Home > Ghiacci Antartici > Ghiacci Marini Antartici – Situazione Marzo 2010

Ghiacci Marini Antartici – Situazione Marzo 2010

6 aprile 2010

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

Area:

Trend Anomalia Estensione:

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 0.4milioni di kmq di estensione in meno e la stessa area.

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 0.4milioni di kmq di estensione in meno e 0.1 in meno di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 0.5milioni di kmq di estensione in più e 0.6 in più di area

FABIO

  1. ice2020
    6 aprile 2010 alle 17:24

    Bene, prima che iniziasse il cosidetto AGW eravamo messi così:

    “Rispetto a 30 anni fa abbiamo 0.5milioni di kmq di estensione in più e 0.6 in più di area”

  2. Nintendo
    6 aprile 2010 alle 17:48

    penso che l’ultima immagina sia molto chiara, il trend è verso l’alto.

  3. ice2020
    6 aprile 2010 alle 18:03

    Dov’è finito bora?

    Questi sn i dati, dove sn i ghiacci che si scioglieranno entro il 2013?

  4. ice2020
    6 aprile 2010 alle 18:17

    Intanto fatemi capire da questa immagine qui:

    come fanno a mettere un SN di 41!

    Incredibile!

  5. Nintendo
    6 aprile 2010 alle 18:36

    Simon, noi non ci possiamo fare niente, comandano loro.

  6. ice2020
    6 aprile 2010 alle 18:53

    E poi dicono che i dati nn sn manipolati…

    qui è chiaro che dopo marzo che ha chiuso dietro a febbraio, aprile deve per forza cambiare rotta…

  7. Nintendo
    6 aprile 2010 alle 18:57

    Scusa Adri, ma se devi rispondere a dei commenti che sono nell’altro articolo, fallo li.

  8. Andrea b
    6 aprile 2010 alle 19:16

    x simon non ti angustiare devono far combaciare le loro teorie con i dati

    Interessante il solar flux in crescita più delle previsione anche se non sono ancora i dati smoothed teoria di L&p sempre più verificabile dai dati?

    per le sunspot arriveranno a contare oltre che i pore anche le plage come macchie solari ed oggi forse lo hanno fatto🙂

  9. giorgio
    6 aprile 2010 alle 19:31

    Ragazzi vi racconto un po la mia storia.Sono sempre stato appassionato fin da piccolo di meteo e di clima.Mi chiamavano il Barnacca perche facevo le previsioni del tempo guardando il cielo.Vi ricordate Barnacca?Da bambino correvo lungo i fossi ghiacciati pattinando sul ghiaccio.C”erano i candelotti di ghiaccio che cadevano da tutte le parti e sopratutto cadevano tutti gli anni centimetri e centimetri di neve,fino al fatidico 1985.Quello e” stato l”ultimo anno in cui ho visto cadere tanta neve e rimanerci per oltre un mese intero.Poi sono arrivati gli anni 90 e la neve la vedevo solo cadere,per poi con tanta tristezza vederla sciogliersi ancora prima di assaporarla.Parlavano gia di effetto serra e di riscaldamento globale e della responsabilita di noi esseri umani sul clima.Ero triste poiche la prospettiva era quella di andare in montagna per vedere un paesaggio bianco.Mi sentivo in colpa quando prendevo la macchina perche pensavo di essere crresponsabile del riscaldamento globale.Ho fatto pure un calcolo sulla co2 che ho emesso durante la mia vita e ho pure fatto un calcolo di quanto io abbia inciso a livello personale sul disastro globale.In me perversava una grande tristezza.Poi dalla fine del 2003 fino a quando ho conosciuto NIA e cioe circa un anno fa, ho cominciato a dubitare.Prima solo vagamente poi dal 2008 ho iniziato a pensare dentro di me che al contrario di tutto quello che dicevano i media che c”era qualcosa che non funzionava sulla teoria del AGW.Ho fatto ricerche su internet fino al giorno che ho conosciuto NIA e ho cominciato a leggere articoli sul sole di cui non conoscevo praticamente nulla.Vi potete immaginare in quale stato vivo ora.Non vado oltre perche non voglio diventare pesante.Solo auguro a tutti quelli che hanno ingannato la mia innocenza di poter essere a loro volta ingannati e privati dei loro sogni.

  10. 6 aprile 2010 alle 19:37

    Vorrei un attimo commemorare le vittime delle frane avute oggi a Rio e nella mia bella cittá Niteroi. (13 km da Rio).
    In 15 ore sono cadute 288 mm di pioggia un record assoluto. Ma la pioggia a marzo/aprile é normale in questa zona alla fine dell´estate, proprio come succede a settembre/ottobre in europa.
    Per questo vogliate ascoltare con me quella meravigliosa canzone del poeta Tom Jobim “aguas de março”.

  11. Nintendo
    6 aprile 2010 alle 19:55

    in Italia è Novembre il mese che presenta più rischi alluvionali.

    X Giorgio: non so quanti anni tu abbia, ne dove abitavi 20-30 anni fa, però come tu stesso dici il punto cruciale che ha fatto cambiare gli inverni degli ultimi anni è stata proprio la persistenza del freddo.
    Nevica ancora, magari anche di più, fa freddo e anche record, però rispetto ad una volta questi sono solo episodi isolati.

  12. Sylar
    6 aprile 2010 alle 20:18

    Dove trovi che mettono 41??
    grazie

  13. ice2020
  14. Sylar
    6 aprile 2010 alle 20:34

    ok, grazie, sono nuovo quindi vi tempesterò di domande:)

  15. Michele Rn
    6 aprile 2010 alle 20:40

    In fondo il 41 ci può anche stare, anzi è il valore più preciso…. ma se i valori fossero stati così precisi anche in passato avremo avuto un ciclo 23 con un massimo di 450!😀
    Ecco come hanno ricavato quel valore:

  16. 6 aprile 2010 alle 20:42

    Ah… dimenticavo…
    Dove è possibile vedere il valore giornaliero del SIDC?

  17. Sylar
    6 aprile 2010 alle 20:42

    Non sono un esperto ma anche un cieco vede che non sono 41 macchie, la cosa che mi lascia dei dubbi è che se vediamo l’errore noi lo vedranno anche scienziati non NASA, come mai tutto tace??

  18. ice2020
    6 aprile 2010 alle 20:45

    http://sidc.oma.be/html/SWAPP/dailyreport/dailyreport.html

    Cmq la continuità col passato nn esiste più!

  19. 6 aprile 2010 alle 20:47

    infatti le macchie “sono” 11. 41 è un valore ricavato facendo 10*regioni attive+1*numero macchie. Quindi (10*3)+(1*11)= 30+11=41

    PS: ovviamente con preciso non intendo esatto, ma semplicemente più… dettagliato.😉

  20. ice2020
    6 aprile 2010 alle 20:47

    La cosa più grave è che continuano a contare da 2 giorni la regione nel sud emisfero che ormai è solo una speck!

    il SN giusto per oggi nn doveva superare i 24!

  21. 6 aprile 2010 alle 20:48

    grz😉

  22. Sylar
    6 aprile 2010 alle 20:53

    Nessuno di voi conta le macchie da solo giorno per giorno??

  23. ice2020
    6 aprile 2010 alle 20:58

    Si potrebbe fare col L&N’s count, ma porterebbe via un infnità di tempo…ci vorrebeb qualcuno che dispone di un telesopio…

  24. Sylar
    6 aprile 2010 alle 21:03

    L&N’s count cosa sarebbe??
    Mi sembra strano che nessuno nel mondo le conti in modo indipendente

  25. 6 aprile 2010 alle 21:11

    Scusa Simon vorrei sapere una cosa, ma il programma per fare l’L&N’s count si può trovare in rete?
    Perchè se si trovasse sarei curioso di provarlo.

  26. 6 aprile 2010 alle 21:15

    Qui vedo che ci sono i valori medi mensili fatti con l’ L&N’s count, ma i giornalieri… boh, non so.

    http://www.landscheidt.info/?q=node/50

  27. 6 aprile 2010 alle 21:15
  28. Sylar
    6 aprile 2010 alle 21:18

    Sarebbe interessante avere anche i giornalieri per fare un paragone

  29. ice2020
    6 aprile 2010 alle 21:40

    Alla fine valgono più i mensili che i giornalieri.

  30. 6 aprile 2010 alle 21:48

    Credo che nel sito dell´amico Geoff ci sia qualcosa sul conteggio del L&N giornaliero.
    http://www.landscheidt.info/?q=node/50

  31. EnzoDD
    6 aprile 2010 alle 21:49

    se facciamo una proiezione a fine mese, alla fine avremo un SSN magari sopra i 18 e sara’ il piu’ alto di questo ciclo…invece il solar flux sotto 80 e cioe’ in discesa rispetto ai passati due mesi!…questo puo’ bastare per dire che questi numeri sono molto gonfiati!

  32. 6 aprile 2010 alle 21:59

    In effetti con un SF di 79/80 le sunspot dovrebbero essere circa 20 tranne che col ciclo 24 per la prima volta nella storia il rapporto SF/SN non valga più.

  33. Sylar
    6 aprile 2010 alle 22:10

    Doamanda!! Perchè non dovrebbero falsificare anche il dato del flusso solare??

  34. giorgio
    6 aprile 2010 alle 22:14

    Abitavo e abito a vicino a Modena e quello che hai scritto e” esatto!Pero noto con piacevole gioia che qualcosa negli ultimi anni e” cambiato

  35. 6 aprile 2010 alle 22:16

    Il dato del flusso solare viene ricavato ufficialmente in canada a Penticton dalla societá spaziale canadese:
    http://www.spaceweather.gc.ca/sx-4-fra.php
    ma lo stesso dato puó essere calcolato in qualsiasi parte del mondo, anche da semplici radioamatori con particolari attrezzature, e quindi non esiste in questo caso il monopolio delle informazioni, tanto é che non ci sono mai state delle discordanze con i dati canadesi.

  36. darkman79
    6 aprile 2010 alle 22:49

    OT

    Ragazzi ma sti terremoti ? io dico che sto minimo solare sta incidendo…mi preoccupa pure l’allineamento dei giganti gassosi di luglio

    dopo il 7.6 di magnitudo che ha colpito baja california/messico, poco fa altra botta pesantissima di magnitudo 7.8 in indonesia

    7.8 2010/04/06 22:15:03

    LAT 2.236 LON 97.046 Profondità 46.0km NORTHERN SUMATRA, INDONESIA

  37. giorgio
    6 aprile 2010 alle 22:53

    E anche per questo che non esiste piu sintonia come nei cicli passati tra SSN e solar flux.Semplicemente perche in questo caso non si puo barare ma solo “aggiustare”ovviamente al rialzo cercando spesso il picco massimo del giorno.Ormai il disco e” sempre uguale. Il massimo sara nel 2013 e il GW prosegue poiche cosi devono andare le cose.

  38. Nintendo
    6 aprile 2010 alle 23:20

    secondo me è inutile stare li a guardare i conteggi giornalieri ormai.
    bisogna concentrarsi sul SF, ormai l’unico che possa dirci realmente come stanno le cose.

    il nostro conteggio se resta bloccato ai soli giorni spotless non serve a niente ormai, dobbiamo trovare una soluzione.

  39. EnzoDD
    6 aprile 2010 alle 23:27

    Intanto per i ghiacci artici in questo periodo dell’anno sono alla massima estensione degli ultimi 9 anni!
    http://www.ijis.iarc.uaf.edu/en/home/seaice_extent.htm

  40. 6 aprile 2010 alle 23:28

    La correlazione e i rapporti matematici tra solar flux e SSN é un dato ormai riconosciuto, tanto vale risalire al SSN giornaliero dal solar flux aggiustato delle ore 20,00.
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/06/23/svaalgard-sul-solar-flux-e-sulla-sua-correlazione-con-il-sn/

    Io posso rapidamente fare una tavola di conversione, anche se nel sito:
    http://www.hamqsl.com/solar.html
    basta inserire il dato del SF e immediatamente abbiamo il relativo SSN.

  41. EnzoDD
    6 aprile 2010 alle 23:39

    Ma se c’e’ questa correlazione ben precisa a che servirebbe calcolare questo SSN? Non basterebbe solo considerare il Solar Flux?

  42. ice2020
    6 aprile 2010 alle 23:43

    Per Fabio: dovremmo fare anche un nostro conteggio usando il L&N’s count…finora nn l’ho fatto perchè porterebbe via più tempo…ma ho visto che nel sito di geoff lui lo fa.

    insomma ora ci penso.

    simon

  43. Nintendo
    7 aprile 2010 alle 09:01

    simon, magari parliamone via mail.
    oggi sono incasinato, ma da domani pomeriggio ci sono.
    secondo me si dovrebbe ricominciare con una nuova pagina ecc ecc

  44. 8 aprile 2010 alle 09:40

    Scusate se magari interromp qualche discussione,ma qual’è la fonte di questi dati che vorrei darci un occhiata?
    Comunque è vero che quest’anno la stagione dei ghiacci in Antartide è iniziata prima?

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: