Home > Indici Teleconnettivi, meteo, Meteorologia, NINA > Seconda metà dell’estate 2010, nuovi aggiornamenti.

Seconda metà dell’estate 2010, nuovi aggiornamenti.

16 luglio 2010

Ormai giunti a metà di questa stagione estiva, direi di andare a rivedere come sono andate le previsioni fatte all’inizio:

“I prossimi giorni (15-20 giugno) vedranno un’alta pressione delle Azzorre bella pimpante che tenderà risalire verso nord e poi essere trascinata a NE a causa della ripresa dell’AO index verso valori positivi portando fresco e perturbato un po’ su tutta la penisola. L’AO sarà subito destinata a crollare a causa dello split del VP. La situazione durerà all’incirca fino a fine mese quando la NAO subirà un nuovo crollo e l’anticiclone azzoriano si spingerà verso nord in direzione della Groenlandia facendo scendere aria fredda e perturbazioni sull’ovest Europa.”

Direi che per ora sono andate discretamente bene, infatti proprio in questi giorni l’aria fredda da NW si sta convogliando sull’Europa occidentale. Però il cambiamento delle SSTA atlantiche è stato molto rapido. Complice la nina in rapida intensificazione e quindi l’AO positiva, le anomalie negative si sono rapidamente spostate verso est. Questo spostamento è destinato a continuare e a creare una fascia negativa a ridosso delle coste europee con la congiunzione delle bolle fredde presenti rispettivamente tra Islanda e Norvegia, sul centro atlantico e sul NW africano.

Questo periodo di passaggio sarà caratterizzato da un incontrastato dominio anticiclonico, prevalentemente africano, su buona parte del mediterraneo.  Sempre sull’articolo di previsione dell’estate si era accennato di un gran periodo caldo con dinamiche simili al quelle del famigerato 2003, ma erano previste ad Agosto. E’ stato proprio il troppo veloce spostamento delle SSTA a causare questo considerevole anticipo.

E allora… Per Agosto cosa dobbiamo aspettarci?

A quanto pare la nina si sta sviluppando a velocità elevatissime e questo gioca a favore di una decadenza estiva anticipata. Schematicamente si potrebbe dire che il periodo da adesso fino al 5-15 agosto sarà caldo e interrotto da brevi fasi fresche, anche di moderata intensità, mentre dal 15 agosto circa, lo spostamento delle SSTA negative a ridosso delle coste europee permetterà un’entrata delle saccature atlantiche con maggiore facilità. Ad essere i primi interessati in Italia saranno le regioni di nord ovest, successivamente anche il centro. Il sud potrebbe anche rimanere ai margini ed essere interessato da prefrontali caldi e secchi.

Mentre noi sentiremo l’estate lasciarci, in Atlantico, si andrà a via a via a scavare una sempre più profonda depressione a Sud-Est dell’Islanda che sarà poi la protagonista del mese di settembre, infatti non è affatto escluso che vi possa essere qualche ritorno estivo con l’entrare dell’autunno , a volte che di discreta lunghezza e intensità… ma dell’autunno se ne parlerà in un altro articolo che riserverà una bella sorpresa per gli amanti del freddo.

Aggiornamenti Dalla zona ENSO (immagine autoaggiornante):

Previsioni NOAA:

MIKI03

  1. glazad
    16 luglio 2010 alle 08:29

    Buongiorno a tutti! Complimenti per i vostri articoli! Sono un vostro lettore da alcuni mesi e trovo molto interessanti tutto quello che scrivete. Oggi ho letto sul sito della nasa un nuovo articolo sulla prima conseguenza del minimo solare.
    http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2010/15jul_thermosphere/.
    Ne sapete di più? Come interagiscono fra loro gli strati dell’atmosfera?

  2. paolo 72
    16 luglio 2010 alle 09:15

    Ciao?mi puoi dire che dice in poche parole per me ignorante?grazie in anticipo!!!

  3. Fabio2
    16 luglio 2010 alle 09:58

    Se Glazad ha tempo e voglia di tradurlo, può pi inviarlo a Simon per la pubblicazione (occhio a riportare sempre il link ed i riferimenti all’articolo originale).
    Se non ce fa, posso provare io……

  4. Fabio2
    16 luglio 2010 alle 10:01

    Il decadimento dell’ENSO, da Nino a Nina, come si vede dal secondo grafico postato da Miki, sta avvenendo ad una velocità nettamente superiore a quella dell’evento precedente (2007) e, Miki correggimi se sbaglio, a velocità superiore a quella di qualsiasi evento passato.
    Se non è un indizio dell’influenza del minimo solare…….manca il legame fisico, certo, ma la correlazione, a mio avviso, si vede eccome.

  5. 16 luglio 2010 alle 10:50

    Fabio la correlazione c’è e si nota…Vedi che da ora in poi le fasi di Nina dovrebbero prevalere rispetto al suo collega inverso ed esser di intensità rilevante nei prossimi decenni…Almeno se i conti torneranno con un minimo solare in prossima decadenza in super minimo…😉

  6. Francesco
    16 luglio 2010 alle 11:39

    Cosa cambia se c’è la Nina e non il Nino? E sopratutto cosa succede se questo cambio avviene così velocemente?
    Grazie a tutti

  7. ice2020
    16 luglio 2010 alle 11:49

    Fabio2 :

    Se Glazad ha tempo e voglia di tradurlo, può pi inviarlo a Simon per la pubblicazione (occhio a riportare sempre il link ed i riferimenti all’articolo originale).
    Se non ce fa, posso provare io……

    Alla fine anche in questa ricerca nn poteva mancare la mitica CO2!

    Oh, proprio nn ce la fanno!

  8. ice2020
    16 luglio 2010 alle 11:50

    Francesco :

    Cosa cambia se c’è la Nina e non il Nino? E sopratutto cosa succede se questo cambio avviene così velocemente?
    Grazie a tutti

    Il nino porta a temp globali più elevate, vieversa la nina.

    Se il cambio avviene più velocemente, significa semplicemente che gli effetti del raffreddamento si vedranno prima..

  9. Fabio2
    16 luglio 2010 alle 12:05

    ice2020 :

    Francesco :
    Cosa cambia se c’è la Nina e non il Nino? E sopratutto cosa succede se questo cambio avviene così velocemente?Grazie a tutti

    Il nino porta a temp globali più elevate, vieversa la nina.
    Se il cambio avviene più velocemente, significa semplicemente che gli effetti del raffreddamento si vedranno prima..

    Vero.
    Bisogna anche dire, però, che le conseguenze sul tempo delle nostre latitudini non sono così scontate, anche perchè dipendono da altri fattori, altri indici climatici (AO, NAO, QBO, ecc.).

    Il Nino, ad esempio, in generale favorirebbe inverni miti, quando è moderato o forte. Però abbiamo visto che, accoppiato con una AO molto negativa (lo scorso inverno) l’effetto mitigatore non si è avvertito su gran parte dell’Europa, forse si è notato solo sul Mediterraneo.

  10. Andrea B
    16 luglio 2010 alle 12:07

    Francesco :
    Cosa cambia se c’è la Nina e non il Nino? E sopratutto cosa succede se questo cambio avviene così velocemente?
    Grazie a tutti

    per capire come nascono ti consiglio i seguenti link
    https://daltonsminima.wordpress.com/2009/12/23/e-natale-come-nasce-el-nino/
    https://daltonsminima.wordpress.com/2010/01/24/la-cenerentola-del-clima-la-nina/

  11. Fabio2
    16 luglio 2010 alle 12:07

    Pardon, parlavo di inverni miti con riferimento all’Europa.
    Per il Nordamerica e l’Asia le cose sono diverse e sinceramente non conosco bene le possibili conseguenze, meglio fare un giro sul sito NOAA dedicato.

  12. 16 luglio 2010 alle 12:41

    Fabio2 :

    ice2020 :

    Francesco :Cosa cambia se c’è la Nina e non il Nino? E sopratutto cosa succede se questo cambio avviene così velocemente?Grazie a tutti

    Il nino porta a temp globali più elevate, vieversa la nina.Se il cambio avviene più velocemente, significa semplicemente che gli effetti del raffreddamento si vedranno prima..

    Vero.Bisogna anche dire, però, che le conseguenze sul tempo delle nostre latitudini non sono così scontate, anche perchè dipendono da altri fattori, altri indici climatici (AO, NAO, QBO, ecc.).
    Il Nino, ad esempio, in generale favorirebbe inverni miti, quando è moderato o forte. Però abbiamo visto che, accoppiato con una AO molto negativa (lo scorso inverno) l’effetto mitigatore non si è avvertito su gran parte dell’Europa, forse si è notato solo sul Mediterraneo.

    Certamente adesso bisogna vedere se sussisterà l’accoppiata Nina strong e AO negativa…per vedere che effetti avrebbe in Europa!

  13. ice2020
    16 luglio 2010 alle 12:44

    Speriamo che regga anche la qbo!

  14. glazad
    16 luglio 2010 alle 13:02

    Purtroppo non riesco a tradurlo perchè uso internet durante le pause di lavoro e a casa per ora niente ADSL. Cmq in poche parole la termosfera ha perso calore e densità durante questa fase di minimo ma di ben il 28 % rispetto agli altri minimi solari. Pensano che sia dovuto alla C02 perchè ha effetto di raffreddamento sulla termosfera ma un così grande calo non può essere dovuto solo a quello (così dicono) forse il pianeta è più sensibile a queste variazioni di ciclo proprio a causa della CO2.
    Sembra che la causa sia sempre la CO2.

  15. paolo 72
    16 luglio 2010 alle 13:28

    ice2020 :
    Speriamo che regga anche la qbo!

    ma dovrebbe reggere perchè dura due anni!

  16. paolo 72
    16 luglio 2010 alle 13:29

    glazad :
    Purtroppo non riesco a tradurlo perchè uso internet durante le pause di lavoro e a casa per ora niente ADSL. Cmq in poche parole la termosfera ha perso calore e densità durante questa fase di minimo ma di ben il 28 % rispetto agli altri minimi solari. Pensano che sia dovuto alla C02 perchè ha effetto di raffreddamento sulla termosfera ma un così grande calo non può essere dovuto solo a quello (così dicono) forse il pianeta è più sensibile a queste variazioni di ciclo proprio a causa della CO2.
    Sembra che la causa sia sempre la CO2.

    ciao e grazie!

  17. bora71
    16 luglio 2010 alle 14:57
  18. Fabio2
    16 luglio 2010 alle 15:02

    bora71 :non c’e’ da stare tanto allegri.. http://www.noaanews.noaa.gov/stories2010/20100715_globalstats.html

    E’ quello che dico anch’io: record nel primo semestre ma anche record nel secondo, solo…..di segno opposto. Se guardi i grafici postati sopra da Miki, quelli sulla Nina intendo.
    Fanno paura, vero? Agli amanti del Glabal Warming staranno venendo certi brividi di freddo…..!🙂

  19. fabiov
    16 luglio 2010 alle 16:30

    bora71 :non c’e’ da stare tanto allegri..http://www.noaanews.noaa.gov/stories2010/20100715_globalstats.html

    Bora io ti ho sempre portao rispetto qui su NIA e non solo, a volte però mi irrito…perchè pubblichi direttamente la pagina del NOAA e non questo?… :
    Il NOAA ha finalmente reso note le anomalie globali relative a Giugno 2010. Secondo l’Ente Americano lo scorso mese è stato il più caldo di sempre con uno scarto di 0.68°C, due decimi di grado in più rispetto al 1998. Il record è stato raggiunto nonostante l’anomalia degli oceani si sia piazzata al 4° posto (+0.54°C) e quella delle terre emerse dell’Emisfero Sud addirittura al 5°! Ciò significa che il record è stato possibile grazie, sopratutto, all’anomalia dei continenti boreali, pari a +1.07°C, 0.12°C rispetto al picco assoluto del 2005. La perplessità aumenta ulteriormente considerando che per la NASA lo scorso giugno, globalmente, è stato il 3° più caldo ex-aequo col 2005 e per i satelliti (RSS/UAH) il 2° dopo il 1998. Come spesso accade i risultati delle varie osservazioni al suolo non conincidono nè tra loro, nè con le rilevazioni satellitari; elemento, questo, che certo non aiuta. Sarebbe oltremodo necessario creare un sistema universalmente riconosciuto di rilevazione termica a livello globale. L’importanza si capire se un’anomalia è stata da record o meno è capillare, considerando che moltissimi enti di ricerca di fama mondiale fin da gennaio si sono spesi nell’annunciare il 2010 come anno più caldo di sempre…ecco così che anche 1 decimo di temperatura puà fare la differenza, anche a livello di credibilità.
    3Bmeteo

  20. giorgio
    16 luglio 2010 alle 16:49

    Ottima analisi,anche se a corto raggio.Tutto dipendera dalla futura forza della NINA, che io personalmente la prevedo molto forte nei prossimi mesi.Ne vedremo delle belle entro l”anno se la NINA sara strong.

  21. Manuel
    16 luglio 2010 alle 18:19

    complimenti per l’analisi, condivido pienamente, anch’io mi aspetto un andamento di questo tipo nella seconda parte dell’estate (anzi a dire la verità fino a qualche tempo fa mi aspettavo che ciò avvenisse in leggero anticipo rispetto a come stanno andando le cose, evidentemente mi sono fatto prendere la mano dalla nina che si stava manifestando rapidamente😆 )

    intanto vediamo come va questo luglio, qualche record potrebbe saltar fuori secondo me, non tanto come picchi di caldo ma più che altro come medie generali, la persistenza del caldo sta assumendo connotati che adesso si possono definire eccezionali, si

    ah, vorrei aggiungere un mio rapido pensiero sul prossimo semestre freddo collegato anch’esso alla nina: è vero che solitamente la nina è sinonimo di maggiori ingerenze anticicloniche, ma questo non vuole assolutamente dire che faccia meno freddo, anzi solitamente gli anticicloni d’inverno sono sinonimo di freddo, almeno nelle zone continentali😉
    è quindi normale che queste zone continentali presentino dei serbatoi freddi più…carichi, diciamo così
    detto questo, io riassumerei il mio pensiero con un “non ci becca il freddo che ci sarà, ma se ci becca sono dolori!”

  22. andrew
    16 luglio 2010 alle 19:12

    Ragazzi ma nessuno di voi ha guardato bene il grafico guardate l’ultimo spago addirittura -3.5 ma ci pensate ????? sarebbe record e chissà quali effetti potrebbe avere e poi a me queste previsioni, sembra che si abbassino un pò ad ogni aggiornamento

    Per rinfrescarci un pò speriamo in un inverno extra strong con il trio delle meraviglie

    MINIMO SOLARE

    NINA EXTRA STRONG

    AO E NAO A FONDO SCALA

    e forse anche la qbo- che potrebbe rimanere negativa fino alla prossima estate🙂

  23. Darkman79
    16 luglio 2010 alle 19:35

    l’articolo postato da Glazad è GRANDIOSO😀

  24. Michele
    16 luglio 2010 alle 19:39

    OT
    @Simon

    Ho preparato un piccolo articolo dove parlo del “Moto del centro di massa del sistema solare e l’orbita a trifoglio” in settimana ti passo il lavoretto.
    Però mi piacerebbe che prima Sandro mi corregga il compito..in classe…
    sempre che ne abbia voglia e tempo ?
    Se “Ok!” mi passi la mail di Sandro…
    grazie
    Ciao Mic
    🙂

  25. ice2020
    16 luglio 2010 alle 19:47

    Michele :

    OT
    @Simon

    Ho preparato un piccolo articolo dove parlo del “Moto del centro di massa del sistema solare e l’orbita a trifoglio” in settimana ti passo il lavoretto.
    Però mi piacerebbe che prima Sandro mi corregga il compito..in classe…
    sempre che ne abbia voglia e tempo ?
    Se “Ok!” mi passi la mail di Sandro…
    grazie
    Ciao Mic

    :smile:

    Te l’ho mandata in e-mail…

    Simon

  26. 16 luglio 2010 alle 19:49

    Michele :

    OT
    @Simon

    Ho preparato un piccolo articolo dove parlo del “Moto del centro di massa del sistema solare e l’orbita a trifoglio” in settimana ti passo il lavoretto.
    Però mi piacerebbe che prima Sandro mi corregga il compito..in classe…
    sempre che ne abbia voglia e tempo ?
    Se “Ok!” mi passi la mail di Sandro…
    grazie
    Ciao Mic

    :smile:

    Michele la mia mail é:
    aledibel@hotmail.com
    Ti ringrazio per la fiducia ma potrei essere in grado solo di correggere eventuali errori di italiano e non certo la parte tecnica.
    Quindi come voto per il compito…ti dó 7+ a prescindere….

  27. Michele
    16 luglio 2010 alle 19:58

    sand-rio :

    Michele :
    OT
    @Simon
    Ho preparato un piccolo articolo dove parlo del “Moto del centro di massa del sistema solare e l’orbita a trifoglio” in settimana ti passo il lavoretto.
    Però mi piacerebbe che prima Sandro mi corregga il compito..in classe…
    sempre che ne abbia voglia e tempo ?
    Se “Ok!” mi passi la mail di Sandro…
    grazie
    Ciao Mic

    Michele la mia mail é:
    aledibel@hotmail.com
    Ti ringrazio per la fiducia ma potrei essere in grado solo di correggere eventuali errori di italiano e non certo la parte tecnica.
    Quindi come voto per il compito…ti dó 7+ a prescindere….

    Ti appassionari anche te alle orbite a trifoglio …dai!😆

  28. paolo 72
    16 luglio 2010 alle 20:46

    scusate la mia ignoranza ma volevo sapere se il grande inverno in sud America e già dovuto alla nina,grazie perla risposta!

  29. ice2020
    16 luglio 2010 alle 20:47

    paolo 72 :

    scusate la mia ignoranza ma volevo sapere se il grande inverno in sud America e già dovuto alla nina,grazie perla risposta!

    no…

  30. paolo 72
    16 luglio 2010 alle 21:01

    ice2020 :

    paolo 72 :
    scusate la mia ignoranza ma volevo sapere se il grande inverno in sud America e già dovuto alla nina,grazie perla risposta!

    no…

    ok!grazie!

  31. fra
    16 luglio 2010 alle 21:08

    chiedo anch’io….secondo te simon c’é correlazione tra l’inverno in sud america e il minimo solare?

  32. 16 luglio 2010 alle 21:27

    paolo 72 :

    ice2020 :

    paolo 72 :
    scusate la mia ignoranza ma volevo sapere se il grande inverno in sud America e già dovuto alla nina,grazie perla risposta!

    no…

    ok!grazie!

    Ha detto benissimo Simon, non c`è correlazione ma solo una massa di aria antartica che si é incanalata verso nord.
    Me ne sono occupato in due articoli qui nel sito brasiliano (una quasi filiale sudamricana di NIA) in portoghese.
    http://sandcarioca.wordpress.com/2010/07/11/uma-semana-de-muito-frio-e-tempo-severo/
    http://sandcarioca.wordpress.com/2010/07/14/onda-de-frio-congelante-mata-paralisa-industria-na-argentina-e-derruba-temperatura-temperatura-a-quase-8%C2%BAc-no-sul-do-brasil/

    E questa la situazione della Niña al 30 giugno: (in spagnolo e portoghese)
    http://sandcarioca.wordpress.com/2010/07/10/la-nina-esta-chegando%E2%80%93-oscilacion-del-sur-enos-situacao-ao-306/

  33. ice2020
    16 luglio 2010 alle 21:39

    fra :

    chiedo anch’io….secondo te simon c’é correlazione tra l’inverno in sud america e il minimo solare?

    E’ presto per dirlo…certo che i ghiacci antartici stanno messi da record…anche se questi record sn quelli che gente come bora nn riporterà mai…

  34. paolo 72
    16 luglio 2010 alle 21:55

    ice2020 :

    fra :
    chiedo anch’io….secondo te simon c’é correlazione tra l’inverno in sud america e il minimo solare?

    E’ presto per dirlo…certo che i ghiacci antartici stanno messi da record…anche se questi record sn quelli che gente come bora nn riporterà mai…

    E già….

  35. bora71
    16 luglio 2010 alle 22:01

    x Simon
    ok ci consoliamo con l’Antartide..

  36. Fabio Nintendo
    16 luglio 2010 alle 22:15

    domani è il mio compleanno.
    non sono riuscito a scrivere ancora niente sul Luglio 2000.
    vedo nei prossimi giorni cosa riesco a fare, è solo che parlare di freddo con un Luglio così bollente non so se è il massimo.

  37. 16 luglio 2010 alle 22:29

    Intanto il VP antartico è stra a palla!
    AAO+ al massimo!

  38. 16 luglio 2010 alle 23:13

    Fabio Nintendo :

    domani è il mio compleanno.
    non sono riuscito a scrivere ancora niente sul Luglio 2000.
    vedo nei prossimi giorni cosa riesco a fare, è solo che parlare di freddo con un Luglio così bollente non so se è il massimo.

    Domani, invece di perdere tempo con festeggiamenti inutili, torte, gelati, dolci e dolcetti, regali che che non servono a nulla, potresti fare l´articolo…
    TANTISSIMI AUGURI!!!

  39. 16 luglio 2010 alle 23:15

    giorgio :Ottima analisi,anche se a corto raggio.Tutto dipendera dalla futura forza della NINA, che io personalmente la prevedo molto forte nei prossimi mesi.Ne vedremo delle belle entro l”anno se la NINA sara strong.

    Giorgio per te che valori potremmo toccare di Nina?

  40. 16 luglio 2010 alle 23:40

    Sembrerebbe che le temperature dell’artico da qualche giorno abbiano preso la tendenza a calare.

    Vediamo se è solo una fase passeggera o se è un trend, ma se dovessero rientrare sotto zero così presto sarebbe clamoroso.

  41. andrew
    17 luglio 2010 alle 00:00

    Stefano Riccio :Sembrerebbe che le temperature dell’artico da qualche giorno abbiano preso la tendenza a calare.http://ocean.dmi.dk/arctic/plots/meanTarchive/meanT_2010.pngVediamo se è solo una fase passeggera o se è un trend, ma se dovessero rientrare sotto zero così presto sarebbe clamoroso.

    Non solo le temperature stanno crollando ma anche i ghiacci sembrano aver bloccato e di brutto il loro ritiro che siano i sintomi dei primi effetti della nina???????????? in effetti cresce che è una meraviglia mi pregusto già le sorprese che ci saranno nei prossimi mesi e cominciavo già a dubitare soprattutto per questa maledetta ondata di calore che non si sa quando mollerà oggi in ufficio senza aria comdizionata siamo arrivati a 37° pazzesco

  42. 17 luglio 2010 alle 00:28

    Fa caldo umido insopportabile ma per fortuna entro fine mese sembra rinfrescare…😉

  43. bari87
    17 luglio 2010 alle 00:30

    bora71 :x Simonok ci consoliamo con l’Antartide..

    ma ancora che parli?😀

  44. bora71
    17 luglio 2010 alle 00:48

    http://www.blogeko.it/2008/ghiacci-antartici-estensione-record-ma-i/

    bari87 :

    bora71 :x Simonok ci consoliamo con l’Antartide..

    ma ancora che parli?

    pensavo di vivere in un Paese democratico..
    dove tutti possono parlare ed esprimere le proprie idee..
    sopratutto in un argomento come questo..dove non ci sono certezze..ma solo supposizioni..
    la verita’ in tasca non ce l’ha nessuna..
    neppure tu..mio caro bari87..
    o qui se qualcuno non la pensa come voi(e sono tanti) non puo’ scrivere???

  45. Mirco
    17 luglio 2010 alle 00:51

    che tristezza,qui se non la pensiamo come voi(tanti)
    non possiamo parlare..
    ma siete cosi’ sicuri di avere la verita’ in tasca??

  46. 17 luglio 2010 alle 01:13

    Mirco :

    che tristezza,qui se non la pensiamo come voi(tanti)
    non possiamo parlare..
    ma siete cosi’ sicuri di avere la verita’ in tasca??

    si

  47. ice2020
    17 luglio 2010 alle 01:31

    sand-rio :

    Mirco :

    che tristezza,qui se non la pensiamo come voi(tanti)
    non possiamo parlare..
    ma siete cosi’ sicuri di avere la verita’ in tasca??

    si

    😆😆😆

    povero bora
    😆

  48. Fabio2
    17 luglio 2010 alle 08:19

    andrew :Ragazzi ma nessuno di voi ha guardato bene il grafico guardate l’ultimo spago addirittura -3.5 ma ci pensate ????? sarebbe record e chissà quali effetti potrebbe avere e poi a me queste previsioni, sembra che si abbassino un pò ad ogni aggiornamento
    Per rinfrescarci un pò speriamo in un inverno extra strong con il trio delle meraviglie
    MINIMO SOLARE
    NINA EXTRA STRONG
    AO E NAO A FONDO SCALA
    e forse anche la qbo- che potrebbe rimanere negativa fino alla prossima estate

    Beh l’ultimo spago potrebbe essere un outlier, come si dice in statistica.
    E poi, visti i valori della previsione della Nina, mi accontento della -2 gradi media prevista per l’autunno.
    Vedremo……

  49. Fabio2
    17 luglio 2010 alle 08:25

    Mirco :che tristezza,qui se non la pensiamo come voi(tanti)non possiamo parlare..ma siete cosi’ sicuri di avere la verita’ in tasca??

    Non basta pensare, bisogna anche ragionare……qui si ragiona, dati e numeri alla mano. Se poi non condividi i ragionamenti, le previsioni, non ti resta che aspettare per vedere se si concretizzeranno……

  50. Fabio2
    17 luglio 2010 alle 08:26

    ice2020 :

    sand-rio :

    Mirco :
    che tristezza,qui se non la pensiamo come voi(tanti)non possiamo parlare..ma siete cosi’ sicuri di avere la verita’ in tasca??

    si

    povero bora

    Anche Bora ha i suoi momenti di debolezza🙂
    ma si riprenderà presto e tornerà polemico come sempre, tranquilli….

  51. 17 luglio 2010 alle 08:54

    Fabio2 :

    andrew :Ragazzi ma nessuno di voi ha guardato bene il grafico guardate l’ultimo spago addirittura -3.5 ma ci pensate ????? sarebbe record e chissà quali effetti potrebbe avere e poi a me queste previsioni, sembra che si abbassino un pò ad ogni aggiornamentoPer rinfrescarci un pò speriamo in un inverno extra strong con il trio delle meraviglieMINIMO SOLARENINA EXTRA STRONGAO E NAO A FONDO SCALAe forse anche la qbo- che potrebbe rimanere negativa fino alla prossima estate

    Beh l’ultimo spago potrebbe essere un outlier, come si dice in statistica.E poi, visti i valori della previsione della Nina, mi accontento della -2 gradi media prevista per l’autunno.Vedremo……

    Io vorrei anche un -3 hahahahah

  52. Francesco
    17 luglio 2010 alle 10:13

    Grazie a tutti!😉

  53. giorgio
    17 luglio 2010 alle 11:48

    Giovanni Micalizzi :

    giorgio :Ottima analisi,anche se a corto raggio.Tutto dipendera dalla futura forza della NINA, che io personalmente la prevedo molto forte nei prossimi mesi.Ne vedremo delle belle entro l”anno se la NINA sara strong.

    Giorgio per te che valori potremmo toccare di Nina?

    la NINA potrebbe raggiungere anomalie negative tra i 2 e i 3 gradi poi tutto da valutare le aree e la durata

  54. 17 luglio 2010 alle 13:17

    giorgio :

    Giovanni Micalizzi :

    giorgio :Ottima analisi,anche se a corto raggio.Tutto dipendera dalla futura forza della NINA, che io personalmente la prevedo molto forte nei prossimi mesi.Ne vedremo delle belle entro l”anno se la NINA sara strong.

    Giorgio per te che valori potremmo toccare di Nina?

    la NINA potrebbe raggiungere anomalie negative tra i 2 e i 3 gradi poi tutto da valutare le aree e la durata

    Le ultime previsioni non ufficiali parlano di un -2,4…. tutto dipende se la bolla che é sotto la superficie e che presenta una anomalia di – 3°C verrá a galla e misturandosi con l´acqua piú calda superficiale indica proprio una buona probabilita di questo – 2,4…..vedremo.

  55. bari87
    17 luglio 2010 alle 14:32

    bora71 :http://www.blogeko.it/2008/ghiacci-antartici-estensione-record-ma-i/

    bari87 :

    bora71 :x Simonok ci consoliamo con l’Antartide..

    ma ancora che parli?

    pensavo di vivere in un Paese democratico..dove tutti possono parlare ed esprimere le proprie idee..sopratutto in un argomento come questo..dove non ci sono certezze..ma solo supposizioni..la verita’ in tasca non ce l’ha nessuna..neppure tu..mio caro bari87..o qui se qualcuno non la pensa come voi(e sono tanti) non puo’ scrivere???

    a me fai ribrezzo proprio tu bora, non chi la pensa diversamente….mi fanno ribrezzo i tuoi modi, come argomenti le cose, come parli, come interpreti le risposte di chi ha ancora la folle pazienza di rispondere alle tue domande, mi fa ribrezzo il tuo non rispettare un ban scrivendo sotto falsi nomi, tutto ciò fa ribrezzo…sei il classico itaiano medio che semina zizzania e aggira sempre le regole

  56. ice2020
    17 luglio 2010 alle 14:42

    Boni, state boni 😉

  57. giorgio
    17 luglio 2010 alle 15:39

    La NINA incalzante potrebbe essere la piu intensa degli ultimi 50 anni.E vista la situazione atlantica (corrente del golfo compresa)c”e molta carne sul fuoco.Intanto anche l”AO e” tornato positivo e penso che ci rimanga per un bel pezzo.Stiamo per vivere una situazione che potrebbe essere unica (nel suo complesso)i cui risvolti lo potrebbero essere altrettanto.Il primo passo verso il cambio sara l”ITCZ che finamente dovrebbe invertire la tendenza gia in questa seconda decade di luglio.da li si apriranno le danze verso un processo di rapido raffreddamento dell”emisfero Nord

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: