Home > Ciclo 24, Nowcasting Solare > Il Recinto fa ancora la differenza!

Il Recinto fa ancora la differenza!

6 marzo 2010

La vecchia regione 1045 rinvigorisce dopo che era stata una plage per più giorni, e all’avvicinarsi sempre al recinto, spunta una nuova AR immediatamente alla sua sinistra!

Clicca qui per ingrandire: http://www.nso.edu/latest_images/gong_current_int.jpg

Sembrano ancora pore, ed al momento il Noaa non li segnala, vediamo come evolveranno nel corso delle prossime ore…

Simon

  1. ric
    6 marzo 2010 alle 22:51

    Nassim Haramein

    traduco
    “il sole inverte i poli magnetici ogni 11 anni, è il 99% della massa del sistema solare, l’ inversione dei suoi poli ha grosso influsso , dopo diviene poco piu caldo e riscalda il sistema solare che poi si raffredda. Il sole è in un ciclo piu grande , gira attorno alla galassia lungo un braccio che emerge dal centro della galassia e si allontana. Dai miei studi ho capito che i buchi neri assorbono ed emettono materiale, quindi ci allontaniamo dal centro e dato che la struttura dello spaziotempo di un buco nero è un doppio toroide, ecco perche la galassia è in una struttura a doppio toroide dove nell’equatore si blocca la materia fra i due toroidi….allontanandoci lungo il braccio il sistema solare si muove sopra e sotto e stiamo incrociando l’equatore della galassia.
    Recentemente è stato confermato da uno studio pubblicato a Oxford, ogni volta che abbiamo incrociato l’equatore ci sono stati effetti cataclismici, l’ho immaginato perche guardando la via lattea di notte vediamo l’equatore cosi denso, c’è piu polvere, piu radiazione dal buco nero, le particelle sono accelerate, raggi cosmici..tutto questo influenza il sole. Il conto breve Maya precisamente calcolava il ciclo breve del sole, il conto lungo dei Maya mappava il ciclo lungo in cui il sole incrocia l’equatore galattico, ci siamo gia e il sole si eccita e stiamo passando da un toroide all’altro e avremo altra nuova attività e questa crea calore nel sistema solare, ma dato che abbiamo anche inquinato allora l’effetto combinato incrementa il riscaldamento, tutto questo è cruciale per la nostra evoluzione, tutto coordinato dal vacuum per l’evoluzione della coscienza, in modo che prendiamo un calcio nel sedere per diventare societa galattica, se non lo facciamo ora non lo faremo.”

  2. luca
    6 marzo 2010 alle 23:01

    siamo destinati all’estinzione?…ditemelo che prima mi levo qualche soddisfazione….

  3. Stefano
    6 marzo 2010 alle 23:39

    Questo ragazzo ha bisogno seriamente di aiuto.

  4. 6 marzo 2010 alle 23:40

    The Resonance Project Foundation di Nassim Haramein ha bisogno di donazioni, potete comprare i dvd, oppure fare delle telefonate a pagamento di minimo 1 ora e 1/2 al centro ricerche, oppure comprare le loro riviste e i loro libri. Il tutto per poter dare modo a qualcuno di mantenere la propria ricchezza. Naturalmente la loro ricerca é collegata a Nibiru, al calendario Maya e naturalmente tutte le sue ricerche non hanno mai avuto nessun fondamento scientifico accertabile e verificabile. Il suo nome verrá anche cancellato da Wikipedia per avere le sue attivitá le connotazioni della truffa.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Articles_for_deletion/Nassim_Haramein_%282nd_nomination%29
    Un altro di quei gruppi pseudoscientifici che cerca di arricchirsi a spese della credulitá umana. Il loro contributo scientifico é stato giudicato pari a zero.
    http://www.theresonanceproject.org/

  5. giorgio
    6 marzo 2010 alle 23:55

    Vado a impiccarmi prima di morire cosi brutalmente

  6. giorgio
    7 marzo 2010 alle 00:01

    Tanto per dire la mia in queste condizioni l”inversione di polarita magnetica solare sara molto improbabile

  7. giorgio
    7 marzo 2010 alle 00:25

    http://www.persicetometeo.com/public/popup/eit195.htm Sbaglio o il recinto si fa sempre piu stretto.

  8. Andreabont
    7 marzo 2010 alle 10:42

    Cavolo, sembrava partito bene, con una trattazione scientifica dei moti (da verificare naturalmente) e poi mi cade su cag.te della società galattica??

    Che tristezza…

  9. 7 marzo 2010 alle 11:54

    Anche oggi per il SIDC saremo spotless.
    Sia il centro belga che Locarno segnalano 0 spot. CT domenica non lavora.

    http://www.specola.ch/e/drawings.html

  10. 7 marzo 2010 alle 12:01

    OT: grazie al riscaldamento globale i ghiacci artici sono in fase di forte crescita.
    http://www.ijis.iarc.uaf.edu/en/home/seaice_extent.htm

  11. ice2020
    7 marzo 2010 alle 12:28

    la macchia nella vecchia ar 1045 stamane è sparita, ma si è rinvigorita quella nuova immediatamenmte alla sua sinistra, ennesima regione che si è formata in prossimità del recinto!

  12. GIANFRANCO
    7 marzo 2010 alle 12:29

    Calendario Maya e centro galattico = gente che vende libri

  13. giorgio
    7 marzo 2010 alle 12:44

    l”AO che sta rientrando e l”effetto albedo dovuto alla vasta copertura nevosa sta dando i suoi frutti come da pronostico

  14. 7 marzo 2010 alle 13:06

    E grazie al GW gli ultimi tre inverni sono risultati NELL’INTERO EMISFERO molto più freddi dei tre precedenti:

  15. giorgio
    7 marzo 2010 alle 13:08

    http://www.persicetometeo.com/public/popup/eit195.htm recinto che si stringe sempre di piu verso il polo noll”emisfero nord

  16. 7 marzo 2010 alle 13:14

    Ciao,
    volevo riportare in breve qui una riflessione fatta su un forum, da altra persona…..
    Il Riscaldamento globale non è da intendersi solo come un riscaldamento, ma come un aumento dell’energia nell’atmosfera. Questa forte energia può permettere all’atmosfera di creare fenomeni a carattere freddo a latitudini più basse e aumenta notevolmente la copertura nevosa come accaduto in questo ultimo decennio. Qui verrebbe a succedere che la maggior copertura nevosa venga a riflettere, con l’effetto albedo, la radiazione incidente. Questo forcing potrebbe aiutare ad un raffreddamento del pianeta. Inoltre la bassa attività solare di questo ciclo, che se tale si manterrà per 1 o anche 2 decenni, potrebbe spingere la natura a equilibrare anche questo riscaldamento rendendolo solo uno dei tanti cicli climatici nella vita del pianeta destinato a finire e a lasciare poi posto ad un secondo di senso opposto.

    🙂
    Speriamo bene!

  17. Nitopi
    7 marzo 2010 alle 13:24

    prima o poi… 8)
    Ho l’impressione che sia… poi…
    Ciao
    Luca

  18. enrico
    7 marzo 2010 alle 15:18

    “Calendario Maya e centro galattico = gente che vende libri”

    magari fossero solo libri, almeno la gente leggerebbe…..

  19. GIANFRANCO
    7 marzo 2010 alle 15:55

    Oggi è Domenica, sono stato buono 😀 !

  20. EnzoDD
    7 marzo 2010 alle 16:03

    Ma siete sicuri che siamo spotless oggi?…io vedo una macchiolina…

  21. Bernardo Mattiucci
    7 marzo 2010 alle 17:49

    Chi studia il Clima del Pianeta Terra dovrebbe allargare… e di molto… le proprie vedute. Il Pianeta Terra, in quanto tale, è uno dei pianeti che costituiscono il Sistema Solare. Contemporaneamente tale Sistema Planetario e’ “immerso” in uno Spazio sempre in costante evoluzione… ruotando con una propria orbita intorno al centro della Galassia.
    Come si hanno evidenti influenze da parte della Luna sulla Terra… se ne hanno di meno evidenti (ai nostri occhi) anche da tutti gli altri corpi celesti che si trovano sul nostro stesso spazio-tempo.
    Il Sole non fa altro che rispondere… con ben determinate evoluzioni della propria attivita’… a quelli che sono gli “input” dello Spazio.
    Ed ecco che na particolare posizione sull’orbita galattica… influenza in modo signiicatico (ver il Sole) l’attivita’ del nostro pianeta.
    Come ho piu’ volte sottolineato.. la temperatura “anomala” ai poli non e’ dovuta alla CO2 presente in atmosfera, ma all’interazione tra i Raggi Cosmici e il Campo Magnetico Terrestre. Interazione favorita dalla bassa attivita’ solare (con vento solare indebolito) a sua volta favorita dalla posizione sull’orbita stellare intorno alla galassia.

    Purtroppo queste considerazioni non le fa nessuno… e il risultato e’ una eccessiva semplificazione della teoria del clima terrestre che porta ad imprecisioni assurde.

    La realta’ dei fatti e’ che, comunque, il clima cambia indipendentemente dalle attivita’ umane. Convincere il mondo intero che e’ tutta colpa della CO2 che produciamo… non fa che favorire la lucrosa attivita’ di quelli che vengono pagati, anche poco magari, per effettuare studi piu’ o meno inutili che loro stupidamente definiscono “scientifici”.

  22. giorgio
    7 marzo 2010 alle 18:15

    Pure dal behind si nota come l”attivita magnetica si assottiglia sempre di piu in direzione del polo sempre nell”emisfero nord.Inevitabile pensare che il potente campo magnetico di giove si manifesta sempre di piu al suo avvicinarsi alla stellahttp://www.persicetometeo.com/public/popup/stereo_behind.htm

  23. giorgio
  24. Stefano Riccio
    7 marzo 2010 alle 19:02

    per ora sono solo pore quindi non sono contabili.

  25. Stefano Riccio
    7 marzo 2010 alle 19:06

    Intanto il solar flux continua la sua discesa sempre più rapida 76.3 aggiustato alle 18 UTC.

  26. ice2020
    7 marzo 2010 alle 19:23

    La micro macchia o meglio il pore è già in fase di decadenza:

    E al Noaa segnalano ancora 0, anche se fanno sempre in tempo a cambiare!

  27. Bernardo Mattiucci
    7 marzo 2010 alle 21:57

    Puoi inserire il link all’immagine originale?

  28. ice2020
    7 marzo 2010 alle 22:15

    Flusso solare aggiustato ore 20 a 75!

    Per il Noaa ancora spotless, effettivamente la regione contiene solo un minuscolo pore…strano cmq che il noaa nn lo conti…ma alla mezzanotte UTC ancra manca!

    Per il Sidc vedremo domani se siamo spotless anche oggi…

  29. giorgio
    7 marzo 2010 alle 22:25

    quota 75 per qualche giorno e un buon supporto per una ripartenza verso livelli di solar flux 95-100.Sotto 75 e sintomo di un crollo dell”attivita e con successivo range min 65-70 max 75-80.Io sono per la seconda ipotesihttp://www.persicetometeo.com/public/popup/solar_activity.htm

  30. giorgio
  31. Stefano Riccio
    7 marzo 2010 alle 23:46

    io ho formulato tre ipotesi, o giove sta facendo abortire il ciclo, dato che ormai il perelio si avvicina, o aveva ragione hataway nel 2006, che diceva che il massimo sarebbe stato nel 2010 e forse siamo già in fase decadente, oppure forse quella che per ora mi pare più plausibile è che per ora siamo in una fase di stanca del ciclo che tra qualche giorno ripartirà.

  32. GIANFRANCO
    8 marzo 2010 alle 08:57

    X me domani solar flux = a 101, dopo domani 125, il fine settimana 72.
    Tanti auguri alle donne di NIA 😀

  33. slug
    8 marzo 2010 alle 10:23

    OT: Da domani allora una bella sciabordata di neve su mezza italia mmmmm meteo interessante direi….

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: