Home > Indici Solari, Minimo Solare > Numero delle macchie e solar flux

Numero delle macchie e solar flux

13 gennaio 2010

Esiste una forte correlazione fra solar flux e macchie solari( Link ad articolo di NIA sul lavoro di Svaalgard). Con questo presupposto ho cercato di  capire meglio i conteggi delle macchie  in relazione al solar flux aggiustato.  Sono stati usati i conteggi giornalieri delle macchie del SIDC e il solar flux aggiustato partendo dal 1 gennaio 1947 fino al 31 ottobre 2009.  Sono stai considerati solo le giornate spot, con macchie, mentre il solar flux è stato diviso  in range. Per i diversi range sviluppati ho individuato la media delle macchie contate i massimi e i minimi dei conteggi effettuati.

Click sull’immagine per ingrandire.

In particolare segnalo che nel range fra 65 e 80  di solar flux abbiamo avuto una distribuzione delle macchie come nel seguente grafico

Click sull’immagine per ingrandire.

Sto preparando i grafici per i restanti range di solar flux.

Sarà interessante osservare se i conteggi durante il prossimo ciclo saranno in grado di sforare alcuni dei record di misurazioni effettuate.

Massimi conteggi effettuati dal SIDC nel range Solar flux 65-80 (1947-ott 2009)
Data Soalr flux Ri
1985 dicembre 18 78,4 52
1953 giugno 4 79,1 51
1953 marzo 31 79,1 50
1963 aprile 6 78,1 50
1974 febbraio 13 77,3 48
1994 ottobre 5 79,4 48
1953 marzo 30 78,4 47
1996 gennaio 6 79,9 47





Minimi conteggi effettuati dal SIDC nel range Solar flux 65-80 (1947-ott 2009)
Data Soalr flux Ri
1998 gennaio 6 75,7 1
1952 maggio 12 72,2 6
1952 giugno 6 73,9 6
Dati utilizzati per i grafici  nel sito http://www.ngdc.noaa.gov/stp/SOLAR/getdata.html
Andrea B
Advertisements
  1. ice2020
    13 gennaio 2010 alle 17:47

    Cavolo che lavoro, complimenti per la pazienza!

    Ne viene fuori che in questi giorni per RI molto inferiori ai massimi che hai considerato (circa 50), il solar flux aggiustato è più alto…

    ad esempio nella giornata di ieri solar flux a 90 e RI di 21!

  2. 13 gennaio 2010 alle 21:02

    Vado OT per informarvi che in Islanda la banchisa della Groenlandia si sta lentamente avvicinando … http://www.vedur.is/hafis/hafistilkynningar/2010 attualmente é a 13 miglia nautiche …

  3. ice2020
    13 gennaio 2010 alle 21:47

    Sand-rio c’è posta per te

    Simon

  4. ice2020
    13 gennaio 2010 alle 21:48

    ne parleremo a breve…

  5. Nintendo
    13 gennaio 2010 alle 22:02

    io mi scuso con andrea, ma non ho capito l’articolo.

  6. Pablito
    13 gennaio 2010 alle 23:09

    Vorrei dare anch’io un piccolo contributo alla tesi dell’importanza della variabilità solare nel determinare problemi climatici. Ho trovato questo articolo molto interessante su World Climate Report e mi pare di averlo visto citare anche qui.
    Ne ho fatto la traduzione in italiano perché il testo in inglese era scritto in un anglo-americano scientifico talmente contratto da rendere difficile la comprensione per chi usa solo il traduttore di Google.
    L’ho messo qui: http://www.salviamoci2012.eu/Ilsolecomeveromotoredelclimaterrestre.htm
    L’Url dell’originale è a fondo pagina.

  7. ida
    14 gennaio 2010 alle 01:41

    mi ci vorranno giorni per familiarizzare con tutti questi grafici
    grazie!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: