Home > Ciclo 24, Minimo Solare, Sole e Clima > Un ciclo bicentenario del Sole?

Un ciclo bicentenario del Sole?

9 aprile 2010

Da un interessante articolo scritto da Russel Steeve nel suo blog:
dalton_minimum_returns

Nicola Scafetta ha un nuovo documento, “Climate change and its causes — a discussion about some key issues”.
climate_change_cause.pdf
cioé “Il cambiamento climatico e le sue cause – una discussione su alcuni temi chiave”.
La “questione chiave” è “un grande ciclo di 60 anni nelle registrazioni della temperatura”

Ho trovato piú interessante l’immagine qui sotto:

Il  ciclo solare bi-secolare 2010-2050, verso una imminente era glaciale?

La prima figura mostra il record delle macchie solari. I dati da Appendice E e V suggeriscono che esiste un grande ciclo solare bi-secolare con un periodo di circa 160 e  260 anni, che corrisponde alla banda di frequenza Suess
science?_ob=ArticleURL&_udi=B6TJK-4TJX1WG-1&_user=10&_coverDate=04%2F30%2F2009&_rdoc=1&_fmt=high&_orig=search&_sort=d&_docanchor=&view=c&_searchStrId=1274928474&_rerunOrigin=google&_acct=C000050221&_version=1&_urlVersion=0&_userid=10&md5=848e15cff9733c70a04bfe6e1b725946
Vedere le cifre e tabella 1 Ogurtsov et al. [2002, Long-cicli periodo dell’attività soli registrati in diretta di dati solari e deleghe, Solar Phys. 211, 371-394]. 211, 371-394].

Questi cicli sono responsabili per i piccoli periodi di Ice Age che si sono visti nel clima durante l’ultimo millennio. L’ultima piccola età del ghiaccio sulla Terra si è verificata durante il minimo solare di Dalton durato da circa il 1790 al 1830.
Nella seconda figura: cicli solari 1, 2, 3 e 4 sono confrontati con i cicli solari 20, 21, 22 e 23. Le due sequenze sono separate da circa 210 anni. La figura suggerisce un motivo ripetuto. Vi è un aumento durante i cicli di 1, 2 e 3, seguito da un calo nel ciclo 4 che si ripete per i cicli 20, 21, 22 e 23.Anche la lunghezza del cicl 4 corrisponde quasi alla lunghezza del ciclo 23, che è di circa 13 anni. Se si ripete il ciclo solare bi-secolare ci si dovrebbe attendere un nuovo minimo solare della durata di alcuni decenni.
Questo nuovo ciclo di bassa attività solare può indurre un ulteriore raffreddamento del clima durante la prima metà del 21 ° secolo.

SAND-RIO

  1. autobas
    9 aprile 2010 alle 04:13

    Se davvero sarà così sono proprio curioso di vedere con quale faccia lo annunceranno i cosidetti scienziati del GW. Certamente diranno che lo avevano ampiamente previsto, erano gli altri che avevano capito ceci per fagioli. E troveranno schiere di giornalisti babbei che li incenseranno in ogni televisione della terra

  2. 9 aprile 2010 alle 07:16

    Io non vorrei fare il bastian contrario … ma guardate i grafici dell’ attività solare degli ultimi 60 anni e confrontateli con quelli degli anni precedenti a quelli del minimo di dalton … sono totalmente diversi e quindi dubito che si avranno effetti considerevoli a breve termine … forse tra dieci anni si vedrà qualcosa !
    Sarebbe interessante invece monitorare le variazioni dei raggi cosmici che raggiungono la terra e dati sulla costante solare …

  3. bora71
    9 aprile 2010 alle 09:04

    peccato che non lo sapremo mai perche’ continueranno a taroccare i dati e la gente del mondo non si accorgera’ mai del raffreddamento globale..

  4. bari87
    9 aprile 2010 alle 09:47

    ti riferisci al primo grafico giusto?

    beh osservando attentamente si denota un andamento simile al periodo del minimo di dalton solo che l’attività degli ultimi 60-70 anni è durata di più…nel pre-dalton l’attività intensa durò 40-50 anni

    altra cosa particolare, è che c’è stato un periodo stabile e normale di quasi 100 anni tra il 1850 e il 1950

    così diverso l’andamento non è…sono diversi i tempi…questo si

  5. darkman79
    9 aprile 2010 alle 10:43

    Bora ti sei mai chiesto come mai i mass media e gli scienziati accademici prendono e divulgano subito con toni apocalittici solo i dati che fà comodo a loro ? sono mesi che parlano del non inverno groenlandese e dello scioglimento dei ghiacci di quella banchisa ma non dicono che tutto il resto del polo nord e polo sud si stà congelando più di prima………nei telegiornali appena esce qualche bollettino che dice IL CLIMA SI STA SURRISCALDANDO i GHIACCIAI SI STANNO SCIOGLIENDO subito si affrettano a divulgare tramite le TV che è ancora attualmente lo strumento di informazione piu’ seguito ed utilizzato dalla massa, non tutti c’hanno internet e non tutti quelli che hanno internet visitano siti come questo mentre tutti bene o male accendono la tv la sera per guardare il TG.

  6. Pietro
    9 aprile 2010 alle 10:48

    La soddisfazione sarà vedere che non si parlerà più di riscaldamento globale con tutte le catastrofi connesse.

  7. andrew
    9 aprile 2010 alle 10:53

    Intanto il solar flux scende a 75.3 qando mi darete ragione?🙂

    Aspetto ancora una risposta del post dell’articolo precedente🙂

  8. adri63
    9 aprile 2010 alle 11:17

    io la faccenda la vedo come te, qualcosa di grosso bolle in pentola, e si manifesterà anche prima delle previsioni

  9. 9 aprile 2010 alle 11:59

    Joseph D´Aleo nel suo nuovo lavoro (cercheró di farci un articolo…) studiando e correlando tra loro i cicli ENSO, l´indice AO e la PDO con i cicli solari attuali e passati, suggerisce che nel nostro futuro ci sará un grande minimo.
    Questo il grafico finale:

  10. ice2020
    9 aprile 2010 alle 12:01

    Andrew, io vorrei darti ragione, ma al momento è impossibile dire che tu l’abbia…e direi alquanto azzardato…insomma saremmo in un maunder, con la nn inversione dei poli del sole!Tecnicamente è impossibile che sia già successo, il ciclo 24 è partito da poco ancora, bisogna aspettare…e poi guarda che i parziali del SN aggiornati a ieri, dicono che sono più alti sia di marzo che di febbraio…anche se il solar flux va controcorrente…

  11. 9 aprile 2010 alle 12:26

    Hai ragione Simon,ma la questione fondamentale è proprio capire quando è partito il ciclo!!!!!!!

  12. ice2020
    9 aprile 2010 alle 12:39

    Dai dati ufficiali dicembre 2008…

  13. bora71
    9 aprile 2010 alle 12:51

    x darkman79
    per carita’ io non do’ mai ascolto ai mass media o ai telegiornali..
    dicono quello che vogliono..devono fare notizia il piu’ possibile..
    sia nel bene sia nel male..sia quando fa troppo caldo sia quando fa troppo freddo..
    pero’ cerco di ascoltare gli scienziati..che dedicano una vita per studiare questa scienza molto complicata..
    cerco di ascoltare tutti sapendo pero’ che nessuno ha la verita’ in tasca..

  14. 9 aprile 2010 alle 13:19

    Certe cose la dicono lunga sulla politica del clima.
    Oggi é stato lanciato il satellite Cryosat 2 che ci si aspetta misuri la spessore dei ghiacci artici…. ma nel sito web dell´ESA si legge questo:

    For some years now, satellites such as ESA’s Envisat have been mapping the extent of ice cover. As stated in the Climate Change 2007 Synthesis Report by the Intergovernmental Panel on Climate Change, “Satellite data since 1978 show that annual average Arctic sea-ice extent has shrunk by 2.7% per decade.” However, this is only part of the picture.

    Cioé il satellite dovrá misurare la diminuzione dello spessore dei ghiacci artici…. come se questa dimunzione é un dato di fatto inconfutabile; e se non c`é diminuzione? Lo si inventa!!!

  15. andrew
    9 aprile 2010 alle 13:45

    Simon non guardare i singoli numeri sono pompati e lo sai meglio di me io non li guardo più guardo le regioni attive la dimensione delle macchie e la frequenza delle stesse e ti posso dire che da gennaio febbraio sono in consistente calo, l’area anche è in diminuzione, forza magnetica, x ray mi sembra tutto in diminuzione se non fossimo in procinto di un grande allineamento planetario ti darei ragione ma sappiamo tutti cosa successe nel 1650 anno più anno meno; non sono assolutamente sicuro però se nei prossimi mesi il solar flux non si assesterà stabilmente sopra gli 85-90 e le macchie non aumenteranno area e frequenza di apparizione portandoci piano piano ai numeri previsti dai geni nasa e noaa non avrò più dubbi da qui in poi o si sale o ci aspetterà davvero un super minimo

  16. bora71
    9 aprile 2010 alle 14:06

    anche Joe Bastardi prevede un’ estate calduccia..

    “”Durante l’estate 2010, il centro dell’anticiclone subtropicale dovrebbe posizionarsi a W dell’Italia, con una forte depressione stazionaria nei pressi della Scandinavia nordorientale. Ciò dovrebbe favorire un’estate più calda della norma a W dell’asse immaginario Copenhagen-Atene (quindi Italia inclusa) ma non così calda come sarà invece ancora più a W, ovviamente rispetto alle medie.”

  17. bora71
    9 aprile 2010 alle 14:13

    Abbasso le mucche: riscaldano il pianeta

    un anno fa il rapporto sullo stato del clima del pianeta da parte dell’IPCC ( Intergovernmental Panel

    Climate Change) metteva in evidenza come le flatulenze delle mucche (le scoregge.. per intenderci!)

    siano colpevoli del 18% di tutti i gas serra emessi annualmente nell’atmosfera dalle attività umane.

    E si sa che il metano è il principale responsabile, dopo la CO2, dell’incremento dell’effetto serra.

    Addirittura per lo stesso motivo in Australia alcuni benpensanti avevano suggerito di abbattere un po’…

    di canguri!

    Questa ridicola colpevolizzazione delle mucche mi ha lasciato un po’ perplesso perché ritengo che la

    popolazione degli animali da allevamento non sia aumentata molto rispetto a un secolo fa quando, è

    vero, vi erano meno bovini, ma probabilmente vi erano molti più ovini, cavalli. Basta pensare che prima

    dell’introduzione del bestiame, milioni e milioni di bufali popolavano le Grandi Pianure dell’America.

    Erano così fitti che non si riusciva a vedere dove il branco iniziava e dove finiva. Però la notazione

    dell’IPCC è stata subito strumentalizzata da alcune lobby ambientalistiche con il motto “meno più

    carne e più verdure!”

    Per di più una recente ricerca dell’Università California-Davis, oltre a contestare l’affermazione

    dell’IPCC secondo cui la riduzione del consumo di carne e di prodotti caseari ridurrebbe il

    riscaldamento globale, mette in evidenza come il produrre meno carne e latte vuole dire più fame nei
    paesi in via di sviluppo.

    © Mario Giuliacci

  18. Nintendo
    9 aprile 2010 alle 14:27

    pagherei per avere un’estate come quella del 1976, magari avesse ragione.

  19. 9 aprile 2010 alle 14:45

    io ti do super ragione!!!!ciao!!!!ieri su you tube ho visto un video sul minimo di mounder!penso la lingua ia sud americana,ma si cpisce bene!se vuoi vederlo vai su you tube e scrivi minimo di mounder,clicca sul primo video(anche quello interessante in italiano)poi ti appariranno gli altri!

  20. 9 aprile 2010 alle 14:54

    Ecco qualche info sulla costante solare … http://www.ingegneriadelsole.it/costante_solare.htm e a questo punto sarebbe il caso di chiamarla “variabile” solare … stavo cercando dei dati ma la cosa che non sapevo é che la variazione stagionale fosse così ampia !!

  21. 9 aprile 2010 alle 15:17

    Il riscaldamento globale osservato sulla Terra non è causato dai gas serra idi origine umana, ma soprattutto dalla alta intensità della radiazione solare durante l’intero secolo passato. La diminuzione della temperatura globale che é gia iniziata, basta vedere “l´impossibile” incremento dei ghiacci artici e antartici di questi ultimi anni malgrado che le emissioni di CO2 non siano cessati, avrà luogo anche se le emissioni antropiche di CO 2 raggiungeranno livelli record per il futuro.
    La riduzione della TSI continuerá per qiasi tutto il secolo con una riduzione delle temperature globali di 1,5°C. circa con una riduzione massima della TSI che si avrá nel 2042.

  22. giorgio
    9 aprile 2010 alle 16:22

    Signori mei.penso sia giunto il momento di mettere giu qualche paletto.Ebbene dati come l”arretramento dell”ITCZ e aumento dei ghiacci polari, sono dati che vanno in direzione di un GC.Queste sono certezze sulle quali no si puo opinare se no vuol dire che si puo dire tutto il contrario di tutto.Ora se questi fenomeni proseguiranno abbiamo la certezza che si stanno gettando le basi per un futuro raffreddamento.Se poi le temperature scenderanno tra 1 o 2 o 5 o10 anni questo sara tutto da verificare.Pero l”autlook e” quello di un bilancio termico in perdita.

  23. ice2020
    9 aprile 2010 alle 16:51

    Quoto!

  24. ice2020
    9 aprile 2010 alle 16:51

    E bravo bora! 😉

  25. ice2020
    9 aprile 2010 alle 16:58

    La data del 2042 come picco di minima attività solare lo dicono anche gli studiosi russi…qui su nia feci un articolo tempo fa..

    Situazione davvero interessante…io credo che il ciclo 24 sia solo l’apripista a qello che ci attende dopo con i successivi cicli!

    simon

  26. Fabio2
    9 aprile 2010 alle 17:00

    Solar flux: per la prima volta dallo scorso settembre, il trend del solar flux su 3 mesi non è chiaramente crescente (pur considerando che il grafico riguarda il solar flux misurato e non quello effettivo).
    Certo, 3 mesi sono pochini, ma la pausa che il Sole si sta prendendo si allunga. Vediamo se resta un breve riposino, oppure se assomiglia di più ad una bella dormita.
    http://www.solarcycle24.com

  27. ice2020
    9 aprile 2010 alle 17:01

    Intanto il noaa mette 11 per oggi, mentre il sidc 7.

    da domani saremo spotless per il L’&N’s count, e se quella macchietta sparisse entro la notte anche per il sidc!

  28. 9 aprile 2010 alle 17:01

    Si hai ragione Simon ufficialmente il 24 parte nel dicembre 2008…ma sai meglio di me che la questione è più complessa di quanto ci vogliono far credere…se dessimo retta a tutto ciò che di ufficiale esce,allora non staremmo quì a discutere ogni giorno sui dati pompati e su altre mille questioni…ci accontenteremmo della previsione NOAA relativa al massimo nel 2013 e tanti saluti…io invece sono sempre più convinto che qualcosa di grosso bolle in pentola…basta guardare la latitudine delle AR che non è assolutamente quella che si addice ad un ciclo ripartito da poco più di un anno…e poi il solar flux,forse l’indice meno forviante,è calato molto e da un bel pò si è attestato su valori troppo bassi rispetto a quelli avuti in febbraio..tu stesso a dicembre avevi affermato che il ciclo stava abortendo…bè per me ci sono molti più indizi adesso per affermarlo!!!!

  29. ice2020
    9 aprile 2010 alle 17:06

    A dicembre lo affermai perchè ancora il sole nn aveva dato i cenni di risveglio che ha poi dato a gennaio e soprattutto a febbraio, soprattutto con la scomparsa quasi asolutadei giorni spotless…

    Io nn dico che nn sia possibile che il ciclo 24 possa abortire, dico olo che per questa evenienza bisogna ancora attendere i prossimi mesi, come ha anche più volte affermato lo stesso Ale…

  30. giorgio
    9 aprile 2010 alle 17:14

    Simon penso che Ale se la stia ridendo da solo….monitoriamo monitoriamo,ma intanto ogni giorno che passa…mi fermo qua perche non ho molta competenza in questo campo.

  31. paolog
    9 aprile 2010 alle 17:15

    E’ da un po che vi leggo con piacere. Complimenti per il forum. Dalle mie parti (Trento) c’è un proverbio che dice: “marzo voglia o non si voglia vuol veder foglia”. Si intende che in ogni caso, bello o brutto tempo, caldo o freddo, entro marzo la natura si risveglia. Quest’anno solo in questi ultimi giorni (in aprile) si è vista qualche foglia germogliata. Ieri parlando con un contadino mi diceva che l’avvio della primavera è in ritardo di almeno due settimane. Basta guardare i grafici di rilevazione dei pollini nell’aria per rendersi conto del ritardo.
    Paolo.

  32. 9 aprile 2010 alle 17:18

    Simon credo sia il caso di ripostare quell´articolo che dicevi sulle previsioni dei fisici solari russi relativo al minimo solare nel 2042 e ad un prossimo futuro climatico/solare assimilabile al Maunder … anche perché le loro previsioni connesse al calo della TSI sulla ripresa dei ghiacci artici dal 2008 e per gli anni seguenti si stanno effettivamente verificando.
    Anche l´articolo sopra é un derivato dalle tesi di Abdumassatov e della scuola di fisica solare russa.

  33. 9 aprile 2010 alle 17:23

    Su questo sono pienamente d’accordo con te e la mia non voleva assolutamente essere una critica…ricordo molto bene quei giorni di grande fermento perchè avevo da poco approcciato a questo tema,e le tue affermazioni mi avevano molto entusiasmato….semplicemente non capisco se sei completamente convinto nella ripartenza del ciclo nel 2008…da come mi hai risposto oggi mi era sembrato di si…sono convinto inoltre che quando Ale nel dicembre scorso ci diceva che i successivi mesi sarebbero stati decisivi si augurava esattamente la situazione che si sta realizzando….ovviamente come tutti io faccio solo ipotesi,e la mia è che questo ciclo ha già dato il meglio di sè……..

  34. 9 aprile 2010 alle 17:29

    Mi hai letto nel pensiero Giorgio….Ale se la sta facendo sotto dalle risate…

  35. ice2020
    9 aprile 2010 alle 17:33

    Il fatto che il ciclo sia riparito da dicembre 2008 è solo un concetto di “facciata”, nel senso che per convenzione ogli ciclo riparte con la data della fine del minimo solare tramite il calcolo dell’SSN.

    Di fatto però questo ciclo è anomalo, e questo nessuno lo può mettere in dubbio…sn anch’io convinto che il ciclo 24 abbia già camminato più di quanto vogliono farci credere e che il massimo nn sarà nel 2013…ma da qui ad affermareche il ciclo stia abortendo oggi come oggi, nn me la sento.

    Di certo è un evenienza che nn escluo, ma come detto prima, bisogna ancora attendere…

    Per Giorgio: sn convinto anch’io che Ale se la stia ridendo, nn dimentichiamoci che è lui la “guida spitituale” di questo Blog, è lui che per primo ha lanciato in tempi nn sopsetti la possibilità che un “deep solar minimum” stile maunder possa ripetersi anche stavolta…

    Attendiamo ragazzi, viviamo in tempi interessanti…

    Simon

  36. ice2020
    9 aprile 2010 alle 17:35

    E dato che se la sta ridendo, Ale se ci sei batti un colpo!!! 😉

  37. 9 aprile 2010 alle 17:42

    Almeno ci fai ridere a tutti….

  38. ice2020
    9 aprile 2010 alle 18:07

    Ragazzi quest’articolo che ho presentato la scorsa estte fa paura riguado le previsioni dei fisici solari russi a cui lo stesso Ale spesso rimanda:

    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/06/26/sveliamo-qui-i-retroscena-della-previsione-dei-futuri-cicli-solari-dello-scienziato-solare-russo-abdussamatov/

  39. 9 aprile 2010 alle 18:18

    Ottimo SIMON! E anche la seconda parte con i riflessi climatici previsti!
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/10/13/il-sole-sta-andando-incontro-ad-un-nuovo-minimo-di-maunder-ed-il-pianeta-verso-una-lunga-fase-di-global-cooling/

    E anche questo:
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/02/03/il-minimo-di-gleissberg/

    Simon mi sono accorto con piacere che NIA é meglio di una enciclopedia sulle ricerche solari e sui riflessi climatici!!

  40. andrea b
    9 aprile 2010 alle 18:49

    Secondo me parlare di aborto del ciclo 24 è ancora troppo prematuro.
    Dice bene Simon dobbiamo monitorare soprattutto il solar flux e aggiungerei la disposizione dei CHS rispetto ai conteggi delle macchie solari spesso lasciati a libera interpretazione degli osservatori.

  41. ice2020
    9 aprile 2010 alle 18:56

    Ehhh, e molto dipende anche da tutti voi… 🙂

  42. 9 aprile 2010 alle 19:24

    mi tenete poi aggiornato sul perielio del 4 luglio?come procede?ciao e un grazie in anticipo!!!!

  43. giorgio
    9 aprile 2010 alle 19:31

    C”e un vero e proprio automatismo tra l”aumento del solar wind dei giorni scorsi e il calo del flusso di raggi cosmici http://www.persicetometeo.com/public/popup/cosmic_rays.htm

  44. andrew
    9 aprile 2010 alle 20:27

    Ragazzi come si può pretendere un’inversione magnetica del Sole con uno dei due emisferi che da segni bassissimi o nulli di attività ???????????

  45. 9 aprile 2010 alle 21:07

    Puó avvenire una inversione solo di un emisfero… come é accaduto durante il Maunder.

  46. andrew
    9 aprile 2010 alle 22:03

    ecco quello e quello che succederà salvo ribaltoni inattesi🙂

  47. ice2020
    9 aprile 2010 alle 22:27

    Media flusso solare al 9/4 a 77.44…notevole discrepanza finora tra il solar flux ed il SN in questo mese di aprile…ennesima prova che i dati sn pompati, soprattutto in proporzione quelli del sidc stavolta e che la legge di L&P prende sempre più vigore!

    Simon

  48. Davide M.
    10 aprile 2010 alle 02:07

    Ciao a tutti,
    è un bel pò che non lascio commenti quì su NIA ma vi seguo sempre con passione. Volevo solo segnalarvi che dall’ultima immagine del video del lasco C2 si vede ben chiara un striscia brillante in avvicinamento velocissimo al sole nella parte in basso a sinistra. A me sembra proprio una cometa che si stà per schiantare sul sole come è successo un pò di settimane fà. Vediamo che succede nelle prossime ore.
    Ciao a tutti, alle prossime

  49. Davide M.
    10 aprile 2010 alle 02:14

    Visto che mi trovo volevo avvisare l’amico Simon di non mettersi le mani nei capelli come ha fatto l’ultima volta che nelle sue statistiche del sito ha trovato commenti rilasciati con IP delle Filippine.
    Sono sempre io😀😀
    Scherzi a parte, ragazzi scrivo poco quì su NIA perchè ho molte cose da fare ultimamente….tra due mesi parto di nuovo nelle Filippine…..ho deciso finalmente di fare il grande passo. Basta con interminabili ore di chat e basta con i viaggi da 16 ore di volo.
    MI SPOSO!!!

  50. andrea b
    10 aprile 2010 alle 02:33

    congratulazioni🙂

  51. bari87
    10 aprile 2010 alle 09:47

    flusso solare a 76 oggi!…non si puiò ancora dire spotless day giusto?la 1061 resiste!

  52. ice2020
    10 aprile 2010 alle 12:10

    Congratulazioni!

    Simon

  53. ice2020
    10 aprile 2010 alle 12:11

    Per il L&N’s cunt si però

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: