Home > Clima e CO2, Global Warming e IPCC > In Aprile 1970 le prime profezie dei climatologi: quando dicevano che oggi dovevamo essere tutti morti!

In Aprile 1970 le prime profezie dei climatologi: quando dicevano che oggi dovevamo essere tutti morti!

19 marzo 2010

La ricorrenza del giorno della Terra sará tra pochi giorni. Saranno 40 anni che i primi profeti dell´olocausto  cominciarono a minacciare l´esistenza dell´uomo su questo pianeta. Queste previsioni  catastrofiche sono state una cantilena, in tutti gli anni delle comemorazioni anteriori, ma in una commemorazione tanto speciale come questa che commemora i 40 anni ci saranno certamente altri scenari ancora piú catastrofici e non possiamo dimenticare quanto divinizzato e profetizzato in passato!

Paul Ehrlich, uno dei capi profeti, aveva delle visioni eloquenti nell´Aprile del 1970:

L´inquinamento dell´aria in questi ultimi cento anni é arrivata a tali livelli che entro 5 anni l´aria sará irrespirabile.

Lo stesso Ehrlich previde nel 1973 che 200.000 americani sarebbero morti ogni anno a causa dell´inquinamento e che nel 1980 la speranza di vita degli americani sarebbe stata di 42 anni!

Nella revista Life Magazine, di Gennaio 1970, ci sono altre previsioni profetiche:

Entro 10 anni i gas urbani inquinanti non faranno sopravvivere nessuno
(…)
Nel 1985 l´inquinamento dell´aria sará cosí intenso che i raggi solari che arriveranno a terra saranno la metá di quelli degli anni passati
(…)
Sicuramente il diossido di carbonio nell´atmosfera avrá effetti sulla temperatura della Terra, portandoci ad una nuova era glaciale.(ricordo che agli inizi degli anni 70 i cliamtologi pensavano che si sarebbe entrati in una era glaciale a causa della CO2…)https://daltonsminima.wordpress.com/2009/09/14/quando-il-mondo-andava-incontro-ad-una-nuova-era-glaciale/

Un altro ecologista, Kenneth Watt, andó ancora piú lontano:

Ad oggi i tassi di azoto sono talemte alti, che entro poco tempo filtreranno la luce solare e la rimanderanno verso l´alta atmosfera e la luce sará pochissima a livello della superficie terrestra.

40 anni dopo, la popolazione degli Stati Uniti é aumentata di piú del 50%,  la quantitá di miglia percorsa é aumentata del 160%, e il PIB é aumentato del 204%.

Ma come si puó vedere dal grafico qui sopra, la qualitá dell´aria é migliorata significativamente!  E il grafico non parte dal 1970 quando la realtá era ancora peggiore!

Come é possíbile che questi stregoni ancora gironzolano nei vari convegni solo per impaurirci? Ma non ho dubbi,  altre previsioni profetiche verranno tirate fuori, e da queste non scapperemo quest´anno , tra pochi giorni sapremo!

Infine una mia ricetta per porre fine una volta per tutte con il Riscaldamento Globale!…Basterebbe staccare l´elettricitá dai computers dell´IPCC.

SAND-RIO

Links di questo articolo:

Annunci
  1. sbergonz
    19 marzo 2010 alle 12:49

    Ottimo articolo e ottima la battuta finale, che sarebbe però da prendere sul serio, visto gli studi dell’IPCC basati sui dati-pattumiera del CRU.
    Ciao.

  2. ice2020
    19 marzo 2010 alle 12:51

    eh si…BEN TORNATO UFFICIALMENTE SAND-RIO!!! 😉

  3. sbergonz
    19 marzo 2010 alle 12:52

    Scusate, non “dati-pattumiera” ma “dati-spazzatura”. (E il GISS?)

  4. autobas
    19 marzo 2010 alle 13:09

    Dicono i toscani che la mamma dei grulli è sempre incinta, a quanto pare hanno proprio ragione

  5. nitopi
    19 marzo 2010 alle 13:27

    E’ vero… non offendiamo le onestissime pattumiere!
    8)
    Luca

  6. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 13:34

    Se io ti dico: “occhio che stai andando a 220Km/h fra 1500 metri c’è una curva molto pericolosa, a questa velocità andrai a sbattere” e tu rallenti e non vai a sbattere, ho sbagliato la previsione ?

    l’aumento della popolazione negli USA è dovuto alla forte immigrazione !!!
    Quanti morti comunque ci sono, dovuti all’inquinamento, nelle nostre città ?

  7. ice2020
    19 marzo 2010 alle 13:52

    Quello che dici a proposito dell’inquinamento che fa male è vero, ma che centra con l’articolo?

  8. sbergonz
    19 marzo 2010 alle 13:53

    Forte immigrazione… Negli USA?

  9. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 13:57

    come che c’entra ? :o|
    o ho sbagliato link e allora chiedo scusa :o)
    io volevo commentare l’articolo di Sand-rio.

    sbergonz, non ti risulta ci sia una forte immigrazione negli U.S.A.? :o)
    sei ironico ? mi devi mettere un emoticon ;o) se no non lo capisco :o)

  10. ice2020
    19 marzo 2010 alle 14:00

    L’articolo di Sandrio parla del fatto che già 40 anni fa si profetizzavano scenari apocalittici che poi nn sn accaduti, che poi l’inquinamento faccia male e faccia venire il cancro è un altro discorso.

  11. agrimensoreg
    19 marzo 2010 alle 14:05

    E’ ovvio che siamo tutti contro l’inquinamento. Il problema è che troppo spesso si fanno previsioni catastrofiche senza seguire un metodo scientifico. L’articolo di Sand-Rio ne espone un classico esempio. complimenti!

  12. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:09

    L’articolo di Sandrio parla del fatto che 40 anni fa hanno fatto previsioni sbagliate! a perte che vorrei vedere chi fa previsioni a 40 anni esatte.

    e io per quello ti faccio l’esempio dell’automobile, te lo rifaccio.

    Se io ti dico: “occhio che stai andando a 220Km/h fra QUARANTA ANNI c’è una curva molto pericolosa e la strada è ghiacciata, a questa velocità andrai a sbattere” e tu in questi 40 anni cambi (gl)i pneumatici e metti (gl)i pneumatici da neve, abbassi l’assetto della mancchina, metti l’EPS, alettone posteriore e trazione 4×4 e non vai a sbattere, ho sbagliato la previsione o tu hai preso in considerazione la mia previsione e ti sei adeguato per fare in modo che non si avverasse ?

  13. ice2020
    19 marzo 2010 alle 14:13

    Ti ha risposto sopra agrimensore…continui a nn capire l’essenza dell’articolo di Sand-rio…

    ciao

  14. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:15

    Guarda Ice2020 che a me NIA piace molto, pero’ a volte ho l’impressione che buttiate dentro tutto cio che fa brodo. ve l’ho detto e ve lo ripeto dovreste SECONDO ME 🙂 a mio modesto parere, essere voi o anche voi, un pochino più scientifici e non pretendere che lo siano solo gli altri.

  15. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:19

    sì probabilmente non ho capito l’essenza dell’articolo
    chiedo scusa ancora per il disturbo 🙂

  16. ice2020
    19 marzo 2010 alle 14:21

    Sono contento che NIA ti piaccia.

    Per quanto riguarda la scientificità del Blog, punto primo non abbiamo la pretesa assoluta di essere degli scienziati perchè semplicemente nn lo siamo, punto 2 cerchiamo cmq di esssere il più professionali possibile riportando ciò che dicono i veri scienziati e ogni tanto, visto che abbiamo la fortuna di avere una mente brillante come Ale, di lanciare anche qualche ipotesi scientifica…

    Non facciamo peer-revied, ma siamo contenti che in tanti ci sostengono e ci leggono, senza alcuna presunzione di essere nel giusto.

    Ciao 😉

  17. carmelo
    19 marzo 2010 alle 14:22

    In effetti il ragionamento di Beautemps ha una sua logica. Il grafico di Sand-Rio con le sue linee in picchiata lo dimostra, ma ciò secondo me è dovuto alle innovazioni tecnologiche che si sono susseguite nel tempo, non certo perchè qualcuno ad un certo punto ha deciso di ascoltare le profezie di questi “guru”.

  18. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:23

    sì mi piace e lo leggo quasi giornalmente anche se ogni tanto mi fate arrabbiare 😀

  19. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:24

    Santo Carmelo!! 😀

  20. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:27

    ma aspè non santo, beato 😀

    però molte innovazioni tecnologicche si sono mosse anche per migliorare la qualita dell’aria. mi sorge il sospetto che voi siate giovani!! molto giovani e non ricordiate come era l’aria di Los Angeles o di Londra negli anni 70 e primi 80 e delle misure che hanno dovuto prendere per renderla letteralmente respirable

  21. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:27

    ma aspè non santo, beato 😀

    però molte innovazioni tecnologiche si sono mosse anche per migliorare la qualita dell’aria. mi sorge il sospetto che voi siate giovani!! molto giovani e non ricordiate come era l’aria di Los Angeles o di Londra negli anni 70 e primi 80 e delle misure che hanno dovuto prendere per renderla letteralmente respirable

  22. Nintendo
    19 marzo 2010 alle 14:29

    bell’articolo, si rifa a quello che scrissi sul GW negli anni 70 ( per’altro con una traduzione sempre fatta da Sand ) : https://daltonsminima.wordpress.com/2009/09/14/quando-il-mondo-andava-incontro-ad-una-nuova-era-glaciale/

    riguardo all’inquinamento, non penso che la minore presenza di inquinanti sia da ricercare in queste profezie che facevano.

  23. Nintendo
    19 marzo 2010 alle 14:30

    non avevo notato che l’articolo era già linkato 😀

  24. marcello
    19 marzo 2010 alle 14:31

    Andate su Persicetometeo e osservate l’EIT 195 delle 12.36.
    E’ Sparita la 1054!?

  25. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:33

    no la presenza dei minori inquinanti di oggi rispetto a ieri è dovuta a fatti reali, non profezie, ancora peggio. L’aria di londra , los angeles, città del messico, e altre città era diventata vermante irrespirabile non erano profezie era dati di fatto giornalieri.
    scommetto che avete tutti meno di 30 anni e non ricordate!!!!

  26. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 14:37

    e ora vado pesante sandrio non sa di cosa sta parlando, non c’era, ha preso un articolo o degli articoli e li ha commentati così senza sapere cosa è veramente successo in questi 40 anni, la lotta che si è fatta per migliorare la qualtà dell’aria delle città nel mondo, e questo è il modo in cui voi scrivete gli articoli in maniera superficiale.

  27. bora71
    19 marzo 2010 alle 14:46

    sono d’accordo con Beautemps su tutto quello che dice..
    e non capisco l articolo di SAND-RIO..
    nessuno nega che ci siano falsi profeti che lanciano allarmi catastrofici,ovviamente sbagliando..
    ma comunque non si puo’ negare che da una trentina di anni e’ in atto un forte GW..ci sono le prove..e che tutti noi speriamo in una controtendenza altrimenti saranno dolori prima o poi..
    insisto meglio sempre postare articoli e dati scientifici e non articoli giornalistici che esagerano sempre..

  28. ice2020
    19 marzo 2010 alle 14:48

    Mi sa che Sand-rio c’era e come invece, aspettiamo la sua replica…

  29. ice2020
    19 marzo 2010 alle 14:49

    In questo articoo il GW nn centrava niente…ennesimo intervento fuori tema caro bora…

  30. Nintendo
    19 marzo 2010 alle 14:54

    GW?
    Bora71 conferma ancora una volta di non leggere mai gli articoli che commenta.

  31. ice2020
    19 marzo 2010 alle 14:58

    e neppure i commenti…dà ragione semplicemente a Beautemps perchè nn è in accordo col blog…

  32. apuano70
    19 marzo 2010 alle 15:06

    Calma ragazzi, calma… non c’è bisogno di scaldarsi… per quello c’è il GW.. 😉

    Scherzi a parte, secondo me Beautemps ha in parte ragione e in parte torto perchè, sempre a mio parere, non ha colto appieno il significato del provocatorio articolo di Sandro: le previsioni catastrofiste a lungo termine sbandierate ai 4 venti senza nessuna remora sono destinate al fallimento nel 99% dei casi (mi riservo un minimo margine) perchè non tengono conto del progresso e delle migliorie che nel corso degli anni saltano fuori!

    Bora: ho nostalgia dei tuoi interventi di un tempo, dove non ti schieravi solo per fare il bastian contrario, eri sicuramente più costruttivo….:(
    Ricordi il buon Cipperimerlo? All’epoca ti scagliavi in difesa del Blog alle accuse assurde che gli venivano mosse… non dico che devi essere per forza daccordo con tutto ciò che viene scritto ma credo che umanamente non si possa neanche essere sempre “contro”.
    Ti saluto con stima sincera
    Bruno

  33. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 15:10

    grazie comunque a Bora71 😀

    il GW io non mi pronuncio. anche se penso che una teoria “cicli solari” non escluda l’altra, pero’ ripeto, ho pochi dati, non mi pronuncio.

    quando ho detto “scrivete” ho generalizzato chiedo scusa a tutti redattori di NIA 🙂

    comunque le linee di quello che detto le confermo, è un classico esempio di profezia che si AUTOdistrugge. Dedicare un articolo ad un argomento del genere con quei toni senza vedere / ricordare quello che è successo… non l’ho trovato comprensibile 😀
    ora vi saluto pero’ , buon week end.

  34. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 15:11

    apuano70, ho scritto mentre scrivevi tu ti leggo solo ora.

  35. Luigi Lucato
    19 marzo 2010 alle 15:23

    quello che ha cambiato le cose è il Microprocessore

    http://it.wikipedia.org/wiki/Microprocessore

    con un aumento esponenziale della capacita
    di gestione delle risorse …
    e cambio di tutte le prospettive basate sulla azione antropica dell’uomo.

    Che la cosa si ripeta in FUTURO … ne dubito.

  36. Diego
    19 marzo 2010 alle 15:24

    Comunque il succo del discorso di Sandrio vale lo stesso… alla fine ciò che ci propone ancora la stragrande maggioranza dell’informazione ufficiale, è che siamo messi sempre peggio a inquinamento e situazione climatica. L’idea principale che passa è che siamo in un continuo ed inesorabile peggioramento, e non ci vengono mai, o quasi mai, mostrati i passi in avanti che sono stati fatti.
    La maggior parte delle persone si interessa solo superficialmente di clima o di inquinamento…. leggono i titoloni che passano i principali mezzi di informazioni e si fermano lì. Alla fine ciò che rimane in testa sono le immagini dei ghiacci che si sciolgono e gli orsi polari che muoiono…
    Magari è così che sono riusciti a far partire gli investimenti su tecnologie meno inquinanti (ma ho i miei dubbi, mi piacerebbe sapere quante innovazioni a tal senso sono state fatte tra gli anni 70-90), ma in ogni caso è una presa per i fondelli…

  37. nitopi
    19 marzo 2010 alle 15:51

    Purtroppo l’innovazione e’ stata una … chiamata marmitta catalitica (con tutto quallo che ci sta dietro…) ed il suo equivalente per il motore diesel. Infatti i dati postati da Sandrio sono quelli realtivi alle emissioni delle automobili…. (ne so qualcosa perchè ho lavorato per tutti gli anni ’90 in Magnati Marelli … e si facevano le centraline per l’iniezione…)
    Se spostiamo il punto di misurazione dagli Stati Uniti (che erano gia’ “catalizzati” negli anni ’80 – c’ero e la differenza si sentiva, rispetto a noi) alla Cina…. Ci portiamo sicuramente a valori ben al di sopra di quello che vedevamo nelle nostre città negli anni ’70…
    Pero’, Beautemps, ti devo dare in parte ragione e in parte torto; a volte SandRio si fa prendere la mano, ma e’ sempre piacevole da leggere 8) ed è una fonte incredibile di dati !
    Ciao!!
    Lcua

  38. agrimensoreg
    19 marzo 2010 alle 15:52

    Ragazzi, al di là dei contenuti, sui cui si può essere più o meno concordi o discordi, ben vengano i commenti di persone con opinioni differenti. Lo scrivo perchè mi è capitato di discutere su altri blog pro tesi serriste e coloro i quali osano metterle in dubbio vengono additati di (in un crescendo):
    – essere presuntuosi ignoranti
    – aver auto un infanzia difficile con conseguente psicosi in età adulta (non era un’iperbole, chi lo scriveva lo faceva in tono serio)
    – aver un tornaconto personale pecuniario (suppongo essere pagato da una società petrolifera), altrimenti non si perderebbe tempo a scrivere le proprie idee (purtroppo non esagero).
    Quest’ultimo tipo di post è stato poi cancellato dall’admin. Solo che sotto è rimasto il mio commento nel quale dicevo di essermi convinto che in effetti era un perdita di tempo, che ora non si capisce a cosa si riferisce.
    Quindi, ben contento di leggere un dibattito con opinioni differenti (sempre che non si tratti solo di azioni di disturbo).

    Per il resto, sono d’accordo con Diego e aggiungo che da quando sono nato mi sono stati raccontati una miriade di validi motivi per cui il mondo stava per finire…

  39. apuano70
    19 marzo 2010 alle 16:16

    Scusa se mi permetto… ma il tuo intervento si commenta da solo…con il tuo nick-name….

    Bruno

  40. ice2020
    19 marzo 2010 alle 16:19

    Il commento di quell’imbecille è stato cancellato e l’utente bannato, quindi andiamo pure avanti senza di lui…

  41. apuano70
    19 marzo 2010 alle 16:19

    Il mio commento precedente potete cancellarlo, visto che quello a cui era destinato come replica è stato eliminato! 😉
    Bruno

  42. apuano70
    19 marzo 2010 alle 16:20

    Mi hai preceduto… 😀

  43. giorgio
    19 marzo 2010 alle 16:28

    X Marcello: http://www.persicetometeo.com/public/popup/eit195.htm la 1054 e” praticamente defunta.bassa attivita solare anche oggi e bassa attivita prevista per le prossime 48 ore.Questo ciclo invece di decollare sta planando

  44. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 16:30

    OK il fatto che alcuni di voi in parte mi diano ragione mi fa piacere.
    Per quanto riguarda SandRio quoto Nitopi 🙂

    Ciao 🙂

  45. 19 marzo 2010 alle 16:45

    Simon volevo chiederti perchè secondo te non dobbiamo guardare ai giorni spottless…sappiamo tutti che il ciclo è ormai ripartito da tempo,ma se siamo quì per riscontrare le anomalie di questo ciclo(cosa che si fa quasi esclusivamente in questo bellissimo blog) penso che la cosa più interessante da notare sia il numero di giorni spottless,che è l’anomalia per eccellenza in questo periodo….sappiamo anche che ormai quello che conta è la media mensile e l’andamento generale dell’attività(e almeno per quanto mi riguarda lo so grazie a te ed agli altri senatori di questo sito che godono sicuramente di maggiore esperienza)
    ma siccome questa è anche direttamente proporzionale al numero di giorni senza macchie mi chiedevo appunto perchè non si debba guardare a questo aspetto…e poi alla fin fine i giorni spottles sono la cosa più emozionante e che fa clamore nell’opinione scientifica….

  46. ice2020
    19 marzo 2010 alle 16:49

    Si, in parte hai ragione, ma la cosa più importante ora è vedere come sarà l’SN mensile rispetto al mese precedente…è chiaro che anche i giorni spotless sono importanti in quest’ottica come giustamente ricordi tu, ma ormai si sa che saranno sempre meno!

    Cmq il tuo ragionamento nn fa una piega, io voglio solo dirvi di togliervi dlla testa filotti di giorni senza macchie…certo che se dovessero accadere, sarebbe qualcosa di incredibile che noi nn mancheremo di rimarcare come abbiamos empre fatto

    ciao 😉

  47. apuano70
    19 marzo 2010 alle 16:50

    Le premesse perchè ci siano nuovi giorni spotless ci sono tutte….
    Aspettiamo e vediamo, di certo per il momento non sembra esserer un ciclo esplosivo….
    Bruno

  48. apuano70
    19 marzo 2010 alle 16:52

    Mai dire mai Simon……… 😉

    Bruno

  49. ice2020
    19 marzo 2010 alle 16:55

    Certo, mai dire mai!

    Sarebbe la prova del nove che sta per iniziare un minimo davvero importante!

    intanto da oggi siamo spotless per il L&N’s count!

    E’ importante infatti rimarcare che una serie lunga di giorni spotless nn è solo difficile perchè ora il ciclo è ripartito, ma ricordo sempre i conteggi moderni…

    Simon

  50. 19 marzo 2010 alle 17:00

    Un’altra cosa che ho imparato è che tu Simon sei un pò l’anziano saggio del gruppo,nel senso che stai sempre lì a riprendere ed a frenare gli entusiasmi di chi vuole tutto e subito….cmq sei forte,si vede che su questo sito c’e la tua impronta…ciao a tutti ragazzi….

  51. Fabio2
    19 marzo 2010 alle 17:03

    Anche l’aria di Milano negli anni 70 era satura di polveri di carbone.
    Ora però ci sono le polveri sottili.
    Insomma, ogni epoca ha il suo inquinamento…… 😦

  52. sand-rio
    19 marzo 2010 alle 17:06

    Intanto un carissimo saluto a tutti. Ho visto che l´articolo ha suscitato belle discussioni, che era proprio l´obiettivo prefissato.
    Vorrei invitarVi a cliccare dove ci sono le parole in corsivo/grassetto per leggere quello che dicevano gli scienziati 40 anni fa. E ricordo che il 22 aprile, come ogni anno, sará l´anno della Terra. In questi 40 anni il discorso é rimasto sempre lo stesso: la minaccia incombente dell´olocausto umano, sia per l´inquinamento (che speriamo non torni mai piú) sia per il raffeddamento globale come si diceva nei primi anni 70, sia per la minaccia del comunismo, la minaccia della Cina, la minaccia del terrorismo, la minaccia dell´islamismo, la minaccia del riscaldamento globale, la minaccia dell´immigrato, del lavoro, dell´inflazione, della sovrapopolazione, delle crisi economiche etc etc…. sempre e solo questa spada di Damocle che pende sulle nostre povere teste. E BASTA!!! La tecnologia e la conoscenza globale sono riuscite finora a vincere buona parte di queste minacce e credo, da ateo e laico, che l´uomo riuscirá sempre ad andare avanti vincendo sempre le sue battaglie.
    Per quanto riguarda la mia etá posso dire che ho vissuto esperienze indimenticabili alla fine degli anni 60 e inizi anni 70, esperienze che hanno inciso profondamente e spero positivamente, sulla mia coscienza di uomo libero.

  53. ice2020
    19 marzo 2010 alle 17:09

    Grazie Riccardo…

    io sn il primo che vorrei tutto e subito, ma so che nn è possibile e il mio ruolo qui, in quanto anche amministratore del blog, è quello di frenare gli entusiasmi quando sn troppo spinti, onde evitare magari che chi ci legge per la prima volta possa illudersi e che il blog stesso passi per visionario come spesso purtroppo mi capita di leggere in qualche sito…poi è chiaro che ognno è libero di dire la sua, nel limite dell’educazione…

    ciao 😉

  54. giorgio
    19 marzo 2010 alle 17:27

    Un buon amministratore come Simon deve rispondere all”assemblea dei soci,che sono i lettori del blog.Quindi la prudenza e la moderazione sono d”obbligo.Anch”io sarei uguale al suo posto.Ci vuole moderazione ma anche entusiasmo,quest”ultimo e” la linfa vitale che ci fa muovere,ricercare, agire.Se non crediamo in cio che scriviamo o diciamo non trasmettiamo nulla agli altri lettori.Io forse saro anche troppo eccessivo nel scrivere i commenti(molto partigiano)pero non mi nascondo dietro nulla e se dovessi sbagliarmi sarei il primo a scusarmi in pubblico per gli errori commessi.

  55. andrew
    19 marzo 2010 alle 17:28

    Simon difficile che parta una lunga striscia spotless questo lo sappiamo un po’ tutti però se dovessimo inanellare giorni spotless uno dietro l’altro e sempre di più nei mesi a venire sarebbe una prova inequivocabile che siamo entrati in un Dalton Minimum o un Maunder minimum e li è quello che un po’ tutti noi speriamo e poi un’idea mi frulla in testa ma siamo sicuri che a determinare questo prossimo imminente minimo siano i giganti gassosi e non una normale ciclicità nell’attività del Sole perchè se hanno quest’influenza sul campo magnetico solare che è un mostro cosa potrebbero far passare a quello mesero terrestre ?????????

  56. andrew
    19 marzo 2010 alle 17:30

    Ehm … misero terrestre 😦

  57. ice2020
    19 marzo 2010 alle 17:33

    Andrew, tutto è possiile…ma guarda quelli della Nasa, tra cui il più eminente fisico solare al mondo, Hathaway, che giorni fa ha rimesso in discussione pure la formazione delle macchie solari!

    Come vado dicendo da molto tempo, che almeno questo minimo sia servito affinchè gli scienziati invece di continuaare a correre dietro alla chimera AGW che ormai fa buchi da tutte le parti, inizino a studiare per bene il nostro astro!

  58. giorgio
    19 marzo 2010 alle 17:47

    Una ricetta sempre valida per conoscere gli eventi futuri e” quella di studiare bene e prendere esempio dal passato.La storia solare da noi conosciuta e” molto corta rispetto alla vita del sole pero qualcosa ce lo puo insegnare.Si vede che alla NASA non interessa il passato.Possiamo dire che Hathaway non sa piu che pesci pigliare?Se in un”azienda un alto dirigente sbaglia le sue previsioni fa le valigie e si autodimette prima di essere cacciato.Si vede che alla NASA non esiste questa regola

  59. andrew
    19 marzo 2010 alle 17:55

    Esatto amico pienamente daccordo con te la mia è solo curiosità in quanto non sono proprio un’asso in fisica solare e anche per saperne di più del principio di influenza e disturbo dei vari campi magnetici 🙂

    Comunque il sole rimane su livelli di attvità veramente bassa le macchie contnuano a latitare e dopo gennaio l’attività non ha fatto che scendere e per me Archibald è quello in assoluto che per ora ha azzeccato il comportamento di questo ciclo

  60. 19 marzo 2010 alle 18:02

    Fai bene Simon a comportarti così per non far scadere questo sito e per dargli il più possibile valenze scientifiche…di questi tempi su internet gira molta spazzatura,da una parte per mano di visionari che fanno di tutto per attirare l’attenzione,ma per altri versi anche dalle fonti più accreditate…Ma dici bene anche tu Giorgio,se non ci fosse l’entusiasmo e la speranza di poter raccontare un evento unico nessuno di noi sarebbe quì….comunque riguardo a quanto detto da Andrew anch’io devo ammettere che c’ho pensato …inoltre la distanza di giove dal sole non è molto diversa da quella tra giove e terra…c’è da dire però che la natura della terra,così come il suo ruolo è molto diverso da quello del sole…nel senso che la terra non produce esplosioni e non possiamo sapere come il campo magnetico di giove possa interferire su quest’ultime…la questione è troppo complessa….

  61. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 18:05

    Ok visto che siete tanti vi vorrei fare una domanda sincera. Sincera nel senso che non ne conosco la risposta, non retorica.

    è possibile che le due teorie non siano in contrapposizione ?

    è possibile che l’effetto serra esista e sia reale ma che FORSE, e forse Grazie a DIO, stia arrivando un periodo di abbassamento della temperatura media dovuto ad un altro fattore, minimo solare ?
    in questo caso si dovrebbe parlare proprio di “stellone”

    Ciao 🙂

  62. 19 marzo 2010 alle 18:06

    Infatti comi dici tu giorgio non possiamo far altro che affidarci alla statistica e alla semplice osservazione….

  63. 19 marzo 2010 alle 18:15

    Se mettiamo in mezzo anche la teologia te saluto,come se dice a roma…io da credente ti posso dire che è possibile che tutto rientri in un disegno divino,ma il dibattito sarebbe poco utile,fidati….

  64. Beautemps
    19 marzo 2010 alle 18:47

    no ma il grazie a dio era per scherzo, levalo dalla domanda.

    è scientificamente possibile che le due teorie non siano in contrapposizione o sono incompatibili ?

  65. andrea b
    19 marzo 2010 alle 20:12

    Non credo che le due ipotesi si escludano a vicenda o siano in contrapposizione.

    Il problema è cercare di capire il valore delle forzanti solare e umana nel GW
    ora che sembra stia per iniziare un minimo profondo come non se ne vedono da 100 anni almeno si possono fare delle considerazioni importanti.

  66. 19 marzo 2010 alle 20:50

    Non credo anche io che NON ESISTA il GW, ma che sia stato artatamente esagerato per creare panico per interessi monetari questo non me lo leva dalla testa nessuno. Poi se questo riscaldamento globale é naturale occorreranno decenni se non centinaia di anni perché arrivi a livelli critici e in questo tempo la natura e l´uomo avranno tutto il tempo per adeguarsi ai mutamenti, cosí come é sempre accaduto nei millenni passati. Infine se l´umanitá sparirá non sara per il GW ma piú probabilmente per una enorme eruzione o una cometa che impatta con questo piccolo corpo celeste.

  67. Uia
    20 marzo 2010 alle 10:09

    Mah, se lo dite voi …

  68. Beautemps
    20 marzo 2010 alle 13:02

    Grazie per le risposte su Gw Vs. minimo solare !! 🙂

    per SanDrio non avevo capito, come mi aveno detto tutti e io non avevo ascoltato, l’essenza dell’articolo.
    Saluti 🙂

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: