Home > Uncategorized > Nessun UFO sul sole…

Nessun UFO sul sole…

28 gennaio 2010

Dopo il gran polverone degli oggetti non identificati apparsi nei pressi del Sole, ecco l’analisi fotovisuale delle immagini per ribadire che in realtà, non è c’è nessuna anomalia

Padova, 27 gennaio 2010 (Italy)

In questi giorni stanno facendo il giro del web, in tutto il mondo, delle immagini che rappresenterebbero dei dischi in transito o nelle zone limitrofe al Sole.

I dati scientifici su cui si basano queste segnalazioni provengono dai dati della sonda STEREO, che è un laboratorio spaziale di analisi sull’attività solare.

Le immagini ritenute anomale, riportate su centinaia di siti in tutto il mondo, sono state raccolte in un video pubblicato su YouTube, rivediamolo:

http://www.youtube.com/v/0cs8EZvF9xU”><param

http://www.youtube.com/v/0cs8EZvF9xU

Da questo video sono state principalmente estrapolate le immagini per l’analisi fotovisuale dal quale si è giunti frettolosamente a concludere che si tratti di UFO.


Il sito di ricercatori indipendenti, lo Starviewer Team, ha analizzato nello specifico queste immagini e  il risultato è stato che si tratterebbe di sfere che avrebbero il diametro di ben 12000 km, come quanto riportato in questo passo dell’articolo:

“Un “pixel” señalado en la foto, equivale a 1.200 km. El contorno del esferoide está en blanco y la parte central, representa una línea ecuatorial que sobresale 1/2 pixel del esferoide (una cordillera de 600 km de altura), en cada lado del ecuador. Y éste a su vez, presenta un diámetro ecuatorial de 10 pixels (12.000 km), y un diámetro entre sus polos de 8 pixels (9.200 km). Un objeto, de tamaño similar a la Tierra”

basandosi principalmete su questo ingrandimento:

Andiamo adesso ad analizzare i vari aspetti del fenomeno.

Le sonde STEREO A e B

Parliamo brevemente dallo strumento che ha effettuato la ripresa delle foto: le sonde STEREO.

STEREO (Solar TErrestrial RElations Observatory) è una missione scientifica della NASA (USA) che ha il compito di ottenere delle immagini stereoscopiche della nostra stella e dei suoi fenomeni, come le espulsioni di massa dalla corona.

La caratteristica di questa missione è che consta di due sonde gemelle (sonda STEREO A e sonda STEREO B) che hanno assunto un’orbita geocentrica altamente ellittica per stabilizzarsi attorno alla Terra.

In seguito alle manovre di stabilizzazione orbitale, la sonda A viaggia ad una velocità superiore a quella di B, esse si stanno allontanando l’una dall’altra.

Di conseguenza risulterà entro breve tempo impossibile per l’occhio umano riuscire a fondere le immagini stereoscopiche. Al termine del mese di marzo 2007 la parallasse stereoscopica era di 1/50, ma già a giugno dello stesso anno era scesa a 1/25. La parallasse stereoscopica “ideale” equivale a 1/30, mentre già al di sotto di 1/10 la fusione delle immagini risulta difficoltosa anche per gli esperti.

Poiché le immagini provenienti dalla sonda A sono più grandi rispetto a quelle ottenute dalla sonda B (che si trova più lontana dal Sole rispetto alla gemella), è necessario correggere tale ingrandimento prima di poter fondere stereoscopicamente le immagini ottenute dalle due sonde. Anche se la visione tridimensionale della stella è divenuta sempre più difficile, la missione continua a rivelarsi estremamente utile per via della mole di dati fisici che giunge sulla stella.

Gli strumenti coinvolti nella ripresa delle immagini discusse, sono state riprese dallo strumento SECCHI (Sun Earth Connection Coronal and Heliospheric Investigation), che comprende i seguenti sensori:

una nell’ultravioletto lontano e due coronografi in luce bianca (noti collettivamente come Sun Centered Instrument Package o SCIP), creati per rappresentare il disco solare e la corona, più due camere ideate per lo studio dell’eliosfera (dette HI), che riprendono lo spazio che intercorre tra la Terra e il Sole. L’obiettivo del SECCHI è quello di studiare l’evoluzione tridimensionale delle espulsioni di massa dalla corona durante il loro moto dalla superficie del sole attraverso la corona ed il mezzo interplanetario sino al loro impatto con la magnetosfera terrestre.

In particolare le immagini sono state riprese dal sensore Extreme UV Imaging Telescope (EIT) studia la bassa corona, la sua struttura e la sua attività Esso è in grado di riprendere immagini dettagliate dell’intera superficie solare in luce ultravioletta; in questo modo, è facile individuare protuberanze e brillamenti, fenomeni altamente energetici che influenzano l’intera atmosfera solare.

Entrando nella pagina della missione STERO, si legge in alto questo spoiler:

“Shown here are the latest SECCHI beacon images. The STEREO space weather beacon telemetry mode is a very low rate, highly compressed data stream broadcast by the spacecraft 24 hours per day. These data are used for space weather forecasting. Because of the large compression factors used, these beacon images are of much lower quality than the actual science data.”

http://stereo-ssc.nascom.nasa.gov/beacon/beacon_secchi.shtml

…a causa della grande compressione dei larghi fattori di compressione utilizzati, queste immagini faro sono di bassa qualità rispetto agli attuali dati scientifici.

Le immagini pubblicate, a causa dei problemi di bassa qualità vengono rielaborate successivamente in post-processing con una risoluzione più alta, come si è verificato nel caso delle nostre anomalie.

Ecco la prima delle immagini “incriminate” in cui è stata evidenziata l’anomalia:

ed ecco la stessa immagine dopo il post-processing effettuato a terra:

Le vistose anomalie sono del tutto sparite. Si trattava di una cattiva visualizzazione di una stella di fondo o di rumore di fondo, altrimenti l’oggetto sarebbe stato evidenziato anche dopo il post-processing. Ma continuiamo con l’analisi delle foto:

Anche questa immagine mostra numerose anomalie visuali, come segnalate sempre dallo Starviewer Team. Le frecce stanno ad indicare le testimonianze visuali, secondo il loro rapporto, di oggetti di natura non naturale, che orbitano nelle strette vicinanze del Sole ed una apparirebbe addirittura in transito su di esso. Ecco l’immagine correttamente processata:

Anche in questo caso le anomalie sono state rimosse, in particolare è completamente sparita la “bad pixel area” in basso a sinistra che lasciava erroneamente intendere la presenza di un “disco” sferoidale.

In questo terzo fotogramma, sono riportate delle aree zoomate delle anomalie, che sempre  secondo la medesima interpretazione rappresenterebbero dei dischi orbitanti attorno al Sole.

ma come si vede nell’elaborazione finale, non appaiono assolutamente dischi o sfere tridimensionali che possano indurre a credere che si tratti di astronavi:

Analizziamo infine l’ultima immagine STEREO, quella in cui appare la zoomata del presunto disco “extraterrestre”. Anche in questo caso si tratta di una cattiva interpretazione, in reltè l’oggetto non è nient’latro che un’area in bassa risoluzione. 

Nel documento originale segnalato dal sito spagnolo, non appare la nomenclatura dell’immagine, ma dal video sono risalito al fotogramma, che risale al 18 gennaio 2010.

Ecco in basso il fotogramma rielaborato in alta risoluzione e presente sul sito ufficiale della STEREO:

Anche in questo caso l’anomalia è completamente sparita e al suo posto appare una piccola stellina di fondo, che con un po’ di pazienza e un simulatore celeste sarebbe facilmente identificabile.

Sarebbe in teoria  inutile andare oltre con l’analisi.

Da molte parti è stato posto un dubbio riguardo ai grossi blocchi di pixel neri, che secondo i complottisti, sarebbero stati posti per censurare dei particolari che rivelerebbero la presenza della vita extraterrestre.

Le immagini sono state rilasciate dalla sonda SOHO, che anch’essa studia ed analizza il Sole.

La camera chiamata in causa è la EIT 304, l’Extreme ultraviolet Imaging Telescope, che riprendere immagini dettagliate dell’intera superficie solare in luce ultravioletta; per individuare protuberanze e brillamenti, fenomeni altamente energetici che influenzano l’intera atmosfera solare.

Lo strumento, però, è stato danneggiato nel febbraio del 1998, probabilmente da una micrometeorite, che ha creato un forellino da cui entra luce indesiderata. Proprio per questo, da allora EIT indossa permanentemente “occhiali da sole”, per evitare danni al sensore.

Rivediamo dunque le immagini che sarebbero frutto di una cospirazione di censura da parte della NASA: 

In realtà, il sensore, a causa del guasto subito, necessita spesso di manutenzione e spesso invia a terra immagini “rovinate” ricche cioè di “bad pixel” o aree in cui mancano totalmente paccheti dati.Ricordiamo che inoltre, nel 2003, un danneggiamento al motore che comanda l’antenna di guadagno ha costretto all’utilizzo di una antenna secondaria, E’ facile, a causa dei danni subiti dalla sonda, in tanti anni di permanenza, che i dati subiscano spesso anomalie. Tali anomalie non pregiudicano il ruolo che la sonda ha, cioè osservare i fenomeni solari, come i brillamenti, le protuberanze e tutti glia altri fenomeni energetici annessi.

Per esempio. qualche giorno fa, altre immagini sono giunte a terra gravemente danneggiate:

Allora, stando alle accuse dei complottisti, in questa immagine saremmo stati di fronte ad una vera invasione aliena??? No, si tratta semplicemente di errori di invio dati.

In questa immagine, sventurata, è giunto per esempio ben poco:

E vista la sua inutilità scientifica. è possibile che venga presto rimossa dal sito dedicato alla raccolta di tutte le immagini (http://sohodata.nascom.nasa.gov/cgi-bin/soho_movie_theater).

Alcuni complottisti, hanno alluso alla possibilità che si tratti di astronavi madri, che annuncerebbero l’avvento di Nibiru. Estrapolando per comodità, le informazioni da Wikipedia, che raccoglie più semplicemente fior di trattati scientifici al riguardo, vorrei ricordare che la temperatura della corona solare, la zona dove sarebbero stati avvistati questi oggetti, oscilla tra valori di temperatura compresi tra gli 1,3 milioni e i 10 milioni di gradi Kelvin. Ad una temperatura simile, la materia semplicemente si ionizza, si dissolve, vengono emessi atomi di elio nel vento solare e fotoni. Abbiamo in quelle aree interessanti, il nulla, la disintegrazione stessa di ogni elemento o quasi. Nessun oggetto, potrebbere resistere a tali temperature infernali. Nemmeno nella più ardita fantascienza.

Per spiegare la questione più approfonditamente, bisognerebbe analizzare la questione in termini fotometrici, visto che i sensori delle sonde STERO e SOHO, sono sensori CCD:

Per semplificare osserviamo un esempio di come il rumore di fondo disturbi le immagini e quale sia poi l’effetto finale, dopo che viene tolto via software:

Questo è quello che spesso accade alle sonde spaziali. Siccome le immagini vengono spesso pubblicate in modo praticamente diretto, può risultare che in molte di esse compaiano anomalie.

Con questo spero di aver definitivamente chiarito la questione nei termini più semplici possibili.

Conclusioni:

Spesso, il desiderio insito nell’uomo, misto alla non conoscenza degli ingegni tecnici e della fisica di base, portano a interpretare male alcuni fenomeni naturali.

Da questa analisi, tra l’altro molto semplice e comparativa, si evince che lo studio dell’uomo di fronte ai misteri della scienza, sta operando sfruttando tutte le possibilità tecniche.

Non voglio ostinatamente difendere la NASA, perché nessuno è santo, ma in questo caso, un pochino di conoscenza in più avrebbe evitato il diffondersi della ennesima “bufala” (come diciamo in Italia) o falsa notizia, che poi porta a fenomeni raccapriccianti, come l’isteria di massa o la mistificazione di cose che non esistono.

Stiamo tranquilli, lassù, tra le fiamme ardenti del Sole, per il momento nessun UFO!

articolo a cura di Arthur McPaul

Fonte:

NEMESIS PROJECT RESEARCH

Altre fonti:

http://starviewer.wordpress.com/

Fonti scientifiche:

NASA STEREO WEBSITE

NASA SOHO WEBSITE

WIKIPEDIA

Categorie:Uncategorized
  1. Nitopi
    28 gennaio 2010 alle 08:20

    BRAVISSIMO!

    Ciao
    Luca

  2. Layla
    28 gennaio 2010 alle 08:46

    Con photoshop posso fare di meglio… riesco a mettere le orecchie da elfo e ad allungare il naso agli amici.
    Complimenti ottimo lavoro.
    Layla.

  3. Dario
    28 gennaio 2010 alle 09:06

    Bravissimo Arthur!!!!!!
    Sei stato semplicemente mitico…..
    Ce ne vorrebbero tante, di queste operazioni di “debunking”, x smontare le tante bufale che purtroppo ci riempiono la testa….
    Ancora complimenti!!!!

  4. 28 gennaio 2010 alle 09:27

    Ottimo lavoro. Chiarissimo!
    Complimenti ad Arthur!
    Anche se poi, in fondo in fondo mi dispiace un poco che non ci siano alieni nelle nostre vicinanze! L´umanitá avrebbe proprio bisogno di uno shock.

  5. Andreabont
    28 gennaio 2010 alle 09:53

    Ottima spiegazione 🙂

    Voglio citare Arthur C. Clarke:

    Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. (da Profiles of the Future, 1973)

  6. Nitopi
    28 gennaio 2010 alle 10:32

    Potrei aggiungere.. E’ proprio degli stregoni mantenere i propri simili nell’ignoranza. E’ proprio degli scienziati applicarsi per spiegare ai propri simili come riescono a fare le cose…

    Ciao
    Luca

  7. EnzoDD
    28 gennaio 2010 alle 10:33

    Complimenti!

    Voglio citare mio nonno:

    Ma quali UFU babbalucciuni, vattinni a zappari!

  8. GIANFRANCO
    28 gennaio 2010 alle 11:17

    Complimenti!

    Bè questo però non esclude gli UFO sulla terra………….cercate DISCLOSURE PROJECT su YouTube………………

  9. 28 gennaio 2010 alle 11:36

    Grazie a tutti per i complimenti. E’ dovere fare chiarezza laddovè si pone il dubbio che le nostre conoscenze possano essere millantate sfruttando la non conoscenza.

  10. ice2020
    28 gennaio 2010 alle 11:49

    Complimenti Arthur, chiaro e molto esaustivo!

    simon

  11. stefano
    28 gennaio 2010 alle 12:35

    Su questo nulla da eccepire…..ma sulla non esistenza del fenomeno UFO avrei molto da dire,le bufale tante(come questa)….probabilmente anche messa ad arte per allontanare la gente da una realtà che uscirà fuori a forza comunque….la NASA fa quel che vuole…eppure lo vedete voi stessi con i conteggi falsati,non voglio costringervi a credere a quello che non vedete…ma uno studio sul fenomeno approfondito potrebbe rivelarvi verità sconvolgenti che volenti o nolenti molto presto verranno fuori,intanto già molti stati hanno aperto i famosi x-file….ma nessuno lo dice,non fa audience,se lo faranno gli USA allora il clamore balzerà sulle tv di tutto il pianeta,statene certi….
    Tornando al nostro sole,prosegue l’attività very low,un ciclo veramente in sordina,nei prossimi giorni avremo un ondata di gelo old-style….quanto parleranno le cronache:-)
    buona giornata

  12. ice2020
    28 gennaio 2010 alle 12:42

    Guarda, io personalmente ritengo possibile il fatto che potremmo anche nn essere soli, ma rimango sempre molto scettico dinanzi a situazioni come quest’aultima ben smascherata dal nostro arthur!

    Insomma, l’universo è infinito, le galassie sono milioni di milioni, è assai probabile che esistano altre forme di vita…un tema sentito da molti, ma dimostrarlo ancora non è possibile!

  13. 28 gennaio 2010 alle 12:46

    Permettimi di replicare, che il Sole fortunatamente è osservabile da tutti con un piccolo strumento e lente scura.
    Tali baggianate dovrebbero essere bandite dalla rete.
    La NASA può falsare tutto, ma non le immagini visuali del Sole.
    Io comunque non credo ai complotti, in materia astronomica e esobiologica.
    Il discorso UFOLOGICO, come tratterò in un corposissimo DoSSier, purtroppo si fonda su elementi che non rientrano nei canoni della sperimentabilità scientifica e pertanto, sono confutabili senza troppi sforzi.
    Per spiegare il fenomeno, nei pochi casi reali, bisognerebbe prima informarsi sugli epserimenti di prototipi da parte di chi è preposto a fare ricerca aerospaziale, senza fare nomi.
    La colomba spaziale, i dischi sul SOle, sono solo l’ennesima trovata pubblicitaria per il fenomeno New Age 2012 e per coloro che hanno scritto libri in merito.
    La scienza per fortuna, è ben altro.

  14. GIANFRANCO
    28 gennaio 2010 alle 13:01

    Ci sono comunque testimonianze di persone che hanno ricoperto incarichi di rilievo in ambito militare e non a favore della presenza di oggetti non identificati sulla terra……. http://www.youtube.com/view_play_list?p=0F9A5918C6416497&search_query=disclosure+project

    E la dichiarazione della difesa messicana? http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2004/05_Maggio/12/ufo.shtml

  15. Andreabont
    28 gennaio 2010 alle 14:17

    Allora, innanzitutto correggiamo i termini.

    UFO = Oggetto Volante non Identificato.

    Quindi possiamo dire che GLI UFO ESISTONO IN RELAZIONE ALLA IMPOSSIBILITA’ DELLE PERSONE DI RICONOSCERE UN OGGETTO VOLANTE.

    Se io vedo un uccello volare ma non capisco che è un uccello lo classifico come UFO.

    Non siamo a chiederci se esistano o meno, perché è evidente che esistano (dipendono da noi).

    Si discute semmai se questi UFO siano astronavi aliene che sono giunte sulla terra da un altro pianeta (extra-terrestri)

    Qui si va sulla fede, dato che prove vere e proprie non esistono, molti vedono negli UFO gli alieni, ma per ora è solo una convinzione, non c’è evidenza scientifica.

    Come già detto penso anche io che esistano altre forme di vita nell’universo, ma ce siano arrivate fino a noi è molto improbabile, poi magari è vero, ma per ora non ci sono prove certe.

    E per favore, usiamo i termini corretti, perché negli archivi nazionali ci sono documenti sugli UFO, NON SUGLI ALIENI!!!!!!!

  16. 28 gennaio 2010 alle 14:28

    Nemesis Project Research, il blog che curo, oggi ha avuto l’onore di finire su RAI 3 al tg NEAPOLIS. Un grazie anche al NIA che ha pubblicato l’articolo. Le visite stanno schizzando in un attimo e a ricaduta verranno anche qui.
    Aggiungo prontamente il vostro link tra i contatti.
    Un grazie infinite a tutti

  17. ice2020
    28 gennaio 2010 alle 14:46

    Wow Arthur, complimenti ancora…

    adesso metto il link del tuo Blog tra i favoriti di NIA… 😉

  18. stefano
    28 gennaio 2010 alle 17:24

    Anche chi cura questo blog ha avuto l’onore di essere ospite su reti Fininvest e Rai,rispettivamente nel programma mistero e vojager,e tutto posso dire meno che non sia una persona di scienza…e con lui anche altre rispettabilissime persone…ma si sa, se si vuole chiudere gli occhi si chiudano,ma non far passare la gente per visionaria, perchè è un insulto alla mia intelligenza e di chi studia seriamente certe tematiche.

    http://ilblogdiadrianoforgione.myblog.it/

    http://pinomorelli.splinder.com/

    Continuate con il sole che è meglio….mi dispiace ma sono deluso…quando non vi contano le macchie è cover-up….mentre il resto invece cos’è? Avete fatto la stessa cosa nei confronti di fior di studiosi….sono contento che escano fuori le bufale….ma di tutta l’erba un fascio no…saluti

  19. Nintendo
    28 gennaio 2010 alle 17:29

    non ho capito il tuo commento 😉
    a cosa ti riferisci?

  20. stefano
    28 gennaio 2010 alle 17:31

    Il commento del rispettabile sig. Arthur

  21. giorgio
    28 gennaio 2010 alle 17:43

    Il sig McPaul ha dimostrato grandissima serieta e competenza.Questi commenti di delusione sono fuori luogo e anche un po infantili.Qui si parla di scienza e basta.

  22. 28 gennaio 2010 alle 17:44

    Ciao Stefano, sinceramente non ho capito a chi o cosa alludi. Credo che il NIA sia libero di occuparsi di quello che vuole. In questo caso è stato solo
    precisato che il presunto fenomeno non è di origine fisica nel senso stretto, ma è un errore di decodifica delle immagini. Ti ricordo tra l’altro chr il soggetto é sempre e comnunque il Sole, argomento principe del blig.
    Un saluto
    Arthur

  23. stefano
    28 gennaio 2010 alle 17:54

    Nessun dubbio,quì si parla di sole,e hai fatto benissimo a tirar fuori la bufala….quello che a me non è andato giù è questo:

    Io comunque non credo ai complotti, in materia astronomica e esobiologica.
    Il discorso UFOLOGICO, come tratterò in un corposissimo DoSSier, purtroppo si fonda su elementi che non rientrano nei canoni della sperimentabilità scientifica e pertanto, sono confutabili senza troppi sforzi.
    Per spiegare il fenomeno, nei pochi casi reali, bisognerebbe prima informarsi sugli epserimenti di prototipi da parte di chi è preposto a fare ricerca aerospaziale, senza fare nomi.

    Anche questo cosa centra con il sole?:-)

    La chiudo quì….

  24. Davide
    28 gennaio 2010 alle 17:55

    Tsk, voi sottovalutate la tecnologia dei Borg 😉

  25. 28 gennaio 2010 alle 18:06

    Secondo me qui non si é trattato neanche di una BUFALA in senso stretto, ma piú probabilmente di qualcuno che in buona fede ha messo su internet qualcosa che in un primo momento é sembrato strano da vedere. Lo avrei fatto forse anche io…Poi se Arthur ha spiegato che si é trattato di un semplice errore nella decodifica dei dati, molto meglio, e la comunitá ufologica seria, dovrebbe essere contenta che si sia trovata una spiegazione plausibile ai presunti UFO del Sole. Separare il falso dal vero o dal veritiero dovrebbe essere una delle funzioni primarie dei tanti centi ufologici che cercano di spiegare che non siamo soli nell´Universo.
    Per quello che mi riguarda sono sempre stato attentissimo (molto prima che Voi nasceste) a quello che era il fenomeno ufologico, e non credo che le tante visioni collettive di fenomeni siano tutte imputabili a miraggi di massa.

  26. giorgio
    28 gennaio 2010 alle 18:10

    XStefano: gli UFO possono anche esistere,non escludo questa ipotesi anzi..solo che in questo specifico caso il sig Mcpaul con grande professionalita ha dimostrato che non c”e nessun UFO (in questo specifico caso)e basta.Ognuno puo credere a cio che vuole.Arthur con grande professionalita ha dimostrato con spiegazioni tecnico-scientifiche che questa e” una grandissima bufala.Deluso o no le cose stanno cosi e basta

  27. ice2020
    28 gennaio 2010 alle 18:15

    Qui a NIA abbiamo dato spazio alle 2 versioni su questo ultimo episodio degli ufo, entrambe sono state postate come “mamma le aveva scritte”…

    sta poi ai lettori farsene un ‘idea propria!

    Simon

  28. 28 gennaio 2010 alle 18:16

    Ah ok. In questo post rispondevo ad un commento. Continuare il dibattito ci porterebbe troppo off topic.
    Io purtroppo ragiono da scienziato pur non essendo un dottore in scienze matematiche e fisiche. Ho tra l’altro assistito di persona ad un avvistamento di secondo tipo e non ero da solo. Da quell’esperienza assai ravviconata di questi oggetti, dalle testimonianze raccolte nell’ambito del mio lavoro (investigatore) e dall’analisi di centinaia di video e da alcune testimonianze raccolte, la mia opinione è che il fenomeno esiste (ne sono testimone) ma è di origine umana, militare prevalentemente. Ovviamente, l’1% dei casi o più, non riconducibili a spiegazioni plausibili, sociologicamente, antropologicamente, fisicamente, andrebbe documentato con materiale di indagine certo e sperimentabile, affine cioè all’indagine e alla metodologia di analisi del metodo sperimentale (fisico, chimico, matematico, areonautico e perchenno esobiologico).
    In mancanza di prove sperimentali, il discorso non è ponibile su un banco per un dibattito serio.
    Un cordialissimo saluto, sono a disposizione in private per ogni argomentazione in merito!
    Arthur

  29. ice2020
    28 gennaio 2010 alle 18:17

    Ricordo infine ai lettori che il tema degli ufo non è cmq priorità di NIA che come ben sapete si occupa di altro…

  30. giorgio
    28 gennaio 2010 alle 18:25

    appunto parliamo di priorita: IL sole

  31. giorgio
    28 gennaio 2010 alle 18:28

    A proposito l”intervento di Ale di ieri sera mi e” veramente piaciuto.Ale interviene poco ma quando lo fa….mi lascia sempre a bocca aperta.

  32. stefano
    28 gennaio 2010 alle 18:42

    Giorgio…..leggi bene…non contesto lo smascheramento del sig.MCPAUL che è da applausi….contesto il cercare di spiegare il fenomeno ufo come terrestre,io sono un ricercatore nel campo,mi sono sentito colpito,ho sentito centinaia di testimonianze,e non da persone comuni….gente che ha lavorato alla NASA,ex militari…di tutto e di più…prima di ghettizzare il tutto bisognerebbe documentarsi….ripeto ben vengano persone come il sig MCPAUL che smascherano le bufale…ce ne sono tante purtroppo,ma il brutto è che in mezzo ce ne sono tante vere e vengono fatte passare per falsi….comunque gli scriverò in privato,questo è un blog sul sole ed è giusto parlare di questo.
    Comunque Simon quando contavano le macchie inesistenti eri pieno di rabbia…lo stesso mi sono sentito io..pensaci…con il fenomeno UFO è lo stesso.
    Bona serata

  33. ice2020
    28 gennaio 2010 alle 18:49

    Ok stefano, condivido e capisco la tua rabbia, ma mi sembra che l’articolo di Arthur era volto a smascherare questa ultima bufala, nn in generale…

    tieni presente se ti può far piacere, che io, come già scritto, nn escludo assolutamente l’esistenza degli ufo, solo che ci vado coi piedi di piombo1

    ciao

  34. stefano
    28 gennaio 2010 alle 18:54

    Grazie Simon,a quanto sta il solar-flux aggiustato stasera?

  35. ice2020
    28 gennaio 2010 alle 18:59

    Alle 18, 75 contro i 76 di ieri!

    Ormai è in discesa libera da giorni…nn si segnalano nuove regioni attive…la stessa 1041 è ormai in fase di ecadenza, tempo ancora domani e dopodomani e dovrebbe sparire del tutto…

  36. 28 gennaio 2010 alle 19:02

    È ancora contabile con il layman NIA count?

  37. 28 gennaio 2010 alle 19:22

    OT. Dopo la 1041 in decadenza anche El Niño é in forte decadenza, ecco la mappa aggiornata delle anomalie.

  38. Michele
    28 gennaio 2010 alle 19:41

    Qui siamo alle proiezioni dopo il 7 !

    http://www.meteoscienze.it/licenza-joomla/423-midwinter-major-warming-a-120-ore-conseguenze-in-troposfera

    “Il VP si fraziona in due parti principali delle quali la maggiore sprofonda sugli States, la seconda sul Giappone e una terza molto più piccola, ma costituente il lago gelido che accompagna l’anticiclone russo siberiano in retrogressione sull’ Europa.”

    3 parti !!!

    Sempre più giù….

    E quando el Nino…si fermerà…che cosa accadrà…..
    (visto che anche adesso non influiva un granchè sul clima planetario!!)
    Fa anche rima…..

  39. ice2020
    28 gennaio 2010 alle 21:50

    guarda sempre nei dati sole in diretta…cmq fino a ieri si, vediamo se dura ancora domani per essere contata anche oggi…

  40. giorgio
    28 gennaio 2010 alle 22:04

    Michele, e” dall”autunno che aspetto la primavera,forse mi sbagliero ma sara una primavera memorabile dal punto di vista termico.Molto fredda.Ma ovviamente sara anche questa volta colpa dell”AGW.Questo ciclo ENSO e” esattamente quello che mi aspettavo.Un”aborto, uguale probabilmente al ciclo solare 24.ma per quest”ultimo c”e ancora bisogno di aspettare un po sperando che cio che continua a dire ALE si verifichi.Ciao.

  41. N.S.
    28 gennaio 2010 alle 23:27

    ‘Notte a tutti,

    vorrei fare i miei complimenti ad Arthur (che conosco personalmente) per il suo lavoro impeccabile d’informazione ed esemplificazione scientifica e per come ha esposto le problematiche inerenti alle cattive acquisizioni di dati da sensori satellitari che sono molto frequenti, oltre che mettere in evidenza le false interpretazioni che possono scaturire da immagini 3D ottenute dopo l’elaborazione di una stereocoppia di immagini.
    Sostengo inoltre le sue tesi in materia di UFO e questo sulla base di argomentazioni scientifiche che risulterebbe complicato postare qui in un commento.

    Complimenti anche al vostro Blog

  42. Karlo
    28 gennaio 2010 alle 23:41

    Che bell’articolo, chiaro, tecnicamente completo e senza l’uso parossistico di sigle che sono di difficile comprensione da parte di un semplice appassionato. Ne vorrei mille di articoli scritti così!

  43. Michele
    28 gennaio 2010 alle 23:49

    Quante volte lo ripetiamo…..
    Si…. si giorgio da adesso al grande allineamento planetario del prossimo Luglio!!
    Son mesi molto importanti….per…
    Clima..Sole…economia…
    e tante ..tante altre cosette che circondan la nostra esistenza terrena !!

  44. Neptune
    29 gennaio 2010 alle 03:41

    I miei complimenti ad Arthur !
    Articolo esaustivo al max , bravo!

  45. Andreabont
    29 gennaio 2010 alle 07:39

    “economia…
    e tante ..tante altre cosette che circondan la nostra esistenza terrena !!”

    Ok fare ipotesi sul minimo solare, ma evitiamo l’astrologia 😄 In fondo questo rimane sempre un blog scientifico 🙂

  46. Alessandro
    29 gennaio 2010 alle 08:09

    (-O-) preferivo che erano ufo.

    Magari di una dimensione parallela che resistevano fino a 20milioni di gradi kelvin.

  47. rick
  48. rick
  49. Dario
    29 gennaio 2010 alle 12:14

    Anch’io mi interessavo di UFO e altre cose (mai sentito parlare di Peter Kolosimo e di von Daniken?) prima che parecchi frequentatori di questo (e di altri) forum nascessero, ringrazio ancora Arthur x la chiarezza e la semplicità di esposizione e mi riprometto di dare un’occhiata quanto prima a sul blog.
    Mi complimento altresì con tutti quanti x aver saputo mantenere la discussione su un tono molto soft e senza accalorarsi, e senza innescare derive OT troppo marcate.
    Tornando al tema principale, la funzione dei satelliti “Stereo”, come spendidamente illustrato, dovrebbe proprio essere quella di consentire una visione “stereoscopica”; ma allora non avrebbe dovuto consentire di verificare a che distanza effettiva tra il Sole e la Terra si trovassero quegli oggetti, se ci fossero stati fisicamente (ma il discorso vale anche x tutti gli altri possibili oggetti, dalle comete a qualche asteroide di passaggio).
    Non a caso, l’astronomia si è sviluppata proprio sfruttando la parallasse (che è alla base della visione stereoscopica) x misurare la distanza dalla Terra dei corpi celesti…

    Just another 2 cents…

  50. Dario
    29 gennaio 2010 alle 12:15

    Sorry, ho dimenticato il punto interrogativo in fondo al penultimo cpv…

  51. Nitopi
    29 gennaio 2010 alle 12:27

    Signori!
    Invoco il rasoio d’Occam!!!

    Non introduciamo soluzioni complicate quando abbiamo risposte semplici 8)

    Ciao
    Luca

  52. rick
    29 gennaio 2010 alle 12:55

    guardatevi questo

    stiamo abusando da tempo del rasoio di Occam

  53. Alessandro
    29 gennaio 2010 alle 19:21

    Ok.. hai spiegato le sfere. Nn capisco le altre forme eppure come mai nei MPEG appaiono in movimento. Ho visto le stesse imagine dopo l’effetto finale e nn sono le stesse che hai messo nel blog. E le sfere appaiano lo stesso, addirittura piu visibile. Nn capisco perchè il sito NASA ha toldo delle imaggine, perchè hanno iniziato a “saltare” i minuti di scatto dal 18 in poi. Nn ho letto, mi sono messo davanti al PC e ho visto che toglievano le imagine. Senza parlare nel “TILT” del sito. Nn capisco perchè la sonda russa nn funziona dal 18 in poi. Ovviamente hai spiegato con uso della scienza… Nn ti sei domandato se nn era proprio questo che volevano loro? Hai delle risposte per lo “stop” del sito? saluti

  54. Alessandro
    29 gennaio 2010 alle 19:29

    Pensavo…hai scrito “Nessun oggetto, potrebbere resistere a tali temperature infernali. Nemmeno nella più ardita fantascienza”.
    Come fai a dirlo se conosce soltanto elementi della Terra? Penso che nn è fantascienza pensare che possano esistere elementi diversi e resistenti o mi sbaglio?
    Ovvio che fa parte del’imaginario, ma chi avrebbe pensato al IPOD, IPAD e Cia 50 anni fa?
    Saluti..(scusate l’italiano, ma ci provo)

  55. N.S.
    30 gennaio 2010 alle 13:19

    Gli elementi della terra sono costituiti da particelle, come accade nel sole, e nelle altre stelle lontanissime da noi.
    Esperimenti a determinate temperature sono stati effettuati e si sa cosa accade alla materia a quelle energie.
    A mio avviso Arthur ha ritenuto opportuno non dilungarsi con argomenti di fisica del plasma, fisica nucleare, elettrodinamica quantistica e cosmogonia

    Gli IPOD, IPAD, ecc.. funzionano ad energie moderate, soprattutto per via di materiali superconduttori e di memorie costruite sulla base di quei materiali stessi. Penso che neanche Ebers e Moll quando fornirono le loro equazioni decenni fa potessero pensare a determinati dispositivi, tuttavia conoscevano le basi teoriche che ancora oggi regolano la fisica dei semiconduttori.
    Magari tra dieci anni avremo per le mani dispositivi dai materiali ultraresistenti ma una cosa è certa: conosciamo cosa accade alla materia a determinate tmperature.

    Per quanto riguarda le sfere che compaiono e scompaiono nelle immagini ritengo ancora che Arthur non abbia voluto dilungarsi negli algoritmi alla base dei processi di elaborazione delle stereocoppie di immagini e degli effetti che hanno sul risultato finale rappresentato dalle immagini pubblicate. Ad una elaborazione di immagini segue sempre una fase di editing per eliminare anomalie dovute alle elaborazioni.

  56. Simone
    31 gennaio 2010 alle 07:12

    Ottimo

  57. dio nn esiste
    31 gennaio 2010 alle 19:43

    debunker!

    solo le scimmie non sanno leggere.

  58. protoss
    1 febbraio 2010 alle 10:33

    Scusate ma non ho mica capito la speigazione per cui si è visto le sfere “in diretta” dal sito ufficiale; questo articolo pare vorrebbe giustificare il fatto liquidandolo con un banalissimo difetto di compressione immagine, ora mi domando:
    1) Per quale motivo sono state pubblicate immagini a bassa risoluzione se il processo automatico prevede la rielaborazione delle stesse?
    2) Non mi pare siano accaduti precedentemente casi simili.
    3) comè che dopo giorni le hanno pubblicate senza “difetti”?

  59. protoss
    1 febbraio 2010 alle 10:36

    Infatti, a parte ipod ipad, non bisogna per forza parlare di materia, concordo comunque con il fatto che non possiamo sapere se altre civiltà / esistenze possano aver usato degli “scudi” energetici sottoforma di radiazione… chi può dirlo??

  60. N.S.
    1 febbraio 2010 alle 13:19

    Bisogna capire cosa s’intende per ”scudo energetico sottoforma di radiazione” e su quale base scientifica la si definisce.

    Un fronte d’onda di radiazione a quale frequenza? qual è l’interazione o le interazioni che congelano i fotoni? magari ci sono dei lati oscuri della statistica di Bose-Einstein che ci sono oscuri? perchè se così fosse dovremmo buttare via mezza teoria quantistica di campo

  61. N.S.
    1 febbraio 2010 alle 13:23

    1) non si tratta di immagini a bassa risoluzione bensì di immagini elaborate con algoritmi ”Stereo”..e non si tratta di rielaborazione ma di Editing..vengono pubblicate per mettere al corrente la comunità scientifica in tempo reale, ossia quelle persone che non urlano ”Un Ufo!!”

    2) prova a visitare ogni giorno il sito della nasa, dell’esa e poi ne riparliamo

    3) perchè hanno avuto il tempo di portare a termine gli step di processamento

  62. yohan
    10 febbraio 2010 alle 14:47

    Il desiderio di sfatare i miti è un altro desiderio insito dell’Uomo.
    Immaginate la scena: Obama rende noto ai popoli della terra che siamo in contatto con razze aliene e, di lì a poco, gli alieni scendono sulla terra.
    Immaginate il ritorno di Gesù sulla terra per continuare l’opera di 2000 anni fa;
    Si possono immaginare tante cose ma vi faccio una domanda:
    – siete sicuri che tutti, anche dinanzi all’evidenza, crederebbero ad occhi chiusi?
    Ci sarà sempre qualcuno che non crederà mai solo perché non vuole credere!
    Su 4 mld di persone più della metà credono e sentono dentro la fede. Gli altri non credono e pensano che i primi siano colti da un’illusione.
    Tutti possono dire quello che vogliono… io so solo che il fenomeno UFO è un fatto, così come lo erano gli UFO su Saturno e così come lo sono Le strutture sulla Luna(la nasa ha sbiadito le foto) e così come sono reali gli Ufo attorno al sole. Se fossero state stelle di fondo non sarebbero state nemmeno visualizzate…. Io scrivo su eventimolise.it (le verità nascoste)… se a qualcuno interessa…. saluti a tutti

  63. sigfrido
    8 agosto 2010 alle 23:53

    Scusate l’ intromissione ma gli oggetti realmente difficili da spiegare sono visibili in questi due video su youtube


    due oggetti a dx del sole, di cui uno improvvisamente cambia direzione.


    dal minuto 1:55 al 2:05 a sx del sole.

    si possono vedere ruotare e scintillare.
    Invoco anch’io il rasoio di Occam.

    grazie e ciao

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: