Home > Ciclo 24, Minimo di Eddy, Nowcasting Solare > Ce la faremo ad essere spotless anche per Sidc e Noaa?

Ce la faremo ad essere spotless anche per Sidc e Noaa?

9 maggio 2010

Il sole stamane è assolutamente spotless, per il Layman’s count lo è da 2 giorni, ma…ce la faranno i nostri eroi a mettere un bel zero nei loro aggiornamenti odierni?

Gli occhi sono soprattutto puntati al NOAA/SWPC:

http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

che fino a ieri ha dato il meglio di sè, pompando il SN in un modo mai fatto pima (era davvero molto difficile fare peggio), inventando pure delle regioni di cui non vi è traccia in alcun sat!

Nonostante tutto, il sole continua la sua fase di quiete, testimoniata anche dalla media del solar flux bloccata ancora a valori bassi e prevista a scendere ulteriormente nel corso dei prossimi giorni, in quanto non si vedono al momento nuove AR nè nel lato visibile nè in quello behind come testimoniato dal Sat Stereo:

Il minimo di Eddy continua, alla faccia del Noaa!

Simon

  1. 9 maggio 2010 alle 12:08

    Oggi sia Locarno che i belgi danno spotless.
    http://www.specola.ch/e/drawings.html

    Ct la domenica non lavora.
    Ma il SIDC per ora segna spotless.
    http://sidc.be/products/meu/index.php
    Poca fiducia sui tecnici del NOAA che qualcosa troveranno dovuto alla cattiva digestione domenicale e alle sbronze del sabato sera.

  2. ice2020
    9 maggio 2010 alle 12:08

    Il sidc ha appena messo 0 per oggi!

    Aspettiamo il Noaa…

  3. giorgio
    9 maggio 2010 alle 12:13

    .Secondo il mio profano punto di vista quella che sta finendo dovrebbe essere l”ultima fiammata del ciclo 24 e poi da qui in poi dovremo andare in spotless per un lunghissimo periodo.Siamo vicini al bivio o sbagliamo noi o sbaglia il NOAA.Si sta avvicinando la resa dei conti e qualcuno prima o poi la faccia ce la deve mettere,non si puo continuare ingannando eternamente.

  4. 9 maggio 2010 alle 12:30

    Certo che l´influenza dell´uomo sul clima é impressionante. Secondo la NASA e l´USGS la temperatura della superficie e dell´aria negli ultimi 20 anni é aumentata di 2° C. Pazzesco!
    La CO2 é micidiale e l´apporto che l´uomo fa di questo gas sta distruggendo il pianeta….. o no? AHHHH vedo che la NASA non parla del nostro pianeta peró, stiamo parlando di MARTE!!!! Mentre sulla Terra nello stesso periodo, sempre dati NASA, la temperatura sul pianetino Terra é aumentata di un misero 0,4°C.
    http://www.seti.org/Page.aspx?pid=836
    Quando qualche serrista si degnerá di spiegare chi ha fatto aumentare la temperatura di MARTE gliene saremo eternamente grati!

  5. autobas
    9 maggio 2010 alle 14:33

    Ma chi vuoi che sia stato? Siamo stati noi esportando CO2 su Marte, anche li c’è il Gw antropico!!!!!! E smettetela di respirate che aumentate la Co2 nell’atmosfera 🙂

  6. 9 maggio 2010 alle 14:33

    Per adesso anche il NOAA dà zero, poi sono sempre in tempo a contare il moscerino spaziale di passaggio davanti al telescopio.

  7. ice2020
    9 maggio 2010 alle 15:29

    Dopo i buoni risultati di aprile, bisogna anche sottolineare che in questiprimi giorni di maggio, l’artico è in caduta libera!

    A causa dell’AO- che se nn si riprende sn cazzi amari con l’avanzare della bella stagione!

    Da una parte temp accetabili e fresche da noi, ma dall’altra il polo soffre!

  8. 9 maggio 2010 alle 15:34

    AO e NAO sconvolti dal minimo solare…Sembra ormai più di un’ipotesi e se si rimane cosi questi indici in media non saliranno troppo e continuerà il trend che d’Inverno porta ondate di freddo a spasso nel Continente grazie a frequenti stratwarming ma che d’Estate porta malori ai ghiacci…Ho paura che a Settembre l’artico avrà perso molto…Questa è una mia umile considerazione!

  9. ice2020
    9 maggio 2010 alle 15:41

    Si è anche il mio timore e vedrai che i serristi cavalcheranno l’onda dei ghiacci he spariscono e torneranno di moda gli orsi che affogano!

  10. giorgio
    9 maggio 2010 alle 15:56

    Niente paura ragazzi,tutto il ghiaccio perduto in questi ultimi giorni era comunque destinato allo scioglimento.Una debacle che non me la aspettavo pure io,ma non e” colpa del caldo bensi del VP che allo stato attuale e diventato pappamolla.Tornera positivo l”indice AO e avremo un gran salto in alto.Lo so che attualmente le cose non vanno bene,ma vedrete vedrere……vedrele che sorpresa prossimamente.un po di pazienza.

  11. 9 maggio 2010 alle 15:56

    Di sicuro hahahah ormai si arrampicano sugli specchi e non studiano davvero infondo i meccanismi che portano a certe soluzioni che ahimè possono sembrare indirizzate verso una strada, ma che poi sono fuorvianti verso un unico risultato che vede solo e soltanto la Natura artefice di riscaldamento o raffreddamento del nostro SISTEMA SOLARE…Notate bene…Non ho detto solo Terra ma INTERAMENTE DI TUTTI I PIANETI DEL SISTEMA SOLARE.
    Non si capirebbe quindi come su Marte per esempio la temp oscilla anche di parecchi decimi di grado se non gradi e gradi più in alto rispetto al passato…Beh…Non vorrei che ci fossero colonie di serristi marziani anche laggiù…ahahhaahhahhhha🙂

  12. 9 maggio 2010 alle 15:57

    Giorgio io invece credo che l’ao e la nao rispecchino il minimo solare e che sono destinati, in media, a calare nei loro valori e se questo è un trend potrà essere anche lungo, forse anni!

  13. ice2020
    9 maggio 2010 alle 16:01

    Credo che molto dipenderà anche dall’andamento dell’Enso!

  14. PlayingHaarp
    9 maggio 2010 alle 16:08

    Sono perplesso; spero di non essere bannato se esprimo un commento critico. S’insiste nel portare attenzione su previsioni quando ancora non conosciamo le dinamiche. Che ce frega del noaa o di catania, non possiamo piuttosto continuare nel monitoraggio e nella ricerca di tutti i fattori che contribuiscono alla determinazione di un ciclo? Si riduce la comprensione del nostro sole al conteggio di macchioline e pochi altri dati su un arco di tempo che è solo un istante della sua vita. Abbiamo bisogno di idee, di conoscere le reali interazioni tra corpi interni ed esterni al sistema solare, e maggiori conoscenze fisiche della materia; il cammino è ancora lungo, scommettere su un ciclo forte o un ciclo debole è divertente, ma poco costruttivo. Non me ne vogliate, ci sono anche molti buoni spunti sul blog.

  15. ice2020
    9 maggio 2010 alle 16:15

    Ciao Playing, perchè dovresti essere bannato?

    Peraver civilmente esposto una tua idea, la quale tra l’altro in parte condivido?

    Se tiriferisci all’utente bora 71, sn anche stufo di ritornarci su, la questione credo sia molto chiara!

    ciao, e srivi pure che qui se nn sei maleducato o manchi di rispetto, nessuno ti banna, anzi, se hai delle idee diverse dalle nostre, scrivi di più ancora, il dialogo e le critiche, se costruttive, fanno bene a qualunque Blog!

    Simon 😉

  16. Ivan
    9 maggio 2010 alle 16:17

    Non mi intendo molto di indici, ma credo che la nao sia un indice decadale e ora dovremmo entrare nel ventennio con segno meno quasi costantemente….alla natura il suo corso😉

  17. nitopi
    9 maggio 2010 alle 16:33

    In effetti il grafico picchia….
    Un po’ troppo… Per me e’ il ghiaccio “nuovo” che se ne va…

    Ciao
    Luca

  18. Ivan
    9 maggio 2010 alle 16:47

    Immagini dalla Groenlandia dove i forcing altopressori trovano terreno fertile..

    http://www.webworldcam.com/webcam-index.php?var=9146&site=http://sermitsiaq.gl/icecam/

    spettacolo!

  19. ice2020
  20. giorgio
    9 maggio 2010 alle 17:01

    infatti Luca,ghiaccio che e destinato a sciogliersi comunque.Analizzando attentamente i fattori che hanno contribuito a questo scioglimento,troviamo in primis il VP molto debole attaccato continuamente da onde di calore generate dal ciclo ENSO.Quindi intanto prendiamo atto che un VP debole e” un segnale in controtendenza al GW.Poi secondo fattore l”ENSO si sta portando su una fase neutra.Cessato l”elemento disturbatore del VP(NINO) il VP o quello che resta si ricompattera e avremo una stabilizzazione della situazione.

  21. rbateman
    9 maggio 2010 alle 17:26

    The bad counting of SWPC / NOAA has 2010 05 08 79 23 30
    and the sunspot number is supposed to be 23.
    http://www.robertb.darkhorizons.org/DeepSolarMin5.htm

    Simple for layman to see why yesterday was spotless. No spots can be seen by the projection of Wolf/Wolferer size & quality of refractor telescope onto white paper.
    SOHO is out in space, removed from the effects of atmosphere and a CCD array far more sensitive and accurate than lenses of 1850’s to 1900’s.
    Take the Luminance of SOHO MDI continuum, set white point to 128 and black point to 0, give gaussion blur of 1 for atmosphere or shrink image to 75% and yesteday’s spot will disappear.
    SWPC/NOAA stretches truth, and is not to be trusted or honored.

    The latest run of spot reporting from this agency is 2 to 3 times higher than should be. April 14, 2010 and April 28, 2010 were also spotless.
    So much dishonesty.

  22. ice2020
    9 maggio 2010 alle 17:30

    Quote rbateman!

    Simon

  23. 9 maggio 2010 alle 18:09

    Scusate ma la NASA potrebbe anche aver usato questa specie di continuum dello SDO per contare nei giorni scorsi.

  24. 9 maggio 2010 alle 18:25

    Mamma mia che sole ragazzi…è da dicembre che non si presentava così pulito!!!tra la metà di sinestra della parte visibile ed il behind si conta appena una sola regione attiva(tra l’altro ridicola)…a meno di cambiamenti di tendenda inaspettati potremo avere un solar flux in picchiata,prossimo al 70!!!Infine sono pienamente d’accordo con giorgio..in questi mesi di ripartenza il sole ha vissuto degli alti e bassi,ma la tendenza è sta verso alti sempre più deboli e bassi sempre più profondi e significativi…l’ultimo breve risveglio ne è la dimostrazione lampante..conti NOAA a parte si è trattato di un evento veramente flebile,e a mio modesto parere sarà anche l’ultimo in vista dell’allineamento….

  25. 9 maggio 2010 alle 18:39

    L’estate rischia di partire con incredibili ritardi…….
    Nuovo articolo sul proseguire della stagione a breve…..

  26. giorgio
    9 maggio 2010 alle 19:00

    quoto Riccardo.Siamo agli ultimi conteggi.Poi avremo altri conteggi,ma li farranno all”interno del NOAA(meglio non essere presenti)

  27. giorgio
    9 maggio 2010 alle 19:11
  28. paolo 72
    9 maggio 2010 alle 19:12

    ottimo!!!!!!prima in tv hanno parlato di tempo fresco e piovoso fino a fine maggio!!!-56!!!

  29. Andreabont
    9 maggio 2010 alle 21:17

    OT

    http://www.meteogiornale.it/notizia/17923-1-aprile-2010-rallentamento-del-global-warming-dai-dati-satellitari

    El Niño Rulez: Le anomalie positive stanno calando, El Niño si sta fermando.

  30. Andreabont
    9 maggio 2010 alle 21:27

    OT2, alcuni orsi polari si sono suicidati per questa notizia…

    http://www.ecologiae.com/riscaldamento-globale-anticipa-estate/15635/

    Ebbene si, per questo egregio professore Grant Bigg, l’estate si sta anticipando sempre di più, per colpa del GW. Avremo la bella stagione sempre più presto!! Evviva!!!

    Oggi, 9 Maggio 2010, hinterland di Milano, qui piove e fa freddo, adesso che sto scrivendo ci sono 14.8 °C (sovrastimati, il termometro è vicino alla finestra). Dalle previsioni si legge che era prevista una temperatura massima di 20 °C e minima di 13 °C e a occhio e croce ci hanno azzeccato.

    Per fortuna che abbiamo il riscaldamento autonomo, perchè oggi lo abbiamo acceso, naturalmente va a metano, almeno evitiamo di contribuire al riscaldamento globale, che come tutti possono vedere, anticipa sempre di più l’arrivo dell’estate….

  31. 9 maggio 2010 alle 21:35

    x andreabont:
    La russia sta vivendo un’ondata di caldo eccezionale, oggi superati i 25°C a Mosca.
    Se il freddo fosse sceso in atlantico ora a Milano ci sarebbero 30°C di massima e 20°C di minima. Non si può giudicare il clima in questo modo.
    Quando si parla di arrivo dell’estate si devono valutare un po’ tutte le località perchè come noto la primavera è il periodo degli scambi meridiani.

    Però va detto che a livello configurativo quest’anno l’estate sta veramente ritardando, vedi AO- e ITCZ basso.

  32. 9 maggio 2010 alle 22:20

    SOLAR FLUX 75!!!!

  33. ice2020
    9 maggio 2010 alle 22:43

    Lo stesso Svalgaard ci sta dando ragione sui conteggi dei primi giorni di maggio gonfiati dall’SWPC/Noaa…e ricordiamoci che Svalgaard lavora per il NOAA!

    Io gli ho scritto un messaggio, in quel forum mi chiamo Dalton, e lui ha risposto:

    http://solarcycle24com.proboards.com/index.cgi?board=general&action=display&thread=1034&page=32

  34. Davide M.
    9 maggio 2010 alle 23:33

    miki03, scusami ma non è esatto quanto tu dici.
    Il solarflux bisogna riferirsi sempre al valore aggiustato che è 76.9 quello delle 22 utc.
    Che cmq resta un valore molto basso, da minimo pieno!

    ftp://lynx.drao.nrc.ca/pub/solar/FLUX_DATA/fluxtablerolling.text

  35. Peter Pan
    10 maggio 2010 alle 06:10

    We should use better image from SDO now:

    http://www.persicetometeo.com/public/popup/sdo_4500.htm

  36. Nitopi
    10 maggio 2010 alle 06:18

    Ho visto Simon!!!
    Abbiamo svelato l’arcano: contano macchie con area zero 8) (cioè , se le inventano…)

    Ciao
    Luca

  37. Andreabont
    10 maggio 2010 alle 07:29

    @miki03

    Lo so bene, non ti preoccupare, solo che non posso che ridere ogni volta che uno scienziato qualunque spara delle previsioni apocalittiche nel mentre si sta verificando l’esatto opposto, anche se locale😄

  38. Fabio2
    10 maggio 2010 alle 08:22

    Svalgaard dice un’altra cosa: è il Solar Flux (aggiustato in base alla distanza Terra-Sole, se volete) la vera misura dell’attività solare, non il SN o SSN, fortemente soggettivo e sempre più “sospettato” di venire “aggiustato” in modo intenzionale.

    Il Solar Flux dice che siamo di nuovo scivolati in una fase di quiescenza. Sono curioso di vedere se nei prossimi giorni scenderà ancora più in basso di quel 76,9 aggiustato, magari avvicinandosi al valore di 70, limite di un minimo profondo, così come era fino allo scorso agosto.

  39. bari87
    10 maggio 2010 alle 10:11

    peter pan, we dont use image from sdo because this count is not comparable with the olds count and so we can find similarity with the past minimums (maunder..dalton exctera..)

  40. bari87
    10 maggio 2010 alle 10:11

    peter pan, we dont use image from sdo because this count is not comparable with the olds count and so we cant find similarity with the past minimums (maunder..dalton exctera..)

  41. rbateman
    10 maggio 2010 alle 23:17

    Look at the SOHO EIT and the STEREO EUVI images for today.
    The Sun is on another one of it’s fades.
    The Flux should roll down to whatever rest state is appropriate for this stage of the Solar Cycle, and we should soon learn that.
    Where it goes from there, I cannot say, whether it is to a Maunder sleep or to a new roll up on the SC24 ramp.

  42. ridacciano
    11 maggio 2010 alle 14:39

    Scusatemi se esco un attimo fuori dal seminato. Poichè mi è venuto qualche dubbio leggendo una discussione altrove cosa intendete voi per “SSN” ?

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: