Archivio

Posts Tagged ‘ciclo 23’

Minimo Solare: 2008 e 2009 a Confronto

2 gennaio 2010 27 commenti

Facciamo un semplice, ma direi anche quasi banale, confronto sul minimo solare nei 2 anni centrali, il 2008 e il 2009.

Partiamo quindi dalla cosa fondamentale, l’SN annuale, nel 2008 abbiamo avuto un valore di 2.8, ovviamente è da prendere con le pinze questo dato perché frutto dei conteggi diversi rispetto al passato, ma resta uno degli anni più bassi di sempre.

Per far capire: spesso si associa questo minimo a quello del 54, quasi a volerlo sminuire, anche perché per esempio l’SN del 1954 fu di 4.4, quasi il doppio, infatti questo minimo andrebbe associato di più al minimo di Damon ( nella sua parte più profonda ), che vide questi SN:

1913: 1.4

1901: 2.7

Quindi, dal minimo di Dalton in poi, solo il 1913 e il 1901 ( che chiuse praticamente uguale ) sono stati ancor meno attivi, tutto questo considerando che i conteggi sono molto diversi.

Non è un dato oggettivo per valutare il metodo di conteggio, però, per esempio, il 1901 che si è chiuso con lo stesso SN annuale chiuse con molti più giorni spotless, come anche il 1878 che con un SN annuale di 3.4 chiuse con una ventina di giorni spotless in più.

Ma a noi interessa di più il 2009, a Novembre l’SN su 11 mesi era di 2.4, quindi inferiore al 2008, ma questo Dicembre è stato molto “attivo” e considerando che molti mesi del 2009 non sono ancora stati ufficializzati ci toccherà aspettare un po’ prima di sapere il valore definitivo, però dico già che se Dicembre dovesse avere un RI superiore al 7.6 il 2009 avrebbe un SN annuale maggiore del 2008, ma sarebbe comunque il 4° anno meno attivo, una bella coppia quindi.

E allora come coppia di anni solo il mimo del 1913 può competere con questo.

Guardando gli SN mensili notiamo come sia il 2008 che il 2009 hanno avuto solo 1 mese sopra il 5, e che tra di essi si è formata la striscia di 20 mesi consecutivi sotto al 5, che come detto un sacco di volte è battuta solo dalla parte più profonda del minimo di Dalton.

Solo il minimo del 1913 seppe far meglio, con il 1912 con solo 2 mesi sopra al 5 e tutto il 1913 sotto a quel valore, in quel minimo però la striscia di mesi consecutivi si fermò solo a 15, anche se però va ricordato che lo fece ben 2 volte, ma in 2 momenti diversi ( cioè non 2 serie divise da un unico mese ).

Allora ci chiediamo perché come numero di giorni spotless questo minimo è solo 3°?

3 cose vanno dette:

1)      Il minimo non è ancora finito

2)      I conteggi sono diversi

3)      Non esiste un preciso rapporto tra SN annuale e giorni spotless

Giorni spotless a prescindere questo minimo resta il 2° più profondo dopo quello di Dalton.

Siamo a circa 771 giorni spotless, davanti a noi, il più vicino è il minimo del ciclo 14 con 938 giorni spotless, ma come detto, come coppia di anni con ben circa 530 giorni sptotless questo minimo è inferiore solo al minimo del ciclo 15 ( quello del 1913 ) con circa 570 giorni spotless nel biennio 1912-13.

Ma torniamo al confronto, il 2008 secondo il nostro conteggio avrebbe totalizzato 309 giorni spotless e il 2009 ben 315, quindi il rapporto è invertito, indice del fatto che nel 2009 i conteggi sono stati ancor più ristrettivi.

Guardiamo come ultima cosa il Solar Flux, i due anni da questo punto di vista sono diametralmente opposti, il primo infatti è partito con valori ben sopra il 70 per poi scendere sempre di più, mentre il 2009 ha visto aumentare il suo valore, ma la cosa che lascia perplessi è che nel 2008 visto che eravamo nella fase discendente del ciclo era normale un calo di quel tipo, mentre non lo è per niente un aumento così blando registrato nel 2009.

Dicembre 2009 ad un anno dal minimo registrerà un valore all’incirca sui 75, solo di 8 unita superiore a quello di Dicembre 2008, che rappresenta la partenza del ciclo 24, dal 1948 mai nessun ciclo era partito così blando, anche se va detto, che mai nessun ciclo aveva avuto valori così bassi di Solar Flux, nel 2008 infatti si è battuto il record per il valore più basso mai misurato.

Aspettando il 2010, e questo minimo deve ancora dire la sua.

FABIO

Dove reperire i dati:

Solar Flux: ftp://ftp.geolab.nrcan.gc.ca/data/solar_flux/monthly_averages/maver.txt

SN Mensili: ftp://ftp.ngdc.noaa.gov/STP/SOLAR_DATA/SUNSPOT_NUMBERS/MONTHLY

Chi l’ha detto che il 23 è morto? Cmq guardate che casino nel nostro sole!

8 novembre 2009 24 commenti

1Lascio a voi ( e spero che intervenga anche Ale) ogni commento…

Aspetto anche che Fabio mi dica se quella che ho cerchiato col quadrato sia sotto l’equatore come pare a me, perchè appunto sarebbe del ciclo 23, e la cosa sarebbe davvero incredibile, soprattutto perchè sta regione è venuta fuori dal nulla e sta crescendo alquanto pare…

in caso contrario un ciclo 24 all’equatore…insomma ce ne sarebbe per tutti i gusti…

Categorie:Nowcasting Solare Tag:, ,

Intanto la regione del ciclo 23 di ieri oggi ha deciso di fare sul serio!

29 aprile 2009 11 commenti

latest5La regione di ieri appartenente al vecchio ciclo stamane risulta ingrandita e già riceve una segnalazione da parte di Catania.

Non aggiorna il Soho Continum, quindi attualmente non possiamo sapere a che punto di visibilità è arrivata la macchia e soprattutto se perdurerà a sufficienza da ottenere un conteggio da parte del Noaa.

Comunque sia in questo 2009 continua ostinata la presenza del vecchio ciclo che per frequenza è superiore a quella del nuovo, indicandoci che siamo ancora ben lungi dalla fine di questo Minimo!

Stay tuned, Simon

UPDATE: Alle 18.10 il Noaa ancora mette 0, ma il sat che vediamo noi è fermo alle 11.30 di stamane, quindi o la macchia nel frattempo è sparita, o tra un pò cambieranno il loro SSN.

Update 2: Noaa conta 15 di Wolf

Appesi ad un filo: si avvicina minacciosa una plage region dalla parte nascosta del sole…

26 marzo 2009 5 commenti
Immagine behind

Immagine behind

Come si vede bene dall’immagine “far” del sole, una regione attiva si sta avvicinando al lato orientale del sole. Si calcola che per il fine settimana essa dovrebbe essere visibile ai satelliti solari. Solo allora sapremo se essa avrà la “forza” necessaria per essere ritenuta una spot e venire quindi conteggiata. Siamo appesi ad un filo dunque perchè potrebbero essere a repentaglio 2 tappe molto importanti:

1) Il raggiungimento per la nona volta in questo minimo di un’altra serie di 20 giorni spotless di fila

2) Ancora più impotante, il superamento del ciclo 24 (in quanto la plage in questione sarà quasi certamente appartenente al nuovo ciclo) sul ciclo 23 nel mese di marzo, in quanto lo ricordo l’unica macchia presente sinora in questo mese è del ciclo 23 appunto, durata solo 2 giorni e con un numero di wolf totale di 24 per il Noaa, quindi facilmente raggiungibile e superabile.

Speriamo quindi che tra 2-3 giorni, quando suddetta regione attiva farà la sua apparizione nel lato visibile solare, non sia così intensa da generare macchie, sarebbe davvero un goal subito ai minuti di recupero!

Stay tuned, Simon

UPDATE: La famigerata regione apparsa qualche giorno fa, oggi è stata conteggiata da Catania con numero di Wolf di 12. Trattasi appunto di quella famosa macchia di cui abbianmo tanto parlato che aveva polarità del ciclo 23 e latitudine del ciclo 24, mentre ora si è trasformata ed ha anche la polarità del nuovo ciclo! Ci si preoccupava della regione behind ch comunque avanza sempre più minacciosa, ed alla fine ci ha fregato la meno sospettabile!

Update2: Alle ore 16.13 il Noaa ancora non conta la macchia, c’è da dire infatti che nel frattempo essa è andata notevolmente affievolendosi! http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

La regione attiva di cui parlavamo ieri oggi potrebbe divenire macchia?

15 marzo 2009 2 commenti

latest_eit_195_fullCome si vede anche dall’immagine postata, la regione nell’equatore solare continua ad essere presente. L’ultimo aggiornamento del magnetogramma è troppo lontano (mezzanotte di ieri) per poter vedere meglio se è evoluta o meno, compreso quello del Soho Continum. Riconfermo che si tratta di una regione con polarità del ciclo 23 e che ieri la macchia non è stata contata nè da Catania nè dal Noaa, ma da Mont Wilson si ad esempio.

Stay tuned, Simon

UPDATE: Niente, la macchia del ciclo 23 non sà da fare! 8° giorno spotless di fila, 60 giorni spotless nel 2009 e 573 totali da inizio minimo!

http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

Aggiornamento sorprendente! Probabili 2 regioni attive del ciclo 25…ehmmm scusate del ciclo 23!

14 marzo 2009 6 commenti

latest

La prima, quella più a sinistra inizia a scorgersi anche nel continum anche se timidamente, la seconda quella più a destra ed indicata con plage ancora no… Catania per oggi mette 0, vediamo il Noaa!

Ma ragazzi queste sono comunque altre regioni del ciclo 23! O forse del ciclo 25?

Che sta accadendo al nostro sole???

Stay tuned, Simon

UPDATE: Per ora anche il noaa mette 0, ma se guardate dal continum una timidissima macchietta si intravede come si vede qui:(cmq andate avedere l’immagine ingrandita su www.solarcycle24.com )

Update: credo che ormai le 2 macchie non saranno contate dal Noaa, se così fosse 7° giorno spotless di fila! Di certo comunque queste sono state 2 plage attive del ciclo 23, quest’estate cose del genere le ho viste contare, compresa la famigerata macchia di agosto vista solo da Catania…

25

Siamo sicuri che il ciclo 23 sia realmente finito? Leggete qua…

20 febbraio 2009 2 commenti

heliospheric-current-sheet-graph

Fonte: www.wattsupwiththat.com

Siamo abituati convenzionalmente a far terminare un ciclo solare quando le macchie del nuovo ciclo iniziano a prevalere su quello vecchio. A dire il vero non è esattamente quello che sta accadendo ultimamente, almeno nell’ultimo mese dove l’attività del ciclo 23 è stata l’unica ad essere presente. Ma non è tutto… un altro modo infatti per tracciare la vera fine di un ciclo e la nascita di un altro può seguire anche altre strade. Nel grafico sopra elaborato da David Archibald viene considerato a tal proposito un altro metodo, e precisamente l’Heliopheric Current Sheet (The heliospheric current sheet (HCS) is the surface within the Solar System where the polarity of the Sun‘s magnetic field changes from north to south che tradotto sarebbe la superficie all’interno del sistema solare in cui la polarità del  campo magnetico solare cambia da nord a sud.)

L’HCS degli ultimi 2 cicli come si evince dal grafico postato ha raggiunto il valore minimo di 3° corrispondente alla vera fine di quei cicli solari. L’ultima lettura di tale indice è stata invece di 8.7°, mentre nel corso del ciclo 23 l’HCS è diminuito in media di circa 8.6° all’anno. Se si segue la linea rossa prima di raggiungere il valore di 3° delimitato orrizontalmente dalla linea verde, il minimo solare potrebbe cadere non prima di aprile 2010. Questo significherebbe che il ciclo 23 non è ancora terminato, con le inevitabili conseguenze del caso, ovvero un futuro ciclo 24 assai debole!

Simon