Home > Ciclo 24, Nowcasting Solare > Notizia incredibile: abbiamo un’altra macchia a polarità invertita nel sud emisfero!

Notizia incredibile: abbiamo un’altra macchia a polarità invertita nel sud emisfero!

8 febbraio 2010

La regione ha già preso un numero da Catania, e vedremo cosa farà il noaa che quelle AR fa sempre finta di non vederle, ma al suo interno già si vede una macchietta:

ergo se hanno contato la 1046 (che è quella che si vede sopra sempre nel limbo del sole) , dovrebbero per forza di cose segnalare anche questa!

Al di là del Noaa comunque, come la mettiamo col fatto che è comparsa questa AR con polarità da ciclo dispari?

Se analizziamo la la sua latitudine, penseremo ancora al ciclo 23, e non oso immaginare le reazioni di Hathaway e Co., mentre se fosse del ciclo 24, sarebbe l’ennesima AR a polarità invertita, e magari sarebbe tutto normale come ha sempre sostento Svalgaard…ma con una latitudine bassina, più da massimo che da minimo…

Ebbene, questa  oggi è una super notizia…chissà che dirà il nostro Ale quando vedrà tale AR…

Ed ecco qui come sta procedendo la situazine:

Simon

Update: intanto il noaa compie altre 2 cose impossibili!

1) Rifila un SN di 52 con sole 2 regioni spotted (la 1045 e la 1046), cioè dove le vedrà 32 macchie, praticamente confonde la penombra delle stesse macchie più grandi della 1045 e le conta, va bene, andiamo avanti così, è come se ogni macchia venise contata 2 volte!

2) Ovviamente non conta la regione con polarità invertita!

Ottimo esempio di scienza, complimenti!

Advertisements
  1. Alberto Omonimo
    8 febbraio 2010 alle 13:35

    Sicuri che non sia un effetto del vedere la macchia di striscio ?

    ciao

    Alberto

  2. Andreabont
    8 febbraio 2010 alle 13:37

    Ricordo che a livello temporale è plausibile che questo sia già un massimo, ma per esserne sicuri dobbiamo aspettare.

    Altrimenti è solo indice del fatto che il magnetismo solare è ancora gravemente contorto, dato che il ciclo 23 non si è ancora “spento” del tutto.

  3. ice2020
    8 febbraio 2010 alle 13:37

    io vedo il bianco a sinistra ed il nero a destra..poi nn so cosa dirti…forse era meglio aspettare un altro pò, anche perchè è vero che il gong ha poca risoluzione…però vista così, a me sembra cn polarit invertita, nn ci sarebbe niente da ridire!

  4. ice2020
    8 febbraio 2010 alle 13:40

    Cmq anche se guardi il magnetogramma soho, pur essendo più indietro come orario, fa capire che è una regione con polarità dispari:

  5. ALE
    8 febbraio 2010 alle 13:58

    Potrebbe anche essere ancora una AR da ciclo23, se così fosse la completa discordanza di fase dei 2 Cicli avrebbe fortemente inibito il SC24 portandolo al collasso magnetico!!!!
    Per questo dobbiamo aspettare, in primo luogo per vedere bene in faccia la AR in questione che, se anche fosse da ciclo24 sarebbe da MASSIMO PIENO!
    In secondo luogo per vedere come prosegue il SC24!!!
    ALE

  6. agrimensoreg
    8 febbraio 2010 alle 14:16

    Ma che gli indici Ap-Kp siano ancora così bassi non significa nulla?

  7. ice2020
    8 febbraio 2010 alle 14:27

    Secondo archiblad si!

    Infatti è proprio grazie a questo parametro che Arcchibald ritiene che stiamo andando dritti verso un Dalton…ne abbiamo parlato più volte qui su NIA, basta cercare nell’apposita casella immettendo il nome Archibald e qualcosa viene fuori…mai da quando lo si misura tale parametro fu così basso!

  8. riccardo
    8 febbraio 2010 alle 14:32

    scusate non sono un astronomo, ma la polarità invertità va a contrastare le macchie a polarità regolare?

  9. agrimensoreg
    8 febbraio 2010 alle 15:01

    Ok, ma io intendevo dire in questa particolare situazione. Cioè aumenta l’SSN, aumenta il flux, ma mi sembra che il kp sia sempre quello… Oltre ad essere un segnale per la teoria di Archibald, significa anche che qualcos’altro, in merito alla partenza (o all’arrivo!) del ciclo? O è normale che si alzino prima gli altri parametri?

  10. ice2020
    8 febbraio 2010 alle 15:13

    Di solito l’ap index nn è come il solar flux che segue le macchie solari…quello che conta è come dicevo sopra il fatto che la sa media è la più basa da quando lo s registra, ed anche da altre ricostruzioni fatte con altri sistemi, è il più basso persino che durante il Damon…ma ripeto ne abbiamo già parlato…

    Diciamo cmq che all’appello manca solo questo indice che faccia un impennata, quello è vero, anche se ripeto è meno sensibile rispetto al s.f.

  11. ALE
    8 febbraio 2010 alle 15:47

    Dunque MERITO all’Osservatorio Astrofisico di Catania che in barba a tutti conta la macchia a polarità invertita e in Scomoda posizione!!!!
    Su SC24.com non menzionano la AR sul Sud Emisfero…. E poi siamo noi i faziosi??????Ma x favore!!!!!
    ALE

  12. Michele
    8 febbraio 2010 alle 16:03

    X Ale ….

    Ti ricordi quel 26000 anni …
    e se fossero le prime influenze dei giganti gassosi ?

    Piccolo OT:
    Conosci software (planetari etc..)che cercano nel tempo congiunzioni e opposizioni…?
    Tipo Solex !!

  13. 8 febbraio 2010 alle 16:04

    Dopo CT, anche il centro Belga segnala la macchia nel sud emisfero.

    Lo stesso fa Locarno:
    http://www.specola.ch/e/drawings.html
    I magnetogrammi recenti confermano la polaritá invertita dell´area 42 (conteggio di CT).
    Anche il NOAA DOVRÀ contare entro stasera la sunspot meridionale anche se “scomoda”, ma tanto possono sempre dire che rientra nel famoso 3% di macchie a polaritá invertita che si presentano durante un ciclo.
    Se non la contassero perderebbero quel poco di fiducia che ancora mantengono.

  14. ice2020
    8 febbraio 2010 alle 16:36

    Si ok, ma a quella latitudine cosa vuol dire?

    E nn sarebbe nemmeno la prima volta che si originano macchie cn latitudine da massimo piuttosto che da uscita dal minimo, anche se ora era un pò che nn accadeva…

    questo sole nn smette più di stupire!

  15. ALE
    8 febbraio 2010 alle 16:46

    X Michele:
    Solex 10.1 di brutta interfaccia ma OTTIMO!!!!!
    Altrimenti il sito GPL della NASA!!!
    ALE

  16. ice2020
    8 febbraio 2010 alle 17:31

    Cmq Ale ho iniziato una bella discussione qui su solar cycle 24, tra cui ho parlato anche della tua teoria delle AR che fanno 2 giri di stella con machie:

    http://solarcycle24com.proboards.com/index.cgi?board=general&action=display&thread=1066

    gli americani a me sembrano un pò troppo…va beh…lasciamo stare

    Smon

  17. ALE
    8 febbraio 2010 alle 17:36

    Ma non è mia la teoria! E’ del Prof. Hathaway:
    http://science.nasa.gov/headlines/y2001/ast27apr_1.htm
    Allora continuano a fare “gli Gnorri”!!! Prendiamo solo ciò che depone a favore delle nostre teorie!!!!
    Intanto Su SC24.com ancora nn si parla della AR invertita!!!!! Dunque ergo è genuina!!!!
    ALE

  18. bora71
    8 febbraio 2010 alle 17:39

    Nuovo record di SSN per il ciclo 24:
    51.
    Record anche per i brillamenti.
    Classe M6
    il sole gradualmente si sta attivando per benino..

    una macchia del ciclo precedente???
    normale..puo’ capitare(e’ gia’ successo in passato con i cicli passati) ed e’ una prova che non siamo per niente nel massimo!!

  19. apuano70
    8 febbraio 2010 alle 17:55

    Simon, a proposito di cose impossibili, se continuano a contare così rischiano di dover rivedere al rialzo le previsioni per il max, riportandole in linea con quanto dicevano 3 o 4 anni fa! 😉
    Devo dire che, però, sono ben coerenti: continuano a non contare le macchie che “non dovrebbero” essere presenti secondo loro…. 😀

    @ bora71
    “una macchia del ciclo precedente???
    normale..puo’ capitare(e’ gia’ successo in passato con i cicli passati) ed e’ una prova che non siamo per niente nel massimo!!”

    Se è normale, perchè NON LA CONTANO!!!!??????? 😉
    Ciao!

    Bruno

  20. giorgio
    8 febbraio 2010 alle 18:08

    Io mi attengo alle teorie di Ale perche sono sempre state molto coerenti.Queste apparizioni di AR non importa se ciclo 23 o ciclo 24,in ogni caso saranno quelle che faranno abortire magneticamente il ciclo.Una riflessione mia:oggi 6 AR attive per avere un flusso solare a 90, un mese fa 5 AR attive per avere un flusso di 90-95.qualcosa significhera”.penso io da poco competente.per me piu di cosi sara difficile vederlo.Godetevi questo momento perche forse tra un po parleremo di altro perche non ci sara proprio niente da vedere.

  21. 8 febbraio 2010 alle 18:14

    La conteranno! Hanno giá aumentato il numero delle sunspot a 59!

  22. enrico
    8 febbraio 2010 alle 18:20

    Mah, aspettiamo che sia più visibile, adesso la polarità non è chiara, in ogni modo può essere tranquillamente una macchie del vecchio ciclo, 23, quelle del 22 sono apparse fino al 2001 4 anni dopo l’inizio del ciclo 23…. 😉

  23. giorgio
    8 febbraio 2010 alle 18:23

    XEnrico: vero pero fino an un certo punto.E cioe 3%.Oltre si rischia qualcosa di diverso.Sai quante ne abbiamo gia contate nei mesi passati?

  24. giorgio
    8 febbraio 2010 alle 18:37

    E comunque bellissimo notare al di la dei vari tarocchi`perpetuati con metodicita e gia si puo dire apertamente anche con tanta malafede che, nessuno ha in tasca la verita e che regna un clima di vera suspance.Probabilmente siamo arrivati ad un punto di svolta,che nelle prossime settimane o al massimo qualche mese ci regalera il verdetto finale sulla sorte di questo tanto travagliato ciclo 24.

  25. ice2020
    8 febbraio 2010 alle 18:41

    ma informati meglio, che oggi hanno sparato un 52 inesistente, com eil 51 di ieri!

  26. ALE
    8 febbraio 2010 alle 19:26

    X Bora71:
    Visto che di Astrofisica ne capisci un bel po perchè non ci spieghi la teoria dell’inibizione delle onde in discordanza di fase???? Magari riesci a spiegarmi perchè io proprio non ci sto più capendo nulla!!!!
    Dunque è normale che un SC duri 14 anni???? Se lo sai dimmi quale SC durò 14 anni quindi!!!
    O è normale che la legge di Hale e la legge di Joy vengano Violate????
    No perchè se lo sai perchè nn ci rendi edotti????
    ALE

  27. ALE
    8 febbraio 2010 alle 19:28

    Poi X Enrico:
    Dici benissimo!!! Quelle del SC22 fino al 2001, ad una anno dal max del sc23????
    Allora questa tua affermazione “MI ILLUMINA”!!!!
    ALE

  28. Ivan
    8 febbraio 2010 alle 19:46

    inizio di collasso magnetico…il 24 non ne scamperà!

  29. bora71
    8 febbraio 2010 alle 20:01

    x ale..
    ma perche’ non lo chiedi a uno scienziato astronomico??
    noi non siamo nulla a confronto..
    rispetto e stima per chi ha studiato una vita questa scienza..
    ciao!

  30. enrico
    8 febbraio 2010 alle 20:02

    X Ale, non lo prendere come oro colato, mi ricordo di averlo letto su Spaceweather, ma allora lo guardavo solo per vedere quante macchie c’erano, per il hobby radiantistico, niente di più, mi potrei essere confuso, prova a cercare qualche conferma o smentita, sarebbe interessante sapere… 😉

  31. ALE
    8 febbraio 2010 alle 20:18

    X Bora71.
    E a chi credi io mi affidi, a parte la mia Laurea e il mio PHD???? Forse magari ad un mio caro amico che in mezzo agli SCIENZIATI Fisici ci vive e che mangia Pane e elettromagnetismo tutti i giorni!!!!
    Per il resto invito a leggere i commenti del Colonnello Guidi sulle ACROBAZIE del NOAA: http://www.climatemonitor.it/?p=2476
    Per il resto Vi siete mai domandati xchè su Spaceweather, dopo avere mappato i multi-solar-tour delle AR 1035 e 1039, hanno RIMOSSO IL FARSIDE DOPPLER IMAGING????? Forse xchè cominciavano a puzzare di strano quelle AR un po troppo longeve per essere da POST-Minimo??????
    Meditate ragazzi, abbiamo la fortuna di essere in Europa e in Italia, leggete e fateVi uun vostra opinione!!!!
    Vi racconto un aneddoto: Un mio caro amico in USA, all’università di Stanford per un periodo di alcuni mesi, si trova di fronte un PC affetto da un Trojan-Horse di quelli tosti! La macchina era compromessa e allora….. NO PROBLEM si butta nella mondezza e se ne prende una NUOVA NO!!! Ricordiamoci che gli Americani sono abituati ad avere tutto e subito e a lorsignori scoccia molto dare ragione agli altri, se poi gli altri magari sono pure Astrofisici Russi!!!!
    ALE

  32. André R.
    8 febbraio 2010 alle 20:28

    Simon una sola domanda…(curiosità e/o proposta)…non sarebbe meglio usare il magnetogramma SOHO che ha molta più risoluzione?

    complimenti per il sito..

  33. giorgio
    8 febbraio 2010 alle 20:29

    Io personalmente penso an un grande minimo stile Mandeur.Questo ciclo non puo a mio avviso segiure su questo percorso e mi associo pienamente con Ale

  34. 8 febbraio 2010 alle 21:09

    In effetti adesso il NOAA é arrivato al ridicolo.
    Segna la nuova area ma spara un sunspot 71 da fantascienza!!
    http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

    Con 71 di sunspot il solar flux dovrebbe essere 120 secondo le tavole di conversione.
    Mentre nella realta il SF corretto é 93 a cui corrisponderebbero un sunspot di 38 molto piú reale e vero come indicato da tutti i siti astronomici mondiali!

  35. André R.
    8 febbraio 2010 alle 21:24

    si è anti scientfico questo comportamento da parte del NOAA…ma non capisco i motivi di questi atti..

  36. 8 febbraio 2010 alle 21:42

    Il tutto inizió durante la campagna elettorale di Obama quando disse che avrebbe tagliato i finanziamenti alla NASA di cui il NOAA é uno dei bracci principali. Se vogliono mantenere i finanziamenti tagliati ancora di recente a causa della crisi economica-finanziaria, devono far vedere al Pentagono e al Presidente una minaccia esistente o inesistente causata dal Sole e che merita nuovi e approfonditi studi, che costano molto denaro. Parliamo di centinaia di miliardi di dollari! Cosí la NASA puó riavere i soldi dal Governo americano con cui pagare anche i lautissimi stipendi di tanti scienziati.

  37. Pietro
    8 febbraio 2010 alle 22:33

    Mah imbrogliando con i punteggi al massimo possono far sembrare il ciclo 24 simile ai precedenti, perché è impossibile che questo ciclo non sia più debole del 23.
    Le minacce da studiare provenienti dal sole mi sa troppo di “segnali dal futuro” con Nicolas Cage…

  38. Ivan
    8 febbraio 2010 alle 23:09

    Non ci resta che aspettare e vedere ..ma se il massimo tarderà ancora parecchio a manifestarsi e ad essere raggiunto, potrebbe voler dire qualcosa??

  39. andrea b
    9 febbraio 2010 alle 05:13

    Con questi conteggi vogliono dimostrare che
    1 il SC 24 è perfettamente normale perché rientra nell’ultima ipotesi fatta
    2 tenendo alti i conteggi possono dire il sole non influenza il clima terrestre
    3 la principale causa di cambiamento climatico non è il sole ma l’UOMO

  40. Alessandro
    9 febbraio 2010 alle 06:56

    buongiorno ragazzi !! oggi mi son messo a guardare ben benino la macchietta incriminata , e non c’e’ scampo e’ di polarita’ invertita , percio’ la si puo’ considerare del ciclo 23 , o in caso di sucessive altre macchie a polarita invertita la possiamo collocare in un possibile collassamento del CM solare , fatto sta’ che comunque e’ ancira presto per affrontare certi possibili scenari spinosi ….. per il nooa oramai lo guardo solo per farmi risate a crepa pelle , perche’ mi sa’ che dobbiamo rimandarli a scuola a far ripetizione di matematica perche’ a contare sono propio ignoranti , sono a di poco scandalosi

  41. apuano70
    9 febbraio 2010 alle 08:06

    Attenzione ragazzi!!!
    Si sta formando un’altra regione con polarità da ciclo dispari, sempre nell’emisfero sud, più o meno alla stessa latitudine della precedente ma in posizione più centrale !!!

    Bruno

  42. Alessandro
    9 febbraio 2010 alle 09:06

    sembrerebbe di si , vediamo appena si sviluppa meglio

  43. 9 febbraio 2010 alle 09:12

    Concordo Bruno si sta formando un’altra regione che sembra a polarità invertita occhio ragazzi siamo sempre nel 3% delle possibilità di queste formazioni, non c’è nulla di strano ahahahahhahahah (Scandalosi).

    Ale il massimo potrebbe già finire entro pochi mesi per te se siamo nel pieno di esso?

  44. André R.
    9 febbraio 2010 alle 09:30

    1) prenderebbero più soldi a dire che il SC 24 è una cosa particolarissima, un’occadsione unica per avere nuovi studi e strumenti
    2) non ho capito questa affermazione…cioè anche se mettono un numero alto il clima varia in base all’attività non ai conteggi falsati
    3) e anche qui se dicessero che è il sole avrebbero nuovi fondi per lo studio di questa particolare interazione

    a mio avviso è una questione di “non dico niente così non perdo la faccia”

  45. Michele
    9 febbraio 2010 alle 09:46

    Ragazzi perchè l’indice “Ap”….
    segna -1 dal mese di Agosto 2009 ?
    Le macchie arrivano..il solar flux aumenta…
    ma i parametri magnetici…sono kaput !!!

    http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/weekly/RecentIndices.txt

  46. alessandro fogli
    9 febbraio 2010 alle 09:47

    domanda da profano: che signifato ha la polarità invertita? e perchè è così importante?

  47. Michele
    9 febbraio 2010 alle 09:47

    Anche quì….

    http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/indices/old_indices/2010Q1_DGD.txt

    Teorie L&P e Archibald…sempre + vere ?

  48. 9 febbraio 2010 alle 10:32

    Puoi leggere questo articolo dove si spiega il significato di una macchia a polaritá invertita anche secondo i maggiori astrofisi solari.
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/11/09/la-macchia-invertita-1030-e-l%C2%B4inizio-del-nuovo-ciclo-25/

  49. andrea b
    9 febbraio 2010 alle 10:43

    dal magnetogramma si evince dalla zona bianca e dalla zona nera la polarità di una regione attiva
    di regola nel ciclo solare 24 (ciclo Pari) nell’emisfero nord la zona bianca è a sinistra e la zona nera a destra nell’emisfero sud l’opposto (bianco a destra nero a sinistra) Vicino all’equatore la polarità delle macchie è più difficile.
    Ora le macchie invertite dovrebbero essere al massimo un 3% di recente se ne sono viste parecchie. Questo potrebbe significare due cose
    Il ciclo 23 ( ciclo solare dispari che rispecchia la polarità delle macchie invertite) è ancora attivo. Oppure il ciclo 25 inizia a generare macchie
    Tieni presente che la corona solare è stata fortemente stimolata verso la fine del ciclo 23 (fine 2006) e favorisce la formazione di macchie a polarità invertita
    Cosa questo significa lo sapremo solo aspettando almeno tre-sei mesi

  50. andrea b
    9 febbraio 2010 alle 10:47

    probabile 🙂

  51. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 10:51

    Ragazzi guardate un attimo il Lasco 2 sul solar monitoring e ditemi se notate anche voi che la quantita di luce che esce dal disco e” ai minimi.

  52. 9 febbraio 2010 alle 10:57

    Dopo la macchia a polaritá invertita 1030 del 9 novembre 2009,
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/11/09/
    era da aspettarsi la conferma di una ipotesi di cambio di ciclo se entro alcuni mesi fosse spuntata un´altra macchia a polaritá invertita di latitudine piú bassa della 1030 e che per confermarsi come possibile inizio del ciclo 25 dovrebbe resistere altri giorni.
    La 1047 potrebbe essere la conferma dell´inizio di inversione di ciclo.
    La conferma ancora piú sicura verrebbe dalla nascita entro pochi mesi di un´altra macchia importante a polaritá invertita.
    SONO SOLO MIEI PENSIERI SENZA NESSUNA (O QUASI) BASE SCIENTIFICA!!!

  53. Fabio2
    9 febbraio 2010 alle 11:02

    Interessante….dove posso trovare dettagli su queste macchie? C’è qualche sito che riporta articoli o report ?

    Grazie!

  54. Fabio2
    9 febbraio 2010 alle 11:04

    Chiedo ad Enrico e ad ALE dove posso trovare informazioni sul ciclo 23, ad esempio sulle macchie (regioni attive) a polarità invertita (presumibilmente el ciclo 22) di cui ha parlato Enrico, comparse fino al 2001, cioè al massimo del ciclo 23.

    Grazie!!!

  55. Fabio2
    9 febbraio 2010 alle 11:05

    Non potrebbero invece essere, per qualche ragione, macchie residue del ciclo 23 ? E poi è normale che compaiano, oppure è una peculiarità solo del ciclo 24 ?

  56. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 11:07

    Si sono da profano puro daccordissimo con te SAND.lA 1047 e” una doccia fredda per la NASA.e sono daccordo con te pure sul ragionamento fatto ante a riguardo dei finanziamenti del governo alla NASA.stanno nascondendo come si suol dire la m….sotto la neve.purtoppo pero la neve sci scioglie e la m…. esce piu puzzolente che mai.Continuo a fare i miei omaggi a Ale.Fino ad ora le ha azzeccate tutte.

  57. apuano70
    9 febbraio 2010 alle 11:10

    Guardando le immagini del Behind e Ahead noto che le AR presenti nell’emisfero nore sono, più o meno, equidistanti tra loro, formando un angolo approssimativamente di 45°, tra l’altro ne vien fuori una sorta di “corona” veramente suggestiva!
    L’emisfero sud, fatta eccezione per la macchia e la nuova regione a polarità invertita, sembra ancora nella quiete più totale!
    La presenza del ciclo dispari sta bloccando l’emisfero sud?
    Quello che stiamo vedendo può dipendere da ciò che sostiene Ale in merito all’ingresso in un Deep Solar MInimum?
    Bruno

  58. Nitopi
    9 febbraio 2010 alle 11:15

    interessante conferenza ad AIX an Provece ..

    http://www.ias.u-psud.fr/gong2010-soho24/schedule_1st.php

    Non per per andarci, deve essere da super specialisti… ma quando ci sara’ l’elenco delle presentazioni giudicare dai titoli…. potrebbe essere fattibile richiedere la pubblicazione…

    Magari si fa la colletta…

    Ciao
    Luca

  59. ALE
    9 febbraio 2010 alle 11:39

    Ci sono gli archivi GONG del BigBear!
    Per il resto Apuano mi ha anticipato, la vede anche SOHO nel magnetogramma l’altra AR a polarità dispari nel sud emis!!!
    ALE

  60. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 11:44

    Ale quale evento/i dovranno succedere nel futuro per far collassare il ciclo 24?Dobbiamo aspettarci AR dispari nell”emisfero nord?

  61. Michele
    9 febbraio 2010 alle 11:46

    Giove …giorgio…

  62. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 11:48

    con Urano e Saturno opposto.

  63. Michele
    9 febbraio 2010 alle 11:49

    Grazie Ale per Solex…anche se lo conoscevo già…
    la mia domanda ….era…..
    se conoscevi altri softw….da professionisti che fanno
    cose di quel tipo….
    trovare cong….allineam….e altro….

  64. Michele
    9 febbraio 2010 alle 11:52

    si giorgio…non dimentico quel “26000 anni” che riporto ALE !!
    Questo si riallaccia agli studi di Landscheidt…
    Adesso chiamiamo a granvoce anche l’ottimo”Geoff Sharp”…
    a commentar….
    e poi con “Ale” la squadra è pronta….

  65. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 11:59

    Ale e” molto legato agli studi di Hathaway,che a mio credere e sicuramete il migliore a livello di studio di cicli solari.Solo che nei suoi calcoli praticamente perfetti ha avuto la grande sfortuna di imbattersi nel ciclo sbagliato.Non ha probabilmente calcolato la possibilita di ingerenze esterne

  66. Michele
    9 febbraio 2010 alle 12:01

    A voler dire tutte le cose fino in fondo ci sarebbe da tirar fuori
    di nuovo l’allineamneto con il centro galattico..
    Ma facciamo finita di non aver detto nulla…altrimenti….
    riesce fuori quel numero….
    che inizia a starmi ….(puntolini..puntolini..)

  67. 9 febbraio 2010 alle 12:04

    Per adesso solo il centro astronomico di Locarno segna oggi le 3 aree attive.
    La 1045 con 24 sunspot.
    La 1046 con 5
    la 1047 (quella a polaritá invertita al sud) con 3
    Totali sunspot 32. SSN 62.
    Segna anche la nuova piccola area nata da poco a polaritá invertita nel sud segnando peró solo un pore e quindi non contandola com sunspot, ma é un ´area attiva anche questa e potrebbe crescere.
    http://www.specola.ch/e/drawings.html

  68. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 12:11

    Simon piu il sole e” attivo e piu hai lettori nel tuo blog.Bene adesso che lo sai……sai gia cosa devi fare e cioe…..gonfiare i dati come fa la NASA.Semplice business

  69. alessio
    9 febbraio 2010 alle 12:34

    hahaha ecco forse è per quello che li gonfiano…
    che spettacolo sto periodo

  70. Antartic
    9 febbraio 2010 alle 12:54

    io dico che invece sono due le macchie a polarità invertita !!!! guardate il “gong” sud emisfero parte centrale!!!

  71. 9 febbraio 2010 alle 13:17

    Lo aveva giá fatto rilevare Bruno sopra, e anche io avevo giá segnalato come Locarno ha notato un pore in questa nuova area nella parte centro/sud.
    Addirittura vi é un abbozzo di una terza zona a polaritá invertita ancora piú a destra sempre nell´emisfero sud alla stessa latitudine delle altre due.

  72. apuano70
    9 febbraio 2010 alle 14:19

    Esatto Sand-rio, tra l’altro come hai giustamente fatto notare, le tre aree in questione si presentano in perfetto allineamento, esattamente in opposizione alle loro “cugine” dell’emisfero nord!
    Bruno

  73. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 14:22

    Ale di qualcosa in merito per favore

  74. Nitopi
    9 febbraio 2010 alle 14:40

    e’ li che sogghigna 8)
    Ciao
    Luca

  75. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 14:47

    Temporeggia…la prudenza e d”obbligo in questo caso…pero noi siamo ansiosi di sapere

  76. Alessandro
    9 febbraio 2010 alle 14:53

    lasciatelo studiare , poi sghignazzare per bene , e poi illuminarci

  77. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 15:11

    L”aritmetica non perdona 3-3 da 0.Bora 71 che cosa c”e che non va?Scommetto che sei po preoccupato vero?Hai problemi di connessione?

  78. 9 febbraio 2010 alle 16:08

    Ragazzi è eloquente che c’è qualosa sotto per chissà quale scopo…Tutti la vedono e tutti la riconoscono quella regione a polarità invertita…Non sapete quanta curiosità ho di conoscere le sorti della Stella tra pochi mesi…

  79. furio
    9 febbraio 2010 alle 16:50

    Non griderei allo scandalo per una macchia a polarità invertita….ultimamente anzi sono andate diradandosi rispetto a qualche mese fa, mentre quelle a polarità normale decisamente aumentando, per cui direi che tutto rientra nella normalità, in quei pochi punti percentuali di macchie invertite che ci sono sempre….

    in ogni caso se proprio si dovesse pensare a qualcosa di diverso, sicuramente non il ciclo 23, vista la latitudine…

    invece proprio la latitudine elevata ed il fatto che compaiono nell’emisfero sud, da dove ripartirà il ciclo 25, potrebbero al limite far pensare ai prodromi proprio del ciclo 25 (il che presupporrebbe che siamo in una fase avanzata del max)…

    tra l’altro è comparsa un’altra piccola regione a polarità invertita, sempre alla stessa latitudine dell’emisfero sud, anche se per il momento non ha dato origine a macchie…

  80. Stefano Riccio
    9 febbraio 2010 alle 16:53

    a me guardando il continuum la 1045 mi pare che si stia già rimpicciolendo.

  81. 9 febbraio 2010 alle 18:07

    Vediamo cosa scrisse il Prof Hathaway, principale astrofisico solare della NASA/NOAA alla fine del 2004 parlando del ciclo 23 e delle previsioni per il ciclo 24.
    “Noi abbiamo esaminato i dati degli ultimi 8 cicli solari e scoperto che il minimo
    solare segue di 34 mesi il primo ” spiega Hathawy. Il più recente massimo solare si è verificato alla fine del 2000. Il primo giorno senza macchie si e’ verificato il 28 Gennaio 2004, cosi che applicando la semplice regola di Hathawy e Wilson, il minimo solare dovrebbe arrivare alla fine del 2006. Vale a dire circa 1 anno prima di quanto si pensasse precedentemente. Anche il prossimo massimo solare potrebbe arrivare prima, dice Hathawy. “L’attività solare si intensifica rapidamente dopo un minimo solare. Nei recenti cicli, il massimo solare ha seguito il minimo giusto di 4 anni.” Basta fare l’addizione 2006+4=2010, per avere la data del prossimo massimo solare”.

    E se le iniziali previsioni di Hathaway fossero esatte?

  82. giorgio
    9 febbraio 2010 alle 18:21

    Tutto esatto l”unica incognita resta la data del minimo,che potrebbe essere il 2009 e non il 2006.E su questo che si sta dibattendo.Io personalmente penso al 2006 pero il dubbio resta.

  83. 9 febbraio 2010 alle 18:43

    Che il minimo sia iniziato nel 2006 non c’ è discordia, quello che mi chiedo é se é durato fino alla fine del 2009 perché una fase di minimo lunga lunga, oppure se ciclo 24 fosse stato invece presente ma invisibile per via della teoria di L & P e sono visibili solo ora delle macchie perché siamo in una fase di massimo del ciclo 24?

  84. roberto
    9 febbraio 2010 alle 19:59

    mi spiegate come mai con tante macchie il flusso solare è così basso, il vento solare sotto i 300 e il k index a 1??? Grazie!

    Io nella mia totale ignoranza del sole spero di vedere un maunder!!!! sarebbe un evento straordinario!

    Ciao a tutti! Il sito è sempre interessantissimo!!!

  85. enrico
    9 febbraio 2010 alle 21:22

    Ma che conti fate ? Che c’entra il fatto che il minimo sia iniziato nel 2006 con le previsioni di Hathaway ?! E’ evidente che il minimo solare si è verificato tra il 2008 ed il 2009, e NON nel 2006, i numeri delle macchie e del flusso ci dicono questo, allora ci basiamo sui fatto o sui discorsi (vecchi tra l’altro..) ? O solo quando fa comodo per sostenere la propria, più o meno strampalata, teoria ? Dai…. serietà pse ! 😉

    Il massimo solare, molto probabilmente, sarà tra il 2012 ed il 2013, il fatto che nelle ultime settimane abbiamo visto un’intensa attività solare, e che oggi siamo a 71ssn, non ci faccia pensare di essere ad 1 passo dal massimo solare, quello che conta sono le medie mensili….
    Nel 1997, ad 1 anno dall’inizio del ciclo solare, si ebbero valori giornalieri di oltre 100 macchie, eppure il massimo arrivò solo 3 anni dopo !

    Guardate verso la metà di maggio del 1997 :

    http://www.solen.info/solar/history/hist1997.html

    e vedrete una “puntata” con quasi 80 macchie e “solo” 85 di flusso, quindi come vedete la situazione attuale non è “gonfiata” o anomala, e non c’è il “complotto” del cavaliere…. 🙂

    Be patient… 😉

  86. Pietro
    9 febbraio 2010 alle 22:50

    Interessante osservazione. In effetti si è creata su internet un’attenzione forse eccessiva verso questo ciclo solare che più di dieci anni fa non poteva ovviamente esserci.

  87. ALE
    9 febbraio 2010 alle 23:44

    Ma allora Enrico vuoi dire che il metodo deterministico di Hathaway e Wilson va preso e buttato via a metà???
    Ossia se il minimo è nel 2009 allora il MAX è nel 2013, quattro anni dopo, e allora che fine fa il conteggio sempre deterministico 2004+6=2010??? Se vogliamo prendere le teorie a metà allora OK, no problem!!!
    Solo che fino ad oggi non si è ancora riusciti a capire come mai i cicli solari sono di 10.5 anni in media!!! Se si considera solo la rotazione stellare che distorce il GMF provocndo il collasso dei poli nel max e l’inversione di polarità allora questi “sottocicli” sono di 14-18 MESI!!!!! (Benevoleskaya et al. 2002).
    Il fatto è che, come oramai ripeto da tempo, i metodi deterministici sulla predizione dell’attività solare che tanto sono andati bene fino al ciclo 23 potrebbero andare a pallino!!! Mi spiego, tutti noi conosciamo ECMWF e le sue innegabili qualità! E’ un deterministico PURO, si basa su di un solido database di osservazioni stoiche e permette di prevedere “le mosse” dei Minimi e HP! con quasi 60 anni di dati input è fondato su basi ben solide!!
    Altra cosa sono i deterministici in Astrofisica, 300 anni nella vita del Sole sono come 1 giorno della Terra, prova a inizializzare ECMWF con i dati in imput di 1 solo giorno, magari il 6 gennaio 1985, e vedrai che nevicate quotidiane su Roma, magari anche il 20 di Luglio!!!!!!
    Quello che voglio dire è che allora a chi dobbiamo credere? Passiamo ai probabilistici PURI, come il metodo della Prof.ssa Masumi Dikpati, piazzano il MAX nei primi del 2011, questi si basa su osservabili fisiche MISURATE del Sole e determinate equazioni regolano il GMF stellare. Secondo il Prof Svalgaard UN FALLIMENTO!!!!
    Ragazzi qui si naviga a vista e quello che voglio dire e che ripeto è: la prima macchia (O meglio 2 differenti AR) a polarità SC24 si manifestarono in Luglio 2006, questo fece dire al Prof. Hathaway : “Il Solar MAX nei primi del 2010!!!”; breve diatriba con la Prof.ssa Dikpati che diceva:” Grade ciclo il 24, molto intenso, ma il MAX nei primi del 2011, un anno dopo da quanto ipotizzato da Hathaway!”.
    Il SC24 è anomalo e non passano 2 mesi senza che ce lo ricordi!!!!
    ALE

  88. Andreabont
    10 febbraio 2010 alle 08:21

    Sarebbe interessante fare un conteggio separato di macchie del ciclo in corso e di macchie a polarità invertita, da affiancare al conteggio già usato.

    Una macchia di per sè è un indice di distorsione del campo magnetico, ma una macchia a polarità invertita è indice di forte distorsione del campo magnetico.

    Analizzare anche il rapporto macchie invertite/totale può essere anche un buon indice.

    La sparo lì a livello teorico, i calcoli poi andrebbero adattati (non tutte le macchie sono uguali)

  89. enrico
    10 febbraio 2010 alle 08:22

    “Ma allora Enrico vuoi dire che il metodo deterministico di Hathaway e Wilson va preso e buttato via a metà???
    Ossia se il minimo è nel 2009 allora il MAX è nel 2013, quattro anni dopo, e allora che fine fa il conteggio sempre deterministico 2004+6=2010??? Se vogliamo prendere le teorie a metà allora OK, no problem!!! ”

    Daccordo, ma quella teoria è stata smentita dalla realtà, il minimo non era nel 2006, per nulla, ma circa 2 anni più avanti, quindi, secondo me (per carità non son nessuno…) adesso lascia il tempo che trova.

    Un pò come dire, le previsioni meteo di domenica dicevano che oggi pioveva, quindi me ne sto a casa anche se è sereno perche le previsioni dicevano questo. 😉
    Evidentemente erano previsioni errate, così come il massimo nel 2010, può darsi che sia errato anche la previsione di un massimo dopo circa 3-4 anni dal minimo, magari arriva prima, chissà ?

    Vediamo, come hai ben detto, del sole sappiamo davvero poco, e l’osservazione è un secondo rispetto alla vita della nostra stella, ed i “modelli” di previsione sono molto rudimentali.

  90. Fabio2
    10 febbraio 2010 alle 08:28

    Ergo, se il minimo non era nel 2006 bensì tra fine 2008 e inizio 2009, non possiamo sapere quando sarà il massimo. Su questo concordo con ALE, è ragionevole ritenere che i calcoli di Hathaway possano non valere per questo ciclo. Poi magari finisce come dicevi prima, cioè semplicemente il massimo trasla di qualche anno, però ad oggi nessuno può affermarlo.

  91. Fabio2
    10 febbraio 2010 alle 09:18

    Solo il tempo potrà dire che cosa accadrà effettivamente.
    Tempo fa ho detto di attendere almeno la fine della prossima estate, prima di sbilanciarsi di più, ma forse non basta.
    Occorre tutto il 2010: se a fine anno il numero e la frequenza delle macchie, oltre al solar flux, avranno registrato una crescita costante (come si vede ora nel trend dei grafici pubblicati in http://www.solarcycle24.com) allora è probabile che il massimo, ancorchè più debole rispetto al 23, sia “serio”.
    Se invece si dovesse manifestare una chiara stasi o addirittura una inversione del trend di crescita, beh allora tutto cambia, chiaramente.

    Non credo si possa dire di più e sinceramente non mi pare che i più eminenti studiosi in materia dicano molto di più circa il futuro del ciclo 24, salvo fare previsioni finora smentite dai fatti.
    Però correggetemi se sbaglio.

  92. bora71
    10 febbraio 2010 alle 09:54

    Nuovo record del ciclo 24:

    SOLAR Flux – 94
    SUNSPOT – 71

    Davvero considerevole!!

  93. 10 febbraio 2010 alle 10:35

    In futuro molto prossimo sará ancora maggiore, con SSN 90 circa come dicono tutti. Queste sono le previsioni della NASA/NOAA del SF, A index e Kp Index. Loro prevedono un mese un poco al ribasso rispetto adesso!
    27 Day Solar Forecast reported by NOAA. It is updated once per day.

    Date 10.7cm Flux A Kp
    10 Feb 2010 92 9 3
    11 Feb 2010 90 11 3
    12 Feb 2010 90 13 3
    13 Feb 2010 90 10 3
    14 Feb 2010 85 10 3
    15 Feb 2010 85 5 2
    16 Feb 2010 85 8 3
    17 Feb 2010 85 7 2
    18 Feb 2010 85 5 2
    19 Feb 2010 85 5 2
    20 Feb 2010 85 5 2
    21 Feb 2010 80 5 2
    22 Feb 2010 80 5 2
    23 Feb 2010 80 5 2
    24 Feb 2010 75 5 2
    25 Feb 2010 75 5 2
    26 Feb 2010 75 5 2
    27 Feb 2010 75 5 2
    28 Feb 2010 80 5 2
    01 Mar 2010 85 10 3
    02 Mar 2010 85 10 3
    03 Mar 2010 85 5 2
    04 Mar 2010 85 5 2
    05 Mar 2010 85 5 2
    06 Mar 2010 85 5 2
    07 Mar 2010 85 5 2
    08 Mar 2010 85 5 2

  94. Fabio2
    10 febbraio 2010 alle 11:29

    Dovrebbe essere relativamente facile, se ci limitiamo a contare le regioni attive che hanno prodotto macchie:

    47 in totale, di cui 3 a polarità invertita.

    Dico bene?

  95. Fabio2
    10 febbraio 2010 alle 11:35

    più che il record in se’, mi soffermerei sul trend crescnte di entrambi i parametri. E’ quello che ci da realmente il polso della situazione, ciè che c’è una progressiva ripresa, in atto da Settembre.

    Ed è il trend, prima che i picchi, che ci dirà nei prossimi mesi, diciamo pure fino a fine anno, se il ciclo è destinato a progredire per tutto il 2010 e oltre, oppure se ad un certo punto ci sia un’inversione.

    La cosa per me (profano) tuttora sorprendente è che nessuno studioso del Sole è davvero in grado di prevedere che cosa realmente la nostra stella farà nei prossimi mesi, per non dire nei prossimi anni. Come testimonianza di ciò, bastino le previsioni sul ciclo 24 del pur esperto Hathaway dal 2006 ad oggi, cambiate, anche sostanzialmente, parecchie volte.

  96. Fabio2
    10 febbraio 2010 alle 11:37

    Se però vuoi contare le macchie al’interno di ciascuna regione attiva, allora la faccenda si complica 🙂
    O meglio, le regioni a polarità “normale” hanno prodotto molte macchioline, quelle invertite in genere una ciascuna.

  97. giorgio
    10 febbraio 2010 alle 11:40

    Sbagliato Bora 71,solar flux 95 il giorno 12 gennaio 2010.Ancora da battere.X Simon:la scommessa non l”ho ancora persa.Ciao.Un”osservazione da profano:mi pare che via sia una forte resistenza su questi livelli di SF.Siamo gia a un doppio masssmo e non si sfonda.

  98. giorgio
    10 febbraio 2010 alle 11:52

    Una precisazione per tutti i lettori.La storia dei 23 cicli solari passati ci insegna che ad una fase poco attiva di almeno 3 anni ha sempre corrisposto un ciclo molto debole e inglobato nei due minimi di Damon e Dalton.Quindi a rigor di logica questo ciclo 24 sara comunque molto debole e non sara certo l”unico di questo minimo di Eddy,ve ne saranno almeno altri 2 e probabilmente il 25 sara ancora piu debole del 24.Qiundi chi si aspetta una esplosione dell”attivita solare dovra almeno aspettare il 2035-2040.Altrimenti come alternativa c”e il collasso magnetico e allora si parla apertamente di Mandeur

  99. Fabio2
    10 febbraio 2010 alle 12:25

    Forse deve aumentare il numero e la dimensione delle macchie, cioè occorrono più macchie come la 1045 contemporaneamente.
    Vediamo se il Sole è in grado di produrle, non resta che attendere.

    E comunque a mio avviso, più che i picchi conta il trend: se prosegue al rialzo il massimo attuale sarà superato, non ci piove. Altrimenti……

  100. giorgio
    10 febbraio 2010 alle 13:03

    Dal behind a sud della 1047 pare stia comparendo qualcosa di notevole.

  101. Nitopi
    10 febbraio 2010 alle 13:33

    si, era anche sul Gong farside..
    E’ la regione degli antipodi…
    Ciao
    Luca

  102. 10 febbraio 2010 alle 13:51

    http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_cgifunction=form&_layout=sezioni&keyval=sezioni.sezioni_id=5125

    OT. Ecco le previsioni di questa fiondata artica Provincia per Provincia del Capo redattore di meteoweb nonchè mio collega 😉

    Speriamo che eventi del genere se ne manifestino ancor più nei prossimi anni….buona neve a tutti!

  103. 10 febbraio 2010 alle 14:34

    Resto convinto che stiamo per arrivare entro fine anno, inizio anno prossimo al massimo solare.
    Dico questo perché, essendo il campo magnetico solare diminuito nella sua potenza del 30% circa, come rilevato dalla sonda Ulisse, la densitá del vento solare é calata del 20%, la pressione é calata del 13% la velocitá del 3%, tutto ció mi fa pensare che se aggiungessimo questi valori di flusso solare a quello attuale rilevato avremmo un solar flux “normalizzato” di 120/130 che rappresenterebbe nei suoi picchi avuti in questi giorni un solar flux vicino al massimo previsto di 140/150.
    Questo potrebbe essere uno studio da compiere approfonditamente e vedere cosí quale sarebbe il solar flux e di conseguenza le macchie solari se non ci fosse stato questo calo di potenza rilevato dalle sonde!

  104. 10 febbraio 2010 alle 14:45

    Per questo spero che ci siano ancora piú macchie e un aumento del solar flux nei prossimi mesi! Vorrei tanti record per il ciclo 24 uno dopo l´altro, ció significherebbe che siamo nel massimo del ciclo e che il prossimo sará ancora piú debole di questo!

  105. giorgio
    10 febbraio 2010 alle 14:50

    Sand sono tutti calcoli puramente teorici,Hathaway secondo i suoi calcoli ha stabilito nel 2006 che il solar max sarebbe stato a inizio 2010.Se e” vero quello che dice ALE il sole ha perso un 40% di forza magnetica,prova sottrarre il 40% ai valori di 140-150 e siamo perfettamente in sintonia con quelli attuali e cioe stiamo vivendo la fase di massima attivita.

  106. 10 febbraio 2010 alle 15:00

    È lo stesso di quello che dicevo io, :): aumentiamo i dati attuali del 30/40% e vedremo come solar flux e macchie solari sarebbero vicino al massimo indicato dagli astrofisici per questo ciclo.

  107. giorgio
    10 febbraio 2010 alle 15:20

    Tu lo prevedi per fine 2010 e inizio 2011, secondo me e” ora adesso.Poi che nei prossimi mesi viaggiamo su questi livelli sono daccordo con te,meno sul fatto che questi valori saranno superati diverse volte.Sand sono comunque tutte ipotesi.resta il fatto che nel dalton si e raggiunto un livello max di 50-60 SSN(reali)e quindi se tanto mi da tanto….

  108. Pietro
    10 febbraio 2010 alle 15:39

    Bè nonostante le resistenze il momento di comprare azioni del Sun è questo…!

  109. 10 febbraio 2010 alle 15:49

    Vero Giorgio, ma una piccola obiezione: durante il periodo di Dalton o gli altri minimi non si avevano misurazioni sul campo magnetico solare, ossia se un gran minimum é generato dal calo del campo magnetico e se questo calo é periodico con l´allineamento dei giganti gassosi. Solo ora potremo avere qualche indicazione se ció é vero.

  110. ALE
    10 febbraio 2010 alle 15:52

    Ma non vedete che le AR si gonfiano e generano Spot quando passano in un ristretto spicchio di Sole di fronte al quale ci siamo noi Terrestri con le nostre sonde?
    La 1045 ha fatto così e ora è in decadenza, la 1046 sta gonfiandosi ache lei…
    La 1047 NO, è una spot di ciclo dispari!!!!
    Guardate Voi stessi e confermatemelo!!!!
    Lo spiccho in questione nn è niente altro che la proiezione degli angoli in intersezione delle congiuungenti di Giove e Saturno con il centro di massa del Sistema Solare!!!!
    Lo spicchio si chiude, e questo è un dato di fatto, sarà completamente chiuso entro giugno!!!!
    Li vedremo se i due Giganti imporranno la loro legge, ricordo che i loro GMF sommati sono circa 22 volte quello solare!!!!
    ALE
    ALE

  111. giorgio
    10 febbraio 2010 alle 16:18

    Meno male Ale che finalmente hai vuotato il sacco.Piu chiro che mai

  112. 10 febbraio 2010 alle 16:29

    Tra pochi mesi sapremo se le teorie di Timo Niroma, Levingston e Penn e in parte di Svalgaard, saranno confermate. Se le teorie saranno confermate nessuno ci toglie da un minimo di Eddy paragonabile almeno al minimo di Dalton se non ad un minimo di Maunder.

    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/04/09/timo-niroma-interviene-sul-forum-di-solar-cycle-24-stiamo-andando-dritti-verso-un-nuovo-minimo-di-maunder-dalton/

  113. marcello
    10 febbraio 2010 alle 16:46

    Grandissimo ALE!!!!!!!!!!!!!!
    Mi piacerebbe un tuo articolo sul punto, corredato da una mappa nella quale vengano evidenziate le forze in campo e la loro posizione rispetto al Sole

  114. Michele
    10 febbraio 2010 alle 17:14

    Amen

  115. Michele
    10 febbraio 2010 alle 17:31

    Solo per questa tua frase ALE ci vuole un bel articolo….

    “Lo spiccho in questione nn è niente altro che la proiezione degli angoli in intersezione delle congiuungenti di Giove e Saturno con il centro di massa del Sistema Solare!!!!””

    Corredato di immagini e altro !

    E Non mi dimentico facilmente quest’altra tua afferm azione….mela son archiviata…

    “Per quello che può valere la configurazione del 2010 (Che si verifica ogni circa 27000 anni) vede Giove addirittura più vicino al Sole rispetto al 1653, appare poi anche Urano che nelle precedenti config. era “Fuori dai giochi”!!!
    Un’altro fattore che però non trattai al tempo è l’allinamento con il Centro Galattico, infatti dal 1998 il nostro Sistema Solare sta entrando in quella zona detta “Eclittica del Centro Galattico” dove il campo magnetico del Supermassive Black Hole nel centro della Via Lattea si fa più sentire!!!!”

    Con la giusta calma è il momento di fare il punto della situazione…..

    A gran voce ragazzi…

    ALE
    ALE….
    quando ti pare …..
    CIAO

  116. apuano70
    10 febbraio 2010 alle 17:42

    Mi permetto un piccolo OT per segnalare che l’indice SOI è sceso ad un preoccupante -21,7, valore più basso degli ultimi tempi…
    Che sia possibile una recrudescenza del NINO proprio adesso che i valori sono in sensibile calo in tutte le zone ENSO?
    http://www.bom.gov.au/climate/enso/
    Bruno

  117. artax
    10 febbraio 2010 alle 17:43

    ciao a tutti ragazzi! quindi mi pare di capire per noi freddofili, che le speranze di andare incontro ad un global cooling, o adirittura ad una peg, nei prossimi anni, non sia ancora sfumata nonostante questa ripresa dell’attività solare…

    vi chiedo questo (da assoluto profano) perchè in svariati siti meteo e relativi forum, sto leggendo, che il sensazionalismo con cui era stato accostato l’attuale minimo a quelli di dalton e maunder, risulta ormai del tutto privo di fondamenti…
    complimenti per il bellissimo sito

  118. Ivan
    10 febbraio 2010 alle 17:53

    Grandi tutti! Dai ale.. c’è voglia di sapere 🙂

  119. 10 febbraio 2010 alle 17:54

    Il centro australiano dice che il calo del SOI non é dovuto al riscaldamento equatoriale, ma al raffreddamento rapido delle acque a Tahiti dovuto a forti venti da ovest.
    Guarda i dati di archivio e confronta questo gennaio con i dati degli altri anni quando ci fu un forte Niño.
    http://www.bom.gov.au/climate/current/soihtm1.shtml

    Questi i dati di archivio di Tahiti:
    ftp://ftp.bom.gov.au/anon/home/ncc/www/sco/soi/tahitimslp.html
    e questi i dati di Darwin:
    ftp://ftp.bom.gov.au/anon/home/ncc/www/sco/soi/darwinmslp.html

  120. apuano70
    10 febbraio 2010 alle 18:10

    Tutto normale quindi, semplice conseguenza anzichè sintomo di intensificazione del fenomeno!
    Grazie per la dritta Sand! 😉
    Bruno

  121. 10 febbraio 2010 alle 18:21

    Contento per aver potuto tranquillizzarti… 🙂
    Cmq ormai il Niño sta calando, ecco le anomalie equatoriali all´8 febbraio, ormai é poca cosa…

  122. André R.
    10 febbraio 2010 alle 18:44

    è vero Ale ho notato anche io che le regioni appena appaiono sul lato visibile del sole dopo circa un giorno incrementano la loro attività dando origine a macchie più importanti…esattamente cosa sta accadendo oggi alla 1046…in poche ore ha incrementato notevolmente il proprio “volume”

    André

  123. andrea b
    10 febbraio 2010 alle 20:04

    grandissimo intervento 🙂

  124. roberto
    10 febbraio 2010 alle 20:05

    qualcuno sa spiegarmi come mai la velocità del vento solare sta crollando???? Mi sapreste dare il valore aggiornato???? a me sembra prossimo a 250. Possibile????

  125. andrea b
    10 febbraio 2010 alle 20:09

    devi sapere che il dalton e il Maunder o il Damon sono stati una seri di cicli a bassa attività che il sole si stia risvegliando è innegabile ma penso stenterà a superare al suo max una ssn superiore a 80 secondo la teoria NOAA.

    Non è un singolo minimo a far la differenza è una generale bassa attività solare per almeno 5- 10 anni che coinvolga più cicli

  126. 10 febbraio 2010 alle 20:27

    La velocitá in questo momento é di 300 ma é stata unóra fa di 258.
    http://www.spacew.com/plots.php

  127. giorgio
    10 febbraio 2010 alle 22:03

    Michele e poi c”era quella colomba che passava la” vicino al sole….la NASA ovviamente…silenzio totale….quello che ha scritto Ale stasera non e” altro che quello che sostieni da sempre.Sei un grande!!!Ciao.

  128. Nitopi
    11 febbraio 2010 alle 11:45

    l’avevo notato, e sto modificando il programma di conteggio per tener conto della prospettiva sotto cui si vedono…. (tra l’altro , così a naso, non e’ proprio il meridiano centrale, ma darei un 10 gradi sulla destra..)

    E’ comunque un lavoraccio 8) (misurare… il programma l’ho gia’ modificato e provato…) e mi ci vorranno un paio di giorni….

    Ciao
    Luca

  129. Nitopi
    11 febbraio 2010 alle 11:48

    l’aveva notato anche Simon ed io confermo…. e sto modificando il programma di conteggio per tener conto della prospettiva sotto cui si vedono…. (tra l’altro , così a naso, non e’ proprio il meridiano centrale, ma darei un 10 gradi sulla destra..)

    E’ comunque un lavoraccio 8) (misurare… il programma l’ho gia’ modificato e provato…) e mi ci vorranno un paio di giorni…. a tempo perso…

    Ciao
    Luca

  130. artax
    11 febbraio 2010 alle 12:55

    grazie del chiarimento

  131. Nitopi
    11 febbraio 2010 alle 13:20

    Prima elaborazione…

    Ma servono ancora un po’ di transiti, se no non e’ plausibile…

    Occorre correggere anche per la rivoluzione della terra…

    Ale, da che parte correggo, sull’img di Soho???

    Ciao
    Luca

  132. Max
    11 febbraio 2010 alle 17:47

    Vi seguo da molto tempo e sono veramente entusiasta di questo forum, ho letto molti dei vostri articoli dove l’analisi dei vari argomenti con i dati a disposizione mi sembra gestita ottimamente, ma non sono riuscito a trovare nessun riferimento ad una variabile che a mio avviso è molto importante, ossia che il nostro sistema solare sia entrato in una nube interstellare che sembra avere un forte magnetismo. Cosa ne pensate? Scusate se non mi presento, sto scrivendo con un cellulare

  133. Andreabont
    11 febbraio 2010 alle 18:36

    Non sono un astronomo, ma qualcosa conosco, e mi sembra strano che il sistema solare sia entrato in una nebulosa senza che nessuno se ne accorgesse…

    Le nebulose non sono piccole, si parla di decine di anni luce di diametro…

    Per il resto sapevo del gas ionizzato, ma in genere è abbastanza rarefatto, anche se fossimo entrati chi ci garantisce che questo campo sia abbastanza forte??

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: