Home > Minimo di Dalton, Nowcasting Solare > La 1035 sta perdendo vigore e….

La 1035 sta perdendo vigore e….

18 dicembre 2009

…l’altra regione nel nord emisfero è solo una plage:

Quindi se siamo fortunati e nel frattempo non appare un’altra regione attiva, tempo altri 2 giorni e risaremo spotless, potendo così sperare di raggiungere e battere i 265 giorni senza macchia del 2008!

Va detto comunque che la 1035 ha fatto registrare il valore più alto di flusso solare e X-ray (stasera alle 19 abbiamo sfiorato una flare di classe M) da quando il ciclo 24 è partito, insomma siamo ancora in regime da minimo ma con segnali evidenti di approccio al massimo solare.

Io personalmente la penso come Ale, e cioè che il massimo lo avremo nel corso del 2010 e che quindi Hathaway ci aveva visto giusto per quanto concerne la cronologia, però come tutti sappiamo ha completamente sbagliato l’intensità di questo ciclo 24.

I prossimi 3 mesi saranno determinanti, nel senso che ci faranno capire se io ed Ale (ed anche tanti altri qui dentro che la penano come noi) abbiamo ragione, oppure il massimo lo si raggiungerà nel 2012-2013 come affermano ormai tutti i principali centri solari mondiali.

Ai posteri l’ardua sentenza, intanto tutta Europa è sotto a temperature glaciali ed anche la nostra penisola non sta scherzando…ma questo è un altro discorso…  😉

Simon

Advertisements
  1. 18 dicembre 2009 alle 20:28

    OT, ma non troppo.
    A quanto pare a Copenaghen é stata una fumata nera. L´accordo non c´é stato.
    Il Papa della chiesa del AGW non é stato ancora eletto, tutto rimandato al prossimo conclave con tutti i vescovi e cardinali del profeta Al Gore, nel 2010 in Messico.
    Medvedev, Obama e Lula giá hanno lasciato la Danimarca.

  2. Michele
    18 dicembre 2009 alle 20:40

    Se il trio delle meraviglie si vuol fermare qui in provincia di Lucca…
    che se fermino pure….ma con Doposci e una bella pala per spalare tutta questa Neve !!
    Di lavoro non ne manca per la mattina…..
    Siamo già prossimi ai venti centimetri di Neve !!

  3. 18 dicembre 2009 alle 20:55

    http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_cgifunction=form&_layout=sezioni&keyval=sezioni.sezioni_id=4522

    Si ed occhio anche al gelo….osserva che valori sono previsti da alcuni lam…Ho appena fatto il punto

    Comunque tornando al Sole, ottima notizia Simon che ci fa sperare nelle altre serie spotless magari entro questi prossimi 12 giorni che ci separano dalla fine del 2009… 😉

  4. Michele
    18 dicembre 2009 alle 21:08

    Speriamo che non si ripeta una situazione come nel 1984…..
    Altrimenti poveri Ulivi……

  5. EnzoDD
    18 dicembre 2009 alle 21:19

    Qui Dresda oggi -17….da 3 anni che sono qui mai visto questo freddo a dicembre….

  6. Enrico
    18 dicembre 2009 alle 21:32

    “fortunati”, e cosa vinciamo ? 🙂

  7. Stefano Riccio
    18 dicembre 2009 alle 21:49

    Qui a Firenze erano 4 anni che non nevicava e in due ore ha fatto 20 cm.
    Pensate un pò…

  8. 18 dicembre 2009 alle 22:41

    Neve anche a Rio de Janeiro!!!!…. no… non é neve… é la dama bianca che usa Adriano festeggiando il titolo di campione del Brasile col Flamengo. Tutte le favelas di Rio omenaggiano Adriano spargendo la coca.
    Sto scherzando naturalmente… ma non tanto.

  9. ALE
    18 dicembre 2009 alle 22:46

    Finalmente la “Quasi-Tigre” sta scappando con la coda in mezzo alle gambe!!!
    Dal profilo di X-Ray si deducono pulsazioni degne di un SOlar-Max fatta eccezione per l’intensità che è PIU’ DI 100 VOLTE INFERIORE!!
    2000:
    http://www.spaceweather.com/glossary/flareclasses.html
    OGGI:
    http://www.swpc.noaa.gov/rt_plots/xray_5mBL.html
    Si può vedere il tipico profilo “a dente di squalo”, molto differente dalla gobbe stile cunette fatte registrare dalla 1019 ad esempio!!!!
    Per fortuna non siamo arrivati a classe M di solar flare quindi il piccolo pianeta blu non dovrebbe nemmeno accorgersene; solo i flare di classe M-8 e X provocano forti “terremoti” in stratosfera e scaldano gli strati più esterni della stessa (DA NON CONFONDERE CON LO STRATWARMING PERO’! E’ TUTTO UN0’ALTRO FENOMENO!!!!).
    Il FLux è ritornato a 84 dopo il piccolo sobbalzo di ieri!!!
    Spero vivamente che la 1035 collassi prima nel lato più visibile, come tra l’altro sembra fare, per tornare prima spotless!!!
    La nuova regione che è apparsa dall’estern-limb e che avevo già in tempi non sospetti definito come Plage è invece in una stupenda posizione da Massimo Pieno!!! Come disse il Prof. Svalgaard a Simon “una rondine non fa primavera” ma qui mi sa che di rondini ne abbiamo uno sciame oramai!!!!!
    Sottolineo ancora l’importanza dei prossimi tre mesi ma non posso fare altro che osservare un andamento proprio anomalo nell’andamento dei dati SSN ufficiali del SIDC:
    ftp://ftp.ngdc.noaa.gov/STP/SOLAR_DATA/SUNSPOT_NUMBERS/MONTHLY
    Ora vado a godermi la nevicata!!!!
    ALE

  10. Andreabont
    18 dicembre 2009 alle 22:50

    La lobby ambientalista si muove con gravi minacce:

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2009/12/18/visualizza_new.html_1647913465.html

    “Ma se dopo tanti anni si arriva a questo significa che la politica ha fallito. Allora ci sono solo due possibilità: o si cambia la politica o si cambiano i politici.”

    Pascal Husting, direttore di Greenpeace.

  11. giorgio
    18 dicembre 2009 alle 23:20

    Hai visto Ale che bufera sembra la Siberia,Io abito in provincia di modena e tu?

  12. Andrea b
    19 dicembre 2009 alle 01:49

    in romagna l’anno horribilus fu 1985

  13. 19 dicembre 2009 alle 06:48

    Da Padova. ore 7:30
    Siamo a 30 cm di neve e se non si provvederà a spalare le strade il traffico sara azzerato nelle prossime ore. Non accenna a diminuire la caduta di neve e penso che andra avanti almeno fino a mezzogiorno, se si leverà il Sole agombro da nuvole. Personalmente odio la neve e il freddo, ostacola molto il lavoro, per chi come me usa la macchina solo x quello. Ieri, quando alle ore 9:30 c’erano -4 C posso dire con assoluta certezza che è stato l’unico giorno del 2009 cui ho avvertito un freddo intenso. Un solo giorno di freddo in un anno!!! E’ normale che nevichi a dicembre qui, come del resto in tutta Europa. Almeno nella bassa padovana il fenomeno si è sempre ripetuto negli ultimi anni, ma quest’anno sembra leggermente in anticipo di qualche settimana. Quest’anno, posso affermare, lavorando spesso fuori per vigilanze esterne, è stato l’anno in cui in tutta la mia vita lavorativa ho avvertito meno il freddo, ma anche quello in estate in cui ho avvertito meno il caldo.
    Tirando le somme, il 2009 a Padova, è stato un anno mite, con meno escursioni termiche, meno umidità, meno nebbia, una buona annata insomma, assai vivibile per chi spesso è costretto a lavorare fuori all’aperto. Da notare anche l’abbigliamento. Ho messo il piumino solo verso metà novembre e tuttora non uso le imbottiture a tripli o quadrupli strati del 2006-2007. In conclusione, nevicata a parte di oggi, direi che qui il 2009 è stato l’anno dell’equilibrio termico sostenibile.

  14. nitopi
    19 dicembre 2009 alle 10:30

    Aspetta domani….
    Io sto per partire per una garetta in Toscana ma… secondo 3Bmeteo dovro’ aspettarmi un -10 la mattina….

    Vi sapro’ dire 8)

    Ciao
    Luca

  15. alfremaz71
    19 dicembre 2009 alle 10:33

    neve anche qui all’isola d’elba

  16. 19 dicembre 2009 alle 11:03

    un mio collega mi ha detto che ad asiago la notte del 16/12 la temperatura è scesa a -37. incredibile.. temperatura polare! cmq ora la nevicata e scemata e poco fa si e intravisto il sole per un paio di minuti. Questa neve e secchissima. Morbida, spugnosa e immagino che sia piena di Co2. staremo a vedere quanto dura. Di certo non me l’aspettavo. Non sono a favore del Global Warming altrimenti non scriverei qui, ma mi pare ovvio che la nostra societá tollera piu l’alta temperatura che la bassa. Per esempio ho avuto gatte da pelare, prima, per un cancello automatico che era impazzito e non si chiudeva più, creando il blocco degli allarmi a tutto il sistema. Ho dovito buttare acqua bollente sulle fotocellule per farlo chiuderr e spalare neve a nontidico. Una lunga era glaciale anche se Piccola, credo che mietera molte vittime, in senso figurato, è creeera ancora piu problemi energetici al pianeta per l’aumentabile necessita di petrolio e energia. Intanto ho letto su space.com che la troposfera si sta vertiginosamente raffreddando dopo i due anni di minima. Io spero di cuore che non accada mai uno scenario tipo “The Day After Tomorrow”, sarebbe peggio per la sopravvivenza umana di un effetto serra. O meglio entrambi devastanti, ma forse col supercalore, le specie viventi vegetali sopravviverebbero meglio e un po più a lungo.
    Siamo a Natale e che nevichi pure dunque, come è giusto che d’estate si crepi di caldo nelle zone temperate. Augurare il super caldo o il super freddo però è secondo me un’offesa al progresso umano! Spero che nessuno mai lo faccia!

  17. 19 dicembre 2009 alle 11:12

    Beati a voi tutti del Nord e parte del Centro con la neve e temperature glaciali…Per noi dell’estremo Sud solo questo potrà salvarci…si spera che il blocco ipotizzato dal sottoscritto venga esaltato nei prossimi giorni…

    Ecco
    http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_cgifunction=form&_layout=sezioni&keyval=sezioni.sezioni_id=4521

    Cosa ne pensate??
    Finalmente anche noi avremo la nostra occasione??

    Intanto il Sole tenta il colpaccio e entro la fine dell’anno potremmo farcela anche se io ero un pò scettico..

  18. sand-rio
    19 dicembre 2009 alle 11:18

    Hampton, Va, Dec. 16 / PRNewswire-USNewswire / – nuove misurazioni da un satellite della NASA mostrano un drammatico raffreddamento nell’alta atmosfera, che è correlato con la fase di declino del ciclo corrente solare Per la prima volta, i ricercatori possono mostrare un collegamento tempestivo tra il Sole e il clima di termosfera Terra, la regione sopra i 100 km, un passo essenziale per fare previsioni accurate dei cambiamenti climatici in alta atmosfera.

  19. 19 dicembre 2009 alle 11:20

    Ottimo sandrio davvero ottimo 😉

  20. ALE
    19 dicembre 2009 alle 11:22

    X Giorgio:
    Pavia!!!
    Una neve asciutta e abbondante così accompagnata da venti tesi da EST erano anni che non la vedevo!!!!
    Grazie SOLE, Grazie di tutti i bei momenti che ci stai regalando!!!!
    E se poi fosse vero che, come dicono alcuni, che non sei una forzante degna di nota per il clima terrestre…. Grazie ancora per esserci, con o senza macchie!
    Voglio solo ricordare che il Sole non è solo macchie!!!! Chi si limita ad applaudire la nostra amata stella solo quando produce sunspot CME e Flare insultandolo quasi quando è “QUIET”, allora vuol dire che non ama il Sole, lo reputa solo un mezzo per cosa poi??? Mha’!!!!
    Ricordo le parole di Gary Palmer nell’aprile 2009 quando si iniziò a parlare di Deep Solar Minimum: “Blank is wonderfull!”, e lui è uno che il sole lo ama davvero, lo fotografa da anni!!! Io spero solo che il Minimo di Eddy continui in modo che sia chiaro una volta per tutte il ruolo giocato dalla nostra stella nei cicli climatici terrestri!!!!
    Il Sole è anche questo, variabilità, e ricordiamoci che per lui 300 anni non sono nulla rispetto al suo ciclo vitale!!!
    ALE

  21. GIANFRANCO
    19 dicembre 2009 alle 11:24

    L’accordo, molto DIS, di CO2p. è stato trovato solo sui numeri dei finanziamenti; mi chiedo, ma questi soldi, chi li sborserà? Mi piacerebbe leggere un articolo dettagliato sugli aspetti economici del AGW.

    Grazie a tutti.

  22. GIANFRANCO
    19 dicembre 2009 alle 11:27

    Speriamo 🙂

  23. GIANFRANCO
    19 dicembre 2009 alle 11:27

    Sand, potresti postare il link della fonte?

    Grazie

  24. 19 dicembre 2009 alle 11:31
  25. 19 dicembre 2009 alle 11:51

    Meglio non leggere. fidati. Scopriresti che li devi sborsare anche tu!
    Io mi sento vicino alla Cina, anche ze le mie idee politiche sono opposte. Non tollero però il modo in cui la Cina si sta sviluppando, sfruttando cioè la popolazione. Cmq che facciano quello che credano. Gaia è viva, è basta uno tsunami per spazzare via le suite dei miliardari al marevo un terremoto per devastare intere citta costruite dall’uomo. Siamo di passaggio. Chissa quante volte le placche tettoniche si sono ribaltate e sommerso tra la lava del sub strato mantico intere foreste e esseri viventi (petrolio). Io credo che chi non giudica il Dole responsabile dell’andamento climatico della Terra è in malafede o è semplicemente ignorate. I dibattiti sarebbero altri ma vengono celati o ignorati. Per esempio, senza andare ot, chi e come è responsabile dei cicli undecennali del Sole e dei suoi cicli atipici? Perche questi cicli non li si osservano sulle altre stelle della stessa classe spettrale? (Alpha Centauri A sembra averne ma ha una compagna).
    Le macchie del Sole non stanno seguendo ritmicamente l’allineamento planetario in corso, producendo ogni 15 giorni circa una regione attiva? Sembra quasi che la dinamo esterna si avvii e poi si fermi a singhiozzo e senza una logica precisa. La teoria di Niroma sembra puramente statistica e non spiega il fenomeno, che si evolverin modo non lineare..!!! Chi ha causato le Grandi Ere glaciali e le estinzioni di massa? il Sole o gli
    impatti cometari!??? Queste sono alcune delle domande cui dovrebbero rispondere gli scienziati piuttosto che truccare i dati per allungare il brodo del GW.

  26. Andreabont
    19 dicembre 2009 alle 13:34

    In genere hai ragione, l’uomo ha sempre difficoltà ad ammettere la sua ignoranza.

    Ma devo comunque specificare alcune cose:

    1) Non vediamo i cicli delle altre stelle semplicemente perché troppo lontane, è già tanto se riusciamo a stimarne distanza e classe.

    2) Le grandi ere glaciali (quelle veramente “glaciali”) sono con buona probabilità (e quasi tutti i ricercatori sono d’accordo) da mutazioni periodiche dell’orbita terreste, vedi il moto conico dell’asse con le sue nutazioni (si, proprio con la “n”). Oppure da evidenti catastrofi planetarie. Altri periodi freddi (ma mai quanto le grandi glaciazioni) sono invece imputabili al sole.

    3) Secondo le attuali teorie universalmente accreditate i cicli solari sono imputabili alla rotazione differenziata tra i poli (più lenti) e l’equatore (più veloce), questo causa una “attorcigliamento” delle linee di campo (magnetiche) che causano le anomalie magnetiche: esse, se abbastanza forti, bloccano la risalita del calore dalla superficie interna del sole causando un raffreddamento della zona, che diventa più scura, ed ecco servita la macchia solare.

    4) Il motivo per cui i cicli solari a volte sono diversi (come in questo evidente caso) è tuttora sconosciuto, esistono molte ipotesi, ma nessuna confermata, per ora.

    5) Per quanto l’essere umano abbia studiato abbastanza poco la crosta terrestre non si sono mai visti segni di “ribaltamento” delle placche tettoniche, e quindi nessuno pensa che possano mai essere accadute, anche perché le leggi fisiche lo impediscono 😄 (Il petrolio deriva da altre cose)

  27. apuano70
    19 dicembre 2009 alle 14:10

    Ciao a tutti ragazzi, è un periodo in cui non riesco a dedicare il tempo che vorrei a NIA a causa di alcuni problemi di troppo….
    Credo che ci sia ancora tempo a disposizione per eguagliare ed eventualmente battere i 265 giorni spotless del 2008, ed il sole sembra voler dare credito a tale ipotesi.
    Ad ogni modo, se anche non riuscisse nell’impresa, il 2009 sarà anno da ricordare per aver sancito l’importanza assoluta di questo minimo solare, il più profondo da un secolo a questa parte!
    Vado un attimo OT per segnalare che anche la Versilia è stata “baciata” dalla neve: Apuane imbiancatissime, neve in spiaggia, circa 10 cm a Camaiore…
    Non male per essere al 19 Dicembre… 😀
    Un saluto a tutti!
    Bruno

  28. 19 dicembre 2009 alle 18:10

    Grazie Andrea per le risposte, molto esaurienti, ma alcuni studiosi come Alvarez, Muller, Matese e Morbidelli avrebbero da dire molto in merito ad alcune questioni. Ho avuto l’onore e la fortuna di ricevere proprio una mail da Matese, che ormai è al termine della sua carriera di astrofisico. Ci sono cose che andrebbero approfondite. Credo che le rotazioni differenziate dei poli, come giustamente hai detto, non agiscano in modo caotico, perchè gli elementi sono regolati da forze misurabili e quantificabili. Credo che il fenomeno delle macchie sia ancora da studiare a fondo, come anche la stessa stella Sole. La variabilità delle altre stelle è anche indice della loro attività, ma giorno dopo giorno, si scopre che le ipotesi che fino ad ora si credeva regolassero la loro ciclica variazione, non sono universali. A tal proposito troverai una recente news su space.com o su altri siti specializzati. L’errore che compiono gli studiosi, è giudicare il Sole vome in’entità a se, isolata nel cosmo. Invece, recentissimi studi, da parte della sonda Cassini, fotografano l’eliopausa come una bolla in agitazione, che e strettamente legata alle stelle vicine. Gli studi del prima citato Matese, del 2000 e tutt’ora validi, pongono certezza scientifica alla concentrazione in alcune zone della bolla Sistema Solare, di comete della nube di Oort. Lascio a te trarre le conclusioni, è sono sicuro che molto presto, se verrà confermata l’influenza dei giganti gassosi sull’elettromagnetismo delle macchie, si aprirà la strada per comprendere chi e cosa realmente influenza dall’esterno la dinamo solare.

  29. Andreabont
    19 dicembre 2009 alle 23:21

    Indubbiamente se ad ogni effetto corrisponde una causa a noi manca un pezzo: come mai il sole ha cicli di diversa forza? Perché minimi e massimi solari? E anche se ci sono solide teorie sul campo magnetico che spiegano le macchie, potrebbe esserci qualcosa sotto.

    Quella dell’influenza dei giganti gassosi è un’ipotesi, ma faccio fatica ad accettarla, ma puzza un pò, non mi tolgo dalla mente il fatto che per quanto possano essere giganti, non potrebbero mai e poi mai eguagliare la vastità del sole. Quindi davvero una loro influenza può avere effetti tanto evidenti?

    Ricordiamoci che la macchia 1035 equivale alla terra, se non è addirittura più grande: giusto per far capire di cosa stiamo parlando…

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: