Home > Cambiamenti Climatici, ghiacciai artici > Una scienziata italiana in Groenlandia dice che….(e possibili relazioni con la deviazione della corrente del golfo?)

Una scienziata italiana in Groenlandia dice che….(e possibili relazioni con la deviazione della corrente del golfo?)

25 febbraio 2010

Mentre tanti pseudo scienziati si dilettano a viaggiare esponendo le loro teorie prefrabbricate sul AGW, altri scienziati VERI fanno le loro ricerche e le loro esperienze nelle condizioni piú disagiate.

Vorrei fare questo articolo per onorare una scienziata italiana che é dovuta andare all´estero per mostrare la sua capacitá. Parlo di Fiammetta Straneo.

La Dott.ssa Straneo, laureata in fisica a Milano e fisica oceanografica a Washington, guida un gruppo di scienziati multi-istituzionale per fare ricerche ed esperimenti tra i ghiacci artici e i ghiacciai della Groenlandia. Lei con il suo gruppo sono andati, come quasi ogni anno, in Groenlandia nel fiordo di Sermilik, che collega il Mare di Irminger al ghiacciaio Helheim. L’ultimo decennio ha visto la perdita accelerata di ghiaccio in Groenlandia e il ghiacciaio Helheim si é già ritirato da molti chilometri. Il ghiacciao Helheim, uno dei piú veloci al mondo con parecchi chilometri all´anno, scende dalla costa fino al mare e fino a che il ghiaccio tocca il fondo marino non ci sono problemi, ma quando il mare sprofonda il ghiacciaio galleggia e da lí nascono i problemi. Il ghiacciaio si assottiglia e si scioglie.

Fiamma Straneo in giallo misura la temperatura

I ricercatori, guidati da Fiammetta hanno scoperto che i cambiamenti nelle correnti oceaniche del Nord Atlantico portano acqua subtropicale, molto piú calda, sempre più a nord. Acqua calda con circa quattro gradi Celsius è stato trovata durante le loro ricerche. Questa acqua calda combinata con una sua rapida propagazione, ha consentito lo scioglimento di masse dei ghiacciai della Groenlandia. L’acqua più calda si muove rapidamente attraverso i fiordi, portando via con sé il ghiaccio che si scioglie mantenendo le temperature relativamente calde. Straneo, spiega, “Questa è la prima indagine completa di uno di questi fiordi che ci mostra come queste acque calde circolano e come é vigorosa la sua circolazione. Cambiamenti nella circolazione oceanica su larga scala del Nord Atlantico sono un effetto moltiplicatore per lo scioglimento rapido dei ghiacciai, non nel giro di pochi anni, ma una questione di mesi dove il ghiacciaio scende a mare. Lei sottolinea quanto poco si sa sulle interazioni dell´oceano con i ghiacciai e che la continua osservazione sarà estremamente importante per avere un quadro completo di come si influenzano reciprocamente e di come regolamentano il livello del mare. È anche probabile che la comprensione di come questi collaborano aiuterà a comprendere come le correnti oceaniche e i ghiacci marini nel loro insieme possono influire nel clima regionale e globale. Un rapido afflusso di acqua fresca potrebbe servire a distruggere il sistema globale delle correnti dell´oceano, noto come il nastro trasportatore Oceanico e della Corrente del Golfo e corrente Nord Atlantica.

Il ghiacciaio della Groenlandia Helheim dove sono state fatte le ricerche

La loro ricerca conferma che non é stato il presunto riscaldamento dell´aria a sciogliere i ghiacciai della Groenlandia, ma il cambiamento della corrente Atlantica che sta portando molto piú acqua calda verso il nord.

Guardiamo una immagine attuale e vediamo come esiste una zona di acqua calda nel sud della Groenlandia e che viene dalla corrente del Golfo:

Anomalie temperature nord Atlantico

E vediamo invece una situazione come dovrebbe essere e come era lo scorso febbraio 2008:

Anomalie temperatura nord Atlantico

La differenza di temperatura marina tra le due date febbraio 2008 e febbraio 2010 nel sud della Groenlandia sono evidenti, ma sicuramente non é stato l´uomo a riscaldare e a modificare la corrente atlantica!

http://www.whoi.edu/page.do?pid=7545&tid=282&cid=69134&ct=162

Credo che ancora gli adepti del GW hanno tanto da studiare e prendere esempio dai veri ricercatori, che non manipolano i dati e non cercano di arricchirsi con la speculazione delle teorie fabbricate a tavolino.

Un´altra ricerca sta riguardando adesso lo Stretto di Bering, che fino a poco tempo fa tutti dicevano che non aveva nessuna influenza sulle correnti, sul clima e invece sembra che….. il seguito alla prossima puntata…..

SAND-RIO

Fiammetta Straneo, una vera scienziata:

Questo il suo sito:

http://www.whoi.edu/science/PO/people/fstraneo/

Annunci
  1. autobas
    25 febbraio 2010 alle 05:44

    Un’altra validissima scienziata che se ne è dovuta andare per potersi affermare lotano da cosche baronali universitarie e concorsi pilotati per posti da ricercatore da tre soldi.

  2. andrea b
    25 febbraio 2010 alle 07:55

    già (:

  3. Michele
    25 febbraio 2010 alle 09:08

    Si sandro come da più tempo andiamo dicendo….
    L’attacco allaGroenlandia è partito…non solo con l’acqua…
    Osservate che anomalie sono presenti al suolo mesi Gennaio e Febbraio !

    http://www.3bmeteo.com/giornale/notizia_flash.php?art=7589

    Se tali anomalie ci son state nei mesi Invernali….durante l’estate cosa dobbiamo aspettarci…
    in previsione Inverno 2010/2011?
    Considerando anche che El Nino è in netta decadenza…
    In rete ho trovato delle voci che non escludo il ritono della Niña.

  4. Emanuele
    25 febbraio 2010 alle 09:46

    Molto interessante… resta da capire cosa ha determinato e sta determinando questo repentino cambiamento della traiettoria della CDG verso nord!
    Perchè sta accadendo???

  5. Alberto Omonimo
    25 febbraio 2010 alle 10:00

    Non si parlava a suo tempo che l’afflusso di acqua dolce dai ghiacci artici
    in discioglimento potevano bloccare la corrente del golfo ?
    Al momento non trovo nessun link, ma prometto di cercarlo meglio.

    ciao

    Alberto

  6. Daniele
    25 febbraio 2010 alle 10:22

    Sono d’accordo, adesso bisogna capire il perchè, e non credo si possa e si debba escludere a priori nessuna ipotesi.

  7. Alberto Omonimo
    25 febbraio 2010 alle 10:49

    ne parla ddirittura wikipedia

    http://it.wikipedia.org/wiki/Corrente_del_Golfo

    ma cercando su google si trova un sacco di accenni a questo problema
    non so dire l’attendibilita’ dei siti

    ciao

    Alberto

  8. bora71
    25 febbraio 2010 alle 11:19

    ahahahah sei troppo forte Sand
    gli scienziati VERI sono solo quelli che negano l’ AGW..
    cmq articolo molto interessante..ma anche i sostenotori dell AGW non hanno mai detto che l’uomo sia l’unica causa dei cambiamenti climatici,anche perche se no non ci sarebbero mai state le ere glaciali e interglaciali..
    il problema sono gli ultimi 20-30 anni…non c’e’ mai stato un aumento delle temperature globali cosi’ veloce..

  9. Emanuele
    25 febbraio 2010 alle 11:42

    X Bora:
    E da quando esistono le misurazioni, non c’è mai stata una attività solare così forte come negli ultimi decenni…..

  10. 25 febbraio 2010 alle 11:47

    Il prossimo problema sarà invece rappresentato dai prossimi 20-30 anni in cui si registrerà il più veloce calo delle temperature dai tempi dei tempi…ma ci spieghi come si può dire una cosa del genere se l’ultimo periodo caldo c’è stato mille anni fa,quando non c’erano termometri e sapevano scrivere 4 persone sulla faccia del pianeta..che ne sappiamo che tipo di aumento c’è stato allora..e soprattutto con quali tempi si è manifestato…e ribadisco infine che stiamo parlando di “soli” mille anni fa,una misera caccola se rapportati alla storia del pianeta….

  11. 25 febbraio 2010 alle 11:50

    Caro Bora sei al solito coi paraocchi… la dott.ssa Straneo é una vera scienziata ed é anche membro di Greenpeace e non nega assolutamente il GW! Ma lei non gioca con le play station miliardarie, fa vera ricerca climatica e non interessa se é una negazionista o una serrista… é una scienziata e basta.

  12. ice2020
    25 febbraio 2010 alle 11:52

    Per nn parlare poi come ci diceva ieri anche sandrio postando anche un link, di come hanno manipolato l’andamento delle temp prima di questi ultimi 20 anni affinchè quest’ultimi sembrassero molto più caldi di quello che in realtà potrebbero essere…

    potere delle leggi della statistica, se uno ci sa fare può fare quel che vuole…

    Simon

  13. Michele
    25 febbraio 2010 alle 12:12

    E lasciatelo dire…..
    pure ieri è arrivato un certo Mister “B.” che affermava che
    i famosi 10500 anni sono l’ennesima riproposizione della profezia maya del 2012 e non dati della NASA…

    Qunindi ALE ha sparato una bella…..?

    ditemi voi…

  14. Emanuele
    25 febbraio 2010 alle 12:12

    Ripeto il concetto così è chiaro:
    distinguiamo tra gli ultimi decenni, da quando esistono misurazioni ufficiali, omogenee e universalmente riconosciute e il prima, dove ci si basa su cronache, dati sparsi e non così attendibili da fare una statistica seria.

    Ora nessuno di noi può sapere quanto caldo in più o in meno faceva 1000 anni fa anche se si possono fare delle hp sulla base delle cronache e delle analisi del suolo.

    possiamo affermare con certezza, invece, che durante la PEG l’attività solare era piatta o scarsa, possiamo affermare con ancora più certezza che negli ultimi decenni c’è stato un aumento della T globale e con altrettanta certezza che negli ultimi decenni i cicli dell’attività maculare hanno avuto una intensità mai registrata prima (da quando si può misurare tale intensità).

    Possiamo affermare con certezza anche (e ce lo confermano anche i diretti interessati!!!) che dal 1995 non c’è stata “alcuna significativa variazione in aumento della T globale” mentre possiamo affermare con certezza che l’emissione di CO2 ha continuato per la sua strada cioè in crescita continua.

    Ecco bora ti ho elencato sommariamente alcuni concetti che penso vedano tutti d’accordo, anche te, sono dati di fatto.

    Allora se questi concetti sono dei dati di fatto, i vari guru dell’AGW di cosa si sono riempiti la bocca fino a ieri?

  15. rick
    25 febbraio 2010 alle 13:33

    forse puo sembrarvi assurdo,forse..ma cercate informazioni sul possibile riscaldamento proveniente dalle profondità della terra

  16. Alex
    25 febbraio 2010 alle 14:19

    Mah…attendo delucidazioni da Ale 🙂
    Effettivamente credo abbia ragione Mister B. ma magari Ale intendeva qualcos’altro..

  17. bora71
    25 febbraio 2010 alle 14:38

    allora ragazzi..e anche tu Sand..

    l’IPCC non fa ricerca scientifica e, cosa importante, non ha una posizione categorica! L’IPCC dice solamente che è probabile che le temperature attuali siano le più alte anche degli ultimi 1300 anni, senza quindi mai esprimere certezze (come in molti altri temi). Addirittura usa come termine ““Likely”, ovvero probabilità non inferiore al 66%.
    E’ per questo che molte volte consiglio di leggere i documenti dell’ IPCC, perché ho l’impressione che molte delle polemiche nascono da frasi mal riportate o dall’enfasi usata dai media.

    credetemi ragazzi..leggete i rapporti dell IPCC e cambierete idea..
    sbagliate a leggere solo articoli su internet..c’e’ parecchia spazzatura..

  18. 25 febbraio 2010 alle 14:43

    In questi ultimi mesi si é incontrata molta spazzatura proprio nei rapporti dell`IPCC.
    Anzi piú che spazzatura sembra una latrina piena di merd@, e piú la mescolano e piú tanfo sta uscendo.

  19. ice2020
    25 febbraio 2010 alle 14:46

    Io guardo i fatti…

    e i fatti parlano chiaro…

    il GW esiste ma di sicuro è stato sovrastimato da trucchetti et similia (vedi mazza da hockey i cui dati sn poi andati misteriosamente scomparsi)

    le temp nn stanno più aumentando almeno negli ultimi 3-4 anni, mentre la co2 continua a crescere (viene a cadere la teoria base dell’agw in cui all’aumento della co2 deve per forza crescere anche la temp)

    Gli stessi guru dell’ipcc nn sapendo più che pesci pigliare, o iniziano ad abbandonare la nave che affonda o stanno iniziando ad ammettere pian piano che forse la co2 nn è l’unico fattore importante o il più importante, ma che centrano anche dei cicli naturali che il clima ha sempre seguito, ammettendo così che c’è anche da aspettarsi un calo delle temp che però poi per magia torneranno drasticamente a salire…

    insomma di confusione ce n’è, ma qualche spiraglio inizia a vedersi dentro il tunnel

    Simon

  20. Alessio
    25 febbraio 2010 alle 14:58

    L’IPCC dice che è probabile e in Italia scattano le macchine euro X le ztr , non puoi accendere un fuoco, le multe della UE , l’obbligo dal 2011 di installare sopra i tetti di tutte le case pannelli fotovoltaici (EDILPORTALE) da 9000 € in su…..
    Il problema oltre che di speculazione scientifica, diventa di natura sociale, e allora quando il popolo inizia soffrire perchè un proabile diventa certificato.. c’è qualcosa che non va!!!

  21. ice2020
    25 febbraio 2010 alle 15:01

    Finora i media sn riusciti nell’intento di inculcare alla gente che morireo tutti arrostiti se nn caliamo le immissioni di idrocarburi…e ttti che ci vanno dietro…

    ma gli aspetto le stesse persone quando saranno costretti dai loro governi a tirare fuori dalle loro tasche i soldi per i fotovoltaici od altro…

    sto serenamente aspettando quei momenti…

  22. Alessio
    25 febbraio 2010 alle 15:15

    ma la cosa bella sai qual’ è? che oggi c’è un incentivo che si chiama conto Energia, che presto , ma guarda caso prorprio nel 2011 andrà a modificarsi.. E ancor più bello è che la legge sarebbe dovuta entrare in vigore quest’ anno, ma a dicembre l’hanno prorogata al 2011…
    http://www.edilportale.com/news/2010/02/risparmio-energetico/fotovoltaico-dal-2011-conto-energia-meno-generoso_17792_27.html

  23. 25 febbraio 2010 alle 15:25

    Da oggi in poi scriveró cosí come sono redatti i rapporti dell´IPCC: usando sempre il termine PROBABILE!
    Cari miei é stato provato che chi mangia carne, o pesce o fa sesso, ha una probabilitá del 98% di morire prima dei 100 anni. Qualcuno puó smentire questa affermazione probabilistica? NESSUNO!
    Caro Bora inzia tu ad evitare di fare sesso se vuoi avere una qualche probabilitá di vivere piú di 100 anni … 🙂

  24. slug
    25 febbraio 2010 alle 15:47

    😀 😀 😀

  25. bora71
    25 febbraio 2010 alle 16:10

    e’ chiaro dai vostri interventi che non avete mai letto i rapporti dell IPCC..
    io non trovo giusto criticare senza conoscere..
    vi fatte troppo influenzare dai media..la vera rovina della societa’..
    poi Sand se vogliamo scherzare scherziamo pure..
    ma io trovo giusto rispettare il pensiero di tutti..anche degli scienziati molto numerosi dell IPCC..cosi’ come io rispetto i vostri pensieri..infatti sono qui che vi leggo..

  26. bora71
    25 febbraio 2010 alle 16:24

    Se vogliamo criticare l’ IPCC dobbiamo prima di tutto farlo correttamente, quindi in base a ciò che tale organizzazione periodicamente pubblica e che presenta a tutti i governi del mondo (i suoi documenti UFFICIALI, cioè i Rapporti di Valutazione scientifica). Non ci sono altre strade, l’IPCC è composto da qualche MIGLIAIO di scienziati e sicuramente tra di loro c’è chi non ha l’autorità per parlare a nome di tutta l’organizzazione. Ripeto, se vogliamo criticare l’IPCC dobbiamo farlo correttamente, lasciando stare i media e articoli vari e cominciando a leggere i documenti UFFICIALI.

  27. 25 febbraio 2010 alle 16:38

    Non ci sono dubbi scientifici né tecnologici che si possono ridurre le quantitá di CO2 nell´atmosfera.
    Le questioni politiche ed economiche sono:
    Come? Per quanto tempo? Chi paga i costi? Quando cominciare? Dove?
    A queste domande il Vangelo (come é PROBABILE che tu lo intenda) dell´IPCC non risponde!
    Senza queste risposte approvate da tutti i paesi del Mondo i rapporti sono solo carta straccia.
    L´organizzazione politica dell´IPCC nei suoi rapporti dice chiaramente quali sono le minacce terribili, e terrorizzanti che attende l´umanitá se non si approvano le loro misure di riduzione dei gas a effetto serra.
    Ergo in sintesi l´IPCC é una organizzazione politica che terrorizza l´umanitá cioé é paragonabile PROBABILMENTE ad una organizzazione terroristica. Probabilmente… poi se vuoi ti mando il rapporto del 2007 dell´IPCC in portoghese in formato PDF naturalmente.

  28. ice2020
    25 febbraio 2010 alle 16:39

    Bora ne riparleremo tra qualche anno, meglio anora tra qualche decennio se le cose andranno come penso…

    ciao

  29. Michele
    25 febbraio 2010 alle 16:49

    Là vera scienza Bora non conosce la parola ‘UFFICIALI’ scritta a lettere maiuscole ma si muove in maniera silente e non viene spiattelata ai quattro venti … Leonardo Galileo etc…
    Grandi personaggi che ai loro tempi scappavano dal ROGO!
    Oggi è la stessa cosa !
    È sempre stato e sempre sarà così…

  30. giorgio
    25 febbraio 2010 alle 17:59

    Intanto per tornare al tema della giornata faccio precisare che ormai da diversi mesi la CDG, non si alimenta piu nel golfo del Messico,ma passa all”esterno.Perche?questa anomalia andrebbe studiata seriamente.Inoltre andando verso nord possimo tranquillamente notare come un ramo della corrente atlantica(ora come mai ex corrente del golfo) ha deviato tra la Groenlandia e il Canada.Beh allora ragazzi questo ramo deviato potrebbe indirettamente strozzare la corrente stessa e le conseguenze le possiamo immaginare un po tutti.Come?Il flusso di acque fredde e dolci derivate dallo scioglimento dei ghiacci scivolerebbe sopra quelle dolci e salate inabissando definitivamente la corrente decretandone la morte.E un”ipotesi ma se osserviamo attentamente il tipo di anomalia che si e creato,c”e un serio fondamento.

  31. Emanuele
    25 febbraio 2010 alle 20:10

    Bora ricordati sempre una cosa: è un sistema capitalistico che deve stimolare sempre nuovi comportamenti e consumi di massa. La scienza “ufficiale”non è indipendente ma è uno strumento al servizio della politica e dei media, i quali sono al servizio delle holding e multinazionali, le vere cricche, padrone del potere economico.
    Bora … sveglia!!!

  32. Nintendo
    25 febbraio 2010 alle 20:48

    mah, le diverse anomalie sulla groenlandia e in generale lungo le coste americane non sono il semplice frutto del Nino?

  33. giorgio
    25 febbraio 2010 alle 21:09

    In parte si, non cosi marcate pero.Si tratta solo di aspettare qualche mese.Poi si vedra se e solo il Nino

  34. giorgio
    25 febbraio 2010 alle 21:21

    L”AO negativo frutto anche del nino,attira correnti da sud verso il polo e di conseguenza puo in parte deviare la corrente atlantica verso nord.Mi pare che l”anomalia sia troppo marcata per essere causata esclusivamente da flussi d”aria

  35. Andreabont
    25 febbraio 2010 alle 21:57

    E il periodo caldo medievale come lo spieghi?

  36. Andreabont
    25 febbraio 2010 alle 21:58

    Io non farei previsioni comq, la natura ci ha già fatto vedere più volte che non ascolta ciò che diciamo 😄

  37. Andreabont
    25 febbraio 2010 alle 22:00

    L’effetto serra è maggiormente visibile nell’atmosfera, nessuno lo cercherà mai dove i dati vengono modificati dal flusso geotermico.

  38. Andreabont
    25 febbraio 2010 alle 22:06

    Sono d’accordo con te quando dici che i media manipolano a scopi di auditel…

    Ma la posizione dell’IPCC è sempre stata abbastanza evidente: AGW

    Poi ok, non potevano dare la certezza (per quello è bastato Al Gore) ma alla fine non hanno mai accettato, tranne piccoli passi isolati adesso, che ci possano essere altre spiegazioni al GW, che non siano “tutta colpa dell’uomo cattivo”.

    Che sia chiaro, l’essere umano ha le sue colpe, che nessuno gli toglie, ma non per questo dobbiamo raccontarcela su solo per fare un favore a chi vende film, libri e documentari sulla fine dell’habitat terrestre….

  39. Nintendo
    25 febbraio 2010 alle 22:08

    penso sia solo opera del Nino, che ricordiamoci, è il 3°/4° più forte da quando si rileva

  40. Andreabont
    25 febbraio 2010 alle 22:08

    Non generalizziamo, è un problema che riguarda solo il mondo dell’informazione mediatica.

  41. Andreabont
    25 febbraio 2010 alle 22:14

    Sono contento che qualcosa si stia muovendo.

    La virtù sta nel mezzo, dicevano…

    http://www.affaritaliani.it/sociale/ambiente_inquinamento230210.html

    E spero che ci stia, sono stufo di sentire due schieramenti opposti: quelli che venerano l’AGW come se fosse una nuova religione, e quelli che negano totalmente il GW.

    Finalmente si torna alla Scienza, con la S maiuscola: verificare il fenomeno e cercarne le cause con rigore.

    La co2 ha il suo effetto, ma non è la sola, anzi, ci sono delle forze in gioco molto più ampie, in grado di sovrastare la co2.

  42. giorgio
    25 febbraio 2010 alle 22:14

    Torniamo a 12 anni fa se hai qualche dato sulla CDG del 98 possiamo fare un confronto

  43. Andreabont
    25 febbraio 2010 alle 22:20

    Penso che c’entri poco con il GW…

    – Automobili: producono polveri sottili, quelle che dai polmoni ti entrano nel sangue e con buone probabilità sono una delle cause del cancro.

    – Energia: il solare è una buona fonte da sfruttare (tecnologie permettendo) per evitare di dipendere troppo da altri paesi tipo la Francia (nucleare)

  44. Andreabont
    25 febbraio 2010 alle 22:27
  45. Ivan
    26 febbraio 2010 alle 10:15

    La co2 ha il suo effetto, ma non è la sola, anzi, ci sono delle forze in gioco molto più ampie, in grado di sovrastare la co2.

    ..su questo solo un’invedrato potrebbe negarlo…ed alcuni pseudo-scienziati.
    Già solo il fatto di escludere il Sole come causa, la dice tutta..

  46. bora71
    26 febbraio 2010 alle 11:43

    Ivan..nessuno esclude il sole come causa..neppure l’IPCC..
    questa e’ un altra prova che non avete mai letto i rapporti dell’IPCC..

  47. bora71
    26 febbraio 2010 alle 11:46

    Andreabont
    come vedo continuate a postare articoli giornalistici..
    su dai,ma credi ancora ai sondaggi??
    Iniziamo a postare studi scientifici..

  48. 26 febbraio 2010 alle 14:37

    @bora71
    Io ho trovato questi che però sono dei riassunti…
    http://www.ipcc.ch/pdf/reports-nonUN-translations/italian/ar4-wg1-spm.pdf
    In realtà da un primo sguardo vedo solo pubblicazioni dove si aprioristicamente si parla di modifiche climatiche globali causate dalle attività umane…
    Comunque sarà bene leggere ed informarsi … anche se sono abbastanza prevenuto.

  49. 26 febbraio 2010 alle 14:47

    In questo primo rapporto la variabilità della forzante solare non viene nemmeno presa in considerazione e nemmeno si parla di una possibile componente geotermica ….né viene specificata la modalità dell’ elaborazione dei dati nemmeno a grandi linee e nemmeno che la basi dei dati non erano omogenee ….. insomma sono passati alle conclusioni e buona notte !!

  50. indopama
    26 febbraio 2010 alle 15:29

    quando il corpo di una persona ha la febbre, a cosa e’ dovuto il suo innalzamento di temperatura?

    viene da fuori o da dentro?

    smettiamola di pensare sempre e solo che le cose si scaldano se gli mettiamo un fornello sotto il culo… ammettiamo piuttosto di non sapere. la terra fa quello che vuole, noi non la capiamo perche’ forse siamo ad un livello o piu’ di coscienza inferiore.

    e poi, si scalda la terra e andiamo a cercare nel sole? cerchiamo nella terra prima di andare cosi’ lontano…

  51. indopama
    26 febbraio 2010 alle 15:31

    termino dicendo:
    e’ come se quando una persona ha la febbre io vado a controllare la temperatura del riscaldamento…

  52. 26 febbraio 2010 alle 16:15

    @indopama

    Da notare che casualmente a circa 3-4000 m di profondità sotto il percorso superficiale della corrente del golfo c’ é la dorsale medio oceanica che notoriamente é molto attiva,
    basta guardare cosa succede in Islanda.

  53. Picapere
    1 marzo 2010 alle 10:42

    Sarà che sono un geologo, ma il calore geotermico mi sembra sempre un tantino sospetto….
    El Nino nasce, guarda caso, proprio dove c’è un “punto triplo” da cui divergono 3 zolle, e nel quale, guarda caso, il flusso di calore geotermico è tra i più alti di tutta la crosta terrestre.
    Nel 1995 e nel 1998 Walker, un geofisico dell’università delle Hawaii, pubblicò due interessanti studi in cui dimostrava un’alta correlazione statistica tra lo svilupparsi e l’entità del Nino e l’attività sismica in quella zona.
    Poi, stranamente, è stato “promosso” ad occuparsi di tutt’altro, in tutt’altra sede (forse addirittura in Alaska…); l’ennesimo esempio di carriera distrutta x aver osato “negare” la litania ufficiale?
    Se poi provate a cercare tra le pubblicazioni dei geofisici che seguono la teoria della “surge tectonics” (una teoria alternativa alla tettonica a zolle, proposta da validissimi geologi e geofisici che la documentano con i risultati di decenni di ricerche soprattutto sui fondali oceanici), troverete varie spiegazioni sulla possibile origine geotermica del Nino.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: