Home > Global Warming > GW Dicembre 2009 – Dati Satellitari

GW Dicembre 2009 – Dati Satellitari

13 gennaio 2010

Dati Satellitari

Dati RSS

Dicembre chiude con una anomalia ( rispetto alla media 79-98 ) di +0.243°C, rispetto a Novembre che chiuse a +0.328°C abbiamo avuto quindi un deciso calo della temperatura.

Il 2009 chiude come il 7° anno più caldo dal 1979

Ecco il grafico completo:

Dati UAH

Dicembre chiude a +0.280°C rispetto alla media 79-98, quindi con una anomalia in vistoso calo rispetto a Novembre che chiuse a +0.497°C

Anche per i dati UAH il 2009 è il 7° anno più caldo dal 1979.

Ecco il grafico completo:

Per i dati satellitari abbiamo chiuso il 7° anno più caldo dal 1979, rispetto al 2008 siamo molto più anomali però, se il secondo si è chiuso a +0.05°C per le UAH e +0.09°C per le RSS, il 2009 ha visto per entrambe una anomalia di +0.26°C

Anche quest’ultimo dato è molto particolare, infatti era dal 1991 che le UAH non chiudevano un anno con anomalie minori delle RSS ( che utilizza sensori più stabili e precisi ).

Inoltre stiamo vivendo mesi molto strani, è da Luglio infatti che le T si alternano, prima salgono e poi scendono e lo fanno anche con differenze incredibili.

FABIO

Advertisements
  1. giorgio
    13 gennaio 2010 alle 12:19

    Positivo il mio commento.Non importa se si tratta del 7°anno piu caldo dal 79.Cio che conta e” la TENDENZA al ribasso degli ultimi anni che pare proseguire lentamente ma inesorabilmente.Inoltre siamo in periodo di nino,il che vuol dire che qualche frazione di grado ce la messa pure lui.Sono molto fiducioso per i mesi a venire.In primavera il ciclo ENSo si dovrebbe esaurire e da li potrebbe accentuarsi il ribasso delle temperature.Il 1998 pare ormai irraggiungibile.mi dispiace per l”IPCC.

  2. Andreab
  3. Nitopi
    13 gennaio 2010 alle 14:55
  4. nitopi
    13 gennaio 2010 alle 14:58
  5. giorgio
    13 gennaio 2010 alle 15:03

    Niente da fare l”Atlantico non ce la fa a riprendersi.La cosa si sta facendo pesante.Gennaio con molte sorprese.In aggiunta si sta raffreddando rapidamente anche il golfo del messico,che e” andato in anomalia negativa.Forte raffreddamento oceanico e forte copertura nuvolosa (bassa).Nessuna perturbazione riesce a formarsi nella parte settentrionale ormai da diversi giorni e la corrente stenta a riprendere la direzione normale.

  6. nitopi
    13 gennaio 2010 alle 15:16

    dopo aver scaldato per 10 anni…… ora ha freddo 8)
    Ciao
    Luca

    P.S.
    Brividini…

    Il bianco e’ gia’ gelato… il violetto e’ li-li….

    Ciaoo
    Luca

  7. agrimensore g
    13 gennaio 2010 alle 15:34

    Forte copertura nuvolosa bassa?! grazie per l’informazione! E’ quella che cercavo (io tendo a credere alla teoria sui GCR che in epoca di minimo solare creano nubi basse)

  8. 13 gennaio 2010 alle 19:39

    Rientro dopo giorni di problemi al pc…interessante notizia, che bello, si torna giù…Aggiornatemi sul minimo che si dice?

  9. Michele
    13 gennaio 2010 alle 20:42

    Ciao Nitopi mi puoi spiegare sul forum di NIA come poter inserire
    le immagini….?
    Grazie

  10. nitopi
    13 gennaio 2010 alle 21:03

    penso che tu debba chiedere a Simon, io ho una password per accedere in modalita’ “modifica” e, da li, aggiungo le immagini…

    A proposito… Fonte che cerchi dato che varia….

    Qui pare che l’astenzione (ad ora) dei ghiacci sia la migliore da 5 anni a questa parte…

    http://ocean.dmi.dk/arctic/icecover.uk.php
    Ciao

    Luca

  11. 13 gennaio 2010 alle 21:37

    In Islanda la banchisa della Groenlandia si sta lentamente avvicinando … http://www.vedur.is/hafis/hafistilkynningar/2010 attualmente é a 13 miglia nautiche …

  12. ice2020
    13 gennaio 2010 alle 21:39

    Ad inserire le immagini nei messaggi nn lo so fare nemmeno io…

    😉

    So solo inserire i link…

  13. adri63
    13 gennaio 2010 alle 21:42

    in questo grafico cè qualcosa che non va la jarc da 12855100 kmq qua siamo appena sopra i10.000.000

  14. 13 gennaio 2010 alle 21:52

    L’ ho notato anch’io …

  15. 13 gennaio 2010 alle 22:01

    Ho provato con un classico tag html

  16. 13 gennaio 2010 alle 22:01

    ma non funziona …

  17. nitopi
    14 gennaio 2010 alle 06:49

    Ciao!

    La struttura (me la sono riguardata in “modifica” e’ questa

    #img src=”http://ocean.dmi.dk/arctic/plots/icecover/icecover_2010.png” alt=”” /# (ho sostituito i cancelletti ai simboli di maggiore-minore se no non risultava visibile…

    Per il grafico, e’ fatto con un criterio diverso, se guardate il link lo spiega. (mi pare che dipenda da come discrimini le aree di ghiaccio che toccano la costa, qui usano un criterio piu’ restrittivo e quindi gli esce un’area minore.) Confrontatndo con i grafici degli anni passati, realizzati con lo stesso criterio, e’ evidente la ripresa…
    Ciao
    Luca

  18. andrea b
    14 gennaio 2010 alle 08:25

    PROVO A VEDERE SE IL METODO è CORRETTO

  19. andrea b
    14 gennaio 2010 alle 08:34

    NON CI SONO RIUSSCITO STRANO

  20. Andreab
    15 gennaio 2010 alle 18:04
  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: