Home > Ciclo 24, Curiosità sul Sole, Statistica Solare > Aspettare prima di trarre conclusioni, ma fino a quando?

Aspettare prima di trarre conclusioni, ma fino a quando?

29 luglio 2010

Qui su NIA è una delle frasi preferite, sicuramente quella che in questi 2 anni abbiamo detto più volte.

Ma su una cosa non abbiamo mai chiarito, fino a quando dovremo aspettare?

Bisogna subito dire che se noi non abbiamo mai detto un limite è perchè esso non c’è, dipende tutto da come si comporterà il sole nei prossimi mesi, sappiamo bene come anche gli esperti si sono ritrovati a posticipare sempre più l’inizio del Ciclo 24, noi quindi ci siamo adattati spostando in avanti il termine ipotetico del periodo di attesa.

Il Ciclo 24 è partito parecchi mesi fa e ci aveva dato l’impressione di poter chiudere la questione minimo e di analizzare la risalita verso il massimo, terminando quindi le attese per la ripartenza, visto che essa, spesso lineare e costante non crea un interessamento di tipo evolutivo ma solo di tipo quantitativo.

Come invece ben sappiamo ci troviamo ancora in una fase di stallo, il SF dopo aver superato gli 80 è andato calando per un bel po’ di tempo e ancora adesso ci troviamo sotto gli 80, valore che da sempre qui su NIA avevamo definito come segno di attività solare non più bassa, e la risalita ci pare ben lontana da poter essere definita, ci tocca quindi aspettare ancora e come tutti neanche noi sappiamo fino a quando.

Proprio per questi motivi ho deciso di scrivere qualche riga su questa questione, da fuori potrebbe sembrare quasi una presa in giro e non lo è di certo, ovviamo tutti i dubbi e chiariamo il concetto:

Il Minimo solare tutt’ora non può dirsi concluso al 100%, abbiamo definito la patenza del Ciclo 24 ( e quindi fine del minimo ) con il superamento continuo del SF del valore di 80, aggiungendoci poi un aumento di tale valore continuo.

La fase di risalita è quella più breve in un ciclo solare, dura intorno ai 4 anni, ma può durare anche meno, per questo quindi rappresenta una crescita costante e continuativa dell’attività solare, non rappresentando motivo di interesse, se non quando ci si ritrova alla fine del suo percorso e si deve analizzare quale sarà l’intensità del massimo, sarà allora che partirà il nuovo “periodo di attesa”

Bisogna però dire che questo Ciclo 24 ha tutta l’aria di essere un ciclo debole e molto particolare, la sua risalita potrebbe quindi essere atipica e mostrare continuamente periodi di discesa anche in questa fase, arrivando quindi ipoteticamente ad unire le 2 “fasi di attesa” rendendole praticamente infinite.

A noi tocca, e sembra uno scherzo detto adesso, solo aspettare, perchè sarà solo il Sole a decidere quando finirà l’attesa.

FABIO

  1. macgiver69
    29 luglio 2010 alle 09:55

    il nooa messo alle strette dall’evidenza rincara la dose😦

    che tristezza..

    http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo487455.shtml

  2. ice2020
    29 luglio 2010 alle 10:38

    Nel behind si intravedono altre 2 AR a latitudine molto interessante:

    il sole sembra aver dato una bella accellerata…come già scritto, vediamo se continuerà in modo costantre o si rifermerà come già acaduto.

    simon

  3. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 10:50

    macgiver69 :il nooa messo alle strette dall’evidenza rincara la dose
    che tristezza..
    http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo487455.shtml

    Che nel XX secolo abbia fatto più caldo che nei due secoli precedenti e che verso la fine del XX il caldo si sia accentuato, a mio avviso è difficile da negare.

    Semmai la questione è un’altra: che cosa ha provocato questo caldo?
    L’attività dell’uomo, prima di tutto? Mancano prove, mancano indizi, sono solo congetture, non si può affermare.

    Allora è stato il sole? Può darsi, visto che proprio in questo periodo ha avuto i massimi di attività da molto tempo, ma in questo caso ci sono indizi, non prove.

    Può essere stato semplicemente il comportamento caotico e non lineare del sistema Terra? Può darsi, tuttavia per scaldarsi o raffreddarsi nel suo complesso, il calore deve pur entrare o uscire dal sistema. E il “calore in più” da dove proviene, se non dal Sole?

  4. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 10:57

    Riguardo all’articolo di Fabio Nintendo, non posso che condividere, l’attesa non è una presa in giro, un gioco a rimandare affermazioni nette, ma dipende dal comportamento del Sole.

    Però, rispetto alle conoscenze finora note, qualcosa si può dire: come ho ricordato più volte, secondo David Hathaway, studioso solare della NASA, le previsioni del ciclo in ascesa divengono attendibili 2-3 anni dopo il minimo. Nel nostro caso, col minimo a dicembre 2008 ormai accertato, lo sarebbero nel 2011-2012.

    Inoltre, lo ricordavo in un articolo alcuni giorni fa e lo ha ribadito Nintendo, tra un minimo ed il massimo successivo trascorrono come minimo 3 anni e come massimo 5 anni (salvo rare eccezioni, ad esempio il Minimo di Dalton).

    Dunque, in base alla statistica degli ultimi 200 anni, dobbiamo attenderci un massimo compreso tra la fine del 2011 e la fine del 2013. O magari anche due massimi, come ricordava ieri Simon (Ice2020), distanzati anche di parecchi mesi tra loro, come accaduto più volte in passato.

  5. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 10:58

    Di certo possiamo dire che, ad un anno e mezzo dal minimo di dicembre 2008, questa è la ripartenza più debole che abbiamo finora osservato, tranne quelle occorse durante il Minimo di Dalton. E se continua così, l’unico termine di paragone sarà, appunto, il Minimo di Dalton.

  6. ice2020
    29 luglio 2010 alle 11:12

    Credo che il fatto che il sole avrà 2 massimi distinti (uno per l’emisfero nord, l’altro per quello sud)sia ormai cosa assodata!

    Lo si può vedere tranquillamente dalla latitudine delle AR ni 2 emisferi.

    Come credo anche che l’aborto del ciclo 24 sia ormai una possibilità remota.

    direi un max per l’emisfero nord entro i rpimi mesi del 2011 e per il sud posticipato di un annetto.

    Come dissero anche i professori russi del progetto astrometria, il ciclo 24 sarà solo l’antipasto di un insieme di cicli al ribasso a partire quindi dal ciclo 25, e sulla debolezza dei cicli avvenire concorda anche il dottor Hathaway.

    Simon

  7. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 12:03

    ice2020 :Credo che il fatto che il sole avrà 2 massimi distinti (uno per l’emisfero nord, l’altro per quello sud)sia ormai cosa assodata!
    Lo si può vedere tranquillamente dalla latitudine delle AR ni 2 emisferi.
    Come credo anche che l’aborto del ciclo 24 sia ormai una possibilità remota.
    direi un max per l’emisfero nord entro i rpimi mesi del 2011 e per il sud posticipato di un annetto.
    Come dissero anche i professori russi del progetto astrometria, il ciclo 24 sarà solo l’antipasto di un insieme di cicli al ribasso a partire quindi dal ciclo 25, e sulla debolezza dei cicli avvenire concorda anche il dottor Hathaway.
    Simon

    Un massimo nei primi mesi del 2011, se fosse il massimo principale, sarebbe una novità assoluta, almeno per quanto riguarda i cicli dal Minimo di Dalton ad oggi: non è mai accaduto che arrivasse così presto, il tempo minimo finora è di 34 mesi (quasi 3 anni).
    Invece, un massimo nel 2012-2013 non sarebbe strano, in base alle statistiche.

    Tuttavia, sempre negli ultimi 200 anni, si osserva come i cicli deboli abbiano in genere minimi e massimi successivi solitamente non ravvicinati (meno di 4 anni), addirittura (nel caso dei cicli del minimo di Dalton) distanziati di oltre 5 anni. Mi riferisco alla tabella che ho riportato nell’articolo pubblicato giorni addietro e di cui riporto qui il link: daltonsminima.files.wordpress.com/2010/07/tabella_ssn_nia1.jpg

    Se osservate, tutti i cicli deboli (con massimo, SSN, inferiore a 100) hanno una distanza tra minimo e massimo (principale) successivo non inferiore a 4 anni (46-47 mesi, per l’esattzza, ciclo 13 (1890-1894) e in alcuni casi ben superiore a 5 anni (cicli 5, 6 e 7, quelli del Minimo di Dalton e quello immediatamente successivo).

    Invece, i cicli con distanza tra minimo e massimo più breve (nettamente inferiore a 4 anni) sono solo cicli forti (il 22, il 21, il 18, l’11, con SSN ben superiore a 100 e persino a 150)

  8. Andrea b
    29 luglio 2010 alle 12:04

    Fabio2 :

    Di certo possiamo dire che, ad un anno e mezzo dal minimo di dicembre 2008, questa è la ripartenza più debole che abbiamo finora osservato, tranne quelle occorse durante il Minimo di Dalton. E se continua così, l’unico termine di paragone sarà, appunto, il Minimo di Dalton.

    perfettamente d’ accordo come ha fatto notare Fabio .Nintendo non ci resta che aspettare

  9. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 12:18

    Fabio2 :

    ice2020 :……Simon

    ….)……..
    …. daltonsminima.files.wordpress.com/2010/07/tabella_ssn_nia1.jpg
    Se osservate, tutti i cicli deboli (con massimo, SSN, inferiore a 100) hanno una distanza tra minimo e massimo (principale) successivo non inferiore a 4 anni (46-47 mesi, per l’esattzza, ciclo 13 (1890-1894) e in alcuni casi ben superiore a 5 anni (cicli 5, 6 e 7, quelli del Minimo di Dalton e quello immediatamente successivo).
    Invece, i cicli con distanza tra minimo e massimo più breve (nettamente inferiore a 4 anni) sono solo cicli forti (il 22, il 21, il 18, l’11, con SSN ben superiore a 100 e persino a 150)

    Insomma, sembrerebbe che

    ciclo forte (SSNmax >> 100) –> pendenza ripida ed anche minimo e massimo ravvicinati;

    ciclo debole (SSNmax < pendenza più blanda, minimo e massimo più distanziati.

    Sarà così anche questa volta, oppure la “regola” verrà infranta?

  10. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 12:19

    oops, scusate, c’è un errore, correggo:

    ciclo debole (SSNmax < pendenza più blanda, minimo e massimo più distanziati.

  11. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 12:20

    si ripete, strano, forse sono i simboli.
    Comunque intendevo dire che con SSNmax molto inferiore a 100, minimo e massimo sembrano essere più distanti che non quando il ciclo è forte.

  12. 29 luglio 2010 alle 12:38

    Fabio,non vedo molto utile il fatto che tu continui a presentare statistiche relative ai cicli passati..questo semplicemente perchè fuori statistica ci siamo già..infatti penso non sia mai accaduto(almeno sulla base dei dati certi che noi abbiamo) che ad appena due anni dall’inizio del ciclo le AR avessero già una latitudine intorno ai 13°…purtroppo siamo sempre lì,ovvero cercare di capire quando è iniziato questo ciclo che tutto è tranne che normale…inoltre sono d’accordo con te Simon nel fatto che l’emisfero nord è più avanti rispetto a quello sud..a tal proposito però ti faccio notare due cose…la prima è che per quanto riguarda l’emisfero nord nonostante un luglio in forte ripresa la situazione in termini energetici è lontana anni luce da quanto accaduto a gennaio- febbraio(e questo perchè a lavorato quasi solo quello sud)..dunque nonostante le AR nel nord abbiano una latitudine molto più bassa(segno che il ciclo è nettamente avanzato)non si riesce a riprodurre lontanamente quanto fatto nei mesi scorsi…riguardo a quello sud è evidente che la 1089 somiglia sia per latitudine che per coalescenza a le AR di gennaio-febbraio(comparse nel nord),e dunque è possibile che il sud sia in ritardo rispetto al nord di 6-7 mesi…la differza sta nel fatto che qualche mese fà il recinto era aperto e quelle AR da sole arrivavano a produrre 60-70 macchie, ora si presentano come enormi plage con macchie più sporadiche al loro interno,segno che il disturbo è fortemente efficace…concludo facendo la mia previsione…secondo me l’emisfero nord a già dato il meglio di sè pur essendo ora nel suo max(“teorico”), mentre quello sud avrà il massimo nel 2011…considerando il sole nella sua interezza,e dunque combinando ciò che accade a nord e a sud è probabile che il max deve essere ancora scritto…

  13. ice2020
    29 luglio 2010 alle 13:04

    E’ davvero difficile sbilanciarsi…

    qualunque ocsa può accadere…

    io nn ho competenze scientifiche adegate, e queto spero lo si sappia…magari ci becco slo per la fortuna del principiante…

    mi reolo per la mia previsione con la latitudinedelle ar…certo che se guardassi alle statistiche passate, sarebbe impossibile prevdere un massimo entroil 2011.

    ma questo ciclo è anomalo e tutto può accadere!

    Simon

  14. Fabio Nintendo
    29 luglio 2010 alle 13:36

    Ho cancellato tutti i messaggi relativi a Bora71, più tardi cancellerò anche questo.
    di essere preso per il culo in un mio articolo non ne ho proprio voglia.

  15. Fabio Nintendo
    29 luglio 2010 alle 13:43

    un’altro avvertimento, a chiunque risponderà a Bora71 gli verrà cancellato il messaggio

  16. 29 luglio 2010 alle 13:46

    Finalmente…purtroppo c’è gente quì che continua a non capire,e quando non si capisce bisogna prendere decisioni drastiche come questa…bravo fabio…

    Fabio Nintendo :un’altro avvertimento, a chiunque risponderà a Bora71 gli verrà cancellato il messaggio

  17. ice2020
    29 luglio 2010 alle 13:48

    Io nn capisco una cosa, se dice che ridono di noi in giro, perchè continua a romperci i coglioni e a postare nostri commenti ed articoli in quegli stessi siti?

    Sta persona dev stare davvero male, inizio a preoccuparmi seriamente per la sua salute mentale, e sto ragionando da medico, quindi seriamente!

    Simon

  18. 29 luglio 2010 alle 14:00

    Perchè il suo scopo è proprio quello di rompere le balle a te e al tuo blog…e devo dire che ci riesce bene, sfruttando soprattutto l’ingenuità di molte persone..a lui non interessa che tipo di blog sia e di cosa si parli al suo interno,questo poteva essere anche un forum di ricamo in cui si parlava di punto croce,lui doveva intervenire per rovinarlo…e non ti agitare quando dice che parlerà con 3B meteo perchè anche lì lo sanno che è un coglione…purtroppo ho sempre saputo che dovevi mantenere il ban…comunque ricominciamo a parlare di sole che è meglio…

    ice2020 :Io nn capisco una cosa, se dice che ridono di noi in giro, perchè continua a romperci i coglioni e a postare nostri commenti ed articoli in quegli stessi siti?
    Sta persona dev stare davvero male, inizio a preoccuparmi seriamente per la sua salute mentale, e sto ragionando da medico, quindi seriamente!
    Simon

  19. 29 luglio 2010 alle 14:03

    Ciao Simon,
    Tutti i blog che parlano di eventi possibilisti, come il vostro, che ricerca il minimo in corso o il mio che ricerca le cause e gli effetti di una presunta binaria del Sole, o latri che sono contro i complotti e le malefatte dei governi, delle organizzazioni scientifiche fasulle e corrotte, vengono derisi e offesi come “incapaci” dagli altri siti.
    E’ una cosa normale, ma il nostro portabandiera è Galileo Galilei, che fu quasi condannato a morte per aver detto il vero e nel suo sacrificio di uomo bisogna andare avanti senza temere nulla.
    Nessuno di noi dice il falso ed è arrogante sulle tesi esposte, credo che se ci fosse davvero un Global Warming antropico sareste i primi ad ammetterlo. Nel mio caso appena pubblicheranno i dati di WISE, se Nemesis non sarà trovato sarò il primo a chiudere il blog o a cambiargli nome.
    Ma siccome dalla nostra parte ci sono fior fiore di scienziati che hanno avuto la perseveranza di studiare, laurearsi, creare modelli e fare ricerca, allora, fino ad allora, visto che siamo in democrazia e abbiamoa vuto il dono dell’intelletto, è giusto perseverare.
    Simon sugli altri siti, si parla di stelle che cambiano pannolini, ricopiano i siti esteri senza capire quello che fanno solo per lucro e pubblicano solo notizie breaking per fare audience.
    Io pensa che ho persino tolto ADSENSE, dopo che mi hanno accusato di aver fatto pornografia per aver messu una foto degli homo di neanderthal in un vecchio articolo.
    Il mondo va cosi, ma finchè ci saranno blog come i nostri, chi di dovere avrà sempre una forte spina nel fianco.
    Che parlino. Tra qualche anni si vedrà chi resta e chi svanisce o cambia bandiera.

    Un saluto

    Arthur

  20. ice2020
    29 luglio 2010 alle 14:09

    Arthur McPaul :

    Ciao Simon,
    Tutti i blog che parlano di eventi possibilisti, come il vostro, che ricerca il minimo in corso o il mio che ricerca le cause e gli effetti di una presunta binaria del Sole, o latri che sono contro i complotti e le malefatte dei governi, delle organizzazioni scientifiche fasulle e corrotte, vengono derisi e offesi come “incapaci” dagli altri siti.
    E’ una cosa normale, ma il nostro portabandiera è Galileo Galilei, che fu quasi condannato a morte per aver detto il vero e nel suo sacrificio di uomo bisogna andare avanti senza temere nulla.
    Nessuno di noi dice il falso ed è arrogante sulle tesi esposte, credo che se ci fosse davvero un Global Warming antropico sareste i primi ad ammetterlo. Nel mio caso appena pubblicheranno i dati di WISE, se Nemesis non sarà trovato sarò il primo a chiudere il blog o a cambiargli nome.
    Ma siccome dalla nostra parte ci sono fior fiore di scienziati che hanno avuto la perseveranza di studiare, laurearsi, creare modelli e fare ricerca, allora, fino ad allora, visto che siamo in democrazia e abbiamoa vuto il dono dell’intelletto, è giusto perseverare.
    Simon sugli altri siti, si parla di stelle che cambiano pannolini, ricopiano i siti esteri senza capire quello che fanno solo per lucro e pubblicano solo notizie breaking per fare audience.
    Io pensa che ho persino tolto ADSENSE, dopo che mi hanno accusato di aver fatto pornografia per aver messu una foto degli homo di neanderthal in un vecchio articolo.
    Il mondo va cosi, ma finchè ci saranno blog come i nostri, chi di dovere avrà sempre una forte spina nel fianco.
    Che parlino. Tra qualche anni si vedrà chi resta e chi svanisce o cambia bandiera.

    Un saluto

    Arthur

    Grazie arthur per le belle parole che ovviamente condivido in toto!

    simon 🙂

  21. ice2020
    29 luglio 2010 alle 14:11

    Riccardo :

    Perchè il suo scopo è proprio quello di rompere le balle a te e al tuo blog…e devo dire che ci riesce bene, sfruttando soprattutto l’ingenuità di molte persone..a lui non interessa che tipo di blog sia e di cosa si parli al suo interno,questo poteva essere anche un forum di ricamo in cui si parlava di punto croce,lui doveva intervenire per rovinarlo…e non ti agitare quando dice che parlerà con 3B meteo perchè anche lì lo sanno che è un coglione…purtroppo ho sempre saputo che dovevi mantenere il ban…comunque ricominciamo a parlare di sole che è meglio…

    ice2020 :Io nn capisco una cosa, se dice che ridono di noi in giro, perchè continua a romperci i coglioni e a postare nostri commenti ed articoli in quegli stessi siti?
    Sta persona dev stare davvero male, inizio a preoccuparmi seriamente per la sua salute mentale, e sto ragionando da medico, quindi seriamente!
    Simon

    Purtroppo wordpress nn prevede ban definitivi, infatti poi continuava a scrivere con altri nick e faceva venire anche più il nervoso perchè ti sentivi preso per il culo 2 volte…ma presto le cose cambieranno e solo che sarà iscritto a NIA potrà commentare…a presto col nuovo sito…

  22. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 14:41

    ice2020 :Io nn capisco una cosa, se dice che ridono di noi in giro, perchè continua a romperci i coglioni e a postare nostri commenti ed articoli in quegli stessi siti?
    Sta persona dev stare davvero male, inizio a preoccuparmi seriamente per la sua salute mentale, e sto ragionando da medico, quindi seriamente!
    Simon

    Perchè non è così. Semplice.
    Non mi risulta che nessuno rida di NIA, almeno in quelli che conosco. Al massimo ne criticano le tesi senza citarlo esplicitamente.
    Però correggetemi se sbaglio.

    Posso solo dirvi che quando mi hanno pubblicato l’articolo a settembre scorso sulla rivista di astronomia, ho citato esplicitamente NIA più volte e la redazione della rivista ha riportato le citazioni integralmente, senza censure, e sono grato a loro per questo.

    Ci furono però due episodi:

    una polemica tra la rivista e un astronomo dell’osservatorio di Arcetri, mi par di ricordare, che scrisse alla rivista criticando il fatto che nel’articolo venissero citati soprattutto siti che lui considerava “anti global warming” (oltre a NIA, il blog di Anthony Watts, Meteoscienze, Climate Monitor, il sito di Landscheidt, Meteogiornale, i siti ufficiali di NOAA e SIDC ed altri ancora).
    E poi, pur ammettendo che l’autore dell’articolo (il sottoscritto) non fosse esplicitamente schierato e “sapesse distinguere” (così scrisse) afferò che chi leggeva potesse non essere in grado di distinguere.
    Distinguere che cosa? La “verità” del Global Warming dalle “menzogne” dei siti scettici, immagino…….

    Un altro episodio, che forse non ho mai citato, mi capitò quando, una sera di settembre mi telefonò a casa un tizio per complimentarsi con me dell’articolo, ma soprattutto per criticare aspramente NIA, il suo fondatore, e il fatto che avessi citato NIA nell’articolo.
    In effetti mi parse un tipo un po’ strano.

  23. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 14:43

    Insomma, da quegli episodi mi sono convinto che chi critica NIA senza argomentare, o critica siti che sostengono (argomentando) le medesime tesi argomentate in NIA, o è in chiara malafede oppure non ha tutte le rotelle a posto.

    Sbaglierò, ma l’esperienza mi suggerisce questo.

  24. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 14:48

    Riccardo :Fabio,non vedo molto utile il fatto che tu continui a presentare statistiche relative ai cicli passati..questo semplicemente perchè fuori statistica ci siamo già..infatti penso non sia mai accaduto(almeno sulla base dei dati certi che noi abbiamo) che ad appena due anni dall’inizio del ciclo le AR avessero già una latitudine intorno ai 13°……..…

    Boh, confrontando i diagrammi a farfalla (disponibili da circa il 1870 ad oggi), a mio modesto avviso emerge una similitudine tra quelli dei cicli più deboli e quello che, piano piano si sta componendo per il ciclo 24.

    E, se devo dare un’impressione da profano, quello che noto dal confronto non è tanto una differenza nella latitudine delle macchie, quanto piuttosto nella numerosità: cioè quelle del ciclo in corso mi paiono di meno…….come se Livingston e Penn avessero realmente ragione sulla scomparsa progressiva delle macchie, per intenderci…..

  25. anonimo
    29 luglio 2010 alle 15:12

    oggi chiacchierando mi è stato detto:
    se c’è questo caldo (si riferiva ai 40 gradi di mosca e cina), e siamo in pieno minimo già da un pò, appena siamo in pieno massimo, quanto caldo ci sarà ?

    Secondo voi è proprio un ragionamento sbagliato ?

  26. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 15:19

    anonimo :oggi chiacchierando mi è stato detto:se c’è questo caldo (si riferiva ai 40 gradi di mosca e cina), e siamo in pieno minimo già da un pò, appena siamo in pieno massimo, quanto caldo ci sarà ?
    Secondo voi è proprio un ragionamento sbagliato ?

    Sì, perchè trascura un elemento fondamentale: atmosfera, oceani e terre emerse sul nostro pianeta costituiscono un sistema meteo-climatico molto complesso e fortemente non lineare.

    Ergo, non reagiscono in modo “lineare”, come si attenderebbe invece chi ti ha posto quella questione.
    Basta vedere il comportamento del Nino e della Nina……..

  27. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 15:21

    E poi anche nel 2001 c’era il Sole al massimo, ma non faceva così caldo, o sbaglio?
    Perchè l’estate rovente è stata quella del 2003 e quella dopo invece è stata mite e piovosa?

  28. 29 luglio 2010 alle 15:23

    Incredibile,c’è riuscito un’altra volta dopo neanche un’ora….

  29. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 15:28

    Scusate ma proprio non l’ho riconosciuto.

    Vabè, lasciamolo perdere, in fondo tra poco si cambia blog e un provocatore non potrà entrare così facilmente.

    Però devo ammettere che la domanda non era così stupida, anche se elementare.
    Se la porrebbe chiunque non conoscesse almeno un po la materia.
    Semmai non è facilissimo rispondere in maniera altrettanto elementare……

  30. 29 luglio 2010 alle 15:33

    Il difetto principale dell’Antropic Global Warming é che non ha basi scientifiche. Parte da una constatazione semplicistica l’ uomo ha aumentato le emissioni di CO2 e riscontriamo un aumento di temperatura … allora l’ aumento di tempertura é di origine antropica.
    Se cerchiamo studi si trova tantissimo materiale ma se andiamo a ben vedere ci accorgiamo che alcune variabili vengono tralasciate, le stazioni meteo ridotte e i dati vengono rielaborati e riestesi “matemagicamente”, i dati satellitari fanno riferimento a non so quale modello e i punti più caldi cadono proprio nelle stazioni meteo statisticamente più fredde ma sono state disattivate e quindi non più controllabili … che dati dell’ estensione dei ghiacci riaggiustati, il conteggio delle macchie solari non sembra perfetto, i dati che indicano il raffreddamento cancellati … Insomma stando così le cose viene per forza il dubbio che ci sia qualcosa di poco chiaro.
    Fornendo invece dei dati “certificati” le cose sarebbero più semplici …

  31. anonimo
    29 luglio 2010 alle 15:38

    ragazzi io sono vincenzo, non bora, forse ci siete rimasti.Rilassatevi, è la seconda volta che fate così.

  32. Fabio Nintendo
    29 luglio 2010 alle 15:43

    nessuno ha cancellato il tuo messaggio infatti

    anonimo :

    ragazzi io sono vincenzo, non bora, forse ci siete rimasti.Rilassatevi, è la seconda volta che fate così.

  33. Sneijder
    29 luglio 2010 alle 15:49

    @ vincenzo (anonimo)
    Semplicemente il calore degli oceani che si è accumulato (bilancio radiativo positivo) causato dall’intensa attività solare degli ultimi decenni, si dissipa in modo estremamente lento a causa dell’inerzia termica della massa oceanica……negli ultimi 10 anni la PDO ha cambiato di segno virando solo recentemente in negativo, l’indice AMO ha toccato i picchi della fase positiva e le anomalie in zona ENSO sono state prevalentemente positive (con 2 eventi di Nino Strong nel 1997-98, nel 2009-10 e con un lungo evento di ENSO+ moderato tra il 2002 e il 2006)
    Se NONOSTANTE questi indici tutti in fase le temperature NON sono aumentate come era successo negli anni ’90 (anzi, hanno mostrato un accenno alla discesa) significa che la bassa attività solare sta iniziando a lavorare
    Personalmente ritengo che ci vorrà ancora qualche anno prima di apprezzare una chiara tendenza ad un moderato global-cooling
    Saluti e complimenti da parte mia a New Ice Age

  34. 29 luglio 2010 alle 15:54

    anonimo :ragazzi io sono vincenzo, non bora, forse ci siete rimasti.Rilassatevi, è la seconda volta che fate così.

    E’ che le domande che fate sono molto simili,e poi il caldo in russia è uno dei cavalli di battaglia del nostro bora…comunque faccio le mie scuse a te e a fabio2…

  35. 29 luglio 2010 alle 16:02

    C’é da dire che spesso i giornalisti pubblicano nella migliore delle ipotesi solo le notizie che fanno aumentare le vendite o messaggi pubblicitari mascherati da notizie creando il fenomeno del “neo-dogmatismo” mediatico. In un qualunque articolo o pubblicità se ci scappa un riferimento al riscaldamento globale tanto meglio …
    Ma tutto questo sicuramente non é scientifico.
    A proposito attualmente il dogmatismo mediatico ci sta proponendo che … nucleare é sicuro e bello (lo dice anche Piero Angela), io che frequento questo blog ho grossi dubbi … i giornalisti no .. e continuano a diffondere il dogma.

  36. cop
    29 luglio 2010 alle 16:05

    Il riscaldamento secondo me è innegabile, ma solo nell’emisfero nord e probabilmente non causato dall’uomo!

  37. 29 luglio 2010 alle 16:14

    In realtà dire che sia innegabile non é vero … non abbiamo dati certi e quindi non lo possiamo dire. Qualcuno ha taroccato i dati … e ad onor del vero non siamo certi nemmeno del riscaldamento globale.

  38. 29 luglio 2010 alle 16:19

    La formula giusta é questa …
    Dall’ analisi dei dati che sicuramente sono stati taroccati … viene fuori che c’ é stato un innegabile riscaldamento globale!

  39. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 16:25

    Luci0 :La formula giusta é questa …Dall’ analisi dei dati che sicuramente sono stati taroccati … viene fuori che c’ é stato un innegabile riscaldamento globale!

    Mah, più che i dati di temperatura, guarderei al comportamento dell’ambiente: negli ultimi 100 e più anni, salvo intervalli, c’è stato un netto arretramento di tutti i ghiacciai alpini e, mi pare, non solo di quelli.
    Le temperature, almeno localmente, sono aumentate (mi riferisco ad esempio ad un rapporto dell’ARPA dell’Emilia Romagna, che ho potuto leggere, e che confronta i dati 1991-2008 con il trentennio 1961-1990). Gli inverni freddi e nevosi si sono diradati, le nebbie ridotte.

    Ma comunuque, se il riscaldamento c’è stato, occorre verificare se sia dell’entità dichiarata dagli enti che gestiscono le stazioni di misura e soprattutto da che cosa sia provocato.
    Il riscaldamento provocato dall’attività dell’uomo, finora, è un postulato privo di dimostrazione, ma anche di indizi convincenti. Diciamo pure che assomiglia ad una bufala.

  40. 29 luglio 2010 alle 16:28

    Mi dispiace lucio ma il riscaldamento c’è stato ed è innegabile…parlando in termini di formule come piace a te,quella giusta sarebbe…:il riscaldamento c’è stato,il tarocco anche,bisogna capire quanto tarocco e quanto riscaldamento…ma soprattutto è da capire quanto di esso sia imputabile all’uomo…

    Luci0 :La formula giusta é questa …Dall’ analisi dei dati che sicuramente sono stati taroccati … viene fuori che c’ é stato un innegabile riscaldamento globale!

  41. 29 luglio 2010 alle 16:35

    Ok riformulo la certezza in modo corretto.
    Dall’ analisi dei dati che sicuramente in parte sono stati taroccati … viene fuori che c’ é stato un innegabile riscaldamento globale!
    Certo se qualcuno non faceva casini ne avremmo avuto la certezza …
    Per averne certezza dovremmo misurare la quantità di calore … penso che sia una cosa impossibile.

  42. 29 luglio 2010 alle 16:46

    I do not wait for this SC24 . It is poor, and it’s Behavior Has Been consistently poor. Why Should I wait for it When it shows no signs of changing ?
    Weak Butterly .
    Blinking spots.
    Decoupled from flux.
    Increased L & P.
    Reversed Polarities in the South.
    I see no Reasons to wait.
    Might we wait too see if it Manages to make Dalton, or crash to a Maunder .
    Some Might want to wait to see if it makes it above Dalton, but that hope is in danger .

  43. Fabio Nintendo
    29 luglio 2010 alle 16:52

    è impossibile negare il riscaldamento, usciamo da un periodo freddissimo chiamato Piccola Era Glaciale, e dopo una breve discesa negli anni 60 e 70 adesso è più che normale trovarci in situazioni più calde

  44. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 16:56

    rbateman :…… ?……………………….Might we wait too see if it Manages to make Dalton, or crash to a Maunder .Some Might want to wait to see if it makes it above Dalton, but that hope is in danger.

    I think you are right, Rbateman.
    That’s why I am waiting: Dalton or Maunder-like?
    I would be surprised if cycle 24 would make much above Dalton, as much as the weakest Damon cycles made. It seems to be already below them.

  45. 29 luglio 2010 alle 17:05

    rbateman :

    I do not wait for this SC24 . It is poor, …

    Perché prima si fanno le osservazioni. Il ciclo 24 é anomalo e quindi non abbiamo osservazioni di cicli simili, o meglio sembra essere simile ad un Dalton o Maunder ma sono solo due cicli su 24 … lo potremmo dire solo quando il ciclo si sarà concluso.

  46. giorgio
    29 luglio 2010 alle 17:08

    Mi dispiace Simon ma stavolta non sono daccordo con te.le possibilita che il ciclo possa abortire sono reali.Intanto Giove va in perielio nel 2011 (marzo)quindi e” sempre li che disturba.Secondo io mi attendo che questo focherrello presto si spegnera.C”e un massimo da superare che e” stato raggiunto in febbraio esattamente quasi 6 mesi fa.Ebbene si potrebbe essere uguagliarlo nelle prossime ore o giorni.Ma personalmente penso che non sara superato.E se non va oltre e” chiaro che il ciclo va verso il collasso. http://www.persicetometeo.com/public/popup/solar_activity.htm Attivita in cresita ma molto breve.Muro a quota 95-96 se passa hai ragione tu.Io non penso

  47. Giovanni
    29 luglio 2010 alle 17:12

    Luci0 :Il difetto principale dell’Antropic Global Warming é che non ha basi scientifiche. Parte da una constatazione semplicistica l’ uomo ha aumentato le emissioni di CO2 e riscontriamo un aumento di temperatura … allora l’ aumento di tempertura é di origine antropica.Se cerchiamo studi si trova tantissimo materiale ma se andiamo a ben vedere ci accorgiamo che alcune variabili vengono tralasciate, le stazioni meteo ridotte e i dati vengono rielaborati e riestesi “matemagicamente”, i dati satellitari fanno riferimento a non so quale modello e i punti più caldi cadono proprio nelle stazioni meteo statisticamente più fredde ma sono state disattivate e quindi non più controllabili … che dati dell’ estensione dei ghiacci riaggiustati, il conteggio delle macchie solari non sembra perfetto, i dati che indicano il raffreddamento cancellati … Insomma stando così le cose viene per forza il dubbio che ci sia qualcosa di poco chiaro.Fornendo invece dei dati “certificati” le cose sarebbero più semplici …

    IL difetto principale dell AWG è che è sponsolrizzato dall’IPCC, un ente nato per studiare QUALI sono le cause antropiche del riscaldamento globale e non SE ci sono cause antropiche. Se si ossrvano molti studi scientifici di questi anni su clima ed ecosistemi si vede come alla fine biologi ecologisti naturalisti etologi e quant’alrto descrivono dei cambiamenti climatici e degli adattamenti della flora e della fauna a questi cambiamenti. Per me sono un po come dei bambini che scoprono per la prima volta una cosa nuova, cioé che il nostro pianeta non è un sistema in equilibrio statico, ma in equlibrio dinamico e quindi in continuo cambiamento. E questa presa di coscienza non puo ch eessere un bene per la comunità scientifica in generale, e un passo ulteriore per conoscere la Terra e oltre. Le struumentalizzazioni politiche dell’IPCC sono altra cosa. I cambiamenti climatici non sono altro che una scoperta e una presa di coscienza da parte del genere umano.

  48. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 17:33

    Personalmente mi limiterei agli elementi oggettivi, o almeno verificabili in qualche misura, e lascerei perdere le sensazioni e le impressioni personali, senza per questo volerle assolutamente sminuire nè voler polemizzare con alcuno.

    Riepilogando:

    in termini di SSN (smoothed solar flux) questo ciclo è ripartito lentamente, più di qualsiasi altro ciclo degli ultimi 200 anni, tranne uno dei cicli del Minimo di Dalton;

    le previsioni NASA per ora indicano un ciclo debole, più di qualsiasi altro, tranne i due del Minimo di Dalton, ma sappiamo che, ad appena un anno e mezzo dal minimo, le previsioni sono ancora suscettibili di signficative correzioni (lo dice lo stesso Hathaway);

    in effetti il massimo (relativo, o magari assoluto?) finora registrato è quello di febbraio (solar flux =96), ad oggi non sappiamo se verrà superato; il Sole pare ce la stia mettendo tutta ma per ora non sembra farcela;

    il butterly diagram che si vede ora è costituito da poche macchie, rispetto a cicli passati (confronto visivo), perlopiù concentrate tra i 15 ed i 30 gradi di latitudine (nord e sud); dunque ad oggi mancano pressochè del tutto le macchie oltre i 30 gradi e mancano anche quelle sotto i 10 gradi (di solito indizio del massimo imminente o già avvenuto);

    è stato osservato un numero rilevante (oltre il 3%) di macchie a polarità invertita, che desta qualche perplessità.

    Ho tralasciato qualcosa di importante, per caratterizzare l’attività solare in questo periodo?

  49. giorgio
    29 luglio 2010 alle 18:02

    Fabio2 :
    Personalmente mi limiterei agli elementi oggettivi, o almeno verificabili in qualche misura, e lascerei perdere le sensazioni e le impressioni personali, senza per questo volerle assolutamente sminuire nè voler polemizzare con alcuno.
    Riepilogando:
    in termini di SSN (smoothed solar flux) questo ciclo è ripartito lentamente, più di qualsiasi altro ciclo degli ultimi 200 anni, tranne uno dei cicli del Minimo di Dalton;
    le previsioni NASA per ora indicano un ciclo debole, più di qualsiasi altro, tranne i due del Minimo di Dalton, ma sappiamo che, ad appena un anno e mezzo dal minimo, le previsioni sono ancora suscettibili di signficative correzioni (lo dice lo stesso Hathaway);
    in effetti il massimo (relativo, o magari assoluto?) finora registrato è quello di febbraio (solar flux =96), ad oggi non sappiamo se verrà superato; il Sole pare ce la stia mettendo tutta ma per ora non sembra farcela;
    il butterly diagram che si vede ora è costituito da poche macchie, rispetto a cicli passati (confronto visivo), perlopiù concentrate tra i 15 ed i 30 gradi di latitudine (nord e sud); dunque ad oggi mancano pressochè del tutto le macchie oltre i 30 gradi e mancano anche quelle sotto i 10 gradi (di solito indizio del massimo imminente o già avvenuto);
    è stato osservato un numero rilevante (oltre il 3%) di macchie a polarità invertita, che desta qualche perplessità.
    Ho tralasciato qualcosa di importante, per caratterizzare l’attività solare in questo periodo?

    Lasciamo perdere le sensazioni.Da inizio anno ho contato appena 50 AR.Ma ti rendi conto? in 7 mesi 50 AR.Io non so cosa vi aspettate da questo ciclo.per me collassa.Ovvio che e” solo il mio parere

  50. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 18:12

    giorgio :

    Fabio2 :……

    Lasciamo perdere le sensazioni.Da inizio anno ho contato appena 50 AR.Ma ti rendi conto? in 7 mesi 50 AR.Io non so cosa vi aspettate da questo ciclo.per me collassa.Ovvio che e” solo il mio parere

    50……ma secondo te quante ce ne dovrebbero essere, o meglio, quante ce n’erano nello stesso periodo nei cicli immediatamente precedenti? E’ possibile contarle?

  51. 29 luglio 2010 alle 18:21

    Nella climatologia spaziale mancavano i terremoti. Adesso non mancano piú gli spacequake sono veri e propri terremoti spaziali.
    Bellissimo il video della NASA.
    http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2010/27jul_spacequakes/

  52. giorgio
    29 luglio 2010 alle 18:28

    Fabio2 :

    giorgio :

    Fabio2 :……

    Lasciamo perdere le sensazioni.Da inizio anno ho contato appena 50 AR.Ma ti rendi conto? in 7 mesi 50 AR.Io non so cosa vi aspettate da questo ciclo.per me collassa.Ovvio che e” solo il mio parere

    50……ma secondo te quante ce ne dovrebbero essere, o meglio, quante ce n’erano nello stesso periodo nei cicli immediatamente precedenti? E’ possibile contarle?

    certo basta solo andare al 23 e vedere quante AR si sono contate nei primi 7-8 mesi di inizio attivita e ti accorgerai della differenza.

  53. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 18:48

    giorgio :

    Fabio2 :

    giorgio :

    Fabio2 :……

    Lasciamo perdere le sensazioni.Da inizio anno ho contato appena 50 AR.Ma ti rendi conto? in 7 mesi 50 AR.Io non so cosa vi aspettate da questo ciclo.per me collassa.Ovvio che e” solo il mio parere

    50……ma secondo te quante ce ne dovrebbero essere, o meglio, quante ce n’erano nello stesso periodo nei cicli immediatamente precedenti? E’ possibile contarle?

    certo basta solo andare al 23 e vedere quante AR si sono contate nei primi 7-8 mesi di inizio attivita e ti accorgerai della differenza.

    Non saprei dove cercare il numero di regioni attive dei cicli passati.
    Però questo http://www.sidc.be/html/papi22c.html mi da già un’idea, qualitativa ma mi pare evidente e che si rafforza col tempo: le macchie visibili in questo primo anno e mezzo di ciclo 24 sembrano essere davvero poche, in rapporto ai cicli immediatamente passati.

  54. Fabio2
    29 luglio 2010 alle 18:52

    Peraltro dal grafico (il secondo dei due) si osserva come, in effetti, finora l’emisfero nord abbia prodotto più macchie di quello meridionale e comprese perlopiù tra i 10 ed i 30 gradi, mentre nell’emisfero meridionale sono concentrate soprattutto tra i 15 ed i 25 gradi.

    Insomma, anche da questo si confermerebbe che l’emisfero nord è più attivo e più “avanti”, come stadio del ciclo, rispetto a quello sud.

  55. ice2020
    29 luglio 2010 alle 20:21

    Fabio2 :

    giorgio :

    Fabio2 :

    giorgio :

    Fabio2 :……

    Lasciamo perdere le sensazioni.Da inizio anno ho contato appena 50 AR.Ma ti rendi conto? in 7 mesi 50 AR.Io non so cosa vi aspettate da questo ciclo.per me collassa.Ovvio che e” solo il mio parere

    50……ma secondo te quante ce ne dovrebbero essere, o meglio, quante ce n’erano nello stesso periodo nei cicli immediatamente precedenti? E’ possibile contarle?

    certo basta solo andare al 23 e vedere quante AR si sono contate nei primi 7-8 mesi di inizio attivita e ti accorgerai della differenza.

    Non saprei dove cercare il numero di regioni attive dei cicli passati.
    Però questo http://www.sidc.be/html/papi22c.html mi da già un’idea, qualitativa ma mi pare evidente e che si rafforza col tempo: le macchie visibili in questo primo anno e mezzo di ciclo 24 sembrano essere davvero poche, in rapporto ai cicli immediatamente passati.

    guarda qui:

    http://www.solar.ifa.hawaii.edu/ARMaps/archive.html

  56. ice2020
    29 luglio 2010 alle 20:22

    Inoltre vogliamo parlare dele macchie serie?

    molto ma molto meno di 50…

  57. 29 luglio 2010 alle 20:52

    Molte volte accade quì su NIA che non appena appare una macchietta decente parte uno scoramento generale…sono pienamente d’accordo con giorgio quando chiede cosa vi aspettate da questo ciclo…io lo trovo semplicemente sensazionale,e lo considererei tale anche se da adesso ripartisse in modo più deciso…cosa che comunque non accadrà,perchè come ci ha ricordato lo stesso giorgio l’allineamento resterà pressappoco perfetto per almeno un anno,e a marzo del 2011 giove sarà anche in perielio….ragazzi basta guardare le AR che girano sulla parte visibile,ogni santa volta si presentano disastrate…ad esempio quella che è arrivata oggi in condizioni normali sarebbe stata una bestia,ed invece è una misera caccola….stiamo parlando di un ciclo che è per lo meno il 70% più debole di quelli passati!!!!!!!!!(ovviamente si tratta di una mia stima)

  58. nitopi
    29 luglio 2010 alle 21:35

    Ciao ragazzi…
    Ero fuori Italia per lavoro e Sabato vado in ferie…
    Ne approfitto per augurarvi buone vacanze !!

    Luca

  59. nitopi
    29 luglio 2010 alle 23:30

    Uei!
    Ho dato un’occhiata ai chiacci dell’artico… grosso recupero e la derivata promette benissimo!!!!!! Per me si puo’ far meglio dell’anno passato…

    Un po’ piu’ deludente l’antartico, ha quasi raggiunto il massimo…

    Ciao
    Luca

  60. 29 luglio 2010 alle 23:58

    ice2020 :Inoltre vogliamo parlare dele macchie serie?
    molto ma molto meno di 50…

    Sarebbe bello fae un confronto con il numero di AR dei cicli passati…Se qualcuno se la sente e ci perde 2 giorni saremmo tutti felici…😉

  61. 30 luglio 2010 alle 00:21

    Fabio2 :

    giorgio :

    Fabio2 :

    giorgio :

    Fabio2 :… …

    Forget sensazioni.Da the beginning of the year I counted just 50 AR.Ma you realize ? in 7 months 50 AR.Io not know what you expect from me this ciclo.per collassa.Ovvio and that ” only my opinion

    50 … … but how do you think there should be, or rather , how many there were in the same period in the cycles immediately preceding ? It ‘ can count them ?

    sure that you go to 23 and see how many HR were counted in the first 7-8 months of logins and you will see the difference.

    I do not know where to look for the number of active regions of past cycles .But this http://www.sidc.be/html/papi22c.html give me some idea , but quality seems obvious to me and that is strengthened with time: the spots visible in this first year and a half of cycle 24 seems to be very few , relative to past cycles immediately .

  62. 30 luglio 2010 alle 15:07

    Simon ci sei?

  63. ice2020
    30 luglio 2010 alle 15:11

    Riccardo :

    Simon ci sei?

    Si, perchè? 😉

  64. 30 luglio 2010 alle 15:15

    Non riesco più ad inviare commenti nell’articolo di oggi…volevo chiederti il perchè,ammesso che tu lo sappia…

  65. ice2020
    30 luglio 2010 alle 15:16

    Riccardo :

    Non riesco più ad inviare commenti nell’articolo di oggi…volevo chiederti il perchè,ammesso che tu lo sappia…

    alcuni vanno in moderazione…cmq ora te l’ho amesso, cancellando le ultime righe, perchè bari 87 nn aveva capito il senso del tuo interevento, cerca di capire, alla fine dite, diciamo la setssa cosa su bora!

    Simon

  66. 30 luglio 2010 alle 15:31

    non era molto difficile capirlo…sarebbe stato logico mandare anche il suo in moderazione,visto le stupidaggini che ci sono scritte anche in riferimento alla natura del blog…secondo me il problema è che molti non hanno ancora capito di che personaggio si tratta,e tu essendo una persona intelligente lo sai meglio di me…ed io ho sempre cercato di farlo capire a tutti, perchè sono molto affezionato al blog e perchè so che la gente così,se gli si dà confidenza,lo ROVINA…cmq d’ora in avanti non darò più questi fastidi non ti preoccupare….

    ice2020 :
    Riccardo :
    Non riesco più ad inviare commenti nell’articolo di oggi…volevo chiederti il perchè,ammesso che tu lo sappia…

    alcuni vanno in moderazione…cmq ora te l’ho amesso, cancellando le ultime righe, perchè bari 87 nn aveva capito il senso del tuo interevento, cerca di capire, alla fine dite, diciamo la setssa cosa su bora!
    Simon

  67. ice2020
    30 luglio 2010 alle 15:51

    Riccardo :

    non era molto difficile capirlo…sarebbe stato logico mandare anche il suo in moderazione,visto le stupidaggini che ci sono scritte anche in riferimento alla natura del blog…secondo me il problema è che molti non hanno ancora capito di che personaggio si tratta,e tu essendo una persona intelligente lo sai meglio di me…ed io ho sempre cercato di farlo capire a tutti, perchè sono molto affezionato al blog e perchè so che la gente così,se gli si dà confidenza,lo ROVINA…cmq d’ora in avanti non darò più questi fastidi non ti preoccupare….

    ice2020 :

    Riccardo :
    Non riesco più ad inviare commenti nell’articolo di oggi…volevo chiederti il perchè,ammesso che tu lo sappia…

    alcuni vanno in moderazione…cmq ora te l’ho amesso, cancellando le ultime righe, perchè bari 87 nn aveva capito il senso del tuo interevento, cerca di capire, alla fine dite, diciamo la setssa cosa su bora!
    Simon

    Nessun fastidio Riccardo…anzi ti ringrazio per tutte le volte che difeso Nia…

    Tra l’altro ora ti ha anche risposto bari 87 nell’articolo in alto…

    Ciao e continua così!

    simon😉

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: