Home > Ghiacci Antartici > Ghiacci Marini Antartici – Situazione Novembre 2009

Ghiacci Marini Antartici – Situazione Novembre 2009

13 dicembre 2009

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

Area:

Trend Anomalia Estensione:

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo la stessa estensione e 0.2milioni di kmq in più di area

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 0.2milioni di kmq di estensione in più e 0.3 in più di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 0.4milioni di kmq di estensione in più e 0.4 in più di area

FABIO

Annunci
  1. Andreabont
    13 dicembre 2009 alle 09:51

    Il bello è che per spiegare il perché non si stia sciogliendo come dovrebbe (secondo il loro infallibile modello, w l’ironia) stanno tirando in ballo il buco nell’ozono!

    In pratica vogliono far passare che se si scioglie è colpa dell’uomo, se non si scioglie è sempre colpa dell’uomo: non c’è scampo.

  2. ice2020
    13 dicembre 2009 alle 10:16

    Dopo il climate gate questi signori dovrebbero almeno avere la decenza di nn prlare più e rassegnare le dimissioni!

  3. Fabio2
    13 dicembre 2009 alle 11:27

    Immagino che la spiegazione dipenda dal fatto che l’ozono è uno dei gas serra e dunque una riduzione di concentrazione, secondo tale interpretazione, contribuirebbe a tenere basse le temperature…..? Boh, però dovrebbe anche favorire le precipitazioni nevose, altrimenti il ghiaccio non si forma.
    Faccio fatica a comprendere la spiegazione del surplus dei ghiacci antartici, ma sicuramente sono io che non capisco……

  4. 13 dicembre 2009 alle 11:41

    Il meccanismo é semplice. Le molecole di ozono assorbono la radiazione ultravioletta del Sole aiutando a riscaldare la parte dell´alta stratosfera.
    Con meno ozono stratosferico a disposizione l´atmosfera raffredda, e rinforza il vortice polare che dipende dalla differenza di temperatura tra la regione polare antartica e il resto del pianeta, facendo in modo che il vortice giri con piú forza.
    Risultato: i venti violenti creano una specie di muraglia tra l´aria antartica e gli altri continenti piú caldi.

  5. Luigi Lucato
    13 dicembre 2009 alle 11:41

    Per mettere nella giusta prospettiva storica
    i dati climatici attuali
    http://forum.crisis.blogosfere.it/viewtopic.php?f=8&t=42&p=23724#p23724

    tutto il casino umano-industriale è limitato all’ultimo trattino

    prima erano i Dinosauri a emettere CO2 e Metano …

  6. Davide
    13 dicembre 2009 alle 12:01

    Sandcarioca: dai su, siamo al ridicolo.
    Se lo scioglimento del polo sud fosse stato, al contrario, più accentuato del dovuto, avrebbero detto che era colpa del buco dell’ozono perchè questo lascia passare più raggi ultravioletti, e di conseguenza la superficie terrestre, maggiormente irradiata, si scalda di più.
    Ormai anche un bambino dell’asilo capisce che si inventano un modo per dare la colpa all’uomo ed al global warming per qualsiasi cosa succeda.
    Fa caldo? Colpa del global warming antropico. Fa freddo? Pure.
    Piove poco? Colpa del global warming antropico. Piove troppo? Pure, perchè in realtà il global warming bla bla bla e così magicamente succede il contrario. E noi casualmente ve lo diciamo sempre dopo, a posteriori, quando accade qualcosa che smentisce quello che vi avevamo detto ieri.
    Non è che siamo così cretini dal crederci all’infinito.
    Mi aspetto che nel giro di pochi anni, se le temperature dovessero scendere, dicano che in realtà è colpa delle emissioni di anidride carbonica perchè il riscaldamento ha cambiato l’equilibrio tra questo e quello e quindi succede il contrario di quello che doveva succedere. Siamo al parossismo della scienza fatta religione:
    qualsiasi cosa succeda conferma la teoria dell’agw, mentre nessuna la falsifica.
    Questo è il livello, ed io aspetto solo che tale pletora di pseudoscienziati, unitamente ai burocrati ed ai politicanti che li sostengono, venga spazzata via senza alcuna pietà.
    PS: complimenti per il blog. Lo seguo sempre, anche se non commento quasi mai.
    Vi prego di continuare su questa strada, incuranti delle critiche che inevitabilmente arrivano.

  7. Nintendo
    13 dicembre 2009 alle 12:33

    e per fortuna che la mancanza di ozono avrebbe riscaldato il pianeta di più.
    😀

  8. 13 dicembre 2009 alle 12:47

    Sono completamente d´accordo con te, perché la spiegazione che ho dato sopra é quello che dicono i cardinali e i vescovi del GW.
    Adesso sostengono che siccome il buco dell´ozono si chiuderá entro pochi anni…. (hanno finito di emettere i CFC che erano i responsabili del buco dell´ozono? Io credo di no!!) allora il caldo arriverá anche nell´antartide dove pianteremo banani e noci di cocco.
    La spiegazione del buco dell´ozono, EX pericolo N. 1 fino a qualche anno fa, mi sembra buona solo per i giornali e i gonzi. Il fatto é che il vulcano Erebus, che é sempre in attivitá, emette tonnellate di gas ogni anno che aumentano il Buco dell´ozono. NON ERA L`UOMO CHE PRODUCEVA GAS CHE AUMENTAVANO IL BUCO DELL`OZONO, ERA NATURALE!!! E se ne sono accorti adesso??? Lo stesso succederá tra qualche anno col CO2 e diranno che dava un effetto benefico! Poi nessuno ancora ha compiti studi approfonditi sul SO2 che deriva dalla combustine di carbone e petrolio e il cui effetto é il raffreddamento dell´atmosfera… certo dá pioggie acide che nessuno vuole, ma non hanno mai fatto studi sulla sua importanza!
    Ancora c´é tanta ignoranza sul clima ma la chiesa della religione del GW ha e vuole i suoi fedeli ciechi, sordi e muti!

  9. Simius
    13 dicembre 2009 alle 14:01

    Ma quindi l’antartico e’ destinato a diventare sempre piu’ grande?

  10. giorgio
    13 dicembre 2009 alle 14:21

    I carissimi amici dell”AGW invece di guardare il buco dell”ozono dovrebbero guardarsi il buco del c…che emette molto metano(gas serra) forse chiudendosi il buco del c… farebbero cessare il riscaldamento globale. Non vedo l”ora che finisca la farsa di Copenaghen.Mi fanno veramente vom…..L”altro giorno su tutti i telegiornali e” uscita l”immagine di un grandissimo icebearg staccatosi dall”antartico…come se in estate (antartica) non se ne staccassero mai,ormai siamo arrivati veramente al grottesco.Non si riesce neppure a commentare quello che sta succedendo.

  11. giorgio
    13 dicembre 2009 alle 16:04

    Complessivamente in 30 anni artico e antartico hanno perso 0,5 mln di kmq meno del 4% ,fra un po faremo i funerali dei poli.ormai non c”e piu speranza.E finita niente piu calotte bianche…. che pena.Il GW e” ormai irreversibile e il mondo andra incontro a disastri inimmaginabili.Inondazioni alluvioni saranno all”ordine del giorno,non si vedra altro che morte e distruzione……come e” FACILE IMPRESSIONARE LA GENTE MANIPOLANDO L”INFORMAZIONE.

  12. Luca
    13 dicembre 2009 alle 19:26

    Ma voi la ricordate una canzone che diceve “se sei bello ti tirano le pietre, se sei brutto ti tirano le pietre..” E’ ovvio che se si dicesse: ” cari signori, il clima cambia, ma l’uomo non c’entra molto” addio al busines di tutte le eco-cavolate che ci vengono propinate e sicuramente anche i vari dipartimenti di scienze del clima riceverebbero meno finanziameni. Se si porta avanti invece il discorso: “è comunque colpa dell’uomo…” allora c’è spazio per tanti tanti soldi che si muovono qua e là…O no?

  13. Simius
    13 dicembre 2009 alle 22:14

    da…wikipedia:
    La teoria delle cause antropogeniche del buco dell’ozono trova grande sviluppo negli anni ’90 anche se non sono mancate critiche che evidenziavano come il fenomeno fosse particolarmente intenso nell’emisfero Sud (Australe), mentre la maggior parte dei paesi industrializzati, compresi Cina ed India, utilizzatori di CFC è collocata nell’emisfero Nord (Boreale), e il rimescolamento dell’aria fra i due emisferi viene ritenuto trascurabile.

    Altra critica mossa più volte è che i CFC non sono l’unica fonte di cloro per l’atmosfera: è noto che nella stratosfera il cloro è sempre esistito in conseguenza della lenta migrazione del clorometano prodotto dalla superficie della terra e negli oceani quando gli ioni cloro reagiscono con gli organismi in decomposizione.

    segue… http://it.wikipedia.org/wiki/Buco_nell%27ozono

  14. Andreabont
    13 dicembre 2009 alle 22:52

    Ah, si, appunto, il mega icebearg ….

    Evento, appunto rarissimo, e cosa mi vengono a dire? Che diventerà all’ordine del giorno… e in sottofondo i dati delle temperature artiche in picchiata…..

  15. Davide
    14 dicembre 2009 alle 01:01

    Il bello è che io al buco dell’ozono fatto dai cfc ci avevo forse creduto.
    Adesso, con le cavolate che sparano, rimetto in discussione tutto, a ritroso, e mi sto facendo l’idea che anche questa del buco dell’ozono fatto dall’uomo fosse una gran cavolata.
    Forse una sorta di “prova generale” per vedere le reazioni della gente.

  16. Ligi gi
    15 dicembre 2009 alle 00:04

    Ragazzi io non capivo nulla di meteorologia , ma da cinque anni mi sono trasferito al sud e ho notato un cambiamento delle temperature in fase decrescente , a parte questo inizio di Novembre anomalo di questi ultimi anni , allora mi sno fatto una ricerca e sono finito qui , non traggo conclusioni almeno per ora ma vi seguo e comincio a capire molte str…ate che ci hanno rifilato……
    Continuate cosi perche voglio capire sempre di più un grazie a tutti.

  17. Luca
    15 dicembre 2009 alle 08:43

    Ciao a tutti, qualche giorno fa ho visto un documentario della bbc appartenente alla serie Planet Earth disponibile anche in blu ray. Nel caso specifico era “Mondi di ghiaccio” e ovviamente, da metà in poi, ci ha infilato dentro le immagini abbastanza strazianti di un bell’orso che arrancava sui ghiacci che cedevano sotto di lui per essere poi costretto a nuotare per centinaia di km, Esausto e affamato tenta un attacco a un gruppo di tricheci che però fuggono, senza più forze e possibilità si scava una piccola buca li si rannicchia lasciandosi morire. Ovviamente il commentatore faceva leva sul riscaldamento etc e la cosa mi ha dato un pò fastidio dato che vi seguo da molto. D’altra parte però il potere delle immagini è forte e solo un insensibile può rimanere impassibile di fronte a certe immagini, insomma la domanda alla fine te la poni comunque. La verità sta nel mezzo? Come sono messi questi benedetti ghiacci? Fa parte di un ciclo che si ripete da migliaia di anni? E questi benedetti orsi annegano tutti in massa ( scherzo)?

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: