Home > Ciclo 24, Cose "ridicole", Previsione Ciclo 24 > La NASA é come la mamma: ha sempre ragione!

La NASA é come la mamma: ha sempre ragione!

21 febbraio 2010

La NASA merita sicuramente un premio per i loro impressionanti e sensazionali (sbagliati) comunicati stampa sulla attività solare:

12 novembre 2003: – Il massimo solare è passato, ma il sole è stato particolarmente attivo negli ultimi tempi. È forse il ciclo delle macchie solari che non funziona? ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2003/12nov_haywire.htm

18 ottobre 2004: “Qualcosa di strano è successo al sole, la scorsa settimana: tutte le macchie solari sono scomparse. Questo è un segno, dicono gli scienziati, che il minimo solare sta arrivando prima del previsto “.

http://science.nasa.gov/headlines/y2004/18oct_solarminimum.htm

5 maggio 2005: ” Anche se il minimo solare é vicino, il sole continua ad essere sorprendentemente attivo.”

http://science.nasa.gov/headlines/y2005/05may_solarmyth.htm

15 settembre 2005: ” Il minimo solare é stranamente simile ad un massimo solare”.

http://science.nasa.gov/headlines/y2005/15sep_solarminexplodes.htm

15 agosto 2006: ” Le macchie solari sono un poco strane e possono preannunciare l’arrivo di uno dei cicli solari più vivaci degli ultimi decenni”.

http://science.nasa.gov/headlines/y2006/15aug_backwards.htm

21 dicembre 2006 “, gli scienziati prevedono un Big Solar Cycle – iI prossimo ciclo solare sta per essere un grande ciclo.”

http://science.nasa.gov/headlines/y2006/21dec_cycle24.htm

14 dicembre 2007 “È l´inizio di un nuovo ciclo solare? – La comunità della fisica solare è in fermento questa settimana. ” ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2007/14dec_excitement.htm

10 gennaio 2008: “Solar Cycle 24 -un nuovo ciclo solare è appena iniziato.

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/10jan_solarcycle24.htm

28 marzo 2008: ” Il ritorno del vecchio ciclo solare – appena tre mesi dopo che i previsori hanno annunciato l’inizio del nuovo ciclo solare 24, il vecchio ciclo solare 23 è tornato”.

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/28mar_oldcycle.htm

11 luglio 2008: ” C´è qualcosa di strano nel Sole? (Nulla!) Basta con la stampa! Il Sole si sta comportando normalmente “.

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/11jul_solarcycleupdate.htm

23 settembre 2008:Questo è il più debole stato del vento solare da quando abbiamo iniziato il monitoraggio quasi 50 anni fa.”

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/23sep_solarwind.htm

30 settembre 2008: “Spotless del Sole : Questo é un anno del Sole piú pulito dell’era spaziale
Il numero delle macchie solari sono al piú basso livello da 50 anni. Stiamo vivendo un profondo minimo del ciclo solare. ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/30sep_blankyear.htm

7 novembre 2008: Il Sole mostra segni di vita – crediamo che il minimo solare è dietro di noi

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/07nov_signsoflife.htm

1 aprile 2009: Deep solare minimum – Stiamo vivendo un profondo minimo solare – Questo è il sole più tranquillo che abbiamo visto in quasi un secolo ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/01apr_deepsolarminimum.htm

29 maggio 2009: “Se la nostra previsione è corretta, il ciclo solare 24 avrà un numero di macchie solari di picco di 90, il più basso di qualsiasi ciclo dal 1928, quando il ciclo solare 16 ha avuto un numero di macchie solari di 78,”

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/29may_noaaprediction.htm

17 giugno 2009: “Il mistero della macchie solari scomparse, é risolto? Il sole si trova dentro un minimo piú profondo da un secolo e le macchie solari sono stati incomprensibilmente scarse per più di due anni. ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/17jun_jetstream.htm

3 settembre 2009: ” Sono scomparse le macchie solari? Il sole è nel pozzo più profondo del minimo solare in quasi un secolo.
Intere settimane e mesi a volte passano senza nemmeno una macchia solare anche piccola. La quiete si é trascinata per più di due anni, inducendo alcuni osservatori a domandarsi, stanno scomparendo le macchie solari?

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/03sep_sunspots.htm

29 settembre 2009 “Nel 2009, l’intensità dei raggi cosmici sono aumentati del 19% al di là di qualsiasi cosa che abbiamo visto negli ultimi 50 anni”, dice Richard Mewaldt del Caltech. “L’aumento è notevole, e si potrebbe dire che dobbiamo ripensare quanta schermatura contro le radiazioni gli astronauti dovranno portarsi dietro nelle prossime missioni nello spazio.”

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/29sep_cosmicrays.htm

SANDRIO

  1. andrea b
    21 febbraio 2010 alle 12:36

    a dimostrazione che non ci capiscono nulla proseguono alla cieca e correggono il tiro per vedere poi se fanno centro.

  2. fabste2008
    21 febbraio 2010 alle 13:00

    e pensare che erano degli eroi per me fino a qualche tempo fa, non giudico il loro lavoro per carità hanno fatto anche tante cose positive, ma ci vorrebbe tanto a dire scusate umanità ci siamo sbagliati, pensavamo di sapere e invece no, più si ostinano a negare più perdono credibilità, per il resto tutti andiamo alla cieca non solo loro, nessuno sa veramente se il sole si sveglierà tra poco, se si sia già svegliato e riaddomentato nuovamente, sono momenti da vivere e basta

  3. ice2020
    21 febbraio 2010 alle 13:03

    Una cosa è certa al noaa/nasa faranno di tutto (gonfiare continuamente i SN giornalieri) pur di dimostrare di aver ragione, ma potrrebbe nn bastare…

    Simon

  4. sand-rio
    21 febbraio 2010 alle 13:09

    Volevo farvi notare come giá nel 2008 il “recinto di Carrington” giá era in funzione!
    http://science.nasa.gov/headlines/y2008/07nov_signsoflife.htm

  5. bora71
    21 febbraio 2010 alle 13:50

    chi mi risponde??

    non si capisce come mai con valori analoghi in passato, non abbiamo avuto una crescita delle temperature globali simile a quella di questi anni..

    “preso atto delle recenti ricostruzioni basate sull’ analisi isotopica e associate alla variazione dei radionuclidi come il Be10, che mostrano che intorno al 1600 e 1780 l’attività solare era analoga se non superiore a quella attuale, non abbiamo avuto un aumento della temperatura stile “fornello al massimo” dei giorni nostri?”

    http://www.eawag.ch/organisation/abteilungen/surf/publikationen/2007_solar_acitivty
    “However, as the mean value during the last 55 yr was
    reached or exceeded several times during the past 1000 yr
    the current level of solar activity can be regarded as
    relatively common.”

    http://www.eawag.ch/organisation/abteilungen/surf/publikationen/2007_solar_acitivty
    questo e’ uno studio scientifico..non i soliti articoletti(spazzatura) che troviamo su internet..
    spero che lo leggiate anche se e’ in inglese…

  6. Jacopo
    21 febbraio 2010 alle 14:47

    imbarazzante come a fine dicembre 2006 prevedessero un “big solar cycle” e poi hanno ritrattato il tutto… e questa storia del SSN gonfiato mi rode un pò, perchè non sono questi i dati esatti sulla ripartenza del sole… E’ più debole, molto più debole di quanto vogliono farci credere…

  7. ice2020
    21 febbraio 2010 alle 14:51

    In sintonia col nostro L&N’s count, RI giornalieri inferiori ad 11, 100 anni fa nn venivano conteggiati, ed anche quelli cn RI uguale o maggiore di 11 nn prendevano di sicuro gli RI che prendono oggi…

    Ormai la storia è vecchia, la tecnologia è andata avanti, ma la coninuità col pasato nn esiste più…

    gennaio 2010 ha chiuso con un RI di 13.1 per il Sidc, come minimo tale dato è gonfiato del 30/40%…

    Continuiamo così

    Simon

  8. Andreabont
    21 febbraio 2010 alle 15:20

    Insomma… navigano alla cieca….

  9. Andreabont
    21 febbraio 2010 alle 15:23

    Ok, la sparo anche io una previsione 😄

    http://andreabont.altervista.org/sunmonitor/soho.html

    Considerando il solar flux in ribasso il sole sta tornando a riposo, le zone attive se ne stanno andando e quella in basso a sinistra sembra mooolto debole.

    Potremmo tornare spotless.

  10. 21 febbraio 2010 alle 15:41

    Se si tornasse spotless con una serie di 10/15 gg la cosa sarebbe molto imbarazzante per tutti gli scienziati e fisici solari perché potrebbe essere l´inizio di un ab….to del ciclo 24. Non lo voglio neanche dire!

  11. ice2020
    21 febbraio 2010 alle 16:16

    terrei invece d’occhio le 2 regioni che hanno appena svltato la parte visibile solare, soprattutto quella nel nord emisfero:

    ne sapremo di più col passare delle ore

  12. nitopi
    21 febbraio 2010 alle 16:37

    novembre 2008… bisognerebbe capire come erano messi tutti gli altri pianeti…. 8) ….Pero’ ad occhio …

    Ciao
    Luca

  13. giorgio
    21 febbraio 2010 alle 16:50

    La Nasa semplicemente deve sopravvivere a se stessa.Per questo spara.Pero Obama ha come si usadire gia annusato la foglia..e gia ha iniziato a tagliare un po di fondi per progetti piu utili all”America.Mi sa che sia solo l”inizio.Per me esiste solo una regola:quando scienziati e astrofisici quotati e strapagati sbagliano devono semplicemente fare un mea culpa e andare a casa!!Questa per lo meno dovrebbe essere la regola.Tutti a casa e…LARGO AI GIOVANI!!

  14. ice2020
    21 febbraio 2010 alle 17:46

    Ma se nel 1600-1700 eravamo in pieno minimo di maunder, ma che attività solare come quella degli ultimi anni vai sparando?

    Va beh, chiuso…

  15. giorgio
    21 febbraio 2010 alle 17:57

    Comunque la balla piu colossale della NASA e stata quella della passeggiata sulla Luna nel 1969.

  16. Michele
    21 febbraio 2010 alle 18:14

    Giorgio il sistema più semplice per nasconderti le cose….
    è proprio quello di mettertele d’avanti agli Occhi !

    Ci sarebbe da riscrivere non solo la storia della scienza…
    ma…chiudiamola qui questa cosa …va….
    Ciao

    http://www.aulis.com/jackstudies_index1.html
    Buon divertimento…..

  17. Andreabont
    21 febbraio 2010 alle 18:30

    La passeggiata c’è stata, le prove ci sono e sono concrete, se poi hanno barato sull’anno nessuno lo sa Xd Potrebbe anche essere, ma poco importa se è stata fatta nel 1969 o pochi anni più tardi…

  18. Andreabont
    21 febbraio 2010 alle 18:35

    Sono stati quasi tutti sfatati queste presunte “prove” contro l’allunaggio.

    Per il resto ormai nessuno può dire se l’anno era giusto o sbagliato, ma l’allunaggio è avvenuto senza alcun dubbio, altrimenti vammi a spiegare questo 😄

    http://scienze.zanichelli.it/fisicamente/2009/03/11/lo-specchio-sulla-luna/

    Ogni anno misurano la distanza terra-luna proprio grazie agli strumenti lasciati sulla luna dalle missioni apollo…

    Potrebbero aver barato sulla data (anche se mi pare strano) ma non sulla missione, che è effettivamente avvenuta.

  19. ice2020
    21 febbraio 2010 alle 18:49

    per favore torniamo in tema…grazie

    simon

  20. andrea b
    21 febbraio 2010 alle 19:09

    bello studio specie fig 9 e 11 sulla ricostruzione dei passati cicli in base al c14 e Be10

    con maggiore attività solare si ha maggiore produzione da parte del sole di raggi cosmici. Si anche il sole ne è una fonte anche se meno energetici dei raggi cosmici intergallattici che passano l’eliosfera. Ma forse i raggi cosmici “solari” sono sufficienti per spallazione a generare il Be10 e il C14.
    Mentre i raggi cosmici interstellari più energetici generano per spallazione i precursori delle nubi Teoria di Svernak creando una maggior copertura nuvolosa

    ti cito un paio di testi

    The sun, solar analogs and the climate Di Joanna D. Haigh,Michael Lockwood,Mark S. Giampapa

    http://books.google.it/books?id=xProgtN-GgcC&pg=PA255&dq=cosmic+ray+solar&cd=3#v=onepage&q=cosmic%20ray%20solar&f=false

    e
    Solar cosmic rays Di Leontiĭ Ivanovich Miroshnichenko

    http://books.google.it/books?id=tE604-gWX34C&printsec=frontcover&dq=cosmic+ray+solar&cd=7#v=onepage&q=cosmic%20ray%20solar&f=false

  21. Stefano Riccio
    21 febbraio 2010 alle 19:10

    avete notato che qualcosa sta nascendo nel behind, sul nord emisfero e mi pare sia anche più vicina all’equatore delle ultime regioni.
    sarà una regione con spot o solo una plage?

  22. ice2020
    21 febbraio 2010 alle 19:33

    bisogna seguire come evolve…anch’io l’ho notata soprattutto per lsua bassissima latitudine, quasi equatoriale!

  23. ALE
    21 febbraio 2010 alle 21:33

    Complimenti Sand x il tuo POST e grazie a Bora71 per i LINK!!!!
    Come oramai vado dicendo da tempo è che la nostra amata stella è diventata una “Sorvegliata speciale” da quando è iniziata l’Era Spaziale, nella corsa al Cosmo USA e ex URSS si trovarono a fare i conti con il lato terribile del Sole, non il tepore dei suoi raggi ma i PERICOLOSISSIMI X-Ray Flare e l’insidioso Solar Wind, del Sole stiamo mappando quasi tutti i parametri fisici solo da pochissimo tempo dunque!!!!
    E’ per questo motivo che ci si deve affidare alle previsioni puramente deterministiche ma che purtroppo ricoprono un cortissimo lasso temporale!!!
    Quindi che fare???? Non fare più previsioni sulla prossima attività solare? Ovviamente NO!!!! Sono convinto che tutti i più grandi Centri di Ricerca di Astrofisica solare stanno facendo tesoro dei dati che il nostro Sole ci ha dato negli ultimi anni con la parte profonda del minimo, ora la ripresa dell’attività fornisce nuovi dati tra cui:
    http://bdm.iszf.irk.ru/Holes.htm
    Assetto MONOPOLARE del GMF Stellare, due buchi a polarità inversa altezza Equatore!!!!! Che significa? Forse nulla o forse tanto, quello che è certo è che NON E’ UNA Config. da “Un anno POST MINIMO”, è una netta pulsazione da PRE-MAX!!!!
    Stiamo a vedere!!!
    ALE

  24. 21 febbraio 2010 alle 21:59

    Ma il GW esiste ancora ? … non erano tutti dati taroccati ? … ma la variazione é avvenuta veramente o é stato solo un effetto tecnico ?
    Di sicuro la sostituzione e la variazione delle stazioni di monitoraggio … hanno mandato alle ortiche anni e anni di registrazioni … la cosa sicura é che i dati attuali non si possono più confrontare con quelli di anni fà hanno combinato un pasticcio davvero grosso … bisognerebbe rianalizzare tutti i dati riferendosi solo alle stazioni “storiche” e ricostruire tutti i grafici e attualizzarli … un lavoro assurdo!

  25. ice2020
    21 febbraio 2010 alle 22:00

    Ciao ale, ricordati di mandarmi le immagini per l’articolo che mi hai spedito ieri se no nn posso pubblicare il tuo articolo!

    Simon

  26. Michele
    21 febbraio 2010 alle 22:00

    Scusa Ale una domandina veloce..veloce….
    Ieri parlavi di spicchio che si fa sempre più fine ….
    verso l’alto (polo nord) o verso l’equatore solare..

  27. 21 febbraio 2010 alle 22:57

    Alla fine possiamo dire che la NASA/NOAA sono inaffidabili sia nei loro conteggi sia nelle loro previsioni. Devono ancora studiare tanto il Sole che non risponde alle loro sollecitazioni, proprio come il clima che non risponde alle previsioni dei catastrofisti del GW/IPCC, e sono alterttanto inaffidabili nelle loro misurazioni del clima terrestre. Che vadano a studiare anche loro!

    Come dicono gli americani, io da loro non comprerei una auto usata!

  28. bora71
    22 febbraio 2010 alle 00:48

    ma chi ha letto attentamente i link e gli studi che ho postato?
    Simon sicuramente no..
    nessuno mi ha risposto..nessuno e’ riuscito dare una risposta..eppure sono dati ufficiali e studi scientifici

    comunque intanto..

    Gennaio 2010 caldissimo a livello globale: con +0,71°C è secondo solo al 2007..
    http://www.meteogiornale.it/notizia/17360-1-gennaio-2010-secondo-piu-caldo-di-sempre-dopo-2007

  29. bora71
    22 febbraio 2010 alle 00:54

    RITENTIAMO..vediamo se qualcuno si esprime dinanzi a questi recenti studi scientifici…

    perché molte delle ricostruzioni più recenti mostrano che i livelli raggiunti negli ultimi decenni dell’attività solare non sono per nulla eccezionali rispetto al passato?

    come possiamo ragionare dinanzi alle ultime ricostruzioni?

    Nessuno nega l’importanza del sole, artefice vero delle variazioni climatiche in passato, quello che voglio dire è che l’attuale trend climatico non può essere spiegato con la sola attività solare. Negli ultimi 20-30 anni la correlazione sole/temperatura NON C’E’ PIU’ e hai voglia parlare di fiamma al minimo o al massimo se analizziamo gli ultimi studi.
    Io credo che come in passato il sole possa avere un ruolo climatico anche in futuro, fatto sta che non esiste nessuno studio recente e serio che riesca a dimostrare che l’attuale aumento delle temperature sia dovuto al sole… e scusatemi, ma non è un caso.

    Ps: questa per esempio è credo una delle ultimissime ricostruzioni della TSI, studio pubblicato nel 2009 da Steinhilber dello Swiss Federal Institute of Aquatic Science and Technology e Physikalisch-Meteorologisches Observatorium Davos, World Radiation Center.

    Molti tra i più recenti e completi studi sulla TSI (Preminger, Steinhilber, Wang, Svalgaard ecc…) mostrano come l’attività solare di oggi rispetto a quella degli ultimi secoli non sia per nulla eccezionale. La conclusione dello studio di Muscheler la dice lunga: “However, as the mean value during the last 55 yr was reached or exceeded several times during the past 1000 yr the current level of solar activity can be regarded as relatively common.”
    Se poi vogliamo far finta di niente, continuare a ragionare su studi vecchi e probabilmente non affidabili (Lean) solo perchè ci fa più comodo, o su articoletti ed editoriali scritti da non esperti, possiamo anche farlo…
    Neo Meteotriveneto

  30. nitopi
    22 febbraio 2010 alle 08:07

    Quoto Andrea!
    tra l’altro i grafici alla fine dell’articolo fittano molto bene i periodi di bassa attivita’ solare (misurata con metodi standard ) con quelli di scarsa produzione di quei due radioisotopi….

    Se si dovesse fare la calibrazione del metodo a radioisotopi…….. 8)

    Ciao
    Luca

  31. agrimensoreg
    22 febbraio 2010 alle 09:31

    x Bora71:
    innanzi tutto grazie per l’ottimo link. Gli inteventi in un blog nel quale non si condivide il pensiero della maggiorparte dei partecipanti sono sempre preziosi.

    Hai notato i grafici di pag.92? cosa ti fanno ricordare? non ti pare una buona correlazione tra attività solare e T?

    Riporto tutto l’ultimo paragrafo delle conclusioni:

    Regardless of these uncertainties, the cosmogenic radionuclide
    records indicate that the current solar activity is
    relatively high compared to the period before 1950 AD.

    Cioè prima del 1950 l’attività solare era più bassa, e guarda un po’ da dove aumentano le temperature…
    Per quanto riguarda quello che riporti tu:

    However, as the mean value during the last 55 yr was
    reached or exceeded several times during the past 1000 yr
    the current level of solar activity can be regarded as
    relatively common.

    Certo che è vero. Ma anche le temperature dei nostri giorni can be reagarded as RELATINELY common. Infatti c’è stato il MWP in cui erano persino maggiori.

  32. Galdo607
    22 febbraio 2010 alle 10:34

    OT ma neanche troppo.
    Ragazzi che ne pensate di questo grafico/articolo? Non mi sembra che dopo il 1970 la potenza dei cicli solari sia diminuita così tanto. Qualche teoria?

    http://ecoalfabeta.blogosfere.it/2010/02/macchie-solari-e-temperatura-divorzio-dopo-il-1970.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blogosfere-59+%28Eco+alfabeta%29

  33. Alberto Omonimo
    22 febbraio 2010 alle 10:46

    “Potrebbero aver barato sulla data (anche se mi pare strano) ma non sulla missione, che è effettivamente avvenuta.”

    Questa e’ nuova, contestazioni sulla data non ne avevo mai visto

    ciao

    Alberto

  34. bora71
    22 febbraio 2010 alle 12:45

    x SIMON
    dimostri di non aver letto nessun studio da me postato, altrimenti non avresti posto tale quesito, ma la cosa interessante è che non hai neppure letto con attenzione la mia domanda (ho scritto intorno al 1600 e 1780). Tra l’altro il Minimo di Maunder riguarda gli sunsposts ed è successivo al 1600 e antecedente al 1780 (come si vede bene nella figura sopra…)

  35. agrimensoreg
    22 febbraio 2010 alle 13:15

    Bora71, io ti rispondo, però ci metto un po’ a leggere tutto l’articolo, soprattutto devo trovare il tempo. Se vuoi una risposta più pronta, magari la prosima volta indica a quali pagine ti riferisci, mi faciliti il compito.
    Comunque, per quanto mi riguarda, piuttosto che sulla TSI, io mi concentro sull’indice Ap e sul solar wind (se ti è capitato di leggere i miei articoli sai perchè la penso così.
    La risposta alle tue domande sta proprio nel lavoro di Scafetta. Non riesco a riassumerlo in breve ma appena trovo il link giusto te lo posto. Anche su NIA se n’è parlato in un paio di articoli.
    Ma, per favore, non mi mettere troppa fretta…

  36. agrimensoreg
    22 febbraio 2010 alle 13:56

    Bora71, per adesso ti invio questo:
    http://www.agu.org/pubs/crossref/2009/2008GL036307.shtml

    Mi rendo conto che è solo un abstract, ma al momento ho trovato solo articoli a pagamento.

  37. bora71
    22 febbraio 2010 alle 19:03

    grazie agrimensoreg ..
    almeno tu cerchi di rispondere a cose serie e veritiere..e non i soliti articoletti che troviamo su internet fatte magari da gente incompetente..

  38. bora71
    22 febbraio 2010 alle 19:13

    io rifaccio la domanda pero’
    non si capisce come mai con valori analoghi in passato, non abbiamo avuto una crescita delle temperature globali simile a quella di questi anni..

  39. andrea b
    22 febbraio 2010 alle 19:52

    Ti rigiro la domanda siamo sicuri che il sistema GISS sia in grado di misurare efficacemente la temperatura?

    Oppure abbia misurato correttamente la temperatura prima del 1950 quando le stazioni sparse nel mondo erano veramente poche?

    Le stazioni giss si sono ridotte dal 1990

    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/07/02/il-noaa-fornisce-valori-di-temperatura-inattendibili-parte-prima/

    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/04/22/e-molto-difficile-potersi-fidare-dei-dati-giss/

  40. bora71
    22 febbraio 2010 alle 20:35

    andrea b..
    l’aumento delle temperature c’e’stato anche in quota e i dati sono affidabili.. le stazioncine messe al suolo nn c’entrano niente..
    se neghiamo il GW siamo messi proprio male..

  41. bora71
    22 febbraio 2010 alle 20:38

    x agrimensoreg .
    vedo che sei un estimatore di Scafetta..
    ecco cosa dice..
    Visto che l’andamento delle temperature presenta un un tasso di crescita che in tutte le ricostruzioni non ha precedenti, non è possibile spiegare con l’attività solare questo incremento. Lo stesso Scalfetta ha dichiarato in “Phenomenological solar contribution to the 1900–2000 global surface warming” che è impossibile negare che l’azione dell’uomo sia oggi preponderante e la causa principale del riscaldamento globale ( http://www.agu.org/pubs/crossref/2006/2005GL025539.shtml ). Analisi più attuali e molto dettagliate fatte da Mike Lockwood e Claus Frohlich ( http://www.atmos.washington.edu/2009Q1/111/Readings/Lockwood2007_Recent_oppositely_directed_trends.pdf ) portano le seguenti conclusioni:
    – L’aumento delle temperature dal 1985 non può essere attribuito alla variabilità solare, qualsiasi sia il meccanismo considerato e in qualsiasi modo si pensi che la radiazione solare possa essere amplificata. (compreso il concetto della fiamma al min/max)
    – Tutti i parametri del sole che possono avere un’influenza sul clima negli ultimi anni sono andati verso una direzione opposta rispetto a quella richiesta per spiegare il GW.


  42. andrea b
    22 febbraio 2010 alle 20:48

    Non nego il riscaldamento dal 1979 coi dati satellitari si vede benissimo
    contesto i dati giss dopo il 1990 vista la riduzione delle stazioni
    Non contesto il GW

    Ha mio avviso c’è stato un Global Warming

    e mi piacerebbe vedere un raffronto con TSI e Dati satellitari della temp con media mobile a cinque mesi. dal 1979 ad oggi

    Non con una TSI ricostruita ma con i dati mensili sattelitari.

    Una media a 11 anni schiaccia parecchio tutti i picchi.

  43. slug
    23 febbraio 2010 alle 08:26

    Cosa vorresti dire che qui vengono postati solo articoletti fatti da gente incompetente e chi scrive in questo sito è incompetente? è solo curiosità la mia è solo per capire cosa pensi e a cosa ti stai riferendo

  44. Andreabont
    23 febbraio 2010 alle 22:32

    Dubbi più che altro…

    Comq sono dubbi che aveva messo in giro Giacobbo… quindi nn ci metterei la mano sul fuoco 😄

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: