Home > Global Warming > GW Novembre 2009 – Dati Satellitari

GW Novembre 2009 – Dati Satellitari

7 dicembre 2009

Dati RSS

Novembre chiude con una anomalia ( rispetto alla media 79-98 ) di +0.328°C, rispetto a Ottobre che chiuse a +0.282°C abbiamo avuto quindi un deciso aumento della temperatura.

Il 2009 è per ora il 7° anno più caldo dal 1979

Ecco il grafico completo:

Dati UAH

Novembre chiude a +0.496°C rispetto alla media 79-98, quindi con una anomalia in incredibile aumento rispetto a Ottobre che chiuse a +0.286°C

Anche per i dati UAH il 2009 è il 7° anno più caldo dal 1979.

Ecco il grafico completo:

A Novembre il Nino sembra definitivamente partito, ed è probabile che le temperature si alzeranno (questo è quello che avevo scritto un mese fa, andate a controllare se non ci credete )

La cosa però che mi lascia perplesso è l’incredibile aumento delle UAH, le RSS sono aumentate ma restano sotto i valori di Luglio e Settembre che sono stati  mesi decisivi per l’ingresso nella fase di Nino.

Di solito sono le RSS che hanno anomalie maggiori delle UAH, per via della diversa interpolazione dei dati, e va specificato che di solito le differenze maggiori sono in primavera, e tendono quasi ad annullarsi in autunno.

Le RSS sono decisamente più stabili delle UAH, per questo quasi sempre vengono scelte le prima per fare analisi specifiche, ma resta il fatto che una tale differenza lascia molto perplessi.

FABIO

Annunci
  1. Fabio2
    7 dicembre 2009 alle 11:57

    A proposito di Nino, le previsioni più recenti (si possono trovare qui http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/people/wwang/cfs_fcst/) indicano un fenomeno piuttosto “occidentale”, cioè modesto in prossimità delle coste del Perù (settori 1+2), mentre perlomeno moderato man mano che si procede verso l’Australia, con il culmine nel penultimo settore.

    E’ normale secondo voi ? Che conseguenze può comportare sul clima dell’Europa?

    E poi un dubbio: conviene prestare attenzione più alle previsioni con “statiscal correction” o a quelle senza ?

    Grazie mille, ciao e grazie a chi vorrà rispondere.

  2. giorgio
    7 dicembre 2009 alle 13:33

    X Fabio 2; la situazione del nino 1-2 si e praticamente neutralizzata,inoltre si sta formando una leggera anomalia negativa nel golfo del messico occidentale.Tutto cio porta a dedurre che ci potrebbe essere un rallentamento se non un breve stop dei flussi atlantici verso l”europa.Se questo accadra” il potentissimo e freddissimo anticiclone siberiano potrebbe impadronirsi dell”europa nelle prossime settimane,Staremo a vedere,intanto per commentare un po l”articolo direi che l”IPCC con questi dati avrebbe gia molto di cui preoccuparsi.7mo anno piu caldo dal 79 non e” un gran bel dato.E dal 1998 che le temperature si sono stabilizzate e oserei quasi dire che stanno anche scendendo un pochino.Se poi prendiamo atto che siamo in una fase di ciclo enso moderatamente forte i sostenitori dell”AGW non hanno proprio niente da festeggiare.Il ciclo ENSO se e” vero che riscalda un po l”intero pianeta e” anche un gran dissipatore di calore accumulato dagli oceani,quindi quando si esaurira questa fase positiva le temperature terrestri potrebbero anche scendere drasticamente e dopo secondo me qualcuno dovra veramente rendere i conti!!!!!!

  3. apuano70
    7 dicembre 2009 alle 13:41

    Ottima osservazione Giorgio, anche riguardo al probabile avvento dell’ “Orso” siberiano ci sono concrete chance e già da diversi giorni i modelli si stanno “orientando” (forse è proprio il termine che meglio rispecchia il significato del concetto che volevo esprimere 😀 ) in tale senso.
    Solo il tempo potrà comunque dare le risposte che cerchiamo.

    X Fabio (Nintendo), leggo della tua perplessità riguardo al forte aumento delle temperature che citi nell’articolo: credi che si tratti anche in questo caso di intervento mirato pro-Copenaghen o cos’altro?
    Bruno

  4. 7 dicembre 2009 alle 14:01

    Mi domando: se l´hacker che ha divulgato la truffa sui dati climatici e il tentativo, riuscito, di evitare che altri ricercatori pubblicassero le proprie scoperte, fosse successo che questo hacker entrasse in un centro di ricerca contro il cancro e dalle e-mails scambiate si trovasse che alcuni medici hanno occultato dati, nascosto una possibile cura, evitato che altri medici ricercatori potessero pubblicare le loro ricerche, COSA AVREBBERO SCRITTO i giornali?
    Qui siamo di fronte ad un tentativo di mascherare la realtá. Chi controlla i dati grezzi dei satelliti? Cho elabora i dati delle centrali meteo a terra?
    Io non mi fido piú di nessuno ormai. Qui c`é gente che per denaro é disposta a barare facendo un solitario di carte.

  5. giorgio
    7 dicembre 2009 alle 14:15

    X Sandrioca: Il dubbio cel”ho anch”io,ammesso anche siano dati veri se li leggiamo con un”ottica di previosione futura non vanno affatto in direzione del GW,proprio per niente.Se li hanno truccati li hanno truccati molto male.Io comunque consiglio ai lettori di NIA di stare meno attenti alle temperature di un mese o di qull”altro e di seguire di piu alcuni indici che sono fondamentali per le tendenze climatiche future,4 in particolare: 1- L”ANDAMENTO DEI GHIACCI POLARI. 2- ANDAMENTO DELL”ITCZ (aprile ottobre) 3- ANDAMENTO DEL CICLO ENSO. 4- URAGANI E TIFONI.

  6. Nintendo
    7 dicembre 2009 alle 14:18

    no, in primis penso che le UAH siccome derivino da uno studio condotto da una università soffrano di difetti di elaborazione.
    penso che aggiusteranno il valore nell’aggiornamento di Dicembre.

  7. 7 dicembre 2009 alle 14:39

    A proposito di Uragani, guarda questa pagina;
    http://www.weatherstreet.com/hurricane/2009//Hurricane-Atlantic-2009.htm

    Ma non dovevano aumentare gli uragani sia di numero che per la loro forza?
    Che fine hanno fatto gli uragani?

  8. apuano70
    7 dicembre 2009 alle 14:44

    Stanno tutti in viaggio verso Copenaghen….. 😉
    Bruno

  9. Stefano Riccio
    7 dicembre 2009 alle 14:56

    Vorrei segnalarvi che su Il Giornale di oggi c’è un articolo su Al Gore e le frodi sui dati climatici uscite ultimamente.

  10. apuano70
    7 dicembre 2009 alle 15:18

    Ciao Stefano, l’articolo a cui fai riferimento è sulla copia cartacea o sul sito de “Il Giornale” ?

    Comunque, tanto perchè dovrebbero dare il buon esempio, i partecipanti al vertice di Copenaghen, invece di muoversi in bicicletta, hanno scelto le Limousine per spostarsi nei prossimi giorni:
    http://wattsupwiththat.com/2009/12/07/december-7th-2009-a-day-that-will-live-in-hypocrisy/
    Addirittura pare che non ve ne siano abbastanza in tutta la Danimarca e devono quindi farle arrivare da altri paesi!

    Bel modo di cominciare a tagliare le emissioni…..
    Bruno

  11. 7 dicembre 2009 alle 15:21

    Conosci il vecchio detto:
    Fai quello che ti dico e non fare quello che faccio.

  12. Stefano Riccio
    7 dicembre 2009 alle 15:22

    è sulla copia cartacea di stamane.

  13. giorgio
    7 dicembre 2009 alle 15:24

    Siamo a una svolta climatica,ancora minima per ora ma presto sara molto piu evidente e non si potra piu fare finta di niente.Sono 11 anni che le temperature non crescono piu, dal fatidico 1998.Qualcuno presto ne dovra rendere conto,e alcuni rinomati climatologi e fisici solari perderanno il trono.Non ci sara molto da aspettare.I vari cortigiani e ruffiani di palazzo saranno decapitati.

  14. Stefano Riccio
    7 dicembre 2009 alle 15:24

    Però c’è anche sul sito nella sezione esteri in basso.

  15. apuano70
    7 dicembre 2009 alle 15:28

    Grazie, sul sito c’è invece in bella evidenza il video che è stato lanciato in occasione del vertice, iper-catastrofista come al solito….
    C’è da dire che sono molto bravi a mettere paura, potrebbero tranquillamente darsi al cinema (chi già non l’avesse fatto) 😉
    Bruno

  16. apuano70
    7 dicembre 2009 alle 15:34

    Io ho paura che accadrà quello che ha già detto Sand-rio ovvero nel momento in cui il calo termico sarà inequivocabilmente evidente questi signori si prenderanno pure il merito di aver salvato l’Umanità dal finire arrosto!!!
    Forse solo in seguito, se le temperature dovessero proseguire in una fase di raffreddamento anomalo, una parte della popolazione comincerà ad avere il sospetto che non c’entra l’uomo, se non in minima parte, nell’andamento del clima terrestre.
    Aspettiamo e vediamo, se ci sarà dato di poter vedere, come andrà a finire!
    Bruno

  17. Fabio2
    7 dicembre 2009 alle 15:35

    già 😀

  18. Fabio2
    7 dicembre 2009 alle 15:36

    Meglio così, un po di ricambio nel mondo scientifico, così come in altri campi, sarà salutare per tutti, tanti giovani ricercatori scalpitano e hanno idee e voglia di fare.

    Forza Sole, dacci una mano a rinfrescare l’aria stantia delle teorie sul global Warming, combina un bello scherzetto ai sostenitori del riscaldamento ad oltranza! 😀

  19. 7 dicembre 2009 alle 15:37

    Ma al vertice di Copeneghen parleranno sicuramente delle implicazioni climatiche che questo eccezionale minimo solare puó significare… o non ne parleranno?

  20. Fabio2
    7 dicembre 2009 alle 15:38

    Dipende dalla natura degli accordi che si raggiungeranno in questo ed altri vertici.
    Naturalmente, se si diffondono dati non veritieri e si può accedere ai mezzi di informazione senza difficoltà, fare quello cui accenni non è difficile, purtroppo 😦

  21. Nintendo
    7 dicembre 2009 alle 15:41

    con le emissioni che continuano ad aumentare, di certo non potranno dire che si raffredda per merito loro.

  22. giorgio
    7 dicembre 2009 alle 15:51

    io mi chiedo come sia stato possibile aver inscenato un teatrino-farsa globale di questa portata,con delegazioni di tutto il mondo,se stato possibile questo,allora vuol dire che tutto e possibile!!!!DELIRANTE ALLUCINANTE.

  23. 7 dicembre 2009 alle 15:56

    Sand per me ne parleranno ma solo per informazione senza dargli tanta importanza…….del resto mi sembra che sia un vertice fatto a posto per far vedere i progressi “solo” del global warming e non del clima in generale.
    Cmq per quanto riguardo la co2 io continuo a pensare che la si deve diminuire drasticamente ma non per diminuire il gw ma per la nostra salute.
    Un ot speriamo che sto gran freddo arrivi davvero incrociamo le dita 🙂

  24. 7 dicembre 2009 alle 15:58

    La risposta la puoi trovare leggendo come, quando e perché é nato l´IPCC,
    http://www.appinsys.com/GlobalWarming/GlobalGovernance.htm

  25. giorgio
    7 dicembre 2009 alle 16:06

    X Leonardo: l”anidride carbonica non e” affatto dannosa alla salute, sono altre le cose che fanno male,ma quelle non interessano a nessuno.

  26. Stefano Riccio
    7 dicembre 2009 alle 16:07

    Guarda che ci suno molte altre sostanze che fanno molti più danni della CO2 alla nostra salute, la CO2 è il male minore.
    Pensa solo alla diossina o all’amianto, quelle si che fanno male alla salute.

  27. apuano70
    7 dicembre 2009 alle 17:19

    Tanto per rinfrancare lo spirito: 15esimo giorno spotless consecutivo!

    http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

    Bruno

  28. frozen
    7 dicembre 2009 alle 17:35

    SI considera però ke i dati UAH sono più completi rispetto alle RSS, Le prime infatti coprono quasi tuto il globo compreso i poli, mntre le seconde lasciano un pò scoperti questi ultimi, mi viene da pensare ke la differenza tra i due centri sia dovuta alle anomalie termiche positive dello scorso mese proprio al polo nord per via del VP piuttosto destabilizzato. Cmq la mia è solo un’ipotesi.

  29. bora71
    7 dicembre 2009 alle 17:42

    si’ …magari qualche dato e’ stato taroccato..qualche scienziato non sa fare bene il proprio lavoro…e’ vero ci sono anche troppi interessi economici e politici..pero’…
    non si puo’ negare che i ghiacciai del mondo si stanno sciogliendo…basta vedere le noste alpi..
    che l’Artico sopratutto in estate e’ in profonda crisi..
    che gli oceani si stanno alzando..
    ora nn e’ detto che in periodo GW le temperature non possono temporaneamente abbassarsi,per altri motivi,come per esempio il minimo solare..
    ma il dubbio che l’uomo,con l’inquinamento, potrebbe influenzare il clima rimane..
    ricordatevi..non e’ sempre tutto bianco o tutto nero..ci possono essere diverse sfumature..
    ciao..

  30. apuano70
    7 dicembre 2009 alle 18:20

    Ciao Bora71, dici bene quando dici che ci possono essere molte sfumature, il guaio è che gli scienziati di cui parli, assieme al mondo politico riunito da oggi a Copenaghen, stanno facendo lo stesso errore di valutazione che tu rimproveri, erroneamente, a “Noi” (intendo il popolo “scettico” che segue NIA): per loro infatti il clima è irrimediabilmente compromesso se non accettiamo di ridurre drasticamente le emissioni di CO2, ponendoci quindi di fronte ad una scelta di schieramento (quel che tu dici o bianco o nero).
    Lor signori negano che vi sia la possibilità di errore nella loro interpretazione dei dati (quando non vengono manipolati come risulterebbe dalle ormai proverbiali Mail trafugate), addirittura hanno fatto divenire quasi un segreto militare i dati grezzi sulle rilevazioni delle temperature: poca trasparenza è indice di dubbia onestà secondo il mio modestissimo parere.
    Vedi Bora, non sono a dire che nel corso degli ultimi decenni, o ancora meglio, dal termine della cosiddetta “Piccola Era Glaciale” i ghiacciai non si siano ritirati e che l’Uomo non inquina, ci mancherebbe, ma che se permetti ci sia del torbido in tutta questa storia del Global Warming per colpa della CO2 non vorrai negarlo tu?
    Se quanto fin’ora detto e fatto in funzione di una riduzione dell’ipotetico riscaldamento globale si dovesse tradurre in un vero sforzo per la lotta contro l’inquinamento (quello vero) e per la creazione di fonti energetiche alternative veramente sostenibili, ti giuro che sarei perfino contento di essere stato preso per i fondelli fino ad ora! 😀
    Ti saluto cordialmente
    Bruno

  31. GIANFRANCO
    7 dicembre 2009 alle 18:46

    Caro bora71, non neghiamo il riscaldamento degli ultimi anni, ma mettiamo in discussione la causa.
    Solo in America ci sono 31.486 scienziati (fonte http://www.petitionproject.org), il famoso gruppetto inesistente (http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/ambiente/conferenza-copenaghen/dossier-rifkin/dossier-rifkin.html), che si dissociano dal dogma dell’IPCC!!!

  32. giorgio
    7 dicembre 2009 alle 19:16

    Ahi ahi ahi….la Co2 e” passata da 388 pmm a 387,75 parti per mlione,nonostante le forti emissioni umane e” calata.Che dolore!!!da qualche parte sara finita no???Forse negli abissi degli oceani.l”IPCC dovrebbe dare qualche spiegazione……..silenzio ssssssss non si parla

  33. 7 dicembre 2009 alle 19:20

    Sono state le mucche che hanno fatto meno… scorregge per paura di essere tutte sterminate… 🙂

  34. Nitopi
    7 dicembre 2009 alle 20:11

    Pare , tra l’altro, che sia necessaria a mantenere alta la produttivita’ agricola (le piante con la forosintesi intrappolano C02, emettono O2 e immagazzianano zuccheri….piu’ co2 c’e’ , piu’ prosperano: se c’e’ qualche aquariofilo potra’ spiegarti il suo uso per far prosperare le piante senza inquinare l’acqario con eccessivi fertilizzanti)

  35. Nitopi
    7 dicembre 2009 alle 20:13

    Vero.
    Ciao
    Luca

  36. Nitopi
    7 dicembre 2009 alle 20:13

    Naaaa….. Quello e’ metano….
    Ciao
    Luca

  37. Nitopi
    7 dicembre 2009 alle 20:16

    Ho come idea che se la sia mangiata la crisi…. Un po’ le emissioni sono diminuite perche’ in questo anno abbiamo consumato meno.

    Pero’ un calo “repentino” mi pare significhi che e’ in atto un sistema di retroazione che si oppone all’aumento della CO2 .
    Se dovessimo veramente tagliare le emissioni si potrebbe assistere ad un crollo rapidissimo….

  38. 7 dicembre 2009 alle 20:30

    È vero ma le mucche mica lo sanno che fanno metano e non CO2… e la paura di diventare tanti hamburger gli ha fatto chiudere il buco del c..o.

  39. Karlo
    7 dicembre 2009 alle 22:04

    Ho letto da qualche parte che le emissioni di CO2 quest’anno sono diminuite del 2,5% a causa della crisi mondiale.

  40. Pietro
    7 dicembre 2009 alle 22:11

    Si vede qualche regione attiva nel behind ma intanto che girano sul lato visibile del Sole si ammosciano, mi piace questa situazione…

  41. Andreabont
    7 dicembre 2009 alle 22:17

    Segnalo il solar flux in calo in questi ultimi giorni.

    (Dati delle 20:00 di ogni giorno, dato aggiustato)

    1/12 – 70.2
    2/12 – 69.4
    3/12 – 69.6
    4/12 – 69.4
    5/12 – 69.6
    6/12 – 69.8
    7/12 – 69.0

    Classiche oscillazioni a parte è passato nel giro di una settimana da 70.2 a 69.0

    Notare che 69.0 è un record per questa nuova serie spotless. Da quando sono sparite di nuovo le macchie il dato delle 20:00 non è mai stato così basso.

    A guardare il sole viene sonno anche a me, dorme così bene XD

  42. Fabio2
    7 dicembre 2009 alle 22:54

    A giudicare dal farside aggiornato alle 12 di ieri, presto si sarebbe svegliato. Ora però l’aggiornamento di 12 ore dopo non segnala più nulla.

  43. Dario
    10 dicembre 2009 alle 08:30

    Il raffronto UAH vs RSS è sempre interessante… la RSS, tra l’altro, (Remote sensing Systems), mi sembra sia una società semi-privata che ha “in appalto” i rilevamenti satellitari; sul suo sito trovate un sacco di pubblicazioni interessanti, tra l’altro una uscita su Nature dal significativo titolo “quanta pioggia in più porterà il GW?”, in cui si discutono i risultati dei rilevamenti satellitari sull’evaporazione, risultati che contraddicono parecchio tutti i modelli numerici, instillando sani dubbi sulla validità di certe “smanettate” al pc…

  44. Dario
    10 dicembre 2009 alle 08:35

    Sarebbe poi interessante un raffronto “stagionale” sui trend delle temperature; gli stessi Briffa, Jones (quoque tu, Brute…) e Osborn, in una pubblicazione del 2003, riscontrano x il NH che il GW in realtà ha avuto un carattere marcatamente stagionale, con un riscaldamento concentrato soprattutto in inverno (guardacaso proprio quando nelle città si accende il riscaldamento…) e molto meno in estate. Ciò a conferma di studi + locali, fatti ad es. dall’Università di Torino o dal CNR francese, in cui il GW “medio annuo” è dato in realtà da un forte riscaldamento invernale, “bilanciato” da un riscaldamento molto + ridotto nel periodo estivo, quando non addirittura da una DIMINUZIONE delle temperature massime estive.
    In altre parole, non è che “fa + caldo”, ma piuttosto che “fa meno freddo”.
    Any more info?

  45. Andrea b
    10 dicembre 2009 alle 11:22

    Interessante il concetto di fa meno freddo.
    Forse per due aspetti
    1° Isole di calore urbano nei dati terrestri es GISS
    2° Andamento degli indici es ITCZ, PDO, ecc per i dati satellitari

  46. gvdsgdsgvd
    10 dicembre 2009 alle 15:06

    Idioti

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: