Home > Nowcasting Solare > NOAA conta

NOAA conta

10 dicembre 2009

NOAA  per la giornata di ieri (9-dicembre-2009)  conta 13 macchie con una superficie di 10.

UPDATE 1 finalmente SOHO aggiorna

Dal magnetogramma

Il Solar Flux aggiustato del 9 dic 2009  alle ore  20:00 è di 70,8

http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

Apparentemente era già visibile anche ieri nel continum SOHO  gia alle 17:00 di ieri 9/12/2009.

UPDATE 2 SIDC  mette un SN di 8 per la giornata odierna

mentre per il NIA’s Count oggi saremmo ancora spotless

Andrea B

Categorie:Nowcasting Solare
  1. Andrea b
    10 dicembre 2009 alle 04:36

    Appena esce qualcosa di nuovo faccio l’update o lo inserisco nei post 🙂

    sono curioso di vedere se oggi la macchia lviene contata anche dal SIDC

    per Nintendo la notizia mi sembrava importante e mi sono permesso di pubblicarla

  2. andrea b
    10 dicembre 2009 alle 07:28

    viene citata la regione attiva come 1034 beta

  3. Enrico
    10 dicembre 2009 alle 07:37

    Ormai la linea è quella, non c’è molto da stupirsi..

    Tanto, se le macchie ci sono, ci sono, ed indicano un’attività solare, se non ci sono… poco da “inventarsi” 😉

    Ancora non è chiaro se, l’attività solare di ottobre è un inizio, per quanto lento e stentato, o ancora un’altra falsa partenza come successo nei mesi passati.

  4. Nitopi
    10 dicembre 2009 alle 08:15

    Nel soho di mezzanotte non c’e’ nulla.
    finche’ non agggiorna non posso applicare il conteggio Layman&NIA
    8)

    Luca

  5. Andreabont
    10 dicembre 2009 alle 08:36

    Alla fine diciamo sempre le stesse cose: Il loro conteggio è troppo sensibile, a vedere dal dato sembrerebbe che il sole sia ripartito… poi guardi l’immagine e ti viene da ridere 😄

  6. 10 dicembre 2009 alle 09:02

    OT: Straordinario valore della AO: Gli spaghi spariscono fuori dalla scala, ma il freddo storico molto probabilmente non arriverà in Italia

    Aggiornamenti qui:

    http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_cgifunction=form&_layout=sezioni&keyval=sezioni.sezioni_id=4456

    PS: Speriamo che non contino queste sciocchezze!

  7. andrea b
    10 dicembre 2009 alle 09:47

    bel post il confronto è molto chiaro sia a gennaio 1985, febbraio 1962 e gennaio-febbraio 1956.
    Resta il fatto che adesso siamo a Dicembre e si stanno generando valori molto particolari.
    Questo è preoccupante se la condizione si dovesse ripresentare a gennaio e febbraio.
    Negli ultimi dieci anni in Romagna si è avuto la tendenza a piantare l’ulivo una specie che già a -9 °C può subire dei danni. sarà interessante vedere come si comportano gli impianti verso marzo

  8. Pietro
    10 dicembre 2009 alle 09:54

    Io vorrei restare sotto i 4 di sunspot number questo mese, vedremo.

  9. andrea b
    10 dicembre 2009 alle 10:01

    Catania conta

  10. 10 dicembre 2009 alle 10:34

    Questa macchia (che esiste) mi ha dato molto fastidio 🙂

  11. Nitopi
    10 dicembre 2009 alle 11:16

    C’e’, c’e’… ho sempre un po’ di difficoltà perche’ me le confondo con le macchioline sul vetro del monitor…. 8)
    Non sembrano piccole, ma molto scialbe…
    Vediamo quando aggiorna soho…

    Ciao
    Luca

  12. Michele
    10 dicembre 2009 alle 12:26

    PIccolo OT!!

    Una domanda per l’ottimo….Giovanni Micalizzi.

    Ierisera mi son documentato sul fenomeno dello “stratwarming”….
    Si parla di un riscaldamento anomalo della Statosfera…Ok…ma…ma….
    Nello specifico mi son scaricato anche la documentazione di come sia fatta
    la nostra atmosfera…i vari strati e altro…
    Ecco….la mia domanda da “Ignoran..”
    Non riesco proprio a collegare …l’attuale fase di minimo solare…
    con la stratosfera che al contario si riscalda….
    Sapete darmi delle spiegazioni…
    Quali sono le dinamiche che producono questo riscaldamento ???
    Scusate ma la curiosità è tanta…..

  13. Nitopi
    10 dicembre 2009 alle 12:55

    se e’ quello che e’ successo l’anno scorso, fai conto una “bolla” di aria calda (per modo di dire, tutto e’ relativo…) che si alza dai poli e finisce in stratosfera… e l’aria fredda (mooolto fredda) della stratosfera, che scende a prenderne il posto…. (brrrrrrr….)… non vorrei essere li sotto…

    Ciao
    Luca

  14. Nitopi
    10 dicembre 2009 alle 12:56

    p.s. pare essere un fenomeno abbastanza raro… me sono due anni che si ripete…
    Ciao
    Luca

    P.S.
    Se ho detto cavolate correggetemi…
    Ciao
    Luca

  15. Michele
    10 dicembre 2009 alle 13:02

    Quindi fatemi capire questa Bolla di Aria calda dove si forma?

    In Stratosfera oppure in Troposfera (Noi)??
    E poi mi par di aver letto che prima delle piccole o medie ere glaciali
    ci sian dei decenni di forti anomalie di temperatura (molto caldo)
    ….

    Grazie Nitopi aspetto l’esperto….

  16. Andrea b
    10 dicembre 2009 alle 13:03

    un po come nel film the day after tomorrow

  17. dome
    10 dicembre 2009 alle 13:34

    http://www.meteoscienze.it/licenza-joomla/349-aggiornamento-stratosferico-straordinario

    Qui si parla di ciò che sta succedendo adesso…

    Di solito è la stratosfera a presentare anomalie per prima, riscaldandosi in modo anomalo (anche di MOLTE DECINE DI GRADI più della media ;o ), per cause ancora no ben chiarite… per poi trasmettere la sua anomalia agli strati inferiori sotto forma di divisione del vortice polare.
    In altre parole, al posto del vortice polare si forma una alta pressione, che spinge vortici gelidi multipli (splittati) a spasso per le latitudini inferiori.
    Stavolta però, è stato uno splitting del vortice polare, non preceduto da Stratwarming, a propagarsi agli strati superiori e provocare un riscaldamento anomalo, che “rimbalzerà” in troposfera con un nuovo splittamento 🙂

  18. antartic
  19. apuano70
    10 dicembre 2009 alle 13:48

    In questa immagine la macchia si vede un tantino meglio:

    Resto dubbioso sulla sua polarità in quanto dal magnetogramma GONG sembrerebbe poter essere sia ciclo 24 che 23.
    Bruno

  20. antartic
    10 dicembre 2009 alle 13:49

    il fatto e che un fenomeno abbastanza raro circa ogni due anni… ma quest’anno si presenta abbastanza in anticipo ( di solito seconda parte di gennaio) e soprattutto si è già verificato ad inizio anno con uno strat-warming major.. che è rarissimo!!

  21. 10 dicembre 2009 alle 14:48

    Sembra proprio ciclo 24.

    Quindi avrete un bianco Natale…. penseró a voi prendendo il sole a Copacabana e a Icaraí (la spiaggia di Niteroi) e facendo belle nuotate in piscina. 🙂 🙂
    Natale e capodanno con agua de coco, caipirinha gelada, cervejas, aragoste e churrasco.

  22. Nitopi
    10 dicembre 2009 alle 14:51

    SALUTAMI LE ARAGOSTE…
    Luca

  23. Nitopi
    10 dicembre 2009 alle 15:04
  24. Nintendo
    10 dicembre 2009 alle 15:20

    per quanto riguarda il NIA’s Count, appena potete fatemi sapere quali giorni vanno messi spotless e quali no.

  25. Nitopi
    10 dicembre 2009 alle 15:34

    12 pixel e 16 ppm tra tutto … non e’ spot per ora
    (poi quando arrivano piu’ “dritte” per effetto prospettico crescono…

  26. Nintendo
    10 dicembre 2009 alle 15:43

    quindi ieri è spotless per il NIA’s Count.

  27. 10 dicembre 2009 alle 17:21

    Noaa per ora mette un 12… pensavo onestamente di piú.
    http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

  28. furio
    10 dicembre 2009 alle 17:22

    …ma il magnetismo di questa macchia non vi sembra mix??

    mi pare proprio una macchia da max!

    Ale che dice?

  29. giorgio
    10 dicembre 2009 alle 17:25

    Concordo pienamente con Nintendo che di sole mi pare che ne mastica.Questa e” roba che 10 anni fa non la guardavano neanche,qui si va con il microscopio non con il telescopio.Sono brufoletti e stiamo parlando come se fossero montagne,sole fermo!!!!Ingessato.

  30. 10 dicembre 2009 alle 17:36

    Mi spiace contraddirti ma giá 100 anni fa vedevano benissimo queste macchie e anche i pori di pochi arcosecondi. Giá un secolo fa la risoluzione dei telescopi permetteva vedere macchie o pori con un diametro di pochi chilometri di diametro che giustamente allora come ora non vengono contate.
    Per essere dichiarata macchia il diametro minimo é regolamentato…
    notizie che l´Ist. astrofisico di Catania mi ha gentilmente inviato in risposta ai miei dubbi che erano anche i nostri. Quindi é tutto chiarito.

  31. 10 dicembre 2009 alle 17:39

    Poi che in periodi di crisi vengano segnalate macchioline come se fosse sempre la fine del minimo… questo dipende un poco da noi stessi che desidereremmo il sole sempre blank e da siti come spaceweather che é da due anni che annuncia la partenza del ciclo 24 per poi essere sempre smentito.

  32. Nintendo
    10 dicembre 2009 alle 17:47

    che io sappia sand, non esiste un diametro di classificazione per le macchie, ognuno conta quello che vede e quello che vuole contare, si è sempre fatto così.
    abbiamo già dimostrato mesi fa come molte macchie non venivano prese neanche in considerazione.

  33. 10 dicembre 2009 alle 17:51

    I pori non vengono mai contati. Parlo di CT e del SIDC, poi il NOAA fa quello che vuole e puó contare anche il pensiero di una macchia futura, ma il SIDC non contava i pori nel passato e non li conta adesso pur vedendoli…. almeno cosí mi hanno detto.

  34. 10 dicembre 2009 alle 17:56

    Una macchie per essere dichiarata tale DEVE avere la cosidetta penombra. Se non ha la penombra é un pore e non viene contata.

  35. Nintendo
    10 dicembre 2009 alle 18:22

    ti sei perso allora le mitiche macchie del 2008.
    😀 😀

    fidati, loro contano quello che vogliono contare.
    100 anni fa la metà delle macchie che sono apparse nel 2009 avrebbero fatto fatica a contarle.

  36. 10 dicembre 2009 alle 18:27

    Puó darsi ma in mancanza di una prova certa devo accettare quello che mi dicono:
    “Circa 100 anni fa, alla fine del XIX secolo i più potenti telescopi solari erano costruiti negli StatiUniti da George Ellery Hale e godevano di un potere risolutivo di 1-2 arcosecondi (750-1500 km), ovvero già sufficienti ad osservare anche i pori più piccoli”.

  37. Andrea b
    10 dicembre 2009 alle 18:35

    Concordo con Sandrio sulla risoluzione degli osservatori il problema è nella misurazione giornaliera.
    Le osservazioni divengono giornaliere solo dal 1849. I valori antecedenti hanno buchi nelle osservazioni grandi come voragini. e forse qualche AR può essergli scappata durante il minimo di Dalton.

  38. apuano70
    10 dicembre 2009 alle 18:35

    Comunque vada, pore o non pore, penombra o non penombra, l’attività magnetica del sole non lascia certo pensare ad una fase di ripresa decisa come avevano a più riprese dichiarato gli esperti:

    http://wattsupwiththat.com/2009/12/09/solar-geomagnetic-activity-is-at-an-all-time-low-what-does-this-mean-for-climate/

    Anzi, non è mai stata così bassa da quando viene rilevata!
    Bruno

  39. 10 dicembre 2009 alle 18:50

    Concordo in pieno.
    Il minimo continua alla grande! Non sono le piccole macchie che appaiono che faranno aumentare l´attivitá miserevole del Sole.
    Resto sempre della mia idea che ci avviciniamo al massimo che questo ciclo puó offrirci. Mi aspetto che anche questo mese finisca con un SSN inferiore a 5.

  40. Andrea b
  41. 10 dicembre 2009 alle 19:14

    Sul sito del Dr Spencer c´é anche un update.
    http://www.drroyspencer.com/
    Mi piace quando uno scienziato riconosciuto come lui cerca risposte da tutti condividendo il fatto di sapere poco e di voler imparare.
    La scienza deve essere compartecipazione e deve essere neutra e neutrale.

  42. ALE
    10 dicembre 2009 alle 21:05

    E il Recinto produce il terzo micetto!!!
    Certo che rispetto alla 1029 questa cosina qui ha più il piglio di Una SUNSpeck che di una Spot (Ha la 9393 si rivolterà nella tomba!!!!!!!)
    Comunque la tendenza è chiarissima: il recinto dei micetti si sta sfaldando, paragoniamo la 1027 (Settembre) con la 1029 (Ottobre) e la 1032 e 1033 con questa e traiamone le debite conclusioni!!!!
    Lo avevo già detto che per il 10 Dicembre mi aspettavo una Spot ma pensavo fisse nel Sud Emisfero….
    Stessa storia di un anno fa, almeno per ora, nel Behind nulla di che da segnalare. Farside PULITO sia come “coalescenza magnetica” (Vedi GONG) sia come “canali nel plasma” (Vedi MDI-Doppler-Imaging)! Indici sotto lo zero ad eccezione del FLux salito perchè sulla fotosfera ci sono almeno 4 Regioni magneticamente attive (Con una config. così l’SC23 portava l’SSN almeno a 90 o 100!!!).
    Insomma fa solo arrabbiare un’altra serie spotless di “quasi 20”!
    Seguiamo con attenzione il Micino bagnato partorito dalla 1034 e speriamo che si asciughi prima di 72 ore altrimenti l’Orso Russo lo GELA!!!!!
    ALE

  43. Michele
    10 dicembre 2009 alle 21:25

    E dopo il micino….Ale….
    e oltrepassato il 16 Luglio del 2010…che animaletti…avremo…
    dei piccoli Criceti !?

    P.S. Ringrazio “antartic” per il documento.

  44. Andreabont
    10 dicembre 2009 alle 21:29

    Comq se questo è quanto di massimo il sole riesce a produrre io mi preoccuperei….

  45. Michele
    10 dicembre 2009 alle 21:33

    L’Universo è in continua Evoluzione….Io preoccuperei invece se rimanesse “Statico”….

  46. Andreabont
    10 dicembre 2009 alle 21:35

    Non intendevo a livello assoluto, nulla è assoluto 😄

    Dico che, appunto perchè è mutevole, che forse ciò che potrebbe venire in futuro potrebbe essere preoccupante.

    Ps: “preoccupante” nel senso che è degno di una particolare attenzione, lungi da me il catastrofismo o previsioni strampalate da fine del mondo!

  47. Nintendo
    10 dicembre 2009 alle 21:47

    frase che uso spesso anche io per descrivere il clima di un posto.
    io mi preoccuperei che rimanesse sempre uguale, poi una volta messo in punto che cambia si guarda in che modo lo fa. 😉

  48. Michele
    10 dicembre 2009 alle 21:54

    Cambiamo allora la tua frase….
    Adesso diventa:

    Comq se questo è quanto di massimo il sole riesce a produrre io mi …..”particolare attenzione”….

    Non suona tanto bene Andrea…sei sicuro che volevi trasmettere questa particolare Attenzione
    o sotto…sotto c’è ache un pò di …???

    E la finisco qui….non c’è lo con te…mi sembrava solo di aver “recepito” una certa Paura…
    Sai con i tempi che corrono….Violenze..ronde….crisi climatiche …
    “Non abbiate Paura disse…un grande persona…!!!”

  49. Andreabont
    10 dicembre 2009 alle 22:06

    O cavolo, era una frase messa lì, guarda cosa sta generando 😄

    Riformuliamola bene:

    Se queste macchiettine sono il massimo che il sole riesce a dare, potrebbe essere vera l’ipotesi del massimo solare imminente unito ad una dinamo solare alla frutta.

    In questo caso la preoccupazione, nel senso relativo del termine, è che si possa cadere in un minimo pesante quanto Maunder se non di più.

    Ma sono soltanto ipotesi, naturalmente il sole è mutevole, sta a noi osservare come muta.

  50. 10 dicembre 2009 alle 22:27

    Il NOAA cambia un poco ma non la sostanza.
    Prima aveva segnato sunspot 12 con una area di 30, e adesso corregge con sunspot 13 e area di 10. L´area é molto piccola se si mantiene cosí si ridurrá in breve tempo, ma il Sole non rispetta nessuno e potrebbe anche allargarsi un poco. Vediamo domani come sará nell´alba catanese… 🙂

  51. ALE
    10 dicembre 2009 alle 23:30

    Ottimo intervento Sand!!!!
    Alla fine la nostra Stella farà ciò che gli pare! Nella vita del Sole 10000 o 100000 anni sono poca cosa, dispiace solo che chi ha i mezzi e l’autorità per dargli credito stia solo ora rendendo merito a questa fase di Very Low activity!
    ALE

  52. Nitopi
    11 dicembre 2009 alle 09:10

    la zona sta decadendo. Pur essendo prospetticamente in posizione piu’ favorevole, le dimensioni diminuiscono

    7 pixels, che valgono 9 ppm

    Ciao
    Luca

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: