Home > Ciclo 24, Minimo di Eddy > Dati solari di Giugno ai raggi x

Dati solari di Giugno ai raggi x

1 luglio 2010

E’ terminato anche il mese di giugno e l’attività solare non è ancora decollata.

Per il Noaa il mese chiude a 17.9, per il Sidc a 12.1 (dato non ancora ufficiale) e per il Nia’s count a 5.8.

Qui invece i dati da gennaio a giugno:

https://daltonsminima.wordpress.com/dati-sole-in-diretta/

Il solar flux invece continua il suo trend al ribasso, giugno chiude a 74.80 (dato ancora non ufficiale) contro maggio che chiuse a 75.26.

Questa volta quindi anche per il Nia’s count, non c’è stata piena correlazione tra il flusso solare ed il SN, ma trattasi davvero di poca divergenza, sicuramente molto più contenuta rispetto alla differenza con il valore mensile del Sidc!

D’altronde come già detto più volte, non è così automatica la correlazione tra andamento del solar flux e del SN.

Quello che emerge comunque è che anche nel mese appena conclusosi la nostra stella non ha ancora imboccato la strada di una convinta ripartenza, ed il flusso solare è ormai da 5 mesi (febbraio 2010-82.70 — giugno 2010-74.80) che mostra un trend al ribasso!

I giorni spotless per il sidc sono stati solo 2, ma siamo certi che sarebbero stati molti di più nel passato come si evince dal Nia’s count:

https://daltonsminima.wordpress.com/nias-sunspot-number/

Una nota particolare sempre per il flusso solare aggiustato: è dall’8 di maggio che non raggiunge più quota 80, e quindi tra poco più di una settimana faremo 2 mesi!

Questo è sicuramente un dato molto importante, soprattutto per il fatto che di AR ce ne sono state nel sole, ma in assenza di macchie consistenti, il solar flux fatica a salire! E ciò cozza un pò con la teoria di L&P che mi pare di ricordare che affermi che se da una parte le macchie diverranno sempre meno visibili, dall’altra però il flusso solare continuerebbe la sua ascesa. Ricordo a tutti che di fatto la teoria di cui sopra non ha niente a che vedere con quella degli allineamenti planetari, per bocca non solo degli stessi L&P che l’hanno postulata, ma anche per tutti i maggiori fisici solari che stanno dando credito ai due studiosi, Svalgaard su tutti. Quindi o ha ragione una o l’altra, o perchè no, nessuna delle due!

L’unica cosa certa, è che un altro mese è finito ed il nostro sole non sembra avere ancora alcuna intenzione di svegliarsi sul serio…

stay tuned, Simon

UPDATE: CHE SCANDALO!

E’ USCITO IL RESOCONTO MENSILE DEL SIDC E METTONO 13.5 CONTRO I 12.1 CALCOLATI IN PRECEDENZA!

http://sidc.oma.be/products/ri_hemispheric/

CIOE’ PER IL SIDC GIUGNO HA CHIUSO SOPRA A GENNAIO CHE AVEVA AVUTO UN SOLAR FLUX DI 78.65 CONTRO I 74.80 DI GIUGNO!

QUESTI CONTEGGI SPIACE DIRLO, MA NON VALGONO PIU’ NULLA ORMAI, AL PARI DI QUELLI DEL NOAA!

  1. Paolo
    1 luglio 2010 alle 08:45

    OT:
    se a settembre la banchisa artica non è sotto i 5mln di mq, nelle condizioni in cui è la concentrazione di ghiaccio oltre all’estensione, e dopo un filotto quasi costante di AO-, bè…si dovrà gridare al miracolo.

  2. 1 luglio 2010 alle 09:10

    Volevo far notare cosa sono diventate quelle AR che qualche giorno fà si trovavano tutte in fila nel behind e che avevano portato qualcuno di noi quasi a gettar la spugna….se vi ricordate vi dissi che al massimo sarebbero state in grado di generare le solite caccolette che contraddistinguono ormai questo ciclo 24…be’ ad oggi mi sembra che mi potrei essere sbagliato,visto che è possibile che non ne sviluppino neanche una!!!!

  3. Fabio2
    1 luglio 2010 alle 10:34

    Attendiamo il dato ufficiale del SIDC sul Solar Flux.

    Nel caso fosse comunque inferiore a quello di maggio (e magari persino corrett al ribasso come a maggio), secondo voi non pone qualche problema di coerenza con ila il sunspot number, comunque questo venga calcolato? Oppure segnala che il solar flux è l’unico parametro di cui tenere veramente conto, oltre alla doverosa osservazione del comportamento e della polarità delle macchie?

    In caso di sostanziale conferma del calo del SF a giugno, saremmo al quarto calo consecutivo, mica male come segnale della debolezza del ciclo, ad un anno e mezzo (dicembre 2008) dal minimo ufficiale.

    In ogni caso, che cosa dobbiamo attenderci per i prossimi mesi? Ancora un andamento stentato dell’attività solare, oppure una ripresa consistente, come quella dello scorso autunno? Questo dubbio è parte del fascino che esercita il nostro Sole……

  4. 1 luglio 2010 alle 10:36
  5. Fabio2
    1 luglio 2010 alle 10:43

    Riccardo :Perdonate il ritardo:
    http://solarcycle24.com/stereobehind.htm

    un behind abbastanza pulito, direi, salvo una regione nell’emisfero nord, che tra poco sarà visibile.

  6. ice2020
    1 luglio 2010 alle 11:41

    Fabio2 :

    Attendiamo il dato ufficiale del SIDC sul Solar Flux.

    Nel caso fosse comunque inferiore a quello di maggio (e magari persino corrett al ribasso come a maggio), secondo voi non pone qualche problema di coerenza con ila il sunspot number, comunque questo venga calcolato? Oppure segnala che il solar flux è l’unico parametro di cui tenere veramente conto, oltre alla doverosa osservazione del comportamento e della polarità delle macchie?

    In caso di sostanziale conferma del calo del SF a giugno, saremmo al quarto calo consecutivo, mica male come segnale della debolezza del ciclo, ad un anno e mezzo (dicembre 2008) dal minimo ufficiale.

    In ogni caso, che cosa dobbiamo attenderci per i prossimi mesi? Ancora un andamento stentato dell’attività solare, oppure una ripresa consistente, come quella dello scorso autunno? Questo dubbio è parte del fascino che esercita il nostro Sole……

    Con i dati del sidc sicuramente si, cn quelli del nia’s il gap è molto meno marcato…

    La spiegazione è molto semplice Fabio, sarà la 100esima volta che lo dico…

    se le macchie nn diventano importanti, grandi a sufficienza da far decollare il s.f., questo per forza di cose nn aumenta di tanto!

    In giugno abbiamo avuto si più regioni di aprile e maggio, ma le macchie sn state per lo più irrisorie, tranne ora un pò la 1084, una macchia media, nn di più cmq…

    alcune di queste macchie sn state però sufficientemente grandi da essere contate anche col nia’s count, ma come già detto, nn sufficienti a far alzare il flusso per bene!

    Chiamiamolo effetto L&P o dell’allineamento planetario…nn lo so, ma così stanno le cose!

    Simon

  7. ice2020
    1 luglio 2010 alle 11:43

    In sostantza tutti i conti e le cose conosciute nn servono quasi più a niente in questo ciclo 24, come gli stessi fisici solari stanno ammettendo…

  8. Fabio2
    1 luglio 2010 alle 12:01

    ice2020 :In sostantza tutti i conti e le cose conosciute nn servono quasi più a niente in questo ciclo 24, come gli stessi fisici solari stanno ammettendo…

    Grazie Simon, sempre meglio ripetere certi concetti di base, in presenza di un ciclo 24 così particolare, come ormai ammesso anche dalla NASA, pazienza se ti tocca dirlo tante volte, in fondo chi partecipa di rado al blog, oppure è nuovo, potrebbe non saperlo.

  9. paolo 72
    1 luglio 2010 alle 12:02

    secondo me è l’allineamento planetario che ci sta dando tutte queste soddisfazioni!!!!domenica ormai è vicinissima!

  10. ice2020
    1 luglio 2010 alle 12:44

    paolo 72 :

    secondo me è l’allineamento planetario che ci sta dando tutte queste soddisfazioni!!!!domenica ormai è vicinissima!

    Si potrebbe essere l’allineamento…ma il 4 luglio nn è che succeda chissà che cosa, la 1084 continuarà ad esserci, e magari compariranno altre macchie…quello che conta è l’andamento generale…e cioè che il sole coninua a dormire, conteggi moderni a parte… (anzi anche per quelli)

  11. 1 luglio 2010 alle 12:59

    La cosa interessante é che l´unica sunspot degna di nota nel mese di giugno é la 1084 che guarda caso ha una polaritá di ciclo dispari o almeno dubbia.

  12. ice2020
    1 luglio 2010 alle 13:01

    sand-rio :

    La cosa interessante é che l´unica sunspot degna di nota nel mese di giugno é la 1084 che guarda caso ha una polaritá di ciclo dispari o almeno dubbia.
    http://gong2.nso.edu/dailyimages/img/jpg/bqa/201007/tdbqa100701/tdbqa100701t1004.jpg

    No no, nn è dubbia, quella è da ciclo dispari puno e basta…tra l’altro è la vecchia 1078 che già ha fatto un giro di sole…incredibile…ed ho il sentore che finchè vi sarà questa nel sole, inibirà la formazione di altre macchie almeno nel sud emisfero…

    Simon

  13. 1 luglio 2010 alle 13:10

    ice2020 :

    sand-rio :

    La cosa interessante é che l´unica sunspot degna di nota nel mese di giugno é la 1084 che guarda caso ha una polaritá di ciclo dispari o almeno dubbia.
    http://gong2.nso.edu/dailyimages/img/jpg/bqa/201007/tdbqa100701/tdbqa100701t1004.jpg

    No no, nn è dubbia, quella è da ciclo dispari puno e basta…tra l’altro è la vecchia 1078 che già ha fatto un giro di sole…incredibile…ed ho il sentore che finchè vi sarà questa nel sole, inibirà la formazione di altre macchie almeno nel sud emisfero…

    Simon

    E sempre nel sud emisfero ci siano altre due facule a polaritá invertita!
    Volevo anche farti vedere il “farfallone” aggiornato al 30 giugno.
    Guarda come le macchie si stano spostando sempre piú verso l´equatore!

  14. paolo 72
    1 luglio 2010 alle 13:13

    sand-rio :
    La cosa interessante é che l´unica sunspot degna di nota nel mese di giugno é la 1084 che guarda caso ha una polaritá di ciclo dispari o almeno dubbia.
    http://gong2.nso.edu/dailyimages/img/jpg/bqa/201007/tdbqa100701/tdbqa100701t1004.jpg

    ciao!!!!certo certo!Io intendevo questo!!!!Sempre meno forza!!

  15. Fabio2
    1 luglio 2010 alle 14:09

    sand-rio :

    ice2020 :

    sand-rio :
    ….…
    Simon

    E sempre nel sud emisfero ci siano altre due facule a polaritá invertita!Volevo anche farti vedere il “farfallone” aggiornato al 30 giugno.Guarda come le macchie si stano spostando sempre piú verso l´equatore! http://sidc.be/images/butterflycatania.png

    In effetti ora comincia a vedersi qualcosa, 18 mesi dopo il minimo tra 23 e 24. Sembra che la farfalla abbia le ali più “basse” rispetto alla precedente, segno di un ciclo debole. Quanto debole, lo vedremo

  16. Fabio Nintendo
    1 luglio 2010 alle 14:47

    con il mio metodo Maggio aveva chiuso sotto ad Aprile
    e mi hanno accusato di alzare troppo i conteggi, costringendomi ad abbassarli.

  17. marcello
    1 luglio 2010 alle 14:59

    Sarà…ma la 1084 non mi convince: una spot di media grandezza che non muove gli x ray, che nasce in una AR “dispari” ma dove l’area bianca è infinitesimale rispetto all’area nera.
    E poi, nell’emisfera nord le spot più “virulente” si sono formate nella zona nera delle AR mentre in quello sud il contrario; la 1084 invece è nell’emisfero sud e nell’area nera.
    BOH?

  18. Fabio2
    1 luglio 2010 alle 15:49

    marcello :Sarà…ma la 1084 non mi convince: una spot di media grandezza che non muove gli x ray, che nasce in una AR “dispari” ma dove l’area bianca è infinitesimale rispetto all’area nera.E poi, nell’emisfera nord le spot più “virulente” si sono formate nella zona nera delle AR mentre in quello sud il contrario; la 1084 invece è nell’emisfero sud e nell’area nera.BOH?

    Chissà quanto è intenso il campo magnetico di questa sunspot a polarità invertita……..

  19. Fabio2
    1 luglio 2010 alle 15:52

    marcello :Sarà…ma la 1084 non mi convince: una spot di media grandezza che non muove gli x ray, che nasce in una AR “dispari” ma dove l’area bianca è infinitesimale rispetto all’area nera.E poi, nell’emisfera nord le spot più “virulente” si sono formate nella zona nera delle AR mentre in quello sud il contrario; la 1084 invece è nell’emisfero sud e nell’area nera.BOH?

    In realtà c’è ancora del bianco un poco a sinistra dell’area nera, un po discosto. Sembra non appartenere ad alcuna regione attiva (che nella zona non c’è, si vede solo la macchia). Che sia quella?

    Comunque sia, ha un aspetto magnetico curioso: molto concentrata l’area nera, molto diffusa e debole l’area bianca.

  20. ALE
    1 luglio 2010 alle 16:20

    E si Simon, il Flux, dato che da una quantificazione elettromagnetica dei campi che generano le AR è in calo, vedremo che farà Luglio!!!!
    Per quanto concerne gli allineamenti planetari è logico che tutti i maggiori astrifisici dicono “Non centra nulla”, sfido, non esiste nè un modello fisico che li descriva in maniera completa, ne un cluster di calcolo in grado di razionalizzare tale modello!!! Poi, visti gli insuccessi dei metodi puramente probabilistici di previsione dell’attività solare (parole del Prof. Hathaway) è meglio aspettare prima di introdurre altre variabili!!!!
    E intanto la AR invertita sta per compiere un giro di Stella, notevole!!!
    Ma sicuramente rientra nella non più ben precisata percentuale di violazioni della Hale!!!!
    ALE

  21. ALE
    1 luglio 2010 alle 16:43

    Per rimanere poi in tema con il titolo di Simon:
    il flusso di X-Ray e gli esperimenti EVE di SDO non hanno rilevato niente di che nel mese di giugno, tranne una piccola esursione in M-1 il 12 di giugno, siamo sempre rimasti sotto classe B, con lunghi periodi di permanenza in classe A!!!
    ALE

  22. Karlo
    1 luglio 2010 alle 23:05

    Scusate, vado fuori tema. Qualcuno sa più nulla dell’esperimento CLOUD?

  23. 1 luglio 2010 alle 23:21

    Didn’t Harvard put out a paper saying that they had detected the formation of yet another cycle with a different polarity last year?
    It could be that this is what we are seeing in the South, and it’s putting a short-circuit into things. We sure do not know for sure how these Eddy Minimum cycles are going to act.

  24. 1 luglio 2010 alle 23:45

    rbateman :

    Didn’t Harvard put out a paper saying that they had detected the formation of yet another cycle with a different polarity last year?
    It could be that this is what we are seeing in the South, and it’s putting a short-circuit into things. We sure do not know for sure how these Eddy Minimum cycles are going to act.

    http://www.doomdaily.com/2009/has-solar-cycle-25-begun-what-happened-to-cycle-24/
    Full document:http://xrt.cfa.harvard.edu/resources/pubs/savc0707.pdf

  25. 1 luglio 2010 alle 23:48

    In base allo studio di cui ho messo i link sopra, il ciclo 24 sarebbe abortito!!

  26. 2 luglio 2010 alle 00:06

    Ecco un piccolissimo passo dello studio:
    Queste osservazioni (della migrazione dei buchi coronali verso il polo) possono essere viste come prove inconfutabili che all’inizio del ciclo di 24 vediamo già emergere ai poli flussi del ciclo 25.

    Ci vorrebbe ALE per fare un grande articolo su questo studio.
    http://xrt.cfa.harvard.edu/resources/pubs/savc0707.pdf

  27. 2 luglio 2010 alle 00:13

    Giá a maggio 2009 il National Geographic ipotizzava una Little Ice Age a causa del profondo minimo solare.
    E mica lo stiamo a dire solo noi!!!!
    http://news.nationalgeographic.com/news/2009/05/090504-sun-global-cooling.html

  28. ice2020
    2 luglio 2010 alle 00:25

    Ah però Sandro!

    qui bisogna fare un articolo davvero!

    ci darò un occhiata…

  29. Michele
    2 luglio 2010 alle 00:34

    Quando ci sono gli ABSTRACT di harvard…l’articolo diventa d’obbligo !😉

  30. ice2020
    2 luglio 2010 alle 01:22

    Michele :

    Quando ci sono gli ABSTRACT di harvard…l’articolo diventa d’obbligo !
    :wink:

    Ho provato a dargli un’occhiata…è tosto, anche come traduzione…

    Qui ci vorrebbe Fabio 2 che ha buona padronanza di inglese…

    simon

  31. 2 luglio 2010 alle 01:35

    Secondo lo studio e portando avanti le loro conclusioni, quando lo scorso anno vedevamo tutte quelle aree a polaritá invertita erano tutte aree del ciclo 25 (come la macchia 1084 attuale) e che si sono presentate assieme al ciclo 24.
    In pratica i due cicli si sono sovrapposti annullandosi a vicenda, e solo le macchie che potenzialmente potevano essere grandi macchie si sono sviluppate in piccole macchie! Stando cosí le cose il ciclo 24 e il ciclo 25 andranno avanti insieme per anni. La previsione iniziale del max a fine 2010 si dovrebbere intendere esatta e solo la presenza del ciclo 25 ha impedito al ciclo 24 di svolgersi normalmente. Anche il fatto che le macchie ormai tendono tutte verso l´equatore sono un altro indizio che il ciclo 24 é in decadenza. Se continuasse cosí oltre al ciclo 24 e al ciclo 25 annullatosi anche il ciclo 26 sarebbe molto debole. È come se il motore del Sole si sia ingolfato e ora funziona solo al minimo e per riprendere i giri normali l´accelerazione dovrá essere lenta. Se lo studio é esatto ci attendono altri decenni di minimo con pochissime macchie. Un nuovo Maunder.

  32. 2 luglio 2010 alle 03:31

    Cmq io ho scrutato con attenzione il magnetogramma e se uno ci fa caso ci sono altre piccole regioni con polarità da ciclo 25 oltre alla 1084, sia nel nord emisfero che nel sud emisfero, basta aguzzare la vista e si vedono.

  33. 2 luglio 2010 alle 05:35

    Has anyone been keeping a list of the reversed sunspots?
    Somehow, this huge reversed isolated spot and the sputtering cycle 24 are linked.

  34. 2 luglio 2010 alle 08:49

    Questa forma di interazione-disturbo,vuoi che sia a causa dell’allineamento,vuoi che sia per l’emergere del nuovo ciclo 25(questo ce lo diranno a giochi fatti,quando non ci sarà più nulla da nascondere),ha generato non pochi problemi nel campo magnetico del sole mandandolo in tilt….e così le macchie del 24 che in condizioni normali sarebbero state medie sono apparse come plage,quelle che in altri tempi sarebbero state tigri sono apparse come le famose caccolette del ciclo 24….ma avete visto le regioni che c’erano sabato,completamente polverizzate!!!

    sand-rio :Secondo lo studio e portando avanti le loro conclusioni, quando lo scorso anno vedevamo tutte quelle aree a polaritá invertita erano tutte aree del ciclo 25 (come la macchia 1084 attuale) e che si sono presentate assieme al ciclo 24.In pratica i due cicli si sono sovrapposti annullandosi a vicenda, e solo le macchie che potenzialmente potevano essere grandi macchie si sono sviluppate in piccole macchie! Stando cosí le cose il ciclo 24 e il ciclo 25 andranno avanti insieme per anni. La previsione iniziale del max a fine 2010 si dovrebbere intendere esatta e solo la presenza del ciclo 25 ha impedito al ciclo 24 di svolgersi normalmente. Anche il fatto che le macchie ormai tendono tutte verso l´equatore sono un altro indizio che il ciclo 24 é in decadenza. Se continuasse cosí oltre al ciclo 24 e al ciclo 25 annullatosi anche il ciclo 26 sarebbe molto debole. È come se il motore del Sole si sia ingolfato e ora funziona solo al minimo e per riprendere i giri normali l´accelerazione dovrá essere lenta. Se lo studio é esatto ci attendono altri decenni di minimo con pochissime macchie. Un nuovo Maunder.

    è probabile che a partire da ora,nei mesi di allineamento perfetto saranno per lo più le regioni con polarità da ciclo 25 a tenerci compagnia!!!!!

  35. ice2020
    2 luglio 2010 alle 12:05

    Quindi avevano ragione Ale e Ribateman quando giorni fa affermavano che queste spots a polarità invertita inibivano ulteriormente il già provato ciclo 24!

  36. 2 luglio 2010 alle 12:49

    Io personalmente penso che la causa prima non sia quella…ovvero ritengo che il mancato avvio del ciclo 24 ed il precoce e prepotente avvio del 25,siano figli della stessa causa,ma sarà proprio questa situazione a decretare la fine di entrambi…detto in termini pugilistici si metteranno a KO a vicenda…la causa prima potrebbe essere l’allineamento che ha creato due zone:il famoso recinto che delimita “l’orticello felice per il ciclo 24”,e la restante parte del sole che lo inibisce,permettendo così al 25 di nascere precocemente(non trovando più l’opposizione del primo)…per questo mi aspetto un crescendo di AR da ciclo dispari ora che il recinto sarà chiuso per mesi…ma quando si riaprirà troveremo due campi magnetici in contemporanea sul sole ed entrambi abbastanza forti che si opporranno…ecco che il sole va in completa confusine e tale situazione di debole attivittà schizofrenica,non rispondente alle leggi che governano i cicli classici,potrebbe protrarsi per anni e anni…questa cosa non sarebbe mai potuta accadere se l’allineamento ci fosse stato qualche anno fa,quando il 24 non era al max e non c’era il 25 a fare capolino…è tale concomitanza tra massimo ed allineamento a determinare se un generico

    ice2020 :Quindi avevano ragione Ale e Ribateman quando giorni fa affermavano che queste spots a polarità invertita inibivano ulteriormente il già provato ciclo 24!

    allineamento(sappiamo che ce ne sono abbastanza nei secoli più o meno perfetti),può portare a minimi stile dalton, spoerer,maunder ecc…sono convinto che nel 1653 accadde la stessa cosa con il maunder,ovvero il massimo del ciclo di allora coincise più o meno con l’allineamento che ci fù allora…..

  37. 3 luglio 2010 alle 01:06

    When the L&P measurements come back on this 1084 reversed spot, we will see if it is an outlier spot. It projects very dark, and does not fit well with SC24 spots that are always greyish.

  38. 4 luglio 2010 alle 00:45

    In the meantime , I Have created an SDO image of the Sun

    to replace the SOHO
    Which I will keep up once a day
    Those scientists know all the physics stuff, but they don’t know how to balnce the color. I use Astroart.

  39. giorgio
    19 luglio 2010 alle 00:18

    Riccardo :
    Io personalmente penso che la causa prima non sia quella…ovvero ritengo che il mancato avvio del ciclo 24 ed il precoce e prepotente avvio del 25,siano figli della stessa causa,ma sarà proprio questa situazione a decretare la fine di entrambi…detto in termini pugilistici si metteranno a KO a vicenda…la causa prima potrebbe essere l’allineamento che ha creato due zone:il famoso recinto che delimita “l’orticello felice per il ciclo 24″,e la restante parte del sole che lo inibisce,permettendo così al 25 di nascere precocemente(non trovando più l’opposizione del primo)…per questo mi aspetto un crescendo di AR da ciclo dispari ora che il recinto sarà chiuso per mesi…ma quando si riaprirà troveremo due campi magnetici in contemporanea sul sole ed entrambi abbastanza forti che si opporranno…ecco che il sole va in completa confusine e tale situazione di debole attivittà schizofrenica,non rispondente alle leggi che governano i cicli classici,potrebbe protrarsi per anni e anni…questa cosa non sarebbe mai potuta accadere se l’allineamento ci fosse stato qualche anno fa,quando il 24 non era al max e non c’era il 25 a fare capolino…è tale concomitanza tra massimo ed allineamento a determinare se un generico

    ice2020 :Quindi avevano ragione Ale e Ribateman quando giorni fa affermavano che queste spots a polarità invertita inibivano ulteriormente il già provato ciclo 24!

    allineamento(sappiamo che ce ne sono abbastanza nei secoli più o meno perfetti),può portare a minimi stile dalton, spoerer,maunder ecc…sono convinto che nel 1653 accadde la stessa cosa con il maunder,ovvero il massimo del ciclo di allora coincise più o meno con l’allineamento che ci fù allora…..

    Uguale con l”aggravante dell”allineamento galattico in pieno sviluppo.Non a caso il max del solar flux calcolato e corretto (anche per difetto oltre cio)nel 1653 e stato di 105 contro i 95 attuali.Se 2 piu 2 fa 4 questa siuazione e piu pesante del Maunder poiche si sommano 2 fattori.Non dobbiamo mai dimenticarci il 1998 per due fattori.1^l”allineamento galattico del centro di massa del sitema solare inizio a dare i suoi primi frutti riducendo drasticamente la velocita del vento solare.2^il 1998 e stato l”anno piu caldo del secolo e da li in poi le temperature hanno smesso di crescere.Praticamente il xx secolo ha messo la parola fine al GW

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: