Home > Ciclo 24, CONOSCENZE BASE SOLE, Minimo di Eddy, Misteri del Sole > La tempesta geomagnetica del 5-6 Aprile 2010: analisi di un evento e correlazioni col Solar Maximum!

La tempesta geomagnetica del 5-6 Aprile 2010: analisi di un evento e correlazioni col Solar Maximum!

14 aprile 2010

Tutti noi appassionati di Sole che seguiamo NIA da tempo abbiamo assistito nei giorni scorsi ad un evento estremamente spettacolare una Solar Storm di classe G3 (ricordo che le classi vanno da G1 = lieve a G5 = SEVERA) con il Kp Index che è schizzato a quota 7 e l’Ap index che si è fermato poco dopo quota 60, 64 per la precisione! Analizziamo quali sono state le cause che hanno generato questo evento e vediamo di fare chiarezza su alcuni punti:
in data 2 Aprile la AR 1059 rilascia un Flare di classe B 7, un evento di assai moderata entità rispetto ad altri eventi X-Ray anche recenti come l’M 8.3 generato il 12-Febbraio 2010, questo brillamento ha rilasciato simultaneamente una Full-Halo CME che non appena lasciata la fotosfera si è incanalata nel cavo d’onda generato dal buco coronale CH 398 che, come mostra la figura, si estendeva in modo transequatoriale congiungendo il Polo Nord del Sole con il Polo Sud.

La particolarità di questa enorme CHs è quella di avere accelerato la CME alla ragguardevole velocità di oltre 800 Km/sec, di seguito i grafici che mostrano le principali osservabili fisiche mappate durante l’evento.

Notiamo subito una cosa importante:

al mostruoso incremento di velocità del vento solare non è mai stata associata una onda d’urto in termini di conteggio protonico, mi spiego, il numero di protoni per centimetro cubo NON HA MAI SUPERATO IL VALORE DI 10 DURANTE TUTTO L’EVENTO! In particolare la pressione del vento solare non ha mai superato il valore di 1 nP!!!

Dunque come classificare l’evento appena vissuto e come inquadrarlo con lo stato attuale del ciclo solare???

Di seguito propongo una serie di grafici di eventi associati al SC23 con tanto di immagine al continuum:

6 Aprile 2000:

 

 

 MARZO-APRILE 2001: La parola alla mostruosa AR 9393

 

 

 Analizziamo in particolare l’evento Solar-Storm di tipo G3 generato dalla immensa AR9393 il 21 marzo 2001, si possono notare le seguenti cose:
L’evento appena visto ora vede una maggiore impennata della velocità del solar wind mentre non ci sono paragoni sullo “spessore” del medesimo, si può notare come nel 2001 il conteggio dei protoni schizzò letteralmente in corrispondenza dell’evento:

 

Mentre quello appena vissuto non ha più di un tanto alterato (anzi, non lo ha alterato per nulla!) il numero di protoni ad alta energia!

Quello che si può tranquillamente affermare è che la tempesta geomagnetica di classe G3 appena vissuta deve tutto o quasi all’imponente velocità del flusso di vento solare in entrata, velocità che non è stata di certo ottenuta dalla CME, infatti anche le più violente CME non hanno mai fatto superare il valore di 550-650 Km/sec, a mio avviso il motore principale di questa G3-Storm è stata la CHs398 che ha permesso al cavo d’onda della CME di viaggiare a 800 Km/sec, un po come fanno i surfisti che cavalcano una imponente onda oceanica!!!
Ma ora viene il bello!!! Streamers così imponenti raramente si trovano in zona transequatoriale o meglio, in un lavoro stilato dal Gruppo del Prof. K.I. Nikolskaya (Institute of Terrestrial Magnetism, Ionosphere and Radio Wave Propagation, Troitsk of Moscow Region, 198504, Russia), gli autori mettono in luce come il proseguo di un ciclo solare può essere seguito attraverso l’inclinazione degli streamers individuabili con LASCO C2 e C3, qui riporto due coronarografie LASCO-C2 nuda del 2000 (MAX-SC23) e l’altra di Marzo 2010!!!

Quindi volendo schematizzare il processo fisico che porta ad una configurazione del genere ci si può rifare allo schema proposto dal Prof. Nikolskaya:

E’ molto probabile che nei giorni immediatamente antecedenti al 5 Aprile 2010 la Terra si sia trovata proprio nel cono del vento solare ad alta velocità (800 Km/sec ne sono la prova!), velocità che per definizione non può essere generata da una CME, ma da una CHs avente particolari caratteristiche magnetiche: è uno dei poli magnetici del Sole in migrazione verso l’altro emisfero!
Nello schema del Prof. Nikolskaya si vede come il GMF stellare in una situazione poloidale tende a posizionarsi in modo tale da avere i due emisferi magnetici inclinati di 90° rispetto agli emisferi geografici, questo è l’assetto tipico di un GMF che sta approcciando il Solar-MAX, assetto per altro anche immortalato dal sistema Russo di monitoraggio del GMF Stellare:

Che dire ragazzi, queste immagini parlano più di ogni altra cosa e sono quantomai fondamentali anche alla luce di un continuo disaggiornamento del sito USA Solis che oramai ha problemi da più di 5 mesi e non aggiorna lo stato del GMF Stellare!
Ancora una volta però è indispensabile aspettare, avere pazienza e cercare di cogliere ogni segnale che il Sole ci invia!!!

Fonti:

http://solis.nso.edu/vsm/vsm_maps.php
http://bdm.iszf.irk.ru/
http://umtof.umd.edu/pm/FIGS.HTML
http://www.spaceweather.com/archive.php?view=1&day=04&month=04&year=2001
http://www.spaceweather.com/archive.php?month=03&day=21&year=2001&view=view

ALE

  1. andrea b
    14 aprile 2010 alle 04:45

    wow🙂

  2. autobas
    14 aprile 2010 alle 04:55

    Formidabile articolo, e adesso che è chiaro e lampante che il massimo è come Annibale alle porte aspettiamoci un silenzio sdegnoso e totale da parte degli aficionados Gw.

  3. 14 aprile 2010 alle 06:02

    Complimenti Ale…Siamo quasi nel massimo solare allora..aspettiamo ma se tanto mi da tanto io vorrei solo sentire tra qualche mese i poveri autori e sostenitori che lo vedevano addirittura nel 2013…Se avete ragione siete da nobel!

  4. sbergonz
    14 aprile 2010 alle 07:19

    Sbalorditivo…

  5. agrimensore g
    14 aprile 2010 alle 08:19

    Nessun commento: solo complimenti per il lavoro di Ale!!!

  6. Nitopi
    14 aprile 2010 alle 08:26

    Quindi… secondo le figure , quando la linea neutra del dipolo solare va da Nord a Sud … siamo al massimo (= in pasaggio da un minimo ad un altro) , quando e’ “parallela all’equatore” , siamo in minimo….

    Mi viene in mente un’idea folle…(cosi’ , istintivamente…) Non e’ che le posizioni di “minimo” sono quelle stabili e che la nostra stellona si sta approcciando all’equilibrio dopo una qualche perturbazione? (tipo .. pendolo che si ferma…)
    Ciao
    Luca

  7. giorgio
    14 aprile 2010 alle 08:45

    Che dire Ale se non che i segnali di approccio al max sono inequivocabili.Non ci resta che attendere…intanto complimenti!

  8. GIANFRANCO
    14 aprile 2010 alle 09:20

    Complimenti per l’articolo.
    Ale, fra quanto stimi il max? Quello che pensi comporterà un minimo in stile Maunder o Dalton?
    Grazie

  9. ALE
    14 aprile 2010 alle 09:44

    X Nitopi:
    La struttura dipolare (Stato di minimo) è la configurazione stabile, questa viene perturbata e si porta in condizioni di pre-MAX a causa dell’attività magnetica del ciclo in corso!
    A questo punto inizia il fenomeno di reversione polare della stella (e qui siamo nel solar MAX, Hathaway docet!).
    Se qualche cosa va storto durante la delicata fase di inversione polare la stella si “inchioda” in uno stato di monopolo magnetico che può durare anche decenni = Minimo di Maunder!!!
    Staimo a vedere e pazientiamo ancora, i presupposti per l’ingresso in un minimo profondo sono buoni ma occorrono conferme!!!
    ALE

  10. 14 aprile 2010 alle 10:19

    Grande Ale,complimenti…nonostante io abbia delle buone basi in fisica,purtroppo non posso apprezzare per intero il tuo discorso vista l’elevata complessità tecnica in alcuni suoi punti…mi è chiara però la situazione nel suo complesso e devo ammettere che è molto intrigante…mi colpisce che vai a conferma di quanto io dissi non molto tempo fà,ovviamente in modo molto più rudimentale e semplicistico,ovvero che a far la differenza per il futuro della nostra stella sarà proprio l’inceppamento dovuto alla concomitanza tra il max del ciclo 24 con l’allineamento planetario che porterà alla mancata inversione dei poli magnetici…grazie a voi ho potuto poi constatare che nel 1653 avvenne la stessa cosa dando avvio al più grande minimo che noi tutti conosciamo!!!Ancora i miei complimenti Ale……

  11. Michele
    14 aprile 2010 alle 10:21
  12. bari87
    14 aprile 2010 alle 10:31

    complimenti vivissimi davvero…è bello sapere di poter contare su gente così esperta e disponibile!ben fatto e continua così

    OT: SOLE PULITO ALLE 8.38, AREA 1062 POLVERIZZATA E QUINDI OGGI E’ UN ALTRO GIORNO SPOTLESS!!

  13. bari87
    14 aprile 2010 alle 10:32

    è esploso???il vulcano temuto?

  14. Michele
    14 aprile 2010 alle 10:56

    E’ successo qualcosa in Islanda…sto cercando di capire !

    http://www.ruv.is/frett/stor-sigdaeld-umhverfis-giginn

  15. bora71
    14 aprile 2010 alle 11:15

    previsioni per Aprile

  16. Michele
    14 aprile 2010 alle 11:20

    Altre notizie…
    C’è stata una potente esplosione a Gosbólstrar in Islanda…
    Infatti quest’aticolo riporta che i fumi han raggiunto i 12-14 mila piedi.

    http://www.dv.is/frettir/2010/4/14/storfenglegir-gosbolstrar-eldgossins/

    Scusate per gli OT ma e fondamentale monitorare anche l’atività Terrestre..
    poichè inscindibile dall’attività Solare !

  17. Sylar
    14 aprile 2010 alle 11:24

    Oggi il sole sembra spotless o sbaglio??

  18. bora71
    14 aprile 2010 alle 11:42

    OT
    Secondo un recente studio condotto da numerosi centri di ricerca, tra cui il prestigioso Niels Bohr Institute di Copenaghen, entro il 2100 il livello dei mari terresti salità di circa un metro. La proiezione risulta di gran lunga più catastrofica rispetto a quella elaborata nel 2007 dall’IPCC, secondo la quale il livello degli oceani sarebbe salito di circa 40cm in 90 anni. I ricercatori nel modelizzare la previsione hanno considerato anche forcing negativo, quali minimi solari ed eruzioni vulcaniche; ebbene, secondo l’equipe di scienziati né gli uni né gli altri avrebbero un impatto tale da frenare la crescita degli oceani. Lo scenario sarebbe comuque irreversibile anche iniettando nell’atmosfera composti solforati, la cosiddetta ‘eruzione artificiale’; quest’ultima, infatti, rallenterebbe il processo al massimo per 2 decennni. Si deduce, in parole povere, che la CO2 e le sue forzanti secondarie restano e resteranno i principali artefici del nostro destino climatico. (immagine by NASA)
    A cura di Giulio Betti 3bmeteo

  19. 14 aprile 2010 alle 11:46

    Ottimo questo aggiornamento di ALE.
    Sembra che il Sole si stia preparando ad una inversione magnetica che avviene quando si giunge al max. E se il Max é a fine anno o inzio anno prox allora questi della trasposizione trans-equatoriale delle CHs sono i segnali premonitori.

  20. ice2020
    14 aprile 2010 alle 12:14

    Innanzitutto mi scuso cn Ale se nn gli ho pubblicato le altre immagini, ma il sistema wordpress ha dei limiti a volte quando in uno stesso articolo devi inserire molte immagini e già ho fatto i miracoli per inserire quelle presenti, anche se voglio rassicurare i lettori che nulla cambia per la sostanza dell’articolo che rimane inalterata!

    Premesso questo, i miei complimenti sn quasi superflui ormai, nonchè ripetitivi, è infatti una fortuna per NIA aver trovato il prezioso conributo di uno come Ale che ci dedica il suo tempo!

    Io dal mio canto sn molto convinto che il massimo nns arà nel 2013 come ci dicono noaa e nasa…la domanda è la seguente: se le cose staranno effettivamente così, quanto ci impiegheranno stavolta i 2 principali enti mondiali di forecast soalri a fare dietro front?

    Spero tanto che nn faranno come l’ultima volta, cn previsioni che cambieranno un volta al mese…al momento nn ci sn ancora le prove per affermare che abbiano torto loro e ragione noi, e ci vuole ancora del tempo…ma ogni mese che passa da ora in poi pesa come un macigno…

    Simon

  21. 14 aprile 2010 alle 12:16

    Articolo davvero magnifico.

  22. bari87
    14 aprile 2010 alle 12:45

    spotless spotless!😀

    se qualcuno ha altre notizie sul vulcano islandese si faccia avanti!

    ma è strano che nessuno ne stia parlando su altri siti o in tv!

  23. ice2020
    14 aprile 2010 alle 12:49

    Faccio notare che cn oggi siamo al 5° giorno spotless consecutivo per il nostro conteggio, mentre oggi il noaa conta ed il sidc no (anche se per quest’ultimo toccherà aspettare domani per la conferma):

    https://daltonsminima.wordpress.com/dati-sole-in-diretta/

  24. Nitopi
    14 aprile 2010 alle 14:05

    Perfetto!
    Mi attrezzo per un piccolo attracco in giardino😉

  25. Luigi Lucato
    14 aprile 2010 alle 14:12

    come sismica qualche cosa è avvenuto
    Magnitude ML 3.5
    Region ICELAND
    Date time 2010-04-14 at 10:11:41.0 UTC
    Location 64.42 N ; 17.23 W
    Depth 1 km
    http://www.emsc-csem.org/index.php?page=home&sub=gmap

  26. 14 aprile 2010 alle 14:42

    Intanto al NOAA mettono 12 anche oggi, stavolta mi sa che hanno contato per davvero il pixel bruciato!!!
    SCANDALOSI!!!!!

  27. Sylar
    14 aprile 2010 alle 14:48

    Il NOAA ne conta 12 ma io con tutto l’impegno non le vedo!?

  28. 14 aprile 2010 alle 14:48

    Per quanto riguarda l’attività della terra nella notte ci sono stati alcuni terremoti forti nella regione del Quinghai in Cina, di cui il più forte di 6.9 di richter.
    Il bilancio supera già i 400 morti:
    http://edition.cnn.com/2010/WORLD/asiapcf/04/14/china.quake/index.html
    Sull’eruzione in Islanda ho trovato che sono state evacuate 800 persone, e il vulcano è lo stesso che era eruttato qualche settimana fa:
    http://edition.cnn.com/2010/WORLD/europe/04/14/iceland.volcano.evacuation/index.html

  29. 14 aprile 2010 alle 14:52

    Ormai questi annunci hanno raggiunto il limite del ridicolo. Consiglierei Bora di evitare ancora di postare simili sciocchezze dette da idioti a piede a libero.

  30. 14 aprile 2010 alle 15:13

    Avete ragione,già dall’aggiornamento di questa mattina non si vedeva nulla…avranno contato qualche residuo della 1062 che probabilmente nelle prime ore della giornata ancora era visibile(mi sembra che ieri sera verso le 23 qualcosa ancora si c’era)..vedremo se nelle prossime ore correggeranno il dato….

  31. Nintendo(FABIO)
    14 aprile 2010 alle 15:14

    X Nitopi: per favore rispondi alla mia mail, è importante.

  32. ice2020
    14 aprile 2010 alle 15:30

    hai ragione…se al noaa una macchia è anche presente alle 2 utc enn più alla mattina, loro la contano uguale perchè usando i satellite soho se ne sbattono se è notte o meno

  33. apuano70
    14 aprile 2010 alle 15:38

    Se è per quello anche Catania conta: un bell’11 alle ore 5:50 mentre dal continum delle 6:41….. Giudicate voi!

    D’ora in avanti ho il dubbio che NOAA e SIDC conteranno anche i giorni che gli rimangono prima che gli tocchi ritrattare ….
    Bruno

  34. apuano70
    14 aprile 2010 alle 15:42

    Dimenticavo: complimenti (come sempre del resto!) al Ale per lo splendido articolo!
    Secondo me hai visto giusto fin dal principio…. ora dobbiamo solo aver pazienza, come giustamente detto!

    Bruno

  35. 14 aprile 2010 alle 15:44

    Tanto per avere una migliore continuità col passato……

  36. giorgio
    14 aprile 2010 alle 15:49

    Qualche dubbio mi viene Ale.Gli streamers sono piuttosto traversali e meno verso i poli rispetto al 2000 e non sono comparse AR con polarita prossime all”equatore sullo stile 9408 ciclo23 (tanto per fare un esempio).mentre direi che ci siamo per quanto riguarda le CHs transequatoriali.Dal mio punto di vista occorrono altri segnali per essere certi di un max o un pre max.In ogni caso alla fine non cambia il mio pensiero per quello che riguarda la sorte di questo ciclo.

  37. Fabio2
    14 aprile 2010 alle 15:50

    x Bora:

    il dubbio sorge spontaneo: perchè il livello dei mari non è salito in modo apprezzabile (un po meno di mezzo millimetro l’anno, negli ultimi 100 anni, mi risulta, confermi?) negli ultimi 50-100 anni, a dispetto della crescente attività industriale e del massimo solare ?

    Che cosa farebbe esplodere il tasso di crescita, da pochi centimetri al secolo fino ad un metro, per giunta nonostante ogni elemento frenante (eventuali eruzioni, minimi solari) ?

  38. 14 aprile 2010 alle 15:52

    Simon, io saró anche scemo come uno scienziato pro AGW, ma non sono ancora riuscito a capire a quali orari il NOAA fa le sue rilevazioni per dichiarare se é spotless o meno. Per le specole terrestri normalmente vi é un orario per la visione e a quella ora dicono cosa vedono. Ma il NOAA prende in considerazione tutte le 24 ore? Ma l´altro giorno pur in presenza di 2 sunspot non le hanno contate.
    Tu ne sai qualcosa in più? O anche tu sei all´oscuro di come funziona il NOAA come gli scienziati pro AGW sono all´oscuro di come funziona il clima?

  39. Nintendo(FABIO)
    14 aprile 2010 alle 15:56

    X Nitopi: per favore rispondi alla mia mail, è importante

    ( scusate se lo ripeto, ma non voglio rischiare che non lo legga )

  40. apuano70
    14 aprile 2010 alle 15:59

    Sandro… quelli contano come meglio gli torna…. l’11 non hanno contato subito perchè la polarità era dubbia inizialmente, poi hanno evitato di rettificare perchè, secondo me, troppo evidente il giochetto!
    Spero che il sole se ne stia buono per i prossimi 3 o 4 giorni… così vediamo cosa riescono ad inventarsi!

    Bruno

  41. ice2020
    14 aprile 2010 alle 16:01

    quando il noaa conta una regione, anche se poi le macchiette sn presenti solo per un minuto dopo la mezzanotte (quindi siamo già nel giorno dopo) loro contano…

    si quindi, considerano tutte le 24 ore, ed infatti cambiano spesso durante la giornata il loro bollettino.

  42. ice2020
    14 aprile 2010 alle 16:02

    Adesso fabio gli provo a mandargli un e-mail anch’io

  43. 14 aprile 2010 alle 16:10

    Forse é andato in giardino come ha detto:

    Perfetto!
    Mi attrezzo per un piccolo attracco in giardino😉

    dopo il solito annuncio catastrofico sull´innalzamento degli oceani che nessuno di noi potrá mai verificare per motivi di longevitá.

  44. ice2020
    14 aprile 2010 alle 16:16

    Povero Luca, anche lui vittima ei proclami catastrofisti…

    Mentre intanto però le casse dei soliti noti si rimpinguano sempre di più…

  45. giorgio
    14 aprile 2010 alle 16:28

    L”attivita solare sembra abbia imboccato la strada della discesa e non lo dico io e questo grafico che parla.Il solar flux per la terza volta consecutiva si attesta sulla soglia di supporto di 75 dopo una lenta discesa durata un mese.Sta scorrendo lineare da qualche giorno e pare vi resti ancora un po.due massimi a quota 95 (gennaio e febbraio).A marzo l”attivita e” stata piu bassa rispetto a febbraio sia mediamente che come picco massimo(92).Aprile per ora non ne vuole sapere di ripartire e se anche lo facesse molto difficilmente raggiungerebbe i livelli di marzo.Mancano segnali importanti di ripresa e tutto fa pensare ad una attivita in lento e inesorabile declino.dal grafico si puo notare come il range di oscillazione si e” abbassato e presupposto che l”attivita riparta difficilmente si superera livelli oltre 90 di SF.la prognosi e” quella di un malato grave. http://www.persicetometeo.com/public/popup/solar_activity.htm

  46. 14 aprile 2010 alle 16:45

    grandissimo articolo ale!!!!!complimenti!piano piano qualcosa nella mia ignoranza sto imparando!!!!

  47. 14 aprile 2010 alle 16:46

    Giusto Giorgio,e sottolineo LENTA e GRADUALE discesa…sono queste le caratteristica che rendono importante questo fenomeno,dandogli le sembianze di una tendenza…vedremo se il futuro vorrà confermarla….

  48. 14 aprile 2010 alle 16:47

    Comincio a riprendere in considerazione l´idea che a brevissimo potremmo riavere qualche piccola serie spotless.

  49. ice2020
    14 aprile 2010 alle 16:53

    Sono curioso di vedere il dato del sola flux oggi, già a partire dalle 17…nn essendoci più macchie dovrebbe scendere sotto i 75…

  50. Sylar
    14 aprile 2010 alle 16:57

    Scusate avrei una proposta da farvi, visto che avete delle limitazioni usando wordpress perchè non registrate un dominio e trasferite tutto??

  51. Michele
    14 aprile 2010 alle 16:58

    X andrea b

    Quali sono i giorni della settimana della scienzaa Faenza ??

    Grazie

  52. apuano70
    14 aprile 2010 alle 17:02

    Quoto ogni parola che hai scritto!

    Bruno

  53. 14 aprile 2010 alle 17:02

    Se non fosse per quelle “stupide” AR che si formano proprio in corrispondenza della mediana del sole,le serie spottless sarebbero iniziate da tempo…negli ultimi tempi,al di fuori di pochissime AR che hanno mostrato di avere una buona coalescenza(tra l’altro queste poche sono quelle apparse con latitudini più basse segno inequivocabile che il ciclo è avanzato),abbiamo avuto solo queste insignificanti regioni….non dimentichiamoci che se in questo periodo(da dicembre ad oggi) la terra avesse avuto una posizione diversa rispetto al recinto staremmo a discutere un ciclo diverso!!!

  54. Nintendo(FABIO)
    14 aprile 2010 alle 17:08

    X Nitopi: per favore rispondi alla mia mail, è importante!

    ( scusate se lo ripeto, ma non voglio rischiare che non lo legga )

  55. ice2020
    14 aprile 2010 alle 17:10

    Gli ho mandato anch’io l’email, ma nn mi ha ancora risposto…inizio a pensare che abbia davvero inziato a fare i lavori in giardino… 🙂

  56. 14 aprile 2010 alle 17:12

    OT. Meteoweb ormai collabora con 3b meteo da tempo

    Questo è il mio aggiornamento, occhio agli indci e alla NAO….

    http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_cgifunction=form&_layout=sezioni&keyval=sezioni.sezioni_id=5656

  57. 14 aprile 2010 alle 18:35

    Bonsoir à tous ,
    Ale fait un excellent travail ….. D.Hathaway semble dépassé ….
    L’activité solaire semble partir vers le déclin , la confirmation de l’action de l’alignement planétaire qui se met en place à la mi-2010 ….
    Activité sismique forte en corrélation avec les taches solaires :
    http://www.jupitersdance.com/
    Félicitations Ale !!
    Bonne soirée ,
    Christal ,

  58. andrea b
  59. Sylar
    14 aprile 2010 alle 19:34
  60. giorgio
    14 aprile 2010 alle 19:43

    X Sand e Bruno : se avremo alcuni giorni di spotless vuol dire che romperemo pure il supporto di SF 75 che ha retto fino ad ora.Sotto questo livello dal mio punto di vista si va dritti all”abortoCredo che qualche cenno di vita la stella lo dara ancora,anche se molto debole.Entro maggio si dovrebbe chiudere definitivamente il sipario.Resteranno solo poche e piccole faculee con regione prossime all”equatore.Piccole AR che sono nate nel ciclo passato e si manifestano solo ora.

  61. ALE
    14 aprile 2010 alle 19:57

    Grazie a tutti Voi x i complimeti….
    Pazienza è la parola d’ordine d’ora in avanti!!!!
    ALE

  62. Michele
    14 aprile 2010 alle 20:02

    Grazie Andrea

  63. giorgio
    14 aprile 2010 alle 20:13

    Te li meriti tutti alessandro.

  64. ice2020
    14 aprile 2010 alle 20:52

    Nel Behind c’è un 89% che la vecchia 1057 abbia ancora delle macchie…la latitudine è data a 15.66 (cliccare su details per vederla):

    http://gong.nso.edu/data/farside/

  65. Michele
    14 aprile 2010 alle 20:54

    Mi sbaglio oppure è uscito il primo aggiornamento sull’ITCZ !!

    E siamo già ancora più a Sud !

  66. ice2020
    14 aprile 2010 alle 20:57

    nn ti sbagli!

    Sarà felice il nostro Giorgio! 😉

  67. giorgio
    14 aprile 2010 alle 21:00

    tutto come previsione .si parte da 200km piu a sud.Un chiaro segnale di AGW.Sono le emissioni di co2.Ciao Michele grazie per la conferma

  68. andrea b
    14 aprile 2010 alle 21:00

    No no sbagli è uscito
    During the period from April 1-10,2010, the mean western portion of the ITF was approximated at 10.3N and experienced a moderate lag compared to the mean climatological ITF position at 11.5N for early April. The western portion of the ITF is also more southerly than the same dekad of 2009 when the ITF was around 11.0N. The eastern portion of the ITF also experienced a slight lag during the last dekad, with an anomalous latitudinal displacement of -0.5 degrees. Figure 1 shows the current position compared to normal, and the current equatorward shift of the ITF is likely due to rains and moisture being confined in the lower Gulf of Guinea region, and parts of the southern Central African Republic. It is clear that both the eastern and westen positions of the ITF are more southerly than normal, as depicted by Figures 2 and 3.

    Tradotto con google

    Durante il periodo da aprile 1-10,2010, la porzione occidentale della media ITF è stata approssimata a 10.3N e ha subito un moderato ritardo rispetto alla media climatologica posizione ITF a 11.5N per i primi di aprile. La porzione occidentale della ITF è anche più a sud rispetto alla dekad stesso del 2009 quando l’ITF è stato di circa 11.0N. La parte orientale della ITF ha conosciuto un leggero ritardo durante la dekad scorso, con uno spostamento anomalo latitudinale di -0,5 gradi. La figura 1 mostra la posizione attuale rispetto al normale, e il passaggio di corrente equatore della ITF è probabilmente dovuto a piogge e l’umidità sono confinati nella bassa regione del Golfo di Guinea, e parti del sud della Repubblica Centrafricana. E ‘chiaro che entrambe le posizioni orientali e Westen della ITF sono più a sud rispetto al normale, come rappresentato da figure 2 e 3.

    http://www.cpc.noaa.gov/products/fews/ITCZ/itcz.shtml

  69. andrea b
    14 aprile 2010 alle 21:04

    l’immagine postata da michele fa riferimento ancora al 2009
    bisogna guardare al documento pdf
    http://www.cpc.noaa.gov/products/fews/ITCZ/itcz.pdf

  70. Michele
    14 aprile 2010 alle 21:05

    Mi sà che avremo una bella estate movimentata…tra onda di calore e settimane freschine….
    risultato…fatte l’assicurazione per i vetri delle Auto !!!

  71. Michele
    14 aprile 2010 alle 21:07

    Si Andrea ma quel puntino blu (nel grafico) è la situazione ad oggi !!

  72. giorgio
    14 aprile 2010 alle 21:10

    Il messaggio e comunque recepito.siamo piu a sud.Era quello che aspettaavamo

  73. 14 aprile 2010 alle 21:19

    Questa é un´altra indubitabile prova dell´AGW. Sicuramente questa estate ci saranno temperature piú alte rispetto all´inverno, il che dimostra il riscaldamento globale parola di Pachauri il Boss dell´IPCC.

  74. Michele
    14 aprile 2010 alle 21:28

  75. 14 aprile 2010 alle 21:31

    Mi hai fatto morire dalle risate!!

  76. ice2020
    14 aprile 2010 alle 21:32

    😆😆😆

  77. ice2020
    14 aprile 2010 alle 21:40

    Intanto nn si riesce a capire come mai il solar flux oggi sia più alto dei giorni scorsi considerando il fatto che nn vi sn nè regioni attive nè macchie, e che da alcuni giorni a questa parte il dato delle ore 20 che è quello del rilevamento ufficiale è sempre il più alto della giornata, quando quello delle 17 dovrebbe essere sempre più alto di quelod elle ore 20…

    Va beh…andiamo avanti così

  78. Michele
    14 aprile 2010 alle 21:42

    Dopo una così tale magnifica giornata …..
    quale più degna conclusione che con due risate !

    Notte popolo di Nia

  79. giorgio
    14 aprile 2010 alle 21:51

    Dai Simon non e” una novita questa.sembra che scopri l”acqua calda.Prendono il massimo del giorno,il solito aggiustamento

  80. rick
    28 giugno 2010 alle 16:03


    Walbury Hill, nr Combe, Berkshire. Reported 12th June.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: