Home > Cambiamenti Climatici, Cose "divertenti", Ghiacci Artici > CALDO ECCEZIONALE NELL`ARTICO!!!

CALDO ECCEZIONALE NELL`ARTICO!!!

17 aprile 2010

L´Artico sembra si stia riscaldando. Le relazioni di pescatori, cacciatori e esploratori segnalano un cambiamento radicale delle condizioni climatiche e con temperature calde mai viste prima.
Le condizioni del ghiaccio sono eccezionali: mai si era visto tanto poco ghiaccio!
La spedizione del Dr. Hoel ha potuto navigare fino alla latitudine di 81° 29′ senza incontrare ghiaccio. È la massima latitudine nord in cui si´e potuto arrivare navigando liberamente solo con l´uso di equipaggiamento oceanografico moderno.
Vicino a questa latitudine, il Dr. Hoel ha incontrato la Corrente del Golfo molto calda, e ancora l´ha incontrata in quanto corrente di superficie sopra il parallelo 81.
È da segnalare il tempo incredibilmente caldo nell´artico norvegese. Il capitano Ingebrigtsen dice che la regione é molto cambiata da cinque anni ad ora.
Molti punti di riferimento sono cambiati al punto di essere diventati irriconoscibili. Molti ghiacciai che avanzavano sopra l´oceano sono completamente scomparsi.
Il cambiamento della temperatura sta portando anche cambiamenti nella flora e nella fauna. Molti banchi di pesci sono completamente scomparsi. Le foche sono in numero minore che l´abituale. Con la loro scomparsa, stanno apparendo altri tipi di banchi di pesci come aringhe e piccole trote.
Al suo rientro il Dr. Hoel ha riportato la localizzazione di mine di carbone fino adesso sconosciute perché fino ad adesso sempre coperte di ghiaggio.

SAND-RIO

N.B. L´articolo sopra é stato tratto da
Monthly Weather Review, del Novembre del 1922.
1922-Arctic-2

  1. Nintendo(FABIO)
    17 aprile 2010 alle 09:24

    ho pubblicato questo, ma se non dovesse andar bene toglilo pure Simon😉

  2. Andrea b
    17 aprile 2010 alle 09:27

    per un attimo pensavo di leggere una citazione di Al Gore🙂

  3. Andrea b
    17 aprile 2010 alle 09:33

    sempre sul vulcano le ultime dicono che si aumentato d’intensità
    http://www.google.com/hostednews/ap/article/ALeqM5jh7lQ-qBxQMPzPd3Iap7_s3YDBfQD9F4N5601

  4. slug
    17 aprile 2010 alle 09:38

    ma che percentuale c’è di uno scoppio del Katla ma si è risvegliato epr caso? non trovo notizie grazie a chi riesce a delucidare

  5. antartic
    17 aprile 2010 alle 09:58

    Ciao ragazzi… scusate la latitanza…non riesco a capire il senso dell’articolo!!
    il pezzo postato è datato 1922…
    ma il titolo fa riferimento ad ora?!
    forse perchè è sabato e ho fatto tardi… aiutatemi!!!

  6. Emanuele
    17 aprile 2010 alle 10:03

    PENSO CHE SIA LA CONSUETA IRONIA DI SAND… VUOLE MOSTRARCI COME CIO’ CHE VIENE DEMONIZZATO OGGI ERA ARGOMENTO DI DISCUSSIONE ANCHE 100 ANNI FA! QUANDO NON C’ERA TUTTA QUESTA ANTROPIZZAZIONE.. TUTTO E’ RELATIVO AL CONTESTO IN CUI SI VIVE SE CONFRONTATO COL PASSATO…

  7. Nitopi
    17 aprile 2010 alle 10:04

    Conoscendo Sand-Rio…. Corsi e ricorsi storici….
    Ciao
    Luca

  8. giorgio
    17 aprile 2010 alle 10:12

    L”artico e” in forte sofferenza : i ghiacci bollenti dovuti all”AGV sono al massimo della loro estensione del decennio per il periodo.quasi 13800000km e la linea del 2010 pare stia seguendo una direzione diversa dalle altre,in poche parole sta tentando di prendere le distanze….http://www.ijis.iarc.uaf.edu/en/home/seaice_extent.htm

  9. autobas
    17 aprile 2010 alle 10:13

    Adesso se ci sarà una epidemia di suicidi con lo champagne da parte di gente del Noa sappiamo a chi dare la colpa🙂

  10. giorgio
  11. Bernardo Mattiucci
    17 aprile 2010 alle 10:23

    L’articolo e’ molto interessante… perche’, anche se datato 1922 (ovvero ben 88 anni fa), ci fa capire quanto siano molto poco “solide” le basi sulle quali poggia il global warming antropogenico.
    Purtroppo il mondo dell’informazione e’ tarlato dall’ignoranza e dalla convinzione che se enti come il NOAA o la NASA o anche semplicemente l’IPCC affermano che il pianeta si sta scaldando, allora tutti devono credere che le cose stanno effettivamente cosi’… senza doversi minimamente chiedere se cio’ sia vero o meno.
    Leggendo blog come quello di Ugo Bardi, che teoricamente dovrebbe essere una persona che di queste cose se ne intende, mi viene in mente che, in realta’, la FEDE nella teoria del Global Warming venga piu’ che altro seguita per interessi di tutt’altro genere… forse soltanto per fingere di far parte di quella “elite” del mondo che pensa di sapere bene come vanno le cose.

    Questo articolo, di 88 anni fa, dimostra semplicemente che le cose NON stanno come questi signori cercano invece di farci credere…

    Ho solo una domanda da fare a Sand-rio…. Nel Novembre 2009, fin dove era possibile arrivare con le navi oceanografiche?

    Mi piacerebbe leggere altri articoli “storici”… magari anche piu’ vecchi…🙂

  12. bora71
    17 aprile 2010 alle 10:41

    scusa Bernardo..
    ma perche’ non potrebbe invece essere vero che il Pianeta si sta surriscaldando?
    se non crediamo agli scienziati.. a chi dobbiamo credere?
    agli appassionati di meteo e per lo piu’ freddofili??
    i ghiacciai si stanno sciogliendo…l ho visto con i miei occhi..se non e’ una prova questa..

  13. giorgio
    17 aprile 2010 alle 11:11

    I tuoi occhi Bora 71 sono rimasti bloccati 3 anni fa. Aggiornati un po

  14. 17 aprile 2010 alle 11:12

    Cliccando su artic 2 potrete leggere la relazione per intero.
    Nel 1922 non esisteva l´AGW ma i ghiacci si scioglievano lo stesso!
    Tanto per dimostrare ancora una volta, se ce fosse ancora bisogno, che il clima cambia, é sempre cambiato e sempre cambierá.
    Il mondo statico, senza stagioni e senza manifestazioni del pianeta Terra é una utopia di qualche povero illuso.

  15. giorgio
    17 aprile 2010 alle 11:34

    Sand riesci a scoprire se solo il NOAA pubblica i dati sull”ITCZ?Ciao Giorgio

  16. Pablito
    17 aprile 2010 alle 11:36

    A gennaio avevo tradotto un articolo di World Climate Report che diceva proprio quello che hai appena postato Sand!
    L’avevo messo qui: http://www.salviamoci2012.eu/Lezionesulcomportamentodeighiacciai.htm
    In particolare la questione del ritiro periodico dei ghiacciai era interessante come veniva trattata nel lavoro del geologo indiano Ravinder Kumar Chaujar

  17. bora71
    17 aprile 2010 alle 11:51

    Giorgio vieni a farti un giretto con me sulle Dolomiti questa estate..
    ti aspetto..

    intanto..
    Marzo 2010 rovente a livello globale, battuto solamente dal picco record del 2002
    http://www.meteogiornale.it/notizia/17810-1-marzo-2010-rovente-a-livello-globale-dietro-il-picco-record-del-2002

  18. bora71
    17 aprile 2010 alle 11:55

    x sand
    ma mi tocca dire sempre le solite cose uff
    nessuno nega che il clima e’ sempre cambiato e sempre cambiera’..
    ma gli scienziati non hanno avuto risposte, se non con l’AGW, sull’impennata rapida che abbiamo avuto negli ultimi anni..mai verificata in passato(cosi’ velocemente)
    ache l’IPCC parla di sole e vulcani..
    secondo me tu non hai mai letto i loro rapporti..

  19. ice2020
    17 aprile 2010 alle 12:03

    La causa di quell’impennamento così rapido anche noi abbiamo cercato di spiegartelo milioni di volte…

    1)temp prese in posti nn adatti (ed anche tu in altri lidi sostenevi questa teoria, ricordi?)

    2) trucchetti statistici nel grafico della temp per far sembrare l’aumento della temp più rapido ed evidente

    Tutte cose già dette e ridette caro bora…

  20. 17 aprile 2010 alle 12:07

    Visto che delle 18500 referenze citate nel rapporto dell´IPCC del 2007 ben 5600 non sono citazioni scientifiche ma solo citazioni di giornali, riviste e pettegolezzi, visto che una analisi indipendente ha rivelato che 21 dei 44 capitoli del relatorio ha meno del 59% di referenze peer-reviewed, e che solo 8 capitoli del rapporto hanno almeno il 90% di referenze accettate scientificamente, ti posso dire che per me la bibbia dell´IPCC é solo carta straccia e non serve nemmeno come carta igienica riciclata.

  21. ice2020
    17 aprile 2010 alle 12:07

    Mamma orsa disse a papà orso….

  22. giorgio
    17 aprile 2010 alle 12:13

    un ghiacciaio ha bisogno di almeno 10 anni per formarsi,mentre per scigliersi bastano anche solo pochi giorni caro Bora 71.un po di pazienza,stai parlando con uno che le dolomiti le conosce

  23. Nintendo(FABIO)
    17 aprile 2010 alle 12:16

    posto la mappa di reanalisi del mese di Marzo rispetto alla media 1951-80
    volevo scrivere qualcosa, ma se si confronta con il grafico della Nasa è talmente plateale che sono totalmente diversi che serve scrivere niente.

  24. 17 aprile 2010 alle 12:19

    In questo modo fai venire infarti a mezzo popolo di NIA Sand…comunque la tua capacità di fare ironia su questioni così seriose è unica!!!!sei una vera e propria volpe!!!

  25. 17 aprile 2010 alle 12:24

    @ Bora per quanto riguarda le temperature satellitari di marzo per ora ti posso dire che solo nella zona baltica i signori del GISS hanno segnato una variazione di circa 16° C. SEDICI GRADI!!! superiore a quanto rilevato dai meteorologi locali.
    Secondo il GISS a marzo in Finlandia si andava in bikini con una temperatura media di +3°C. mentre effettivamente la temperatura media misurata é stata la piú fredda da decenni con -13°C.

  26. giorgio
    17 aprile 2010 alle 12:26

    L”IPCC adesso si nascondera dietro la cortina del vulcano per giustificare tutti i suoi misfatti e imbrogli.Sono una vera e propria associazione per delinquere.e non sono i soli ,sono ben appoggiati da una buona fetta del mondo scientifico e da un grande potentato economico,che con la scusa di futuri e inimmaginabili disastri globali si arricchiscono fregandosene altamente delle sorti del pianeta.Soldi soldi tanti soldi e bella vita di lusso:limusine caviale e hotel a 5 stelle alla faccia delle emissioni!!

  27. ice2020
    17 aprile 2010 alle 12:29

    Incredibile!

    W le favole dell’Ipcc e chi ancora come un bambino piace ascoltarle…

  28. 17 aprile 2010 alle 12:37

    Secondo le tesi degli scienziati/finanziari l´aumento della CO2 avrebbe portato ad un aumento proporzionale della temperatura. Siccome da 10 anni le temperature globali EFFETTIVE non aumentano malgrado l´aumento della CO2, mi domando: CHI HA RUBATO IL CALORE MANCANTE?
    Spielberg potrebbe farci un bel film dal titolo:
    INDIANA JONES E IL CALORE SCOMPARSO

  29. giorgio
    17 aprile 2010 alle 12:49

    Bora 71

  30. Emanuele
    17 aprile 2010 alle 13:00

    BORA TE L’HO GIA’ DETTO… SE GLI STESSI FENOMENI DELL’IPCC HANNO DETTO CHE DAL 1995 AD OGGI LA T NON HA SUBITO SIGNIFICATIVI INCREMENTI, TU CHE CREDI A LORO COSA NE DEDUCI?
    CHE NEGLI ULTIMI 15 ANNI NON C’E’ STATO ALCUN GW, O SBAGLIO?
    CMQ BASTA GUARDARSI INTORNO:
    I POLI SONO LI’ E L’ARTICO E’ IN PERFETTA MEDIA TRENTENNALE
    I GHIACCIAI ALPINI SI SONO ESTESI E RITIRATI CICLICAMENTE SENZA EMISSIONI ANTROPICHE
    HA FATTO CALDO E FREDDO A CICLI IN CORRISPONDENZA DI BASSA E ALTA ATTIVITA’ SOLARE
    QUANTO IL RISCALDAMENTO RECENTE SIA STATO REPENTINO E’ TUTTO DA DIMOSTRARE DATO CHE CHI HA RILEVATO LE T HA AMMESSO, DOPO ESSERE STATO SPUTT… DI AVER MENTITO.
    INFINE NESSUNO NEGA CHE CI SIA STATO UN AUMENTO MEDIO DI T GLOBALE NEL 20 SECOLO MA NESSUNO HA ANCORA DIMOSTRATO CHE SIA DI ORIGINE ANTROPICA MENTRE E’ UN DATO DI FATTO L’ECCEZIONALE ATTIVITA’ SOLARE DELLA SECONDA META’ DEL SUDDETTO SECOLO.
    A ME SINCERAMENTE BASTANO QUESTI POCHI CONCETTI X NON BERMI LE CAZZATE DI AL GORE E SOCI IN AFFARI CHE PENSANO DI LAVARCI IL CERVELLO X INDURCI A NUOVI STILI DI CONSUMI, QUANDO, INVECE, DOVREMMO CAMBIARE STILI DI VITA, IMPARANDO A UTILIZZARE LE ENERGIE RINNOVABILI, A NON INQUINARE ETCC…
    INVECE ABBIAMO DEI PARASSITI AL GOVERNO CHE, MENTRE IN GERMANIA CI SI SVILUPPA, QUI SI TIRA FUORI IL NUCLEARE X ARRICCHIRE GLI AMICI DEGLI AMICI.

  31. ice2020
    17 aprile 2010 alle 13:00
  32. giorgio
    17 aprile 2010 alle 13:12

    Quando viene il freddo anche il caldo si va a nascondere.altrimenti si ammala

  33. ice2020
    17 aprile 2010 alle 13:14

    Parlando momentaneamente di sole, siamo all’8° giorno spotless per il L&N’s count e se domani confermano siamo al 4° per il Sidc…

    Incredibile!

  34. giorgio
    17 aprile 2010 alle 13:18
  35. Nintendo(FABIO)
    17 aprile 2010 alle 13:20

    sto iniziando a fare i conteggi dei mesi del 2010 con ieri sono all’8° giorno di fila io, con oggi sarebbero 9.

  36. darkman79
    17 aprile 2010 alle 13:25

    mi sa che sto ciclo abortira’ con buona pace del noaa, poi ci spiegheranno forse cosa hanno contato e come hanno fatto il loro lavoro in questi mesi/anni.

  37. 17 aprile 2010 alle 14:22

    La corrente del golfo è sempre più ubriaca ora sembra che arrivata all’altezza del canada ritorni a sud sempre sul lato americano.
    http://polar.ncep.noaa.gov/ofs/viewer.shtml?-natl-cur-0-small-rundate=latest

  38. D@ve
    17 aprile 2010 alle 14:38

    Ma se le temperature non aumentano perché i ghiacciai (dolomiti) si sciolgono ? È possibile che lo scioglimento dipenda da qualcos’altro? Microonde?
    Oppure l’aumento è disomogeneo?

  39. Nintendo(FABIO)
    17 aprile 2010 alle 14:42

    la temperatura non indica la quantità di calore di un sistema.
    poi, le temperature sono stabili dal 1998-2000 circa, ma se sono cmq abbastanza alte da superare il punto di fusione del ghiaccio continuerebbe a sciogliersi.
    poi ci sono anche gli effetti locali, basta pensare che il perito moreno sta avanzando.

  40. 17 aprile 2010 alle 14:57

    I ghiacciai di tutto il mondo sono in fase di scioglimento dal 1850. Anzi la curva che mostra lo scioglimento in questi ultimi anni ha diminuito la sua fase ascensionale ed é possibile entro alcuni anni che inizino ad aumentare grazie alla nuova fase di raffreddamento globale che é giá iniziata e che potrebbe durare alcuni decenni. Con buona pace degli amanti dei ghiacciai alpini che finalmente potranno vederli pieni di ghiaccio.

  41. 17 aprile 2010 alle 15:00
  42. 17 aprile 2010 alle 15:13

    Intanto dal NOAA 0 anche per oggi…le regioni che hanno voltato nel lato visibile non sembrano avere macchie al loro interne,e quelle che stanno per voltare perdono visibilmente vigore….la serie spotless continua!!!!

  43. 17 aprile 2010 alle 15:16

    Il timore e la fase delicata sará tra un paio di giorni quando queste aree magnetiche entreranno nel recinto.

  44. 17 aprile 2010 alle 15:20

    Se accadrà saranno le solite macchie insignificanti “usa e getta”,che di certo non porteranno aprile a superare marzo!!!quindi alla fine non sarebbe una tragedia….

  45. 17 aprile 2010 alle 15:34

    Anche a gennaio-febbraio le AR che voltavano nel lato visibile non contenevano macchie(o quasi),ma la differenza è che ora il recinto è molto più stretto e le AR non riescono a svilupparsi bene….è quello che realmente sta accadendo,ed il solar flux che è forse l’indice più indicativo per giudicare l’andamento del ciclo,ne risente assai….

  46. apuano70
    17 aprile 2010 alle 15:49

    In tutta sincerità, da perfetto ignorante quale sono, mi sembra piuttosto che, per effetto della maggior velocità della terra rispetto a Giove e Saturno, stiamo entrando in una zona dove l’influenza del recinto dovrebbe essere relegata ai margini rispetto al disco solare visibile, ovvero se di macchie si tratta le dovremmo ritrovare con più probabilità nelle due estremità est e ovest del sole, mentre si dovrebbe avere minore attività nella zona centrale del disco…..
    Vedi anche l’articolo di Ale:
    https://daltonsminima.wordpress.com/2010/03/01/cosa-si-intende-per-recinto-di-carrington/

    Bruno

  47. apuano70
    17 aprile 2010 alle 15:51
  48. 17 aprile 2010 alle 15:53

    Incredibile ragazzi 8° giorno spotless è davvero una mini serie fenomenale..Ma ci pensate se si arrivasse a 15 o magari i fatitici 20 giorni? Impossibile vero?

  49. bora71
    17 aprile 2010 alle 16:25

    non c’e’ niente da fare..dite sempre le stesse cose..io vi rispondo e voi continuate ancora..
    vorrei rispondere a tutti ma mi trovo in difficolta’ per mancanza di tempo..siete in tanti e io da solo qui..
    che significa 10-15 anni di stasi..che il GW e’ finito??
    sui rapporti dell IPCC c’e’ scritto che alcuni fenomeni teleconnetivi o eventi come minimo solare o vulcani possono rallentare questo processo che pero’ e’ ancora ben attivo..basta guardare un grafico.

    rimetto ancora questo articolo visto che continuate a dire sempre le stesse cose..sbagliando..

    “La questione relativa al cambiamento climatico è qualcosa di complesso dove vanno tenute conto sia le forzanti naturali che quelle antropogeniche, con relativi feedbacks sia positivi che negativi. Sembra una cosa banale da dirsi, ma spesso quando si parla di GW non ci si ricorda di queste combinazioni e di questa complessità, che invece è importantissima.
    Ecco perché spesso non mi scaldo quando si discute di un possibile calo delle temperature relativo ad una combinazione teleconnettiva interessante, semplicemente perché questo è un aspetto da tenere in considerazione (insieme ovviamente ad altri aspetti). Tuttavia, va anche detto che, come mostrano alcuni scenari, l’andamento della temperatura può tranquillamente mostrare periodi di 10-20 anni con tendenza costante o in leggera diminuzione, ma mantenere lo stesso un trend di fondo compatibile con il GW. Questo perché i modelli più recenti hanno dentro di sé quei meccanismi di feedbacks”

  50. bora71
    17 aprile 2010 alle 16:31

    Ma pero’ leggete quello che scrivo..ahahah

    per Simon..
    e’ vero le stazioncine non sono affidabili..ma qui
    si parla di temperature satellitari..

    x giorgio e sand
    mi fate vedere dei dati o dei grafici (scientifici spero) dove si dimostra che i ghiacciai sono in ripresa??

    altro punto
    se non leggete i rapporti dell’ IPCC e invece preferite leggere articoli giornalistici presi su siti e giornali di cosa possiamo parlare??
    di spettacolo..non di scienza..

  51. bora71
    17 aprile 2010 alle 16:41

    sui rapporti dell’IPCC c’e’ scritto che i cambiamenti climatici ci sono sempre stati..grazie al sole.ai vulcani..e agli oceani..
    pero’ negli ultimi anni(20-30) c’e’ qualcosa che non quadra..
    troppo veloce e repentino l’aumento delle temperature globali(mai verificato in passato)
    questo POTREBBE essere causato dall’inquinamento(mai cosi’alto) dell’uomo..
    c’e’ scitto potrebbe non sicuramente..
    perche’ non potrebbe essere vero questa cosa????
    lasciamo stare le notizie catastrofiche dei giornalisti..che o capiscono male o fanno finta di non capire per aumentare gli ascolti o i lettori..
    e lasciamo stare certi personaggi..che vogliono solo attirare l’attenzione..
    ma portiamo RISPETTO per quelli onesti che lavorano ore e ore e dedicano una vita a questa scienza..

  52. giorgio
    17 aprile 2010 alle 16:43

    I rapporti dell”IPCC sono come le trasmissioni della tv iraniana.Li abbiamo letti peccato che non ne abbiano azzeccata una.Bora 71 arrenditi!!

  53. Nintendo(FABIO)
    17 aprile 2010 alle 17:02

    Bora, non sono qui a dire che sbagli a scrivere certe cose, mi da però molto fastidio vederti qui a difendere l’IPCC quando poi in altri siti fai esattamente quello che noi stiamo facendo su NIA.

    cosa c’è che non va secondo te in questo blog, perchè secondo me il tuo comportamento deve avere un significato preciso, altrimenti non saprei veramente come spiegarmelo se non un tuo piacere personale a dire il contrario di quello che scrivono gli altri.

  54. 17 aprile 2010 alle 17:07

    Ormai non rispondo più a Bora dato che non fa altro che prendere le nostre risposte per inserirle in altri blog.
    L´ultimo esempio ieri qui su un blog del Dr Ugo Bardi, che prima di parlare dovrebbe almeno dirci quali sono le fonti scientifiche da cui tira i suoi dati perché se no le sue parole valgono come il rapporto dell´IPCC cioé NULLA.

    Questo il sito:
    http://ugobardi.blogspot.com/2010/04/il-vulcano-islandese-quali-effetti-sul.html

    In cui é intervenuto il Sig Bora prendendo spunto da un mio intervento di ieri.

    bora71 ha detto…

    una delle piú devastanti, climaticamente parlando, eruzioni islandesi si ebbe l` 8 giugno del 1783 con il vulcano Laki.
    http://go2.wordpress.com/?id=725X1342&site=daltonsminima.wordpress.com&url=http%3A%2F%2Fen.wikipedia.org%2Fwiki%2FLaki&sref=http%3A%2F%2Fdaltonsminima.wordpress.com%2F2010%2F04%2F16%2Fcorrelazione-tra-il-minimo-solare-e-violente-attivita-geofisiche%2F
    Furono emessi 14,3 Km3 di lava e gas. L´eruzione causó la morte del 50% dei bovini e la morte purtroppo del 25% della popolazione in Islanda. Le sue ceneri coprirono gran parte dell´Europa e arrivarono in Asia e Africa del nord. L`estate in Europa registró una forte discesa delle temperature e l´inverno fu uno dei piú freddi della storia. Anche la Rivoluzione francese gli é attribuita dovuta alla fame causata da perdita di raccolti e alla morte degli animali negli allevamenti causati dal forte freddo.
    http://go2.wordpress.com/?id=725X1342&site=daltonsminima.wordpress.com&url=http%3A%2F%2Fabelcovarrubias.wordpress.com%2F2009%2F08%2F05%2Flaki%2F&sref=http%3A%2F%2Fdaltonsminima.wordpress.com%2F2010%2F04%2F16%2Fcorrelazione-tra-il-minimo-solare-e-violente-attivita-geofisiche%2F
    non mi sembra che i possibili effetti siano tanto piccoli..
    17 aprile 2010 13.06

  55. Andrea b
    17 aprile 2010 alle 17:11

    x Michele e gli altri appassionati torno solo ora dall’osservatorio Sismico Bendandiano a Faenza.
    Ho fatto una visita lunga due ore e ho parlato con la direttrice del centro Paola Lagorio che è stata molto disponibile.
    Spero di otttenere presto anche il primo libro del Bendandi che avevi citato.
    Inoltre mi sono comprato a 25 euro il testo postumo di Bendandi dal titolo Le stelle soli dell’infinito a cura di Cristiano Fidani.

    x Simon Scriverò un primo pezzo sulla vita del Bendandi e sulle sue principali osservazioni/intuizioni.

  56. Bernardo Mattiucci
    17 aprile 2010 alle 17:21

    Bora,

    le temperature dei secoli scorsi, quando va bene, vengono indicate per decenni… o trentenni… quando si parla di qualche migliaio di anni fa… si parla a secoli.
    E nei secoli passati la differenza di temperatura (correggetemi se sbaglio) tra un periodo Glaciale ed uno Interglaciale, e’ stato anche di 8°C…. e localmente, in alcune zone, anche di 10-12°C.
    Oggi si parla di AGW… come unica TEORIA (ma in realta’ e’ solo una delle varie ipotesi) per spiegare questo REPENTINO aumento di temperatura… NOTEVOLE… FUORI DA OGNI SCHEMA… che pero’ ammonta ad appena 0.7°C in 50 anni.

    Secondo te… considerando che nel Medioevo la temperatura era maggiore dell’attuale… dovremmo continuare ancora a parlare di aumento della temperatura?
    Se consideri che tra il 2003 ed oggi c’e’ stata una diminuzione della temperatura di 0.2-0.3°C…. e a cuasa dell’eruzione del vulcano in islanda questa potrebbe scendere nei prossimi 2-3 anni almeno di altri 0.3 o 0.4°C, ecco che toriamo alla temperatura di 50 anni fa… in soli 10 anni.
    Che significa?
    Che la temperatura e’ aumentata di 0.7°C in 40 anni ed e’ diminuita di altrettanti 0.7°C circa in meno di 10 anni.

    E vuoi che io ACCETTI PER FEDE quello che dicono gli scienziati?
    Scienziati che continuano ad insistere sul fatto che, indipendentemente dalle condizioni meteo… ogni mese e’ il piu’ caldo del precedente?
    Ricordi? Quando quasi tutti gli stati uniti erano coperti dalla neve… quando l’europa era quasi completamente coperta di neve… e quando tutta l’asia era a temperature di molto inferiori allo zero… LORO sostenevano che erano i mesi piu’ caldi di sempre… o quasi….

    A me suona molto strano…

    ….specialmente se consideriamo che in tutto il polo nord, oltre i 70° Nord, ci saranno si e no 10 stazioni per il rilevamento termico…
    …mentre ce ne sono 2 o 3 in ogni grande citta’ del mondo.

    Poi nessuno NEGA che ci siano cambiamenti climatici… anche noi sosteniamo che e’ in corso l’ennesimo cambiamento climatico. Io dico solo che l’aumento della temperatura registrata qualche decennio fa NON E’ stato causato dalla CO2 ma dall’attivita’ solare….
    ….che per inciso, per loro, incide solo marginalmente al riscaldamento globale. Poi, beh… qualcuno dovrebbe spiegarmi perche’ di notte… quando non c’e’ il sole… le temperature si abbassano anche di parecchi gradi… visto che la CO2 aumenta comunque!

  57. giorgio
    17 aprile 2010 alle 17:57

    Ragazzi a proposito del marzo piu caldo come diceva il nostro amico Sand leggete questo articolo http://wattsupwiththat.com/2010/04/17/which-nasa-data-to-believe/#more-18572 e poi scusatemi se sono n po insistente pero qualcosa non quadra neppure nell”ITCZ

  58. ice2020
    17 aprile 2010 alle 18:24

    DElla serie il lupo perde il pelo ma nn il vizio…

  59. ice2020
    17 aprile 2010 alle 18:24

    Ottimo andrea!

  60. adri63
    17 aprile 2010 alle 18:39

    sulle dolomiti i ghiaccai d’estate non ci sono mai stati le dolomiti le ho frequentate per parecchio tempo

  61. adri63
    17 aprile 2010 alle 18:49

    ricordiamoci che i ghiacciai alpini dipendono non solo dalla temperatura ma anche dalle precipitazioni invernali . sono arretrati x in passato in inverno ci sono state poche precipitazioni

  62. adri63
    17 aprile 2010 alle 18:56

    bravo cerca di recuperare il primo libro . bisogna capire l’allineamento dei pianeti x capire l’influenza sulla terra

  63. darkman79
    17 aprile 2010 alle 18:58

    Se questa previsione si rivelera’ esatta…..altro che riapertura degli aereoporti lunedi :-O, l’italia completa verra’ coperta dalla nube.

  64. ALEX
    17 aprile 2010 alle 19:33

    Salve ho letto in generale i vostri commenti ora vorrei dire la mia al riguardo.
    Non è vero che i ghiacciai di tutto il mondo si stanno sciogliendo per il semplice fatto che se parliamo del ritiro dell’artico ciò è causato da attività vulcanica sottomarina,ma i ghiacciai della Groelandia centrale stanno crescendo mentre in quella orientale sciogliendo a causa di calde correnti subtropicali,
    L’Antartide invece si stà raffreddandoe anche qui sia la banchisa che il ghiaccio continentale sono in crescita,mentre l’unica area che mostra segni scioglimento è la penisola antartica.
    Inoltre affermare che tutti io ghiacciai montani del mondo si stanno sciogliendo anche qui è un errore per il semplice fatto che al mondo esistono più di 600.000 ghiacciai e solo alcuni mostrano segni di scioglimento altri invece stanno crescendo come quelli dell’Himalaya o in Islanda,o dietro il Mount Saint Helens,o ancora in Alaska stanno avanzando .
    Inoltre questa cosa nella quale si afferma che marzo è stato il mese più caldo o che il 2009 è stato il quinto anno più caldo mi lascia seri dubbi.
    Il clima è sempre cambiato e sempre cambierà di continuo,il riscaldamento antropico non esiste ed è una teoria che stà in piedi solo perchè permette molti finanziamenti su molti settori.
    Sono sicuro che se si togliesse la teoria del riscaldamento antropico e si studiasse ogni singolo evento attribuito a tutto ciò si scoprirebbe che ognuno avrebbe la sua causa naturale.

  65. 17 aprile 2010 alle 19:35

    Solar flux alle 18 UTC 73!!!

  66. ice2020
    17 aprile 2010 alle 19:58

    Ciao Alex, bisogna che lo spieghi a bora 71, noi lo sappiamo bene…

  67. adri63
    17 aprile 2010 alle 20:32

    una bella estensione unal’altro vulcano come questo e addio estate

  68. Stefano
    17 aprile 2010 alle 21:12

    ucci ucci sento odor di imbrogliucci…………

  69. 17 aprile 2010 alle 21:16

    grande Andrea!aspettiamo con ansia!!!

  70. Andrea b
    17 aprile 2010 alle 21:17

    se ci stiamo allontanando dal recinto dal punto in cui le macchie sono spinte a formarsi chissà….

  71. Andreabont
    17 aprile 2010 alle 21:54

    Stufo di ripetere sempre le stesso cose: sappiamo che il pianeta nell’ultimo periodo si è scaldato, ma ci sono seri dubbi che:

    – Si sia scaldato più di quanto sia già successo in passato.
    – La causa è da cercarsi alle azioni umane e alle flatulenze delle pecore e delle mucche….

    Ritorniamo alla solita cosa: GW ok, AGW proprio no!

  72. Andreabont
    17 aprile 2010 alle 21:59

    Correggo: l’AGW non ha dato risposte, ha dato una linearizzazione del comportamento della temperatura terrestre nell’intorno di pochi anni ipotizzando come variabile di ingresso nel sistema solo la quantità di co2 e come variabile di uscita solo la temperatura media.

    E’ evidente che se esci da questo intorno limitato ogni linearizzazione perde di significato!

    Nulla di più sbagliato è linearizzare il comportamento di un sistema e usare questa linearizzazione al di fuori dell’intorno nel quale è stata creata.

  73. Ivan
    17 aprile 2010 alle 22:57

    Vai! aspettiamo di saperne di più su Bendandi. Grz

  74. ice2020
    17 aprile 2010 alle 23:27

    Se sto vulcano continuerà ad eruttare come pare e se erutteranno anche altri tipo il vicino Katla, allora saranno azzi amari!

    Vorrei tanto che nn accadesse perchè sarebbe ossigeno puro per i serristi che pur di negare l’influenza del sole nel clima direbbero che il GW si è ridotto a causa delle ceneri e perderemo altri anni preziosi per far in modo che il sole venga studiato seriamente!

  75. 17 aprile 2010 alle 23:36

    Una bella animazione dell´espansione delle ceneri.

  76. 18 aprile 2010 alle 00:02

    Alcune foto assolutamente spettacolari del vulcano islandese!!






    Sono foto che mostrano una tempesta elettrica con fulmini generati dalla eruzione.
    Le foto sono state scattate da Marco Fulle nella sera del 16 aprile comprovano quello che i sensori istallati in Islanda per la misurazione di fulmini avevano giá registrato e cioé i fulmini che si stanno verificando nella zona del vulcano.

    Questa una foto del tramonto spettacolare a Liverpool

  77. ice2020
    18 aprile 2010 alle 00:16

    Bellissime!

  78. 18 aprile 2010 alle 06:04

    Che bella quella con il fulmine wow!
    Intanto ancora Sole pulito….

  79. bora71
    18 aprile 2010 alle 08:04

    beh sand io ho il coraggio di confrontarmi anche con i sostenitori del GW
    per capire e vedere cosa risondono..
    invece tu non lo fai e scrivi solo qui dove tutti ti danno ragione..
    troppo facile cosi’..
    cerca di confrontarti anche con gente che sa piu’ di te..
    vai sui blog dei serristi come faccio io..apri dei dibattiti interessanti..
    grazie..ciao

  80. bora71
    18 aprile 2010 alle 08:06

    x Nintendo
    cerco di capire ed ascoltare tutti..
    non ho certezze come voi e come loro..
    ciao

  81. bora71
    18 aprile 2010 alle 08:08

    x giorgio
    non dire le bugie..
    non li hai letti se ragioni cosi’..
    e’ evidente,,
    ciao!

  82. Ivan
    18 aprile 2010 alle 10:09

    E’ evidente che non vuoi capire …le ceneri vulcaniche sparate in atmosfera, che sono legate ad un aumento dell’attività geofisica che è molto probabilmente in stretta relazione all’attività del nostro Sole, hanno un notevole impatto sul clima. E’ più che appurato scientificamente! La co2 di impatto ne ha ben poco, il gw è solo una colossale bufala legata a interessi ed esiste solo a ridosso dei grandi centri urbani con le colate di cemento in continua espansione nell’ultimo secolo.

    Ciao

  83. volgograd
    18 aprile 2010 alle 10:39

    scusate, allora i grafici che mostrano il record dell’estensione di ghiacci negli ultimi 10 anni sono taroccati???

  84. ice2020
    18 aprile 2010 alle 11:00

    Se ti riferisci a questo

    speriamo di no, visto che è gestito da un ente indipendente.

  85. bora71
    18 aprile 2010 alle 11:30

    x ivan
    e chi ha detto che i vulcani non ifluiscono sul clima??
    io no..e nemmeno gli scienziati dell’IPCC
    a parte il professore Ugo Baldi
    tra l’altro oggi scrive..
    “Era glaciale ancora in ritardo: questo Marzo il più caldo della storia

    Sono disponibili i dati del NOAA per le temperature del Marzo 2010. Stiamo accumulando record su record – questo Marzo è stato il più caldo in assoluto da quando si fanno queste misure.
    Secondo il NOAA, la combinazione delle temperature medie delle terre emerse e degli oceani per Marzo ci da un “anomalia” (ovvero la differenza rispetto alla media del ventesimo secolo) di 0.77 gradi centigradi in più. Questo è, appunto, il Marzo più caldo mai misurato, nonché il trentaquattresimo in fila che risulta più caldo della media.
    Sulle terre emerse, questo Marzo è stato il quarto più caldo mai misurato, mentre il record assoluto vale per le temperature degli oceani. Per quanto riguarda il primo trimestre del 2010, abbiamo il quarto anno più caldo della storia da quando si fanno queste misure.
    Ulteriori dati li trovate sul sito del NOAA , comunque, dopo questo bel record (per così dire), mi piace citare quello che scriveva poco tempo fa Paolo Granzotto sul “Giornale” ovvero “qui non si scalda un bel niente”.
    A parte le battute di pessimo gusto da parte dei vari tromboni che scrivono sulla stampa, la situazione è particolarmente preoccupante in quanto questa impennata delle temperature sta avvenendo in una fase di minimo dell’attività solare che tenderebbe, invece, a portare a un certo raffreddamento. In più, c’è un effetto di raffreddamento dovuto al pulviscolo atmosferico generato dalle attività industriali. Nonostante questi effetti, tuttavia, la temperatura sale al di là di tutte le aspettative. In sostanza, si conferma ancora una volta (semmai ce ne fosse stato bisogno) che i gas serra, e in particolare il CO2, sono il fattore principale nel determinare la temperatura dell’atmosfera. Più CO2 mettiamo nell’atmosfera, più il pianeta si scalda – c’è poco da fare. (Ah…. già, ma ci sono delle email di dieci anni fa che dimostrano che è tutto falso…. sicuro!)
    http://ugobardi.blogspot.com/2010/04/era-glaciale-ancora-in-ritardo-questo.html

  86. PISANO
    18 aprile 2010 alle 11:48

    ma finiamola con queste idiozie, i ghiacciai della terra stanno aumentando da anni, l’era glaciale è alle porte, anzi il processo è già iniziato da diversi anni….

  87. ice2020
    18 aprile 2010 alle 11:48

    Questo Prof Bardi presto entrerà a far parte dell’elite dell’ipcc…daltronde capisco che le mega ville di Al Gore e compagni sn un facile specchietto per le allodole per tutti…

  88. PISANO
    18 aprile 2010 alle 11:51

    la CO2 sale, la temperatura del pianeta scende per altri motivi, solo il nostro SOLE agisce direttamente per modificarne il processo atmosferico con conseguente abbassamento della temperatura

  89. ice2020
    18 aprile 2010 alle 12:08

    Carissimo bora 71 riferisci all’esimio prof Bardi che anche se presto moriremo tutti bruciti a causa della CO2, intanto:

    https://daltonsminima.wordpress.com/2010/03/05/il-decennio-2001-2010-e-stato-il-piu-nevoso-delle-ultime-decadi/

  90. ice2020
    18 aprile 2010 alle 12:11

    E dato che ci sei rifersici anche che, come da titolo di questo post, l’artico un centinaio di anni fa era messo peggio che adesso!

  91. Ivan
    18 aprile 2010 alle 12:43

    E no Simon…ora l’artico diventerà peggio…sempre peggio🙂
    bora71…ma tu ci credi a quei dati?? va beh…tempo al tempo😉

  92. bora71
    18 aprile 2010 alle 13:05

    ma perche’ non intervenite sul blog di Baldi????
    lo devo fare solo io?
    non sarebbe importante far vedere a questo qui che molti non la pensano come lui??
    sempre con educazione e rispetto..ovvio..
    troppo comodo intervenire senmpre qui dove tutti la pensano uguale..
    ma serristi convinti ce ne sono tanti in giro..
    io mi definisco uno che vuole capire..e apprendere da tutti..ho molti dubbi e nessuna certezza..

  93. ice2020
    18 aprile 2010 alle 13:11

    Si questo lo sappiamo che tu hai molti dubbi vuoi capire e da una parte fai anche bene ad intervenire dove vuoi e porre le tue doande ed i tuoi dubbi…

    ma io personalmente nn amo intrervenire in nessun altro blog, sia pro che contro l’AGW, ho fondato NIA nn per fare le crociate contro l’AGW, ma perchè nn la penso come loro e nel mio piccolo voglio contribuire a raccontare anche l’altra faccia della medaglia spesso offuscata dai media…in sostanza a me le casciare nn piacciono caro bora…poi gli altri utenti di NI possono fare come vogliono…

    Simon

  94. slug
    18 aprile 2010 alle 17:28

    te hai visto poco del mondo si capisce da come scrivi… prendi un aereo e gira il mondo sul serio vai prendi il volo….

  95. slug
    18 aprile 2010 alle 17:38

    ma smetti ma cosa sono aumentate ma cosa dici ma bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa …. rpentine ma pare che siano aumentate di chissa quante ma cosa ridici bastaaaaaaaaaaa…. non sai cosa scrivi repentine…. praticamente si dovrebbe essere tutti costti ma che cazzate enormi basta guarda

  96. 18 aprile 2010 alle 18:23

    La storia del vulcano islandese che fanatici del CO2 stanno tentando di imputare all`AGW mi ricorda quanto detto da questi talibani dopo l´uragano Katrina.
    Poi se questa banda di manipolatori vuole la prova che stanno dicendo come al solito un “vulcano” di scemenze, non ci sono problemi.
    Tanto per cominciare le temperature in Oslanda sono state piú calde negli anni 30/40 di quanto siano ora. Come dimostrano le temperature delle stazioni di Reykjavik e Akureyri. Inoltre si dimostra come le temperature non siano aumentate negli ultimi 80 anni.
    L´Islanda si trova sopra una importantissima faglia tettonica e le eruzioni sono normalissimi avvenimenti.
    Il ghiacciaio che si trova sopra il vulcano entrato in eruzione ha una massa assolutamente ridicola di appena 77 Km2, contro gli oltre 1000 Km2 del ghiacciaio di Vatnajokull.

  97. fabste2008
    18 aprile 2010 alle 22:20

    nel mio piccolo dico solo che sia che la terra diventerà un forno sia che diventerà una palla di ghiaccio noi umani la passeremo molto male e questo lo dice la storia non l’ipcc, nessuno è eterno nemmeno noi e dobbiamo purtroppo capirlo

  98. Ops
    18 luglio 2010 alle 12:48

    adri63 :
    sulle dolomiti i ghiaccai d’estate non ci sono mai stati le dolomiti le ho frequentate per parecchio tempo

    Sulle dolomiti esistono numerosi ghiacciai, pure in forte regresso.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: