Home > Ciclo 24, Minimo di Eddy > Le regioni solari si stanno abbassando…

Le regioni solari si stanno abbassando…

17 marzo 2010

Scusate per i disegnini artistici da bambino delle elementari, anzi dell’asilo, ma spero che il concetto sia chiaro lo stesso…

Nei mesi di gennaio e febbraio abbiamo avuto una buona attività solare, non solo dal punto di vista dei principali indici ma anche per la presenza di importanti regioni che hanno contribuito al loro innalzamento.

Alcune di queste vecchie AR hanno fatto anche 1 o 2 giri del sole con macchie al loro interno (cosa comune solo alle AR durante le fasi di massimo e post-massimo), mentre ora sono solo delle enormi plage come si può vedere dal magnetogamma Gong sopra.

Dopo la metà di febbraio, a parte un pò la 1054 che comunque non ha brillato per intensità, possiamo dire che la nostra stella ha subito un nuovo calo della sua attività, ma possiamo anche affermare che le 2 nuove regioni ora presenti nel emisfero nord, la stessa 1054 e quella nuova nel limbo orientale che potrebbe rinvigorirsi e dare origine a macchie una volta che si avvicina sempre più all’ormai famoso recinto di Carrington, hanno rispetto a quelle vecchie una latitudine più bassa, segno che il ciclo sta progredendo verso uno stadio di avvicinamento al suo pre-massimo.

Ricordo che fino a novembre ed in parte dicembre 2009, le regioni solari erano molto scarse, ed è da gennaio e  febbraio che sono comparse, anche con una certa frequenza, AR di una certa importanza, che ora sembrano non solo ricalare di numero e di intensità, ma pure di latitudine!

A proprosito di latitudine delle AR, guardate anche quella presente nel Sud emisfero, ora non ricordo che numero avesse.

Infine, e qui vorrei che Ale mi desse qualche spiegazione, vorrei capire perchè in questi mesi di ripresa dell’attività solare è stato soprattutto l’emisfero nord a farla da padrona, mi sembrava di ricordare tempo fa che i nastri trasportatori avessero rallentato maggiormente in quello nord piuttosto che in quello sud, ma forse mi sto sbagliando io…

Simon

Annunci
  1. furio
    17 marzo 2010 alle 07:54

    ..invece a me sembrava il contrario, cioè di aver letto che i nastri trasportatori avessero rallentato più a sud che a nord.

    comunque pare che ormai questa relazione fra nastri e macchie non valga più:http://www.meteogiornale.it/notizia/17582-1-il-sole-resta-un-mistero

    ormai le conoscenze sul sole sono nel caos più totale 🙂

  2. 17 marzo 2010 alle 08:50

    Il problema è proprio questo…l’uomo si crede così bravo ed infallibile da poter tenere tutto sotto controllo ed inquadrare ogni problematica…ed invece ancora non ci abbiamo capito un tubo della stella che ci ha dato la vita…ieri Ale ha detto una cosa giustissima,il maunder non è contemplato nei medoti deterministici e dunque se noi ci trovassimo al suo interno non ce ne renderemmo mai conto….questo perchè staremmo sempre lì a cercar il massimo e minimo del famoso ciclo undecennale(o quasi)…pensate ieri vedevo una specie di documentario su history channel in cui si diceva con una fermezza imbarazzante che è stato confermato che tutti i cicli durano 11 anni e che questo sarà ricordato come il ciclo solare più forte di tutti i tempi…ora questa cosa veniva divulgata qualche anno fa quando c’era bisogno di inventarsi qualcosa per dar credito alla famosa profezia,ma dirlo adesso è una cosa allucinante…pensate in che mare di cazzate viviamo…

  3. giorgio
    17 marzo 2010 alle 09:27

    bravissimo Riccardo!!!Stiamo qui con la lente di ingrandimento per vedere se c”e un SSN in piu o in meno, quando il ciclo potrebbe anche abortire.A me pare molto chiaro il messaggio di Ale di ieri.Se poi un ci crede o no e un”altro discorso.Io sostengo a pieno la sua tesi,credo che sia sufficiente aspettare qualche mese al massimo fino a giugno.

  4. Nintendo
    17 marzo 2010 alle 10:01

    grande Simon, un post stile vecchi tempi.
    appena torno a casa da Bologna scrivo qualcosa sul sole.

  5. sbergonz
    17 marzo 2010 alle 10:19

    Vedrai Nintendo che i “vecchi tempi” ritorneranno prima di quanto immaginiamo…

  6. 17 marzo 2010 alle 10:30

    Pazzesco…è davvero un rebus sto ciclo SC24…

  7. Bernardo Mattiucci
    17 marzo 2010 alle 11:53

    Basterebbe far capire agli scienziati e ai vari ricercatori che per capire qualcosa in piu’ del Sole dovrebbero iniziare a mettere da parte il Global Warming Antropogenico… cosi’, forse, tolto di mezzo il “risultato che bisogna ottenere a tutti i costi”, forse le variabili appaiono piu’ chiare.
    Purtroppo il Sole, ad oggi, DEVE rispettare quelle che sono le decisioni politico-economiche di una classe dirigenziale assurdamente e ottusamente convinta che tutto debba funzionare solo ad esclusivo “vantaggio” umano. E invece non e’ cosi’…. ma loro non vogliono capirlo… perche’ sono tutti convinti e sicuri che prima di tutto bisogna far soldi.
    E allora… pur di farne e convingere la gente che loro sanno tutti e gli altri non sanno un ca$$o, ecco che modificano, alterano, ignorano e confondono variabili, parametri, ipotesi e teorie varie sul Sole, sul Clima e su tutto cio’ che in qualche modo ci circonda.

    Il Sole non e’ piu’ una stella isolata… e questo alcuni scienziati lo stanno dimostrando anche se nessuno ne parla. Nemesis inizia a farsi viva all’orizzonte… Ed essendo una NANA BRUNA… invisibile ad occhio nudo, ecco che con la sua massa fa aumentare le gia’ notevoli interferenze sulla nostra stella e sul nostro pianeta.

    Per cui, prima ancora di chiedersi se l’attuale ciclo SC24 sia o meno un ciclo andicappato… dobbiamo chiderci… “ma la presenza di una NANA BRUNA nelle vicinanze, quali alterazioni può provocare sull’attivita’ del nostro sole?”….???????????

    E qui… ancora una volta un veloce appello: siete arcisicuri che sono solo i pianeti giganti ad alterare l’attivita’ solare? Se si allineasse a questi anche Nemesis, cosa accadrebbe?

    Nemesis, come anche il Maunder, non vengono contemplati nei modelli previsionali… per cui la loro influenza ad oggi non esiste. E se esistesse sarebbero dolori per tutti.

    Chiediamoci quali potrebbero essere le conseguenze…. invece di ripetere come fosse un mantra che il global warming e’ reale e che tutto dipende dalla CO2 presente in atmosfera.

    Qualcuno cerca di farglielo capire ai vari blogghisti della rete e a qualche studioso che legge… ma nessuno vuole capire!

  8. artax
    17 marzo 2010 alle 11:58

    Ciao a tutti, scusate l’ot, ma vorrei sapere qualcosa in più su Nemesis, cosa è stato relamente scoperto a tal riguardo finora?

  9. andrew
    17 marzo 2010 alle 12:05

    esatto ne vorrei sapere di più anch’io verità o invenzione totale?

  10. andrew
    17 marzo 2010 alle 12:05

    me sto fantomatico nibiru

  11. adri63
    17 marzo 2010 alle 12:10

    come ha detto ale il recinto si chiude all’avvicinarsi di luglio , quindi le ar che si formano dovrebbero avere sempre meno zpazio x rinvigarirsi. staremo a vedere

  12. andrew
    17 marzo 2010 alle 12:20

    Grande Simon va benissimo così articolo che rispecchia appieno quello che penso anch’io

    Ora un mio pensiero è questo perchè continuare a guardare i dati del noaa e del sidc che tanto sono strafalsificati perchè non guardiamo solo il disco solare e il magnetogramma e contiamo solo le macchie affettive l’intensità di queste e il solar flux io lo sto facendo anche se non ho raccolto dati perchè non ci ho pensato 😦 però vi posso dire una cosa ad occhio le macchie reali comparse fin’ora rispetto solo al ciclo passato e a quello precedente sono un 20-30% in meno rispetto al primo e addirittura un 50% in meno rispetto al secondo chiaro segno che l’attività solare e in diclino già da parecchi anni.

    chiedo a tuti di correggermi se sbaglio e di portare avanti il discorso 🙂

  13. 17 marzo 2010 alle 12:26

    Ragazzi non so se vi è mai capitato di vedere le animazioni del continuum…se provate a caricare gli ultimi 2-3 mesi si vede in maniera lampante l’azione del recinto sulle AR…è incredibile,basterebbe questo (almeno per quanto mi riguarda) per proclamare questa ipotesi una legge a tutti gli effetti…sono sempre più convinto che qualcosa di molto grosso bolle in pentola…..

  14. ice2020
    17 marzo 2010 alle 12:35

    Che i conteggi siano amplificati nn lo scopriamo di certo oggi, sono 2 anni che mi batto per questo ricevendo insulti a destra e a manca, ma nn importa, io vado avanti!

    Noi abbiamo la pagina del Layman&NIA’s count che segue ogni singola regione e basta guardare lì per capire che i conteggi nostri sn molto diversi da quelli ufficiali…in sostanza è meglio guardare al numero delle AR e alla loro grandezza e a quanto a causa di esse aumentino i vari indici solari, tipo il solar flux, l’ap-index e gli X-ray…così stao facendo io, e ad ora il ciclo 24 risembra nuovamente in crisi!

    Simon

  15. ice2020
    17 marzo 2010 alle 12:45

    La nuova regione nel limbo orientale sta iniziando ad avere qualche macchietta al suo interno…bene, ora le AR con latitudine abbassata rispetto alla precedenete mandata sono ufficialmente 2!

  16. Bernardo Mattiucci
    17 marzo 2010 alle 12:46

    http://starviewer.wordpress.com/2009/08/02/analisis-de-g1-90-3-espectros-infrared-microondas-rayos-x-hoja-de-trabajo-n-ii/

    Poi c’era un PDF… che non ritrovo… comunque ho gia’ postato entrambi i link qualche giorno fa… come commento.

  17. 17 marzo 2010 alle 13:28

    C’avrei scommesso un testicolo………….

  18. 17 marzo 2010 alle 13:28

    Non tutti e due però……

  19. ALE
    17 marzo 2010 alle 14:52

    Intanto sottolineo che i nastri, misurati nel 2006, avevano avuto un calo ENORME, il 50% quello nel Nord emis. e addirittura il 75% quello nel Sud Emis.!!!
    Ora, dire se l’aumento citato dal Prof. Hathaway sul sito NASA di questi gg sia una causa della maggiore attività solare degli ultimi 4 mesi o ne sia un effetto è difficile! Nemmeno il Prof. Hathaway si sbilancia!!!!
    Comunque altra AR con macchie MOOLTO bassa in latitudine, rispulciando i vecchi archivi si not come nei primi del 2000 (anno del Solar Max SC23) le AR con area maggiore di 100 si piazzavano proprio a 10 Gradi N/S !!!!
    Che dire, occorre ancora una volta avere pazienza!!!
    ALE

  20. ALE
    17 marzo 2010 alle 14:55

    X Andrew:
    Hai ragione! Il SC 23, che io pensavo un ciclo forte, in realtà è gia’ molto più debole del SC 22 che è ancora più debole del SC20! Il SC 19 fu un SUPER-CICLO, dunque è vero, l’attività è in calo già da tempo!!!!
    ALE

  21. 17 marzo 2010 alle 15:05

    Intanto il behind sta tornando pulito come il viso di un poppante….l’attività solare torna very low…sorprese a non finire,che spettacolo….

  22. ice2020
    17 marzo 2010 alle 15:16

    Ecco, allora mi ricordavo male io sui nastri trasportatori…

    per quanto concerne la latitudine delle regioni, queste ultime sono circa a 15N, quindi nn tanto lontane dai 10 N del massimo del ciclo precedente..

    c’è solo da aspettare e vedere se le AR scenderanno ancora nei prossimi mesi!

    Simon

  23. sbergonz
    17 marzo 2010 alle 16:38

    Il behind è pulito, ma anche l’ahead… Resta “sporco” solo il lato “Recinto di Carrington”…

  24. 17 marzo 2010 alle 17:00

    Ciao a tutti, sono tornato prima del previsto… ma sto leggendo avidamente tutto quanto é successo in questi giorni.
    Legge di Sporer: le macchie di ogni nuovo ciclo cominciano grosso modo attorno a latitudini di 40° nord e sud dell’equatore solare. Con l’avanzamento del ciclo i gruppi di macchie si abbassano di latitudine avvicinandosi all’equatore. Nel periodo di massima attività la latitudine dei gruppi è di 15° N e S dalla linea dell’equatore solare, poi le macchie cominciano a diminuire nei mesi successivi ma continuano ad avvicinarsi ancora all’equatore fino ad una latitudine di 6-7° N e S. In seguito diventano sempre più rare e scompariono ancor prima di raggiungere l’equatore mentre, contemporaneamente, compariono a latitudini nord e sud elevate le prime macchie dei nuovo ciclo.
    Se la 1045 é a 15° Nord o meglio a 13° Nord come indica CT allora siamo giá in fase di massimo se la legge di Sporer non é carta straccia.
    E la legge di Sporer ha sempre funzionato in tutti i cicli passati e non credo che solo per il ciclo 24 debba essere abbandonata!
    Per me siamo giá in fase di MASSIMO SOLARE!!

  25. ice2020
    17 marzo 2010 alle 17:06

    Ciao Sand-rio, e ben tornato, anche se sei stato ia per pchi giorni, ci sei mancato…!!!

    Eh si, la legge di Sporer parla chiaro!

    Avanti tutta!!!!

    Simon

  26. Michele
    17 marzo 2010 alle 17:12

    Ciao caro….
    Le foto della vacanza Sandro ….son state fatte !!!
    Sandro mai dire mai….le leggi son fatte per esser violate…da nuove leggi !!

  27. Michele
    17 marzo 2010 alle 17:13

    Non violate….è più preciso dir compenetrate…come una Matrioska!!

  28. giorgio
    17 marzo 2010 alle 17:14

    Ciao Sand ben tornato!!!.Questo ciclo e” anomalo e quindi ogni regola puo valere come no.Forse l”unica che si puo definire quasi certa e quella del recinto.Per me si va versi il collasso magnetico.Gia si vedono i primi segni di decadimento.Dopo due massimi a solar flux 95 gennaio e febbraio, a marzo siamo arrivati a 92 e adesso il calo.Da qui a luglio avremo massimi mensili sempre piu deboli. http://www.persicetometeo.com/public/popup/solar_activity.htm .La legge del doppio massimo potrebbe valere.

  29. 17 marzo 2010 alle 17:24

    Anche durante il minimo di Maunder la legge di Sporer si é dimostrata valida….
    Questi sono gli anni in cui si sono verificati i massimi solari durante il minimo di Maunder tra il 1645 e il 1715.
    1676, 1684, 1695, 1705 e 1716.
    Il tutto ricavato dalla estrapolazione dei disegni degli astronomi del tempo e dalle latitudini mostrate, prima di tutto dai disegni precisi di Cassini.
    L’attività delle macchie solari è stato poi concentrato nell’emisfero sud del Sole, fatta eccezione per l’ultimo ciclo le macchie solari, quando apparvero anche nell’emisfero settentrionale, il contrario sta accadendo adesso con macchie principalmente nell´emisfero Nord e poche nel Sud.

  30. andrea b
    17 marzo 2010 alle 17:34

    qualcosa riguardo a una stella è stato scritto di recente su watts up ma la sua distanza sarebbe ben oltre la nube oort creando degli squilibri nella nube comunque passerebbe a sfiorarci fra circa 1,5 milioni di anni se ho capito bene l’articolo.

    http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&ie=UTF-8&sl=en&tl=it&u=http://wattsupwiththat.com/2010/03/15/glieses-pieces/&rurl=translate.google.it&usg=ALkJrhhNJn4RQGTvpvyODFOhiYYtI3xVmg

  31. andrea b
    17 marzo 2010 alle 17:35

    bentornato 🙂

  32. 17 marzo 2010 alle 17:59

    Intanto mi sa che la 1054 sia uscita dal recinto perchè in confronto a ieri è nettamente decaduta.
    Sono curioso di vedere il prossimo aggiornamento del continuum per vedere come si comporta la nuova regione apparsa ieri.

  33. ice2020
    17 marzo 2010 alle 19:34

    La nuova regione è stata contata anche dal noaa, abbiamo ufficialmente la regione 1056:

  34. Michele
    17 marzo 2010 alle 19:36

    uhhhh che paura !!!

  35. ice2020
    17 marzo 2010 alle 19:38

    😆

    Vediamo se la legge del recinto colpirà ancora, e quindi se nei prossimi giorni essa crescerà e di quanto!

  36. 17 marzo 2010 alle 20:18

    Piú passa il tempo e piú mi convinco che questo minimo di Eddy assomiglia piú al Maunder che al Dalton. La lettura degli articoli scritti da ALE e altri, nei mesi precedenti é molto significativa a questo proposito.

    https://daltonsminima.wordpress.com/category/minimo-di-maunder/

  37. Bernardo Mattiucci
    17 marzo 2010 alle 20:21

    credo sia la stessa (ho dato solo uno sguardo veloce)…
    anche Nemesis si trova ben oltre la Nube di Oort… ma se mai si avvicinera’ a noi… e’ perche’ stara’ fagocitando il nostro sistema planetario!
    😦

    comunque secondo me una interazione e’ plausibile!

  38. ice2020
    17 marzo 2010 alle 20:25

    Bellissimo quell’articlo, sarebbe da riproporre!

  39. Nintendo
    17 marzo 2010 alle 20:32

    io sono sempre stato dell’idea che si potesse entrare in un nuovo Dalton e penso che il Maunder sia non fattibile.

  40. 17 marzo 2010 alle 21:51

    Che cosa te lo fa pensare nintendo?Comunque è davvero uno spettacolo…io aspetto l’allineamento galattico e voglio vedere come si comporteranno tutti i gioiellini allineati… 🙂

  41. 17 marzo 2010 alle 22:17

    Mi associo con te Sand…questo minimo assomiglia sempre di più al Maunder che al Dalton…a me sembra che stiano saltando un pò tutti gli schemi e vedremo se questo sarà confermato nei prossimi giorni(o meglio mesi)….mi convinco inoltre sempre più dell’idea che il massimo di questo ciclo(se così si può chiamare) avverrà nel 2010 rispettando le previsioni iniziali di Hathaway e che proprio questa concomitanza con l’allineamento finirà con l’annichilire ancor ulteriormente il campo magnetico solare….

  42. Pablito
    17 marzo 2010 alle 22:55

    Ma a voi ha convinto la teoria di Hathaway sul Grande Nastro Trasportatore solare per spiegare questo minimo solare? A me per niente. Ho provato a fare una traduzione in italiano dell’articolo originale della NASA il più possibile scientifica e comprensibile, assieme a quella dell’abstract del lavoro originale, che ho messo qui:
    http://www.salviamoci2012.eu/HathawayelateoriadelGreatConveyorBelt.htm
    In realtà mi sembra che Hathaway si stia arrampicando sugli specchi e mi sarei aspettato qualche cosa di più dal “guru” della fisica solare della NASA con a disposizione fondi praticamente illimitati!!

  43. ice2020
    17 marzo 2010 alle 23:55

    Prima di parlare di Maunder ci andrei cauto, come del resto del Dalton, che ad oggi mi sembra cmq più probabile…

    Ma alla fine vorrei ricordare anche che ogni minimo ha fatto storia a sè, ed è stato quindi diverso l’uno dall’altro…quello che ci attende sarà quindi un minimo dalle caratteristiche uniche, che potrà solo somigliare di più o di meno ad un Dalton, Wolf, Maunder ect…

  44. andrew
    18 marzo 2010 alle 00:16

    O.T. ma questa cosa meriterebbe un bell’articoletto

    COSA STA SUCCEDENDO IN ATLANTICO ????????????

    Ecco vi ho dato anche il titolo 🙂

    Comunque per tornare in tema solo da luglio in poi potremmo tirare le conclusioni su un possibile Maunder o un Dalton

  45. Franker
    18 marzo 2010 alle 08:35

    Un saluto a tutti e complimenti per i vari,
    ottimi articoli. A proposito di “stranezze”,
    avrei una domanda forse stupida, ma mi
    incuriosisce ultimamente il grafico degli
    x-ray, quello del NOAA. Da un po di tempo
    si vede che quotidianamente, sempre alle
    06-07.00 utc circa, il tracciato in rosso che
    viene indicato come GOES14 1.0-8.0A ha
    un picco in negativo e crolla giù a 10^-9.
    Non ho contato i giorni, ma continua da
    un mese forse. E’ un anomalia grafico-stru-
    mentale o cosa?? Chissa se qualcuno può
    aiutarmi a capire. Grazie e buon lavoro.

  46. Fabio2
    18 marzo 2010 alle 09:05

    Non si vede più la Corrente del Golfo????? 😮

  47. marcello
    18 marzo 2010 alle 09:22

    L’avevo notata anch’io tale stranezza.
    Mi ha risposto Simon prospettando un problema strumentale, o meglio, ha usato termini più tcnici ma il significato è questo 🙂

  48. 18 marzo 2010 alle 09:39

    La corrente sembra stia deviando in modo sempre più significativo…le conseguenze di questo evento non si sono fatte attendere neanche più di tanto..la scandinavia è nel frizer da mesi e mesi e le cose ancora non sembrano dover cambiare,portando al congelamento del mar baltico(che dopo un parziale scongelamento nei giorni scorsi è ghiacciato del tutto nuovamente contribuendo ad un nuovo ed inaspettato aumento dei ghiacci artici)…Il canada invece ha sperimentato un inverno vey hot ed i ghiacci hanno stentato a formarsi lungo il labrador….ora vedremo se continuerà questa tendenza,e se si dove ci porterà…certo di cose strane ne stanno accadendo………………………………………………………………

  49. 18 marzo 2010 alle 11:06

    Cosa potrebbe accadere nel prossimo futuro è tutto da scoprire…vedremo come la cdg si comporterà..Certo è che se continua questa anomalia…………….

  50. Michele
    18 marzo 2010 alle 11:08

    anche in economia…e in borsa….fine OT

  51. Michele
    18 marzo 2010 alle 11:10

    Allarme Rosso per l’agricoltura….
    Probabile intrusione fredda fra fine Marzo…inizio Aprile!

    http://www.meteoscienze.it/licenza-joomla/506-primavera-ai-nastri-di-partenza-ma-linverno-potrebbe-tornare

    Giovanni il tuo punto su Meteoweb?

  52. 18 marzo 2010 alle 15:40

    http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_cgifunction=form&_layout=sezioni&keyval=sezioni.sezioni_id=5470

    Michele la situazione da me ipotizzata qui, mentre puoi trovare altri articoli inerenti a questa situazione in home page su meteoweb 😉

    L’aggiornamento lo faro’ presto per ora sono ultra impegnato..

  53. Franker
    18 marzo 2010 alle 17:33

    Grazie Marcello, ora si spiega la coincidenza degli orari!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: