Home > Ciclo 24, Indici Solari, Minimo Solare, Nowcasting Solare > Non più contabile la 1050 col L&N’s count, in netta fase di decadenza anche la 1051!

Non più contabile la 1050 col L&N’s count, in netta fase di decadenza anche la 1051!

26 febbraio 2010

Come si può ben vedere dal Soho continum, le 2 regioni stanno ormai scomparendo, mentre l’attività solare rimane anche oggi a valori bassissimi!

Dal Behind si nota il ritorno della 1045:

che era stata una signora regione attiva apparsa lo scorso 6 febbraio come si può vedere nell’apposita pagina di NIA:

https://daltonsminima.wordpress.com/the-laymannias-count/

Ennesima AR che sta per compiere un giro completo della nostra stella, sebbene si presenti in fase calante rispetto a quando aveva girato la parte visibile del sole intorno a metà mese.

Continua la discesa del flusso solare che ieri alle 22 segnava 79!

Stay tuned, Simon

  1. 26 febbraio 2010 alle 19:21

    Bonsoir à tous ,
    Max SC24 en février 2010 pas impossible !!!
    Les indices solaires baissent à nouveau aprés une remontée des taches en janvier et février .
    Flux = 83
    Ap = 2


    Vitesse = 350
    Densité = 2.1 protons / cm 3

    Maunder avait démarré avec 30/35 taches en moyenne !!

    Début de quelque chose de grand en 2010 …
    http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-1242011/DAVID-ROSE-The-mini-ice-age-starts-here.html

    Bonne soirée ,
    Christal ,

  2. ice2020
    26 febbraio 2010 alle 19:28

    Eh si, potrebbe davvero venire fuori qualcosa di importante da questo minimo solare… 🙂

  3. Michele
    26 febbraio 2010 alle 21:39

    La Terra inizia tremare un pò troppo !!
    Scusate l’OT….
    ma tutto è interconnesso….quando il Sole dorme la Terra si sveglia !

    http://www.rainews24.it/it/news.php?newsid=138314

  4. GIANFRANCO
    26 febbraio 2010 alle 21:44

    Qual’ è la relazione tra minimo solare e attività vulcanica ?

  5. GIANFRANCO
    26 febbraio 2010 alle 21:46

    Ho dimenticato e attività telluriche?

  6. Michele
    26 febbraio 2010 alle 21:47

    Un attimo che ti rispondo…..

  7. Michele
    26 febbraio 2010 alle 21:51

    http://adsabs.harvard.edu/abs/1989JGR….9417371S

    The historical record of large volcanic eruptions from 1500 to 1980 is subjected to detailed time series analysis. In two weak but probably statistically significant periodicities of about 11 and 80 yr, the frequency of volcanic eruptions increases (decreases) slightly around the times of solar minimum (maximum). Time series analysis of the volcanogenic acidities in a deep ice core from Greenland reveals several very long periods ranging from about 80 to about 350 yr which are similar to the very slow solar cycles previously detected in auroral and C-14 records. Solar flares may cause changes in atmospheric circulation patterns that abruptly alter the earth’s spin. The resulting jolt probably triggers small earthquakes which affect volcanism.

  8. Andrew
    26 febbraio 2010 alle 21:57

    Ragazzi è inutile che ci giriamo intorno il calo dell’attività è evidente le macchie faticano sempre più a formarsi la coalescenza anche è in calo nonchè solar flux k-index e tutti gli altri indici sono in calo nonchè è anche evidente che le macchie fanno sempre più fatica a formarsi vedi le ultime settimane

    Io la vedo così potremmo davvero essere in post max anzi quasi sicurmente siamo in post max e chiedo lumi ai più esperti per vedere se non sto vaneggiando

  9. Andrew
    26 febbraio 2010 alle 21:58

    perchè non riesco più a scrivere?

  10. GIANFRANCO
    26 febbraio 2010 alle 21:58

    Ah però!
    Grazie 1000

  11. Andrew
    26 febbraio 2010 alle 22:06

    E’ possibile che siamo già in post max?

  12. Andrew
    26 febbraio 2010 alle 22:07

    volevo scrivere qualcosa di più con anche dei link ma non me li passa

  13. Michele
    26 febbraio 2010 alle 22:15

    strano ?????

  14. 26 febbraio 2010 alle 22:28

    Michele ho letto sulla relazione tra attivitá solare e vulcanismo, sembra interessante. Ne avevo sentito parlare ma l´avevo sempre considerato una delle tante storie fantasiose. Adesso considero con maggiore rilevanza la storia sulla caldera di Yellowstone e sui tremori rilevati attualmente.
    Certo che un minimo solare profondo in congiunto con ceneri vulcaniche potrebbe portare ad una nuova situazione molto gelata.

  15. ice2020
    26 febbraio 2010 alle 22:48

    nn credo che siamo in un post massimo, anche se tutt è possibile…

    è normale cmq che all’inizio di una rpartenza di un ciclo ci siano peiodi in cui l’attività si abbassa per poi rialzarsi.

    Ora è da 2 settimane abbondanti che l’attività solare si è di nuovo abbassata, questo è vero, ma nessuno ci dice che tra 3 giorni rispunta un altra macro-regione e gli indici rischizzano in alto…

    aspettiamo!

    Simon

  16. Michele
    26 febbraio 2010 alle 22:55

    Ho tanti ..e tanti altri studi di importanti ricercatori indipendenti…
    statunitensi…russi…che dimostran inequivocabilmente…
    che nella recente storia geologica terrestre si son verificate 7/8 repentine inv.magnetiche!
    Che han prodotto pesanti ripercussioni geologiche…
    dai terremori/ vulcani ai cambi di circolazione atmosferica.oceani….ect..ect.
    E attenzione !!!
    …. la dinamica con la quale si scatenano è davvero impressionanete…
    non si parla di 100/500 anni….
    ma di pochi anni…
    sembra che il campo magnetico terrestre inizi..prima a dar segni di cedimento….spostarsi…
    Poi di punto in bianco si Inverte !!
    da quel che ho scoperto con i miei studi….
    l’origine di questi improvvisi cambiamneti e di origine….cosmica!!
    sempre i soliti numeri..13000…26000
    Adesso Ale parlava di 11000 anni più o meno…
    La mia non è una conclusione….ma le prove inizian ad esser veramente molte !!
    Se poi a tutto questo ci metti la mitologia con i loro calanderi…..

    ma….ma…

  17. Andrew
    26 febbraio 2010 alle 23:15

    SIMON ma Ale cosa ne pensa del mio discorso perchè abbiamo avuto un minimo molto profondo poi quando sono spuntate le prime regioni erano già in posizione da max e anche disposte come coppie magnetiche da max e ora l’attività continua ma è in calo io penso che da marzo aprile in poi il nostro sole sarà molto blank e poi in due mesi il sole è passato da un attività 0 a quasi 20 seppur gonfiati di media mensile in tre mesi ora non può essere che siamo già in calo e poi ci sono gli studi di Archibald Livingston Penn Niroma e le prime previsioni di Hathaway che forse alla fine potrebbero essere corrette io penso che da aprile in poi risolveremo l’arcano

    Ciao Simon e avanti così 😀

  18. GIANFRANCO
    26 febbraio 2010 alle 23:17

    Puoi postare un pò di fonti accreditate in merito alle inv. magnetiche?
    Grazie

  19. Stefano Riccio
    27 febbraio 2010 alle 01:14

    Le macchie della 1050 sono già scomparse e ora è solo una plage, ora resta solo la 1051 con macchie al suo interno.

  20. Nitopi
    27 febbraio 2010 alle 06:53

    http://it.wikipedia.org/wiki/Campo_magnetico_terrestre
    Vai al paragrafo “inversioni di campo magnetico” .
    Ci sono le inversioni maggiori che caratterizzano periodi molto lunghi , all’interno dei quali possono capitare inversioni “minori” dette escursioni di breve durata (breve… sui 30.000 anni) .
    Penso che Michele si riferisca alle “Escursioni”
    Ciao
    Luca

  21. enrico
    27 febbraio 2010 alle 08:48

    Bstarebbe guardarsi indietro per vedere che nel comportamento attuale c’è davvero poco di anomalo…

    Parlare di post max ? Ma in base a cosa ? Ai propri desideri magari, non certo a niente di scientifico, le macchie sono ancora altissime di latitudine, molto lontane anche al massimo solare se si guarda bene, figuriamoci ad un post max.. e con un SSN mensile che sale verticalmente negli ultimi 2-3 mesi… mah… quando, se mai succederà, ci saranno 2-3 mesi con valori mensili simili o addirittura in controtendenza si potrà anche ipotizzare qlc del genere, ma non certo perchè il tutto è sceso nel giro di un paio di settimane !!

    Alti e bassi, con intervalli di 2-3 settimane, ci sono sempre stati, anche durante il massimo solare. Settimane in cui si raggiungevano valori di flusso di 150 e quasi 200 macchie, dopo qualche giorno tutto sceso a 100 – 120 (x esempio..), evvia così, e così succede adesso, non mi “scalderei” nemmeno più che tanto se si toccassero le zero macchie per 1 gg…. anche se è molto difficile.

    Un’occhiata al 1998, anno della ripresa del ciclo 23 : http://www.solen.info/solar/history/hist1998.html per vedere che il comportamento era molto simile, alti e bassi profondissimi, un quasi “frenata” tra aprile e luglio, ma con una tendenza a salire.

  22. alessio
    27 febbraio 2010 alle 09:47

    Ieri Michele ha postato il link di okinawa… e sta mattina come credo già sapete..
    Lo tzunami in cile… chissa se il decadere di un AR e il palesarsi di un terremoto siano dipendenti da una stessa variazione di campo che ancora magari non si misura, ma si può determinare dall’ insieme dei dati… poi magari vi è anche una relazione geografica..

    http://temporeale.libero.it/libero/fdg/3381218.html

  23. Michele
    27 febbraio 2010 alle 10:08

    A breve quando trovo un pò di tempo scrivo un bel articoletto e lo passo a Simon…

    Con calma si chiarisce tutto….
    una cosa poi….
    Aspetto sempre da ALE il link da dove poter scaricare l’articolo in merito ad….

    “Il moto sinusodale del centro di massa del Sist. Solare è stato trattato in un lavoro pubblicato dalla NASA nei primi anni 2000, ora il Sist. Solare è entrato in questa zona e le ricadute, se ci sono, non sono ancora ben valutate. ”

    Simon gli puoi passare la mia richiesta ???
    E’ fondamentale chiarire i 10500…grazie !

  24. ALE
    27 febbraio 2010 alle 10:40

    Il Sole sta chiaramente assumendo un assetto per quanto concerne il GMF stellare davvero particolare:
    http://bdm.iszf.irk.ru/Holes.htm
    Lasciando per un momento perdere gli altri indici e concentrandoci solo sulla disposizione delle CHs si nota chiaramente che la nostra stella presenta due zone estese a polarità analoga piazzate nei poli geografici mentre una serie di CHs a opposta polarità stanno sulla cintura equatoriale!
    Questa ragazzi è chiaramente una configurazione da MAX come si apprende da questo Lavoro : M.P. Miralles et al. Advanced in Space research Vol. 33, 2004, pp 696-700.
    A suo tempo scrissi un POST che trattava l’argomento qui su NIA.
    La cosa strana è che l’americano SOLIS NON AGGIORNA lo stato del GMF dalla Carrington Rotation numero 2090, ora siamo alla 2094, circa 4 mesi dopo…
    Avranno problemi????
    ALE

  25. Michele
    27 febbraio 2010 alle 10:47

    Ale mi puoi passare il riferimento….

  26. livio
    27 febbraio 2010 alle 11:10

    Vi seguo da mesi con molto interesse e mi vorrei permettere un piccolo intervento. In questo link (NASA) si afferma che un max è sempre preceduto da un’inversione di polarità del campo magnetico del sole. Quindi il max è ancora lontano o mi sbaglio?

    http://science.nasa.gov/headlines/y2001/ast15feb_1.htm

    Ciao!

    Livio

  27. giorgio
    27 febbraio 2010 alle 11:34

    Puo anche succedere che non faccia l”inversione di polarita

  28. 27 febbraio 2010 alle 11:45

    Una inversione di polaritá nel sole si manifesta con l´apparizione di una sunspot o meglio ancora da una facula a polaritá invertita “normalmente” ad alte latitudini, ma non é una regola generale. Poi dire se una macchia a polaritá invertita o “trans” é una di quelle che si manifestano normalmente durante un ciclo (circa il 3% come dice Svalgaard) o é la prima che indica l´inversione di polaritá non é cosa semplice, ne abbiamo avute parecchie, durante questo ciclo, macchie a polaritá invertite alcune classificabili come rimanescenze del vecchio ciclo 23, altre facenti parte di questo 3%, e altre che lasciano perplessi potendo anche essere del nuovo ciclo. Ci sono altre manifestazioni che indicano l´approssimarsi al Max come le CHs che si approssimano all´equatore e la forma della corona solare. Se cerchi nell´archivio di NIA trovi articoli interessanti che chiariscono bene l´argomento.

  29. livio
    27 febbraio 2010 alle 11:47

    Ciao
    sai quando non è successo e qual è la fonte?

    Livio

  30. livio
    27 febbraio 2010 alle 11:49

    Ok, grazie per la risposta!

    ciao
    Livio

  31. giorgio
    27 febbraio 2010 alle 11:51

    l”ho letto qui su NIA,faccio una ricerca e poi te lo dico.Ciao

  32. ice2020
    27 febbraio 2010 alle 12:05

    sarà super impegnato, mandmi la tua e-mail al mio inirizzo email che ti dò il suo così glielo chiedi meglio te

    simon

  33. giorgio
    27 febbraio 2010 alle 12:06

    Livio nel minimo di Maunder non vi e stata l”inversione magnetica.inoltre c”e un art qui su NIA di Ale del 27/09/2009Ciao Giorgio

  34. giorgio
    27 febbraio 2010 alle 12:10

    27/08/09 scusa

  35. ice2020
    27 febbraio 2010 alle 12:12

    Bravo, buon intervento, che rispecchia l verità!
    infatti se leggi il mio sopra dico le stesse cose…

    iniziamo a scaldaci se dai prossimi mesi in poi e per più mesi l’ssn diminnuisce invece di crescere (poi dopo dobbiamo sempre fare i conti con noaa e sidc che gonfiano i loro conteggi pur i superare il mese prima, anche questo va detto, per quello noi controlliamo con il L&N’s count)

    Simon

  36. GIANFRANCO
    27 febbraio 2010 alle 12:14

    @Michele: 8,8 Richter in Cile!!!!!!!
    Ieri discutevamo della relazione minimo solare – attività vulcaniche/telluriche…….certo è tutto normale e naturale ma prima Haiti, poi ieri Giappone e Cile!!

  37. ALE
    27 febbraio 2010 alle 12:17

    X Michele:
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/04/14/

    Questo è il mio POST….
    Per il Lavoro originale nn so se lo riesci a scaricare, devi essere abbonato alla rivista (FORSE!).
    ALE

  38. ice2020
  39. ALE
    27 febbraio 2010 alle 12:20

    Intanto dagli ultimi magnetogrammi SOHO, REGIONI CICLO 24 approcciano l’Equatore:
    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_mag/512/
    La polarità della AR nel Sud Emis è CHIARA, quellq nel NORD è ambigua….
    Anche se chiaramente nn ci sono macchie all’interno cominciano a esse segnali INEQUIVOCABILI…
    ALE

  40. 27 febbraio 2010 alle 12:22

    Oggi ci sono stati finora 30 terremoti a parte quello del Cile di 8,8 un altro di 7° si é verificato nelle isole Riykyu e 12 vulcani sono in attivitá effusiva e in stato di allarme.

    http://www.painelglobal.com.br/

  41. Michele
    27 febbraio 2010 alle 12:22

    grazie caro !

  42. ice2020
    27 febbraio 2010 alle 12:26

    per nn contare poi che quella regione vicinissima all’eqautore di cui parli si è formta proprio in prssimità del recinto di carrington ed anche la 1051 più si avvicina al recinto sembra aver ripreso forza!

  43. GIANFRANCO
    27 febbraio 2010 alle 12:31

    Azzarola.
    Secondo me le profezie (vedi 2012) servono solo per vendere libri, ma un approfondimento per cercare di capire se potremmo aspettarci un aumento di tali fenomeni, o se è tutto normale, sarebbe un ottima cosa.

  44. livio
    27 febbraio 2010 alle 13:16

    Grazie Giorgio.

    Ciao!
    Livio

  45. Michele
    27 febbraio 2010 alle 13:50

    Scusa ALE se ti “martello” continuamente di domande
    ma mi son mal espresso….
    Volevo avere informazioni non sui “Buchi Coronali”,
    articolo che cmq mi leggerò…
    ma su Centro Galattico….
    Ti ricordi…

    “Il moto sinusodale del centro di massa del Sist. Solare è stato trattato in un lavoro pubblicato dalla NASA nei primi anni 2000, ora il Sist. Solare è entrato in questa zona e le ricadute, se ci sono, non sono ancora ben valutate. ”

    Ecco mi piacerebbe molto leggermi questo lavoro ?

    Link…libri o altro….grazie della continua pazienza !

  46. anonimo
    27 febbraio 2010 alle 19:11

    Michele mi rivolgo a te, ma ciò che ha detto il signor B in qualche post precedente, è stato chiarito ?

  47. ALE
    28 febbraio 2010 alle 10:54

    Se vogliamo fare i paragoni con il passato Enrico allora facciamolo condelle mappe in mano:

    6 Mesi prima del MAX, 7 AR sulla fotosfera 3 con macchie Degne di nota e 4 con Moscerini…
    Latitudine delle Macchie tutte tra i 17 e i 23 Gradi tranne 2…
    6 Mesi prima del Solar MAX del SC23….
    ALE

  48. ALE
    28 febbraio 2010 alle 11:08

    X Michele:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Galactic_equator
    Al momento dovrei ricercarmi tutti i PDF che ho in archivio….
    Se ti interessa anche questo spiega il concetto…
    http://www.aztlan.net/rumblings_center_galaxy.htm
    ALE

  49. Michele
    28 febbraio 2010 alle 11:34

    Deduco che tu non mi voglia passare la fonte con il lavoro della NASA del 2000…
    oppure
    non ritrovi il collegamento…
    Ciao ALE

    Michele

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: