riscaldamento globale del 20 ° secolo.

    AL TEMPO!

  13. Andreabont
    6 dicembre 2009 alle 22:16

    http://www.rudybandiera.com/ghiacci-artici-tornati-livelli-79-0107.html

    Sentite come crollano i modelli uno dopo l’altro? Non sentite il boato che fanno mentre si sgretolano sotto i piedi dei catastrofisti?

  14. GIANFRANCO
    7 dicembre 2009 alle 10:08

    HAHAHAHA

    Ma come si possono scrivere certe cose??

    SCETTICI E’ un gruppetto inesistente sotto il profilo scientifico. Riescono ad avere visibilità perché sono supportati dalle lobby delle vecchie fonti energetiche che li usano per seminare dubbi nell’opinione pubblica.

    NUCLEARE Il nucleare è la tecnologia della guerra fredda. In più di mezzo secolo non ha risolto i suoi problemi, anzi li ha aggravati: rischi di incidenti durante tutte le fasi del ciclo di produzione, rischio terrorismo, rischio scorie. E nessun beneficio economico.

    VEGETARIANI La seconda causa di cambiamento climatico al mondo è l’emissione di CO2 derivante dall’allevamento di animali, ovvero dalla grande quantità di carne che consumiamo. Per abbattere le emissioni bisogna passare alla dieta mediterranea, come in Italia, mangiando molte verdure e molta frutta.

    OGGI su REPUBBLICA!
    http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/ambiente/conferenza-copenaghen/dossier-rifkin/dossier-rifkin.html

  15. GIANFRANCO
    7 dicembre 2009 alle 10:23

    Alcuni nomi che mi vengono in mente, Abdusamatov, Svensmark, Freeman John Dyson sono un gruppetto inesistente…

    Il nucleare sta dando energia a basso costo e leggo “nessun beneficio economico?”

    Troppi animali in giro? Quindi 6 miliardi di persone non dovrebbero respirare?

  16. GIANFRANCO
    7 dicembre 2009 alle 10:25

    Per non parlare delle compagnie petrolifere citate nelle email “rubate” e della visibilità degli scettici (ma dove che sono tagliati fuori dal peer review e tutto il resto?)

  17. apuano70
    7 dicembre 2009 alle 11:06

    Certo è che in Italia abbiamo proprio un’informazione di alto livello…. non si è più sentito niente sul Climagate!
    Nemmeno “Striscia la notizia” ha avuto il coraggio di portare davanti al grande pubblico la vergogna che c’è dietro al clima e agli interessi che il mondo politico ha al riguardo….
    Sono nauseato….
    Bruno

  18. 7 dicembre 2009 alle 11:28

    Preparate i portafogli, le tasse sul CO2 che colpiranno tutti i beni, chi piú e chi meno, saranno l´obolo dei fedeli alla Santa Chiesa del GW.
    Questi soldi dovrebbero essere spesi per il VERO inquinamento delle acque, della terra e dell´aria, non per un gas che dal 1998 pur essendo aumentato in quantitá non ha fatto aumentare la temperatura del pianeta.
    Questa é una ECOTRUFFA che nasconde i veri colpevoli dell´inquinamento.

  19. Andreabont
    7 dicembre 2009 alle 12:00

    Qui si usa la parola “scettico” come offesa a chi non ha la fede che avete voi.

    Ma ragazzi, cavolo (volevo scrivere altro, ma per rispetto della serietà non lo faccio) siamo in un ambiente scientifico, NON RELIGIOSO!!!!

    Qui non c’è fede, qui non c’è qualcosa che devi “credere” senza aver prove, qui vige il metodo scientifico sperimentale.

    Se si hanno diverse teorie per spiegare il GW vanno rispettate, non occultate, o peggio, infangate da chi vede il GW come il dio del nuovo millennio!!!

    Rispetto per la scienza, quella poca che rimane!

    PS:

    Ai moderatori, ma lasciate parlare ancora un troll del genere? Sono disposto ad una discussione costruttiva, ma le persone appartenenti a certe sette non sono certamente costruttive, anzi.

  20. Andreabont
    7 dicembre 2009 alle 12:04

    Mi scuso per lo sfogo, scritto così velocemente sembrava fosse rivolto a NIA, me ne sono reso conto rileggendolo. XDXD

    Naturalmente era tutto diretto al Sig. JEREMY RIFKIN. Autore di quel’articolo.

  21. GIANFRANCO
    7 dicembre 2009 alle 12:26

    forse mi hai scambiato per l’autore dell’articolo? 😀

  22. Andreabont
    7 dicembre 2009 alle 12:52

    In effetti l’ho scritto pensando all’autore dell’articolo, però poi l’ho postato qui XDXD Effetti dell’arrabbiatura 😄

    Avrei dovuto postarlo su Repubblica 😄

  23. Fabio2
    7 dicembre 2009 alle 13:11

    Però nel farside GONG, se non erro, si vede qualcosa:
    http://gong.nso.edu/data/farside/

    Mi sembra ancora lontano, aspettiamo…..

  24. sangue_
    8 dicembre 2009 alle 17:56

    Bè paradossalmente il calcolo non tiene conto del rientro economico basato sul fatto che questi sono non sono solo spesi, ma rientrano in un circolo vizioso composto da nuovi progetti, nuove costruzioni, nuove valutazioni. Paradossalmente, oggi, lavorare contro l’inquinamento è utile, anche se questo non esistesse affatto…

  25. Alessandro
    9 dicembre 2009 alle 09:53

    Il tuo pensiero e di molti altri sui siti climatici e’ simile al mio.
    Sono per la Natura, non mi piace che si uccidano gli animale e si tagliano le foreste.

    Ma ora la battaglia non e’ per l’ambienti in senso di ecosistemi e i suoi abitanti, ma solo una difesa dell’uomo. Nel senso che a nessuno frega delle balene, dei delfini, dei pesci, degli animali e delle foreste.
    Si e’ inculcata la paura da film Holliwodiano che questo misterioso gas letale che e’ il nutrimento della Flora (e quindi la Fauna) e’ venefico (pensate quando divulgeranno che l’ossigeno e’ un veleno!!! ossida i metalli, fa bruciare le foreste, mortale se inalato in quantita’!!!)

    Saranno i giornali, saranno certi politici o industriali o fanatici….
    che piace inculcare la paura.
    Le coste vi sommergeranno, verranno diluvi e frane ecc…
    e comunque nessuno fa capire che tutte le teorie sono sballate, nessuna previsione e’ azzeccata, e le spostano in 50 anni.
    Non si crea un gruppo di studio imparziale, per smentire o confermare teorie.
    Non si pensa che il clima e’ impossibile da prevedere nemmeno a 7 giorni.

    Ma sempre dal punto di vista dell’uomo, alla natura nessuno frega.
    Ma la natura vince sempre, hanno spaventato alla follia con chernobill e distrutto l’industria nucleare e fomentato paura con bugie incredibile (dai 40 morti si dice che ne siano 400mila) ma a Chernobil ora la foresta cresce rigogliosa, gli animali prosperano senza nessuna mutazione, grazie al fatto che tutti sono scappati da quella zona.

    Ma comunque vorrei da VOI una risposta ad una domanda:

    Quali prove servono per smentire che il CO2 non centra nulla, se negli ultimi due decenni le temperature sono aumentate di mezzo grado?

    che diminuiscano di 2 gradi?
    che il polo nord sia sopra media di 1milione di Km2?
    Che nevichi ad agosto?

  26. Davide M.
    12 dicembre 2009 alle 02:12

    E no scusate!!!
    Ora mi devono salassare 700 euri all’anno per questa ca_ata della co2!!
    Per la serie che te la fanno passare come un tributo alla coscienza pulita ambientalista, paghi e sei tranquillo, ora puoi inquinare.
    Quasi quasi vi dico…..mando tutti a quel paese e se posso me ne fuggo dalla mia ragazza nelle filippine, quì chiudo baracca e burattini, e mando a quel paese anche voi di NIA, me ne stò 12 mesi su 12 a petto nudo infradito e pantaloncini, me ne vado in pensione con la minima, 1200 euri e vado a fare il nabbabbo come ho fatto la scorsa estate. Ho speso 2600 euri compreso biglietto aereo e c’ho campato alla grande per 40 giorni.
    Ci mancava solo questa ora, se la scusa del GW è per succhiarci il sangue dalle vene come vampiri, allora davvero me ne scappo.
    Cmq scherzavo, a voi non vi mando a quel paese, anzi continuerò a leggervi e vi scriverò come si stà bene all’equatore all’ombra delle palme di un cocco. Ciao

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: