Home > Terremoti e Vulcani > The Volcano-gate

The Volcano-gate

28 aprile 2010

In queste settimane nel blog di NIA stanno girando strane voci, di fantomatici terremoti, segnalati nel Parco di Yellowstone,  nelle recenti settimane e nei mesi passati.

Nello specifico queste strane voci parlano di anomali sciami sismici,  che in un primo momento, ossia nel momento preciso in cui si verificano sembrano essere catalogati dall’ente “United States Geological Survey’s (USGS) Earthquake Hazards “e  poi come per magia (passati pochi minuti o decine di minuti) sembrano volatilizzarsi, con le loro informazioni principali e le loro referenze ed i rispettivi “link” associati.

Anche il qui presente è stato testimone di questa strana situazione verificatasi in data 20 Aprile.

Preso quindi dalla voglia di investigare e dalla ricerca della vera verità dei fatti, sopra citati ,nel Parco di Yellowstone, decido quindi di intraprendere una ricerca nel web.

Questa ricerca è durata circa un paio di giorni ed i risultati sono riportati in questo documento (circa 30 pagine corredato di varie immagini e di facile lettura) in formato “pdf” archiviato sul web al seguente link:

“Strani terremoti a Yellowstone analisi”

http://www.megaupload.com/?d=242BET8E

Vi riporto, qui di seguito, una delle tante fantomatiche segnalazioni che si è verificata ad inizio anno, per la precisione il 18 Gennaio alle ore 18:03 UTC.

Per quanto ricordo, il mese di gennaio è stato protagonista,nella fase centrale, di numerosi e strani eventi.

Prendendo spunto da questa discussione in questo  forum :

http://www.abovetopsecret.com/forum/thread535610/pg2

Troviamo annotazione scritta da un certo [edit on 18-1-2010 by loam] di un sisma avvenuto nel parco di Yellowstone nella data suddetta:

L’immagine nel mese di Gennaio era stata prelevata da questo link:

http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/recenteqsww/Quakes/uu00000461.php

Lascio a voi la curiosità di aprire “Oggi” questa pagina web.!

Opssss…!  

 
   

Allora da ricercatore andiamo a controllare che cosa è stato registrato da sismografi dell’università dello Utah. Di seguito riporto il link:

http://www.quake.utah.edu/ftp/DATA_REQUESTS/RECENT_EQS/yellowstone.list

Ancora nessuna segnalazione!Tanti piccoli terremoti ma nulla di significativo!

Attenzione però se facciamo un’ulteriore ricerca nell’archivio USGS ecco cosa troviamo:

http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/dyfi/archives.php?query=yellowstone&search=Search+Archives

Un sisma M2.5 sempre del 18 Gennaio ma alle ore 01:04:24 UTC !!

Che strano!! Dov’è andato a finire il sisma delle ore 18:03 ??

Analizziamo allora le coordinate precise di quest’ultimo evento e rappresentiamo il tutto su una carta con l’ausilio di un software di cartografia Map calibrator v2.6.

 http://www.gpstuner.com/5.4/download/

Link del sisma:

http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/dyfi/events/uu/00000322/us/index.html

In breve, la stazione YWB non è attiva!Allora analizziamo il tracciato della stazione YMR, di seguito riporto link da dove prelevare l’immagine:

http://isthisthingon.org/Yellowstone/wrapper.php?file=Uuss.YMR_SHZ_WY_01.2010011800.gif

Altra immagine che riporta l’evento registrato dalle altre stazioni della zona:

E’ facile osservare come l’evento sia stato registrato anche dalle altre stazioni un poco più lontane

YMC e YHH. Link delle stazioni : http://www.quake.utah.edu/STATION_MAP/yellowstone.htm

Sono tutte stazioni difettose??

A questo punto nascono dei leciti dubbi/sospetti ed interrogativi ?

Per quale motivo i collegamenti ai sismi con magnitudo maggiore di tre vengono rimossi precipitosamente dalle pagine web dei principali siti di monitoraggio sismico statunitense ?

E’ possibile che più centraline sismiche abbiamo rilevato in più periodi di tempo differenti e grosse anomalie ambientali di vario tipo : Vento, interferenze elettromagnetiche, animali ,lavori in cava ect..ect…..come riportato in questa pagina web:

 http://www.quake.utah.edu/helicorder/GIFs/misc/websamples.html#tele

E poi perchè i vari archivi sismici della zona redatti dai differenti enti statunitensi presentano differenti report (vedi ad esempio il mese di Gennaio) ?

La parola e il giudizio passa adesso al lettore …scegli te ….che entrino gli imputati:

I siti web dai quali ho prelevato il materiale sono i seguenti :

Un ricercatore: phee@isthisthingon.org

 http://isthisthingon.org/Yellowstone/index.php

The University of Utah Seismograph Stations (UUSS)

http://quake.utah.edu/

http://www.seis.utah.edu/

Emergency and Disaster Information Services (EDIS)
Budapest Hungary

http://hisz.rsoe.hu/alertmap/index2.php

United States Geological Survey’s (USGS) Earthquake Hazards

http://earthquake.usgs.gov/

The Plate Boundary Observatory (PBO)

http://wiggle.unavco.org/index.php

Iris

http://www.iris.edu/hq/

MICHELE

  1. autobas
    28 aprile 2010 alle 04:57

    Curiosi ‘sti americani, sempre pronti ad invocare trasparenza e democrazia e poi peggio di un vecchio mafioso degli anni ’50. Bisogna trovare il “cui prodest” e poi si capirà il perchè di questa “anomalia”. Complimenti a te, l’FBI ti fa il classico baffo🙂

  2. Pablito
    28 aprile 2010 alle 06:13

    Complimenti per l’articolo. Senza essere complottisti la cosa suona davvero di strano. Mi sono letto il file .pdf tutto d’un fiato ed è fatto benissimo. Terremo d’occhio le stazioni!

    Vado un attimo OT.
    Seguendo le stazioni che rilevano i raggi cosmici del sistema NDB mi sono accorto che la caduta dei valori avutasi dopo la ripresa dell’attività solare di dicembre 2009 continua imperterrita, nononstante lo stop nell’attività solare da fine marzo. E’ come se, nonostante non ci siano macchie, l’attività magnetica solare sia elevata e non venga persa l’azione di schermo dell’eliosfera. Però non si formano macchie.
    Non dovrebbe essere così, quando cade l’attività solare si dovrebbero alzare i valori dei raggi cosmici.
    Provate a vedere anche voi di persona sul database della NDB, qui:
    http://previ.obspm.fr/hidden3/search.php

  3. Nitopi
    28 aprile 2010 alle 07:26

    Ho dato un’occhiata, ma e’ uan cosa impercettibile, e solo su alcune stazioni (su altre si nota una salita dei valori….) .
    Il fatto e’ che le stazioni sono a terra e rilevano solo la radiazione secondaria dello sciame generato nell’alta atmosfera.

    Non e’ detto che aumentando l’energia delle particelle incidenti debba aumentare proporzionalemnte il conteggio (se aumenta il numero di particelle alla stessa energia, si, se aumenta l’energia a parità di particelle … non e’ detto e bisogna chiamare un “esperto” per sapere cosa viene generato).

    L’interazione delle particelle carche con in CM ha l’effetto di farle “spiraleggiare” e ne fa diminuire l’energia…. Oltre a concentrarle sui poli, ma quello e’ un effetto combinato con il cm terrestre

    Ciao

    Luca

    P.S.
    Interessante articolo…
    Luca

    P.P.S.
    Allora, il recinto di Carrington lo dichiariamo chiuso…. dopo che le macchie sono scappate?😉 … Le previsioni cominciano a trovare riscontro…
    Ora dovrebbe riaprirsi tra qualche mese, e apparire “dall’altra parte”….

    Ciao
    Luca

  4. EnzoDD
    28 aprile 2010 alle 07:27

    Ammesso che vogliono nascondere questi terremoti per non creare allarmismi, vorrei capire se terremoti di tale entita’ si sono sempre verificati nel parco oppure in questo ultimo periodo si sono intensificati e aumentati di intensita’?

  5. andrew
    28 aprile 2010 alle 07:45

    Bell’articoletto Michele e i dubbi sorgono spontanei e bisognerebbe fare una ricerca più approfondita tipo se in quel parco è tutto regolare o no poi volevo farvi una domanda è possibile modificare la natura di un gyeser e fontanizzarlo?

  6. Nitopi
    28 aprile 2010 alle 07:50

    Fontanizzarlo???? Cosa intendi? incapsularlo per estrarre energia?
    Ciao
    Luca

  7. Simone
    28 aprile 2010 alle 07:51

    Gran bell’articolo Michele .
    non mi ricordo più dove ma ho letto che alcune parti del Parco Nazionale di Yellowstone sono state chiuse perchè ritenute non “sicure”….
    Qualcuno di voi ha notizie in merito?
    Ciao
    Simone

  8. Fabio2
    28 aprile 2010 alle 08:00

    L’articolo di Michele è in effetti intrigante e lascia intendere che qualcosa di strano stia accadendo, intendo in termini di rimozione di eventi preoccupanti.
    Forse non vogliono allarmare i visitatori che frequentano (immagino numerosissimi) il parco.

    Sarebbe però interessante sapere da quanto tempo questi eventi (la rimozione delle scosse di magnitudo 3 ed oltre) avvengono……

  9. Fabio2
    28 aprile 2010 alle 08:08

    D’altra parte, se il vulcano si risvegliasse per davvero, non lo si potrebbe più nascondere: intendo, uno sciame sismico di intensità e frequenza crescente non potrebbe essere censurato tanto facilmente, da un certo punto in poi.

    Piccola OT: l’allarme lanciato da Boschi dell’INGV sul vulcano sottomarino Marsili pare abbia sortito l’effetto sperato, giusto ieri ho sentito ad un TG Bertolaso che annunciava finanziamenti per posizionare sonde sui vulcani sottomarini.
    Certo, volevano dei soldi e ci sono riusciti, per come semplice cittadino io un minimo di monitoraggio a ‘sti vulcani glielo farei: monitoriamo l’Etna, il Vesuvio e non quelli in mare che potrebbero fare un macello se eruttassero violentemente ??

  10. Yelloworker
    28 aprile 2010 alle 08:15

    Non c’e` nessun’anomalia: semplicemente sulle liste dell’USGS arrivano le prime stime della locazione e del magnitudo dei vari sismi. Quando escono fuori le successive correzioni, che possono accadere anche a distanza di giorni, quelli vecchi vengono rimossi dalla lista.

    Se vi serve una lista completa e sufficientemente affidabile dei terremoti successi durante quello sciame sismico la potete comunque trovare in questo archivio inserendo i dati corretti:

    http://www.ncedc.org/anss/catalog-search.html

    C’e` poi questa pagina che non nasconde nulla a riguardo, anzi sommarizza in maniera sufficientemente chiara cosa e` successo in quel periodo:

    http://volcanoes.usgs.gov/yvo/publications/2010/10swarm.php

    […] “As of April 6, 2010 a total of 2,347 earthquakes had been automatically located for the entire swarm, including 16 with a magnitude greater than 3.0; 141 with M2.0-2.9; 742 with M1.0-1.9; and 1,361 with M0.0-0.9. The largest events were a pair of earthquakes of magnitude 3.7 and 3.8 that occurred after 11 PM MST on January 20, 2010. Both events were felt throughout the park and in surrounding communities in Wyoming, Montana, and Idaho.” […]

    Aggiungo che per chi ha le conoscenze necessarie, e` possibile anche scaricare tramite IRIS i dati sismici raw per analizzarseli per conto proprio, cosa che l’INGV ed i vari osservatori vulcanici italiani non permettono assolutamente (tranne qualche stazione qua e la`, ma poca roba e niente in vicinanza a vulcani attivi o potenzialmente attivi) adducendo motivi di “sicurezza”.

  11. darkman79
    28 aprile 2010 alle 08:17

    Complimenti per l’articolo, i miei sospetti erano fondati…

  12. bora71
  13. Yelloworker
    28 aprile 2010 alle 08:32

    Per praticita` vi riporto anche una query dal sito linkato nel mio post precedente:

    http://www.ncedc.org/anss/catalog-search.html

    Your search parameters are:

    * catalog=ANSS
    * start_time=2010/01/17,00:00:00
    * end_time=2010/03/15,00:00:00
    * minimum_latitude=44.49
    * maximum_latitude=44.61
    * minimum_longitude=-111.04
    * maximum_longitude=-110.88
    * minimum_magnitude=3
    * maximum_magnitude=7
    * minimum_depth=-100
    * maximum_depth=600
    * event_type=E

    Date Time Lat Lon Depth Mag Magt Nst Gap Clo RMS SRC Event ID
    ———————————————————————————————-
    2010/01/18 18:03:14.74 44.5603 -110.9688 9.66 3.13 ML 26 86 12 0.12 WY
    2010/01/19 03:39:39.68 44.5660 -110.9692 10.23 3.35 ML 33 70 11 0.13 WY
    2010/01/19 04:42:14.56 44.5692 -110.9675 9.82 3.01 ML 32 89 11 0.12 WY
    2010/01/19 16:48:32.01 44.5655 -110.9645 6.72 3.30 ML 31 85 11 0.17 WY
    2010/01/19 21:32:31.70 44.5622 -110.9735 9.31 3.54 ML 33 44 11 0.18 WY
    2010/01/20 01:35:37.16 44.5610 -110.9683 9.89 3.20 ML 30 69 11 0.15 WY
    2010/01/20 04:41:03.49 44.5687 -110.9660 9.17 3.27 ML 27 58 11 0.12 WY
    2010/01/20 04:41:03.49 44.5687 -110.9660 9.17 3.39 ML 27 58 11 0.12 WY
    2010/01/21 06:01:50.86 44.5647 -110.9770 8.97 3.43 Mc 32 87 11 0.14 WY
    2010/01/21 06:01:50.86 44.5647 -110.9770 8.97 3.65 ML 32 87 11 0.14 WY
    2010/01/21 06:16:19.60 44.5668 -110.9683 9.65 3.70 Mc 29 86 11 0.14 WY
    2010/01/21 06:16:19.60 44.5668 -110.9683 9.65 3.77 ML 29 86 11 0.14 WY
    2010/01/22 05:38:40.53 44.5503 -110.9715 8.40 3.02 ML 29 87 12 0.15 WY
    2010/01/22 05:38:40.53 44.5503 -110.9715 8.40 3.28 ML 29 87 12 0.15 WY
    2010/01/25 06:09:46.39 44.5667 -110.9613 10.03 3.20 ML 32 85 11 0.15 WY
    2010/01/25 06:21:34.11 44.5637 -110.9603 11.00 3.06 ML 22 85 12 0.11 WY
    2010/01/25 10:27:36.79 44.5643 -110.9597 10.26 3.06 ML 29 85 11 0.12 WY
    2010/01/27 01:28:42.36 44.5642 -110.9638 9.85 3.07 ML 31 85 11 0.14 WY
    2010/01/27 19:52:16.88 44.5718 -110.9635 10.02 3.05 ML 32 69 10 0.14 WY
    2010/01/28 08:46:15.66 44.5725 -110.9725 9.66 3.19 ML 28 88 11 0.13 WY
    2010/02/03 02:31:46.88 44.5558 -110.9402 4.47 3.08 ML 31 83 10 0.15 WY

  14. nixy
    28 aprile 2010 alle 08:32

    Non vorrei essere quello che porta rogne ma il terremoto a Yellowstone lo hanno registrato vedi qui ( http://neic.usgs.gov/cgi-bin/epic/epic.cgi?SEARCHMETHOD=1&FILEFORMAT=4&SEARCHRANGE=HH&SYEAR=2010&SMONTH=01&SDAY=18&EYEAR=2010&EMONTH=01&EDAY=18&LMAG=&UMAG=&NDEP1=&NDEP2=&IO1=&IO2=&CLAT=0.0&CLON=0.0&CRAD=0.0&SUBMIT=Submit+Search ) alle ore 180314 ma lo hanno tolto dal database. Magari fanno cosi con molto dati che noi neanche sappiamo….

  15. Michele
    28 aprile 2010 alle 08:37

    In primis, grazie a tutti per i complimenti !

    Allora ….procediamo con ordine :

    @ EnzoDD
    Qui trovi una bella banca dati !
    http://isthisthingon.org/Yellowstone/hotspots.php
    C’è solo da lavorarci sopra….

    @ andrew
    Il gyeser ?? Per far spettacolo…questi americani…non mi meraviglierei…
    Aggiungo solo che in rete si trovano numerosi commenti da inserire nella
    categoria “Cospirazionismo” di emissioni di onde “Elf” per causare …bla..bla…
    Ma lasciam perdere la forza di NIA è inevece quella di riportare una giusta e corretta
    informazione scientifica !

  16. Michele
    28 aprile 2010 alle 08:57

    @ Yelloworker

    “Quando escono fuori le successive correzioni, che possono accadere anche a distanza di giorni, quelli vecchi vengono rimossi dalla lista.”

    Giorni ??? si…siiiii…
    La sera del 20 Aprile hanno postato il sisma alle 23 e 40 più o meno….
    quelli del USGS ..in prima pagina !
    Dopo 5 minuti era sparito …come per magia !!
    Anche l’utente @darkman79 si è accorto della fegatura!

    Leggiti per bene l’articolo inserito su megaupload!

    @ nixy
    Infatti il ricercatore trova !!invece….
    “Il popolo” che lancia la prima pagina dei maggiori siti di monitoraggio , non trova una bella mazza durante il mese o le settimane di monitoraggio !

  17. darkman79
    28 aprile 2010 alle 09:06

    Yelloworker con questo non fai altro che confermare due cose

    1 le scosse sono reali non sono errori o scosse fantasme

    2 vengono rimosse dal sito che ha la maggior visibilita’, quello dove la maggior parte degli americani o persone dal mondo vanno a consultare i terremoti.

  18. Yelloworker
    28 aprile 2010 alle 09:33

    @Michele:

    Possono accadere *anche* a distanza di giorni, ma la maggior parte delle volte accadono entro pochi minuti dall’immissione.

    Quanto al terremoto delle 21:49 del 2010 04 20, c’e` stato, ma assolutamente non di magnitudo 3.5. Vedendo i dati, probabilmente sara` stato di magnitudo 1.0 o meno.

    I terremoti sotto il magnitudo 1.0 vengono rimosti dalla lista USA dell’USGS.
    Quelli sotto M2.5 successi in territorio USA non appaiono nella lista WORLD sempre dell’USGS.

    Purtroppo tranne farti vedere e spiegare questa schermata non posso molto:

    Quello evidenziato e` il terremoto in questione dalla stazione PB.B207.
    La differenza fra l’onda P e quella S di circa 3 secondi mostra che si tratta di un terremoto locale avvenuto entro pochi km dal sismografo.
    “Counts” indica l’ampiezza del segnale.

    Per terremoti cosi` vicini a quella stazione, in caso di magnitudo attorno al 3.0, esso assume valori attorno alle centinaia di migliaia. Nota che per ogni unita` l’ampiezza del segnale diminuisce/aumenta di 10. Una differenza di magnitudo di 2.5 equivale invece ad una diffenza del segnale di un fattore di 250, dato che la scala del magnitudo e` logaritmica.

    Un calcolo molto spannometrico (considerato arbitariamente M3.0 = 100000) ci dice quindi che quel terremoto dovrebbe essere stato attorno a M0.5-0.7, molto piccolo dunque. Per questo il dato di M3.5 e` stato eliminato.

    Errori del genere succedono relativamente spesso dato che i sistemi di localizzazione automatica non sono perfetti, e generalmente vengono corretti subito. Piccoli errori di stima corretti manualmente invece possono accadere come detto anche a distanza di giorni.

  19. Yelloworker
    28 aprile 2010 alle 09:51

    @Darkman:

    – Dipende: a volte le scosse sono reali, ma magnitudo o locazione sono errati o parzialmente errati, altre volte non e` successo nulla tranne probabilmente qualche baco nella localizzazione automatica

    – Il secondo punto lo escludo: difficile “nascondere” un terremoto di una certa entita` non visualizzandolo in lista considerando che, parlando solo di territorio USA, ci sono centinaia di sismometri ad accesso pubblico e probabilmente decine di migliaia di persone che guardano quelli al posto delle liste USGS. Una cosa del genere non avrebbe alcun effetto positivo e sarebbe piuttosto controproducente dato che le voci, specie se fondate, girano molto velocemente su internet.

  20. GIANFRANCO
    28 aprile 2010 alle 10:06

    Qui http://www.youtube.com/user/YellowstoneAlert si dice di un ordine dato dall alto alla USGS di non diffondere i dati preoccupanti…non so se è vero perchè la fonte non è riportata.
    Boh!

  21. Andreabont
    28 aprile 2010 alle 10:27

    Io lascio il beneficio del dubbio, propendo più per la versione “correzione di dati sballati”.

    Anche perchè di solito se ci sono dati preoccupanti sono quelli che vengono sbattuti in prima pagina, vedi il riscaldamento globale… perchè questa volta dovrebbero nasconderli? E’ un comportamento troppo diverso da quello che di solito accade: i giornalisti si butterebbero a capofitto nello scoop… e non lo stanno facendo.

  22. Andreabont
    28 aprile 2010 alle 10:31

    Anche perchè ricordiamoci delle anomalie termiche di certe boe, che ne giro di pochi minuti segnavano da -30 gradi a + 30… errori di questo genere capitano nei sistemi automatici.

    Preferisco pensare che qui siano più seri, e dati così sbagliati li tolgano (al contrario quelli delle boe sono stati scandalosamente resi ufficiali)

  23. Emanuele
    28 aprile 2010 alle 11:06

    Scusate se vado fuori tema ma non vedo articoli o commenti particolari riguardo il fatto che siamo al 12 giorno spotless!
    forse che il recinto stia già lavorando con anticipo rispetto al previsto???
    inoltre il SF inchiodato a 75 di media da giorni… roba da minimo profondo

  24. ice2020
    28 aprile 2010 alle 11:11

    Non me ne intendo di geologia, l’articolo di Michele mi sembra ben articolato, ma altrettanto lo sono anche le risposte di Yelloworker.

    Per Emauele: per il Noaa con ieri siamo a 13 giorni consecutivi, e la media del solar flux mensile è 76.26, non 75.

    Stamane però sn apparse 2 macchiette già segnalate da Catania, quindi penso che oggi il Sidc conterà aspettiamo di vedere cosa farà il Noaa invece…certo che pochissima cosa!

    Simon

  25. fra
    28 aprile 2010 alle 11:19

    Girovagando qua e là per la rete si possono trovare i comunicati dell’Università dello Utah riguardo lo sciame che ha interessato Yellowstone nel mese di gennaio, il link è questo ( direttamente con la traduzione di google )
    http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&sl=en&u=http://www.seis.utah.edu/EQCENTER/PRESS/yell_press.htm&prev=/search%3Fq%3Dhttp://www.quake.utah.edu%26hl%3Dit%26client%3Dfirefox-a%26hs%3DFJ4%26rls%3Dorg.mozilla:it:official%26channel%3Ds&rurl=translate.google.it&usg=ALkJrhjE62fcq4kpJjG9lVmgWj39SSH6mw#20100203

    mentre per quanto riguarda il link ungherese, quello indica semplicementi i “lanci” automatici delle stazioni, che solo in seguito vengono verificati dai sismologi, effettivamente questo link http://hisz.rsoe.hu/alertmap/read/index.php?pageid=svolcano_index&svid=4 , ovvero la pagina che indica alcuni degli eventi nel parco, porta ben visibile la dicitura :
    Preliminary Earthquake Report
    Notice! This is a computer-generated report – this event has not reviewed by a seismologist! , e cioè che sono informazioni preliminari e generate automaticamente.
    Inoltre sulla pagina delle info dell’ EDIS si legge :
    However, these “news” cannot be considered as official and reliable information
    tradotto :
    Tuttavia, queste informazioni non possono essere considerate come ufficiali e attendibili.
    A parere mio il 20 aprile non è avvenuto alcun terremoto di Ml 3.5 a quell’ora come giustamente affermato da Yelloworker

  26. adri 63
    28 aprile 2010 alle 11:19

    @YELLOWORKER io capisco poco,scusa la mia ignoranza, ma spiegami x se uno strumento di misura da una lettura poi deve essere ricorretta?

  27. Michele
    28 aprile 2010 alle 11:20

    @ Emanuele

    E si…due paroline di ALE in serata ci vorrebbero !

    @Yelloworker

    Ottime considerazioni !
    Sicuramente possiedi maggiori conoscenze del suddetto nelle lettura dei tracciati !
    Aspetto però che anche i ricercatori dell’università dello Utah aggiornino…
    la loro “Press Releases” siamo fermi al 3 Febbario !

    http://quake.utah.edu/EQCENTER/PRESS/yell_press.htm

    E la loro lista generale …anche perchè in quest’ultima non è presente
    nel mese di gannaio alcun sisma sopra la magnitudo 1 !

  28. Michele
    28 aprile 2010 alle 11:23

    La conclusione certa è che gli sciami sismici sono presenti, valutarne poi la loro
    effettiva intensità e pericolosità ….sta agli esperti !
    Monitoriamo!
    Anche perchè da quel che ho notato quando l’attività Solare assume dei comportamenti irrequieti nei lunghi periodi di minimo…allora son dolori per la Geologia Terrestre!

    Grazie Yelloworker per i tuoi preziosi interventi .

    Leggete anche quest’interessante articolo…..
    http://www.thaindian.com/newsportal/health/magma-body-beneath-yellowstone-supervolcano-20-percent-larger-than-thought_100289037.html

    According to Smith, “It wouldn’t surprise me if the plume extends even deeper, perhaps originating from the core-mantle boundary some 1,800 miles deep.”

    Mostruoso !! Sembra direttamente collegato con il Nucleo!

  29. Yelloworker
    28 aprile 2010 alle 11:39

    @adri63: la maggior parte degli osservatori geologici sparsi in tutto il mondo usa in combinazione con i sismografi (i cui dati vengono oramai praticamente sempre ricavati digitalalmente… i “rulli di carta” sono roba del passato fra l’altro anche piu` costosa) una o piu` suite di software per il trattamento di tali dati. In questo modo oltre ad effettuare diverse operazioni di filtraggio, pulizia, ecc e` possibile anche la localizzazione ed il calcolo del magnitudo preliminari dei terremoti. Questo sistema, benche’ aiuti moltissimo da solo (localizzare a mano ogni singolo terremoto porterebbe via troppo tempo), non e` sufficiente a garantire una buona affidabilita` dei dati, e quindi ogni singolo sisma autorilevato viene analizzato da uno o piu` sismologi (nel caso di quelli piu` grandi di rilevanza nazionale o internazionale, vengono adottate piu` equipe per studiarne meglio l’origine ed i meccanismi) per verificarne l’effettiva validita` prima di essere infine archiviato.

    @Michele: le press releases sul sito della UUSS escono solo in concomitanza di eventi particolari e/o eccezionali. Lo sciame sismico di Gennaio e` terminato da un pezzo e da allora non e` successo niente di particolare rilevanza. Per informazioni aggiornate periodicamente riguardo ad esso comunque guarda questa pagina: http://volcanoes.usgs.gov/yvo/publications/2010/10swarm.php

    Per informazioni regolari periodiche sulla sismicita` sempre nello YNP (di norma aggiornate mensilmente, piu` frequentemente in caso di eventi particolari), guarda invece qui:
    http://volcanoes.usgs.gov/yvo/activity/index.php

    Quanti ai terremoti nella “Recent List” per Yellowstone nel sito della UUSS, sinceramente non saprei dire perche’ non e` aggiornata. Quella dei terremoti in tempo reale qui: http://www.seis.utah.edu/req2webdir/recenteqs/Maps/Yellowstone.html lo fu nel periodo dello sciame sismico e lo e` tutt’ora, anche se per eventi sporadici di piccola entita` ci puo` volere qualche giorno prima che appaiano in lista.

    I dati comunque sono accessibili nella loro interezza dal database dell’ANSS linkato qualche post fa.

  30. andrew
    28 aprile 2010 alle 11:49

    Per “fontanizzarlo” intendo aver incanalato i flussi di acqua in qualche modo per provocare i geyser anche perchè guardate le immagini della webcam e in alto a destra vedete come sia prevista l’ora del prossimo sbuffo con una forbice di +10-10 minuti, ora io non so, ma come fanno a prevedere gli sbuffi con una simile precisione e anche le persone che lo vanno a vedere sono sempre li in perfetto orario e poi spariscono quest la webcam e vi invito a fare la prova anche voi

    http://www.nps.gov/archive/yell/oldfaithfulcam.htm

    Poi per quanto riguarda le scosse non saprei dire i dati dell’università dello Utah mi sembrano attendibili manca solo la magnitudo

    http://www.quake.utah.edu/helicorder/

    Una cosa sarebbe da fare, se qualcuno di voi conosce bene l’americano entare in qualche sito, blog, forum per chiedere info sullo stato reale delle cose laggiù lo farei da me ma non ho una buona confidenza con l’inglese

    Poi concludendo vi posso dire che secondo me se dovesse davvero essere sul punto di scoppiare non credo lo direbbero visti gli effetti disastrosi che potrebbe avere anzi senza potrebbe che avrebbe e basta

    http://it.wikipedia.org/wiki/Supervulcano

    http://www.nibiru2012.it/index2.php?option=com_content&do_pdf=1&id=28

  31. Pablito
    28 aprile 2010 alle 11:58

    Grazie Nitopi per la precisazione sui raggi cosmici! Vediamo come va il prossimo mese che dovrebbe vedersi un innalzamento più forte. Potrebbe essere anche per l’alto numero di flares e CME di questo periodo che perturbano il flusso. Comunque credo che hai proprio ragione.

  32. Nitopi
    28 aprile 2010 alle 12:10

    @andrew
    L’old faithfull e’ “cronometrico” da quando lo hanno scoperto nell’800.
    E’ il meccanismo intrinseco che lo fa funzionare a renderlo tale…
    La camera si riempie, l’acqua si scalda sotto pressione, supera il punto di ebollizzione e comincia a eiettare un po’ di colonna d’acqua, la pressione scende improvvisamente e tutta l’acqua nella camera “transisce” violentemente con lo sbuffone ben noto.. e tutto ricomincia… Meccanismo a “pendolo”….

    Viste le quantità di acqua in gioco penso che ci vorrebbe un bell’impianto per riempirlo in modo artificiale ; )

    Ciao
    Luca

  33. Nitopi
    28 aprile 2010 alle 12:13

    @pablito… si anche flares e cme possono contribuire … dipende da cosa stanno rilevando… Dalla pagina non l’ho capito….
    Mi ricordo che a Laboratorio di Fisica 1 ci avevano fatto fare un’esperienza rilevando i Pioni… che derivano solo dai Raggi cosmici ad alta energia… Ma era una cosa molto rozza…

    Ciao
    Luca

  34. Yelloworker
    28 aprile 2010 alle 12:17

    A dire il vero a Yellowstone e` molto piu` probabile una eruzione relativamente piccola (magari delle dimensioni di quella recente dell’Eyjafjallajökull in Islanda) od una esplosione freatica che una nuova supereruzione catastrofica, in ogni caso. Piccole eruzioni o esplosioni sono state relativamente numerose nel passato geologico della zona.

    Dovrebbero fare molta piu` paura i Campi Flegrei vicino Napoli, visto che li` l’ultima grande eruzione (VEI 7, di dimensione paragonabile alla penultima grande di Yellowstone) e` avvenuta “appena” 40000 anni fa.

  35. 28 aprile 2010 alle 12:23

    Ottimo articolo e grandi complimenti a Michele.
    Ottimi anche gli interventi di Yelloworker.
    Per quanto riguarda l´ipotesi di nascondere qualcosa al pubblico in questo caso sono dubbioso anche se gli americani hanno una vera psicosi maniacale per la “sicurezza nazionale” solo quella loro. Sono ossessionati per la loro sicurezza nazionale che ha dentro una vera psicosi da panico con incubi di “accerchiamento”, in parole povere la loro psicosi collettiva li porta a vedere nemici dappertutto che hanno, secondo loro, il solo scopo di distruggerli.
    Se la zona della caldera di Yellowstone fosse dichiarata zona di sicurezza nazionale (cosa che sconosco) allora potrebbero fare in questo caso tutto, il contrario di tutto, e molto piú di tutto.

  36. 28 aprile 2010 alle 12:51

    Complimenti Michele,penso che tu abbia sudato sette camicie per mettere insieme tutti questi dati ed informazioni…in compenso hai gettato tutti noi in un mare di dubbi e di perplessità,molto meglio di quanto riuscirebbe a fare un servizio di voyager..dal canto mio,penso che il nostro amico Yelloworker in materia ne sappia una più del diavolo,ma è vero anche che se veramente ci fosse qualcosa le autorità americane farebbero di tutto per insabbiare la faccenda…..

  37. 28 aprile 2010 alle 12:54

    Approfitto anche della tua presenza Yelloworker,per chiederti se l’intenso sciame sismico che si registra nelle zone tra grecia e turchia sia del tutto normale o possa preludere a qualcosa di molto più grande….

  38. andrew
    28 aprile 2010 alle 13:25

    Grazie Luca per avermi tolto un dubbio🙂

  39. Alex
    28 aprile 2010 alle 13:28

    Da quanto ne so i Campi Flegrei se ne staranno tranquilli per molto, molto tempo.

  40. Fabio2
    28 aprile 2010 alle 14:30

    Per Yelloworker:

    perchè dici che dovrebbero far paura più i Campi Flegrei che non Yellowstone, se è vero che sono da considerarsi entrambi quiescenti (corretto?) e non spenti ? In fondo Yellowstone si starebbe (pare) “caricando” da molto più tempo…..o no?

    E poi una considerazione più generale: tra i vulcani più noti che generano periodicamente eruzioni di tipo esplosivo e spesso catastrofiche (Vesuvio, Santorini, Campi Flegrei, Yellowstone) in realtà tali eruzioni si alternano con eventi decisamente più blandi e di tipo effusivo.
    Per capire la reale pericolosità di un vulcano, a parte una dinamica allarmante di sciami sismici, occorre ricostruire la sua storia con una certa precisione, tra eruzioni violente ed eventi minori.

  41. 28 aprile 2010 alle 14:57

    Intanto dal NOAA ancora 0 in condotta…..

  42. fra
    28 aprile 2010 alle 15:15

    Un articolo dell’Osservatorio vulcanico di Yellowstone ( USGS e Università dello Utah ), credo ci siano interessanti contenuti…
    L’analisi retrospettiva mostra chelo sciame è iniziato il 15 gennaio 2010 con una piccola terremoti pochi e raccolto in intensità il 17 gennaio. Alla fine di febbraio 2010, l’attività di terremoto a Yellowstone era tornato a livelli di fondo, ma l’attività ha ripreso un po ‘all’inizio di aprile 2010. Lo sciame si trova a circa 10 miglia (16 km) a nord-ovest dell’Old Faithful sul bordo nord-occidentale della caldera di Yellowstone. Gli sciami si sono verificati in questo settore più volte nel corso degli ultimi 30 anni. Visual observation of landforms and geothermal features by Yellowstone National Park personnel did not show any changes that could be attributed to the earthquakes. L’osservazione visiva della morfologia e delle caratteristiche geotermiche da parte del personale dello Yellowstone National Park non ha evidenziato eventuali modifiche che potrebbero essere attribuiti ai terremoti.
    Questo sciame è il secondo più grande sciame registrato a Yellowstone. E ‘stato più lungo (nel tempo) e comprendeva più terremoti dello sciame dell’anno scorso sotto il Lake Yellowstone (dicembre ’08 / gennaio ’09). E’ stato calcolato, presso l’Università dello Utah,che l’energia energia totale rilasciata da tutti i terremoti dello sciame corrisponde ad un terremoto con una approssimativa magnitudo di 4.4. The largest recorded swarm at Yellowstone remains the Fall 1985 swarm, which was located in a similar location, in the NW corner of the Yellowstone Caldera. Il più grande sciame registrato a Yellowstone rimane lo sciame Fall 1985 swarm, che era situato in una posizione simile, in un angolo a NW della caldera di Yellowstone.
    Al 6 aprile 2010 sono stati registrati un totale di 2.347 terremoti, di cui 16 con una magnitudo superiore a 3.0; 141 con M2.0-2.9; 742 con M1.0-1.9, e 1.361 con M0. 0-0,9. The largest events were a pair of earthquakes of magnitude 3.7 and 3.8 that occurred after 11 PM MST on January 20, 2010. Gli eventi principali sono stati un paio di terremoti di magnitudo 3.7 e 3.8 che si sono verificati dopo 11:00 MST il 20 Gennaio 2010.Entrambi gli eventi sono stati avvertiti in tutto il parco e nelle comunità circostanti in Wyoming, Montana e Idaho.
    Il numero di terremoti al giorno per tutto lo sciame era ben sopra la media a Yellowstone. Nevertheless, swarms are common at Yellowstone, with 100s to 1000s of events, some of which can reach magnitudes greater than 4.0. Tuttavia, gli sciami sono piuttosto comuni a Yellowstone, con centinaia o migliaia di eventi, alcuni dei quali possono raggiungere magnitudo superiore a 4.0. Ci sono stati circa 900 terremoti nel corso di dicembre 2008 – gennaio 2009 sciame Yellowstone Lake. Il terremoto più forte è stato di Ml 3.9. Lo sciame del 1985, anche sul nord-ovest bordo della caldera, ma a diverse miglia dalla sciame in corso, durato tre mesi. Durante lo sciame 1985 ci sono stati oltre 3000 gli eventi totali registrati, con grandezze che vanno fino a M4.9.

  43. Andreabont
    28 aprile 2010 alle 15:32

    OT, forse un pò in ritardo…

    http://sdo.gsfc.nasa.gov/

    Maggiori info sul video: http://www.youtube.com/watch?v=FIAik62x0kA&playnext_from=TL&videos=LI5iDE_sd7g&feature=sub

    Le immagini ricevute sono a dir poco spettacolari, una delle sue “missioni” è capire come il sole influisce sul clima terrestre (eh si, nemmeno la NASA ci crede che il sole non abbia alcun ruolo XD)

  44. marcello
    28 aprile 2010 alle 15:33

    Nell’emisfero nord, spostata a sinistra, sembra sia comparsa una spot o speck che sia.
    Potete confermare?

  45. Fabio2
    28 aprile 2010 alle 15:39

    Per fra:

    In sostanza, non ci sono elementi sufficienti nè per preoccuparsi più di tanto (gli sciami sismici ogni tanto si verificano) nè per essere del tutto tranquilli (qual è la periodicità degli sciami, perlomeno negli ultimi secoli? Non lo sappiamo…..).

    Corretto?

  46. 28 aprile 2010 alle 15:48

    Intanto per oggi, malgrado le segnalazioni dei pore di CT e Locarno, il SIDC segna spotless.
    http://sidc.be/products/meu/index.php
    Mentre il SOHO é andato in tilt.

  47. fra
    28 aprile 2010 alle 16:05

    In sostanza, sciami come o più intensi di quello avvenuto a gennaio ci sono già stati in precedenza e i dati a disposizione dei vari enti dicono che al momento non è prevedibile ( nel senso che non è probabile ) un’eruzione o esplosione del vulcano in tempi geologicamente brevi ( centinaia/migliaia di anni ).
    Inoltre non è detto che tutti i terremoti siano causati da risalite di magma, visto che la zona del parco è ricca di faglie, anche discretamente grandi, con magnitudo massima attesa anche fino a 6.5 Mw.
    Nel 1959 ci fu un terremoto di 7.5 Richter presso il lago Hebgen

  48. Michele
    28 aprile 2010 alle 16:18

    Prima di andare a farmi la mia classica corsetta serale…..altre due parole…per…
    @ Yelloworker

    Qualcosa è stato comunque scoperto di sicuro in quest’ultimo articolo!
    Gli ottimi interventi di Yelloworker !!
    Fatti sentire nelle settimanei e/o mesi a venire…
    mi sà che sarà ben graditala tua presenza…
    Sei un’ottimo punto di riferimento per analisi sismico/vulcaniche!

    Come spesso lo stesso simon ama dire…ciò che di NIA fa un magnifico blog…
    non è il solo ALE o SAND…ma tutti noi con i nostri interventi e le nostre analisi!
    Della serie l’unione fa la forza.
    Avanti così !!

  49. ice2020
    28 aprile 2010 alle 16:32

    Si, cocordo cn te Michi! 😉

    Simon

  50. 28 aprile 2010 alle 16:37

    Michele stai attento a non prendere freddo facendo la tua corsetta serale… oh no vero dimenticavo che adesso c’ é il global warming… allora stai attento a non sudare troppo. Cmq caldo o freddo buona corsa, e approvo quanto da te detto appena sopra. NIA piú tempo passa e piú diventa interessante.

  51. Alex
    29 aprile 2010 alle 15:56

    Ciao, a riguardo dello Yellowstone sospetto che vogliano davvero insabbiare qualcosa,ma sapete che razza di evacuazione dovrebbero fare nel caso si scoprisse stia per eruttare?
    Almeno 6 milioni se non più di persone come minimo.
    Strane scosse a riguardo della crescente pressione nella camera magmatica tra lo Utah el Montana sono state attribuite alla caldera di Yellowstone della quale qualche mese fa è stato scoperto che è oltre il 20% più grande di quanto stimato in precedenza.
    Tuttavia è strano che per un breve periodo,l’immagine online dei terremoti della caldera ogni giorno,sia rimasta ferma senza mostrare alcun minimo terremoto per alcuni giorni.
    Per poi mostrare terremoti di bassa intensità -.-…a voi le conclusioni.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: