Home > Ghiacci Artici, Indici Teleconnettivi > Ghiacci Marini Artici – Situazione Marzo 2010

Ghiacci Marini Artici – Situazione Marzo 2010

10 aprile 2010

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

 

Area:

 

Trend Anomalia Estensione:

 

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 0.2milioni di kmq di estensione in meno e la stessa area.

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 0.8milioni di kmq di estensione in meno e 0.3 in meno di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 1milione di kmq di estensione in meno e 0.2 in più di area.

 

L’AO molto negativo ha fatto si che la concentrazione dei ghiacci fosse elevata anche nelle zone più basse di latitudine, e tutto questo fa sperare in una buona prestazione estiva.

Aprile sarà fondamentale per capire la buona saluta dei ghiacci artici.

Intanto questa è la situazione aggiornata a ieri:

FABIO

  1. andrea b
    10 aprile 2010 alle 02:47

    🙂 fantastico il grassetto su “0.2 in più di area” quando hai descritto la situazione rispetto a trentanni fa.🙂

    Un AO negativo anche durante l’estate aiuterebbe i ghiacci marini a non disperdersi a sud vero?

    Speriamo che il ghiaccio regga bene fino a settembre e sarebbe un tassello in più che è il sole a farla da padrone nei cambiamenti climatici (con un quarto anno di aumento dei ghiacci in concomitanza di un forte minimo solare).

  2. carmelo
    10 aprile 2010 alle 08:01

    scusate, ma non si diceva che un’ AO così negativa da spappolare ripetutamente il VP avrebbe dovuto contrastare la crescita dei ghiacci marini, ma nonostante ciò questi sono aumentati ugualmente grazie alla modifica subita dalle correnti marine e dai venti, modifica dovuta con buona probabilità al minimo solare?? o forse non ho capito una cippa?

  3. Nintendo
    10 aprile 2010 alle 08:10

    l’AO negativo in inverno ostacola la crescita dei ghiacci nella zona canadese e lo favorisce in quella europea, mentre è quasi del tutto ininfluente per la zona siberia-alaska

    questo in inverno.

    in estate un AO negativo distruggerebbe tutto il ghiaccio, per cui dobbiamo sperare che resti neutro come nel mese appena passato.

  4. carmelo
    10 aprile 2010 alle 08:35

    grazie mille, Fabio! comunque sto notando, purtroppo, che la linea rossa del grafico sta imboccando una picchiata terrificante. in un solo giorno si sono persi 80 mila kmq, un po’ troppi secondo me. speriamo che questa discesa si attenui nei prossimi giorni.

  5. Nintendo
    10 aprile 2010 alle 08:38

    conta poco adesso, veramente poco.
    quello che conta è il massimo e il minimo stagionale.
    come puoi ben vedere, l’ano scorso ad aprile era in gran forma, poi sembrava che dovesse far peggio del 2007 ed invece c’ha fregato tutti.

  6. bora71
    10 aprile 2010 alle 11:23

    aspettiamo agosto e settembre..non significa nulla adesso..

  7. 10 aprile 2010 alle 12:07

    La natura sembra voler smentire i catastrofisti!

  8. ice2020
    10 aprile 2010 alle 12:14

    vorrà anch dir poco, sn d’accordo cn te, ma ti ricordo che i ghiacci artici dovevano sparire completamente entro pochi anni, ed invece…

  9. luca
    10 aprile 2010 alle 12:19

    andando ot, pare che oggi il sole sia pulito, forse una micro macchietta in alto sul meridiano centrale piu’ o meno, riposo dopo le fatiche di marzo e inizio aprile?

  10. ice2020
    10 aprile 2010 alle 12:23

    Oggi nn è spotless nè per il noaa nè per il sidc, ma lo è per il nostro conteggio!

    Quindi lo sarebbe stato anche in passato!

  11. ice2020
  12. ice2020
    10 aprile 2010 alle 12:55

    Andrea-b, il tuo articolo è pronto?

  13. apuano70
    10 aprile 2010 alle 13:09

    Oggi no, ma domani……

    Bruno

  14. andrea b
    10 aprile 2010 alle 14:08

    pensavo di si credi che debba aggiungerci qualcosa?
    Mandami pure una mail

  15. giorgio
    10 aprile 2010 alle 14:11

    XCarmelo.Una perdita di 80milakmq in un giorno non signigica nulla e non e” neppure eccessiva.Io ad esempio ci lavoro sopra una settimana per l”altra poiche domani potrebbe anche crescere o perdere pochissmo.Ancora meglio sarebbe fare come Fabio che fa bilanci mensili.Restiamo comunque sui massimi del decennio e siamo ancora sopra i 14 mln di kmq e se l”AO girera il positivo il piu presto possibile ci sono ottime prospetive per l”estate.6 mln di kmq per meta settembre sarebbe un ottimo risultato, che significherebbe un”inversione di tendenza vera.

  16. bora71
    10 aprile 2010 alle 15:01

    Simon per chiarezza..
    i ghiacci secondo i catastrofisti devono sparire entro il 2030 e alcuni addirittura entro il 2100
    e si parla di agosto e settembre ..eh..
    http://www.blogeko.it/2009/dal-2030-artico-senza-ghiacci-in-estate-e-entro-dieci-anni-la-banchisa-sara-ridotta-a-un-relitto/
    http://www.scienze.tv/node/4464
    Con questo non voglio dire che credo a quello che dicono..ma e’ giusto dire la verita’..nessuno ha detto che devono sparire adesso..
    ciao

  17. bora71
    10 aprile 2010 alle 15:02

    si parla entro il 2100
    http://www.scienze.tv/node/4464

  18. 10 aprile 2010 alle 15:07

    Peccato che si tratti di un articolo del MARZO 2009!!!!! Quando questi catastrofisti talebani avevano ancora qualche giornale idiota e qualche lettore idiota che li ascoltava come se fossero i predicatori di qualche chiesa evangelica!!!

  19. ice2020
    10 aprile 2010 alle 15:25

    L’ha detto Al Gore, premio Nobel per la pace in merito alla sua lotta contro il GW e capo spirituale dell’IPCC!

    Saluti

  20. ice2020
    10 aprile 2010 alle 15:26

    E a proposito di ghiacci artici, leggete anche qui:

    http://wattsupwiththat.com/2010/04/08/arctic-sea-ice-reports-who-to-believe/

  21. 10 aprile 2010 alle 15:34

    Per voler fare una critica ai critici dell´aumento dei ghiacci della calotta nord polare, possiamo dire che la CO2 non ha mai avuto il potere di sciogliere i ghiacci che possono essere sciolti invece da un aumento della temperatura delle correnti oceaniche e la CO2 non aumenta la temperatura degli oceani che invece subiscono l´aumento della TSI del Sole!. I ghiacci artici in media si sciolgono da milleni una volta ogni 100 anni circa e la CO2 c´entra come i cavoli a merenda nelle glaciazioni.
    Le correnti marine sciolgono i ghiacci perché l´acqua calda, per una legge fisica che i serristi sconoscono, va in superficie. I ghiacci artici si sciolgono sempre e sempre si scioglieranno in estate ma a causa del SOLE e non della CO2!
    L´aria ha un bassissimo potere termico e quindi di ENERGIA che invece possiedono le grandi masse oceaniche.

  22. ice2020
    10 aprile 2010 alle 16:07

    Ok va bene Andrea…lo pubblico la prossima settimana…

    Simon

  23. ice2020
    10 aprile 2010 alle 16:08

    Ottimo ragionamento…e torniamo sempre punto a capo…

    è il sole la principale fonte di energia per la Terra, altrochè costante solare!!!

  24. 10 aprile 2010 alle 17:12

    Al Gore appoggiandosi alle tesi di uno scienziato aveva affermato che nei mesi estivi la calotta artica sarebbe scomparsa entro 5-7 anni….ma quest’ultimo appena ha visto le brutte ha smentito tutto…. http://www.ok-ambiente.com/2009/12/16/gore-rischio-che-artico-sparica-in-5-7-anni-ma-maslowki-nega/

  25. 10 aprile 2010 alle 17:16

    Della serie come ti trucco le temperature!!
    In antartide ci sono 27 stazioni meteo GHCN, ma per determinare la temperatura di tutto il continente é stata scelta 1 dico UNA sola stazione!
    Chi mi dice perché sono state eliminate le altre 26 stazioni meteo della GHCN ed é stata scelta solo 1 per dare le temperature antartiche NON VINCE NULLA!!
    Queste le 27 stazioni GHCN

    Quella cerchiata in rosso é la stazione scelta:

    E questo il grid delle variazioni di temperature misurate negli ultimi decenni nei vari luoghi dell´antartico:

    Si sceglie la stazione che ha mostrato storicamente il piú elevato grado di riscaldamento!!!

  26. giorgio
    10 aprile 2010 alle 17:17

    Il sole agisce in diversi modi sul clima.Bisogna vedere quale dei tanti e il piu influente.Io ho una visione che va un po controcorrente.Il mio ragionamento e” questo.la differenza di irradiazione tra una fase di minimo e una di massimo e solo dello 0,1%.quindi praticamente quasi nulla.Il fattore determinante dal mio punto di vista e” il solar wind.Quando il vento solare e” molto basso (come in questi anni)abbiamo un maggiore flusso di raggi cosmici provenienti dallo spazio.Questi favoriscono la condenzazione e l”aumento della nuvolosita,che significa maggior albedo.Inoltre come conseguenza alla condenzazione abbiamo anche una riduzione del tasso di umidita nell”aria il che significa maggiore dispersione di calore nello spazio.

  27. 10 aprile 2010 alle 17:22

    Grande Sand…..

  28. ice2020
    10 aprile 2010 alle 17:39

    Certo, ci avrei scmmesso!

    Si è scelta la temp nella penisola antartica che effettivamente è l’unica porzione di antartico che è più calda!!!

    Vergogna!

  29. ice2020
    10 aprile 2010 alle 17:42

    E’ la teroia di Svensmark questa caro Giorgio, che sarà presto analizzata al cern per vedere la sua veridicità…

    ne abbiamo parlato più volte anche qui…basta che sulla casella “cerca” del blog inserisci Svensmark e ti appare fuori…

    Ciao

  30. Nintendo(FABIO)
    10 aprile 2010 alle 17:43

    Vado OT
    ho cambiato il nick, così non ci saranno più errori

  31. giorgio
    10 aprile 2010 alle 17:43

    Tra un po si cambiera anche il conteggio dei SSN. questo sara il nuvo metodo.Ad ogni AR anche la piu piccola 10(anche senza macchie)Le AR con un”area superiore a 250 daranno 20 SSN (anche senza macchie) +2 per ogni macchia al suo nterno.Per AR con area superiore a 350 30SSN+ 3 SSN per ogni macchia al suo interno.Quota fissa di 30 SSN giornalieri compresi giorni di spotless.fattore di correzione 3.giusto per tornare al Maunder,penso che cosa potra tornare a crescere il ciclo

  32. ice2020
    10 aprile 2010 alle 17:45

    Io e Fabio stiamo discutendo sull’idea di aprire una nuova pagina del blog sul conteggio delle macchie solari giorno per giorno!

    Non se ne può più di questi conteggi, la continuità col passato deve essere preservata, e purtroppo il Sidc nn è pù il garante di tale continuità!

  33. apuano70
    10 aprile 2010 alle 17:55

    Grande Simon, fammi ‘sto regalo per il mio compleanno…..
    (son 40 domani!!!!)
    Bruno

  34. 10 aprile 2010 alle 17:58

    Buon compleanno brutto vecchiaccio scettico!!🙂

  35. bari87
    10 aprile 2010 alle 18:05

    simon non sarebbe male avere un forum classico con le sezioni sai?…facendo sezioni in base all’argomento…sezione ghiacci polari, sezione sul sole, sezione sulla temperatura globale, eccetera eccetera…è solo un umile consiglio😉

    avete visto l’aggiormento del continuum della 16??..sole completamente pulito!😀

  36. giorgio
    10 aprile 2010 alle 18:18

    AUGURI Speriamo davvero che una volta per tutte che almeno qui su NIA si facciano i conteggi giusti come dovrebbero fare tutti.cosi che si possa mantenere una continuita con il passato.

  37. apuano70
    10 aprile 2010 alle 18:26

    Grazie ragazzi!
    E se il “regalo me lo facesse il sole, magari con una nuova serie spotless?
    Bruno

  38. ice2020
    10 aprile 2010 alle 18:42

    Ci stiamo pensando!

    Auguri anche da parte mia bruno! 😉

    simon

  39. 10 aprile 2010 alle 18:44

    Purtroppo c’è il pixel bruciato, al NOAA sono capaci di contare anche quello…

  40. Sylar
    10 aprile 2010 alle 19:09

    Scusate ma come fanno a vedere 11 macchie??? http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

  41. 10 aprile 2010 alle 19:13

    Augurissimi!!!io spero di più che qualche giorno,io spero che con l’avvicinarsi del 4 luglio le andremo in una quiete profondissima!!!

  42. andrew
    10 aprile 2010 alle 19:14

    Grande idea Simon ci avevo pensato anch’io all’epoca di contare solo le macchie effettive senza aggiungere numeri strani cioè contare solo le regioni attive ad esempio 1 regione una macchia ma che presenti ovviamente una macchia al suo interno tipo oggi sunspot di 1 perchè c’è una regione con una macchia, leviamo sto benedetto fattore 10 che complica solo le cose e viene anche a scompigliare tutti i confronti col passato io penso che una volta non si facesse così tipo la regione 1061 sunspot pari a uno nei giorni scorsi c’era anche la 1060 sunspot giornaliero pari a 2 perchè c’erano due regioni con macchie.
    Non credete che sia un ottimo metodo di calcolo che rispecchia anche il confronto col passato?

  43. andrew
    10 aprile 2010 alle 19:17

    Comunque il sole dalle 16 di oggi è ufficialmente tornato a essere spotless

  44. 10 aprile 2010 alle 19:21

    Hanno contato la regione 1061 che nel continuum delle 8 aveva ancora delle macchiettine che poi sono scomparse in quello delle 16.
    Poi naturalmente hanno gonfiato il conteggio…

  45. ice2020
    10 aprile 2010 alle 19:46

    Dobbiamo ancora studiare che metodo usare.

    se sapessimo che fattore di correzione usano al sidc sarebbe meglio…ad esempio se una macchia prend il numero col L&N’s count, con la formula di wof e quindi per il noaa il SN è 11, mentre per il sidc è 7…ma se ci sn 2 macchie, 3 o 4, nn sappiamo che numero il sidc dà…

    ci manca il fattore di correzione…studieremo un pò il da farsi.

    Ciao

  46. 10 aprile 2010 alle 20:49

    Bonsoir à tous , bonsoir Simon et Ale !!
    Mon ami Xavier vient de me donner ce lien sur le SOLEIL !!
    Regardez !!! ….. GENIAL !!
    http://psc.suijs.info/sc24predict1.htm

    Bonne soirée ,
    Christal ,

  47. ice2020
    10 aprile 2010 alle 20:55

    Very interesting Christal, thank you!

    Simon

  48. 10 aprile 2010 alle 21:06

    Merci Christal… et voilá le “Recinto di Carrington”

    The area where most sunspots were born in the past 2 years (click to enlarge). La zona in cui sono nate la maggior parte delle macchie solari negli ultimi 2 anni.
    L`80% delle macchie del ciclo 24 sono nate in questo settore.
    http://psc.suijs.info/news1.htm

  49. bari87
    10 aprile 2010 alle 21:25

    FLUSSO SOLARE ALLE ORE 19.43 A 75!!!

  50. Michele
    10 aprile 2010 alle 21:33

    Scusate ragazzi..ma mi sembra di aver sentito che ALE ..
    sta scrivendo uno dei suoi articoli….
    Cosa mi dite in merito..?
    Verrà pubblicato a breve ?

  51. ice2020
    10 aprile 2010 alle 21:41

    nn me l’ha ancra mandato…

    work in progress e spero presto…

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: