Home > Uncategorized > Per la prima volta su NIA…

Per la prima volta su NIA…

6 febbraio 2010

PS.Fabio, te lo dico pubblicamente, nn mi va bene il tuo modo di fare!

Simon

Categorie:Uncategorized
  1. fabio
    6 febbraio 2010 alle 07:25

    Buongiorno a tutti,
    vi seguo da un bel pò ma è da qualche settimana che non vi occupate più della nostra stella!! Perchè??
    Erano interessantissme quelle disquisizioni sul passato /presente del nostro sole ecc…
    Sinceramente non capisco!!
    Ciao
    Fabio

  2. andrea b
    6 febbraio 2010 alle 08:01

    le immagini postate si riferiscono a 126 ore per giovedì 11 febbraio
    sopra le 72 ore i modelli sono molto instabili comunque già a tre giorni 72 ore siamo in una fase di forte raffreddamento secondo il modello GFS a 850 hPa circa 1500 mt

    http://www.meteociel.fr/modeles/gfse_cartes.php?&ech=72&mode=1&carte=1

  3. andrea b
    6 febbraio 2010 alle 08:11
  4. roberto
    6 febbraio 2010 alle 08:17

    Non credo a grandi ondate di gelo nelle prossime settimane come paventato per i seguenti motivi:

    1) nonostante la rottura del vortice polare ormai certa in due lobi uno su canada e uno enorme su siberia in retrogressione verso europa non c’è una radice robusta dell’HP azzorriano per cui, come a dicembre, a parte un possibile episodio freddo (possibile al nord e in piccola parte al centro e niente praticamente al sud, e certo non da record) limitato nel tempo 2/3 giorni al massimo, il freddo andrà tutto verso ovest e rinvigorirà un basso atlantico che porterà aria più mite nei giorni a venire. Infatti non capisco chi prospetti anche per la terza decade del mese un super freddo con reiterazioni del flusso siberiano retrogrado. Mah……..

    2) il freddo in arrivo è più artico che continentale e con direttrice più nord sud che est ovest e pertanto sarà costretto dalle alpi (che io personalmente non sopporto essendo un nivofilo e freddofilo accanito e scusatemi per questo ma tant’è…) a girargli intorno ed ad entrare dal rodano perdendo gran parte della forza e arrivando così molto in ritardo rispetto alle precipitazioni facendo sfumare per molti le possibilità di neve al piano. Aggiungo inoltre che essendo artico e non continentale faticherà a diffondersi nei bassi strati se non in presenza di forti precipitazioni in atto.

    3) Nessuno sembra considerare che ormai le giornate sono molto lunghe e il sole molto alto sull’orizzonte e questo non gioca certo a favore del freddo. io abito in romagna (forlì) e quest’anno la neve ci ha baciato ripetutamente con 4 intensi episodi 7 in totale (non accadeva da trent’anni o più fidatevi di me) distribuiti in diversi archi temporali (dicembre 3, gennaio 3 e febbraio 1). Ora nonostante le temperature gelide raggiunte nelle notti serene dopo l’evento e le massime che per due giorni non hanno superato lo zero appena sorgeva il sole la neve abbondante caduta a febbraio si scioglieva rapidissimamente, a dicembre e fino a metà gennaio ciò non accade anche con termiche meno rigide.

    4) la natura è ripetitiva perchè è meno faticoso esserlo e pertanto il freddo ripercorrerà le strade già viste quest’anno…..nord e centro europa in prima fase per poi dirigersi a ovest del continente saltando il mediterraneo perchè protetto dalla diga alpina.

    5) ribadisco: per avere un super freddo in italia come sto leggendo in questi giorni nei siti (dei quali non condivido l’euforia perchè non vedo nulla di eclatante nelle mappe (ECMWF in primis che sono lil modello più affidabile e meno ballerino in assoluto e non per partito preso)) occorre un blocco azzorriano in atlantico, un’estensione dell’alta russa da est verso ovest lungo i paralleli (superando così l’ostacolo alpi) e una ciclogensi mediterrane con flusso atlantico bloccato per un tempo prolungato. Il resto sono eventi normali per i quali non devono essere sprecate parole troppo eclatanti.

    Comunque pur non avendo avuto freddo eclatante che ci ha sempre chirurigcamente evitato la convergenza di atlantico e artico ripetuta di questo inverno ha prodotto sette episodi nevosi e io ringrazio il sole debole di questo.
    Metterei la firma per avere nei prossimi anni un inverno come questo….

    Grazie dello spazio e andate avanti il sito è bellissimo!!!

  5. andrea b
    6 febbraio 2010 alle 08:31

    bellissimo intervento che condivido in pieno sono anch’io romagnolo di Cesena
    e ritengo la descrizione sia perfettamente corretta
    Se il freddo arriverà dovrà aggirare la nostra barriera naturale le Alpi.

  6. Michele
    6 febbraio 2010 alle 09:14

    Piccolo Ot per la serata….
    E non voglio insistere + di tanto..
    Stavo dando un’occhiata veloce su Solarcycle24…
    Sembra che si stia formando un bel trenino di macchiette….
    Vedi continiunm e Behind…..
    Che cos’è un pre-max oppure un’approccio ad un max ?!??
    ALE se ci sei batti un colpo ?

  7. Ivan
    6 febbraio 2010 alle 10:01

    Bella analisi ma condivido in parte…per il semplice motivo che tutto può
    sempre succedere spece nel tempo(vedi neve di ieri in pianura non prevista da nessuno) e che i tasselli percreare un abella ciclogenesi o lacuna gbaricamediteranea ci sono tutti…cmq per me aria artica inizialmente poi sempre più artico-continentale. Tanta robaaa!!!

  8. Ivan
    6 febbraio 2010 alle 10:04

    Ricordo anche che a febbraio, si il sole più alto, ma che le maggiori ondate di gelo e neve per l’Italia si verificano proprio in questo mese.

  9. roberto
    6 febbraio 2010 alle 10:16

    Vero che le più grandi ondate di freddo sono venute a Febbraio, ma con il contributo di aria continentale di estrazione siberiana. Ora l’alta russa è distesa lungo i paralleli troppo a nord delle alpi e non si abbasserà…lo dicono i modelli. Inoltre la porta atlantica si chiuderà solo per 2 giorni e pertanto il freddo sarà presto mitigato da un rimescolamento dell’aria. E per quanto riguarda gli stravolgimenti dei modelli (sempre possibili lo ammetto) essi sono parto esclusivo delle gfs che un giorno indicano l’alta russa e il giorno dopo la subtropicale (sono mappe totalmente inaffidabili purtroppo). ECMWF invece entro i 5 6 giorni da un evento mantiene costante sempre le mappe e pertanto viste le emissioni odierne non credo al grande freddo nonostante la AO, negativa nonostante il freddo a spasso per l’europa, la retrogressione del vortice siberiano e chi più ne ha più ne metta. Naturalmente da nevofilo sarei ben contento di uno stravolgimento verso il freddo ma mi pare ben poco probabile…

    Un saluto a tutti!

  10. sand-rio
    6 febbraio 2010 alle 10:56

    La tempesta perfetta di gelo e neve sulla costa est americana:

  11. Michele
    6 febbraio 2010 alle 10:59

    Che spettacolo questo Sole….
    Ierisera si era formata la macchiettina 1044….
    adesso è già sparita…..
    Questa Dinamo Solare non accende neanche le lampadine delle biciclette…..

    Mi sà tanto che tutta questa filata di micettini…
    bye..bye….

  12. Pietro
    6 febbraio 2010 alle 11:03

    Che hai combinato per prenderti il rimprovero pubblico dal Boss..?!

  13. riccardo
    6 febbraio 2010 alle 11:14

    appunto … prevedono oltre 70 cm di neve

  14. 6 febbraio 2010 alle 11:30

    Peró la 1035, poi 1040 e oggi sapremo il nuovo numero assegnato dal NOAA ha fatto il terzo giro del Sole ed ha per ora 6 spot e altrettanti pore all´interno. Come dice ALE pochissime aree hanno resistito tanto e solo quando il Sole era nel suo massimo del massimo!
    http://sidc.be/html/Solarmap.html

  15. auleo
    6 febbraio 2010 alle 12:22

    L’editoriale delle “Scienze” di febbraio di Bellone, come sempre, fa riferimento ad un’intervista del Colonnello Malaspina del Centro del Monte Cimone molto interessante. Il link é
    http://www.svipop.org/ricercaArticoloAreeTem.php?idArt=536&bckLink=recordinizio%253D0%2526srcKey%253Dmalaspina
    La scienza ha ancora gli occhi aperti!

  16. slug
    6 febbraio 2010 alle 12:33

    ragazzi c’è una BORA spettacolare hahahahahha BORA per tutti!!!!!!!!!!!!1

  17. ice2020
    6 febbraio 2010 alle 12:52

    ma infatti ragazzi, nn sarà niente di eccezionale….

  18. 6 febbraio 2010 alle 13:17

    Questa é l´estensione di ghiaccio e neve nell´emisfero boreale al 5 febbraio:

    Aspettando che IJIS attualizzi l´estensione ferma al 1 febbraio.

  19. 6 febbraio 2010 alle 13:54

    L´IPCC meriterebbe un 2 in geografia. Dopo gli orrori sui ghiacci himalaiani, sulle temperature prese in siberia senza stazioni meteo cosí come in bolivia e africa, dopo l´amazoniagate, é la volta dei Paesi Bassi a ricevere una notizia inventata.

    L´IPCC afferma nella sua ultima relazione che i territori dell´Olanda sotto il livello del mare sono il 55% del territorio, dove vive il 60% della popolazione e dove viene prodotto il 65% del suo PIB.
    La ministra dell´ambiente olandese Cramer é saltata sulla sedia e fatto aprire una inchiesta contro le menzogne dell´IPCC e per sapere come l´IPCC é arrivata a questi numeri, ha inoltre mandato una lettera all´ONU/IPCC dicendo che non era assolutamente divertita con quei numeri sparati senza nessun controllo dall´IPCC

    Tutti sanno che il territorio sotto il livello del mare é in realtá il 20% del totale e potrebbe arrivare al 26% con possibili grandi mareggiate e potrebbe arrivare al 29% se accadono contemporaneamente grandi inondazioni dei fiumi, e in questi territori viene prodotto il 19% del suo PIB e non il 65%….
    Gli espertissimi dell´IPCC hanno semplicemente sommato il 26% + il 29% arrivando cosí che il territorio sotto il livello del mare era del 55%. IGNORANTI!!

    http://www.dutchnews.nl/news/archives/2010/02/anger_over_second_climate_pane.php

    http://www.rnw.nl/english/article/sea-level-blunder-enrages-dutch-minister

    P.S. L´Olanda sta valutando la possibilitá di denunciare l´IPCC per divulgare notizie false dato che la Banca Mondiale per concedere prestiti e finanziamenti agli Stati si basa anche sui rapporti dell´IPCC.

  20. Michele
    6 febbraio 2010 alle 16:22

    Sole :

    Nuova regione la 1045….
    con un bel flare di Classe C !

  21. Stefano Riccio
    6 febbraio 2010 alle 17:44

    e anche questa è nello stesso punto del nord emisfero dove erano le ultime regioni, ormai le regioni danno spot solo in quella parte di sole.

  22. frozen
    6 febbraio 2010 alle 17:53

    stesso punto? io vedo regioni attive ovunque anche se solo nel NH.

  23. 6 febbraio 2010 alle 18:18

    La nuova regione a sx, la 1044 non é altro che la 1040 di ritorno che a sua volta era la 1035!
    La regione ha fatto 3 giri del sole come succede solo quando il Sole é vicino o dentro il suo massimo.

  24. stefano
    6 febbraio 2010 alle 19:16

    Sono ignorante sul sole….vorrei capire cosa accadde quando parti il ciclo 23,il solar flux era come adesso? E anche gli altri parametri?…Grazie per la risposta

  25. Stefano Riccio
    6 febbraio 2010 alle 20:16

    Per stesso punto intendevo la latitudine, cioè tutta la fascia del nord emisfero a quella certa latitudine.

  26. Lorenzo
    6 febbraio 2010 alle 21:10

    X-Flare di classe M!
    I micetti provano a ruggire…

  27. Pietro
    6 febbraio 2010 alle 21:56

    Nel frattempo siamo vicini ai 20 giorni consecutivi con macchie, vedremo a quanto arriveremo.

  28. Alessandro
    7 febbraio 2010 alle 07:28

    ho’ notato pure io la serie di micette , e per il momento tali dobbiamo chiamarle , nonostante una classe M che non e’ niente di che’ al contrario la ex 1035 mi continua a stupire , sempre in auge chissa quando morira’ , mi sa’ che Alex l’ha’ vista lunga ahahhah

  29. Michele
    7 febbraio 2010 alle 09:40

    Aiutatemi ….
    cosa sta ad indicare tutte queste macchiette sulla stessa linea….
    e a quel’altezza…..
    1044..adesso la 1045 (con due flare !!) ???

  30. Lorenzo
    7 febbraio 2010 alle 10:02

    Una domanda:
    Se osserviamo i grafici vediamo che negli ultimi giorni era aumentato il flusso di elettroni, in concomitanza a una diminuzione del Flusso di raggi X.
    Appena c’è stato un X-flare di classe C, il flusso di elettroni è subito sceso, per poi tornare giù drasticamente quando c’è stato il primo M-flare…
    Vi è una relazione oppure soltanto coincidenza?

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: