Home > Ghiacci Artici > Ghiacci Marini Artici – Situazione Dicembre 2009

Ghiacci Marini Artici – Situazione Dicembre 2009

10 gennaio 2010

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

Area:

Trend Anomalia Estensione:

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 0.4milioni di kmq di estensione in meno e 0.7 in meno di area

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 1milione di kmq di estensione in meno e 1.2 in meno di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 1milione di kmq di estensione in meno e 0.4 in meno di area

FABIO

  1. nitopi
    10 gennaio 2010 alle 07:50

    SAra’ interessante vedere cosa succede a Gennaio…
    Ciao
    Luca

  2. ida
    10 gennaio 2010 alle 09:50

    ciao, non c’entra ma qui siamo ai picchi più freddi in 60 anni perfino per loro
    http://www.cpc.noaa.gov/products/precip/CWlink/daily_ao_index/month_ao_index.shtml

  3. Michele
    10 gennaio 2010 alle 11:13

    Breve OT….
    Mi sembra ragazzi…che la 1040..sia leggermente cresciuta!
    http://spaceweather.com/images2010/10jan10/1040_anim.gif?PHPSESSID=fnf17uftio481qtncec6pl7qh0
    Poi….per il resto tutti gli indici solari son sempre low!!

  4. Andreabont
    10 gennaio 2010 alle 11:25
  5. nitopi
    10 gennaio 2010 alle 13:28

    Vedremo cosa si dira’ a gennaio… Intanto anche nel Nord Europa non stanno tanto caldi….
    Per finire le scorte di sale in Olanda… E rimanere bloccati in Germania … (ho potuto provare personalmente in passato l’efficenza di entrambe le organizzazioni….. ) vuol dire che sono messi molto male!!!

    http://www.repubblica.it/cronaca/2010/01/10/news/maltempo_nord_europa_nella_morsa_del_gelo-1894980/
    http://www.unita.it/news/italia/93480/tevere_in_piena_e_leuropa_nella_morsa_del_gelo
    Ciaooo
    Luca

  6. Stefano Riccio
    10 gennaio 2010 alle 15:31

    attenzione l’aggancio della banchisa artica con l’islanda è imminente:

  7. giorgio
    10 gennaio 2010 alle 17:10

    L”aggancio imminente del ghiaccio marino all”islanda e” dovuto a mio avviso alla anomalissima CDG.Infatti a EST i ghiacci recuperano vigorosamente a W perdono terreno.Con un vortice polare spappolato e una CDG deviata le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.per quanto concerne la situazione globale dell”artico siamo in linea con gli ultimi 5-6 anni.le eventuali anomalie si manifesteranno in primavera quando verra misurata l”estensione massima.Ancora e” molto presto per fare previsioni.

  8. nitopi
    10 gennaio 2010 alle 17:30

    Ma vieeeeni……
    8)

    E , se non sbaglio, si puo’ andare con i pattini da ghiaccio da Copenaghen a Gotheborg…
    E quella zona li era un bel po’ che non gelava…. ( o sbaglio??)
    Ciao
    Luca

    P.S.
    Se ben ricordo la serie di articoli sulla PEG…. era cio’ che avveniva nei periodi piu’ crudi… ma forse allora tutta l’islanda veniva circondata…

    Ciao
    Luca

  9. ida
    10 gennaio 2010 alle 17:41

    scusa Giorgio
    dove perdono terreno? l’islanda è a W, non a est, e così pure la groenlandia.

    (per non parlare dell’alaska)

  10. nitopi
    10 gennaio 2010 alle 17:57

    Mi sbagliavo…
    Il ghiaccio danese e’ piu’ localizzato…

    http://www.dmi.dk/dmi/index/danmark/iskort_dk.htm

    pero’ guardate le anomalie e le temperature dell’acqua…. Se continua cosi….

    http://ocean.dmi.dk/satellite/index.uk.php

    Ciao
    Luca

  11. giorgio
    10 gennaio 2010 alle 18:14

    A ovest della Groenlandia, e cioe tra la groenlandia e il Canada

  12. Stefano Riccio
    10 gennaio 2010 alle 19:37

    se continua così il baltico gelerà tutto, mentre per l’islanda l’attacco alla banchisa è questione di ore, o al massimo di due/tre giorni.

  13. giorgio
    10 gennaio 2010 alle 20:01

    Meno male che l”Artico sta per morire?Che cosa ci puo rispondere in ns caro amico Gore sul tema?Ha perso le elezioni nel 2000 e mi sa che stia per perdere anche la battaglia sul GW.L”unica cosa che gli resta e quella contare i milioni che ha guadagnato in questi anni.Tanti auguri a lui e a tutto lo STAFF dell”IPCC.Buon anno!!

  14. Pietro
    10 gennaio 2010 alle 22:13

    quando è successo l’ultima volta Baltico completamente ghiacciato?
    cmq è vero che quello che manca e fa tenere l’anomalia ancora sotto media è il ghiaccio tra Canada e Groenlandia.

  15. Fabio
    10 gennaio 2010 alle 22:13

    Buona sera ha tutti mi presento mi chiamo Fabio e da circa un anno leggo giornalmente i vostri articoli; per prima cosa vorre fare i complimenti a tutto lo staff di NIA e ringraziare tutti quanti per le ottime informazioni che si possono torvare su NIA, volevo lasciare un commento sull’ultimo link postato da nitopi, esaminando le mappe delle anomalie termiche del nord atlantico si può osservare come l’anomalia nel nord ovest dell’oceano sia aumentata rispetto a un mese fa, forse questa anomalia positiva è data dallo spostamento della cdg verso nord ovest, ora da ignorante completo in materia pongo una domanda?, se effettivamente la cdg si è spostata verso ovest non sara che si sia raffreddata a causa della avvicinanza alla terra ferma?(Coste del canada), dove l’influenza polare e sicuramente più forte che nel pieno oceano, e tutto questo raffreddamento non potrebbe portare a un rallentamento della stessa cdg che spostando meno acqua calda dai caraibi provaca una evaporazione superiore alla norma formando più nuvole, questo fatto sommato al minimo solare, e quindi all’aumento di raggi cosmici (teoria veritiera permettendo), farebbe aumentare enormemente la produzione di nuvole, senza minimo solare l’effetto della evaporazione dell’acqua ai caraibi fa si che si sviluppino molti uragani, vedi Catrina(2005) Isabel(2003) Floyd(1999) ma con un minimo solare le cose forse sono diverse e l’energia nella atmosfera non è abbastanza elevata per la formazioni di cicloni tropicali, la cdg e come il circuito dei termosifoni (molto più complicata ovviamente), se l’acqua non ha pressione e rimane sempre più in caldaia(tropici) ai termosifoni(zone temperate e poli) arriverà già parzialmente fredda contribuendo ad abbassare la temperatura nelle zone temperate e polari e a fare si che i ghiacci si formino, ma nello stesso tempo potrebbe favorire l’aumento di temperatura e di precipitazioni nei tropici, ma grazie al sole(carburante) la caldaia e sempre meno attiva e il calore scambiato e sempre meno, come la cdg a parere mio anche tutte le altre correnti marine e atmosferiche si stanno modificando, se avete dei link a rigurado magari potete verificare, nel frattempo vi saluto e faccio gli auguri
    a tutti quanti di NIA siete semplicemente dei grandi!!!!!!, ora altro discorso è capire perchè la corrente del golfo fa i capricci e si sposta verso il canada:):):)

  16. Stefano Riccio
    10 gennaio 2010 alle 23:57

    ancora per il baltico completamente ghiacciato serve del tempo, perchè è ghiacciato nella parte nord e nella parte sud ma al centro non c’è ghiaccio, e serve che le temperature si mantengano basse, però la parte centrale potrebbe ghiacciare più velocemente dato che il ghiaccio ha chiuso lo stretto fra danimarca e scandinavia e così non ci sarà più scambio di acque in superfice con il mare aperto e quindi le acque del baltico potrebbero raffreddarsi più rapidamente di quanto fatto finbora.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: