Home > Cambiamenti Climatici, Cose "ridicole" > Siamo al Ku Klux Klimate!

Siamo al Ku Klux Klimate!

25 gennaio 2010

Keith Farnish, ecoterrorista, dice questo nel suo nuovo libro “Time’s Up”:

“L´unica forma de prevenire il collasso ecologico globale e cosí assicurare la sopravvivenza della umanitá é liberare il mondo dalla civilizzazione industriale”
Continua cosí: “Raramente ho paura di dire la veritá, ma alcune veritá sono piú diifficili da dire rispetto ad altre: una di queste é che le persone moriranno in grande numero quando la civilizzazione collasserá. Uscendo fuori dalla civilizzazione si avrá una buona opportunitá di sopravvivere all´inevitabile, continuando dentro questa civilizzazione, quando ci sará il crollo[della civilizzazione industriale] potrá non esserci assolutamente nulla che si possa piú fare per salvarsi”.

“La velocitá e l´intensitá del crollo dipende dall´immenso numero di persone che hanno necessitá strutturali, tali come la produzione di cibo, di energia e la cura della salute, che devono essere forniti dalla civilizzazione in collasso; con un numero maggiore di persone si creano piú tensioni sociali e piú opportunitá per l´estremismo e la violenza; piú persone creano piú rifiuti da depurare [ sta parlando delle vostre defecazioni!] , spazzatura e cadaveri, cose che promuovono malattie e morte”.
Questa linea neo-malthusiana é conosciuta da decenni, e dice che bisogna ridurre la popolazione sotto i due miliardi per assicurare la sostenibilitá planetaria. Piú sostenibilitá per molto pochi, e molto meno per tutti gli altri.
Il nostro simpatico ecoterrorista ci dá questo piccolo consiglio prezioso:

“Ridurre il carico significa, essenzialmente, la rimozione di un carico giá esistente: per esempio, eliminare gli animali domestici che solamente mangiano, spianare completamente le cittá, fare esplodere le dighe, e staccare la macchina di emissione dei gas ad effetto stufa. Il processo di riduzione del carico ecologico é una accumulazione di molte cose che ho spiegato in questo capitolo, assieme ad un elemento di sabotaggio”.

Che giro di parole! E ancora parlano male dei terroristi islamici! Questa é l´ideologia “ti ammazzo per impedire che ti suicidi”
Ma aspettate, ci sono altri ecoterroristi. Niente meno che James Hansen, responsabile del Goddard Institute for Space Studies (GISS) della NASA. Lui ha fatto un commento al libro di Keith Farnish, su Amazon:
Qui il link:

http://www.amazon.co.uk/Times-Up-Uncivilized-Solution-Global/dp/190032248X

“Keith Farnish ha ragione: il tempo sta quasi finendo, e il problema é il “sistema”. I governi sono nelle mani degli interessi dei petrolieri che non si cureranno né del nostro benessere né del pianeta fino a quando non li forzeremo a farlo, e questo richiederá un sforzo enorme”.

Oooooh spianare le cittá e distruggere le dighe per promuovere il nostro benessere. Sono tanto emozionato che mi viene da piangere!
Scusate ma tra queste dichiarazioni scritte su libri e le dichiarazioni del classico KKK c´è qualche differenza? Poi si lamentano se qualcuno giá li chiama Ku Klux Klimate!
Quello che mi lascia terrorizzato non sono tanto le idiozie scritte nel libro da un autore idiota, ma l´appoggio che tale idiozia riceve da uno scienziato come James Hansen che é a capo dell`Istituo Goddard.
Mi domando: perché questa gente non é in galera a Guantanamo?

SAND-RIO

Fonti: http://www.farnish.plus.com/amatterofscale/index.htm

http://www.farnish.plus.com/amatterofscale/timesup.htm

Advertisements
  1. Andrea b
    25 gennaio 2010 alle 06:04

    si arriverà se già non ci siamo all’eugenetica…..

  2. nitopi
    25 gennaio 2010 alle 07:17

    come dice sand… le premesse sono corrette… e’ la cura che fa accaponare la pelle!!!! Usa gli stessi metodi dei kmer rossi in Cambogia… Ma abbiamo gia’ visto (e forse se ne sarebbe fatto volentieri a meno…) che non sono utili …..

    Bisogna decrescere lentamente, estendendo il benessere a tutti e continuando a progredire, in maniera un po’ piu’ intelligente….

    Ciao
    Luca

  3. Andreabont
    25 gennaio 2010 alle 09:01

    L’eugenetica qui c’entra poco, infatti è un sistema per permettere il perfezionamento genetico della specie (guidando l’evoluzione) con metodi positivi (terapia genica, attualmente accettati) e negativi (hitler) ….

    Qui invece si parla di distruggere in modo ricorsivo ogni sistema umani (con gli umani annessi) con la scusa della loro salvaguardia… insomma, un genocidio…

  4. 25 gennaio 2010 alle 09:43

    L´autore propone solamente di radare al suolo tutte le cittá, far saltare in aria tutte le dighe e distruggere tutte le industrie quindi non esisterebbe piú elettrictá fra le tante cose, per tornare ad una civiltá contadina. L´eliminazione fisica delle persone esuberanti sarebbe fatta per mezzo di un virus tipo aviaria, suina (prove tecniche di distruzione in massa). Chi si salverebbe? solo i fedeli e gli apostoli della religione AGW? O solo quelli di pelle bianca, biondi e con occhi azzurri? Ma sono matti? Il fatto é che la gente a poco a poco puó essere influenzata da tali idee. Distruggere utilizzando anche il sabotaggio per sopravvivere. Mors tua vita mea! Tutto programmato.
    Leggendo alcuni passi del libro sembra riudire le parole degli antichi missionari: “pentitevi, la morte é vicina!”

  5. 25 gennaio 2010 alle 09:53

    E tutto questo perché é fallita Copenaghen e l´aumento della temperatura causata dalla CO2 porterebbe ad uno stato di caos mondiale. Prevenire il caos programmando la distruzione globale e ammazzando 4 miliardi e mezzo di persone, lasciandone vive circa 2 miliardi.

  6. Paolo
    25 gennaio 2010 alle 10:09

    ogni commento a questo genere di argomenti è pubblicità gratuita. Non ci devono essere allarmismi e posizioni ortodosse no AGW ma nemmeno pro AGW. Sperare in un pò di obiettività e cercare di capire cosa la natura sta facendo a dispetto di tutte le teorie, forse è chiedere troppo.

    Tornando a bomba, come si dice, tempo fa si parlava della possibile correlazione tra raggi cosmici e nuvolosità. Ripensandoci devo dire che, almeno dalle mie parti, i giorni in cui si è visto il cielo azzurro negli ultimi due mesi, si possono contare sulle dita di una mano. Non so, sarà un caso forse.

  7. ice2020
    25 gennaio 2010 alle 14:31

    Articolo forte, ma tant’è…

    La cosa incredibile è che vi sn scienziati come Hansen da sempe in prima fila nella lotta ai cambiamenti climatici pro AGW che sostiene apertamente tali idee…Incredibile!

  8. Ivan
    25 gennaio 2010 alle 15:22

    mah….l’importante è solo una cosa..

    wacht the sun come up

    🙂

  9. Dario
    25 gennaio 2010 alle 16:15

    Che il sig. Hansen abbia bisogno di qualche “tiratina di orecchie” non è una novità, visto il suo fattivo contributo alle campagne di catastrofismo climatico (peraltro con delle previsioni che vengono sistematicamente smentite dagli eventi).
    Non a caso, dopo il ClimaGate, negli USA qualcuno ha iniziato a chiedergli conto di come impiega il suo tempo, trattandosi di un dipendente pubblico, visto che oltre a dirigere il GISS è anche un boss di RealClimate.
    In altre parole, un qualche Brunetta statunitense sta andando a controllare se Hansen collabora a Real Climate (associazione privata) durante l’orario di ufficio in cui è pagato con i soldi dei contribuenti USA.
    E su queste cose negli USA non si scherza, laggiù si viene licenziati per molto poco.

  10. Dario
    25 gennaio 2010 alle 16:17

    Caro Paolo,
    dici bene sul rapporto tra GCR e nuvolosità.
    Il buon LeRoi Ladurie faceva notare che durante il minimo di Maunder gli osservatori astronomici (da poco messi su nei principali stati europei) dovevano stare chiusi mediamente 2 giorni su 3 xkè il cielo era troppo “ostinatamente nuvoloso” per poter osservare qualcosa, di giorno come di notte.
    Coincidenza? mah….

  11. Anonimo
    25 gennaio 2010 alle 16:39

    A dirla tutta, personalmente non sono neppure d’accordo con l’idea che l’eugenetica sia un sistema che consenta il perfezionamento della specie: come possiamo noi oggi essere certi di conoscere cosa è meglio per la “sopravvivenza” dell’uomo nel futuro? Quali siano i caratteri genetici più utili (ammesso che ve ne siano di inutili?)..
    Sembra tra l’altro che i figli nati in provetta o con manipolazioni genetiche, o anche semplicemente fecondati in vitro abbiano percentuali molto superiori di difetti genetici e malattie derivate rispetto alal media dei bambini normali… (Fonte articolo della rivista Tempi)

  12. giorgio
    25 gennaio 2010 alle 17:53

    Ci stanno ingannando con il GW sapendo che milioni se non miliardi di persone moriranno per il GC, e cioe di fame di freddo,per la riduzione drastica di cibo e energia.Mi pare una pura speculazione per acaparrarsi ingenti quantita di risorse a prezzi modici (petrolio carbone cibo ecc) per poi offrirlo tra qualche anno a prezzi da capogiro.Infatti mi sembra molto strano il movimento attuale che c”e sull”oro.Una corsa all”oro senza motivi reali e sintomo di quacolsa di cui solo pochi ne sono a conoscenza mentre il mondo sta a guardare.La storia ci insegna che l”informazione cerca di indirizzare il mondo sempre al contrario di dove dovrebbe andare (vedi bolle speculative internet, mutui sub prime,banche ecc)Fra qualche anno petrolio e cibo saranno alle stelle e i bravi signori potenti ne avranno in grosse quantita comprate a prezzi di saldo.

  13. Andreabont
    26 gennaio 2010 alle 10:12

    Bhe, è la definizione (vedi wikipedia), comq non si tratta di decidere se uno ha i capelli biondi e gli occhi azzurri, quello era il tentativo di un pazzo!

    L’attuale eugenetica tenta di CURARE malattie genetiche pesanti, in modo che l’interessato guarisca e i suoi figli non si ammalino.

    Non c’è nulla di negativo su quello che oggi viene fatto.

    La parola fa paura per fantasmi che potrebbero ritornare dal passato.

    Ma onestamente non credo che si possa ripetere (almeno in occidente) una cosa tanto tragica come quella accaduta durante la seconda guerra mondiale.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: