Home > Cambiamenti Climatici, Global Warming e IPCC > L´incomprensibile non-riscaldamento attuale

L´incomprensibile non-riscaldamento attuale

7 gennaio 2010

I cosí detti scienziati dell´IPCC trovati con le mani nella marmellata del Climategate, non sanno spiegare cosa succede alle temperature globali dal 1998. Di fatto l´indice delle “temperature globali” ha finito di aumentare anche se in presenza di aumenti di concentrazione del famigerato CO2, e cosí va sott´acqua la loro tesi del riscaldamento globale.
Prima il neozelandese Mick Kelly che attonito, scrisse a Phil Jones, del CRU-Climatic Researche Centre, perché doveva fare una conferenza pubblica e non sapeva come spiegare la discesa recente delle temperature.
Di fatto, questi strani scienziati pensano che sanno spiegare gli aumenti della temperatura, mentre in realtá non lo sanno neanche loro. Adesso altri scienziati emuli di quelli le cui e-mails sono finite nel dominio pubblico, affermano che una serie di 10 anni di discesa delle temperature globali non significa rifiutare la tesi del riscaldamento globale!! (SIC!)
Cioé, siamo di fronte ad un miracolo della Fisica, perché avremmo una legge che si sarebbe interrotta durante 10 anni, ma che continua valida!
Oltre al miracolo della Fisica, saremmo anche di fronte ad un miracolo della matematica. La tesi del GW si basa su una formula matematica che non ha mai ricevuto l´adesione degli scettici, ma che ha la seguente espressione:

∆t = Ti – To = α . ln (Ci/Co)

In cui:

∆t = Ti – To é la variazione delle temperature medie globali tra un anno generico “i” e un anno arbitrario di referenza “o”.

Ci e Co sono i valori della concentrazione di diossido di carbonio (equivalente) negli stessi anni “i” e “o”.

α é un coefficiente positivo e ln traduce il logaritmo neperiano.

Siccome la concentrazione di CO2 varia di forma monotona e crescente, avremo Ci > Co, per cui il logaritmo neperiano ln (Ci/Co) sará sempre positivo. E siccome il parametro α é positivo, la variazione della temperatura media globale dovrá sempre essere positiva.
Ora dato che questo non si sta verificando in natura, vorrá dire che le cose vanno a dir poco, male.
Ma non é stato solo adesso che questa tesi dell´IPCC ha rivelato la sua inadeguatezza. Come effetto, questa legge non riesce a spiegare le seguenti sequenze di tendenze registrate nelle serie dell´HadCRUT3, precisamente i 38 anni di diminuizione pur avendo un tasso massimo di emissioni di CO2:

30 anni di aumento, dal 1912 al 1942 (tx di emissioni di CO2 = 1,2% anno)
38 anni di diminuizione, dal 1942 al 1980 (tx di emissioni di CO2 = 4,7% anno)
24 anni di aumento, dal 1980 al 2004 (tx di emissioni di CO2 = 1,2 % anno)

La fonte di informazione dei tassi di aumento delle emissioni di CO2 é James Earl Hansen, il guru massimo del global warming. Questi tassi furono annunziati da lui stesso in una esposizione al Congresso degli USA nel 2003. Fu in questo momento che Hansen avvisó che il valore massimo di aumento della temperatura, in relazione alla era post-industriale, che il pianeta poteva sopportare senza “fondersi”, sarebbe di 2º C.
I credenti presero questo valore come un dogma di fede!!
In realtá, l´indice della temperatura media globale ha oscillato tra aumenti e diminuizioni circa 6 volte dal 1850, data scelta come finale della piccola Era del Gelo.
Adesso ci aspettiamo altri miracoli di fede, altri prodigi profetici, altri martiri, santi, Comandamenti, ed infine il rogo per gli eretici!
Mentre il Sole resta a guardarci indifferente a questa nuova era in cui l´uomo e la Terra sono di nuovo al centro dell´Universo e tutto gira intorno ai santi martiri e profeti dell´apocalisse dell´IPCC… andiamo avanti tornando ai tempi dell´Inquisizione per gli eretici e per chi avanza un pur minimo dubbio sul nuovo Evangelo Climatico.

SAND-RIO

Annunci
  1. agrimensore g
    7 gennaio 2010 alle 11:38

    Grazie per il bell’articolo, SAND-RIO.
    Però non capisco una cosa: come fa, da questa legge, ad uscire fuore l’hockey-stick di Mann, quindi con previsioni di aumenti di temperatura esponenziali, o almeno lineari a fronte di questa legge che è logaritmica? Bisognerebbe supporre che l’aumento di Co2 sia una funzione “esponenziale” (nel caso di previsione di aumento della temp lineare) o “esponenziale di esponenziale” (nel caso di previsioni di aumento temp exp), che mi pare un po’ troppo anche per le menti più fantasiose dell’IPCC…
    Se il valore di alfa fosse contenuto, sarebbe persino una legge accettabile, nel senso che l’aumento di Co2 fornirebbe un contributo all’aumento della temperatura molto limitato.
    Cmq, cercar di far coincidere un andamento pressochè sinusoidale con una legge logaritmica è in effetti una bella impresa :-)…

  2. 7 gennaio 2010 alle 11:40

    http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_cgifunction=form&_layout=sezioni&keyval=sezioni.sezioni_id=4727

    Occhio dopo metà mese qualcosa bolle in pentola…sembra grosso….

    Intanto oggi ancora spotless anche se sulla sinistra sopra l’equatore si inizia a veder qualcosa…confermate?

  3. ice2020
    7 gennaio 2010 alle 11:46

    Catania conta qualcosa che nn c’è nella vecchia 1035…

    quindi siamo alle solite, la palla passa al sidc!

  4. Nitopi
    7 gennaio 2010 alle 12:07

    Mi hai tolto le parole di bocca …
    Ops.. i caratteri dalla tastiera….

    Solo una piccola precisazione…
    “30 anni di aumento, dal 1912 al 1942 (tx di emissioni di CO2 = 1,2% anno)
    38 anni di diminuizione, dal 1942 al 1980 (tx di emissioni di CO2 = 4,7% anno)
    24 anni di aumento, dal 1980 al 2004 (tx di emissioni di CO2 = 1,2 % anno)”

    La formula parla di rapporti tra concentrazioni assolute.. bisognerebbe fare il conto …. e poi, essendo appunto variazioni in un logaritomo, le variazioni maggiori sono fortemente smorzate…

    Comunque… alla faccia della schematizzazione!!!!!
    Ricomunque… la formula non fnziona agli estremi (almeno, ad un estremo… se Co e’ zero…. darebbe un delta T infinito…. per qualunque concentrazione infinitesima di CO2… Mhhhhhh )
    Ciao
    Luca

  5. Nitopi
    7 gennaio 2010 alle 12:10

    c’e’ anche un avviso nelle news di 3bmeteo….
    A proposito… sta ghiacciando il fiordo di Oslo….

    Ciao
    Luca

  6. Nitopi
  7. ALE
    7 gennaio 2010 alle 12:17

    Merito all’osservatori Astrofisico di Catania!!!!
    E’ importante vedere come, senza magnetogramma, siano riusciti a vedere una SunSPot che noi non vediamo perchè Non siamo addetti ai lavori!!!!
    E’ Ovvio che anche nel 1653 avrebbero visto la AR segnalata!!!
    Essendo il Continuum un fatto OPINABILE io non ci vedo NULLA, ma come già detto E’ OVVIO CHE LA SPOT LI C’E’!!!!
    Alle 8:00 UTC SOHO no vede nulla quindi a questo punto a cosa serve?
    Possiamo anche dismetterlo!!!!
    ALE

  8. 7 gennaio 2010 alle 12:18

    Il bollettino di CT ancora non é uscito essendo fermo al 5 gennaio. Effettivamente segna qualcosa col suo numero interno progressivo 35.
    Ma nel continuum di CT non si vede nulla, mentre forse, ma proprio forse, c´é qualcosa nel Ha. ( da vedere nei link ingrandito!)

  9. Bernardo Mattiucci
    7 gennaio 2010 alle 12:21

    Sia la temperatura che la concentrazione di CO2 in atmosfera, seguono un andamento sinusoidale nel tempo… shiftate di poco tempo (alcuni anni circa… ma varia… in piu’ o in meno a seconda dei casi…).
    Quello che stravolge ciclicamente il tutto e’ il Sole.. che riceve degli influssi da parte di altre stelle e dalla galassia (conta molto anche la posizione del sole rispetto alla galassia e all’universo…, ma qui di anni ne passano a miliardi e per noi l’influenza e’ nulla…).
    Noi umani, con il nostro operare e inquinare, non facciamo che introdurre una sorta di “piccola” armonica su entrambe le sinusoidi… Ma nulla di piu’!

    Volersi erigere a padroni del mondo, capaci di manipolare (a parole) qualsiasi cosa e convinti che conosciamo gia’ tutto fin nei minimi particolari, denota solo una limitata capacita’ intellettuale!

  10. 7 gennaio 2010 alle 12:31

    Ecco CT che segnala 2 pore.

  11. fabiov
    7 gennaio 2010 alle 13:26

    http://www.meteogiornale.it/notizia/17015-1-gelo-europa-corrente-golfo

    che articolo! e poi si parlava fino allo scorso anno di inverni rigidi in europa ogni trecentouno anni.. 1407/08, 1708/09, 2009/10?! e tutto questo sempre in concomitanza di profondi minimi solari! potrebbe essere solo una coincidenza? mah.. giusto una curiosità!!!

  12. 7 gennaio 2010 alle 13:59

    Quando scrivemmo alcuni mesi orsono, che la corrente del Golfo ci sembrava “strana” qualcuno ci prese in giro…
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/10/19/la-corrente-del-golfo-e-la-corrente-nord-atlantica-che-cose-e-cosa-gli-sta-accdendo/

    Oggi qualcuno comincia parlare che qualcosa non va come dovrebbe, ma é ancora prestissimo per dire: la corrente del golfo si é inceppata!
    Comunque guardate questa immagine di oggi della CdG e poi ditemi se tutto é normale.

    http://bulletin.mercator-ocean.fr/html/produits/bestproduct/welcome_fr.jsp?nom=bestproduct_20091230_21913&zone=at0

  13. fabiov
    7 gennaio 2010 alle 14:05

    sandcarioca se non sbaglio l’immagine postata riguarda la temperatura superficiale dell’oceano! quella della cdg non è aggiornata..

  14. 7 gennaio 2010 alle 14:07

    devi cliccare dove é scritto courant (corrente)

  15. Dario
    7 gennaio 2010 alle 14:28

    Bravissimo Sand-Rio, breve e sintetico ma hai colpito in pieno!
    Intanto tutto il Regno Unito sta andando sotto zero di parecchio ma “weather it’s not climate” (tranne quando fa appena 1 po’ + caldo del solito, allora titoloni in 1a pag xkè è tutta colpa del GW…)
    Chissà se dovranno spegnere il supercomputer della CRU, quello che consuma quanto una città intera, visto che la Perfida Albione sta andando in tilt x mancanza di energia causa inverno gelido…
    Tra l’altro, giusto nel 2000 i soliti compagni di merende della CRU predissero che la neve sarebbe stata sempre + rara per i sudditi di Sua Maestà…
    Cmq il mago Gabriel qui da Torino, che di previsioni se ne intende, ha già dato la sua disponibilità a sostituire Phil Jones casomai dovesse dimettersi…

  16. Stefano
    7 gennaio 2010 alle 14:30

    Secondo me la CDG con il gelo attuale centra poco è più da imputare ad una fase AO– eccezionale in contemporanea con una NAO-. Già dalla terza decade del mese con una NAO neutra rientreremo nei canoni, nel senso che gli inglesi si beccheranno HP e Balcani ed Italia (forse) gelo. Le pertubazioni atlantiche portono neve perchè arriva gelo da est ovviamente, altrimenti sarebbe acqua e temperature miti.

  17. Nintendo
    7 gennaio 2010 alle 14:34

    qui si vede il Soho di stamattina, incredibile, mi chiedo cosa abbia visto Catania.
    il problema è che quello che conta catania conta anche il SIDC

    https://daltonsminima.wordpress.com/2010/01/04/domani-spotless-ma-quanto-durera/

  18. Nitopi
    7 gennaio 2010 alle 14:38

    … mi sembra piu’ o meno come un anno fa…..
    8)
    Luca

  19. 7 gennaio 2010 alle 14:41

    Calma…. CT ha visto 2 pore e non spot, il SIDC per ora segna zero.
    http://sidc.oma.be/products/meu/index.php
    Poi se i pore diventeranno sunspot come capita spesso nello sviluppo delle macchie… onore agli astrofisici catanesi, ma spero che stavolta si sbaglino.

  20. Anonimo
    7 gennaio 2010 alle 14:51

    Complimenti a Sand-rio per la sua scrittura velenora e giustamente caustica ma pur sempre ironica che lo distingue…
    Pubblicizzate questi dati, fatelo sui giornali… su internet, ovunque…

  21. GIANFRANCO
    7 gennaio 2010 alle 14:57

    Ma la striscia rossa 🙂 non dovrebbe arrivare sulle coste della Gran Bretagna? Che giro fa? Circumnaviga le coste degli USA?

    Qualcuno mi spiega?

  22. GIANFRANCO
    7 gennaio 2010 alle 15:04

    GUARDATE:

    Si tratta di una PREVISIONE che supera le 280H, quindi attualmente poco probabile, ma se il GFS dovesse azzeccare WWWWOOOOOOOOOOOWWWWWWWWWWWWWWWWW

  23. andrea b
    7 gennaio 2010 alle 15:34

    sarebbe una fase anche molto persistente

    http://www.meteociel.fr/modeles/gfse_cartes.php?&ech=300&mode=1&carte=1

    staremo a vedere
    🙂

  24. Nitopi
    7 gennaio 2010 alle 16:08

    a che quota corrispondono gli 850mbar?
    Ciao

    (giusto per capire i -16 su Genova quanto mi crescono al suolo …)

    CIao

  25. GIANFRANCO
    7 gennaio 2010 alle 16:28

    1500m + o –

    Considerando che la temperatura si abbassa di circa 0,65C ogni 100m, al suolo sarebbe un valore ampiamente negativo.

  26. Andreab
    7 gennaio 2010 alle 17:49

    si considerano gli 850 hpa a circa 1500 mt sul livello del mare perchè l’andamento delle temperature viene ad essere meno influenzato dall’andamento geografico (montagne)

  27. Michele
    7 gennaio 2010 alle 17:52

    La corrente del golfo ….

    26 Dec 2007

    31 Dec 2008

    30 Dec 2009

    Che ne pensate ?

  28. Beautemps
    7 gennaio 2010 alle 18:25

    “e convinti che conosciamo gia’ tutto fin nei minimi particolari, denota solo una limitata capacita’ intellettuale!”

    è proprio per questo che dobbiamo esere cauti :o)

  29. ice2020
    7 gennaio 2010 alle 18:25

    Strana sta cosa…sembra deviare tutta verso il canada e praticamente nn arriva più in europa… (inghilterra)

    toccherà fare un articolo al più presto…

    Sand-rio, dove sei???

  30. enzo
    7 gennaio 2010 alle 19:04

    Inverno rigidissimo per la germania

    Previsti per fine settimana fino a bassa quota fino a 50 cm di neve

    Da lunedi fino a – 18

    A me non mi sembra proprio normale

    Riscaldamento globale? e dove?

  31. Stefano
    7 gennaio 2010 alle 21:19

    Il riscaldamento globale al momento è innegabile basta guadardare a come è ridotto l’artico e la stragrande maggioranza di tutti i ghiacciai della terra, tutti in forte ritirata rispetto al secolo scorso. Quello sui cui si può discutere è se si tratti di AGW o no. Il riscaldamento del pianeta è scientificamente provato, purtroppo.

  32. Stefano Riccio
    7 gennaio 2010 alle 21:23

    Però ormai è dal 1998 che le temperature non salgono più, quindi ormai sono dodici anni un pò tanto.
    E per quanto riguarda i ghiacci artici sono due anni che sono in recupero in confronto al minimo estivo del 2007.

  33. Stefano
    7 gennaio 2010 alle 21:43

    Si è vero, l’anno più caldo è stato il 1998, anno del super Nino. Però successivamente abbiamo avuto estati devastanti come quella del 2003 ed altre che sono andate a finire negli annali statistici, come le estati più calde mai registrate da quando si effettuano rivelazioni. Io sono dell’idea che è un ciclo naturale, caldo purtroppo. Adesso la temperatura sembra essersi stabilizzata, speriamo che scenda, ma potrebbe anche salire ancora, i meccanismi termodinamici terrestri ci sono anora sconosciuti.

  34. Bernardo Mattiucci
    7 gennaio 2010 alle 21:56

    Stefano, non me ne volere, ma hai appena detto una stronzata.
    Apri il congelatore, tira fuori un cubetto di ghiaccio e lascialo sul tavolo.
    Secondo te si scioglie o no?

    Ecco….

    …considerato che tra il 1300 e il 1850 c’e’ stata la Piccola Era Glaciale, e’ normale che dopo quel periodo il ghiaccio si e’ sciolto!

    Il riscaldamento globale e’ scientificamente NATURALE. Non c’e’ assolutamente niente di anomalo. Di anomalo c’e’ solo il comportamento dell’uomo che in ogni cosa cerca di metterci lo zampino per trarne beneficio economico!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: